SPAZIO APERTO

Abbiamo creato questo SPAZIO APERTO, per consentire agli Iscritti di colloquiare tra di loro su Temi liberi, purchè attinenti alle Discipline del TIRO A VOLO.
Ci auguriamo tuttavia che Voi tutti non dimentichiate che il CUORE della nostra iniziativa è sempre il FORUM con i suoi Temi specifici, ai quali deve sempre essere dedicata la massima vostra ATTENZIONE.

Vigo Africano 29/09/2003 ARCHIVIO INTERVENTI IN SPAZIO APERTO NELL'ANNO 2003
Archivio interventi ANNO 2003

Vigo Africano 17/06/2005 Archivio interventi in Spazio Aperto:
Archivio ANNO 2004
Archivio ANNO 2005
Archivio ANNO 2006
Archivio ANNO 2007
ANNO 2008 (Primi tre Trimestri)
Anno 2008 (4° Trimestre) - MARZO 2009
Archivio dal 19 Marzo al 31 Dicembre 2009.
ANNO 2010 - I° Semestre
ANNO 2010 - 2° Semestre
ANNO 2011 - I° Semestre
ANNO 2011 - 2° Semestre
Archivio ANNO 2012
Archivio ANNO 2013
Archivio ANNO 2014
Archivio ANNO 2015
Archivio ANNO 2016
Archivio ANNO 2017

Vigo Africano 10/07/2017
BRAVISSIMO NINO - COMPLIMENTI!
Il 3° G.P. FITAV - QUALIFICA JUNIORES MASCHILE di Fossa Olimpica, disputatosi alla A.S.D. ACCADEMIA LOMBARDA, ha visto primeggiare il giovane tiratore Campano NINO CUOMO con un magnifico 121/125, seguito da 43/50 totale nei Match diretti finali.
Un forte abbraccio e Complimenti anche al Papà Francesco che lo segue con tanto affetto e perizia.

Vigo Africano 10/07/2017
Programma FITAV 2017 – sostegno economico per il miglioramento degli impianti di tiro a volo finalizzati alla Preparazione Olimpica e di Alto Livello.
scritto da fitav alle 00:00 0 Comments

La nostra Federazione, con l’obiettivo di sostenere direttamente le progettualità finalizzate al miglioramento della Preparazione Olimpica e di Alto Livello, ha deciso di stanziare dalle nostre risorse la somma complessiva di un milione di euro, promuovendo uno specifico programma per l’anno 2017, destinato alle ASD affiliate che vorranno aderirvi.

Per aderire al programma le ASD potranno scaricare la relativa modulistica accedendo al sito www.fitav.it al link:

http://www.fitav.it/RicercaDocumentiAction.do?servizio=documenti&metodo=visualizzaPaginaPubblica&idClassificazione=3000

In alternativa il tutto può essere richiesto al Delegato Regionale.

Con questa nuova iniziativa la FITAV intende supportare gli interventi di miglioramento degli impianti di tiro, in continuità con la politica di promozione dello sport del tiro a volo e con le molteplici attività già in atto. Sono certo che questa iniziativa, come e meglio delle altre che l’hanno preceduta, contribuirà sicuramente a migliorare la qualità dei nostri impianti di tiro che la storia sportiva della nostra Federazione merita e alla quale tutti noi dobbiamo tendere.

COMMENTO- Avvenuta l'Elezione ecco il PREMIO A PIOGGIA che nulla ha a che vedere con la preprazione Olimpica.
Questi emolumenti vanno OCULATAMENTE DISTRIBUITI solo a quelle SOCIETA' che effettivamente svolgano innanzi tutto ATTIVITA' AGONISTICA UFFICIALE ed inoltre abbiano quei requisiti principali che, determinati nuovi investimenti specifici possano renderle IDONEE e RISPONDENTI alle Normative Esistenti in termini di rispetto Ambientale e di Sicurezza Prefettizia.

Vigo Africano 19/07/2017
In queste ultime Gare Societarie della Regione Campania è invalsa la consuetudine (anche se non scritto chiaramente nel relativo Programma Gare: N° X Premi Riservati alle Categorie e Qualifiche,in proporzione al numero degli Iscritti, in cui il Tiratore già in fase di Iscrizione DEVE dichiarare dove intende essere Classificato in Categoria o in Qualifica) che le Qualifiche (Veterani, Master, Lady e Settore Giovanile) gareggiano solo per i Premi di Programma e per i Premi specifici Riservati alla propria Qualifica, mentre non possono accedere ai Premi specifici Riservati alle Categorie.
Io ho sempre saputo che nelle Gare Societarie (a meno che non venga riportata la Nota di cui sopra) le Qualifiche, secondo il Risultato acquisito in Gara possono accedere:
Prima nei Premi Liberi di Programma, poi in seconda istanza nei Premi Riservati alla propria Categoria ed in fine, se non è entrato nelle precedenti due Classifiche, nei Premi Riservati alla propria Qualifica.
Ho chiesto lumi a chi di dovere è mi è stato risposto che il mio criterio di redigere la Classifica è solo una Consuetudine (sbagliata) adottata in Campania, ma non prevista dal Regolamento Federale.
Vorrei che Qualcuno più attento di me, voglia indicarmi cortesemente dove posso trovare questo Articolo del Regolamento Federale, che si riferisca specificamente alle GARE DI ORGANIZZAZIONE SOCIETARIA che permetta di ritenere ERRATA la consuetudine adottata fino a qualche settimana fa in Campania.
Contemporaneamente se Qualcuno di altre Regioni possa erudirmi sulle Modalità di Compilazione delle Classifiche nella propria Regione, relativamente all'argomento di cui sopra.

Vigo Africano 19/07/2017
Per la precisione io mi riferisco ad un Programma Gara così composto:
N° X Premi di Programma liberi (Classifica Assoluta)
N° Y Premi Riservati alla 2° e 3° Categoria, da suddividere in proporzione agli Iscritti.
N° 1 Premio Riservato alla Qualifica Veterano
N° 1 Premio Riservato alla Qualifica Master
N° 1 Premio Riservato alla Qualifica Lady
N° 1 Premio Riservato alla Qualifica Junior (SG)

Bacco Giuseppe 21/07/2017 Africano, secondo un concetto in vigore da sempre mi pare che le classifiche si debbano stilare in base alle categorie. Pertanto il tiratore partecipa ai premi, anche riservati, della propria Categoria, indipendentemente dalla sua Qualifica. Nel caso in cui un tiratore con Qualifica non entri nei premi della sua Categoria partecipa al premio riservato alla sua Qualifica. A me pare sia stato sempre così.
Se non vado errato le Classifiche on-line del Concaverde di Lonato rispettano questo principio. Si vedono Veterani e Master inseriti nei premi riservati alle Categorie 2° e 3°. Spero di non aver visto male, guarda anche tu.

Salzano Giuseppe 22/07/2017 E' come affermano entrambi,Afri e Giuseppe Bacco,che la ripartizione Premi e la stesura della Classifica avviene secondo il criterio da Essi esposto e come si è fatto da sempre!!! E non solo in Campania.
Soltanto nelle Prove di Campionato Italiano per Cat.e Qualifiche, bisogna dichiarare all'atto della iscrizione, se si vuole partecipare alla Classifica delle Cat. ,oppure Qualifica di appartenenza. E ciò perchè mancando la dichiarazione di gradimento non sarebbe possibile l'attribuzione della eventuale promozione alla Cat.superiore.
AFRI.Non so a chi ti sei rivolto. Ma credo sarebbe opportuno chiedere, cosa prevede il Regolamento,al fine di dare la giusta interpretazione a qualcosa che Egli non dice!!!

ricciardi silvio 24/07/2017 CAMPIONATO ITALIANO FOSSA UNIVERSALE 2017 . -Si è chiusa, ieri, la prova unica del campionato sul quadricampo di Todi.
Nonostante le condizioni di tempo fossero torride i risultati, per la regolarità dei lanci, sono stati di altissimo livello.
Ha vinto Valerio Grassini con un fenomenale 200/200, che mai si era verificato nella disciplina e che conferma le doti di fuori classe,dimostrate fin da juniores.
Ma chi ha doti superiori nelle competizioni importanti eccelle sempre, infatti, Mario DeDonato, napoletano doc prestato ai veneti, ha vinto il titolo assoluto Veterani con 195/200 scardinando previsioni e speranze di altri fortissimi pretendenti.
Nonostante transfuga al Nord, Tiroavoloforum ti omaggia per aver portato, ancora una volta, la nostra regione nella elite nazionale.

D'Aloja Gianfranco 25/07/2017 Grazzini, Ricciardi, Grazzini! Approfitto dell'occasione per ricordare che Mario De Donato è l'ultimo di una dinastia di grandi tiratori, a cominciare dal nonno omonimo e passando per il padre Lello. Buon sangue con quel che segue.

Russo Gaetano 26/07/2017 caro vigo,non so se le cose oggi siano cambiate ma a mio modesto ricordo, credo che il problema della ripartizione premi si possa risolvere leggendo e interpretando la circolare n. 2 fitav. all'epoca quando facevo parte del consiglio regionale campano ho, per conto di diverse società, redatto i programmi gare societarie, in diverse occasioni mi sono scontrato con i gestori o proprietari delle società quando facevo loro rilevare che come da circolare fitav i premi riservati a categorie o qualifiche, dovevano essere aggiunti al montepremio di programma, come sorta di agevolazione a categorie basse o qualifiche,altrimenti,potevano mettere delle agevolazioni sulle iscrizioni. tutto
questo purtroppo non fu possibile,grazie a forti insistenze faderali ,anche spiegando loro che le cat. ecc. e prima in pratica partecipavano ad un ridotto montepremio pur pagando la stessa quota di iscrizione alla gara.

Vigo Africano 30/07/2017 Vi risponderò quando torno dalle Vacanze.

D'Aloja Gianfranco 30/07/2017 Mi sono sbagliato pur'io. Si scrive *Grazini*, con una zeta sola, già campione di elica e demolitore della stessa disciplina con queste parole: *L'elica è morta*.

Vigo Africano 20/08/2017 Oggi abbiamo toccato il traguardo di 1500 iscritti al nostro Sito. È veramente un peccato dover constatare che solo uno sparuto gruppetto prende ancora parte interattivamente contribuendo a mantenere in vita le discussioni e gli argomenti che riguardano la Vita del nostro Sport e delle nostre Discipline.
Per continuare è necessario una ripresa della partecipazione, specialmente che in questi ultimi giorni sembra ci siano dei segnali di indebolimento, anche a Livello Internazionale, dell ormai stantio ed inamovibile Gruppo Dirigenziale della nostra Federazione con in testa il suo Presidente.

Vigo Africano 20/08/2017 Oggi abbiamo toccato il traguardo di 1500 iscritti al nostro Sito. È veramente un peccato dover constatare che solo uno sparuto gruppetto prende ancora parte interattivamente contribuendo a mantenere in vita le discussioni e gli argomenti che riguardano la Vita del nostro Sport e delle nostre Discipline.
Per continuare è necessario una ripresa della partecipazione, specialmente che in questi ultimi giorni sembra ci siano dei segnali di indebolimento, anche a Livello Internazionale, dell ormai stantio ed inamovibile Gruppo Dirigenziale della nostra Federazione con in testa il suo Presidente.

Salzano Giuseppe 21/08/2017 Caro Afri,hai perfettamente ragione.
Ma c'è ben poco da sperare quando notiamo che Coloro che hanno la Vera Forza e Capacità Istituzionale,quindi Statutaria, di dare segnali FORTI, FANNO SILENZIO non solo. Abbiamo anche notato che in virtù di un esiguo traballante e vergognoso modo di **ricompensare le DELEGHE**,non hanno reagito a quella **CIRCOLARE**nel dovuto modo,che Tu definisti contributo a pioggia e nessauno fa caso!
Riflessione.
Abbiamo il picere di leggere GIANFRANCO D'ALOJA che ci onora delle Sue Gradite esternazioni e LELIO PALAZZO che da esperto conoscitore di Armi di alta Classe ci onora delle Sue conoscenze.
Circa,invece la attività di Federazione, è sempre accorto e misurato,come Egli stesso ci dice,data la Sua lunga **appartenenza ed esperienza maturata in BALENA BIANCA**.
Complimenti ad entrambi per il notevole contributo.Cordialità.

D'esposito francesco 28/08/2017 NINO CUOMO....complimenti per il meritato trionfo ad Umbriaverde. Bravo Nino

Maglione Biagio 06/09/2017 CACCIA e TIRO
Sfogliando la rivista federale di questo mese la mia attenzione è stata stimolata dalla rubrica REGOLAMENTI e in particolare dall’articolo “Questioni di differenze” (Pag.42).

L’articolo evidenzia solo alcune delle differenze tra il Regolamento Internazionale del Tiro a Volo e quello vigente in Italia ma in alcuni passaggi sottolinea in modo particolare le differenze della lunghezza del bossolo (70 mm) delle cartucce e maggiormente l’uso di cartucce di 28 gr. per alcune categorie.
Nulla di veramente nuovo all’orizzonte ma se la rivista federale comincia a soffermarsi su questi aspetti, che sul forum si è dibattuto negli scorsi anni, è plausibile credere che forse c’è una certa riflessione sull’argomento grammatura delle cartucce.

Al di là dell’aspetto ecologico e di uniformità regolamentare potrebbe considerarsi anche una fatua revisione economica dei costi del munizionamento.

Niente di nuovo sul fronte occidentale ma resta pur sempre la speranza che qualcosa si (s)muova.

Vigo Africano 06/09/2017
Sarebbe ora, come per tutte le Discipline delle altre Federazioni Italiane, che il Regolamento Tecnico Nazionale FITAV si uniformi a quello Internazionale, quantomeno per le basi tecniche: Grammatura del piombo(24 gr per tutti), Schemi e Lanci dei bersagli (F.O. distanza di caduta unica a 76 mt), Skeet (unico schema di lanci ISSF ed eliminazione dalle competizioni Nazionali e Regionali dello Schema semplificato FITAV, etc.

Vigo Africano 19/09/2017
Lettera Aperta al:
DELEGATO F.I.T.A.V. REGIONE CAMPANIA

p.c.
F.I.T.A.V. - Egr. Sig. STEFANO BUSSONE
Allego:
a) Programma della Gara del 15, 16 e 17 Settembre 2017
b) F.I.T.A.V. - 2017 Circolare n°2
Da questi due allegati mi sembra si possano rilevare nel Programma di Gara Societaria, da lei approvato, due mancate Applicazioni della Circolare n°2.
1) Non è riportata la Modalità di ripartizione dei Premi Riservati di Categoria, relativamente alle Qualifiche. Vedi Art. 2 della Circolare di cui sopra.
2) Viene concessa la reiscrizione alla sola 3° Categoria con il Cal.20, che non può essere così limitata (Art.3). In ogni caso la stessa Circolare, sempre all'Art.3, vieta la reiscrizione con lo stesso calibro alla 3° Categoria per gare con Montepremi superiore a €. 1000,00.
Quindi la Reiscrizione, se prevista, doveva essere aperta a tutti i partecipanti.
Per quanto riguarda la ripartizione dei Premi, è consuetudine che le Qualifiche possono rientrare:
1)Prima nei Premi liberi di Programma
2)Poi nei Premi riservati alla propria Categoria
3)Infine nei Premi della propria Qualifica, se non già classificati nei punti 1) e 2).
Le Società (A.S.) che organizzano una Gara hanno il diritto di programmare la Gara come vogliono, ma devono attenersi alla Circolare N° 2 ed a quanto riportato chiaramente nel Programma esposto.
Non mi sembra che nella Gara del 15, 16 e 17 di cui sopra sia stata redatta la Classifica in tal senso.
Resto in attesa di un suo cortese riscontro a chiarimento.
Cordiali saluti
Africano Vigo - CP 19431

Raimondo Tommaso 23/09/2017 L'improvvisa dipartita di GENNARO MUSTO lascia un grande vuoto nel mondo del Tiro, Socio del Tav Raimondo e Direttore di Tiro Nazionale. Alla Famiglia esprimo sentite condoglianze.

Vigo Africano 23/09/2017
Porgo alla Famiglia Musto le mie più sentite Condoglianze.

Vigo Africano 03/10/2017
Lettera Aperta al Delegato Regione Campania
Allego le sole mail conclusive intercorse con il Sig. Stefano Bussone della F.I.T.A.V. a seguito della mia Lettera Aperta.

Vigo Africano 03/10/2017
Attenzione le mail nel Link sono riportate in senso contrario rispetto alla data di invio, pertanto vanno lette dall'ultima verso la prima.

ricciardi silvio 03/10/2017 REGOLE ED INTERPRETAZIONI . - Vi espongo in vernacolo napoletano cosa penso dopo aver letto e riletto le mail con la Fitav - more solito -: (nulla di personale ) ma:

A LAVA' A CAP O CIUCC S' PERDE ACQUA, TIEMP E SAPONE !!

Bacco Giuseppe 06/10/2017 REGOLE ED INTERPRETAZIONI.
Molto difficile ammettere errori da parte di chi occupa posizioni in sistemi costruiti per essere inattaccabili !

Vigo Africano 06/10/2017
La FITASC ha modificato dal Gennaio 2018 il Numero ed i Limiti di età delle QUALIFICHE dei Tiratori per la FOSSA UNIVERSALE:
JUNIOR (M e F): dall'anno in cui si compie il 13° anno fino al termine del 20° anno di età.
DAME: dall'anno in cui si compie il 13° anno di età.
HOMME: dall'anno in cui si compie il 21° anno fino al termine del 55° anno di età.
SENIOR: dall'anno in cui si compie il 56° anno fino al termine del 65° anno di età.
VETERANI: dall'anno in cui si compie il 66° anno fino al termine del 72° anno di età.
MASTER: dall'anno in cui si compie il 73° anno di età.
Non sarebbe il caso che anche la ISSF e la FITAV adottassero questa nuova SUDDIVISIONE per la FOSSA OLIMPICA?

Maglione Biagio 07/10/2017 Sarebbe auspicabile; anche per evitare differenze palesi di confronti agonistici in discipline di fatto paritetiche.

Vigo Africano 11/10/2017
Lettera aperta al Delegato Regionale Campania Egr. Dott. Francesco Cembalo
p.c.
F.I.T.A.V. Egr. Sig. Stefano Bussone

Allegato: Programma della A.S.D.T.A.V. LE DUNE

Ho acquisito il Programma di cui sopra dal Sito FITAV Campania e gradirei una sua chiarificazione ai seguenti quesiti:
1) Un tiratore di Qualifica e di 3° Categoria può fare la Reiscrizione?
2) In tal caso la Reiscrizione vale come 3° Categoria o come Qualifica?
3) Se vale solo come 3° Categoria, il Tiratore di Qualifica deve integrare la tassa di I° Iscrizione fino all’Importo di 3° Categoria e poi pagare l’importo della Reiscrizione?
4) Quale è l’Importo per la Reiscrizione?
5) Essendo la Gara programmata su tre giorni, l’effettuazione della Reiscrizione deve essere eseguita (tirata) nello stesso giorno in cui si è tirata la I° Iscrizione o può essere tirata in uno dei giorni successivi?
6) Quante Reiscrizioni può fare un tiratore di 3° Categoria?
Resto in attesa di sua cortese risposta.
Africano Vigo (CP 19431)

Vigo Africano 11/10/2017
Ecco la solita annuale KERMESSE AZIENDALE F.I.T.A.V.! Quanto spreco!
Comunicato F.I.T.A.V. della Kermesse.

Vigo Africano 12/10/2017
Questa la Risposta del Delegato Regione Campania:

Re: Programma LE DUNE del 12, 13 e 14 Ottobre 2017

In risposta alla sua mail si precisa che:

1. Un Tiratore di Qualifica, può fare la Reiscrizione come 3 catg.;
2. La Reiscrizione, vale unicamente come 3 catg.;
3. Il tiratore di qualifica che effettua la reiscrizione di terza catg. Non è tenuto all’integrazione della quota di iscrizione fatta come qualifica;
4. L’importo per la Reiscrizione è identico a quello della iscrizione per catg.;
5. La Reiscrizione può essere effettuata in qualunque giorno stabiliti per la gara;

6. La Reiscrizione è consentita per una sola  volta

Saluti

Dott. Francesco Cembalo


La ringrazio per la sua risposta che conferma la incompletezza della stesura del Programma da lei approvato.
     

Vigo Africano 13/10/2017
Mi fa piacere condividere con tutti voi un altro ottimo risultato di mio figlio Piero, anche se in un altra Disciplina:
Porto Cervo - Campionato del Mondo J70

Vigo Africano 13/10/2017
L'A.S.D.T.A.V. LE DUNE ha recepito la risposta avuta di cui sopra del Delegato Regione Campania ed ha esposto un Avviso che integra il Programma della Gara con le precisazioni di cui alla risposta pubblicata.
Ho inviato al Delegato Regione Campania un'altra mail che evidenzia ulteriori chiarimenti che pubblicherò quando riceverò la relativa risposta.

Vigo Africano 15/10/2017
UNIVERSIADI 2019 - I CAMPI DEL T.A.V. FALCO SCELTI PER LE NOSTRE DISCIPLINE
Conferenza Stampa

Vigo Africano 18/10/2017
Nessuna risposta dal Delegato Regione Campania alla mia ultima mail del 12/10/17.
Tuttavia, anche se la mia domanda si riferisce ad un caso eccezionale, dal Programma del TAV LE DUNE del 19,20 e 21 Ottobre 2017, si rileva, all'ultimo rigo delle specifiche integrative al Programma una risposta salomonica e indiretta del Delegato Regionale, che non è totalmente esaustiva della mia richiesta (criteri).

Maglione Biagio 19/10/2017
Trasmissione PRESA DIRETTA del 16.10.2017:
Su RAI 3 lunedì scorso è stata presentata un documento/denuncia dal titolo 'LEGITTIMA DIFESA' dove è stata focalizzata l'attenzione sul possesso delle armi da fuoco in Italia.
Non entro nel merito dei dati sciorinati con tanta cura e dovizia di particolari dalla redazione ma sul presentare con enfasi l'estrema facilità di ricevere il porto d'armi per uso sportivo.
Sono fresco dal rinnovo dello stesso e attualmente la normativa non mi sembra come è stata esposta così semplicistica. Anzi.
Al di là del tempo necessario per sottoporsi alle varie visite(tossicologiche, psicologiche, neurologiche, ecc.) il costo della documentazione è lievitata enormemente e col balzello annuale dell'iscrizione alla Federazione (quasi obbligatoria), fa diventare la pratica del nostro sport tra quelle più costose.
La trasmissione a cui mi riferisco ha pittorescamente descritto la categoria di possessori di porto d'armi ad uso sportivo come persone che usano esclusivamente questa licenza come strataggemma per acquistare e detenere armi a go'-go'.
Non nego che probabilmente una percentuale lo richiede solo per tale scopo ma la trasmissione dimentica che la maggioranza dei possessori di tale documento sono quelli che veramente praticano, vivono e seguono lo sport del tiro.
Per chi volesse approfondire l'argomento di seguito riporto il link dove è possibile rivedere i filmati presentati: Link

ricciardi silvio 23/10/2017 DOTTOR CEMBALO . - L'unico modo per valorizzare la onerosa attività della gestione della Fitav regionale è quella di dare simili chiarimenti SUBITO a TUTTI in modo che non possano sorgere incomprensioni tra gestori e tiratori.
Che sia iniziata una dovuta nuova fase di collaborazione.....comunque GRAZIE:

D'Aloja Gianfranco 11/11/2017 A parziale correzione del post di Biagio Maglione: la quota di iscrizione alla FITAV per l'ottenimento del porto d'armi sportivo non è obbligatoria. Il disegno di legge proposto dallo scaltro Presidente FITAV, viceserva, la renderebbe obbligatoria annualmente.

Vigo Africano 11/11/2017
Gianfranco, dove posso trovare la notizia ufficiale (Legge)? A me hanno sempre detto che bisogna portare sempre assieme alla Licenza di Porto di Fucile la Tessera FITAV, quando si trasporta l'arma.

D'Aloja Gianfranco 12/11/2017 Africano, vai sul sito *earmi.it*, clicca su *E. Mori - Sintesi del diritto delle armi*, scorri fino a pagina 49 ed otterrai la conferma di ciò che ho scritto.

D'Aloja Gianfranco 12/11/2017 Diverso il discorso per la *licenza di trasporto di armi sportive* (tipo di licenza ormai in disuso), per la quale è richiesta un'attestazione del TSN o di altra federazione sportiva affiliata al CONI, da cui risulta la partecipazione ad attività sportiva (pagg. 53 - 54).

Vigo Africano 13/11/2017
Grazie Gianfranco. OK!

Salzano Giuseppe 15/11/2017 FIGC - Nazionale - MALAGO': Discorso di facciata!!!

E....che c'entra ?

Vigo Africano 15/11/2017
La FIGC è autonoma e il CONI non può controllarla, ma le altre Fedrazioni affiliate: SI! E cosa fà!
NIENTE!

palazzo lelio 15/11/2017 p.s. Colgo l'occasione per un personale saluto a Giuseppe Salzano, ed per la sua osservazione della globale mala gestio che, non posso che condividere.
Vedrai che con la riforma in atto della struttura federale, aumenteranno sia gli operatori Federali qualificati ma ^volontari^ (gratis et amore deo), come aumenteranno (grazie ai tagli a questi benemeriti....volontari) gli emolumenti ai pochi e prescelti Dirigenti.
Ci sarà di che ridere, ma la lealtà se non è disinteressata che lealtà è? (LOL)

Salzano Giuseppe 15/11/2017 AFRI.Tu ben conosci le Federazioni affiliate e loro pertinenze ,avrai ben sentito che il Presidente CONI MALAGO',ha **invaso, in trasferta,un campo di azioni che non gli appartiene**e non gli compete!
Abbiamo il dovere di domandarci:come mai ai tuoi/nostri,inviti per quanto attiene la FITAV, gli sembra tutto estraneo e va tutto bene? Ci sono state le Medaglie?
Anche quella per Lui :FACCIATA!!! Avremo modo in questo discorso di esaltare le giuste differenze tra le due *DISCIPLINE* e FEDERAZIONI e non soffermarci alla FACCIATA!!!

LELIO PALAZZO.Sarebbe opportuna qualche ulteriore riflessione,circa la riforma in atto.Noi saremo sempre all'oscuro delle **RIFORME CARBONARE**.
Sarebbe giusto rappresentare in Sede Istituzionale,le varie gravose modifiche allo STATUTO FEDERALE apportate nei vari quadrienni, che tanto ledono i diritti dei Tesserati.
IL Ministro lotti ha affermato:il mondo del calcio va riformato...!Forse Egli non sa della nostra Federazione,MALAGO', SI...ed Afri dice: Egli sa e cosa fa? NIENTE.
LELIO.Ti ringrazio e ricambio per il Tuo gentile pensiero.Ti saluto cordialmente.Un abbraccio.

Vigo Africano 16/11/2017
Io ho rinnovato fino ad Ottobre 2018 la Licenza per il Dominio di questo Sito.
Ma ormai questa esperienza, dopo oltre 16 anni di vita,è finita!
Siamo rimasti in tre o quattro a partecipare a questo FORUM e visto che anche quanto denunziato GIUSTAMENTE dalla Rubrica Televisiva REPORT, relativamente alla nostra Federazione ed a chi la Presiede, nonchè alla conseguente Interpellanza Parlamentare dell'On. Di Battista che non hanno SORTITO NIENTE:
Ritengo alla prossima scadenza di NON RINNOVARE la Liceza per il Sito TIROAVOLOFORUM.
Mi spiace, ma alla soglia dei miei 81 anni e all'Esperienza Diretta vissuta con la partecipazione all'ultima Elezione del Consiglio Federale, malgrado la mia NON abitudine ad arrendermi, sento la necessità di fermarmi.
GRAZIE A TUTTI quelli che si sono ISCRITTI e innanzi tutto a coloro che partecipando hanno dato VITA fino ad oggi a questa nostra ESPERIENZA.

palazzo lelio 16/11/2017 Per Giuseppe,
lo scenario da me proiettato della ^Federazione che verrà...^, l'ho dedotta dalla Rivista della federazione che mensilmente arriva per posta.
Infatti vengono accennate nuove riforme organiche per renderla più snella, attiva e bla bla... .
Da persona che vive nelle Amministrazioni Pubbliche, questo è un ritornello (vecchio, come quello di Gabriella Ferri) che dal 2008 governo Monti, si chiama spendig rewiev (riduzione dei costi delle amm.ni), imposta da Bruxelles per gli Stati spendaccioni (o governati da furbi -votati da cogl...-.
La spendig rewirv all'italiana tuttavia non è quella che a Bruxelles vogliono; infatti i nostri governanti che per definizione dovrebbero essere i primi a rispettare le norme, invece si ingegnano ad aggirarle.
Pertanto si aboliscono 5 auto Blu, ma sia acquistano 20 auto grigie (danno meno nell'occhio , si confondono con le comuni, e si possono usare anche come auto per usi privati).
Nelle amministrazioni si bloccano gli stipendi per decenni ai dipendenti a mille euro, ma il risparmio che si ricava non viene ricapitolato in bilancio, piuttosto viene dato e distribuito come premi di produttività, ai pochi dirigenti che già di loro incassano 130 mila euro l'anno. Così finirà anche lì, lo prevede la legge...lo impone l'europa... .
W pertanto i vlontari -che vanno incrementati- e non costano 1 centesimo...
Vigo, Ti ringrazio per la risposta sulla pagina Elica, Ti comprendo per l'inedia che ci circonda, ma coraggio!

Maglione Biagio 17/11/2017 Caro Vigo,
dirti 'coraggio' non mi sembra giusto perché fa trapelare un senso di rassegnazione che non fa parte del tuo DNA.
Ci sono ancora 11 mesi che spero siano sufficienti a farti ritrovare stimoli nuovi per non far scomparire l'unica voce 'indipendente' del nostro sport.
Una voce solitaria, senza echi, senza prosopopee ma pregna di volontà di esprimere una voce fuori dal coro e senza condizionamenti.
La voce dell'orgoglio di coloro che non si arrendono ad esprimere le proprie idee.
Per favore non farla tacere.

Vigo Africano 17/11/2017
Biagio,
Ti ringrazio di cuore per queste tue belle parole. Spero che in questi 11 mesi che ci separano dalla chiusura del Sito, avvengano COSE che mi riportino lo Spirito di continuare. Grazie.

Vigo Africano 21/11/2017
FITAV - FOCUS SULLA SOSTENIBILITA' AMBIENTALE
Dal Sito FITAV
Una dimostrazione di RIFLESSI LENTI ed una INCAPACITA' a fare SINERGIA.
E' dal 2003 che avevo pubblicato sul nostro Sito ed inviato copia alla Federazione di questo Promemoria, in cui, fra l'altro, suggerivo di fare SINERGIA con tutte le Federazioni Internazionali delle nostre Discipline, per affrontare tutte le Problematiche relative all'Impatto ambientale.

Maglione Biagio 21/11/2017 ATTENZIONE AI TIRATORI
una grande soddisfazione deve pervadere tutti noi (tiratori della domenica e non) perché da parte della FITAV sono in atto tante iniziative per rafforzare la posizione internazionale del tiro a volo italiano, per aumentare l’attenzione all’ambiente, per incrementare l’avvicinamento al tiro, per . . . ecc., ecc..

C’è da chiedersi: per chi pratica il tiro a volo da tempo che non ha prospettive di vedere/godere le migliorie ambientali, che il prestigio internazionale della Federazione lo sfiora in modo superficiale, che scarsamente viene invogliato a praticare il tiro con maggior frequenza per assenza di facilitazioni economiche, in concreto che iniziative si stanno preparando da mettere in atto?

Spero non si debba constatare per il prossimo anno che nulla si stia organizzando per mettere in atto iniziative in tal senso ma che si stia nuovamente organizzando un ennesimo aumento dei costi dei piattelli o di confermare il balzello sulle iscrizioni ai campionati regionali per finanziare la partecipazione delle squadre rappresentative regionali ai tornei federali.

Nonostante questo c’è qualcosa che si muove nel bene o nel male per rendersi facilitatore alla pratica del tiro a volo.

Infatti ancora oggi c’è un campo che anche per il 2018 insiste ancora a tenere il costo dei piattelli a 5,00 euro per tutti, che tiene fissa una pedana dedicata alla Fossa Universale, che oltre ai tiratori di Fossa Olimpica accoglie in modo accurato chi pratica lo Skeet, il Percorso caccia e il Double trap mettendo a disposizione una comoda club house riscaldata. Il TAV Zaino.
TAV a cui bisogna dare atto che grazie alle sue iniziative ha dato la possibilità alla Federazione di focalizzare maggiormente l’attenzione sull’uso futuro dei piattelli biologici.

Salzano Giuseppe 21/11/2017 Un PROMEMORIA di ampio spettro,un documento che testimoniava e testimonia più che mai, l'esperienza acquisita per gli anni trascorsi,già allora, da più di dieci lustri,nell'ambiente più adatto a dare suggerimenti e conferme,ammesso che ce ne fosse stato bisogno. ------Ma esigenze di tali fatture gli uomini della nostra FEDERAZIONE non ne sentono il bisogno.Essi sono convinti,come molti, che le cariche **POLITICHE**li rendono grandi! IL sacco vuoto non sta **all'impiedi**!!!!!------ Ritorniamo al PROMEMORIA.
Poi ci furono i circa vent'anni della Gloriosa *Società Partenopea di Tiro a Volo* che era copiosamente frequentata da Tiratori della Specialità Trap e Volatile(i).
Tiratori che già agli inizi degli anni '60,spaziavano in ogni dove in Italia ed all'estero con risutati che la storia scrive, non dimentica.
Già...la Storia. Essa riporta gli Eventi Belli e Narrabili a Testa Alta ed eventi brutti ed irriferibili!!!
Eventi che lasciano strascici e segni indelebili, anche a coloro che li mettono in atto.
Solo che le loro **facce di bronzo non vengono segnate**!!!.
Ma sono convinto da sempre,che nei loro limitati cervelli e nei loro infimi cuori ....i segni vengono lasciati ...:-*eccome* vengono lasciati!
IL PROMEMORIA di AFRI e TUTTO quanto anche il compianto GIOACCHINO ha da sempre scritto e riportato,con le sue osservazioni, impressioni e suggerimenti,sono stati lasciati nella totale *noncuranza*.
Quello di Afri lo abbiamo letto ed è attuale ancora. Ma quanto sarebbe stato attuale,se fosse stato considerato meritevole allora?
In quale rilevante meritevole posizione si sarebbe trovata la FITAV oggi..e possiamo anche immaginare ORA per ALLORA???

Maglione Biagio 01/12/2017 OSSERVATORIO TESSERATI FITAV 2017
Siamo a fine anno e col suo approssimarsi di fatto si tirano le somme sull’anno trascorso.
Da un po' di tempo monitoro le iscrizioni dei tiratori (fonte dati pubblici FITAV) ed anche per quest’anno vi tedio con l’esposizione dei ‘freddi’ numeri che se analizzati possono divenire significativi nel tracciare una tendenza.
Innanzitutto occorre essere contenti che le iscrizioni a livello ITALIA anche per quest’anno sono in aumento di 300 unità (+1,45%) che consolida la tendenza degli ultimi due anni. Il tutto considerando anche le ‘nuove’ tessere FITAV di tiratori mai iscritti che ogni anno fanno la loro parte (fonte FITAV).

Per la Regione Campania invece occorre fare una riflessione sulle 24 iscrizioni mancanti (-2,41%) che rafforza la tendenza in calo degli ultimi anni salvo l’eccezione dell’anno scorso (effetto Neofitav?); minimizzare questo numero non è costruttivo perché le mancate iscrizioni di quest’anno equivalgono a diverse società campane messe insieme (11 TAV su 22 non raggiungono i 20 tesserati).
Quindi occorrerebbe riflettere sulle cause della diminuzione delle tessere Federali e far interrogare chi è preposto (Comitato Regionale, gestori, tiratori , sponsor, ecc.) su cosa porre in atto per cercare di arginare questa tendenza.
Osservatorio ITALIA
Osservatorio CAMPANIA

Vigo Africano 01/12/2017
Caro Biagio,
Certo in CAMPANIA fanno di tutto per farci disamorare al nostro SPORT.
Ultimamente con:
a) Autorizzazioni di Programmi Gare, incompleti e difficilmente interpretabili.
b) Poi, come al solito, con la pubblicazione delle Proposte di Passaggi di Categorie per l'Anno 2018, pur se scorse rapidamente, mi è saltato facilmente agli occhi un'altra irregolarità relativamente alla promozione in I° Categoria di un Tiratore campano. Ho subito fatto un esposto specifico alla FITAV, dimostrando ampiamente l'infondatezza della proposta. Ovviamente spero che il Tiratore in questione CAPISCA che non è un fatto personale nei suoi confronti, ma solo un atto dovuto per evidenziare ancora una volta che le REGOLE IN VIGORE NON VENGONO RISPETTATE dagli stessi DIRIGENTI FEDERALI che alterano le stesse (vedi promozione dell'anno scorso riguardante la promozione in I° Categoria del Consigliere Federale campano) e NON CONTROLLANO
le proposte inviate dal DELEGATO REGIONALE.
Sto aspettando la Risposta Ufficiale della FITAV.

Vigo Africano 05/12/2017
LA GARA DEL 08,09 e 10 DICEMBRE IN PROGRAMMA AL T.A.V. RAIMONDO E' STATA ANNULLATA, PER GRAVI MOTIVI FAMILIARI

Bacco Giuseppe 05/12/2017 Se permettete approfitto di questo sito, che so essere seguito anche in Piemonte, per pubblicare una mia lettera aperta. Grazie ai promotori.
LETTERA APERTA AI TIRATORI PIEMONTESI.
Amici tiratori, come sapete la scorsa estate è nato un nuovo campo di tiro a volo a Cigliano. E’ una struttura che al momento dispone di tre fosse olimpiche e di un percorso in pedana. E’ gestita dalla famiglia Marchini, persone appassionate, gentili, cordiali e disponibili. E’ una struttura che fa presumere grosse potenzialità e grandi prospettive. Può essere pure che i campi, al momento, presentino qualche difficoltà, che ci siano ancora cose da mettere a posto. Vorrei però far presente che la struttura è appena sorta e quindi dobbiamo mettere in conto qualche errore di gioventù. Se noi li facciamo pesare, se non frequentiamo il campo, se facciamo mancare il nostro supporto, le imprecisioni saranno ancora meno correggibili, verrà meno la fiducia dei gestori e le soluzioni si allontaneranno ancora di più. Teniamo presente che una struttura di questo tipo, con possibilità di sviluppo ulteriore, non esiste nei dintorni di Torino. Mi pare sia interesse di tutti che cresca e raggiunga una posizione di preminenza visto che è la più vicina al capoluogo di Regione. Anche noi possiamo contribuire a questa crescita, a questo sviluppo. Cerchiamo di non essere troppo critici e cerchiamo con i nostri comportamenti di essere costruttivi e collaborativi. Non facciamo mancare la nostra presenza ed il nostro supporto. Solo così potremo usufruire in futuro di un campo di eccellenza non troppo lontano da casa e potremo dare il nostro contributo agli sforzi dei Marchini che hanno dimostrato di meritarlo.
Giuseppe Bacco

Bacco Giuseppe 06/12/2017 Mi sono accorto ora che il testo presenta qualche ripetizione. L'ho buttato giù di getto, istintivamente, l'importante che si capisca il senso.

Vigo Africano 06/12/2017
Ancora un Programma Gare NON CHIARO , approvato dal Delegato Regionale Campania.
Infatti:
Il Programma è diviso nei seguenti Premi:
N° 3 Premi per i Primi tre della CLASSIFICA ASSOLUTA
N° 3 Premi di cui:
N° 1 Per Ecc/1° insieme.
N° 1 per la 2° Categoria
N° 1 per la 3° Categoria
N° 8 Premi Riservati alle Categorie e Qualifiche, ripartiti in proporzione agli Iscritti
A mio avviso,
a) Manca l'indicazione che i Premi non sono CUMULABILI.
b) Non è specificato se i Tiratori di Qualifica partecipano anche ai TRE Premi, relativi alla propria Categoria.
Gradirei un chiarimento.

Zaino Tonie 06/12/2017 Buonasera a tutti, purtroppo a volte la troppa sicurezza rischia di renderci superficiali; ci scusiamo chiarendo subito eventuali dubbi in merito al programma gara FO del 8,9,10 c/o il Tav Zaino di Durazzano:
- I premi non sono cumulabili;
- I tiratori appartenenti alle Qualifiche potranno
partecipare ai n.3 PREMI APERTI nonchè al
1°Premio di Categoria sia con Qualifica che con ctg. di apparteneza. Per quanto riguarda I premi da assegnare PROPORZIONALMENTE (n.8), quest'ultimi saranno distribuiti
esclusivamente ai gruppi così come previsto dal programma.

Ringraziamo l'Ing. Vigo per averci permesso questo chiarimento.

Falco Tiro a Volo 10/12/2017 Il Tiro a volo Falco si associa al dolore che ha colpito la Famiglia Raimondo per la dipartita del capostipite Antonio

Vigo Africano 10/12/2017
Prendo fraternamente parte al dolore della Famiglia Raimondo per la dipartita del carissimo Don Antonio.

Salzano Giuseppe 10/12/2017 Don Antonio Raimondo non è piu.
Uomo volitivo e tenace.Alla Famiglia esprimo sentite condoglianze partecipando al loro dolore.

de Maria Giovanni 11/12/2017 la dipartita di Don Antonio ci lascia perplessi ,nel nostro immaginario era un uomo che non poteva mai morire ed invece la natura con le sue regole non risparmia nessuno creando dei vuoti incolmabili sopratutto per la famiglia di cui era il CAPO.Insieme al mio AMICO Nino Perone facciamo alla famiglia le più sentite condoglianze

D'esposito francesco 11/12/2017 RAIMONDO.Esprimo le condoglianze a tutta la Famiglia per la dipartita del carissimo Sig Antonio anche a nome di tutti i tiratori della Penisola Sorrentina. Un fraterno abbraccio a Pasquale e Tommaso

Maglione Biagio 12/12/2017
Una figura sulla quale si è poggiata la storia del Tiro a Volo Campano e Nazionale. Arrivederci Don Antonio.
Un forte abbraccio alla famiglia Raimondo.

Maglione Biagio 13/12/2017
ATTENZIONE AI TIRATORI: Ecco la risposta dell’ambiente federativo.
Oggi sul sito FITAV si può leggere un articolo di cui faccio solo riferimento al titolo che è “Mirare al bersaglio” il quale, affiancato dalla pubblicazione del Regolamento dei Campionati regionali invernali (Lombardia, Campania, ecc.), decisamente fa comprendere che davanti al mirino della federazione ci sono e restano solo i tiratori.
Infatti come cadeau per il nuovo anno il costo dei piattelli per le gare federali sono stati portati a €. 8,00.
Complimenti a tutta la Federazione per la sensibile attenzione dimostrata.

Salzano Giuseppe 13/12/2017 SERIE di PIATTELLI. Portare il prezzo della serie per le Gare Federali,(sono da intendersi tutte) da euro 7,00 ad euro 8,00, rappresenta circa il 15% di aumento. E' prassi consolidata,che gli aumenti di prezzo di qualunque settore merceologico, sono stati da sempre *parametrati*. Forse la Fitav ha qualche esigenza di troppo e,credo sarebbe stato certamente più giusto portare a conoscenza di chi sopporta questo maggiore onere, esporre le ragioni che hanno determinato tale aggravio.
Noi italiani,tiriamo a circa 10.000.000 -(diecimilioni) di serie di piattelli l'anno.
Se il 25% di queste serie sono di appartenenza alle Serie inerente lo svolgimento delle Gare Federali,vi sarà un maggiore introito nelle casse Federali,di euro Ml 2,5 (duevirgolacinquemilioni).
A cospetto di tali cifre si ha il diritto di essere messi a conoscenza.
Se la nostra Madre Matrigna ritiene che vi siano errori,ci dia cenno!

Vigo Africano 14/12/2017
Se non fosse che la nostra PASSIONE per questo SPORT ci impedisce di abbandonarlo, dovremmo proprio farlo.
D'altra parte chi ha partecipato a quella ignobile farsa dell'Assemblea Straordinaria Elettiva del Dicembre 2016, ha potuto facilemente rendersi conto della SINTONIA COMMERCIALE tra coloro che poi sono stati ELETTI (RIELETTI DA PIU' QUADRIENNI)) e la quasi TOTALITA' dei VOTANTI (Presidenti di Società, nonchè gestori di Stand).
I TESSERATI non sono mai stati oggetto di alcun CENNO nella Presentazione e negli Interventi della stessa Manifestazione. Gli UNICI ATTORI sono stati le SOCIETA' ed i TIRATORI NAZIONALI, questi ultimi solo perchè STRUMENTI che portano LUSTRO al loro BUSINESS. Senza dimenticare poi la KERMESSE di fine Anno (Campionato Struttura Federale) che conclude la Stagione delle Vendite con il Premio a ciascuno degli Agenti Concessionari.
NOI TESSERATI, TIRATORI SPORTIVI E APPASSIONATI, siamo solo le VACCHE DA MUNGERE e quale MANDRIA, guidata da Pastori SCORRETTI, siamo costretti a subire anche la MORTIFICAZIONE di vedere le REGOLE DEL NOSTRO SPORT usate da questi ultimi, in malo modo, secondo i propri interessi elettorali, personali e commerciali.
Ed il C.O.N.I. resta sempre solo a GUARDARE! la trasmissione televisiva REPORT, DOCET!

Vigo Africano 14/12/2017
STRALCIO PASSAGGI DI CATEGORIA PER ATTIVITA' AGONISTICA 2018
Con riferimento al mio intervento del 01/12/17, con l'AGIORNAMENTO al 12/12/17 del Documento di cui sopra,la Federazione ha cancellato (non so se definitivamente) il Tiratore da me segnalato. Aspetto comunque il Risultato della Commissione Esaminatrice che sta valutando il mio corretto e giustificato esposto, che tengo a precisare non riguarda la persona segnalata, ma la INEFFICIENZA dei Dirigenti che avrebbero dovuto controllare e quindi non accettare la proposta del Delegato Regionale fatta in dispregio delle REGOLE IN VIGORE.
Spero che questo mio esposto solleciti la Commissione Federale Passaggi di Categoria a verificare alcune delle altre Proposte della stessa Regione Campania, su cui nutro notevoli dubbi.

buono antonio 21/12/2017 Con rammarico e particolare tristezza, soltanto ieri ho saputo della dipartita di don Antonio. A nome di tutti gli amici tiratori dell'isola d'Ischia, nel porgere sentite condoglianze a tutta la famiglia Raimondo,colgo l'occasione per un forte abbraccio a voi tutti, certo che l'eco di quella voce imperiosa quanto amica, dell'uomo determinato e forte, resterà per sempre impressa nella nostra mente.

ricciardi silvio 22/12/2017 NATALE 2017 . - Mi apprestavo ad inviare i miei auguri per le vicine festività - come ho sempre fatto in tutti questi anni - ed ho letto della dipartita di Don Antonio.
La mia unica speranza per il 2018 è che possa essere un anno meno crudele di quello che finalmente ci lasciamo alle spalle.
Questo *17* ci ha portato via due colonne - di estrazione sportiva diverse - ma entrambi pilastri del tiro campano come Gioacchino Rosarosa ed ora Don Antonio Raimondo , gestore con la maggiore anzianità di servizio della regione.
Alla Famiglia il sentito cordoglio, a Voi tutti, che amate il nostro sport, feste serene uniti ai vostri cari.

Vigo Africano 22/12/2017
Invio a Tutti gli Amici ed Iscritti a questo Sito, i miei più sinceri Auguri di BUON NATALE e FELICISSIMO ANNO 2018.

Vigo Africano 23/12/2017
Il 21/12/17 si è tenuta in Campania la sottoriportata Riunione.
QUALCUNO DEI TESSERATI E' STATO INFORMATO? NON E' APPARSO ALCUN AVVISO SUL SITO FITAV CAMPANIA!
Normalmente sono le Società Segrete che si riuniscono in GRAN SILENZIO!
Dal Delegato Regionale Campania
Il Presidente Rossi all’Assemblea Regionale
Tracciato un bilancio del 2017 e le linee guida per il 2018

21/12/17 - L’Assemblea delle Società Campane ha chiuso le attività dell’anno coordinate dal Delegato Regionale Francesco Cembalo. All’incontro annuale hanno presenziato anche il Presidente della Fitav Luciano Rossi, Consigliere Nazionale Fiorenzo De Rosa, il Car Francesco Cassandro e l’olimpionico di Skeet Ennio Falco. Dopo una lunga analisi della situazione, in alcuni casi critica, in cui versano le società Campane e le strade da seguire per superare la difficoltà, il Presidente Rossi si è soffermato sull’organizzazione delle Universiadi del 2019. “Sarà una occasione per mostrare al mondo intero le nostre capacità organizzative e logistiche e, ne sono sicuro, tutti noi faremo del nostro meglio per ben figurare”.Durante l’Assemblea Cembalo e Rossi hanno premiato, accompagnati da applausi fragorosi di tutti i presenti, è stata premiata la squadra Campana di Fossa Olimpica d’oro al Campionato delle Regioni 2017 e composta da Luigi Mele, Antonio Conte, Simone Lo Schiavo, Matteo D’Ambrosi, Rosario Coccia, Eugenio Mazuillo. Dopo la distribuzione delle Tessere associative 2018 ed il ringraziamento per il lavoro svolto durante l’anno che si sta concludendo, il Delegato Regionale ha dato appuntamento a tutti per il 23 dicembre nelle strutture del Tav Falco per la tradizionale gara della Struttura Regionale.

Maglione Biagio 26/12/2017
Auguri di BUON NATALE appena trascorso e FELICE ANNO NUOVO 2018 a tutti gli iscritti e partecipanti al FORUM.

Vigo Africano 06/01/2018
Ho archiviato gli interventi della Pagina SPAZIO APERTO dell'Anno 2016 e quelli del I° Semestre dell'Anno 2017. Entrambi possono comunque essere consultati nell'Archivio in testa a questa pagina.

Vigo Africano 07/01/2018
GIOACCHINO ROSAROSA
E' trascorso un anno da quando ci ha lasciati. Avverto un vuoto incolmabile dovuto alla perdita di un importantisssimo mio PUNTO DI RIFERIMENTO, sia come AMICO sia come ESPERTO TECNICO E STORICO delle nostre Discipline.
La sua mancanza è palesemente avvertita anche su questo Sito che ha perso la sua VOCE principale, arguta ed efficace.
INO, un forte abbraccio. CI MANCHI!

Maglione Biagio 17/01/2018 Durante l’ultima prova del Campionato Regionale Invernale della Campania,
venivo informato su presunte azioni o tentativi di organizzare 'proteste’ (non iscrivendosi alle gare) da parte dei tiratori molisani contro gli aumenti del costo piattelli.
Potrebbe essere interessante reperire, divulgare e pubblicare ulteriori precisazioni o informazioni sull’argomento.

Vigo Africano 17/01/2018
Purtroppo i Tiratori Molisani, iscritti alle Prove del Campionato Invernale della Regione Campania, gareggiano SOLO per i Premi in danaro e non per la Classifica di Qualificazione alla Finale Nazionale Individuale e a Squadre.
Questo significa che, pur essendo GIUSTISSIMA una protesta per l'INGIUSTIFICATO ULTERIORE AUMENTO del costo della Serie di piattelli, difficilmente si troverà adesione.
C'è solo da sperare (vana attesa!) che tale aumento sia solo per le Gare di organizzazione Federale, mentre per le Gare di Organizzazione Societaria, i diversi Gestori si attengano al vecchio costo o ancora meglio a quello che ritengono giusto con riferimento ai propri BILANCI ANNUALI (mai visti!!)

Maglione Biagio 17/01/2018
Caro Vigo,
la tua affermazione è più che corretta e la condivido pienamente.
Esprimendomi male forse non ho precisato che le ' agitazioni' sono iniziative a livello regionale molisano.
Speriamo che si possa propagare non solo il virus influenzale ma anche quello di esprimere il proprio dissenso in qualunque modo opportuno; sai il Molise non è proprio tanto . . . lontano.

Salzano Giuseppe 22/01/2018 Sono quei piccoli mal di pancia affiorati appena, per qualche infima indigestione che molti dicono e nessuno Fa,(voce del verbo FARE).
Una modestissima tisana,ad esempio una leggera camomilla e tutto è gia rientrato.

Falco Tiro a Volo 26/01/2018 Il Tiro a volo Falco è vicino alla Famiglia Di Lorenzo per la dipartita del capostipite Mario.

Raimondo Tommaso 26/01/2018 Il Tav Raimondo si associa al dolore che ha colpito la Famiglia Di Lorenzo per la dipartita del caro Mario.

Vigo Africano 02/02/2018
Solo oggi, rientrato da fuori Napoli, apprendo la triste notizia. Formulo le mie più Sentite Condoglianze alla Famiglia Di Lorenzo.

Raimondo Tommaso 05/02/2018 Il Tav Raimondo si associa al dolore che ha colpito la Famiglia Di Sarno per la dipartita del caro Antonio.

Papararo Giuseppe 05/02/2018 - Il caro amico Antonio Di Sarno ci ha lasciato. Apprendo la notizia con incredulità e costernazione. Un mecenate, generoso oltre ogni misura, sempre sincero e schietto, ma mai sopra le righe. Perdonami se spesso non ho aderito ai tuoi pressanti inviti a tirare qualche serie col tuo fucile, ma la mia età non mi consentiva e non mi consente di ripetere prestazioni sportive eccezionali, tipiche dell'età giovanile. Buon viaggio caro amico mio. Riposa in pace. Peppino Papararo.

buono antonio 05/02/2018 Gli amici tiratori dell'isola d'Ischia, nell'apprendere con profonda tristezza dell'improvvisa perdita del caro amico don Antonio, sono vicini al dolore della famiglia Di Sarno.

Vigo Africano 06/02/2018
Costernato ed incredulo partecipo al dolore della Famiglia Di Sarno.
Una presenza costante su tutti gli Stand Campani, mancherà a tutti la sua Voce tonante.

Salzano Giuseppe 06/02/2018 -Antonio Di Sarno non è più. Un destino crudele ha fatto mancare improvvisamente l'esistenza terrena, alla Famiglia ed agli Amici, la presenza di Antonio. Uomo buono e sempre disponibile. Capace di coinvolgerci per piccole e grandi cose con il Suo schietto e sincero entusiasmo. Antonio, la mancanza della Tua voce altosonante si noterà!
Sarà motivo ricorrente di ricordarTi.
Alla Famiflia porgo sentite condoglianze.

ricciardi silvio 09/02/2018 DI SARNO . - Impossibile pensare che ci abbia lasciati, L'amore per il tiro ed la rispettosa amicizia, per chi lo conosceva da molti anni, lo avevano visto sempre presente sui campi e pronto ad ogni sfida.
Ciao Antonio, la pace sia con te.

Maglione Biagio 13/02/2018 MONTEPREMI
Sono trascorsi alcuni anni quando il FORUM era fucina di proposte costruttive e di accorgimenti organizzativi.
Qualche anno fa si accennava anzi si suggeriva ai gestori dei TAV ad utilizzare nelle competizioni organizzate sulle proprie pedane una ripartizione del montepremi diversa da quella che era in uso, in modo da incentivare maggiormente la partecipazione dei tiratori.
In particolare si disquisì sulla ripartizione del montepremi tra Categorie e Qualifiche in modo che quota parte dello stesse coinvolgesse direttamente tiratori di pari categorie e qualifiche.

Questo suggerimento fece scaturire un dibattito, uno scambio di pensieri, una serie di riflessioni di una certa portata.
Come spesso accade dopo le disamine non si giunse a nessun intendimento, risoluzione o conclusione se non alla rassegnazione che nulla sarebbe cambiato; a onor del vero qualche sporadico tentativo ci fu nel provare a modificare la ripartizione del montepremi delle gare ma con scarso seguito.

Forse oggi occorre ricredersi sull’inefficacia dei discorsi, le disquisizioni e le proposte avanzate anche tramite le righe di questo FORUM che resta sempre piu’ bistrattato e ‘silenzioso’ ma che lascia sempre una traccia . . . ;
infatti, udite udite, è stata organizzata una gara per l’inizio del mese di Marzo con montepremi di tutto rispetto e con ripartizione tra Categorie e Qualifiche.
Sperando che non sia solo una rondine che da sola non fa’ primavera, credo che incoraggiare l’uso di questa ripartizione sia il minimo, che sostenere l’iniziativa sia lodevole e congratularsi col gestore sia d’obbligo.

Questo è il mio pensiero ma il vostro? Cosa ne pensate su questa iniziativa? Puo’ divenire un metodo incentivante per a una maggiore partecipazione alle gare?

Vigo Africano 14/02/2018
A maggior chiarimento per l'eventuale discussione, allego il Programma della Gara del TAV Raimondo.

Vigo Africano 14/02/2018
FOSSA UNIVERSALE - QUALIFICHE FOSSA UNIVERSALE 2018
La FITAV, fino al 31 Dicembre 2017, si era attenuta, almeno per la FOSSA UNIVERSALE, al REGOLAMENTO INTERNAZIONALE FITASC.
La FITASC, Organo Internazionale per le Discipline NON OLIMPICHE, dal 01 Gennaio 2018 ha modificato la suddivisione secondo il seguente Schema
La FITAV con le Nuove Norme Generali 2018, all'Art. G.2.1.1. Categorie e Qualifiche Tiratori, non ha voluto continuare per questa Disciplina ad allinearsi ai Regolamenti Internazionali, lasciando la VECCHIA Suddivisione FITASC 2017, cambiando solo la denominazione della Qualifica:
VETERANI in SENIOR e SUPER VETERANI in VETERANI.
La FITAV è l'UNICA Federazione Nazionale a non attenersi per le proprie DISCIPLINE ai REGOLAMENTI INTERNAZIONALI.

Salzano Giuseppe 14/02/2018 Ripartizione Montepremi - Come ben ha evidenziato il nostro attento **FORUMISTA**Biagio Maglione, vale esporre altre idee affinchè si migliorino le posizioni in Campo, auspicando un aumento di gratificazione delle parti.e pertanto lo ringraziamo del ricordo.
IL tempo passa, gli *addetti ai lavori* fanno passare il tempo,ma comprendono che i suggerimenti vengono esposti su questa pagina, solo per una corretta collaborazione, affinche si agevolino i nuovi ingressi partecipanti alle Gare di:Cat.Qual,SG ed innanzitutto nuovi ingressi.
Noi però,ci spingemmo oltre. Chiedavamo di più!!!
I partecipanti alle gare,Societarie o Federali,hanno una presenza che può essere verificata nell'ordine di partecipazione e si constaterà che la ripartizione operata dalla ASD RAIMONDO, potrebbe dare il **LA** affinché,come chiedavamo,anche per le Gare Federali si applichi tale criterio ripartitivo. Strada facendo poi,se sono necessarie modifiche,ben vengano!
Sarebbe auspicabile che il Delegato Fitav Campano Dott.Cembalo,facesse conoscere il proprio Pensiero nella Qualità ed avere così noi, contezza di genere,di quanto esponiamo attraverso questa pagina. Cordialità

Vigo Africano 15/02/2018
C'è una piccola dimenticanza nel Programma del TAV RAIMONDO:
Non è chiarito se le Qualifiche concorrono anche per i Premi della propria Categoria o solo per quelli della Qualifica, qualora non avessero dichiarato in fase di Iscrizione alla Gara di voler Gareggiare solo per la propria Categoria.

Vigo Africano 15/02/2018
Sarebbe auspicabile che anche per le Prove del Campionato Invernale, come per tutte le Gare di Organizzazione Federale, venga sostituita l'attuale ultima ripartizione del Montepremi con quella Tipo inserita dal TAV RAIMONDO nella Gara di Marzo 2018.

Salzano Giuseppe 15/02/2018 Ripartizione Montepremi Gara RAIMMONDO.
La **Qualifica** è un Tesserato di Cat.divenuto tale per effetto di una applicazione di Regolamento Federale, in quanto **meno giovane**,ma conserva la Cat.di appartenenza. Ritengo che partecipi di diritto ai premi di programma della propria Cat.come gli altri partecipanti e, se non rientrante in tali premi gli è riservato l'accesso ai premi della propria Qualifica.
Se invece, dovesse dichiarare all'atto della iscrizione di partecipare ai premi della propria Cat.perderebbe il diritto di accedere ai premi riservati alla Qualifica.
Questo il mio pensiero. Cordialità.

Salzano Giuseppe 15/02/2018 -OSSERVAZIONI CAMPIONATO INVERNALE-
Per quanto attiene il Campionato Invernale......Essa è una Gara Societaria ed in quanto tale, i Gestori potrebbero seguire l'esempio **Esperimento Novità Migliorativa RAIMONDO** più giusta ed EQUA nella ripatizione del Montepremi ed è, molto ma molto probabile che l'esperimento partito dal BASSO, potrebbe tovare consenziente anche**MADRE MATRIGNA** ad adottare tale ripartizione per le Gare Federali.
Motivo? I TIRATORI di SECONDA, di TERZA CAT., Settore Giovanile e LADIES,rappresentano circa i due/terzi del totale e quindi trovando più consona la nuova ripartizione potrebbero in parte,non partecipare a Gare Federali con il **Programma (Monte Premio)non Aggiornato**.
E' presto per parlare,ma il ( LA )della ASD RAIMONDO è Significativo e Puntuale.
Potrebbe trovare consensi.
Sono fiducioso. Cordialità.

Vigo Africano 16/02/2018
Carissimo Peppino,
Il Campionato Invernale è UNA COMPETIZIONE FEDERALE, e pertanto il MONTEPREMI andrebbe, secondo abitudini e indicazioni FITAV, suddiviso per Categorie e Qualifiche, tipo la distribuzione del TAV RAIMONDO, ma in proporzione agli specifici Iscritti.
Ovviamente in questo caso, la FITAV indica che le Qualifiche non possono accedere a tutti e due i Premi e pertanto devono in fase di Iscrizione indicare dove vogliono gareggiare.

Salzano Giuseppe 16/02/2018 Ripartizione Montepremi Gare Federali.
Carissimo AFRI- Forse il fatto che non abbia inquadrato correttamente le prove di Campionato Invernale tra le Gare Federali,non va eliso il discorso impostato,in quanto il fumus rimane e potrebbe essere comunque il giusto momento per poter chiarire con dovizia di particolari,data la tua maggiore dimistichezza in FATTO DI APPLICAZIONE DI REGOLAMENTI,innanzitutto per quello che di seguito espongo.
Si afferma che la ripartizione Montepremi avviene per Regolanento Federale, in proporzione agli iscritti di appartenenza delle rispettive Cat.
Di seguito è riportat il numero di partecipanti a tre Prove di Campionato Invernale della ns Regione


Salzano Giuseppe 16/02/2018 Continuazione del precedente.
Ho preferito elencare gli iscritti per Cat. omogenee
di Tiratori in tre Prove per facilità di consultazione.
Prova Campo a)Ecc.8 iscritti,1 premio-
Prova Campo b)10 iscritti, 5 premi.
Prova Campo c)6 iscritti, 3 premi.

Prova Campo a)Cat.Prima 33 iscritti,9 premi.
Prova Campo b) 44 iscritti,9 premi.
Prova Campo c) 27 iscritti,8 premi.

Prova Campo a)Cat.Secon.42 iscritti,8 premi.
Prova Campo b) 48 iscritti,4 premi.
Prova Campo c) 35 iscritti,7 premi.

Prova Campo a)Cat.Terza 37 iscritti,5 premi.
Prova Campo b) 55 iscritti,5 premi.
Prova Campo c) 18 iscritti,2 premi.

Nelle medesime Prove i Vet. e Master con numero di iscritti, quasi paritetico, tra 12/15, 2 premi e 2 premi.Teniamoli fuori......per ora!!!
E' questa una ripartizione secondo Regolamento o vi è qualcosa che mi sfugge per cattiva mia interpretazione? Cordialità


Salzano Giuseppe 17/02/2018 Ripartizione Montepremi Campionato Invernale Regionale.
La denominazione: Campo a);Campo b);Campo c),si intende riferita alle ASD a,b,c. - Cordialità

Vigo Africano 17/02/2018
Caro Peppino,
Non riesco a capire la tua esemplificazione.
Intanto voglio ricordarti che la ripartizione del Montepremi delle Prove di Campionato Invernale 2018, scelta dal Delegato Regionale, è quella normalmente usata dai Gestori degli Stand per le Gare di Organizzazione Societaria, per le quali ogni Gestore è libero di scegliere il tipo di Programma Gara che più gli aggrada.
Come ho detto nei precedenti miei interventi, il Campionato Invernale, essendo Gara di Qualificazione Federale programmata con Regolamento pubblicato dal Delegato Regionale, DOVEVA riportare una Programmazione del Tipo adottato per le Qualificazioni Estive, o in ogni caso almeno ripartire il Montepremi per Categorie e Qualifiche in proporzione agli Specifici Iscritti.
Per quanto riguarda il tuo esempio, non mi ritrovo con il Numero totale degli Iscritti. Infatti, non ho memorizzato i dati, ma possono essere rilevati da Gestgare, e se non ricordo male erano intorno ai 200 - 220 Iscritti totali, solo da Zaino si sono ridotti a 120, come da tuo esempio.

Salzano Giuseppe 17/02/2018 Carissimo Afri. Pratico una ulteriore elisione!
La ASD a)ha avuto 8 iscritti di Cat Ecc., ha corrisposto 1 premio.
La ASD b)ha avuto 10 iscritti di Cat Ecc., ha corrisposto 5 premi.
La ASD c)ha avuto 6 iscritti di Cat Ecc., ha corrisposto 3 premi.
E così di seguito, ho elencato la mia esemplificazione per le altre Cat su ogni campo.
Non mi do ragione della sproporzione tra gli iscritti di ogni Cat di appartenenza,ed il numero di premi corrisposti.
Se non ancora sono stato chiaro ripeterò, a me stesso, fino a quando non mi convincerò. Scusami della insistenza.
Un caro Saluto.

Vigo Africano 17/02/2018
Peppino,
Nella tua simulazione, come dividi il Montepremi totale?
Provo a farti io l'esempio, solo per capirci, trascurando per il momento le Qualifiche:
Montepremi: €. 2500,00
Iscritti Totali = 120
Iscritti Eccellenza = 10
Prima Categoria = 35
Seconda Categoria = 35
Terza Categoria = 40
Ripartizione Montepremi per ciascuna Categoria:
Eccellenza = (2500:120)/10 = 20,833 x 10 = €. 208,33
Prima = 20,833 x 35 = €. 729,16
Seconda = 20,833 x 35 = €. 729,16
Terza = 20,833 x 40 = €. 833,33
Poi ciascun Montepremi di Categoria va ripartito secondo l'entità dei singoli Premi preventivamente stabiliti, ottenendo il numero di premi che coprono ciascun Montepremi.
I° Premio = €.120,00
II° Premio = €. 60,00
Dal III° in poi €.50,00
Eccellenza
I° Cl. = 120,00
2° Cl. = 60,00
3° Cl. = 28,33
Prima
I° Cl. = 120,00
2° Cl. = 60,00
dal 3° Cl. al 10° = 50,00
11° Cl. = 49,16
e così via di seguito.
Spero di essere stato chiaro.

Salzano Giuseppe 20/02/2018 Ciao Afri. IL Tuo è esaurientemente chiaro.
- Gare Federali e Gare Societarie -.
Abbiamo in più occasioni accennato alla dubbia classificazione o appartenenza delle Gare Federali e Societarie a causa di una mancanza di chiara dottrina di genere o di linee di condotta da seguire con specifici Regolamenti Federali CHIARI ed Applicabili. Forse più della volte siamo nella condizione di sentire alcuni Addetti ai Lavori,ma gli Uni e gli Altri si esprimono secondo le varie esperienze **INTERPRETATIVE**.
Secondo i miei ricordi,le Gare Federali che sono ,ovviamente, di Sua esclusiva indizione e competenza e cosa importante, ne assume gli oneri di spesa,la garanzia della copertura del Montepremi,la Direzione di Tiro, di responsabilità ed ordine amministrativo tramite il Coordinatore. Mentre per le altre Gare la Federazione ingiunge alle A.S. l'obbligo della Direzione di Tiro ed i relativi oneri di cui sopra, dovrebbero essere per principio di ragionamento Gare Societarie.
Le Circolari N.1 e N.2 pubblicate dalla Fitav relative all'anno in corso, forse sono da **INTERPRETARE**- Per principio interpretativo e per quanto rilevabile dalle Circolari,mi sento di affermare che le Gare che si disputano, relativamente al Campionato Invernale,sono da ritenersi Gare Societarie,mentre il Campionato è da ritenersi Federale.

Vigo Africano 21/02/2018
Chiaramente, come da Regolamento emesso dal Delegato Regionale Campania, la Gara è un VERO IBRIDO.
Io contesto questo tipo di Regolamento e richiamo il tutto, trattandosi di una Qualificazione alla Finale Nazionale, ad una applicazione del Regolamento e Programma emesso da anni dalla FITAV per le Qualificazioni del Campionato Estivo.
Comunque vado a leggermi, se è ancora sul Sito FITAV, il Programma e Regolamento Campionato Invernale 2018 emesso da quest'ultima.

Vigo Africano 21/02/2018
Ho letto il Regolamento Generale Campionato Invernale 2018 emesso dalla FITAV, che demanda agli Organi Periferici la scelta del Tipo di Programma.
Pertanto è regolare la scelta del Delegato Regionale Campania.
Scelta che comunque io personalmente non condivido, ma che ai Tiratori Campani PIACE MOLTO, vista l'affluenza che da anni si verifica.

Salzano Giuseppe 21/02/2018 Carissimo Afri. - Non possiamo che rammaricarci.
E' tutto in linea con quanto ci circonda! La storia ci ha insegnato che i periodi di decadenza non sono mai parziali. Investono attività,attitudini e Pensiero. La Società viene travolta trasversalmente e quasi non accorgendosi si fa coinvogere fino alla condivisione senza sforzo. Con una irrazionalità latente,senza batter ciglio, sfocia poi nella ingovernabilità totale,con l'immancabile e prevedibile disordine e, di ciò tanta brutta Storia è stata narrata!
Più bassa si posiziona l'asticella e sempre più sono coloro che riescono a saltare! Meno sforzi sono contemplati e più si diviene contenti e partecipi. Quello è l'inizio della decadenza. L'inizio della Fine.Un Cordiale Saluto, Peppino SAlzano.

Maglione Biagio 07/03/2018
Continua la 'sperimentazione'.
Mi fa piacere segnalare un ulteriore gara con montepremi suddiviso per Categorie e Qualifiche.
Mi compiaccio dell’iniziativa e auspico che possa divenire ‘virale’ e ricca di partecipanti in modo da far prosperare questa formula di ripartizione. Regolamento a breve nella sezione delle gare in programma.

Vigo Africano 08/03/2018
Biagio, allego il Programma delle due Gare del 08 e 10 Marzo 2018, ma non mi sono chiare due cose:
1) Le Qualifiche gareggiano anche per la propria Categoria e poi per la Qualifica?
2) Dovrebbero essere esplicitate le Qualifiche, in quanto dal conteggio delle 1200 cartucce totali, i Premi Riservati alle Qualifiche risulterebbero solo tre da 75 cartucce (975 per premi di Categoria + 225 per Premi Qualifiche = 1200)
3) Sono due gare o una sola in due giorni?

Maglione Biagio 08/03/2018 Buongiorno Vigo,
vorrei precisare che il mio intervento aveva ed ha il solo scopo di evidenziare una nuova iniziativa che utilizza la ‘novità’ della ripartizione del montepremi tra Categorie e Qualifiche.
Il dettaglio del Regolamento della kermesse sportiva per la mia segnalazione assume un aspetto secondario.
La notizia l’ho semplicemente incrociata sulla pagina Fb del TAV Zaino a cui spetta l’onere di specificare e dare risposta ai tuoi quesiti più che legittimi.
Restiamo in fiduciosa attesa.

Vigo Africano 08/03/2018
Ho parlato con Antonella Zaino ed ho avuto queste risposte ai miei quesiti:
1) Le Qualifiche accedono prima nella Classifica della propria Categoria e poi in quello riservato alle Qualifiche
2) C'è un errore da parte mia in quanto non ho visto che c'è un premio di 150 Cartucce per il I° Classificato in assoluto. Pertanto per le Qualifiche si tratta di un solo Premio di 75 Cartucce al migliore classificato, non a Premio di Categoria, di tutte le Qualifiche assieme.
3) La Gara è una sola e si può tirare Giovedì 08 o Sabato 10

Vigo Africano 08/03/2018
Incremento del Costo della Serie di Piattelli
Della incomprensibile ragione di portare da parte della FITAV il Costo della Serie di 25 piattelli a €.8,00 (€.1,00 di incremento, pari al 14,3 % di aumento), ne abbiamo già parlato negli interventi su questa Pagina a metà del mese di Dicembre scorso.
Speravamo che tale ingiustificato aumento, forse dettato dal Produttore (???), fosse limitato alle sole Gare di Organizzazione Federale.
Invece, almeno in Campania, le prime Gare e Garette di Organizzazione Societaria programmate dopo il Campionato Invernale 2018, mettono in evidenza che le SOCIETA' si sono SUBITO ADEGUATE a quanto scelto per le Gare Federali.
Continuano a fare di tutto per allontanarci dallo SPORT AGONISTICO!

D'esposito francesco 11/03/2018 In riferimento all'aumento del costo piattelli personalmente sono rimasto deluso dalla decisione presa dal campo LE DUNE aumentando di 0.50 cents la serie (ove sono tesserato dal 2005, anno in cui ho ripreso a sparare) ed ho deciso che qualche serie di allenamento la farò ove trovero un trattamento più favorevole. Certo da solo non cambierò le cose, ma ognuno ha i suoi principi ed è libero delle sue scelte. Il presidente capo puo dire tutto quello che vuole per incrementare le sue entrate ma personalmente non intendo dargli il mio piccolo contributo più di quanto ho fatto finora.

Salzano Giuseppe 12/03/2018 Costo Serie di Piattelli.
Visto che l'aumento del prezzo serie piattelli in generale, non è **partito dal basso**,come sarebbe stato logico accadesse,ovvero dalle ASD,le quali ritenute attività senza scopo di lucro, avrebbero avuto non poche difficoltà ad uniformare il prezzo al rialzo su tutto il territorio nazionale, ci ha pensato quindi la Federazione a mezzo del Presidente Rossi personalmente. Si è dato così, un pessimo servizio ai Tiratori per una attività già di per se costosa. Sarebbe stato invece più opportuno e gradito,un intervento **calmierante**del Presidente Rossi mirato al risparmio,senza trascurare il miglior godimento del servizio,anche in rapporto alla qualità prezzo di quanto offerto dalle varie Società! Si è scelta invece la **strada paravento**Gare Federali** e poi, da lì a quanto si sta mettendo in atto il passo è stato breve. Non perdiamo di vista che sul libero mercato,per tutti i generi di consumo e per le varie attività, vige la regola della domanda e dell'offerta, proprio anche al servizio offerto ed alla qualità. Ma da dove e per come è partita la richiesta di genere, si pone una riflessione: andrebbe o no valutata quale *INVETTIVA* d'Altri Tempi? Cordialità.

Maglione Biagio 14/03/2018 Costo serie piattelli.
La situazione che stiamo vivendo è singolare se non in contrasto con la logica della ragione.
Sembra un paradosso che con l’arrivo dell’obbligatorietà dell’uso dei piattelli ecologici per le gare federali sia arrivato anche l’aumento del costo; sembra un controsenso.
Il benessere dell’ambiente al primo posto, difendiamo la natura, ecc. ecc., . . . e poi?

Se riflettiamo bene, se ci sforziamo di capire, se tentiamo con forza di porci nel ruolo di qualcuno potremmo con grande forza GIUSTIFICARE la NECESSITA’ dell’aumento;
necessità che forse, dico forse, nasce dall’esigenza di compensare la mera diminuzione delle spese o introiti per la raccolta e lo smaltimento dei piattelli non ecologici.

Vigo Africano 15/03/2018
Biagio, l'uso dei piattelli ecologici inderogabilmente per TUTTI, è in vigore da moltissimi anni.
L'aumento non trova giustificazioni, innanzi tutto per l'entità, oltre il 14%.

Salzano Giuseppe 20/03/2018 Costo Serie Piattelli.
Con il mio del 12 scorso,rappresentai la strada intrapresa e portata alla ribalta con il concreto aumento della serie piattelli.
Chiari e Puntuali gli interventi di Biagio Maglione e di Aficano,rispettivamente del 13 e 14
u.s. .Purtroppo come solito, chi di dovere fa orecchio da mercante. Quello che però sbalordisce di più è,che sul mercato sono in commercio piattelli ecologici da anni e,paradossalmente costano meno dei piattelli presenti sui campi, di cui all'assurdo ed ingiustificato aumento.

ricciardi silvio 21/03/2018 Costo serie piattelli . - Per avere la possibilità di scaricare la colpa sui gestori, si dovrebbe sapere se in tutta Italia l'aumento è stato ratificato a livello gare di campionato ed eventuali gare locali ed allenamenti.
Ma se esiste una giustificata contrazione nel numero dei tiratori è chiarissimo che devono *mungere* quelli che frequentano.
Il tiro è una malia, sanno che chi ama la disciplina non si allontana qualsiasi angheria subisca.....e se non fosse così in Campania ci sarebbero solo i tiratori dei Corpi Militari ed i Nazionali.
Senza gli attuali impedimenti fisici mi precipiterei su un campo costi quel che costi !!!

Vigo Africano 21/03/2018
Silvio, l'unico documento Ufficiale sono i Programmi emessi dalla FITAV per le Gare di Organizzazione Federale.
Se DICTAT ci sia stato, sarà sicuramente stato dato ufficiosamente ed accettato BEN VOLENTIERI, fidandosi le Società sulle nostre DEBOLEZZE, da te giustamente messe in evidenza.
Per quanto riguarda i tiri di prova, non so cosa dirti personalmente, perchè ormai mi limito a tirare solo in Gara, ma da quanto asserito da Francesco D'Esposito nel suo intervento, il TAV LE DUNE per gli allenamenti si sarebbe limitato ad un aumento di €.0,50 sul costo precedente di €.6,00.

Vigo Africano 22/03/2018
Oggi ho ricevuto, via sms, il Programma di due Gare dello Stand CAMPOMARINO in programma per le prossime settimane. In ambedue le Gare il SERVIZIO CAMPO è di €/serie 7,00, ovvero inalterato rispetto agli anni precedenti e NON IN LINEA con il costo di €.8,00 dei Programmi Federali.
Dunque, correttamente, non c'è stata alcuna IMPOSIZIONE da parte della FITAV, di conseguenza le Società CAMPANE NON possono ACCAMPARE alcuna GIUSTIFICAZIONE alla propria SCELTA.

Salzano Giuseppe 23/03/2018 Prezzo serie Piattelli.
AFRI - Condivido quanto da te postato ieri l'altro,giorno 21,ma non è condivisibile quanto invece affermi ieri giorno 22.
I fatti si sono svolti esattamente come narri il giorno mercoledi 21.
Se poi vogliamo lanciare la pietra nello stagno ci sto. Purtroppo sappiamo che i Gestori dei Campi Campani sono stati (quasi)sempre accondiscendenti, perchè *speranzosi* nelle attese,che poi si sono rivelate vane e senza appello! Anche lanciando la pietra nello stagno e,la tua la posso,forse,ritenere tale,constateremo che i Signori Gestori Campani non reagiranno! Pechè? E' un punto di domanda NOTO,si,MOLTO NOTO!!!
Pogramma della ASD Campomarino-
Per quanto attiene la programmazione di Campomarino, è da ritenersi una correttissima posizione,è condivisibile,ma non ai fini utilitaristici vista dalla parte degli Utenti del Servizio,ma di una posizione di Atonoma Gestione dell'Attività e, non da una posizione venuta da parte di Chi proprio non doveva.

Vigo Africano 23/03/2018
Non riesco a capire perchè da parte tua non è condivisibile il mio intervento del 22 marzo, in cui evidenzio che il fissare a €.8,00 il costo della serie di piattelli nelle Gare di organizzazione Societaria è una AUTONOMA scelta della Società organizzatrice e NON UNA IMPOSIZIONE della FITAV, come asserito da una Società.

Salzano Giuseppe 23/03/2018 Sarebbe opportuno fare qualche ulteriore giro di domande e verificare che non risponde al vero che, portare a 8 euro la serie di piattelli per la partecipazione alle gare di organizzazione societaria sia una autonoma decisione delle stesse.

Salzano Giuseppe 23/03/2018
Il tutto è partito dal fatto che la serie di piattelli deve essere portata a 7 euro!!!
INIZIATIVA NON PARTITA DALLE SOCIETA'!!!

Vigo Africano 24/03/2018
Fare ulteriori domande ad altre Società che hanno scelto gli €.8,00, sarebbe un esercizio inutile, perchè è troppo facile scaricare sugli altri le motivazioni.
La stessa cosa vale per gli anni passati, quando il costo della Serie fu portato a €.7,00.

Salzano Giuseppe 24/03/2018
Al tour fatto alle sedi delle varie ASD e,forse non a tutte, fu chiesto **con i modi di circostanza**di portare la serie di piatteli al prezzo di cui discutiamo. Dobbiamo convenire che ci sono state delle **disubbidienze**,grazie a Dio.

Salzano Giuseppe 24/03/2018 -Aggiungiamo quacosa in più...serve.
Va preso atto che ci sono state **disubbidienze**parziali e Disubbidienze Totali! Queste ultime vanno intese quale mancanza di accettazione di un prezzo imposto in casa altrui.
E' noto che soltanto poche aziende presenti sul mercato e,di caratura internazionale,esigono e permettono la vendita a prezzo imposto.
Per completezza di pensiero,va anche detto che, quelle Aziende si pongono innanzitutto il problema economico dell'Esercio di vendita. E ciò al fine di verificare il margine operativo lordo dello stesso. Di seguito a ciò, ci si occupa di lasciare i giusti punti percentuali che formeranno gli utili netti,dal totale ricavi dell'Esercizio.

La nostra Madre-Matrigna,avrebbe il dovere di porsi in tal senso,***ma va detto che alcuna Federazione avrebbe questo dovere***Ma date Certe Figure Presenti ivi,vengono posti,ingiunti, strani veti all'accesso al libero mercato, che date le offerte, consentirebbe alle ASD, contrazione di costi di acquisto e quindi maggiori margini operativi netti!!! Essa si pone invece con assistenzialismi deleteri,che entrano dalla finestra ed escono dalla porta di ingresso.
VA DEFINITO assistenzialismo deleterio, in quanto quei pochi spiccioli per ognuno, non alleviano la sete a nessuno.
Affontassero in FITAV i PROBLEMI DEI GESTORI PER QUELLE CHE SONO LE VARIE REALTA' LOCALI.
Bandissero definitivamente,la politica dell'asservimento e, mi rivolgo a qualche intelligenzia vera che è entrata e far quadrato per cambiare direzione!!!
NON serve la coltivazione dell'orticello per reconditi fini!!!
Date segnali concreti!!!
Sarebbe ORA!!!

Vigo Africano 26/03/2018
07 e 08 APRILE - HUNTING SHOW SUD
al IL TARI' di Marcianise (CE)
Prima Edizione del Salone della Caccia e del Tiro Sportivo - La Caccia nel Mezzogiorno

D'Aloja Gianfranco 26/03/2018 Ecco il link della pagina che illustra lo sport contro il quale, con una temeraria battaglia di retroguardia, si batte il Presidente Vittimista.
Laser Sport Trap

Vigo Africano 29/03/2018
CAMPANIA - GUERRA ALLE QUALIFICHE VETERANI E MASTER
E' in atto da parte di alcune Società, non so se solo per la Regione CAMPANIA, una vera DISINCENTIVAZIONE alla partecipazione alle Gare per le Qualifiche VETERANI e MASTER.
Allego, solo per esemplificazione, perchè nel Programma doveva essere ben specificato come richiesto dalla FITAV:
Programma Circuito RC Campania Molise 2018
Programma della I° Prova presso il TAV FALCO.
Conseguentemente ho chiesto agli Organizzatori della I° Prova se le Qualifiche, oltre ai Premi di Programma, partecipano anche per i Premi Riservati alla propia Categoria. Mi è stato risposto che le Qualifiche non possono accedere ai Premi Riservati alle singole Categorie, A MENO CHE in fase di Iscrizione non chiedano di RINUNCIARE alla partecipazione come Qualifica, ma solo con la propria Categoria.
E' comunque una REGOLA CORRETTA, MA NON E' ACCETTABILE che alla RINUNCIA di cui sopra, si debba CORRISPONDERE (salvo reintegro in caso di piazzamento) L'INTERA TASSA DI ISCRIZIONE, rinunciando contemporaneamente alla AGEVOLAZIONE (anagrafica) PREVISTA per dette QUALIFICHE.
Mi piacerebbe poterne discutere apertamente.

Bacco Giuseppe 29/03/2018 Qualcuno sa se il Lasershoot è già disponibile per l' Italia e se c'è un rappresentante ?

ricciardi silvio 29/03/2018 Pasqua 2018 . - Che i gestori dei campi campani - forse perchè siamo stati gli unici - purtroppo per la regolarità del tiro che avrebbe avuto bisogno di ben altro propellente umano - vedessero di cattivo occhio i veterani ed i master è notorio, quindi prevedibile ogni loro insulto alle categorie in questione.
Ma oggi siamo buoni e santi e facciamo a tutti gli amanti del tiro fervidi auguri di una buona Pasqua unitamente alle loro Famiglie.

Maglione Biagio 05/04/2018 Regione Campania: Nuovo primato.
Spulciando l'elenco esposto dalla FITAV delle sedi nazionali della prima prova del Campionato Regionale estivo, si evidenzia in rosso che la nostra Regione ha un invidiabile (?) primato: unica regione in cui la prova è suddivisa su tre stand.
Il fatto non sarebbe male se non venissero mortificati i TAV di prima categoria e/o eccellenza presenti in Campania (quadri campi), se non si costringesse la maggioranza dei tiratori a snervanti e costose trasferte o se addirittura non costringesse alcuni tiratori a rinunciare alla partecipazione.
Certo occorre incoraggiare e sostenere i campi più disagiati ma non credo che questo sia del tutto ortodosso perseguirlo nell'occasione dello svolgimento di appuntamenti federali che alla fine risultano sempre maggiormente penalizzanti per i tiratori.

Vigo Africano 05/04/2018
Caro Biagio, parlare con i SORDI è purtroppo un esercizio inutile e snervante.
Essendo prioritari per il Delegato Rgionale Campania, gli INTERESSI delle Società (A.S.D.T.A.V.), ecco che assume una importanza fondamentale il Campionato Regionale Invernale, mentre passano in secondo ordine:
a) Gli Interessi dei TIRATORI/TESSERATI
b) I G.P. FITAV relativi al Campionato Regionale Estivo che Qualifica i Tiratori per la FINALE DEL CAMPIONATO ITALIANO, relegando le Prove in Stand disagevoli per Distanza e talvolta per Livello di Servizio.
Sono anni che chiediamo che questa Manifestazione, la più importante dell'Attività Tiravolistica Regionale dell'Anno, venga disputata sui Quadricampi in modo che i Tiratori delle Categorie e Qualifiche Amatoriali, possano anche tascorrere tutti insieme una intera giornata, cosa che non è più possibile per le Gare di Organizzazione Societaria con l'avvento del TIRARE A SCORRERE.
C'è da aggiungere che abbiamo più volte richiesto di far disputare questi G.P. FITAV, secondo la Formula Olimpica in due giorni (75 + 50), così come è Programmata la FINALE NAZIONALE, ma la paura che si possano perdere alcune iscrizioni (ben poche in verità, forse nessuna) dobbiamo essere costretti ad una Maratona di 100 piatteli in un giorno ed impedire di abituarsi alla Formula che troveranno quelli che avranno il piacere di Qualificarsi per la Finale Nazionale.

Salzano Giuseppe 06/04/2018 -Riferimenti Territoriali Fitav Campania,di azioni e di elezione.
Coloro che rivestono, a qualsiasi titolo, cariche Federali,dovrebbero agire con dignità ed onore. Ad Essi sono assegnati compiti doverosi,anche al di là delle norme Statutarie e,ciò al fine della buona riuscita dell'Evento sprtivo!!! Negli interventi che mi hanno preceduto,a ciò è stato dato onorevolmente il giusto rilievo. Dovremmo essere tutti concordi e convinti che queste persone dovrebbero avere comportamenti di grande garbo Istituzionale-Sportivo ed occuparsi di scelte equilibrate e dignitose anche per i Tiratori e Tesserati di Quelle ASD,nella Gestione del Nobile Sport che tanto lustro ha sempre dato alla nostra Campania ed alla nostra Nazione.
Purtroppo nessuno di loro si vergogna di uno scadimento di dignità,trascinando sempre più in basso questa nostra passione!

Vigo Africano 09/04/2018
I° Prova G.P.FITAV, 2°,3°.Vet.Mast,Dis. - CAMPANIA - PRESENZE nei TRE STAND
2° Categoria: 44
3° Categoria: 53
DIV.ABILI: 1
VETERANI: 14
MASTER: 17
TOTALE: 129
Quanto è costato in più alla DELEGAZIONE CAMPANIA per i COORDINATORI E DIRETTORI DI TIRO?

Salzano Giuseppe 11/04/2018 CARON,non ti crucciar:vuolsi così colà dove si puote,ciò che si vuole,e più non dimandare.
Credo che Noi domanderemo ancora,non foss'altro che questione di DIGNITA'.
LA DIGNITA' E' UN DIRITTO-
In più occasioni ho detto di Dignità e Rispetto per la Persona. Ho espresso rimostranze a Responsabili FITAV,che avrebbero dovuto dare esempio di Alto Tono per i compiti ad Essi affidati,invece quanto accade di continuo è sotto gli occhi di tutti.
C'è mancanza di rispetto anche verso se stessi,senza soluzione di continuità per il Tiratore e per l'Uomo in quanto tale. Rispetto che,per tale condizione gli è dovuto!
Si è instaurata una condizione di prevaricazione
al Diritto alla Dignità e di rispetto non graduabile di ogni essere uomo,soltanto per interessi a latere infimi e vergognosi, calpestando
così il Diritto alla Dignità!
Quei comportamenti,credo, fanno mancare a chi di dovere,la mancanza di rispetto verso Se Stessi e, perfino la vergogna di non vergognarsi.

Vigo Africano 11/04/2018
Una volta ci potevamo lamentare con le Società (TAV)i cui Presidenti eleggevano il Delegato Regionale, ma ora è impossibile tentare di farlo sostituire, perchè la FITAV, tramite il CONSIGLIO FEDERALE, ha avocato a sè la Nomina del DELEGATO REGIONALE che, come prerogativa MINIMA, deve essere dotato di OSSEQUIOSA FEDELTA' alla casa, senza avere alcun RIGUARDO per i propri TESSERATI.

Salzano Giuseppe 12/04/2018 DELEGATI Regionali-Una occasione propizia-
Aprire una discussione che potrebbe essere interessante,molto interessante per i Presidenti Rappresentanti delle ASD.
Se è vero come è vero che i nostri ricordi ritornano sempre più frequentemente ai passati sistemi elettivi dei Delegati regionali,più consoni alle realtà territoriali, rappresentando un reale punto di raccordo tra i Tiratori le Società e la Federazione.
La considerazione deriva dal fatto che i Tiratori erano parte attiva nelle scelte e tale condizione li rendeva responsabilmente partecipi.
Non possiamo dire altrettanto della farsa vissuta alla ultima elezione,inerentemente i rappresentanti territoriali eletti per portare ulteriori consensi alla votazione finale alla Assemblea Generale Roma 2016.
Continua.

Salzano Giuseppe 12/04/2018 Durante il periodo pre elettorale,per il rinnovo delle cariche federali o meglio,prima della ASSEMBLEA GENERALE per la elezine del Presidente FITAV,da ogni parte,tranne che dal C.F,si discuteva sulla necessità,date alcune blindature e colpi di mano attuate nel tempo,di modificare e ripristinare alcuni indigesti punti dello STATUTO FEDERALE.
Quando si amministra con dovizia,con oculatezza e senza particolari interessi e,vi è il diritto al voto per le cariche elettive NULLA E' IRREVERSIBILE!
Queste osservazioni vanno portate alla attenzione dei PRESIDENTI delle ASD,i quali devono sentirsi PADRONI IN CASA LORO,COME E' GIUSTO CHE SIA !!!
E' necessaria UNA PRESA DI COSCIENZA DI QUANTO ACCADUTO IN QUESTI ANNI PER LA LORO ATTIVITA' TIRAVOLISTICA.
Sarà necessaria la determinazione dei PRESIDENTI delle ASD,perché soltanto a mezzo la loro determinazione sarà possibile modificare lo STATUTO FEDERALE. Si dovrà entrare nel MERITO, ponendo al centro dell'UNIVERSO TIRO A VOLO,i problemi che di continuo Essi si trovano a dover affrontare e risolvere. Soltanto una posizione determinata farà vedere loro quella luce che altrimenti,diventerà sempre più un lumicino.
I Presidenti dovranno sentire la necessità ulteriore di una AZIONE CORRETTA,RAGIONATA ED UTILITARISTICA ALLO STESSO TEMPO.

Salzano Giuseppe 12/04/2018 -Una occasione propizia - PRESIDENTI ed A.S.D.-
Non vuole essere un distinguo **Presidenti ed ASD**,ma un rafforzativo di genere a causa della diversa identificazione che, in molti casi, è possibile riscontrare tra la carica di Presidente e la titolarità della Società. Poco cambia ma potrebbe essere significativo!
L'argomento di cui abbiamo iniziato ad occuparci,potrebbe coronare un quadro definito se si iniziasse un confronto di idee,tra le ASD,non a mezzo questa pagina, ma nel loro alveo naturale di azione:I CAMPI DI TIRO. Guardarsi **DENTRO**,nell'intimità operativa della gestione,quella che determina il vivere quaotidiano,meglio dire il sopravvivere con l'attività,con la oculata gestione,con i sacrifici personali e familiari. Non disgiunte poi,dalle avversità vere, presunte o fatte pervenire per **Opera e Virtù dello Spirito Santo**.
Le ASD e quindi i Presidenti, hanno il dovere di fare una accurata analisi dei punti di forza e dei punti di debolezza della propria attività tiravolistica ed essere determinati nel da farsi.

Vigo Africano 12/04/2018
NON che la cosa cambi molto, sono anni che i Presidenti di Società si sono asserviti alla Dittatura Federale e ne abbiamo avuto eclatanti esempi nelle Quadriennali Elezioni del Consiglio Federale, MA l'aver tolto l'Elezione del RAPPRESENTANTE TERRITORIALE FITAV ai Presidenti di Società, quindi l'unico tramite rimasto con i propri Soci/Tesserati, è veramente il massimo delle AZIONI ACCENTRATRICI della nostra FEDERAZIONE.

Salzano Giuseppe 12/04/2018 Tu dici:**NON che la cosa cambi molto,sono anni che i Presidenti ect.
Cortesemente leggi i tre interventi,interpretando il fine attraverso i vari passaggi.....poi ne ridisacutiamo-

Salzano Giuseppe 12/04/2018 Errata Corrige:poi ridiscutiamo.

Vigo Africano 13/04/2018
Certo! Se le Società avessero voglia di incontrare i propri Soci/Tesserati e discuterne con questi ultimi.
Ti ricordo che a Norma di Statuto Societario (richiesto dal C.O.N.I.), le Società dovrebbero indire almeno una volta all'anno una Riunione con i propri Soci/Tesserati per presentare e far approvare i Bilanci Preventivi e Consuntivi ed eleggere, per il Quadriennio in corso, il Presidente (fra l'altro non so chi accetterebbe tale carica con le problematiche esistenti) ed il Consiglio Societario. COSA MAI AVVENUTA E MAI CONTROLLATA DA FITAV E C.O.N.I.
Non vedo come noi possiamo cambiare questa abitudine. Noi siamo solo dei CLIENTI, NON Soci/Tesserati.

Salzano Giuseppe 13/04/2018 -Presidenti delle Società-ASD-Occasione Propizia-
Con i miei dei gg.11 e di ieri 12,ho esposto una idea,un mio pensiero. Non è detto che debba riuscire,ma abbiamo il dovere di far presente ai Presidenti che ci deve essere la consapevolezza di un corretto **RAVVEDIMENTO**. Chiedo umilmente scusa,ma è un dato di fatto. Una FEDERAZIONE non è rappresentativa se si espone con una evidente oppressione di monopolio, una invasione senza soluzione di continuità circa la facoltà di scambio e libero mercato che è una azione di diritto delle ASD. Quando dici: **I PRESIDENTI SI SONO ASSERVITI ALLA DITTATURA FEDERALE**, NON CONCORDO APPIENO ,perché ad onor del vero,le forzature messe in atto verso le Società sono state,forse,più di qualcuna e queste non avendo alternative hanno ceduto a tutte le richieste,pur di sopravvivere. Qui è l'inizio del del nostro intervento e, che deve dare speranza di **RAVVEDIMENTO**. IL Ravvedimento dei PRESIDENTI,leggi ASD, è il nostro punto di forza per far si che si dia inizio ad un nuovo corso di GESTIONE. Una Gestione di Pianificazione corretta e di vero Corretto libero impegno economico e gestionale, nella piena consapevolezza della libertà e diritto di fare impresa ed essere gli esclusivi Gestori della propria Creatura. Mentre alla Federazione la corretta Gestione dell'andamento della Attività Tecnica e Sportiva, siccome ampiamente riportato dallo Statuto Federale.
Continua...domani.

Salzano Giuseppe 14/04/2018 Per mio modo di essere tecnico e di fare impresa,rivolgo le mie attenzioni a seconda delle priortà. E sono convinto che a larga maggioranza ciò accada ed è naturale che si segua tale criterio. Per come è stato mal gestito dalla Federazione il rapporto con le Società ed in quali condizioni di difficoltà Quste si trovano. E, quanto piccola o grande che sia la posizione di sudditanza con Essa,ritengo di secondo ordine che le Società avendone o no voglia, incontrino i Soci/Tesserati.
Non mi soffermerei più di tanto circa il voto sul Bilancio Consuntivo e Preventivo. E' Parvità di Materia !!! E' previsto dallo Statuto? E certamente non deve essere il Tesserato a fare il Censore di Bilanci che mancano della Essenzialità!!! QUALE? La mancata capacità Economico/Finanziaria, per le condizioni in cui mette Loro, MADRE MATRIGNA.....e giù di li!
Ai Tesserati fu tolto il diritto al voto per la elezione degli organi territoriali ed altro.
Quindi è di primaria importanza far leva sulle ASD e ricordare Loro che, tutte le modifiche ,peraltro peggiorative allo STATUTO,sono state votate nel tempo, dalle ASSEMBLEE NAZIONALI STRAORDINARIE a Roma.
Le ASD sono il SOGGETTO maggiormente rappresentativo della FITAV.
E...spingendoci un pò più in LA',non ho tema di smentita nell'affermare che, le A.S.D,....Sono La FEDERAZIONE-
Quelle Votazioni che apparivano, senza colpo ferire, hanno dato tanto Smodato Potere, che oggi appare inverosimile sia accaduto!!!!!
Quindi Grido al **RAVVEDIMENTO** nell'ESCLUSIVO INTERESSE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE,DI RIAPPROPRIARSI DELLE PROPRIE POSIZIONI CHE SONO PASSATE DA DIRITTO ESCLUSIVO DI DECISIONI, ALL'AVERE SOLO DOVERI,ad esclusivo INTERESSI DI ALTRI !!!
......E LA DIGNITA'? QUELLA E' UN DIRITTO IMPRESCINDIBILE, VA RIDATO ALLE SOCIETA' E GLI ALTRI CHE OGGI CREDONO DI ESSERE DALLA PARTE DEL DIRITTO, DOVRANNO CEDERLO E PASSARE DALLA PARTE DEI DOVERI: DOVEROSAMENTE!
SI E' ESAGERATO!!!!!!!! ED OGNI ESAGERAZIONE FA MALE!!!!
Cordialità

Vigo Africano 15/04/2018
Mi spiace ma non condivido il tuo intervento. Le ASD, con i loro Presidenti, sono state le principali ARTEFICI di tale situazione e sudditanza.
Si sono arroccate nella speranza di vedersi assegnate Gare, senza capire che queste non portavano che pochi secchi d'acqua al proprio mulino, mentre una saggia gestione doveva essere INDIPENDENTE (liberandosi dal Mercato MONOPOLISTICO) e spinta principalmente al VOLUME DI BERSAGLI LANCIATI nell'ANNO. Cosa che avevano capito in CAMPANIA solo i Gestori dello Stand di ACERRA, prima che questo venisse chiuso.
Oggi poi il Parco tiratori è in crescente riduzione anche per l'eccessivo ed ingiustificato incremento dei costi per praticare le nostre Discipline ed il FUTURO non si presenta migliore, come si evince dall'Articolo pubblicato sul Sito Ufficiale della FITAV.

Salzano Giuseppe 15/04/2018 Aficano,ho denominato questa iniziativa una **OCCASIONE PROPIZIA**
In nessuno degli interventi ho discolpato i Presidenti delle loro responsabilità!
Ho anche fatto chiari riferimenti alle circostanze che avrebbero determinato,nel tempo,le condizioni di cui affermi con il tuo ultimo.
Rifletti e vedrai .

Salzano Giuseppe 15/04/2018 -CTG e Gruppo di Lavoro-
Le ASD,non hanno bisogno di **pseudo supporti** per imbrigliare ulteriormente l'esercizio delle loro attività. E' impellente ed urgente ,per la loro sopravvivenza,la libera acquisizione di attrezzature e bersagli. Di chiarire una volta per tutte correttamente, la rispondenza tecnica alla omologazione dei bersagli:PESO;DIMENSIONI;PROFILO; COMPOSIZIONE e testi di cessione, uguali per TUTTI, secondo le normative vigenti,Dlg 152 2006 ed integrazioni. Poi ogni ASD,nella propria Regione si puo rivolgere liberamente alla ARPA di appartenenza e certamente avrà il supporto tecnico necessario. IL Loro compito è prima consultivo e poi,ma veramente poi, limitativo o repressivo. Anzi,sarebbe il caso di partire anticipando eventuali verifiche,far analizzare quanto vi è da analizzare ed ognuno si assumesse le proprie responsabilità. Almeno si comincia a far chiarezza su quanto di tanto in tanto si fan volare **SPAURACCHI**. Si dia una pianificazione SERIA E CORRETTA AL DA FARSI. SI METTANO I GESTORI DI FRONTE ALLE COSE DA FARE, CHE PIU' POSSANO TENER SCOPERTO,EVENTUALMENTE IL FIANCO! E' LI CHE LA FEDERAZIONE DEVE ESSERE PRESENTE E VICINA. NE HA IL DOVERE!!!

Vigo Africano 19/04/2018
Dal Sito FITAV - Attività Nazionale
Regolamento Poligoni Privati e Campi di Tiro
Rossi oggi al Viminale per un'importante riunione

18/04/18 - Si è svolta oggi presso il Palazzo del Viminale a Roma, un’importante riunione convocata dagli uffici del Ministero dell’Interno preposti alla predisposizione dell’atteso regolamento che disciplinerà i requisiti necessari per l’ottenimento della licenza di Pubblica Sicurezza da parte dei poligoni privati e dei campi di tiro. Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti delle federazioni sportive di tiro (FITAV, FITLD, FTDS), l’ANPAM e gli stakeholders interessati dal nuovo regolamento (ANPP, Assoarmieri, Comitato D-477, Conarmi). Da parte del Ministero dell’Interno sono stati illustrati gli elementi a suo tempo proposti dai vari convenuti, che sono stati recepiti e inseriti nel nuovo testo. Tra questi, registriamo con favore l’accoglimento delle proposte avanzate dalla FITAV che sono state pressoché integralmente recepite. Il Presidente Luciano Rossi, accompagnato dal Coordinatore del Collegio Tecnico Giuridico FITAV dr. Stefano Rosi, ha sinteticamente rappresentato, a nome di tutti convenuti, le varie istanze e aspettative attinenti ai temi delicati e complessi oggetto del regolamento e all’equilibrio tra la loro praticabilità e le esigenze di sicurezza pubblica, ottenendo che possa esser svolto un ulteriore step di valutazione prima del licenziamento del testo finale del regolamento, finalizzato, a renderlo quanto più aderente possibile alle singole esigenze dei praticanti e dei gestori delle discipline di tiro. I lavori e i confronti, compresa l’odierna riunione, si sono svolti in clima di rispetto tra tutti i soggetti coinvolti e gli uffici ministeriali. Questo ha portato al riconoscimento istituzionale di nuovi ruoli e profili di responsabilità nei confronti, in particolare, del CONI e delle federazioni sportive, quali parti attive nell’organizzare e nel garantire i processi inerenti la sicurezza degli impianti sportivi e dei campi di tiro intesi come tali. E’ atteso il licenziamento del testo che seguirà poi l’iter parlamentare previsto per la sua emanazione e adozione. Sarà nostra cura darne comunicazione.

D'Aloja Gianfranco 20/04/2018 Da E-Armi: Su i Poligoni di Tiro

D'Aloja Gianfranco 04/05/2018 Ho pregato il nostro coordinatore di pubblicare l'ultimo inaudito editto federale, che potrebbe sancire la fine dell'elica.

Vigo Africano 04/05/2018
E' l'ennesimo ABUSO!
Bisognerebbe che i Tiratori di Elica e quelli di Fossa Universale interessati all'abolizione di questo Atto, si rivolgessero con una Petizione diretta al CONSIGLIERE FEDERALE RAPPRESENTANTE DEGLI ATLETI.

Maglione Biagio 08/05/2018
A qualcuno risulta la riapertura del TAV Giugliano?

Vigo Africano 09/05/2018
Purtroppo non ancora.

Scrivi