GALLERIA DEI RICORDI

Creiamo questa nuova pagina nel FORUM, sperando di fare una cosa gradita per tutti gli Iscritti, dove ciascuno può aggiungere: fotografie, articoli di giornale, propri articoli riguardanti Ricordi degli anni trascorsi.
E’ necessario che gli INSERZIONISTI inviino la documentazione da pubblicare con una e-mail con il relativo allegato ad uno degli indirizzi della pagina CONTATTI del nostro Sito (indicando: Nome, Cognome e N° di Tessera con cui risultano iscritti).
Cortesemente inviare allegati al di sotto di 1 Mb. In caso di vera necessità di dover inviare allegati superiori ad 1 Mb, utilizzare quest’altro indirizzo e-mail: vigoafricano@hotmail.it .
Provvederemo noi a pubblicare il tutto inserendo il vostro nominativo.

Vigo Africano 14/04/2007 DON PEPPINO ALLE OLIMPIADI
E' doveroso aprire questa Galleria dei Ricordi con il bellissimo ricordo di Angelo (Peppino) Scalzone scritto dal mio carissimo amico Gioacchino Rosa Rosa. Lo riporto integralmente perché possa rinverdire quegli Anni e trasmettere a quelli che non lo hanno conosciuto, il peso, la personalità e la sportività che hanno contraddistinto questo Grande Campione.
Grazie Ino per questo ricordo!

Vigo Africano 15/04/2007 Una Temibile Equipe della SOCIETA’ PARTENOPEA TIRO A VOLO in una spedizione allo Stand TRIGORIA (Roma) agli inizi degli Anni 70.

Rosa Rosa Gioacchino 16/04/2007 Inaugurazione della nuova Sede di Castevolturno della Società Partenopea Tiro a Volo, Gennaio 1970.
Dal mio Archivio

Vigo Africano 16/04/2007 Alcune immagini negli anni 50 allo Stand delle Terme di Agnano della Società Partenopea Tiro a Volo prese dagli Album di mio padre:
Foto 1
Foto 2
Foto 3
Foto 4

Rosa Rosa Gioacchino 16/04/2007 Inaugurazione del nuovo Stand della Società Partenopea Tiro a Volo a Castelvolturno (CE)
Castelvolturno

Rosa Rosa Gioacchino 19/04/2007 LAZIO/CAMPANIA - Un interscambio tiravolistico di lungo percorso.

TRIMBOLI MARCELLO 19/04/2007 Ho letto il pezzo ed e' fantastico beato te che hai potuto vivere quei bei momenti Gioacchi'. Poi la battuta de ANASTASIO MARTELLINI che sapevo ma te devo di' che sono sbottato a ridere di nuovo. sei un GRANDE GIOACCHINO ROSA ROSA.un saluto MARCELLO TRIMBOLI. PS. sono contento di averti dato lo spunto.

maloni rinaldo 21/05/2007 purtroppo non posso contribuire a questa iniziativa perchè pratico il tiro da 11 anni appena e comunque non ho una tradizione di famiglia alle spalle perciò prima non frequentavo l'ambiente.
abito a 70 km da ancona e qui il grande rossini è un'istituzione ma purtroppo non l'ho conosciuto ho letto delle sue imprese sportive e di quelle di scalzone,basagni,giovannetti sulle riviste specializzate o spizzicato quà e là qualche racconto dei coetanei di questi grandi campioni.
chissà forse un giorno anche io potrò raccontare di grandi campioni che sparavano ai miei tempi, però i vari fabrizi, pellielo & company mi sembrano ancora un passetto indietro rispetto ai campionissimi di ieri, speriamo bene!
saluti a tutti.

Vigo Africano 24/05/2007 Caro Rino,
Il fatto che noi vecchi abbiamo iniziato a riempire questa nuova Rubrica con ricordi della Notte dei Tempi, non significa che non debbano essere pubblicate anche storie più recenti. Anzi potranno essere vissute come piacevoli ricordi anche dai più Giovani.
Quindi datti da fare!

maloni rinaldo 04/06/2007 LIANO ROSSINI - UN GRANDISSIMO CAMPIONE ED UN MAESTRO DEL TIRO A VOLO, ASSURTO ANCHE SULLE FIGURINE PANINI
La famosa figurina Panini
Foto dopo la Vittoria alle Olimpiadi del 1956
La gioia dopo la più bella delle tante Vittorie

ALIPRANDI BRUNO 19/06/2007 - RICORDI: BEVERLY (GB)- FOSSA UNIVERSALE - CAMPIONATO EUROPEO 1994
La Pantera Rosa colpisce ancora!

LAVAGETTI SERGIO 21/06/2007 Caro Bruno
quanto hai scritto e ricordato sembra una favola, ma non lo è trattandosi di risultati conseguenti a comportamente altamente sportivi.
Il c'era una volta è tipico delle favole che, nonostante il trascorrere del tempo, rimangono tali e finiscono sempre come previsto ossia il lupo non riesce infine a mangiare Capuccetto Rosso, il pifferaio conduce sempre i topi al suicidio, la volpe non riesce a mangiare l'uva e così via.
Il c'era una volta è durato sino al 2005 allorchè qualche, o meglio, alcuni hanno ritenuto di mangiare Capuccetto Rosso.
Oggi l'indigestione è completa in quanto, magicamente, Capuccetto Rosso era stata baciata dal principe e tramutata in rospo; ed i rospi sono molto duri da digerire.
Oggi il finale è degno della rotta di Roncisvalle e, a malincuore e con immenso dispiacere, sto constatando la distruzione di una favola.
Sono amareggiato dall'inconsistenza intellettuale di molti atleti che non hanno capito ciò che stava succedendo e valutato i successivi esiti soffermandosi alla sola possibilità di mangiare l'uovo anzichè pensare al banchetto con la successiva gallina.
Nulla intendo commentare sul comportamento di chi è stato preposto ai compiti dirigenziali in quanto sovraccaricati di responsabilità superiori alla propria capacità.
Attendiamo quindi rassegnati la fine della favola seduti sulla sponda del fiume nella speranza di ricominciare tutto da principio.
Sursum corda che non significa sorseggiare il barbera.
Con immenso affetto.

Rosa Rosa Gioacchino 11/09/2007 Agosto 1972 - Angelo (Peppino) Scalzone conquistò la Medaglia d'Oro nel Trap alle Olimpiadi di Monaco con un eccezionale Record (199/200). La volontà, la determinazione ed il sacrificio che portarono Peppino alle Olimpiadi ed alla Vittoria sono cose che per sempre faranno parte della Storia bella del Tiro Italiano.
A noi tutti di Tiroavoloforum fa molto piacere che il maggior Quotidiano abbia inteso, a 35 anni di distanza ed alla ricorrenza dei ventanni dalla scomparsa (1987), ricordare l'Uomo e lo Sportivo. Non è poco, considerando l'oblio dei Media nei confronti delle nostre discipline.
Un ringraziamento allo Staff de IL MATTINO a nome nostro e della Famiglia Scalzone.
Agosto 1972 - L'Oro di Scalzone alle Olimpiadi

armani roberto 18/10/2007 Mi è capitata tra le mani una vecchia foto di
mio padre, forse una delle rare foto che lo ritraggono su un campo di tiro al piattello (qui è premiato dopo una gara a Bettola provincia di
Piacenza siamo negli anni '70); ricordo quando molto piccolo lo seguivo sui campi della nostra provincia....poi, quasi senza rendermene conto, mi ha trasmesso quella passione che oggi mi fa pensare al tiro a volo in tanti momenti della mia giornata; il tiro fa parte della mia vita e
guardando questa foto capisco il perchè..
Anni 70 - Mio padre Giorgio Armani

Rosa Rosa Gioacchino 24/10/2007 C'era una volta IL TIRO (parte 1°)

Vigo Africano 25/10/2007 RICORDI DI UNA ALLODOLATA

Rosa Rosa Gioacchino 28/10/2007 C'era una volta il Tiro (Parte 2°)

Vigo Africano 09/11/2007 FOTO D'EPOCA - 1927
Al termine di una battuta di caccia

Vigo Africano 14/11/2007 V° Incontro Trimestrale dei Vecchi Tiratori Campani degli Anni 60 - Napoli, 13 Novembre 2007
In attesa dell'arrivo dei ritardatari
La Tavolata

Rosa Rosa Gioacchino 14/11/2007 C'era una volta il Tiro (parte 3°)

Rosa Rosa Gioacchino 14/11/2007 Mi scuso per i tempi necessari al download dei files con molte foto.
Prometto che il prossimo intervento sarà più snello......metterò al massimo 2 piccole foto, magari solo in B/N!
Saluti.
grr

lasorsa fabrizio 16/11/2007 A mio padre

Rosa Rosa Gioacchino 16/11/2007 C'era una volta il Tiro (4° parte)

Rosa Rosa Gioacchino 17/11/2007 Per FABRIZIO LASORSA.
Caro Fabrizio,
io non posso che sottoscrivere e sottolineare ognuna delle parole scritte sopra da Silvio Ricciardi.
Quando ieri Africano mi parlò di questa tua iniziativa il cognome mi ricordava qualche cosa, ma non riuscivo a focalizzare bene. Le foto mi hanno fatto piena chiarezza.
Il gesto di tuo padre non mi stupisce affatto e mi fa piacere che sia stato ricordato in questo sito ed in questa rubrica dove cerchiamo di mettere in evidenza un certo modo di frequentare il TIRO che sembra ormai al tramonto o addirittura scomparso. Ed ancora non mi stupisce perchè tanti uomini del Sud hanno lasciato e lasciano ancora segni positivi di comportamento.
Per ora abbiti un abbraccio mediatico.
Gioacchino

Di Maio Ludovico 20/11/2007 .....'Del profondo spirito sportivo di Vincenzo ho già diverse volte espresso il mio giudizio. Credo che pochi gestori di Campo abbiano dato alla propria Società la dedizione che Vincenzo ha dato. Un vero uomo di sport che nascondeva le sue profonde emozioni sotto una apparente scorza di indifferenza....'
Caro don giacchino, non poteva trovare parole migliori per raffigurare l'immagine di mio padre. Nel nostro piccolo, con il nostro lavoro e spesso con i nostri errori cerchiamo di ripercorrerne le orme con lo stesso spirito di dedizione. Grazie

Rosa Rosa Gioacchino 20/11/2007 C'era una volta IL TIRO (Parte 5°)

Di Maio Ludovico 26/11/2007 Viaggio nel Mondo dello Skeet di Ludovico Di Maio

Rosa Rosa Gioacchino 26/11/2007 Complimenti Ludo. Lavoro bellissimo. Un solo appunto: lo avrei diviso in più parti per la leggerezza e per creare aspettativa per il capitolo seguente. Comunque bravo!

Rosa Rosa Gioacchino 04/12/2007 In ricordo di Gigi Rossi,signore di vita e di pedana

Rosa Rosa Gioacchino 22/12/2007
C'era una volta il TIRO (Parte 6°)

boero lilliano 14/02/2008
Un caro ricordo di Peppino (Angelo) Scalzone

Rosa Rosa Gioacchino 17/06/2008 Non sapendo decidermi ho voluto inserire comunque questa ultima recensione: MADRID-SOMONTES: Una realtà da sogno anche nella nostra Galleria dei Ricordi.

Rosa Rosa Gioacchino 24/11/2008 UNA RICERCA STORICA SULLA MANIFATTURA ARMI PERAZZI
DANIELE PERAZZI, padre di grandi fucili, da sempre!

maloni rinaldo 06/06/2009 Due belle pagine del Tiro a Volo degli Anni 70 - Tanti grandi Nomi che rievocano ricordi di Vittorie eclatanti.
Fossa Universale - Campionato d'Europa 1973 e Varie
Nominativi dei presenti nella foto
Riconosciuti dal Gruppo di Vecchie Glorie emiliane riunitesi in Giugno 2015 con Gioacchino Rosa Rosa.

armani roberto 03/11/2009 CIPRO 2004 - CAMPIONATO DEL MONDO DI FOSSA UNIVERSALE:
Due foto a me carissime che suscitano sempre tanti bei ricordi.
La Squadra dell'Italia
La Squadra Azzurra Seniores - Armani, Scalzone, Salvini

Rosa Rosa Gioacchino 09/11/2009 **per ROBERTO A.** Foto Europeo F.U 1973: provo a riconoscere quelli presenti nella bella foto che hai inserito in rubrica.
Dall' alto e da sinistra: NR, eguale Non Riconosciuto, Silvano Basagni, Carlo Danna, Sergio D'Orazi, NR, Guido Morselli, Alberto Carneroli??, Giorgio Rosatti, Bruno Fasano??, Serafino Giani, Gianluigi Bertelli, Alberto Amidei, Luciano Bellentani, NR.
Accosciati, sempre da sinistra: Liano Rossini, Luciano Rossi, NR, Mario Manfredi, Bina Avrile, Claudio Sciurpa, Wanda Gentiletti??, NR, Luciano Giovannetti, NR.
Ho sbagliato molto?

Vigo Africano 09/11/2009 Ino credo che la foto a cui tu ti riferisci sia quella inserita da Rino Maloni nel giugno scorso, come ha evidenziato Silvio nei suoi interventi.
Quella di Roberto Armani è relativa ad una trasferta della Nazionale nel 2004.

Rosa Rosa Gioacchino 10/11/2009 **per AFRICANO** Afri, per la foto mi scuso con Rino per la mia svista e contemporaneamente prego Roberto A. di non inorgoglirsi troppo.

armani roberto 11/11/2009 ..be un pò inorgoglito effettivamente mi ero...
..infatti come posizione corrispondevo niente di meno che a Giorgio Rosatti!!
hahahaha...
scusate purtroppo stamattina ho poco tempo...devo correre a fare il geometra!
ciao!

ALIPRANDI BRUNO 19/11/2009 I Grandi Campioni - GRAZIE MICHEL.

armani roberto 19/11/2009 ..me lo leggo,
..me lo rileggo,
..riesco addirittura a vedere Bruno e Michel a Saragozza,
..sento le loro emozioni,
..tocco quasi con mano l' atmosfera che si respirava durante quella storica ultima pedana,
..percepisco sulla pelle il senso e i valori del tiro a volo.
Si Bruno, nostalgia è vero..
ma quanta forza ed energià nuova può infondere un ricordo di questo tipo, regalato da te a tutti i tiratori..
..di nuovo un grazie dal cuore.

bueno pernica angelo 22/11/2009 Leggere di un'impresa sportiva come quella di Michel Carrega non può che riempire l'anima di piacere e orgoglio per il nostro sport. Non so' in quante altre attività sportive ciò possa ripetersi. Sconcerta invece l'atteggiamento di un dirigente, che poco ha di sportivo, che starebbe bene a fare altro, comunque lontano dal tiro a volo.
Grazie per aver voluto condividere il ricordo con noi tiratori.
angelo

maloni rinaldo 30/11/2009 GRAZIE, NIENTE ALTRO CHE GRAZIE!!!

armani roberto 04/03/2010 VALLE ANIENE – ROMA : ANNO 2002 CAMPIONATO ITALIANO DELLE SOCIETA’.
1° CLASSIFICATA: SQUADRA DEL T.A.V. CONCAVERDE (LONATO)


L’impegno di un Gruppo di Amici e Tiratori

La Squadra
I componenti 1
I componenti 2

Rosa Rosa Gioacchino 30/06/2010
RICORDO DI PASQUALE FROLA

armani roberto 01/09/2010
Ma secondo voi questi due possono rompere dei piattelli?? ha ha ha!!
I miei Amici: I Gemelli Zucchetti
Naturalmente scherzo sono tutti e due dei grandi!

zucchetti renzo 03/09/2010 ...non si può bere neanche una birra che subito ti fanno foto stile paparazzi...grande bella sorpresa,grazie Roberto...ps quel giorno ho anche vinto la gara,ciao a tutti Renzo

ZUCCHETTI ROBERTO 03/09/2010 Grande Roberto!!!!Piattelli rotti pochi...ma comunque sempre contenti...e poi ogni tanto qualche piccola soddisfazione arriva.Ciao e buon fine settimana di *sparatoria*....

Papararo Giuseppe 27/04/2011
GRAZIE GIOACCHINO ROSA ROSA di Peppe Papararo
La Pergamena
La Targa

Papararo Giuseppe 25/05/2011
Un ricordo di Wanda Gentiletti ed alcune foto di Peppe Papararo.
1983 Gran Premio di Vienna - Il Podio
1983 Gran Premio di Vienna - In attesa
1983 Gran Premio di Vienna - Momenti di relax
Avevano tentato di indebolirci inserendo in squadra una donna, ma Wanda contribuì enormemente alla conquista del podio a squadre.
Per i più giovani:
1^ foto *il podio*: in primo piano da sinistra Wanda Gentiletti e Giuseppe Papararo, alle spalle da sinistra Augusto Pola e Giulio Bordi.
2^ foto *in attesa*: da sinistra Giuseppe Papararo, Marco Vaccari, Wanda Gentiletti e Augusto Pola.
3^ foto *momenti di relax*: da sinistra Wanda Gentiletti, Giuseppe Papararo, di spalle Augusto Pola e dietro Wanda si intravede la figura di Carlo Danna che si sta avvicinando.
Un saluto a tutti voi. Peppe.

Papararo Giuseppe 06/06/2011
IO E ROBERTO SCALZONE ALLE OLIMPIADI di Peppe Papararo.
Il Club Los Angeles prima della partenza
Il Club Los Angeles festeggia sul Campo l'Oro di Giovannetti

Papararo Giuseppe 06/06/2011 Caro Silvio,
Roberto all'epoca era quasi un ragazzo e quindi............aveva bisogno di un fucile già *imparato* che assecondasse il suo talento.
Ma tu sei un *SUPERVETERANO* e un *VECCHIO VOLPONE* della pedana, per cui non ne hai assolutamente bisogno. E poi.........non è detto che il tuo fucile non sia proprio quello che ho prestato a Roberto. Chissà........
Un forte abbraccio. Con affetto. PEPPE.

armani roberto 12/06/2011
LONATO 3° G.P. C.A.S. - 12 Giugno 2011 - Un felice incontro odierno, ma tanti Ricordi:
Nella Foto seduti: Roberto Armani, Roberto Scalzone e Marco Micheli. In piedi dietro Giancarlo Langellotti

Vigo Africano 12/06/2011 Sfido che Roberto Armani non ti aveva riconosciuto.
Robertone, tagliati la barba brizzolata e cambia montatura degli occhiali.
Un forte abbraccio.

Colapietro Luca 13/06/2011 sono fuori dal tiro da diversi anni ma Peppe Papararo si ricordera' di me..della Tiralonga a Pastorano vinta con il suo superbo conforto morale,della povera Italia e di tanti altri ricordi che mi velano gli occhi di lacrime e di nostalgia.....
Saluti a tutti...
Luca Colapietro

Papararo Giuseppe 13/06/2011 X LUCA COLAPIETRO. Caro Luca,
non ti ho affatto dimenticato e ti ricordo sempre con affetto e simpatia. Sono stato felice di aver contribuito in qualche modo ai tuoi successi. Il tuo messaggio mi fa ritornare indietro nel tempo con il tuo identico stato d'animo. Mi auguro di rivederti presto. Ti abbraccio. PEPPE.

nugnes italo 24/09/2011 Ringrazio il signor Gioacchino Rosa Rosa per la commuovente biografia pubblicata in memoria di mio nonno.
I miei più distinti saluti
Italo Nugnes

Salzano Giuseppe 22/10/2011 -ITALO NUGNES,Peppe Papararo,Afri,Gigino Di Maio,
Mimmo Saraceno,Pasquale e Nicola Arnone,Gigino Chianese,Gigi Puthod,Mario De Donato,Michele Russo Spena,Silvio e Ino,vogliamo impegnarci per un ripristino di quegli *Incontri del Ricordo* o almeno per un incontro prima del prossimo Natale per scambiarci da vicino gli auguri Invitando anche gli amici che mi sono sfuggiti?Un abbraccio a tutti:

armani roberto 10/12/2011
Riusciranno i nostri eroi, dopo averla riconquistata, a rimanere in Eccellenza??....chissà!
Nella foto: Sergio Dragoni e Roberto Armani

ALIPRANDI BRUNO 19/01/2012 Per Roberto e Drago: VA CHE DUE BELLE FACCE DA ZERO! Un caro abbraccio e ...andate forte!

armani roberto 23/01/2012 ciao Bruno!! il Drago e io abbiamo iniziato a macinare dei Km in mezzo alle bebbie, e con le dita congelate in pedana!! ma tu lo sai...alla passione non si comanda!
un abbraccio grande da noi due, un saluto anche da Carlo, e mi raccomando....inizia anche tu, come noi, a fare i primi zeri del 2012!!
ciao!! e a presto!

armani roberto 23/01/2012 le Nebbie non le bebbie...
ah ah ah ciao Bruno!

ALIPRANDI BRUNO 25/02/2012
RICORDO DI ITALO MASTRANGELO

Caminiti Domenico 04/09/2012
Un omaggio a mio padre: Pietro Caminiti

Caminiti Domenico 04/09/2012 Ringrazio Gioacchino Rosa Rosa per la condivisione del ricordo di mio padre in questa pagina di straordinarie testimonianze. Con stima. Domenico Caminiti

Santasilia Mariasole 13/11/2012
RICORDO DI DANIELE PERAZZI
SIATE AFFAMATI, SIATE FOLLI, ricordate le parole di STEVE JOBS agli studenti della Stanford University? Non vi sembra, a pensarci bene, che DANIELE PERAZZI abbia vissuto la sua vita proprio così? Ecco che la morte di un uomo non va sempre interpretata come una tragedia, soprattutto quando la persona che fisicamente è scomparsa, ha lasciato molto di se, non soltanto nei cuori di chi lo ha amato, ma anche a tutti quelli che lo hanno conosciuto o che hanno utilizzato, anche solo una volta, un suo fucile.
DANIELE era un ragazzo, povero. Ma aveva la ricchezza della passione. Aveva un SOGNO. E ha vissuto tutta la sua vita, realmente, come una MISSIONE, con una caparbietà che ho visto solo negli occhi di grandi uomini.
Dal nulla, ha creato un'azienda leader del settore in tutto il MONDO, ha dato la possibilità di poter CRESCERE dei figli a tante famiglie, ha creato una scuola di PENSIERO, ha dato vita al FUCILE perfetto... Quello che in molti hanno provato a riprodurre, senza mai riuscirci.
Nei giorni dell'addio, la moglie Lucia e i figli Mauro e Roberta, hanno allestito una bellissima camera ardente proprio in fabbrica... lí dove Daniele ha passato la maggior parte dei suoi giorni, tra i suoi fucili, le sue creature...
Molti si sono uniti intorno a lui. Da tutta Italia, da alcune parti del mondo, tiratori giovani e più anziani, operai, amici, direttori di tiro, commissari tecnici, tutti intorno all'uomo che vivrà per sempre... negli occhi di ogni tiratore che gareggia con un suo fucile, di ogni calcista che prepara un calcio su un suo fucile, in ogni operaio che lavora nella sua fabbrica e di chi lo ha sempre amato.
Voglio citare alcuni nomi, tra le tante persone che in fabbrica, o nella splendida Abbazia di Maguzzano, hanno salutato Daniele e perdonatemi se dimentico, involontariamente, qualcuno: Jessica Rossi, Massimo Fabbrizi, Johnny Pellielo, Erminio Frasca, Daniele Di Spigno, Ferdinando Rossi, Marco Innocenti, Daniele Resca, Rodolfo Viganò, Roberta Pelosi, Stefano Pavan, Alberico Tazzini, Erica Gobbo, Amilcare Bodini, Gian Carlo Serra, Carlo Ambreck, Favagrossa, Olindo Fuzzi, Aldo Lovazzani, Renato Lamera, Claudio Franzoni, Piero Savoldi, la famiglia Rodenghi, la famiglia Miotto, David Kostelecki, Derek Burnett, Tore Brovold. Il consigliere Federale Giorgio Gandolfi, il CT della Fossa Albano Pera, il CT del Double Trap Mirco Cenci, e molte personalità del settore: Franco Gussalli Beretta, Rizzini, Fabbri, Gamba, Sabatti, Perugini e Visini, Zoli, Bosis, i direttori di tiro in divisa ufficiale che hanno accompagnato Daniele in chiesa. Le lettere, i fiori, i telegrammi di cordoglio sono arrivati da tutto il mondo.
Non sono stati giorni tristi. Daniele non lo avrebbe voluto. Non amava la commiserazione. Era un uomo vitale e gli amici lo hanno salutato, tutti insieme, in qualcosa che somigliava più ad una festa che si fa subito prima di una partenza per un paese lontano, quando si decide di cambiare vita.
Alcune foto:
Foto 1
Foto 2
Foto 3

cainero chiara 04/09/2013
GIAMPIERO MALASOMMA - Maestro Illuminato
Non faccio parte dei tesserati del Tav Falco ma ho avuto la grande fortuna di poter lavorare a stretto contatto con Giampiero negli ultimi 4 anni.
La sua grande preparazione, la sua pazienza, la sua professionalità assieme al suo modo di fare hanno fatto aumentare la mia passione ed amore per lo sport del tiro a volo.
Credo che non ci siano al momento degli istruttori con il suo stesso carisma; era una persona che creava gruppo e tutti quelli che hanno assistito ad almeno uno dei suoi allenamenti con i ragazzi se ne sono di certo resi conto. Spesso mi sono allenata presso il Tav Falco ed ho imparato tantissime cose che hanno permesso di migliorarmi per il raggiungimento di grandi risultati.
È venuto molte volte anche in Friuli dove principalmente io mi alleno ed ha saputo conquistare la fiducia di molti tiratori! Dai più piccoli ai più grandi!
Solo qualche settimana fa gli ho fatto la telecronoca in diretta telefonica della gara dei suoi ragazzi da Shul!! Chi ha sparato bene o chi meno bene lui voleva sempre essere informato!!! E quanto soffriva con noi durante le gare!!!
L'anno scorso in Preparazione Olimpica, Giampiero ha lavorato a stretto contatto con la squadra di skeet e con l'allora CT Francesco Fazi che di lui ha sempre avuto grande stima e fiducia.
Abbiamo fatto allenamenti in qualsiasi condizione: dalla neve nel mese di gennaio a Lonato fino ai 40 gradi a luglio di San Marino. Lui non mollava mai il telecomando per sganciare i piattelli!!! Voleva sempre farlo lui!! Francesco e Giampiero sono stati anche 7 ore di fila con noi sul campo ad istruirci e consigliarci. Non si tirava indietro mai. Gli piaceva veramente tanto insegnare ed aiutare gli altri a mettere in pratica le varie tecniche di tiro.
Mi permetto di poter affermare che questo anno stia venendo fuori il lavoro che ho fatto con lui sopratutto negli 8 lunghi mesi di preparazione del 2012!! Credo questo valga non solo per me ma anche per qualche mio compagno di squadra! E' certo che non avendo avuto la pressione delle Olimpiadi addosso, quest'anno mi è stato più facile ed agevole gestire le gare dal punto di vista psicologico, aspetto al quale lui dava la massima importanza.
Sono fermamente convinta di quanto fosse importante la sua figura nel mondo dello skeet!!
Potrei fare tanti nomi di tiratori allenati da lui ma sicuramente ne dimenticherei qualcuno!!
Molti di loro hanno fatto importantissimi risultati; non ultimi i successi dei due junior all'Europeo. I ragazzi campani in partenza per il Mondiale ce la metteranno tutta perché sanno quanto lui ci tenesse a questa gara. Ne sono convinta!!!
Hanno lavorato con lui fino a ieri e vorranno mettere a frutto i suoi preziosi consigli!!!
E anche se non sarà in questa gara avranno tante altre occasioni per rifarsi e fare vedere tutto quello che Giampiero gli ha insegnato!!
Lo ricorderò sempre al mio fianco e continuerò a fare tesoro di tutto quello che mi ha trasmesso, sia come allenatore che come uomo.
Mando un forte abbraccio alla sua amatissima mamma, alla Società ed ai suoi ragazzi!
Grazie di tutto Giampiero e continua a seguirci ed a fare il tifo per tutti noi da lassù!!!
CHIARA CAINERO
04/09/13

Papararo Giuseppe 14/01/2014
Ho pubblicato su facebook la mia pagina di atleta, contenente una parte dei miei ricordi della mia attività agonistica. Molti altri sono purtroppo andati dispersi. E’ una lunga escursione nel tempo, che potrebbe forse piacere a tanti tiratori come me non più giovanissimi. Non vuole essere una narcisistica esaltazione di miei eventuali meriti, ma semplicemente una testimonianza di come era una volta il tiro e di quanti e quali indimenticabili campioni abbia prodotto nel tempo, riconoscibili attraverso foto e commenti. Sarei molto grato se tutti gli iscritti a Facebook cliccassero sul *Mi piace* della pagina e inviassero messaggi o commenti. Grazie a tutti.
Questo il link diretto

Papararo Giuseppe 27/03/2014
Sui campi di tiro sono spesso sollecitato da tanti amici tiratori, che mi chiedono consigli e suggerimenti per cercare di migliorare la propria prestazione sportiva. Non mi sono mai sottratto a tali richieste, mettendo sempre a disposizione di chiunque la mia personale esperienza. Ritengo tuttavia forse utile pubblicare di nuovo Il mio vademecum. in questo caso nella pagina dedicata alla *Galleria dei ricordi*, in modo che esso non vada più disperso nei meandri del sito. L’ho un po’ riveduto e corretto in alcune sue parti, ma la sostanza non cambia.

PANDICO VINCENZO 01/04/2014 PAPARARO
Caro Peppe, mi complimento per il tuo vademecum e ti consiglio di trovare qualche casa editrice che te lo pubblichi, potrebbe diventare un must.
Saluti

Papararo Giuseppe 01/04/2014 - Grazie Vincenzo, ma purtroppo fino ad ora non ho trovato nessuna casa editrice disposta a..........suicidarsi. Ti abbraccio. Peppino Papararo.

Papararo Giuseppe 23/11/2014
OLIMPIADI - MONACO 1972
Ho montato questo video delle Olimpiadi di Monaco 1972, con la conquista della Medaglia d’oro di Angelo Scalzone e di Bronzo di Silvano Basagni. E' l’unico video esistente relativamente al Tiro a Volo.

Esposito Antonio 20/02/2015 caro,vigo africano,ho visto le foto storiche della tua stupenda famiglia tt tiratori e cacciatori,non ti nascondo che mi e venuto un nodo alla gola mi sono commosso ha leggere le battute di caccia che facevate tutti in famiglia......leggendo mi son ricordato di papa' e di mio nonno,non sono riuscito a trattenere le lacrime. tanto di cappello alla tua famiglia . un saluto e un abbraccio tonino esposito

Rosa Rosa Gioacchino 25/06/2015
Un Pizzico di ..... *C'ERA UNA VOLTA IL TIRO* in Terra Emiliana.
Una splendida serata

Papararo Giuseppe 25/06/2015 - Grazie Gioacchino per la foto. Hai fatto rivivere anche in me ricordi lontani. Tra gli altri rivedo con piacere Guido Morselli, all'epoca mio compagno di nazionale, al quale sono legato da un ricordo particolare. Era il 5 maggio 1973 e sullo stand di Arezzo si disputava il secondo Gran Premio Fitav di Prima categoria (allora non esisteva ancora la categoria Extra ora Eccellenza). Tu c'eri! Alla mia prima esperienza nella massima categoria concludo la gara in testa con l'ottimo punteggio di 196/200. Attendo soddisfatto e fiducioso la conclusione finchè...........non arriva *tomo tomo cacchio cacchio*, come diciamo noi napoletani, un certo Guido Morselli, che realizza un fantastico 197/200 e mi relega alla fine al secondo posto in classifica, negandomi la mia prima vittoria importante. Benedetto Guido Morselli, ma da dove eri uscito? Il prosieguo poi ha dimostrato che era un eccellente tiratore.
Salutami Ennio Mattarelli, Augusto Pola, Guido Morselli e Gianluigi Bertelli, che ho avuto la fortuna di conoscere personalmente. A te e a Mara un affettuoso abbraccio. Peppino Papararo.

ricciardi silvio 13/01/2017
UN RICORDO DI GIOACCHINO ROSAROSA
Ricordo Incancellabile.

Vigo Africano 14/01/2017
IL VECCHIO TRIO:

Iniziando da Sinistra: Africano Vigo - Silvio Ricciardi - Gioacchino Rosa Rosa

CIAO INO!
Amico indimenticabile di tante battaglie. Faremo il possibile per continuare seondo gli Indirizzi di sempre.

Papararo Giuseppe 14/01/2017 - Grazie Silvio e Africano per averci donato con parole e immagini un ricordo indelebile del mio GRANDE VECCHIO SAGGIO Gioacchino Rosa Rosa. Tra i miei ricordi vi è un episodio che spero di raccontarvi al più presto. Vi abbraccio. Peppino Papararo.

Papararo Giuseppe 22/03/2017
Mi piace ricordare Gioacchino con questo episodio: IL VALORE ED IL PESO DI UN VERO SPORTIVO: GIOACCHINO ROSA ROSA

Scrivi