SPAZIO APERTO

Abbiamo creato questo SPAZIO APERTO, per consentire agli Iscritti di colloquiare tra di loro su Temi liberi, purchè attinenti alle Discipline del TIRO A VOLO.
Ci auguriamo tuttavia che Voi tutti non dimentichiate che il CUORE della nostra iniziativa è sempre il FORUM con i suoi Temi specifici, ai quali deve sempre essere dedicata la massima vostra ATTENZIONE.

Vigo Africano 29/09/2003 ARCHIVIO INTERVENTI IN SPAZIO APERTO NELL'ANNO 2003
Archivio interventi ANNO 2003

Vigo Africano 17/06/2005 Archivio interventi in Spazio Aperto:
Archivio ANNO 2004
Archivio ANNO 2005
Archivio ANNO 2006
Archivio ANNO 2007
ANNO 2008 (Primi tre Trimestri)
Anno 2008 (4° Trimestre) - MARZO 2009
Archivio dal 19 Marzo al 31 Dicembre 2009.
ANNO 2010 - I° Semestre
ANNO 2010 - 2° Semestre
ANNO 2011 - I° Semestre
ANNO 2011 - 2° Semestre
Archivio ANNO 2012
Archivio ANNO 2013
Archivio ANNO 2014
Archivio ANNO 2015

Vigo Africano 01/01/2016
BUON ANNO 2016 A TUTTI

Maglione Biagio 02/01/2016 Condivido l'augurio fatto da Vigo.
BUON ANNO 2016 A TUTTI.
Tiratori e non tiratori; padellari(lo siamo tutti) e non padellari; a interventisti (sul Forum) e non iterventisti; a . . . tutti quelli che leggono ma che per timore di mostrare la loro curiosità o esprimere il proprio parere su quel che si dice sul Forum fanno finta di non aver mai sentito nulla . . .
AUGURI di un anno sereno e pieno di soddisfazioni sportive ma principalmente di vita vissuta pienamente.

Rosa Rosa Gioacchino 15/01/2016 03zzz. E come non associarsi agli auguri di Africano!
CASALOTTI. Sono stato contattato dal figlio del proprietario del glorioso Stand romano. Mi dice che oggi è divenuto un campo di calcio, ma conserva il nome legato al Tiro. Molti gli chiedono il perché ed egli sta cercando delle documentazioni storiche sull'attività tiravolistica gestita dal defunto padre. Gli ho promesso di vedere fra le mie foto se ne ho alcune riferibili a Casalotti ed ho chiesto collaborazione a Roberto Scalzone che forse potrebbe avere una foto di suo padre Peppino che su quel campo vinse nel 1967 una storica prova di C.I. con un mitico 297/300 sotto condizioni meteo avverse. Chiedo poi a tutti i nostri lettori, anche a quelli MUTI, se hanno una qualche foto inerente di mandarmene una copia via Africano. In particolare spero proprio in Africano, Silvio ed altri campani (Papararo, Salzano & C.) Grazie in anticipo.

Salzano Giuseppe 19/01/2016 01AZ - Gioacchino,mi associo ritenendolo un atto dovuto ed un piacere. Auguri per l'Anno appena iniziato,spero che ad ognuno porti quanto il proprio cuore desidera,innanzitutto tanta serenità e stare in buona salute.
CASALOTTI,ho cercato ma non alcuna testimonianza fotografica,dovremmo chiedere a Mario De Donato,forse è probabile che qualche foto con il Papà Lello sia presente in famiglia.

Rosa Rosa Gioacchino 19/01/2016 03zzz. Ciao Peppe e grazie. Quando lo vedi prova a chiedere a Mario. Io spero che Silvio ne abbia in quanto credo che abbia fatto delle gare li insieme a me. Ciao.

Vigo Africano 20/01/2016
Ino, io in quegli anni vivevo a Milano ed avevo abbandonato il Tiro a Volo.

Maglione Biagio 21/01/2016 Siamo in pieno Campionato invernale di F.O. e come consuetudine degli ultimi anni per ogni prova c’è una partecipazione di circa 200 tiratori nonostante la concomitanza della stagione venatoria.
Questo mette in evidenza il grande attaccamento all’agonismo e alla passione per il proprio sport che esalta il ruolo dei partecipanti come amanti instancabili del tiro a volo.

Ben venga quindi l’iniziativa messa in campo dal Comitato regionale per autofinanziare la partecipazione delle rappresentative regionali alle gare nazionali; partecipazione necessaria, rappresentativa e stimolante per lo sviluppo del nostro tiro al volo.

La mia riflessione provocatoria era sull’età media dei tiratori; senza pericolo di smentita credo che si possa affermare che l’età media oscilla tra i 50/65 anni con conseguente presenza di tiratori che potrebbero avere necessità di assistenza sanitaria durante le gare e che di regola si svolgono in location abbastanza lontane da centri di assistenza sanitaria.
Il decreto Balduzzi del 2012 prevedendo l’adeguamento delle società sportive al 20 gennaio 2016, la cui attuazione è stata prorogata di sei mesi, determinava che rientravano nel decreto 'Tutte le associazioni e società sportive, anche dilettantistiche, ad eccezione di quelle che svolgono attività sportiva con ridotto impegno cardiocircolatorio, quali bocce (escluse bocce in volo), biliardo, golf, pesca sportiva di superficie, caccia sportiva, sport di tiro (lancio del piattello, tiro con l'arco, ecc.), giochi da tavolo e sport assimilabili'.

E’ vero il decreto non obbliga le società di tiro a volo ad adeguarsi ma sarebbe auspicabile che almeno alle gare con un alto numero di partecipanti (maggiori di 100/150 tiratori) il Comitato regionale si preoccupasse che fosse presente (fornire/utilizzare) un defibrillatore semiautomatico che oggi ha un costo abbastanza abbordabile e far partecipare al corso per l’utilizzo a chi è 'obbligato' istituzionalmente ad essere presente durante le gare.

Con quali fondi?
Essendo una spesa una tantum, si potrebbe trovare uno o più sponsor, organizzare gare ad hoc oppure utilizzare quota parte dei contributi delle iscrizioni alle gare regionali.

Rosa Rosa Gioacchino 21/01/2016 03zzz. Ok AFRI, spero nel dormiente SILVIO!

ricciardi silvio 21/01/2016 CASALOTTI . - Ino, ricordo perfettamente il campo e le gare a cui abbiamo partecipato. Su quel campo abbiamo avuto l'esordio di M.le Russo Spena in occasione dell'exploit di Peppe Scalzone ad uno dei Gran premi di selezione per le olimpiadi.
Dovrei avere qualche foto, ma tra quelle raccolte e non conservate per date, ho iniziato una ricerca.
Appena trovo - se trovo - qualcosa ti informo subito.
Casalotti era una tragedia, il piattello sinistro di prima pedana finiva dritto in una finestra di una casa rurale distante pochi metri dal campo, ma, in compenso, c'era la gioia di permanenze e Roma al Caminetto prima di altre performances ai Parioli.
Come si può dimenticare !!

Rosa Rosa Gioacchino 24/01/2016 03zzz. SILVIO. Anche io ricordo quella maledetta finestra che ci condizionava!!!! Credo che ci si arrivasse scendendo verso una vallata e ricordo un gran cartello Winchester! Fra un po vengo a Napoli e guarderò anche nelle mie foto. Ciao.

D'esposito francesco 29/01/2016 Mi associo al grande dolore del fraterno amico Gennaro Russo e Famiglia per la perdita della cara Mamma.

Falco Tiro a Volo 31/01/2016 Il Tiro a volo Falco è vicino all'amico Gennaro Russo per la perdita della cara mamma.

Vigo Africano 03/02/2016
Allego:
Atto della Camera - Interrogazione del Sen. Alessandro Di Battista del 18 Gennaio 2016, N° 4-11705, con riferimento alla Trasmissione REPORT del 21 Dicembre 2014

Frongillo giuseppe 03/02/2016 solo ora apprendo della scomparsa della mamma del caro amico Gennaro Russo, sentite condoglianze.........

Salzano Giuseppe 03/02/2016 01AZ-Report 21/12/2014 - Interrogazione Di Battista 18/01/2016.
E' un atto puntuale, presentato a distanza di oltre un anno a mezzo interrogazione a risposta scritta al Presidente del Consiglio dei Ministri.
Vale ricordare che interventi altrettanto puntuali sull'argomento, sono tuttora presenti su questa stessa pagina, dal 19/12/2014 al 23 gennaio 2015.
In data 18 e 19 gennaio,prima Riunione del Consiglio Federale 2015,il Presidente Rossi nella Relazione accennò l'argomento REPORT **ritenendola una azione scandalistica mossa ad arte nei suoi confronti.**
L'interrogazione o altro, comunque la si vuole presentare,sapete benissimo,è una richiesta *conoscitiva*.La risposta è un ***ATTO POLITICO***!
Ma con tutto il rumore che ci fu con *REPORT*,possiamo pensare veramente che il Presidente Rossi sia stato nel mondo dei balocchi, avendo avuto tutto il tempo per *SISTEMARE* ogni cosa? **La Politica prenderà Atto** dello stato dei fatti attualmente in atto.
In politica e per gli Statuti dei Partiti non ci sono Tribunali,si fa e si disfa a proprio piacimento! Sono convinto anche che, dovessero esserci gli estremi rappresentati nella Interrogazione, il Presidente Rossi potrebbe essere invitato **Cortesemente a lasciare** con invito di provenienza *BIDIREZIONALE*:Politica Presidente Renzi- Avendo poi,***Ritoccato***fatto e disfatto anche lo Statuto Federale: Sportiva Presidente Malagò.
Afri e Gioacchino. Sento il dovere di intervenire sull'argomento Elica,siete stati come solito ineccepibili.Dovrò fare il possibile di esprimermi per una condivisione forte.Cordialità.

Maglione Biagio 04/02/2016 L’interrogazione parlamentare apre nuovi e vecchi orizzonti.
Nuovi perché è un battage che, anche se con ritardo, riporta il focus su un argomento di fatto un po’ vetusto per i non addetti ai lavori.
Vecchi perché il tantissimo tempo trascorso, dalla trasmissione di Report, fa chiedere “cui prodest” solo ora un intervento del genere?
Se non erro il Presidente ha raggiunto il massimo temporale della carica per cui a fine mandato dovrebbe lasciare; essendo un uomo di mondo certamente sta allevando e svezzando il delfino che gli subentrerà.
Facendo ricorso alla fantascienza spicciola si potrebbe ipotizzare che sotto l'azione parlamentare potrebbe lasciare per abdicazione così da consentire al nuovo Presidente di sfoggiare brillantemente una nuova immagine senza ombre?
In tutti i casi parlarne aiuta a fare chiarezza. . . sulla situazione attuale del tiro sportivo.

Rosa Rosa Gioacchino 06/02/2016 03zzz- BIAGIO. Non sbagli. ma il Presidente ben altre volte ha raggiunto il massimo temporale ed ha sempre trovato la soluzione adeguata a superare qualsiasi ostacolo. Questa volta pare che pensi ad una successione dinastica!!!!!

Vigo Africano 06/02/2016
In allegato riporto il Disegno di Legge di iniziativa del Senatore Luciano Rossi e Senatore Nico D'Ascola - Modifiche alla Normativa per la Concessione del porto d'armi e per la collezione di armi comuni da sparo e per uso sportivo
A chi è più ferrato di me sull'argomento, lancio un invito a riportare in questa Pagina le eventuali osservazioni.

Rosa Rosa Gioacchino 06/02/2016 03zzz. AFRI. Io come te non sono in grado di valutare e giudicare il valore di certi argomenti giuridico/tecnici e quindi rimettiamoci al parere di chi ne sa più di noi. E certamente, di Rossi si può dire tutto, ma non che non abbia la esperienza giusta per discutere in fatto di armi. Mi viene però un sospetto malizioso: che il ritardo (vedi BIAGIO MAGLIONE) col quale è stata ripresa la questione conflitto sollevata da Report abbia a che fare con questa iniziativa di Rossi? Se così fosse, tornerei alle mie iniziali valutazioni su certi politici e SILVIO tornerebbe con me!

Rea Carmine 07/02/2016 Stranamente l'interrogazione a risposta scritta 4-11705 del Deputato Alessandro Di Battista su fatti che riguardano il nostro presidente FITAV, ancorché senatore, è stata presentata Lunedì 18 gennaio 2016, nella seduta n. 549.

Nel mentre, il Disegno di legge
d’iniziativa del nostro presidente, senatore Luciano Rossi e del senatore Nico D’Ascola *Modifiche alla normativa per la concessione del porto d’armi e per la collezione di armi comuni da sparo e per uso sportivo* è stato presentato appena il 27 Gennaio 2016.
Lo scopo del ddl è, secondo i firmatari, affrontare in modo puntuale le problematiche connesse al DISEGNO DI LEGGE 583 d’iniziativa delle senatrici Granaiola e Amati
comunicato alla presidenza nel lontano 30 APRILE 2013.

Tale DDL, che credo tutti abbiano letto, ha per oggetto
*Modifiche alla normativa per la concessione del porto d'armi e per la detenzione di armi comuni da sparo e per uso sportivo*.
E' giunto ormai alla calendarizzazione presso la Commissione affari costituzionali del Senato.

Rea Carmine 07/02/2016 Secondo me, l'iniziativa del nostro presidente, forse sollecitata anche da ben altre motivazioni conseguenti fatti più recenti e loro prevedibili conseguenze, nonostante il sensibile ritardo,
potrebbe forse sortire un accorpamento dei due Ddl con una rivisitazione del suo impianto finale.

Maglione Biagio 07/02/2016 DDL (Disegno di Legge di iniziativa del Senatore Luciano Rossi e Senatore Nico D'Ascola): non ho la qualifica per dissertare su quanto esposto né tantomeno l’esperienza necessaria per inoltrarmi in affermazioni più o meno approfondite; nonostante ciò leggere il DDL così esposto mi incute un certo disagio.
Non tanto sulla regolamentazione tecnica del possesso o sulla verifica delle condizioni psicofisiche ma ho l'impressione che si stia proponendo la fine, anche se in modo velato, della gratuità annuale della licenza.
Infatti all’art.1.2 ribadisce:
“Il rinnovo della licenza è subordinato alla presentazione della certificazione da parte dell’interessato di essersi esercitato al tiro almeno una volta l’anno nel periodo di precedente rilascio . . . o della documentazione comprovante la partecipazione ad almeno due competizioni sportive di tiro di livello regionale o nazionale per ogni anno . . . La licenza è esente da ogni tassa di concessione governativa”.
L’ultimo periodo sembra in netta contraddizione con l’obbligatorietà della documentazione; non tassa governativa ma tassa camuffata e dirottata verso le tasche altrui; sembra che si stia regolamentando un ulteriore quota annuale di partecipazione obbligatoria da versare ai TAV.

Rosa Rosa Gioacchino 07/02/2016 03azx.La vicenda D.D.L. e gli ultimi due interventi di Carmine e Biagio mi invoglia ad uno sfogo che perdonerete. Quando il sito tratta di certi argomenti ti senti orgoglioso di aver contribuito alla sua nascita e ricacci indietro il pensiero di mollare sulla spinta di una colpevole disaffezione della base. Bravi ragazzi e complimenti. Ma consentitemi ancora un auto complimento: forse la mia intuizione maliziosa di ieri non era mal riposta anzi, se avessi letto e capito il papello, avrebbe dovuta essere doppia se si mira a costituire un reddito per i fallendi T.A.V. Naturalmente a danno delle nostre tasche! Nulla di nuovo sotto il cielo!

D'Aloja Gianfranco 07/02/2016 Mi sembra un disegno ragionevole. Non c'è nessun aggancio col precedente DDL Amati Granaiola. Penso che gli attestati richiesti per il rinnovo, trattandosi di semplici attestati, non debbano essere soggetti ad alcun pagamento, se non per il supporto materiale e per le eventuali spese di spedizione. Circa la coincidenza tra interrogazione parlamentare e DDL credo si tratti solo appunto di una coincidenza.

Vigo Africano 07/02/2016
Purtroppo avendo pubblicato il mio intervento del 06/02/16, relativo alla Proposta di D.D.L. dei Senatori Rossi e D'Ascola, sia in questa pagina sia in quella dedicata all'ELICA, gli interventi degli Iscritti sono sparsi in ambedue le Pagine del FORUM. Invito pertanto tutti a consultarle entrambe.

Rosa Rosa Gioacchino 08/02/2016 03azx. AFRI. Giusto trattare qui argomenti generali quali questo delle Armi che mi sembra di preminente importanza. Ringrazio poi LELIO e GIANFRANCO per le loro opinioni tranquillizzanti e mi augurerei comunque una più ampia messe di pareri sull' argomento.

palazzo lelio 07/02/2016 @Gioacchino, ho dato una lettura sommaria alla proposta di legge che si dibatte in parlamento e a quella riferita nei commenti su spazio aperto.
al di là delle discrasie da te evidenziate sul pagamento della tassa governativa, e sulla quale il tecnico Gianfranco ne saprà di certo di più, volevo solo evidenziare una circostanza che da tempo avevo notato
Pur ritenendo le armi ne buone ne cattive, aggettivi che spettano agli utilizzatori -che sono persone-, volevo evidenziare da sportivo praticante che un grandissimo numero di armi corte viene acquistato da coloro che hanno la licenza solo sportiva per fucile. A tal punto che tale licenza la si consegue -da parte dei più- solo per acquistare armi corte. La qual cosa l'ho da tempo notato, e come sportivo mi ha dato anche fastidio, prevedendo che prima o poi, tale andazzo di acquistare le armi corte avrebbe portato conseguenze (limitazioni e problemi) anche per noi che pratichiamo la disciplina agonistica del tiro col fucile.
Non ci voleva di certo l'indovino per prevedere quanto sarebbe avvenuto, in quanto l'emergenza Isis immigrazione, ha dato la stura alla stretta ministeriale.
Bene dunque che si certifichi l'effettiva partecipazione alle gare sia per fucile che per pistola, da chi possiede la licenza per uso sportivo. La sicurezza sociale non è un optional.
Vi sono altri tipi di licenza per difesa e per detenzione domiciliare ai fini di difesa abitativa.
Non si nascondano tali ragioni -seppur legittime- dietro chi pratica lo sport.
Un saluto

Maglione Biagio 08/02/2016 Ritorno sul mio intervento del 07/02 per dettagliare meglio quanto volevo esporre su una presunta e strisciante nuova quota annuale; forse preso dalla foga dell’esposizione mi sono espresso con poca chiarezza.

Mi faceva piacere puntualizzare che il rinnovo della licenza viene di fatto asservito alla partecipazione obbligatoria a gare regionali nonché nazionali o alla frequenza di corsi di pratica del tiro.
Quindi per il rinnovo si sta obbligando a partecipare ad almeno due gare per ogni anno (2 serie per gara?) sui campi da tiro riconosciuti (FITAV?) il cui accesso come noto è ufficialmente subordinato all’iscrizione FITAV (per l’assicurazione ed altro).

Quindi 4 serie di piattelli e costi iscrizioni per tutti (sembra la stessa manovra di un noto ente televisivo); ma se volessi sparare solo qualche volta con gli amici della domenica?.
Facendo riferimento ai 19.000 e passa iscritti FITAV dell’anno scorso si raggiunge la ragguardevole cifra di 38.000 serie di piattelli.
Lascio a voi fare un po’ il conto di che cifre annue (che diventerebbero di fatto obbligatorie) stiamo parlando; si sta formando un gettito di entrate annuale (per chi?) di ragguardevole portata.

Speriamo almeno che mamma FITAV si assuma l’onere di produrre la certificazione al momento delle iscrizioni. Certo l’affermazione che la licenza è esente da ogni tassa di concessione governativa ha solo sapore di beffa.

palazzo lelio 08/02/2016 Facendo seguito, alle considerazioni di Biagio, devo ammettere che la norma così come formulata non è chiara. Mi auspico che possa valere anche un attestato della Società di appartenenza, che certifichi la partecipazione a qualche gara societaria. Se invece si consolidasse il principio della valenza delle gare nazionali il costo per gli elicisti, sarebbe prossimo ad un safari.
Non ometto di puntualizzare tuttavia due circostanze, che in tema di licenza di porto di fucile per uso sportivo ha portato a tale proposta normativa. Tale licenza come oggi la conosciamo, in origine sorge per consentire a tutti coloro che amano il tiro a volo di non dover sostenere l'esame di caccia, titolo abilitativo che un tempo unicamente consentiva anche la partecipazione alle gare tiravolistiche. Nel corso del tempo, su tale licenza v'è stata battaglia tra circolari ministeriali che limitavano l'uso e l'acquisto di armi corte, e le successive sentenze del Consiglio di Stato che invece ampliavano l'utilizzo alle facoltà che oggi conosciamo.
Tuttavia siccome l'uso non è scevro dall'eccesso, si è giunti alla proposta normativa in oggetto. Di certo con quanto detto nel mio post del 7.02, non ho riscosso la simpatia degli amici armieri, tuttavia come tiratore sportivo, allorquando avvengono episodi di cronaca con l'utilizzo di armi regolarmente acquistate tramite la licenza di porto di fucile sportivo, non mi fa di certo piacere essere equiparato nell'immaginario collettivo a qualche malfattore o squilibrato, che ha utilizzato il mio stesso titolo autorizzativo per consumare un reato.
Un saluto

D'Aloja Gianfranco 09/02/2016 Il disegno di legge, come alternativa al requisito della partecipazione a due gare di livello nazionale o regionale, pone quello del semplice allenamento almeno una volta l'anno (*.. Il rinnovo della licenza è subordinato alla presentazione della certificazione da parte dell’interessato di essersi esercitato al tiro almeno una volta l’anno nel periodo di precedente rilascio in una sezione del Tiro a segno nazionale o un campo di tiro o poligono privato autorizzato..*). Ciò che si vuole imporre è il rinnovo della tessera federale per ogni anno della durata della licenza, penalizzando i titolari della licenza di porto d'armi sportivo che volessero detenere in casa un'arma unicamente a scopo difensivo.

Vigo Africano 09/02/2016
Ricordo che già adesso per trasportare l'arma sul Campo di Tiro è necessario abbinare al Porto d'Armi Uso Sportivo la Tessera dell'iscrizione annuale alla Federazione di appartenenza.

Falco Tiro a Volo 10/02/2016 Il tiro a volo falco e' vicino alla famiglia dell'amico eugenio marzuillo per la prematura dipartita del cognato.

D'Aloja Gianfranco 13/02/2016 La licenza di porto di fucile per tiro a volo è gratuita ed ha la validità di sei anni. Non è richiesta la iscrizione alla FITAV, che è una associazione privata. I requisiti richiesti sono gli stessi indicati per la licenza di caccia. (giudice Mori).

D'Aloja Gianfranco 13/02/2016 Da cui si evince che la diabolicità del disegna di legge non sta tanto nell'imporre la certificazione, ma nell'imporre la stessa tessera FITAV. Oggi io posso, almeno in teoria, frequentare un campo di tiro autorizzato ma non affiliato alla FITAV. Il Nostro Grande Presidente cento ne pensa e una ne fa (o viceserva).

D'Aloja Gianfranco 16/02/2016 La lettura dei commenti su Armi e Tiro in versione on line a proposito del DDL di Rossi e D'Ascola mi ha fatto notare un'asurdità che mi era prima sfuggita. All'art.2 si legge :*Tale licenza (quella di porto d'armi per uso sportivo) abilita al trasporto delle armi comuni da sparo dal luogo di detenzione ai luoghi di esercitazione e al porto delle medesime nei campi di tiro ove è consentita o autorizzata l’attività sportiva o di esercitazione con armi*. Ciò vuol dire che non sarebbe ammesso il trasporto, per es., da casa all'armaiolo per riparazioni o da casa in armeria per la vendita. Non può trattarsi di una svista perché si fa una netta distinzione fra trasporto e porto d'armi.

Rosa Rosa Gioacchino 16/02/2016 03azx. Mi sembra che l'argomento meriti ancora molta attenzione. Grazie a tutti voi ed a Gianfranco in particolare, A lui non sfugge niente, per fortuna1

palazzo lelio 16/02/2016 Ridiamoci su:
l'osservazione di Gianfranco letteralmente è corretta.
Molto probabilmente la FITAV applicherà anche nello specifico il controverso principio del ^Trascinamento^ già applicato per le categorie.
Più precisamente il porto-trasporto dell'arma è dall'abitazione ai campi da tiro (Fitav, naturamente).
Il ^Trascinamento^ abitazione-armeria è per l'arma rotta o comunque in ridotte condizioni offensive.
Negli anni 70 il c.d. decennio lungo del secolo breve, si ironizzava nei confronti dei personaggi del potere (DC) ^una risata vi seppellirà...^.
Un simpatico saluto.

Bacco Giuseppe 17/02/2016 Non vi pare che stiamo facendo un po' troppo gli Azzeccagarbugli ? Cerchiamo di non complicare le cose semplici. Per associazione: se posso portare l'arma da casa ai campi di tiro, è chiaro che posso anche portarla dall'armaiolo se è rotta. Sono abilitato al porto dell'arma per utilizzarla negli allenamenti e nelle competizioni, la posso portare dove mi pare per renderla idonea all'utilizzo autorizzato nella licenza di porto d'armi. Se devo partecipare ad una gara a Roma, parto da Torino la sera precedente ed in quel percorso non la sto trasportando da casa al campo di tiro ma da casa all'albergo dove pernotterò. Ciò non significa che, nel frattempo, la mia licenza non svolga la sua funzione.
Dobbiamo sempre appellarci al buon senso ed allo spirito della norma.

D'Aloja Gianfranco 17/02/2016 Vedo che c'è una certa confusione fra porto e trasporto. Il porto si riferisce all'arma già pronta all'uso, il trasporto si riferisce all'arma resa innocua in quanto smontata e custodita in apposita custodia chiusa a chiave e quindi non pronta all'uso. Quella schifezza di articolo 2 della proposta Rossi D'Ascola, disambiguando il testo della legge del 1969 sul porto d'armi per tiro a volo, specifica che sia nel caso del porto sia nel caso del trasporto il tragitto debba essere dal luogo di detenzione al luogo di esercitazione o campo di tiro. Bisogna quindi prendersela con i presentatori di quella proposta se hanno scritto la succitata corbelleria, che non dà adito ad interpretazioni più permissive.

D'Aloja Gianfranco 18/02/2016 A meno di non interpretare l'espressione *luoghi di esercitazione* nel senso più lato, considerando le armerie come luoghi di esercitazione dell'arte armiera e gli alberghi come luoghi di esercitazione dell'arte alberghiera, quest'intervento *correttorio* della precedente legge sul porto d'armi per il tiro a volo resta inspiegabile, specie se pensiamo che a presentarlo sono il massimo esponente della Federazione Tiro a Volo, che la materia dovrebbe conoscerla a fondo, e un noto giurista di Milano. Non posso pensare ad uno specifico intento punitivo nei confronti dei possessori del suddetto porto d'armi. Naturalmente dovrebbe valere il buon senso, ma allora perché modificare quella legge che finora non aveva dato nessun fastidio?

Bacco Giuseppe 18/02/2016 Visto che dimostri una competenza giuridica che io non posseggo, non sarebbe il caso di inviare un messaggio al ns. Presidente affinché possa rendersi conto di cosa stanno combinando?

D'Aloja Gianfranco 18/02/2016 Io glielo mando, ma non so come potrebbe prenderla, visti i precedenti.

Vigo Africano 18/02/2016
Non credo che la prenda a male, ma come un segno di collaborazione. Provaci!

Rosa Rosa Gioacchino 22/02/2016 03azx. GIANFRANCO. Anche io sono convinto che non dispiaccia a Rossi sentire vari pareri sulla questione. Quindi vai tranquillo!

Maglione Biagio 03/03/2016 FALCO: credo che ormai sia conoscenza di tutti che il TAV Falco per un tempo non potrà ospitare manifestazioni sportive. Sento di esprimere il mio rammarico per l'accaduto ed esternare alle famiglie Falco e Cassandro l'augurio di una rapida riapertura di un pezzo della nostra storia sportiva.

Falco Tiro a Volo 03/03/2016
Informiamo i Tiratori che momentaneamente lo Stand resta chiuso.
Sarà nostra cura informarvi tempestivamente alla ripartura.

Rosa Rosa Gioacchino 03/03/2016 03azx. Auguri a Falchi e Falchetti per una rapida risoluzione.

ricciardi silvio 03/03/2016 PER IL TIRO A VOLO FALCO . - Potrà sembrarvi una minaccia, ma vi assicuro che è, almeno per me, una chiara dimostrazione di affetto: la prima gara che farete dopo la riapertura, avvertitemi, io ci sarò !! Un abbraccio.

Rosa Rosa Gioacchino 04/03/2016 03azx. Ed io credo che sia proprio una minaccia! Meglio che in casi del genere noi si faccia presenza con sciarpa, papalina e guanti, ma senza esibirci.....d'accordo SILVIO?

ricciardi silvio 04/03/2016 LA VITA E' COMPETIZIONE. Ino niente guanti, mutande lunghe e papalina !!! Solo la tradizionale termica sempre indossata d'inverno e - udite udite - sparerò!! Assaporo già il profumo della polvere da sparo ed il dolore per il bersaglio che saluta e va via, ma......ogni promessa è debito e gli zeri - quasi tutti - vengono perchè si ha ancora la forza di strappare !!!! ...o no ??

Rosa Rosa Gioacchino 04/03/2016 03azx. O....SI! Volevo solo sfotticchiare e stimolare ancora di più il tuo impegno.

D'esposito francesco 05/03/2016 Anche da parte mia gli auguri al tav Falco per una sollecita riapertura.
A Silvio: voglio proprio vedere se questa volta manterrai la promessa e, se così voglio sparare nella tua stessa batteria per contribuire agli zero. Ciao Silvio

Rosa Rosa Gioacchino 07/03/2016 03azx. TIROAVOLOFORUM. Qualcuno pensa che il nostro sito sia benemerito per aver aperto la strada alla voce informatica dei Tiratori, ma di essere ormai uno strumento TECNOLOGICAMENTE SUPERATO. Vero o no che siano ambo le cose, nessuno potrà comunque negare che ci sono dei VALORI POSITIVI che, per fortuna, non dipendono dal PROGRESSO. O si hanno o non si hanno! Si possono anche sviluppare col tempo, ma occorre avere le basi! Senza esse è difficile costruire valori concreti. Io credo che Tiroavoloforum queste basi di CREDIBILITA', SERIETA', EQUILIBRIO le aveva dall' inizio e le ha CONSERAVATE. A me basta questo, senza INSEGUIRE IL MODERNO AD OGNI COSTO.

Falco Tiro a Volo 07/03/2016 Addolorati siamo vicini all'amico Mario Feola per l'improvvisa dipartira della cara moglie. Un forte abbraccio ai figli Michele e Enzo.

Vigo Africano 07/03/2016
Mario, prendo vivamente parte al tuo grande dolore e ti abbraccio fraternamente.

Vigo Africano 07/03/2016
L'evoluzione tecnologica non può sopperire all'INDIFFERENZA che la grandissima parte degli ISCRITTI ha evidenziato in questi lunghi anni a partecipare ai moltissimi e fondamentali argomenti trattati.
Il Sito voleva essere una VOCE SINERGICA di tutti quelli a cui sta a cuore la GESTIONE e la SORTE del nostro SPORT, e la TENACIA, di quei pochi che hanno sentito e sentono ancora il DOVERE di esprimere le proprie IDEE e le proprie OPINIONI, viene purtroppo minata da questa mancata partecipazione, sminuendoli, agli occhi di chi dovrebbe sentirci, al RANGO di SOLITI ROMPICO......
Per il resto non posso che condividere quanto scritto da Gioacchino Rosa Rosa.

de Maria Giovanni 08/03/2016 Mario e'sconvolgente apprendere della dipartita della tua signora, mancando da un po' di tempo dal giro ho saputo con ritardo del tuo grande lutto,non ho parole,ti sono vicino con affetto a presto Gianni

Cembalo Francesco 08/03/2016 La Struttura Federale Campana e tutti i tiratori sono vicini all'amico Mario Feola per il grave lutto che lo ha colpito.

Rosa Rosa Gioacchino 08/03/2016 03azx.Le mie sentite condoglianze a Mario Feola.

Rosa Rosa Gioacchino 08/03/2016 03azx. AFRI. Sull' atteggiamento apatico dei Tiratori, anche nel subire ogni sorta di angherie, abbiamo già speso mille e una parola. Non è il caso di aggiungerne altre! In questo tendenzioso, interessato giudizio, nuovamente captato a mezza altezza domenica scorsa, vi sono 2 pensieri. Quello avanti è quello espresso in chiaro: Tiroavoloforum è tecnologicamente superato...Quello indietro, se espresso ad alta voce, direbbe:….ergo non ha più peso! Ed io non condivido, non perché mi illudo, ma perché il contrario è dimostrato dai fatti e dai riscontri obbiettivi. Pensa solo alla telefonata che ti fece il Presidente Rossi…….E allora: dicano pure ciò che vogliono e che fa comodo!

ricciardi silvio 08/03/2016 NS.SITO . - Ma da quando i concetti validi e costruttivi espressi e pubblicati hanno bisogno di un moderno supporto tecnologico !!
Se si dice la verità, se si chiede di esprimere pareri corretti ed intelligenti, se si pretende giustizia e riparazione a danni arrecati, ANCHE LA VECCHIA E VALIDA CARTA IGIENICA stampata e letta non ha bisogno di modernità !!

D'esposito francesco 08/03/2016 all'amico Mario Feola porgo vivissime condoglianze e mi scuso del ritardo, ma solo ora ho letto la triste notizia.

Raimondo Tommaso 09/03/2016 Il TAV RAIMONDO, Tesserati Soci e Amici tutti, si associano al dolore dell'amico Mario Feola per la perdita della cara moglie.

D'Aloja Gianfranco 11/03/2016 Dal sito *earmi.it* quest'articolo di di Edoardo Mori.-------------------------------------------------Che succede ai Carabinieri?

Ho sempre parlato bene dei Carabinieri e da sempre ho espresso la massima stima per l'Arma, ma negli ultimi tempi comincio ad avere dei dubbi. Quasi sembra che la zanzara Zika abbia colpito prima nelle caserme italiane che nel Brasile!
Sembra che la preparazione di chi opera venga paurosamente sostituita dall'unica smania di dimostrare che i graduati fanno arresti, che fanno sequestri, con operazioni che una volta ben avrebbero figurato nelle note barzellette,che sono capaci e attivi.
Ho visto un caso di Tizio che stava per essere portato in carcere perché deteneva due bossoli sparati e arrugginiti per cartucce del 91 e l'arresto per detenzione di munizioni da guerra è stato evitato solo per l'intervento del pubblico ministero.
Ho visto un caso di un tizio denunziato per la detenzione di un fucile a spillo del 1870, quasi certamente inefficiente, classificato come fucile a lunga gittata perché … aveva la canna molto lunga!
In un mese ho avuto notizia di ben quattro casi di un cittadino che di notte, avendo sentito o visto persone che si aggiravano nel suo giardino, ha sparato un colpo in aria, e si è trovato denunziato per tutti i reati che sono venuti in mente, anche a sproposito, al maresciallo; si è visto portar via le armi e si è trovato con le licenze di porto d'armi ritirate da questore.
Non sono atti che possono trovare la minima giustificazione giuridica e che possono trovare altra spiegazione se non quella di una totale mancanza di buon senso, strettamente collegata ad una totale mancanza di intelligenza, della persona che ha operato
Anche uno sparo oggettivamente illecito, ad esempio perché fatto il luogo abitato e sparando in una direzione in cui il colpo potrebbe essere pericoloso, diviene comunque legittimo se è fatto allo scopo di esercitare il diritto di legittima difesa, cioè per prevenire un danno a sé o dai propri beni. È un atto sicuramente adeguato alla situazione, che non provoca la lesione di nessun diritto, che non prova pericolo, che non provoca un danno sproporzionato e che quindi per legge non può essere sottoposto alla minima critica. E per la legge penale è sicuramente legittimo anche il cittadino ha preso un abbaglio e il pericolo era solo un frutto della sua paura (cosiddetta legittima difesa putativa).
Non sussiste il famoso procurato allarme perché questo è un reato che si inventano i marescialli senza guardare il codice; il procurato allarme lo commette il cretino che telefona al maresciallo dicendo che sentito un colpo di pistola (la maggior parte della gente non sa distinguere un colpo di pistola da un qualsiasi botto, magari provocato dallo scappamento di una moto). Per legge infatti il procurato allarme si ha quando si comunica, cioè si telefona o si scrive, all'autorità informandola di pericoli inesistenti e così mettendola in allarme con dispendio di mezzi e di persone.
Non sussiste il reato di disturbo dell'occupazione delle persone perché l'unico ad essere disturbato è il maresciallo che stava guardando la partita alla televisione. Il reato di disturbo richiede un'attività ripetuta ed ingiustificata, non certo un singolo rumore isolato, altrimenti si dovrebbe vietare la circolazione di tutte le macchine e motociclette dal tramonto al sorgere del sole. Si dovrebbero anche condannare tutti coloro a cui di notte parte l'allarme della casa o dell'auto.
Non sussiste il reato di spari pericolosi, in primo luogo perché esso si configura solo il luogo abitato (stendiamo un velo pietoso sulle frasi di certi rapporti in cui si trova scritto che il luogo era abitato perché ci stava lo sparatore!), in secondo luogo perché uno sparo a salve non è pericoloso e quello a palla non è pericoloso se si spara verso terra o verso il cielo (se lo spari verticale il proiettile di pistola ricade innocuo, se si spara con grande angolo di tiro il proiettile va a ricadere in genere fuori dell'abitato). Basti dire che non vi è un solo caso di indicenti provocati da simili atti.
E comunque, si ripete, sono tutte attività ampiamente legittimate dal fatto che il cittadino agisce non per divertimento, ma per evitare un pericolo.
Ma allora da che cosa deriva questa frenesia di denunciare il cittadino e di portargli via le armi? È possibile che tra fra i carabinieri, gente appartenente alle forze armate, si sia diffusa la mentalità che i cittadini non hanno diritto di difendersi e che non hanno neppure il diritto di far paura ai ladri e delinquenti?
È davvero queste persone pensano che sia pericoloso per la società chi difende la proprietà propria e altrui?
Il legislatore ha introdotto il ritiro delle armi in via di urgenza in quei casi in cui il cittadino sta commettendo reati gravi che dimostrano come sia un delinquente o che sia andato fuori di testa. Non ha certo voluto stabilire che ogni volta che uno spara gli devono essere sottratte le armi. Così facendo di solito si tolgono ler armi proprio a chi concretamente ha bisogno di averle.
Io non lo so se questi soggetti abbiano ricevuto dai superiori l'ordine di fare un verbale di denunzia ogni volta che devono uscire dall'ufficio, ma ritengo veramente urgente che al Comando generale si pongano il problema di come limitare questi continui abusi del diritto che finiscono per rendere odiosa un'Arma che ama essere amata!

3 marzo 2016

Rosa Rosa Gioacchino 11/03/2016 03azx.Ripeto ancora una volta: questo inserto di Gianfranco è il vero modo di essere utili alla comunità. Tutto il resto son chiacchiere al vento, anche se è vento moderno! Bravo Gianfranco.

Tartaglione Domenico 11/03/2016 Salve a tutti volevo chiederVi cosa è successo al tiro a volo falco??
Come mai è chiuso?? Ho provato a chiedere ma nessuno mi ha detto cosa è successo..in attesa di risposta saluto.

Bacco Giuseppe 11/03/2016 03AZX Credo che la tecnologia sia supporto concreto allo sviluppo delle idee ed alla loro condivisione. Mi pare lo stesso obiettivo che si propone questo forum. Voi ci avete messo a disposizione uno strumento idoneo allo scopo. Tutti possiamo utilizzarlo per proporre le nostre opinioni, per suggerire i nostri consigli, per esporre le nostre critiche. Gli argomenti da trattare sono meglio identificati e circoscritti rispetto a Facebook a Twitter ad Istagram, ciò dovrebbe consentirci di disquisire specificatamente su ciò che ci interessa particolarmente. Voi ideatori e promotori ci avete messo a disposizione il mezzo, se noi non sappiamo utilizzarlo al meglio è solo per nostra mancanza. Per parte mia non posso fare altro che ringraziarvi e sostenervi. Credo comunque che nonostante l'apparente silenzio, poco giustificabile, la voce di Tiroavoloforum echeggi, anzi rimbombi anche oltre il visibile.

Rosa Rosa Gioacchino 11/03/2016 03azx. BEPPE. Grazie per il gradito apprezzamento.

D'Aloja Gianfranco 12/03/2016 Visto che né Rossi né D'Ascola hanno risposto alla mia richiesta di chiarimenti sul disegno di legge 2216 da loro presentato al Senato, ho chiesto al Dottor Mori un suo commento, che egli mi ha prontamente inviato. Aspetto solo che mi autorizzi a pubblicarlo su Tiroavoloforum.

D'Aloja Gianfranco 12/03/2016 I due senatori ne escono letteralmente a pezzi, ciò che mi costringe ad ammettere di essermi sbagliato quando giudicai ragionevole la loro proposta di legge.

D'Aloja Gianfranco 13/03/2016 Ecco l'articolo datato 7 febbraio 2016 e già di pubblico dominio------------------------------------------------------------------------------------
Edoardo Mori
Commento al Disegno di legge d'iniziativa del senatore Luciano Rossi e del sen. Nico D’Ascola
Modifiche alla normativa per la concessione del porto d’armi e per la collezione di
armi comuni da sparo e per uso sportivo.------------------------------------------------------------
Art. 1.
(modifiche al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773)
1. Al testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con Regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 sono apportate le seguenti modificazioni:
a) All’articolo 39 è aggiunto il seguente comma:
*Quando ha fondato motivo di ritenere che il detentore di armi, munizioni e materie esplodenti o il titolare di una licenza di porto d’armi abbia perduto i requisiti psicofisici previsti, il prefetto può chiedere che l’interessato produca entro trenta giorni il certificato medico previsto per il rilascio della rispettiva autorizzazione. La mancata produzione del certificato o l’accertamento definitivo della carenza dei requisiti psicofisici comportano la revoca immediata della licenza di porto d’armi o del nulla-osta alla detenzione e autorizzano il prefetto a vietare la detenzione delle armi denunciate, ai sensi del primo comma*.--------------------------------------------------------------
Note: Il linguaggio usato è logorroico e approssimativo;
- fondato motivo: la parola *fondato* sembra voler dire che il prefetto deve avere validi motivi per ritenere che una persona sia matta o drogata e pericolosa; ma in tal caso deve agire con la procedura d'urgenza già prevista dall'art. 39 e senza attendere certificati o altro; quindi si dovrebbe dire *ha motivi per ritenere* e poi si dovrebbe dire che cosa si intende per *motivo*. Non si devono calpestare con tanta noncuranza i diritti del cittadino; non è possibile che il prefetto sia legittimato ad attaccarsi a meri pretesti (querele, infrazioni amministrative, denunzie per contravvenzioni, ecc.) per togliere o rifiutare licenze ed armi. Chi si dedica alla caccia o al tiro, chi colleziona armi, fa degli investimenti spesso consistenti e ogni prefetto che crede di potersi muovere come il famoso elefante nel negozio delle porcellane, fa danni irrimediabili. Come poi sempre avviene, i nostri legislatori parlano di armi in generale, come se ogni cosa chiamata arma fosse pericolosa. Dove stanno le esigenze di sicurezza pubblica per le armi antiche, libere nella maggior parte degli Stati? A chi detiene sciabole e pugnali, verranno tolti anche i coltelli da cucina?
- trenta giorni: Ma dover vivono i nostri politici? Secondo loro in Italia si riesce ad avere, in soli 30 giorni, due visite mediche ed eventuali accertamenti specialistici non urgenti?
- l’accertamento definitivo della carenza dei requisiti psicofisici. Volevano dire: *se il certificato non viene presentato o se l'accertamento medico definitivo è negativo*;
- nulla-osta: Non esiste il nulla osta alla detenzione, ma solo all'acquisto di armi; il prefetto deve stabilire il *divieto di detenere armi*.
- denunziate: vogliono forse dire che è consentito detenere armi non denunziate? La parola è pleonastica.----------------------------------------------------------------------------------------

b) All’articolo 42, dopo il terzo comma aggiungere i seguenti:
*3bis) Alla documentazione richiesta per ottenere o rinnovare la licenza di porto d’armi deve essere allegato un certificato medico, di data non anteriore a trenta giorni, che attesti i requisiti psicofisici previsti e dal quale risulti che il richiedente non è affetto da malattie mentali o gravi disturbi della personalità che comportino la possibilità concreta di abusare delle armi, ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti o psicotrope ovvero abusare di bevande alcoliche. Il medico certificatore che non abbia certezza della sussistenza dei requisiti previsti prescrive tutte le verifiche psichiatriche e psicologiche e gli accertamenti medico-diagnostici necessari, da effettuarsi presso strutture
sanitarie pubbliche o convenzionate con il servizio sanitario nazionale.*----------------------------------------------------------------------
Note:
concreta: Dio solo sa che cosa significa *concreta*; a me viene in mente solo l'ipotesi di un malato paralizzato e che non può impugnare un'arma! Ma in tal caso soccorre già la norma secondo cui occorre avere il possesso sia di requisiti psichici e che fisici. Oppure si pensava all'ipotesi di un matto convinto di essere un santo e quindi non portato a far del male?
- medico certificatore: i medici che certificano sono due, quello di base e quello della ASL; quale dei due può disporre visite specialistiche?---------------------------------------------------------
3ter) Quando il titolare di licenza di porto d’armi ha superato i settanta anni il certificato di cui al comma precedente deve essere prodotto all’autorità che ha rilasciato la licenza con cadenza almeno triennale. La cadenza è almeno biennale quando il titolare ha superato gli ottanta anni. In caso di inadempimento, l’ufficio di pubblica sicurezza competente diffida l’interessato, che può provvedere nei trenta giorni successivi al ricevimento della diffida. L’ulteriore mancata produzione del certificato o l’accertamento della carenza dei requisiti psicofisici comportano la revoca immediata della licenza*.-------------------------------------------------------------------------------------------
Note:
- Almeno: La precisazione è senza senso: la scadenza è quella che è ; se poi uno il certificato lo vuol produrre in anticipo, sono fatti suoi.-----------------------------------------------------------------------------------------
Art. 2
(Modifiche alla legge 18 giugno 1969, n. 323)
1. L’articolo unico della legge 18 giugno 1969, n. 323, è sostituito dal seguente:
*Art. 1
Porto d’armi per l’esercizio dell’attività sportiva
1. Il questore ha facoltà di rilasciare il porto d’armi per l’esercizio dell’attività sportiva ai sensi dell’articolo 42 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773. Tale licenza abilita al trasporto delle armi comuni da sparo dal luogo di detenzione ai luoghi di esercitazione e al porto delle medesime nei campi di tiro ove è consentita o autorizzata l’attività sportiva o di esercitazione con armi.*----------------------------------------------------------------------------
Note:
- esercitazione: al poligono si va per sparare; che poi uno lo faccia per esercitarsi o solo per divertirsi sono fatti suoi!
- nei campi di tiro ove è consentita: questa bella! Forse che vi sono dei campi di tiro ove non si può sparare?-------------------------------------------------------------------------------------
2. La licenza di cui al primo comma ha la durata di 6 anni dal giorno del rilascio e può essere revocata dal questore a norma delle leggi di pubblica sicurezza. Il rinnovo della licenza è subordinato alla presentazione della certificazione da parte dell’interessato di essersi esercitato al tiro almeno una volta l’anno nel periodo di precedente rilascio in una sezione del Tiro a segno nazionale o un campo di tiro o poligono privato autorizzato ai sensi del terzo comma dell’articolo 57 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, o della documentazione comprovante la partecipazione ad almeno due competizioni sportive di tiro di livello regionale o nazionale per ogni anno, ovvero di aver superato un corso di addestramento al tiro comprendente almeno due lezioni teoriche e otto esercitazioni pratiche organizzato da una federazione sportiva riconosciuta o associata al Coni. La licenza è esente da ogni tassa di concessione governativa.----------------------------------------------------
Note: la norma si dimentica di dire se rimane in vigore la licenza di porto di fucile per il tiro a volo oppure se essa scompare sostituita da una nuova licenza di porto d'armi per l'esercizio dell'attività sportiva; probabilmente la prima licenza dovrebbe scomparire. Unico scopo della norma è quello di impedire a chi ha questo tipo di licenza di utilizzarla per acquistare armi e munizioni senza nulla osta. Ma è una norma vessatoria al limite della costituzionalità. Se viene rilasciata una licenza che vale sei anni per quale motivo io devo essere costretto a frequentare un poligono ogni anno? E se per vari motivi nel corso di questi sei anni io non ho potuto recarmi in un poligono, per quale motivo devo perdere il diritto di avere questa licenza in futuro? E siccome la licenza vale anche per andare ad usare armi all'estero, per quale motivo mi si costringe a frequentare i poligoni italiani? Così come formulata la norma finisce per dire al cittadino: guarda che se almeno una volta all'anno non vai a pagare la tua tassa a un poligono di tiro, noi non ti daremo più questa licenza! E così non potrai neppure ottenere la Carta Europea. Ma siamo matti? E se la capacità al tiro ha valore permanente perché mai bisogna ogni anno far guadagnare soldi alle federazioni sportive? Perché un tiratore deve allenarsi ogni anno e il cacciatore no?
Questa proposta mi ha convinto sulla necessità di abolire urgentemente il Senato o quantomeno, di chiedere ai senatori la consegna di un *certificato almeno triennale*!---------------------------------------------------------------------


Art. 3
(Modifiche alla legge 18 aprile 1975, n. 110)
1. Alla legge 18 aprile 1975, n. 110 sono apportate le seguenti modificazioni: a) All’articolo 3 è aggiunto in fine il seguente comma:
*2. Chiunque alterando un’arma comune da sparo ne determina il funzionamento automatico o comunque l’esecuzione del tiro a raffica è punito con la reclusione da 4 a 12 anni e con la multa da 10.000 euro a 50.000 euro.*.-------------------------------------------------------------------------------
Nota: chissà che differenza c'è fra *determinare il funzionamento automatico* e *determinare l'esecuzione del tiro a raffica*. E perché vanno a modificare l'articolo 3 che già dice la stessa cosa? Se proprio volevano aumentare la pena bastava dire che la trasformazione di un'arma comune in arma automatica è punita con ecc. ecc. Ma è una norma sciocca perché la delinquenza le armi automatiche se le compra originali e non ha certo bisogno di fare alterazioni. E un terrorista che va a morire legge i suoi libri sacri, non la legge 110!------------------------------------------------------------------------------------------
b) All’articolo 10, comma 6 il secondo periodo è sostituito dal seguente:
*La detenzione di armi comuni da sparo in misura superiore è subordinata al rilascio di apposita licenza di collezione da parte del questore. Il trasporto delle armi detenute in collezione al di fuori del luogo di detenzione e delle sue appartenenze è permesso per soli fini di riparazione, cessione, prova o esercitazione ai soggetti in possesso delle relative autorizzazioni, e comporta l’obbligo di previa comunicazione all’ufficio di polizia amministrativa competente per territorio, che deve essere effettuata almeno 48 ore prima del trasporto anche mediante fax o posta elettronica certificata, ovvero mediante sistemi informativi automatizzati che consentano l’identificazione dell’utente. La comunicazione deve contenere gli estremi identificativi del detentore, l’indicazione del luogo di detenzione, le date del previsto trasporto, la marca, il modello e la matricola delle armi trasportate, l’indicazione del luogo di destinazione e, in caso di prova o esercitazione, l’indicazione della sezione Tsn, del campo di tiro o poligono privato autorizzato ai sensi dell’art. 57 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, o del poligono militare ove le armi verranno utilizzate, nonché il numero e la data di rilascio del porto d’armi utilizzato. Copia della relativa licenza di collezione, completa dell’elenco delle armi detenute in forza della medesima, e una copia di un documento che dimostri l’avvenuta comunicazione di cui al terzo comma devono accompagnare le armi durante ogni trasferimento. Per la raccolta e la collezione di armi di qualsiasi tipo è esclusa la detenzione del relativo munizionamento, che può eventualmente essere acquisito dai titolari di licenza di cui all’art. 42 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 nei limiti previsti dalla legge nelle 24 ore precedenti l’inizio della prova o esercitazione, ma deve essere comunque consumato o distrutto entro 48 ore dalla materiale acquisizione.*---------------------------------------------------------
Note: la norma giustamente abolisce il limite di collezionare un solo esemplare di arma per ogni modello. Per il resto chiarisce ciò che già è chiaro e cioè che non vi è divieto di trasportare ed impiegare in poligono armi in collezione, ma introduce un astruso sistema di comunicazione preventiva all'autorità di PS, vera espressione di delirio burocratico. Era molto più semplice dire che le armi vanno trasportate in custodia e senza le munizioni, da acquistare o ricevere solo entro il poligono. Forse chi ha scritto la norma non si è reso conto che le armi in collezione non sono armi strane e pericolose, ma sono le stesse identiche armi che si detengono anche fuori collezione. Una norma come quella scritta sopra si giustificherebbe solo se le armi in collezione fossero da guerra!
Anche la norma sulle munizioni è stravagante. Nel 1975 la norma è stata introdotta per evitare che i ladri potessero appropriarsi di un numero di armi, spesso in calibri strani e poco reperibili, e di appropriarsi contemporaneamente delle relative munizioni. Ora la norma si preoccupa che chi va a sparare al poligono non si porti via le munizioni. Ma perché regolare una cosa che è già vietata? È ovvio in base alla normativa vigente che se uno esce la poligono con le munizioni per armi in collezione è immediatamente punibile. Che ragione c'è di inventarsi altre astruserie burocratiche? E perché, credendo di rendere più severa la normativa, invece vi si apre un bel buco consentendo al collezionista aspirante terrorista di comprarsi anche se solo per quarantott'ore le munizioni per le sue armi? Era molto più logica e severa la normativa vigente, e bastava chiarire che aveva sbagliato il ministero ad imporre il divieto di portare le
armi scariche al poligono.
Come già avvenuto per i caricatori i nostri legislatori si inventano regole surreali e poi si incartano nel vano tentativo di adattarle alle realtà … che non conoscono!-------------------------------------------------------------------------
c) All’articolo 10 il comma 9 è abrogato.
Art. 4
(modifiche alla legge 25 marzo 1986, n. 85)
1. All’articolo 2, della legge 25 marzo 1986, n. 85, alla fine del comma 2, aggiungere il seguente periodo:
*Sono comunque armi per uso sportivo le armi comuni da sparo di categoria B7 dell’Allegato I della direttiva 91/477/Cee, relativa al controllo dell’acquisizione e della detenzione di armi, classificate in tale categoria ai sensi del comma 12- sexiesdecies dell’articolo 23 del decreto legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito con legge 7 agosto 2012, n. 135*.-------------------------------------------------------------------------------
Nota: norma di cui non si capisce il senso perché si limita a dire ciò che la legge già diceva in modo indubbio e cioè che le armi B7 non possono essere da caccia, ma che sono armi comuni da sparo eventualmente classificabili come sportive se hanno le specifiche caratteristiche richieste, tali da distinguerle materialmente da quelle comuni.---------------------------------------------------------------------------------------------
Art. 5
(disposizioni transitorie e abrogazione)
1. Con decreto del ministro della Salute, di concerto con il ministro dell’Interno, da emanarsi entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono definiti i requisiti psico-fisici per l’idoneità all’acquisizione, alla detenzione ed al conseguimento di qualunque licenza di porto delle armi nonché al rilascio del nulla osta di cui all’articolo 35, comma 7, del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, e sono definiti i professionisti e le strutture sanitarie abilitati alla sottoscrizione delle relative certificazioni, nell’ottica della semplificazione delle relative procedure.
Con il medesimo decreto, sentito il Garante per la protezione dei dati personali, sono altresì definite le modalità dello scambio protetto dei dati informatizzati tra il servizio sanitario nazionale e le amministrazioni competenti nei procedimenti finalizzati all’acquisizione, alla detenzione ed al conseguimento delle licenze di porto d’armi. Nello more dell’emanazione del predetto decreto continuano ad applicarsi le disposizioni del decreto del ministro della Sanità del 28 aprile 1998 recante *Requisiti psicofisici minimi per il rilascio ed il rinnovo dell’autorizzazione al porto di fucile per uso di caccia e al porto d’armi per uso difesa personale*.-----------------------------------------------------------------------------------------
Nota: la norma contiene modeste modifiche rispetto a quanto già previsto nell'articolo sei del decreto legislativo 204/2010; unica cosa utile è la precisazione secondo cui le visite mediche per l'accertamento della capacità psico-fisica devono avvenire con procedure semplificate; questa frase bastava inserirla nella modifica dell'articolo 42 del TULPS e comunque è talmente indeterminata da potersi considerare aria fritta.-----------------------------------------------------------------------------------------------------
2. Ai fini della presente legge, fino all’entrata in vigore delle disposizioni di cui al quinto comma dell’art. 57 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, per *campo di tiro o poligono privato* deve intendersi un impianto funzionante idoneo allo svolgimento in sicurezza delle esercitazioni di tiro.------------------------------------------------------------------------------
Nota: norma assurda; fino all'emanazione del regolamento del ministero sui poligoni, tutti i poligoni privati, segnalati come tali e in regola con le norme comunali, si devono ritenere idonei al tiro. Che cosa importa se poi esso funziona una volta al mese o tutti i giorni?---------------------------------------------------------------------
3. A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, il secondo comma dell’articolo 6 del decreto legislativo 26 ottobre 2010, n. 204 è abrogato.
4. È autorizzata la detenzione delle armi per uso sportivo di categoria B7 dell’allegato I della direttiva 91/477/Cee eventualmente detenute al momento dell’entrata in vigore della presente legge e per effetto della stessa in numero superiore rispetto al limite previsto dal sesto comma dell’articolo 10 della legge 18 aprile 1975, n. 110 e successive modificazioni e integrazioni. In caso di cessione, a qualunque titolo, delle armi medesime, si applica al cessionario il predetto limite di legge.---------------------------------------------------------------------------
Nota: norma stupefacente. Per quale motivo armi che la comunità europea si sta apprestando a vietare, armi che già ora possono essere detenute come tutte le armi sportive del numero di sei esemplari, improvvisamente possono essere detenute in numero illimitato. Capisco da dove è nato il problema: nel momento in cui hanno detto che le armi B7 non potevano essere usate per la caccia (ma comunque il detentore può continuare a detenerle come tali), qualcuno si è posto il dubbio di come continuare ad usarle e ha pensato bene di passarle fra le armi sportive; ma siccome con esse avrebbe superato il numero di sei armi sportive, ha lavorato per farsi fare questo capolavoro di modifica. Purtroppo per loro un'arma che era da caccia non può diventare arma sportiva, salvo il caso che si facciano trucchi indegni d'accordo con il Banco di prova che fra un po' finirà per dichiarare sportivi anche gli Sten civilizzati. Se un'arma era da caccia, ciò significa che non aveva caratteristiche di arma sportiva; e se avesse avuto le caratteristiche dell'arma sportiva non poteva essere portata per caccia. Non basta certo una norma di legge per far diventare il nero bianco e viceversa.

D'Aloja Gianfranco 13/03/2016 Per i più pigri estraggo la nota del giudice Mori che forse più l'interessa. *La norma si dimentica di dire se rimane in vigore la licenza di porto di fucile per il tiro a volo oppure se essa scompare sostituita da una nuova licenza di porto d'armi per l'esercizio dell'attività sportiva; probabilmente la prima licenza dovrebbe scomparire. Unico scopo della norma è quello di impedire a chi ha questo tipo di licenza di utilizzarla per acquistare armi e munizioni senza nulla osta. Ma è una norma vessatoria al limite della costituzionalità. Se viene rilasciata una licenza che vale sei anni per quale motivo io devo essere costretto a frequentare un poligono ogni anno? E se per vari motivi nel corso di questi sei anni io non ho potuto recarmi in un poligono, per quale motivo devo perdere il diritto di avere questa licenza in futuro? E siccome la licenza vale anche per andare ad usare armi all'estero, per quale motivo mi si costringe a frequentare i poligoni italiani? Così come formulata la norma finisce per dire al cittadino: guarda che se almeno una volta all'anno non vai a pagare la tua tassa a un poligono di tiro, noi non ti daremo più questa licenza! E così non potrai neppure ottenere la Carta Europea. Ma siamo matti? E se la capacità al tiro ha valore permanente perché mai bisogna ogni anno far guadagnare soldi alle federazioni sportive? Perché un tiratore deve allenarsi ogni anno e il cacciatore no?
Questa proposta mi ha convinto sulla necessità di abolire urgentemente il Senato o quantomeno, di chiedere ai senatori la consegna di un *certificato almeno triennale*!-------------------------------

D'Aloja Gianfranco 13/03/2016 Errata corrige: *che più c'interessa*

Bacco Giuseppe 14/03/2016 Grazie Gianfranco per averci dato queste preziose informazioni. Concordo con Mori sull'abolizione del Senato sperando che i senatori non si riciclino. Propongo una visita medica da effettuare ogni giorno, prima di entrare nelle aule, per verificare le capacità psicofisiche dei parlamentari. Temo banchi semideserti!
Temo anche di sbagliarmi perché sono più furbi di quanto pensiamo: i loro obiettivi li raggiungono sempre!

Rosa Rosa Gioacchino 14/03/2016 03azx.Il quotidiano IL GIORNALE di oggi. pubblica un lungo articolo riguardante alcune problematiche, anche di ordine amministrativo, interne al CONI. L'articolo sottolinea poi marcatamente la tendenza invalsa da parte dei Presidenti di alcune Federazioni a rimanere in carica per periodi lunghissimi, al momento sino a 23 anni! E' singolare che un giornale che è notoriamente di destra assuma posizioni critiche nei confronti del CONI pensando che appunto la destra fiancheggiò decisamente la nomina di Malagò alla presidenza CONI! Misteri e mutamenti delle simpatie politiche?

D'Aloja Gianfranco 14/03/2016 Il fatto è che adesso Malagò è un renziano, tanto che fino a qualche tempo fa era considerato tra i futuri candidati sindaco di Roma per il PD; Rossi invece è nella categoria dei traditori di Berlusconi già da quando passò, senza por tempo in mezzo, con Alfano all'epoca della scissione da Forza Italia.

D'esposito francesco 21/03/2016 Ieri 20.3.2016 TAV ACQUAVIVA primo GP F.U.:
I tiratori campani s'imponevano con risoluta autorità in quasi tutte le categorie e qualifiche.
In Eccellenza ORO per il GRANDE VISCOVO con punteggio pieno 100/100 e DeJULIO Guglielmo con 96
PRIMA Cat. oro per CONNOLA Sebastiano con 96 e ARGENTO per VISCOVO Gennaro con 93.
MASTER: ORO per Peppino PAPARARO con 95/100
VETERANI: Marzuillo perdeva il podio per 1 piattello il suo 94 purtroppo non è bastato contro tre 95.
La partecipazione campana è stata di soli 12 tiratori, di cui 8 premiati.....c'è bisogno di aggiungere altro?

Salzano Giuseppe 21/03/2016 01AZ- Francesco,grazie per la puntuale esposizione.
I COMPLIMENTI E FELICITAZIONI sono d'obbligo per i Nostri Tiratori Campani che si sono espressi al meglio,tenendo anche presente altri Tiratori che hanno ben figurato nell'Alta Classifica.
Voglio soltanto ricordare a me stesso che, una posizione di Alta Classifica nelle Discipline Olimpiche che ci riguardano,la nostra Regione è stata ed è sempre ben presente. Voglio solo far voti e ben sperare, affinché questo **PATRIMONIO TECNICO** dei Colori Partenopei non vada disperso! ......E chi dovrà INTENDERE....INTENDA!
Cordialità.

D'Aloja Gianfranco 25/03/2016 Dopo le prediche presidenziali che esaltavano la FAMIGLIA del tiro a volo e la CULTURA del tiro a volo adesso è la volta della CIVILTA' del tiro a volo. Non resta che esaltare la FILOSOFIA del tiro a volo, la RELIGIONE del tiro a volo e la SANTITA' del tiro a volo.

Schiano Franco 25/03/2016 Mi associo ai complimenti per i brillanti risultati ottenuti dai nostri tiratori nella Fossa Universale.Inoltre faccio i miei piu' sentiti auguri ad Alessandro Chianese per la splendida vittoria nel double trap a Cipro nella I°prova di Coppa del Mondo battendo nella finale per il I°posto l'americano Holguin.Buona Pasqua a tutti gli amici del Tiroavoloforum

Vigo Africano 25/03/2016
AUGURI DI UNA SERENA PASQUA a Tutti gli Amici di TIROAVOLOFORUM.

Falco Tiro a Volo 25/03/2016 AUGURI DI UNA SERENA PASQUA

Rosa Rosa Gioacchino 26/03/2016 03azx.Auguri a tutti, anche al Tiroavolo. Ne ha bisogno!

Salzano Giuseppe 04/04/2016 O1AZ - Ieri si è svolta c/o la Soc. Raimondo Pastorano(CE),la Prima Prova del Campionato Regionale di II Cat. V-M e DA,come da calendario.
Ancora una volta si è fatto notare il giovane Nicola Mandato,distintosi nelle quattro serie di Gara con un lodevole 98/100; 24-25-24-25.Con 97 seguiva solitario Gennaro Barretta,anch'Egli con una lodevole sequenza:23-25-24-25 alla quale non ha dato seguito in finale,forse per mancanza di concentrazione chiudendo con un 19.Al terzo posto seguivano tre pari merito con 95:Ciro Cangiano, Raffaele Scala e Carmine Sodano.Al fine di poter disputare la finale tra i primi sei, si è reso necessario procedere ad uno spareggio, (Shoot Off)tra i due ottimi II Cat. Grillo ed Urgesi con un pari 94/100.Abbiamo assistito ad uno spareggio leale ed entusiasmante cui hanno dato prova di possedere, concentrazione e sicurezza della imbracciata e centratura dei bersagli.Ci sono voluti quasi due giri di padana.Il nono Piattello viene centrato da Urgesi,Salvatore Grillo Sbaglia-Ma si sa, ad un colpo può accadere di tutto a tutti.Bello a vedersi l'abbraccio ed i complimenti reciproci.Urgesi entra in Finale accomodandosi in prima pedana a seguire,Cangiano,Scala,sodano,Balletta e Mandato.
Classifica Finale
Mandato 98+25=123/125
Scala 95+23=118 ''
Sodano 95+22=117 ''
Urgesi 94+23=117 ''
Balletta 97+19=116 ''
Cangiano 95+19=114 ''
Come possiamo constatare dai risultati finali,tranne i due peccati veniali di Balletta e Cangiano,gli altri tre hanno mantenuto ben saldo il risultato delle serie di gara.Ma chi lo ha fatto in modo saldo e lodevole e stato il più giovane con la serie piena finale....Complimenti Nicola,per la Tua discrezionalità,per la calma che dimostri e per il Tuo modo di relazionarti.Continua così.Bravo.

ricciardi silvio 06/04/2016 SALZANO . - Grazie Peppe, chi non è stato presente alla prova di campionato, ma che conserva integra la passione per questo sport, può rivivere, leggendo la cronaca, le emozioni della gara.
Spero che questa non sia stata l'unica occasione e sopratutto sarebbe cosa graditissima conoscere anche lo svolgersi delle gare dei non più giovanissimi.

de Maria Giovanni 07/04/2016 Complimenti peppe come giornalista hai un futuro,preciso e sintetico:Grazie

Vigo Africano 07/04/2016
Ieri pomeriggio sono riuscito a riportare in pedana Silvio e spero che adesso, con il bel tempo e la Stagione Agonistica in piena Attività, voglia riprendere a partecipare e ad incontrare i Vecchi Amici che sempre chiedono sue notizie.
Non ho la possibilità di incontrare Gianni De Maria, ma spero che il suo partner abituale Nino Perone lo convinca o lo trascini un'altra volta a frequentarci ed a partecipare.
I Risultati non sono così importanti, rispetto al Piacere di rivederci.

Vigo Africano 07/04/2016
G.P.FITAV - Finali con la Regola ISSF a Scontri Diretti (Medal Match)
Vi riporto una Sintesi delle Finali da cui si evince quanto sia assurda questa Regola.
Negli Eccellenza i due Punteggi migliori dopo le due giornate di Qualificazione ed anche sommando ancora i punteggi dei Finalini (134), finiscono 2° e 4°.
Nei Juniores Simone Spina, conclude le due giornate di Qualificazione con 121/125 con ben 7 (Sette) piattelli di vantaggio. Il suo punteggio finale sommando il Finalino (131) risulta di ben 8 (Otto) piattelli di vantaggio rispetto al vincitore e finisce per classificarsi solo 4°!!!
Lascio a voi l'analisi delle Qualifiche Ladies!
L'ISSF e chi li ha appoggiati e li sta ancora appoggiando, stanno distruggendo la Fossa Olimpica, prima con l'introduzione della Roulette nella Finale ad un solo colpo e successivamente con l'introduzione delle Medals Matches.
Spero che dopo le prossime Olimpiadi, i nostri Dirigenti vogliano RAVVEDERSI e porre termine a queste ASSURDE REGOLE.
Come era più serio, sportivo e veritiero quando le Olimpiadi, i Campionati del Mondo e Nazionali si programmavano a 200 piattelli (75 + 75 + 50 + eventuale barrage a 25 piattelli).

Salzano Giuseppe 08/04/2016 01AZ - SILVIO e GIANNI siete stati gentilissimi.Prometto che continuerò ad esporre le informazioni alle prossime Prove estendendo la *cronaca* a noi meno Giovani.Ma la bella notizia che ci ha dato Afri,ed era ora, visto che Silvio promise lo scorso settembre,in quanto stava preparando il rientro iniziando gli allenamenti a Tennis,ci fa ben sperare che sarà presto tra noi. Sarà bellissimo e saranno Tutti contenti rivedere insieme in pedana AFRI, GIANNI e SILVIO.Sarete gli esclusivi DECANI del Tiro Campano,visto che GIOACCHINO è presente in altri Lidi. GIANNI,sentiamo la mancanza della Tua presenza, sempre Signorile e discreta,con il Tuo cinguettio classico di antica lingua Napoletana,unitamente a quella delle folgoranti battute di SILVIO.Quindi Tutti insieme a presto.Farò la cronaca e foto del rientro!
-AFRI.Finali con Regole ISSF e la vergogna del metodo degli scontri diretti.Tu accenni alla speranza che possa cambiare qualcosa nel prossimo Quadriennio.sono convinto che se tutto rimarrà **all'incirca siccome gli ultimi anni,la speranza,anche se è l'ultima a morire,potrai riporla in un cassettino**! Ricorderai della Assemblea Generale ISSF,che si tenne in Germania,quando si diede corso allo scellerato Patto,quale fu, è e, sarà sempre la mia intransigente posizione.Scrivemmo tanto su questa pagina,ma preferisco non ricordare,ma rinnovare la mia totale avversione, come la Tua e tantissimi altri Forumisti.
In Quella Assemblea si diede Corso al **BARATTO**
con Presenze a Difesa dello Scempio,che stiamo PAGANDO con Gravi-inaudite-sconfitte.
Purtroppo,il **BARATTO** si consumò e non sarebbe stato il caso.NON ci fu il Gran Rifiuto non solo,ma non lo si accennò NEANCHE....NON si poteva NON si DOVEVA. Sull'argomento ritornai nel mio dell'11/12/2015,su questa stessa pagina.Trascrivo il passaggio per facilità di consultazione,dove tra altro riportavo:*** E' ipotizzabile che il Delegato in Commissione Tecnica si espresse secondo le istruzioni ricevute! Non sapemmo imporci! Bisognava insistere e rischiare fino a minacciare l'abbandono!!! Ma dove si sarebbe presentata la Federazione Internazionale senza la presenza dell'ITALIA alle Olimpiadi nella Disciplina del Tiro a Volo Trap!
La politica è l'Arte del possibile! Ma questa è altra storia....c'è sempre tempo per RIDISCUTERE E RIMEDIARE,credo. Cordialità.

scalzone roberto 12/04/2016 Le finali dopo le Olimpiadi di Rio cambieranno e al peggio non c'e' mai fine. Saluti a tutti

Vigo Africano 12/04/2016
Roberto, hai qualche anteprima del PEGGIO?

Salzano Giuseppe 12/04/2016 -01AZ - Si vocifera che..... qualcosa cambierà.
A mio modesto avviso però e,credo di trovarVi d'accordo;potranno proporre variazioni di tutto quanto avranno in mente,ma se non si avrà il buon senso di portare in **DOTE** il risultato acquisito nelle serie di Gara ed il ripristino dei due colpi che rappresenta l'essenza fondante della disciplina Trap,saremo sempre dei ..centometristi di alto tono cui viene tolta una scarpa per la disputa della finale.
Di ciò la Fitav dovrà farsi carico,già dai primi momenti degli incontri interfederali,con i **dovuti passi,Diplomatici inizialmente,a ragion veduta**per quanto accaduto e non solo ai nostri Atleti.Altrimenti si può ben dire che parliamo di Trap americano oppure di Duble Trap;Un colpo,Un bersaglio! Cosa pensate dopo questo ciclo Olimpico 2012-2016?Cordialità.

Salzano Giuseppe 12/04/2016 -01AZ- 2°Gran PREMIO (E-1-2-3-V-M) FOSSA universale disputatosi c/O la Società Conselice(RA),il Nostro Mario De donato è stato Primo assoluto, con l'ottimo risultato di 98/100.Complimenti Mario.
Ricordo a me stesso che Luigi Viscovo al 1° Gran Premio di Fossa universale disputatosi ad Acquaviva, fu Primo assoluto con 100/100.Super complimenti Luigi.

Rosa Rosa Gioacchino 13/04/2016 03azx. Complimenti a Mario ed a Luigi. ROB dicci del peggio, tanto noi siamo abituati!

scalzone roberto 14/04/2016 la nuova proposta e che le finali torneranno a 25 piattelli azzerando le 5 serie di qualificazioni quindi tutti da zero ancora poi dopo i 25 piattelli di finale il sesto esce poi altri 5 piattelli poi esce il quinto poi ancora 5 piattelli e via il quarto e cosi via finche' rimane uno solo, questa e la proposta della issf e da esperienza vissuta quando la issf propone e gia quasi fatta.Ps. Chiaramente rimane un colpo solo per la finale.

ricciardi silvio 14/04/2016 NUOVA PROPOSTA . - Roberto, e se alla finale a sei tiratori, quando si tirano 5 piattelli, nessuno sbaglia, si tirano ovviamente altri 5 piattelli e così via, e si corre il rischio che la finale duri fino al giorno dopo....o no ?? Ma l'azzeramento dei punteggi di qualificazione è il vero scandalo perchè mortifica la qualità del tiratore che per più giorni ha mostrato una superiore concentrazione e che può incorrere in un unico errore che gli assegna addirittura il sesto posto !!! Mi viene da vomitare !!

Vigo Africano 14/04/2016
I 25 piattelli di Finale e le ulteriori serie di 5 piattelli, sempre ad un colpo solo!
Questi veramente sono pazzi e incompetenti, si spara per due giorni in un modo, al solo scopo di classificarsi nei primi sei per entrare in Finale, poi riinizia la Gara con un'altra Disciplina (un colpo) e ci si gioca il tutto!!!

scalzone roberto 14/04/2016 Gli altri 5 piattelli si sommano alla seria di 25 e credo in caso di parita' ci sia uno shootoff

scalzone roberto 15/04/2016 (serie)

Rosa Rosa Gioacchino 15/04/2016 03azx. Io sono convinto che noi italiani abbiamo perso una grossa percentuale di supremazia mondiale ***ANCHE*** da quando i nostri Dirigenti hanno accettato e subito riduzioni dei bersagli sparati e cervellotiche accelerazioni delle finali (frutto di evidente ignoranza generica e specifica!). Ciò è particolarmente grave per la Nazione leader mondiale del Tiro a Volo.
Visto quanto è successo recentemente alla disciplina Elica, non credo che le nostre DEBOLEZZE, indotte o reali che siano, siano finite e quindi credo che CI SIA POCO DA SPERARE IN RINSAVIMENTI. Forse son pessimista, ma a pensar male.........

ricciardi silvio 15/04/2016 LA PASSIONE NON HA ETA' . - Lo avevo promesso e non potevo tirarmi più indietro.Dopo quasi due anni sono andato allo stand di Giugliano per tirare due serie di prova, ma sopratutto per incontrare gli amici che ogni giorno mi mancano di più.
Ho trovato presenti moltissimi di loro e ci siamo esibiti.Alfieri,Piscitelli,Rea,Salzano,Gino Tecchio elegantemente abbigliato stile campo di Madrid ed io. L'età complessiva calcolata per i presenti in pedana - udite udite - 450 anni con punte da 81 a 65.
Poco decente parlare dei risultati,potrete immaginarli dalla mia determinazione di creare, subito dopo, due Fondazioni che saranno chiamate: CPP ed APaC alle quali farò accedere fortunatamente pochissimi soci.
Per maggior chiarezza scrivo per intero le ragioni sociali:
CPP - Consorzio Protezione Piattelli
APaC- Associazione Prossimi alla Cremazione !!

Rosa Rosa Gioacchino 15/04/2016 03azx. Non ho avuto mai dubbi: SILVIO SEI ECCEZIONALE!!!!! Complimenti anche da Mara!

Papararo Giuseppe 15/04/2016 Caro Silvio, mi dispiace di non essere stato presente al tuo richiestissimo e applauditissimo ritorno in campo ma, come potrai immaginare, in questo momento sono alquanto incasinato col mio lavoro. Se non altro avrei contribuito ad innalzare un po' l'età media e ad infoltire il gruppo dei CPP. A presto. Ti abbraccio. Peppino Papararo.

ricciardi silvio 15/04/2016 PEPPE PAPARARO . - Peppì tu hai ancora il dovere di rappresentare il tiro della nostra Regione,come leader della tua categoria in Italia e all'estero.
Sappi che ogni qual volta leggerò il tuo nome in alto nelle classifiche mi sentirò anche io partecipe dei tuoi exploit, perchè questo è il vero sentimento che premia l'Amicizia fraterna e sportiva durata tutta una vita !!
Altro che CCP rompili tutti Peppe, anche per chi non è più in condizioni di farlo come me, perchè sappi che la messa in ridicolo nasconde, in realtà, un grande disagio e mal nascosto dolore.

Papararo Giuseppe 15/04/2016 Caro Silvio, la tua intelligente ironia è stata per me sempre affascinante e appropriata, anche nei momenti più difficili, cui tutti siamo andati incontro. Ti confesso che ho molta nostalgia della tua presenza durante i lunghi viaggi effettuati insieme. Ricorderò sempre con affetto e simpatia quei momenti ormai lontani, ma unici e indimenticabili. Ti abbraccio. Peppino Papararo.

Rosa Rosa Gioacchino 18/04/2016 03azx- E adesso basta con sti continui complimenti a questo vecchio barboso (hai ancora la barba?)!!!!!Che noia!!!!

Papararo Giuseppe 18/04/2016 Caro Gioacchino, non mi sono certamente dimenticato di te. Anzi, caro Maestro e Grande Vecchio Saggio, tu sei in cima ai miei pensieri. Ma voglio anche ricordare, oltre te, tanti altri carissimi amici, coi quali sono stato in piacevolissima compagnia durante i lunghi viaggi che imponevano le gare federali: Peppino e Roberto Scalzone, Silvio Ricciardi, Peppe Salzano, Pino Squitieri, Alberto Modafferi, Mario De Donato, Peppe Esposito, Raffaele Giuliani e Antimo Caputo. Chiedo scusa se, per la mia età, ne dimentico qualcuno. Mi fermo qui, perché troppa nostalgia e troppi rimpianti mi assalgono. Un abbraccio. Peppino Papararo.

Vigo Africano 18/04/2016
Avete approfittato della mia assenza da Napoli per attuare questo bellissimo Revival.
Vi costringerò a ripeterlo.

Rosa Rosa Gioacchino 19/04/2016 03azx. PEPPE. La mia non era chiaramente una scena di gelosia, ma uno scherzoso indiretto invito a voi per violentare il barboso/barbone a venire sui campi schiodandosi da casa!!!! Deve venire anche se non spara. Prelevatelo a casa e portatelo al tiro. Con la vecchiaia è diventato pigro. Gli detto in privato che io non sto sparando in attesa di tagliando agli occhi, ma non manco di assistera a nessuna gara. Mi fumo un toscano, come quel Vecchio Saggio, parlo e commento con amici e, magari, mi godo uno spuntino. Anche io ricordo tanto di tanti di voi. Un ricordo ho molto chiaro: un rientro da Torino con Silvio, te e Orietta Berti (chi non sa si informi sulla vera identità di Orietta!). Rientrammo con velocità da aereo a reazione, ma fui poi costretto a restituire la Mercedes a mio fratello Ciro solo dopo una settimana! Un abbraccio forte.

Papararo Giuseppe 19/04/2016 Caro Gioacchino, l'episodio che hai raccontato mi ha fatto sbellicare dalle risate. Se ricordo bene la colpa di tanto eccessivo gas dato alla tua auto era di...........Silvio Ricciardi. O sbaglio? Tuttavia i recordman di trasmissione di gas alle auto erano, se non ricordo male, appunto *Orietta Berti* e Mario De Donato. Pigiavano talmente..... sull'acceleratore che la macchina andava in fumo, tanto che eravamo costretti a viaggiare con i vetri delle portiere aperti per centinaia di chilometri, anche in pieno inverno. Vero? Ti abbraccio. Peppino Papararo.

Rosa Rosa Gioacchino 20/04/2016 03azx. No PEPPE, credo che Silvio fosse avanti con me alla guida. Penso fosse il luglio '78 e credo che rientravamo dalla finale del C.I. di Extra, ma allora aveva un altro nome. Io ero felicissimo di essere rimasto in massima Categoria, ma stanco dei rientri notturni per seguire il lavoro. Allora decisi, sbagliando e di molto, di smettere. Credo che ci avrei certamente ripensato se un incidente stradale e poi problemi col lavoro non mi avessero costretto al distacco da amici prima e pedane poi!

Papararo Giuseppe 20/04/2016 Caro Gioacchino, la mia era soltanto una provocazione per Silvio. Ricordo benissimo che sui sedili posteriori eravamo seduti io e *Orietta Berti*. Quindi lascio a voi immaginare i.......presunti autori del misfatto. Ti abbraccio. Peppino Papararo.

ricciardi silvio 20/04/2016 AUTO A GAS . - Mai dimenticati quei viaggi - essendo io esclusivamente parte subente - fatti insieme. Anche in pieno inverno, o ad inizio primavera, rientrando la domenica notte mia moglie mi accoglieva dicendo * sei andato al mare ?? sei tutto abbronzato !!*
Potenza delle auto con tubi di scappamento....difettosi e di carburanti che ogni sera Ino consigliava, in forza della sua esperienza gastronomica, a tutti noi.
Grande nostalgia non degli eventi - ci mancherebbe -ma dei rapporti umani che le competizioni sportive, nonostante fossimo acerrimi avversari sul campo, non furono mai neanche sfiorati, in presenza di di un potente collante: la vera,indistruttibile Amicizia.

Rosa Rosa Gioacchino 23/04/2016 03@@@. Per tornare seri, mi dite se qualcuno ha cercato di approfondire l'anticipazione di Rob Scalzone su una eventuale nuova cervellotica variante agli spareggi in F.O? Credo che sia puro argomento da Forum e meriti approfondimenti!

Vigo Africano 24/04/2016
Quanto anticipatoci da Roberto mi era stato già riferito da Peppino Papararo.
A mio avviso la cosa peggiore in tutti questi anni è stata la scelta mortificante di ANNULLARE I RISULTATI OTTENUTI con la VERA DISCIPLINA, FOSSA OLIMPICA, nei due giorni di Qualificazione, per poi riiniziare la GARA CON UNA DIVERSA DISCIPLINA (un colpo).
Quest'ultima scelta fu poi da molti giustificata come un gesto di Buona Volontà Ecologica per ridurre lo spargimento di piombo e con una pazzesca intenzione di anticipazione di un futuro passaggio al Trap Americano.

Rosa Rosa Gioacchino 25/04/2016 03@@@. Papararo!......si Papararo! Mi viene una bella idea. Visto che ha peso, qualità e misura, visto che ha buone informazioni di prima mano, visto che non ha mai lavorato (per il Forum, dico) io, con l'autorità che mi proviene dall' essere il decano dei Fondatori, lo nomino COADIUTORE di AFRI e
del neosfaticato, barbuto SILVIO. Li aiuterà a accendere, incentivare, coordinare problemi e problematiche delle discipline legate al piattello, almeno per quelle tradizionali (devo precisare quali, ben sapendo le obiezioni che opporrà)!. Se vi sembra una buona idea per agitare il sito, appoggiatemi! In caso contrario, tacete!!!!!(gli ultraottantenni non sopportano critiche e correzioni, è chiaro!)

Vigo Africano 25/04/2016
MAGARI ACCETTASSE! Ne sarei felicissimo e certamente ne guadagnerebbe il Sito.

Rosa Rosa Gioacchino 25/04/2016 Deve accettare altrimenti lo banniamo, come su usa nei nuovi siti. Lo ridurremo al silenzio perpetuo sul Forum cancellandogli persino gli auguri!!!

scalzone roberto 25/04/2016 Dopo le Olimpiadi di Rio credo che il double trap verra' tolto dalle discipline Olimpiche.

ricciardi silvio 26/04/2016 PAPARARO . - Forse non sapete che Peppe , in gioventù, si è dilettato di giornalismo. Ha capacità, esperienza e cultura - oltre quella tiroavolistica - per essere un motore trainante del quale avremmo gran bisogno, ma.... sapppiamo anche che ha una attività che gli prende quasi l'intera giornata per un gran periodo dell'anno. Se trova uno spicchio di tempo per il nostro sito ne saremmo onorati, altro non si può aggiungere.

ricciardi silvio 27/04/2016 INO . - Insisti sulla mia mancata attenzione su una specialità del tiro della quale conosco pochissimo o quasi niente. Per dimostrare la mia buona volontà ho scritto due volte - scusami Africano per l'errore -quello su Papararo e....cosa vuoi di più !!

Rosa Rosa Gioacchino 27/04/2016 03@@@. SILVIO, tu non sapresti niente di Fossa Olimpica e Fossa Universale? Ma dai, fatti comprare da chi non ti conosce! Peppe pochi minuti di tempo per il Forum li deve trovare dimenticando la sua proverbiale riservatezza, altrimenti lo banniamo, come su usa adesso!

scalzone roberto 27/04/2016 Marco Marinangeli‎ a New Trap
23 h ·

LETTERA APERTA AL SIG. MIRCO CENCI DT DELLA NAZIONALE DI DOUBLE TRAP.
Egregio Sig. Cenci
Mi sento di scriverle dopo aver letto il suo sfogo postato in Facebook in data 24 Aprile 2016, con tanto di foto annessa, dove commentava le rotture dei piattelli durante la prova di Coppa del Mondo svoltasi a Rio de Janeiro Brasile, il 19 Aprile 2016 riguardante proprio la disciplina del Double Trap.
Ho potuto notare che Lei molto correttamente ha coperto il nome dell’azienda produttrice (le faccio anche i complimenti per le sue doti da grafista), ma non vedo perché, se uno voglia fare una critica non deve prendersi le proprie responsabilità, comunque quel nome lo faccio io, LAPORTE, si l’azienda che ha prodotto quei piattelli che Lei ha definito “GESSETTI” li produce l’azienda Francese che è sponsor delle ultime 8 Olimpiade (quindi anche quelle vinte dei nostri atleti Italiani, ma li non ho mai letto nessun commento positivo riguardo ai piattelli) che si chiama LAPORTE.
Innanzi tutto credo che avrebbe fatto bene a postare le foto dei piattelli peggiori, perché vedendo quella che Lei ha messo, ci sono uno, massimo due pallini di piombo e sinceramente non mi sembra un grande scandalo, comunque vorrei provare a fare un ragionamento tecnico perché secondo il vero problema è tecnico di tiro e non di “GESSETTI” che non si rompono.
Prima di tutto vorrei analizzare i risultati, quindi prendere i primi sei in classifica della prova di Coppa del Mondo di Rio e confrontare i loro risultati con quelli fatti sempre dagli stessi nelle prove di coppa del mondo di Nicosia (Cipro) e Lonato (Italia) svoltesi precisamente in data settembre 2015 e marzo 2016.
L’Australiano WILLET James Vincitore a Rio con 138 (qualificazioni), a Nicosia ha fatto 138 ugualmente ed a Lonato è arrivato terzo con 139, non mi sembra che gli sia cambiato molto, 1 piattello in meno
Il Russo MOSIN Vasily secondo a Rio con 138 (qualificazioni) a Nicosia aveva fatto 132 e a Lonato 140, da Nicosia a Rio ha fatto un bel salto, forse lui ringrazia i Piattelli Laporte ?
L’Americano ELLER Walton terzo a Rio con 137 (qualificazioni) a Nicosia aveva fatto 134 a Lonato 138 , anche lui da Nicosia a Rio è migliorato, e quindi ringrazierà i piattelli Laporte ?
L’Italiano BARILLA’ Antonio quarto a Rio con 137 (qualificazioni) a Nicosia non era presente e a Lonato 132, mi sembra che con i “GESSETTI” ha migliorato
L’Italiano CHIANESE Alessandro, quinto a Rio con 137 (qualificazioni) a Nicosia (vincitore) aveva fatto 138 a Lonato non era presente, quindi anche lui tra Nicosia e Rio ha incontrato un “GESSETTO”, ma uno solo
Il Tedesco LOEW Anfreas sesto a Rio con 136 (qualificazioni) a Nicosia aveva fatto 139 e a Lonato 130
Aggiungo l’Italiano INNOCENTI Marco, ventesimo a Rio con 131 (qualificazioni) a Nicosia non presente e a Lonato 131
Ora guardando questi risultati, sia per gli Italiani che gli stranieri, non mi sembrano che ci siano grandi differenze sui punteggi nelle diverse tappe di Coppa, specialmente degli Italiani;
Barillà mi sembra migliorato,
Chianese è sotto di uno
Innocenti stesso risultato,
e se si confrontano i risultati di Rio (Brasile) con “GESSETTI” o piattelli Laporte e quelli di Lonato (Italia) dove si sparavano Piattelli prodotti in Italia dal Presidente FITAV Sen. ROSSI Luciano con la sua azienda,
mi sembra che i piattelli rotti sono gli stessi, anzi Barillà con i “GESSETTI” o piattelli Laporte ha avuto un bel miglioramento.
Questo ovviamente è una mia costatazione spiegata con dei numeri stampati dal sito della ISSF e ovviamente potrà essere smentita da Lei, anzi mi auguro che riesca a smentirla facendo vedere altri numeri, altrimenti, la sua polemica sembrerebbe dettata proprio da chi l’ha messa li a fare il D.T. e cioè il suo amico di vecchia data sin dai tempi che Lei aveva l’armeria a Perugia e compagno di tante cacciate Presidente FITAV Rossi Luciano, insieme al fido Mariani Vito.
Ora Lei mi vorrà dire che io sono di parte ecco perché faccio certi discorsi, ebbene si, mio cognato Parlanti Domenico è il rivenditore per l’Italia dei piattelli Laporte, e sicuramente di parte sono, però ho messo dei numeri e sotto le spiegherò quello che penso veramente su cosa si stia verificando nell’Italia del Tiro a Volo.
Secondo me, i nostri atleti, come ben sa (ma certe cose non può dirle altrimenti si ritroverebbe fuori dal fare il D.T. della nazionale di Double Trap), sono più forti di tutti, e fanno dei miracoli per raggiungere certi risultati, perché sono costretti ad allenarsi con dei materiali arretrati, infatti la sua polemica sui piattelli Laporte, non sta ne in cielo ne in terra, perché il tipo di piattello che si può rompere solo con un pallino veniva fatto con un materiale “pece di carbone”, che ad oggi in Europa non è più commerciabile perché troppo inquinate, e quindi si commerciano piattelli fatti con delle resine naturali che sono diversi alla rottura rispetto ai vecchi.
Questi piattelli con rotture diverse fatti con resina naturale, sono facilmente riconoscibili perché sotto sono di colore bianco ed in Italia, gli unici fatti con quella resina a ipha zero omologati dalla FITAV sono quelli prodotti dalla Laporte e sono quelli sparati a Rio, ma i nostri tiratori, non possono allenarsi con quei piattelli, perché i campi dove si allenano hanno paura che comprandoli il Presidente FITAV poi non gli da più le gare, in quanto non hanno comperato i piattelli prodotti da Lui e così succede anche per le macchine lanciapiattelli,
il Consigliere Federale Fiorenzo De Rosa, sanno tutti che fa parte della FAB, azienda che produce macchine Lanciapiattelli, (per lo meno sua moglie fa la segretaria li dentro ed anche lui ha l’ufficio li dentro, poco tempo fa ho accompagnato mio cognato ad un’incontro con lui e ci siamo visti proprio all’interno dell’azienda FAB), e secondo Lei essendo Consigliere Federale uno che ha un’azienda che vende macchine Lanciapiattelli se vi è un contributo da parte della FITAV quali macchine dovrebbero comperare i campi da tiro ?
Senza poi dire che sempre il De Rosa è rivenditore dei Piattelli che produce il Presidente FITAV per la Regione Campania;
senza soffermarci che anche il figlio dell’altro consigliere Rosario Avveduto, (fino all’ultima legislazione addirittura vice presidente) è rivenditore dei Piattelli che produce il Presidente FITAV per la regione Sicilia;
e senza sottolineare che il Coordinatore del Collegio Tecnico Giuridico della FITAV Stefano Rosi, con la sua azienda privata è il firmatario delle schede di sicurezza con la quale l’azienda del Presidente FITAV commercializza i piattelli prodotti.
Con questo voglio dirle che questa Federazione ad oggi è solo a servizio di un’azienda privata e blocca l’ingresso in Italia delle nuove tecnologie a livello di macchine lanciapiattelli e di piattelli del futuro fatti con materiali non inquinanti, per farle un esempio, le macchine che sono state usate a Rio, sono le lanciapiattelli più veloci al mondo e quindi il tiratore avrà tempi diversi allo sparo ed anche i piattelli che troverà sempre a Rio, dovrà colpirli con più precisione, essendo fatti con un altro materiale hanno una rottura diversa perciò dovrà affinare la tecnica, ma se in certi impianti non si possono allenare perché i proprietari hanno timore di acquistare certe macchine e certi piattelli, per paura delle azioni successive (anche solo ipotetiche) del presidente FITAV, come possono allenarsi i nostri atleti ?
Pensi che per queste Olimpiadi il presidente FITAV ha acquistato un terzo degli impianti che aveva acquistato per le Olimpiadi del 2012, forse non li ha comperati perché poi nel suo campo di Todi non poteva montarli ?
A conclusione le voglio dire di non prestarsi a questi giochi commerciali (provati anche dall’unica condivisione in Facebook, fatta dal gestore del campo del Presidente FITAV di Todi Giuliano Proietti) ma credo Lei si debba imporre in Federazione in modo che i nostri atleti possano allenarsi con le tecnologie all’avanguardia come fanno i loro colleghi nel resto del mondo, e non trovare le giustificazioni come fanno i tiratori della domenica, come me, accusando la durezza del piattello o se uno dietro ha starnutito.
Cordiali Saluti
Marco Marinangeli
foto di Marco Marinangeli.

scalzone roberto 27/04/2016 Questa e una lettera aperta postata su Fb dal Signor Marco Mariangeli

ricciardi silvio 28/04/2016 DOUBLE TRAP . - La requisitoria dopo le lamentele di Cenci mi sembra , ripeto mi sembra, ineccepibile.
Se è pur vero che le notizie date - è in atto da anni un vergognoso conflitto di interessi mascherato da escamotage legali con aziende intestate a terzi - sono di dominio pubblico, e non si capisce come il Presidente del Coni,Dott.Malagò, non intervenga una volta per tutte, la Federazione Italiana dovrà dare seguito ad una azione legale per proteggere la propria dignità e *regolare* linea di condotta.
Sarà difficile per i distributori della Laporte difendersi in giudizio, avendo Rossi e c. mille testimonianze dai gestori dei campi che la cosa non sussiste, e sarà ancora più difficile, nonostante l'ncosciente coraggio avuto meritevole di ogni appoggio , tentare di vendere qualche cassa di piattelli della marca francese - bersagli che sono con quelli svedesi i migliori del mondo - per la solita paura di ritorsioni commerciali.
Da troppi anni questo pastrocchio va avanti e nessuno può porvi rimedio, le lamentele ingiustificate e di parte di Mirco Cenci - fortissimo junior di olimpica quando sparavo io - troveranno soluzione dal prossimo anno quando il double trap non sarà più una disciplina olimpica, ma credo che Mirco speri che nei panni di difensore Fitav gli sia concessa una nuova carica, almeno nell'ufficio legale.


Vigo Africano 28/04/2016
Vorrei aggiungere a quanto riportato dal Sig. Marinangeli, che nei Programmi dei G.P. FITAV emessi dalla FITAV è espressamente riportato che devono essere utilizzati solo piattelli delle Ditte Sponsor della FITAV (ovvero i piattelli del Consorzio delle marche in cui entrano i Produttori privilegiati citati nell'intervento del Signor Marinangeli)

Papararo Giuseppe 28/04/2016 X GIOACCHINO, AFRI E SILVIO - Solo oggi sono riuscito ad aprire la pagina del sito e che leggo: tre arzilli e arguti ragazzi senza età che mi invitano a collaborare! Sono ovviamente onorato e lusingato per l'invito rivoltomi, che accetto volentieri, ma.........tenete conto che da questo mese e fino a settembre il mio lavoro non mi concede un attimo di tregua. La mia giornata comincia alle sette del mattino e si conclude a volte a notte inoltrata, senza neanche un giorno di riposo. Ma farò del mio meglio per contribuire alla crescita del sito e della nostra disciplina sportiva nella nostra regione. Naturalmente gli argomenti di cui posso occuparmi sono essenzialmente quelli riguardanti la Fossa Olimpica e la Fossa Universale, poiché delle altre discipline non conosco un tubo. Anzi, a proposito delle altre discipline del tiro a volo, leggevo proprio qualche istante fa che è in corso di svolgimento in Ungheria il campionato europeo di Compak Sporting, con la presenza di ben 460 tiratori iscritti in rappresentanza di 27 nazioni. Questa disciplina è in continua crescita e meriterebbe altrettanta attenzione. Non sarebbe il caso, se fosse possibile, contattare qualche esperto del settore e convincerlo a collaborare con un'apposita rubrica?
Appena mi sarà possibile farò alcune considerazioni circa il Gran Prix FITASC sperimentale di Fossa Universale con la nuova formula in linea svoltosi a Lonato sabato e domenica scorsi. Vi abbraccio tutti. Peppino Papararo.

Rosa Rosa Gioacchino 29/04/2016 03@@@- PEPPE. Ti proporremo come primo Martire (spogliato, non togato!) del Lavoro estivo! Grazie di aver accettato e sapevo già bene che avresti detto che.....sapevi solo di....A noi basta per ora e cerca di fare un minimo anche fino a settembre. Si, hai ragione, delle nuove discipline stanno avendo dei successi che meritano il seguirle. Spero che qualcuno si faccia avanti, magari da Laterina ove vi è il più bel campo italiano di Percorso. Almeno così mi hanno detto.
Buon lavoro a te ed ai 2 VECCHI con cui coopererai!

Rosa Rosa Gioacchino 29/04/2016 INVITO. A CAUSA DI UN PROGRAMMA MOLTO DATATO IL NOSTRO SITO HA ALCUNI INCONVENIENTI FASTIDIOSI, COME IL DOVER RAGGIUNGERE IL FONDO DELLE PAGINE, SPECIALMENTE CON TABLET E SMART. COME FORSE AVRETE NOTATO IO USO UN ESCAMOTAGE PER RICERCARE IL MIO ULTIMO INTERVENTO METTENDO UNA SIGLA ALL'INIZIO E POI USANDO LA OPZIONE DI TUTTI I SISTEMI **TROVA NELLA PAGINA**. ALCUNI, MA SOLO POCHI, MI HANNO SEGUITO NELLA INIZIATIVA. SI PUO' FARE ANCHE DI MEGLIO ALMENO. DA PARTE DEI FREQUENTATORI ABITUALI: METTERE ALLA FINE DELL' INTERVENTO UNA SIGLA COMUNE, QUESTA.... tavaz . PROVATE. GRAZIE

Papararo Giuseppe 29/04/2016 - X PEPPE SALZANO E ALTRI - Ieri un tiratore siciliano mi ha inviato un messaggio sulla mia pagina Facebook chiedendomi: *è vero che le canne hanno un rapporto tra peso in volata e peso al monoblocco? Lei sa di quanto deve essere?* Gli ho confessato tutta la mia ignoranza in merito. Peppe, o altri amici, possiamo dare una risposta all'amico della Sicilia? Grazie. Saluti. Peppino Papararo.

Rosa Rosa Gioacchino 30/04/2016 PEPPE P. Io credo che il quesito non sia posto bene. E pur temendo tirate di orecchi, se sbaglio, da parte di esperti ed in particolare di PEPPE S., mi permetto di dire che non ha senso pesare testa e coda di un solido salvo il caso che tu lo metta in bilico in un determinato punto. Mi spiego. Se tu poni in bilico la canna al 60℅ della lunghezza partendo dalla volata e vuoi vedere se a quel punto di quanti grammi essa pesa in più dove pende allora sei ok. Insomma sei hai ordinato una canna col baricentro al 60%, quella del peso testa/coda è il controllo giusto. Chiaramente se metti il fulcro al 50% il peso non può che pendere dal lato culatta. Spero di essere stato di aiuto e non di sgarrupo!

Rosa Rosa Gioacchino 30/04/2016 azforu .

Rosa Rosa Gioacchino 30/04/2016 azforum

Salzano Giuseppe 30/04/2016 01AZ,PEPPE P.GIOACCHINO.La richiesta fatta a Peppino P.è intricante per molti versi e risponde al vero.Soltanto poche canne,da me verificate inerentemente il RAPPORTO,hanno quel requisito.Su questa pagina ci furono già degli interventi alcuni anni or sono in tal senso e,voglio ricordare per correttezza,SERGIO LAVAGETTI impeccabilmente puntuale sull'argomento. GIOACCHINO,o' niron (il nerone)che ho ancora gelosamente conservato,dal 1974: SC1 MAP matr.30026,ovvero il 26° fucile prodotto dalla Perazzi, con tubi scelti appositamente per Te,anno 1967 dall'incommensurabile Tecnico ENNIO MATTARELLI,peso canne Kg 1,382,L=cm74, risponde al rapporto di cui alla domanda.
Attenderei delle esposizioni/osservazioni sull'argomento,altrimenti senza dibattito alcuna descrizione sarà convincente.

Rosa Rosa Gioacchino 01/05/2016 Immaginavo che PEPPINO S. mi avrebbe tirato le orecchie! Ora credo di non aver capito bene ed avrei fatto bene a tacere! Peppino, se questo rapporto ottimale esiste diccelo e dicci come si controlla, non fare il misterioso. Le canne del Nirone oggi potrebbero essere validamente usate per discipline da cassetta o da chi sa frenare un fucile con canne leggere. Oggi le canne, almeno x fossa, elica & Co vengono eseguite con pesi da circa gr 1500 sino a circa 1600 (magnifiche per me!). E poichè la bascula è sempre la stessa, immagino che quel rapporto del Nirone sia cambiato, sempre se finalmente ho capito!!!!
azforum

Salzano Giuseppe 01/05/2016 01AZ- GIOACCHINO.La Tua affermazione è correttissima,solo che ordinando canne alla maniera dell'esempio (60%) vi sarà una distribuzione di pesi non omogenea.E,sarà molto probabile che si avrà un **appesantimento**verso la volata(concentrato) e ciò potrebbe farci trovare con un fucile che **correrebbe** moltissimo a DX ed avremmo difficoltà nel raggiungere bersagli a SIN.
-GIOACCHì,mi incombe l'obbligo di dire che, le prime nozioni del **Buon Tiro;di finezze tecniche; di star Bene Imbracciato e posizionato in pedana e la sua determinante prerogativa** mi fu inculcata da Te,alla metà degli anni '60.Tanto che avendo sempre curato tale determinante aspetto che, alla fine del Corso Istruttori Federali fu d'obbligo presentare una tesina a libera scelta ed io presentai **Importanza della corretta impostazione in pedana**che fu pubblicata su Tiro a Volo on line a fine anno 2014.

Salzano Giuseppe 01/05/2016 GIOACCHINO mi ero dimenticato che eri mattiniero quanto me.Come puoi notare mi hai anticipato solo di qualche minuto,mi dispiace.Continuerò.Cordialità.

Salzano Giuseppe 01/05/2016 01AZ- GIOACCHINO,sai la stima che intercorre tra noi ed alcun intento diverso da una costruttiva critica poteva essere posta in essere nei Tuoi riguardi,data la Tua alta e riconosciuta competenza.Faccio un esempio che sembra non appropriato,ma invece lo è,circa la mia affermazione inerentemente la omogenea distribuzione.Teniamo presente tutti, la barra basculante dei passaggi a livello delle ferrovie e non solo.Essa è costituita da una massa di peso,P
ad una estremità,subito dopo vi è il fulcro che è coincidente con il baricentro.Poi vi è la barra.Le due parti separate dal fulcro le individuiamo con AB,parte Peso concentrato e la parte della barra,ab.Sappiamo che AxB=axb.....E ciò è perfettamente in equilibrio.Immaginiamo a stare in quelle condizioni con il nostro attrezzo tra le mani.Cordialità.

Salzano Giuseppe 01/05/2016 01AZ-ERRATA CORRIGE -Scusatemi,ho mancato l'indicazione del peso delle due parti di cui è costituita la barra.
L'equazione è: P x AB = p x ab;

ricciardi silvio 01/05/2016 AUTODIDATTA FRASTORNATO . - Leggo, mi appassiono e cerco di capire: ma rimango, purtroppo, lontano dai dogma di Salzano.
La universitaria tesi sulla distribuzione dei pesi, con relativi equilibri delle canne fanno, da oggi, parte delle mie cognizioni, ma adesso, e subito, mi dovete erudire sul perchè un appesantimento del vivo di volata facilita la rotazione verso destra e non a sinistra!! E se il tiratore è mancino ??
Pontificare è dote degli esperti, ma eccedere o inventare mi sembra troppo anche per una platea di chi tecnica non intende !!!! o no ???

Rosa Rosa Gioacchino 01/05/2016 azforum -- PEPPINO. Anche io non ho compreso quanto il bilanciamento della canna possa influire su DX e SX. Ti ringrazio poi per avermi ricordato e ringraziato di averti trasmesso le mie lontane esperienze!

Papararo Giuseppe 01/05/2016 - Immaginavo che il quesito a me posto dal tiratore siciliano e qui riportato avrebbe suscitato l'interesse degli esperti. Premesso che di canne non capisco un tubo, se non quando le vedo all'opera sulla placca e all'impatto sui bersagli, credo che quel quesito, forse mal posto, debba essere interpretato nel senso di ricercare il migliore equilibrio delle canne di un fucile da tiro, intendendo per equilibrio il migliore baricentro possibile, fermo restando i requisiti di sicurezza dell'arma. Personalmente ho sempre preferito canne leggere di peso, comprese tra Kg.1,480 e 1,520 e cm.74 di lunghezza, essendo la mia statura medio-bassa e il mio peso corporeo appena al di sopra della norma. Ciò rende il mio fucile molto agile e pronto a rispondere ai miei comandi. Canne più pesanti e più lunghe, specie se associate ad un cattivo equilibrio complessivo dell'arma, mi danno la sensazione di avere tra le mani un ingombro fastidioso, che mi crea disagio nell'esecuzione del corretto movimento.
Ritornando al quesito che ci interessa, mi sono preso la briga di analizzare le canne dei miei due fucili da tiro ed ho misurato il loro baricentro. Questi i risultati: Perazzi MAP MX8 matr.38...(il mio vecchio fucile col quale ho sempre sparato), canne lunghezza cm.74 peso Kg.1,490 baricentro a cm.25 dal vivo di culatta; Perazzi MX8 matr.60..., canne lunghezza cm.74 peso Kg.1,550 baricentro a cm.27 dal vivo di culatta. Sono numeri indubbiamente aridi, ma devono contribuire a farci capire quale è la soluzione migliore.
Parlando con qualche esperto, mi diceva che la maggior parte delle canne standard attualmente in uso ha il baricentro a circa 27 o 28 cm. dal vivo di culatta, mentre la soluzione migliore sarebbe quella di averlo esattamente a metà della sua lunghezza. Come potrebbe essere possibile tale soluzione, a suo dire migliore, se non appesantendo in maniera notevole le canne? Forse usando acciaio diverso o un altro metodo di lavorazione? Saluti. Peppino Papararo.

lanteri salvatore 01/05/2016 salve a tutti, in merito al quesito posto da me al sig.Papararo, credo che questo famoso rapporto gioca un ruolo importante..premetto che è solo un mio pensiero e non sono competente in materia ma voglio condividere il mio pensiero con tutti voi, il mio fucile ha canne lunghe 76 con un peso di 1540 e un baricentro a 26cm ora se io faccio il calcolo che ho letto in un post precedente se non erro il sg. Lavaggetti le mie canne risultano leggere in volata con un rapporto di 1,92 se non ricordo male, secondo me per il mio modo di sparare (ad inseguire il bersaglio) queste canne non mi aiutano si ha la tendenza a strappare, invece chi spara a zona è avvantaggiato, quello che ho notato e che per spostare il baricentro verso la volata il peso deve essere posto solo in punta ma mi viene il dubbio perché vedo che chi appesantisce le canne lo fa mettendo strisce di piombo per tutta la lunghezza correggetemi se sbaglio

ricciardi silvio 01/05/2016 LE CANNE . - Il peso delle canne da cm74 che oggi si producono sono tutte molto vicine a Kg 1,400. Poichè tiratori inesperti non sanno il motivo per cui non riescono ad ottenere risultati soddisfacenti, prima mettono mano ai calci,e poi passano, pensando che siano loro le colpevoli, alle povere canne.
Queste - Q maiuscola dato la loro sovrana importanza - vanno valutate soltanto per le rosate che producono e per il peso di esse che deve essere proporzionato il più possibile alla struttura fisica del tiratore. Roberto Scalzone ed io - altezza 1,75 peso 72 kg - non avremmo mai potuto sparare con la stessa arma.
Lasciate ai tecnici delle nostre industrie d'armi - in assoluto tra le migliori del mondo - farvi consigliare, in sede di acquisto, il fucile da usare, personalizzate il calcio - fondamentale questo particolare - è iniziate razionali allenamenti, che non vuol dire 100 bersagli al giorno - i gestori dei campi mi odieranno - ma 50 al giorno per tre giorni non consecutivi, simulando a voi stessi la partecipazione ad un vera gara.
Se avete la giusta caparbietà nel voler riuscire ed una naturale predisposizione fisica otterrete sicuramente risultati che vi faranno diventare un *tiratore*.
Non toccate le canne !!! non vi conviene !!!

Salzano Giuseppe 01/05/2016 Ricciardi-Premesso che i Dogmi nulla hanno a che vedere con i nostri interventi....e senza spingermi più in là,ritengo che per quanto attiene **l'eccedere o inventare** mi è sembrato eccessivo e poco elegante.Gioacchino
Dx e SIN.E' da ritenere fondamentale la diversa posizione delle braccia di un tiratore DX e di uno SIN.Evidentemente ho voluto sottolineare che si **strappa** più facilmente a DX per un destro ed all'opposto per un SIN.Ma sempre per quegli eccessi di peso in punta,poco controllati di cui all'esempio di partenza.Quali potrebbero essere le ragioni di tanta esigenza di ricorrere all'appesantimento delle canne particolarmente in punta? A mio modesto avviso,se le canne hanno un giusto rapporto di peso distribuito e quel rapporto è rispettato,CANNE DI Kg 1,450 si comporteranno alla stessa identica maniera di canne di Kg 1,650 !!!
AZforum

Salzano Giuseppe 01/05/2016 SALVATORE INTERI.Ho postato il precedente ma non avevo visto il Tuo.Una risposta circa il peso delle canne l'ho data. Il RAPPORTO che si ritiene più confacente è 1,83.
AZforum

Salzano Giuseppe 01/05/2016 Salvatore Lanteri,scusami ero con occhiali non appropriati ed ho sbagliato il cognome.
Le Tue canne per avere il corretto rapporto di 1,83 dovrebbero avere un peso alla punta di 544 grammi e di 996 grammi lato monoblocco.
Sono convinto che Tu non commetterai l'errore di portarle a 544 grammi ,in quanto non avendo la possibilità di intervenire sulla parte monoblocco ti aumenterà lo scompenso.

Salzano Giuseppe 01/05/2016 GIOACCHINO.Per controllare quale rapporto hanno le canne,necessita una bilancia,possibilmente elettronica e due solidi a forma triangolare.Uno lo si appoggia sulla bilacia e l'altro,servendosi di libri o altro,deve essere posizionato alla medesima altezza. Io uso due scalimetri,righelli millimetrati a forma triangolare.Su un tavolo si appoggia la bilancia su cui si sistema il righello.La medesima cosa si fa dalla parte opposta.Appoggiare le estremità dal lato bindella, in quanto lo zigrino non le fa scivolare.Si rileva il peso da una parte,invertendo si rileva l'altra.Ad esempio canne pesanti Kg 1,540,diedero un valore al monoblocco di Kg 1,040 ed alla punta Kg 0,500 ,R= 2,08 !!!! Le canne di Salvatore Lanteri peso Kg 1,540 hanno R= 1,92. Gli ho
ricavato il peso: lato monoblocco Kg 1,012,lato punta Kg 0,528.Anche queste sono leggere alla punta.Per avere il RAPPORTO 1,83,i pesi lato Mono e lato Punta dovrebbero essere rispettivamente grammi 996 e grammi 544;ovvero 996/544 = 1,83.
azforum

ricciardi silvio 01/05/2016 PEPPE SALZANO. - Il confronto di opinioni ed il tentativo di comprendere le nozioni che vengono date pongono il lettore nella condizione di doversi accertare fin dove è la tecnica o se si è al confine di dati di esperienza diretta ma assolutamente sconosciuti a tutti.
Non sarò stato elegante e mi spiace, in virtù della nostra amicizia,non ho mai offeso nessuno nella mia vita e credo tu lo sappia bene, ma avrei preferito, dopo la splendida esposizione tecnica, vederti scrivere che non sarà mai il rapporto peso culatta-vivo di volata a non far strappare il tiratore che non ha immediatamente percepito la traiettoria del bersaglio. Bisogna allenarsi a porre la massima attenzione per non farsi sorprendere dal piattello perchè in caso contrario si strappa anche con canne da 5 Kg.

Rosa Rosa Gioacchino 02/05/2016 azforum --Credo di dovere delle scuse a Salvatore Lanteri in quanto non avendo compreso (per stupida fretta) la sua domanda originale ho scatenato una ridda di argomentazioni che almeno spero gli siano state di aiuto e non di sgarrupo! Non avrei comunque potuto dargli IL VALORE OTTIMALE del rapporto da lui richiesto. Non lo conosco e se lo conosco non lo ricordo! Quella operazione di pesare testa e coda con righello bilanciatore al centro la ho fatta tantissime volte nel passato, forse quando molti dei partecipanti non erano nati o forse erano in fasce!!!! Poi decisi che era meglio e più semplice valutare il bilanciamento della canna misurando la distanza del suo baricentro. VALORE OTTIMALE! Di ottimale nel tiro vi è POCO. Di SOGGETTIVO, TANTO! Io, con l'avallo del massimo TECNICO DI FUCILI E PEDANA CHE NOI ABBIAMO, per la FOSSA e CON POCO PIOMBO preferisco CANNE LUNGHE, PESANTI e PESANTI IN PUNTA. Dico FOSSA, ma con una canna così descritta ci ho fatto anche qualche bel risultato all'ELICA (tra l'altro un Campionato Italiano Master e 2 G.P. Nazionali). Quindi ancora SOGGETTIVITA'. Scusami ancora ed in bocca al lupo.

P.S. Ragazzi, ora possiamo chiudere qui?????

azforum

Salzano Giuseppe 02/05/2016 SILVIO.Concordo che, il confronto di opinioni rappresenti l'essenza del migliorarsi ed arricchirsi di nozioni vicendevolmente.Ma scusami se mi ripeto, l'intervento di ieri,con un momento di riflessione in più, potevi risparmiartelo.
Chiuso,tutto chiarito.
Ripeto a me stesso, alcune nozioni ed interpretazioni di fattori inerentemente le CANNE, cui moltissimi a ragione, ritengono non determinanti e quindi trascurabili.E,poiché le dico a me stesso volentieri, non credo di essere invadente:O NO,scherzo!(intercalare dell'idioma Partenopeo).
E' importante tener presente quanto ci ha insegnato la Fisica e la Meccanica applicata.Le CANNE sono di nostro interesse e le riflessioni vanno rivolte a:Peso Concentrato;Peso Distribuito;
Baricentro.Qualunque canna prenderemo in esame non noteremo pesi concentrati.I pesi concentrati sono quelli che attacchiamo noi alle canne e secondo il mio modesto parere,rappresentano il rimedio peggiore del male.Verifichiamo perché!Prendiamo in esame due canne note con R=1,83;
Canna 1) P=Kg 1,382;peso alla punta 0,489,peso al mon. Kg 0,894.
Canna 2) P=Kg 1,540;peso alla punta 0,544,peso al mon. Kg o,996.
Abbiamo tre dati certi il peso delle due CANNE e la loro differenza,grammi 158.
La differenza di peso alla punta di soli grammi 55 ed il rapporto invariato 1,83.Siamo arrivati alla dimostrazione di due CANNE che certamente abbiamo verificato con pesi distribuiti,ma né omogeneamente,né uniformemente.Dalla lettura dei valori esposti è palese il danno che si apporta al brandeggio a causa della grande sensibilità alla risposta di pochi grammi aggiunti alla punta.Più il fucile beccheggia e più bisogna stare lontano con il pensiero dalle CANNE.Quindi niente pesi concentrati. Baricentro.Il Baricentro lo troveremo a circa 265 mm con spostamenti non significativi.
PEPPINO P.Il baricentro spostato alla mezzeria della Canna, inciderebbe su fattori che puoi già verificare con i valori esposti.Non è una soluzione proponibile,in quanto la verifica del peso distribuito alla costruzione delle CANNE ci fa notare che circa i due terzi del peso è al lato MONOBLOCCO.
GIOACCHINO.Prossimamente dovremmo fare un poco di chiarezza anche sulla parte che a noi due piace di più e dove so che dovrò stare molto allerta, data la Tua alta dimostrata, disinvolta e riconosciuta competenza,i Calci e L'ESSENZA IN ASSOLUTO CON LE MIGLIORI CARATTERISTICHE DI LAVORABILITA' E BELLEZZA:S.E. IL NOCE NAZIONALE,Ma noi parleremo della provenienza CAMPANIA FELIX.Cordialità.

Salzano Giuseppe 02/05/2016 GIOACCHINO,se avessi visto questo Tuo ultimo non avrei perso tempo a scrivere.
azforum.

Vigo Africano 02/05/2016
Non vi posso lasciare per soli due giorni ed ecco che vi siete scatenati.
Non entro nel merito, ma per coloro che volessero leggere quanto evidenziato da Sergio Lavagetti circa il Rapporo tra Peso al Monoblocco e Peso in Volata, consiglio di sfogliare nell'Indice del FORUM - Archivio Temi - 2011 Criteri costruttivi di un fucile... - ed andare alla data del 16/06/11 per ritrovare il suddetto intervento e seguenti di Lavagetti.
Per chi fosse interessato, allego i dati rilevati e simulati sul mio: PERAZZI MX8 B

lanteri salvatore 02/05/2016 non si deve scusare, le vostre discussioni mi sono di grande aiuto, io come dicevo non sono competente in materia sparo da soli 2 anni quindi mi posso reputare un neofita del tiro al volo, per carattere cerco di approfondire tutto quello che mi appassiona, possiedo un rizzini premier da trap ed una delle mie prove è stato il bilanciamento del fucile, mi accade che se bilancio l'arma perfettamente ai perni cerniera questa mi vola se sbilancio in avanti circa 20gr mi aiuta tantissimo premetto che tengo la mano sx al centro dell'astina leggendo su questo forum mi ha colpito il discorso del rapporto canne ed ho voluto approfondire purtroppo non ho avuto modo di provare ad appesantire la volata e quindi portare il famoso rapporto a 1,83 ma non appena finiscono i gran premi per curiosita' voglio provare.saluti

Rosa Rosa Gioacchino 02/05/2016 azforum = SALVATORE. Le scuse sono sempre doverose quando si crea un disagio. Parlando ancora di soggettività, ti confesso che in vecchiaia le capacità di tenere a freno l'arma mi si sono di molto attenuate per cui sparo con canne appesantite in punta con striscette di piombo e conseguente bilanciamento globale avanti al perno. Per strappare meno, prova a spostare in avanti la mano sulla cima a patto che ciò non ti crei disagio nel complesso della imbracciatura. Se funziona puoi anche provare a ritornare al bilanciamento al perno. In bocca al lupo.

lanteri salvatore 03/05/2016 grazie per i consigli,approfitto per fare un'altra domanda:io sparo con l'iride leggermente piu' alto rispetto la bindella a scoprire un po' di bianco quando provo a stare perfettamente tangente mi capita di alzare la testa perché mi trovo le canne ad ostruire la visuale è probabile che il fucile abbia troppa picht nel mio caso 88° quindi si presenta troppo teso. grazie saluti

Vigo Africano 03/05/2016
Ho inserito in questo FORUM, nel Tema *Tecnica da adottare per la Fossa Universale ......*, una mia riflessione sui pareri esposti sul Notiziario FITAV On-line, relativamente al nuovo esperimento effettuato nei giorni scorsi a Lonato sul possibile Cambiamento di turnazione in Pedana per la Disciplina Fossa Universale.

Rosa Rosa Gioacchino 03/05/2016 Azforum -- SALVATORE. È giusto e regolare che l'occhio stia un poco più alto della bindella proprio per evitare di alzare la testa per scarsa visibilità da culatta. La misura di quanto essere sopra è NATURALMENTE SOGGETTIVA, ma quella più consigliata è di un paio di millimetri. Di solito si mette un Euro alla base della bindella e se imbracciando vedi la base del mirino sei a posto. Ciò naturalmente con canne che sparano in centro!!!!! Non vedo un nesso diretto fra alzo e pitch. Se vedi che il fucile tende ad impennare le canne nel rinculare, devi aumentare il pitch (magari scendere a 85° o giù di lì, ma solo come esempio) e viceversa. Per fare la verifica DINAMICA (QUELLA STATICA FATTA DALL' AMICO CHE TRAGUARDA DAL MIRINO E SENTENZIA *TI STA A PENNELLO*.....SERVE A MOLTO POCO!!!!) spara ripetutamente ad un piattello centrale di media altezza mettendo il mirino un pelo sotto di esso ed annota la prevalenza delle rotture che ottieni. Se lo rompi prevalentemente in centro significa il calcio ed il complesso ti stanno bene. Il resto è comportamento di pedana. Ti ho dato volentieri un poco di suggerimenti sperando che siano giusti, ma questo sarebbe compito di don Peppe Papararo, indiscusso maestro in materia, ma anche indiscusso scansafatiche!!!!
azforum

Papararo Giuseppe 03/05/2016 - Caro Maestro, la tua risposta analitica a Salvo Lanteri è perfetta. Non posso aggiungere altro. Ti abbraccio. Peppino Papararo.

Rosa Rosa Gioacchino 03/05/2016 Meno male! Temevo rimproveri da ricordi rugginosi! Ricambio abbaccio.
azforum

scalzone roberto 05/05/2016 COMUNICAZIONE RIGUARDO LE PROSSIME ELEZIONI FITAV per il rinnovo del PRESIDENTE E DEL CONSIGLIO FEDERALE.
Dopo le numerose attestazioni di stima (tantissime in chat privata), riguardo la mia “ LETTERA APERTA A MIRCO CENCI” pubblicata in Facebook il 26 Aprile u.s. , oggi ci siamo riuniti in centro Italia con alcuni amici del Sud e del Nord, anche loro molto molto indignati, per questa gestione che dura ormai da 20 anni in FITAV.
La decisione che è stata presa è quella di dar vita ad una lista di persone, le quali si candideranno alle prossime elezioni per il rinnovo del Presidente e del Consiglio Federale in FITAV, le stesse, in teoria ( ma quando c’è un regime di teoria c’è ne poca), si dovrebbero svolgere dopo le Olimpiadi di RIO DE JANEIRO del 2016.
Questa decisione è stata presa, in primis per dare un rinnovamento alle solite facce, che sono li ormai da 20 anni, tanto che hanno avuto la residenza onoraria dal sindaco di Roma, a Viale Tiziano (passatemi la battuta), poi anche perché parlando tra di noi e con gli amici di Facebook, ci siamo accorti che questo regime, ci ha tolto anche la capacità di pensare e di sapere e generalmente queste cose avvengono nelle dittature.
Per esempio, ma tutti i tiro a volo piccoli, (per piccoli intendo quelli che hanno sotto a 3 campi) lo sanno che a tutti i circa 60 quadricampi in Italia, tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016 sono stati dati ben 14/15000 euro di contributo per uno, per un ammontare di circa 800.000 euro ?
E sapete per quale ragione hanno preso questo contributo ?
Hanno preso questi soldi per mettersi a disposizione nel caso in cui dovessero servire per gli allenamenti delle Nazionali.
E se poi le nazionali non vanno ?
Questi soldi vengono restituiti o servono a comprare piattelli o macchine lanciapiattelli di qualche specifica marca ?
Be scusate, sicuramente non sarà così, il buon Dio me ne voglia, però avendo un Presidente che fabbrica e vende piattelli,
un consigliere federale che con la sua ditta o per lo meno dove ha l’ufficio e lavora la moglie, è rivenditore dei piattelli che fabbrica il Presidente e costruisce per venderle, macchine lanciapiattelli,
il figlio di un altro consigliere federale, in un’altra zona d’Italia è sempre rivenditore dei piattelli che fabbrica il Presidente e delle macchine lanciapiattelli che costruisce l’altro consigliere, visto che i quadricampi consumano molto di più che quelli piccoli o monocampo, come diceva un vecchio politico Italiano, a pensar male si fa peccato ma quasi sempre ci si azzecca..
Con ciò cari Presidenti dei piccoli campi, visto che siete molto di più di quelli grandi, aspettate a dare le deleghe per votare, questa volta c’è un’alternativa ed a breve presenteremo i nostri programmi.
Alla riunione di oggi si è anche parlato dei Delegati Regionali, persone che dovrebbero essere le voci dei Tiri a Volo di ogni Regione, invece sono dei poveri Cristi che vengono messi li e devono sempre e soltanto dire di si, altrimenti vengono sostituiti dal Presidente, perché Questi non sono più eletti dalle società ma bensì nominati dal Presidente,
ora voi mi direte, come puoi provare che i Delegati Regionali non tengono alle loro regioni ?
Semplicissimo,
il Tiro a Volo di Massa Martana (PG) per l’esattezza TIRO A VOLO UMBRIAVERDE (di proprietà del Presidente FITAV, e per verificarlo basta andare nel suo sito internet, ed è riportata la stessa partita iva con la quale il Presidente FITAV è socio dell’azienda che fabbrica i piattelli) tra ritiri delle nazionali, raduni di giudici e di squadre giovanili e grandi manifestazioni, ospita più eventi che alcune Regioni Italiane, si avete letto bene, il Tiro a Volo del Presidente ha più eventi che alcune Regioni Italiane, nel senso che tutti i campi, messi insieme in alcune regioni, fanno meno eventi che il campo del Presidente,
pensate che solo sabato e domenica scorsi, ha ospitato la coppa delle Nazioni di Trap con quasi 300 tiratori e sabato e domenica prossima ospiterà la prova di coppa del mondo di Fossa Universale, e secondo voi c’è qualche Delegato Regionale che si lamenta di tutto ciò, rivendicando qualche gara per la propria regione ?
No si nascondono dicendo che certe cose possono essere fatte soltanto in strutture come quella del Presidente, ma dico io, battiti anche te, per creare nella tua regione una struttura che può ospitare certe cose, usando soldi del credito sportivo o contributi FITAV.
Queste cose, e credetemi c’è ne sono molte altre, NOI della riunione di oggi le vogliamo cambiare,
una Federazione non può essere gestita solo per fare l’interesse di un’azienda o di una famiglia.
A breve formeremo un gruppo in Facebook intitolato LA FITAV CHE VORRESTI, dove potremmo dire tutti la nostra ed esporre idee che potrebbero servire per migliorare.
Se ci fossero persone indignate come NOI e volessero darci una mano e far parte del progetto, contattatemi su facebook in pubblico o privato, come meglio credete.
Marco Marinangeli

ricciardi silvio 05/05/2016 LA FITAV CHE VORREMMO . - Per anni abbiamo combattuta questa battaglia impari dato che i voti degli elettori non sono dei tiratori ma dei presidenti delle associazioni, che per 14/15.000 euro danno la delega anche ad Al Capone.
La unica soluzione è quella che, documentandosi in maniera attendibile, i componenti della nuova lista elettorale, si presentino al Dott. Giovanni Malagò, presidente del Coni, e guardandolo negli occhi, abbiano il coraggio di denunciare tutto quello che accade da troppo tempo.
Inutile presentarsi alla elezioni con qualsiasi validissimo leader se non si hanno i consensi delle grandi e piccole società, ed allora potremmo sognare una raccolta pubblica di danaro *offrendo* ai presidenti votanti l unico programma di sviluppo al quale sono sempre stati sensibili.
Questo non vuole assolutamente significare che non apprezzo il vostro tentativo e sono pronto a collaborare nell'interesse del nostro sport.

Rosa Rosa Gioacchino 05/05/2016 azforum --Sono in treno con le evidenti difficoltà a digitare su un telefonino, ma non voglio far passare neanche un minuto per dare il mio appoggio incondizionato alla iniziativa illustrata da Roberto solo sperando che la CASTA non riesca ad annullare anche questa come avvenne per altra analoga allorquando proprio un esponente del cieco e sordo CONI consentì alla ARROGANTE CASTA di trattare i candidati indesiderati come delinquenti. Per fortuita concomitanza ho scritto proprio ieri su pagina ELICA un capoveso riguardante la defunta Commissione Tiratori e la politica sullo sviluppo dei campi. Leggetelo. Anzi prego Africano di copiarlo qui. Poi vi racconterò di quando la Fitav volle lo aumento a € 1.80 del costo elica!!!!!

Rosa Rosa Gioacchino 05/05/2016 azforu -Nelle Commissioni Tiratori degli anni che furono, prima che queste venissero drasticamente cancellate perché troppo fastidiose per i Consigli, si delinearono pensieri volti a suggerire al Consiglio uno sviluppo degli impianti con una netta componente federativa e non privatistica. Poi con l’arrivo al potere di Mr Piattello e di Mr Lanciapiattelli, il sodalizio incidentale di fatto portò una corsa sfrenata a incentivare campi ***ovunque e comunque***, purché acquistassero macchine e piattelli. E oggi ci troviamo nelle condizioni in cui ci troviamo, con una miriade di campi (tanti inutili) sulla cui sopravvivenza è difficile scommettere! Forse una diversa impostazione allo sviluppo ci avrebbe fatto trovare in una condizione meno pesante

Vigo Africano 05/05/2016
Ovviamente non posso che appoggiare l'iniziativa di Marinangeli & C, ma non attraverso F.B. per cui ho un avversione derivante anche dal pericolo di contrarre dei Virus.
Tenetici al corrente e chiedeteci per quanto eventualmente possiamo esservi utili.

Rosa Rosa Gioacchino 05/05/2016 azforum -- Sig. Marinangeli, una preghiera. Io sono arrivato quasi alla fine del suo intervento senza capire che era un suo scritto. Pensavo che Roberto Scalzone si esprimesse direttamente e non come ospitante dei suoi interventi. La prego, eviti possibili confusioni, si iscriva al forum ed agisca senza ponti. Roberto potrà sempre espimere la sua personale opinione. Penso che capirà i motivi di chiarezza per quanto Le ho chiesto e La ringrazio in anticipo.
azforum

Salzano Giuseppe 06/05/2016 Lettera aperta del Signor MARCO MARINANGELI postata da ROBERTO SCALZONE.
Conflitto di interessi?........POTERE DOMINANTE!!!
IL mio pensiero?
CONDIVISIONI & PREOCCUPAZIONI.
Cordialità.
azforum

scalzone roberto 06/05/2016 Io ho fatto solo un copia e incolla della lettera posta dal Sig. Marianangeli che ha postato su face book.

scalzone roberto 06/05/2016 Postata su face book

Rosa Rosa Gioacchino 06/05/2016 azforum -- Rob. Se Marinangeli decide di non iscriversi a Forum, continua pure a fare il copia e incolla, ma mettici il cappello del tipo: vi trasferisco......Ciao, Qatariano del desero....!
azforum

lanteri salvatore 08/05/2016 salve, intanto volevo ringraziare il sig. Africano per aver allegato lo schema delle varie pesate, di seguito riporto i valori riscontrati sul mio fucile, canne da kg 1540 lunghezza mm760 baricentro a 285
peso in volata gr 577
peso al monoblocco gr 963
rapporto 1,66.
premetto che ho fatto tutte le prove del caso per arrivare al famoso rapporto di 1,83 ma risulta essere praticamente impossibile. domanda come posso risolvere? grazie

Vigo Africano 08/05/2016
Salvatore, ti invito a darci del tu. Cortesemente puoi ripetere le pesate alla Volata ed al Monoblocco, non ricavando la seconda pesata per differenza dal peso totale della canna? Poi se puoi dimmi la Marca ed il Modello del tuo fucile.
Il peso al monoblocco da te segnalatomi mi sembra un po basso per una canna dal peso totale di 1540 e di lunghezza 76 cm di canna. Guarda anche i dati del mio Perazzi all'Origine.

lanteri salvatore 08/05/2016 si Vigo, allora il fucile in questione è rizzini premier trap, dimenticavo a dire che le chiusure non sono tipo boss.

lanteri salvatore 08/05/2016 ti dico quello che ho fatto,primo procedimento:
peso della canna 1540 x baricentro285mm / lunghezza della canna 760mm
ottenendo il peso in volata di 577gr. poi 1540-577=963gr peso monoblocco
divido 963/577= 1,66 rapporto.
2 procedimento, vado a pesare con una bilancia ed ottengo peso monoblocco 1025
peso volata 572 per un totatle di kg 1597 perche' tutta questa differenza? ora se volessi prendere come riferimento il 2 procedimento il peso della canna sara' 1540 oppure 1597?

Vigo Africano 08/05/2016
Salvatore, il peso della canna del tuo Rizzini lo dovresti trovare trascritto nel libretto di accompagnamento del Fucile quando lo hai acquistato. In ogni caso la pesata più semplice ed abbastanza precisa è quella dell'intera canna.
Se hai una sola bilancia fai la pesata della canna una volta per ottenere il peso in volata (PV), così come descritto nel File allegato al mio intervento.
Poi ripeti con lo stesso metodo una pesata per ottenere il Peso al Monoblocco (PM). A questo punto verifica che la somma di PV + PM sia abbastanza vicino al peso che hai della canna. Un certo scarto potresti averlo perchè le pesate perfette di PV e PM sono difficili da ottenere (canna posizionata perfettamente orizzontale, punti di appoggio della canna). Comunque fammi anche sapere se il tuo fucile interamente montato in che maniera risulta in equilibrio nel punto di cerniera della bascula (pende verso il calcio o verso la Canna).

Bacco Giuseppe 09/05/2016 Nel formulare un grosso - in bocca al lupo - all'iniziativa di Marco Marinangeli, temo che le speranze di democratizzazione siano ridotte al lumicino. Condivido l'invito di Silvio a rivolgersi al CONI con precise denunce. Non posso credere che il Dr. Malagò sia all'oscuro della posizione del suo amico Luciano ma forse una rinfrescatina potrebbe stimolare qualche opportuno intervento. In considerazione dell'attuale situazione Statutaria e normativa, resto assolutamente pessimista sull'esito finale.

Papararo Giuseppe 09/05/2016 - FOSSA UNIVERSALE-GRAN PRIX D'ITALY- PROVA DI COPPA DEL MONDO - Nei giorni 7 e 8 maggio sullo Stand di tiro Umbriaverde di Massa Martana si è svolta la prova di Coppa del Mondo di Fossa Universale sulla distanza di 200 piattelli. In palio anche il quarto trofeo Avv. Guido Polsinelli, indimenticabile pioniere del tiro a volo italiano. La gara era anche valevole per la composizione della squadra azzurra che parteciperà al prossimo campionato europeo in programma in Ungheria nel prossimo mese di giugno. Il giorno antecedente la gara vi è stata una spettacolare esibizione del poliedrico Raniero Testa, un vero e proprio fenomeno, che ha entusiasmato gli spettatori presenti con prestazioni al limite dell'incredibile. Il totale dei partecipanti è stato di 109 tiratori, suddivisi nelle rispettive qualifiche. Tempo incerto il primo giorno, con sole, pioggia e vento che si sono alternati durante tutto l'arco della giornata, penalizzando in qualche caso qualche tiratore malcapitato. Lanci abbastanza sostenuti e impegnativi, ma assolutamente regolari secondo i nuovi schemi internazionali previsti per questa specialità, niente a che vedere, a mia memoria, con quelli in uso diverso tempo fa. Gli impianti hanno funzionato tutti alla perfezione e la direzione di tiro è stata encomiabile. Questi i vincitori: Senior Luigi Viscovo con 195/200; Lady Bianca Revello con 183/200; Master Lionello Masiero con 193/200; Veterani Cappelli Lanfranco con 191/200; Junior Andrea Trabucco con 194/200. Il trofeo Polsinelli è stato vinto da Stefano Narducci, dopo barrage tra i primi 6 in classifica generale. I tiratori entrati a far parte di diritto della squadra nazionale sono: Senior Luigi Viscovo e Stefano Narducci; Lady Bianca Revello e Maria Carmela Petrella; Master Lionello Masiero e Giorgio Bottigella; Veterani Lanfranco Cappelli e Roberto Coppiello; Junior Andrea Trabucco e Giovanni Smedile. Non conosco la terza scelta per ogni qualifica demandata alla discrezionalità del C.T. Sandro Polsinelli, poiché sono andato via prima della sua comunicazione ufficiale.
Per quanto riguarda la mia gara, l'ho conclusa senza né infamia né lode, al 4° posto della classifica Master, con il punteggio di 185/200 (90/100 il primo giorno e 95/100 il secondo giorno), conquistando così la medaglia di.......legno! Ma contro specialisti blasonati della Fossa Universale, come Lionello Masiero, Giorgio Bottigella e Marco Vaccari è davvero molto complicato competere. Saluti. Peppino Papararo.

lanteri salvatore 09/05/2016 ciao Vigo, il mio fucile posizionandolo ai perni cerniera è sbilanciato di 5gr in avanti con le cartucce risulta essere perfettamente bilanciato al perno.
per quanto riguarda le pesate ho seguito alla lettere il tuo allegato è ottengo i risultati che ho inserito nel post precedente.

Rosa Rosa Gioacchino 09/05/2016 azforum -- e finalmente si è messo un poco a lavorare!!!!

Vigo Africano 09/05/2016
Salvatore, intanto nel tuo intervento precedente ricavi il peso delle canne sempre come somma delle due pesate, mentre invece l'unica cosa certa è il peso totale delle canne che puoi facilmente determinare o trovare nel libretto del fucile. In ogni caso io non mi assillerei più di tanto con il rapporto 1,83 (poi non è mica 3,14!). Serviti di quello che è più pragmatico: il bilanciamento al perno di cerniera. Poi sta a te decidere come preferisci avere e sentire l'arma. Io preferisco avere un fucile che tenda ad essere sbilanciato verso la volata di quel tanto che riduce l'impennata del fucile per effetto del rinculo e non mi trascini in basso durante il movimento per raggiungere il bersaglio. Sta a te determinare il quanto secondo la risposta migliore che proverai.

lanteri salvatore 10/05/2016 grazie Vigo per tutti i consigli ne faro' tesoro, approfitto della tua umilta' per farti un'altra domanda, parlando con un tiratore bravo anzi bravissimo mi diceva che l'iride deve stare tangente alla bindella perché se cosi non fosse il recupero di 2 canna diventa più difficile, io sparo 1mm sopra a scoprire un po' di bianco, ho provato a sparare a filo e mi succede che se la giornata è soleggiata quindi buona visibilità non ho problemi però mi sono accorto che la canna come se mi si mette davanti al piattello, invece con scarsa luminosità stacco la testa dal calcio perché non li vedo bene, ho chiesto a lui e mi ha detto che la cosa è strana perché comunque non dovrei trovare differenza, la mia domanda è puo' essere che sul calcio sono troppo accigliato? ovvero con un dislivello tra nasello tallone di 7mm e quindi questo spiega il fatto che mi ritrovo la canna diciamo cosi ad ostacolare la visuale e chiaramente con scarsa luminosità il problema si accentua? grazie e scusami se ti assillo.

Vigo Africano 10/05/2016
Salvatore, ti consiglio di andare, sempre nella pagina del FORUM, all'inizio del Tema *Angolo per l'approfondimento degli argomenti.......*, dove proprio dal primo intervento viene trattata la problematica da te posta.

ricciardi silvio 11/05/2016 S.re Lanteri . - Lungi da me l'intenzione di voler dare nozioni tecniche per supportare le tue cognizioni sulle armi, ma a seguito della tua ultima richiesta penso possa esserti unico questo consiglio,e parto da lontano:
se le misure della tua arma sono fisiologicamente adeguate alla tua struttura, se hai provato a sparare con risultati che tendono a migliorarsi,non ascoltare più nessun consiglio !!
Gli appassionati del tiro, che solo con il giusto tempo, diventeranno veri tiratori sono sempre influenzati da veri e propri rompipalle che, anche se non richiesti, elargiscono consigli, anche in buona fede, che comunque creano dubbi e perplessità.
Nessun tiratore al mondo è simile ad un altro!! Non si esce da una moderna scuola di ballo dove TUTTI dico tutti fanno identici passi perchè non sanno fare altro.
Guardati i tiratori durante una gara nazionale: nessuno ha la stessa postura, nessuno ha lo stesso sistema di imbracciatura, nessuno ha la pupilla allineata alla bindella allo stesso modo,ma tutti hanno trovato il loro modo di colpire con anni di allenamenti MAI CAMBIANDO la propria arma,salvo imprevisti aumenti o diminuzioni del proprio peso corporeo con appropriate modifiche del calcio.
Se vuoi veramente divertirti e conseguire sicuri miglioramenti, ed hai un arma nella quale credi,allenati trovando la massima concentrazione possibile ed alla fine dell'anno fa un bilancio che vedrai non potrà essere che positivo.

Papararo Giuseppe 11/05/2016 Caro Silvio, il tuo consiglio è come quello del VECCHIO SAGGIO, che deriva non solo dal tuo curriculum sportivo, ma anche dalla tua lunghissima esperienza. BRAVO. Aggiungo soltanto che, una volta raggiunto il giusto equilibrio tra l'arma adoperata e le nozioni tecniche, è molto più utile curare l'aspetto fisico e mentale, in mancanza del quale non si raggiungeranno mai grandi risultati. Ti abbraccio. Peppino Papararo.

lanteri salvatore 11/05/2016 grazie veramente di cuore a voi tutti.

ricciardi silvio 12/05/2016 Napoli, 12 maggio 2016
Ci siamo incontrati tanti anni fa. Nacque subito un rapporto di collaborazione che all'inizio, come sempre accade, è improntato da una certa freddezza, causata, dalla reciproca fisiologica diffidenza.
Dopo qualche mese, però, ben chiarite le nostre attitudini ed i nostri pregi e difetti, demmo vita ad una amicizia che si è fortificata nel tempo, fino a diventare indistruttibile.
Abbiamo viaggiato insieme, per anni, per migliaia di chilometri. Partenze ogni settimana ad orari impossibili con rientri in famiglia, molte volte, a notte inoltrata: ma nessuno di noi due si è mai lamentato di questo. L'esito della giornata o delle giornate passate insieme e l'impegno profuso, che mai avremmo trascurato, ci rendeva felici e, se talvolta non soddisfatti, avevamo la certezza di aver fatto tutto il possibile per ottenere il massimo.
Nel 1980, a causa di un tragico incidente, che sconvolse la mia Famiglia, i nostri rapporti dovettero interrompersi . Il carico di lavoro praticamente raddoppiato non mi concedeva pause di distrazione e fu così fino al Dicembre del 1996.
In quei giorni, soltanto per curiosità, fissai con lui un appuntamento e dopo aver festeggiato il nostro nuovo incontro ci siamo ritrovati. Invecchiati, un po' arrugginiti, ma sempre entusiasti per il ricostruito sodalizio.
Sono stati anni che non potranno mai scomparire dalle nostre memorie: eravamo insieme quando nel 2001/2003/2005 vincevo tra i Master Fitav i miei titoli di Campione d'Italia – 3 individuali e 1 a squadra – e le miei lacrime di gioia cadevano su di lui, mentre lo abbracciavo, commosso, come me.
Da oggi non viaggio più. Ho bisogno di riposo e non sono più nella condizione psicologica, più che fisica, di affrontare viaggi e stress ad essi collegati. Anche il mio amico fedele si riposa e mi sorride, appagato, ed io sono con lui ogni settimana quando è sottoposto alle rituali cure di bellezza e pulizia.
Dite la verità, avete tutti pensato, per un momento, leggendo questo post, che Vi stessi confessando – dando prova di coraggio - un amore gay. No, non è così. E per questo ho l'obbligo di presentarvi chi ha sofferto e gioito da sempre con me : si chiama
PERAZZI – MX2 – matr.59103 e.....
chiunque trovi, praticando il nostro sport, un simile amico NON LO LASCI MAI PIU'!!!!!!

Papararo Giuseppe 12/05/2016 Caro Silvio, come te quell'amico io l'ho ritrovato dopo oltre venti anni. Arrugginito, scalcagnato e anche pieno di buchi, così malandato che tutti inorridiscono e mi prendono in giro, appena lo guardano. Domenica scorsa a Massa Martana Umbriaverde, al primo piattello dell'ultima serie del Gran Prix d'Italy di Fossa Universale, mi ha lasciato per un attimo, rifiutandosi di ubbidire al mio comando: molla della batteria spezzata. Aveva come sempre ragione. Dopo tanti anni aveva pur diritto a qualcosa di nuovo. Molla sostituita e ha ripreso subito a suonare quella sinfonia a me familiare. Grazie amico mio. Fra qualche mese ti curerò, allevierò il tuo dolore e ti ringiovanirò ma, giuro, non ti lascerò mai più!!!!! Ti abbraccio. Peppino Papararo.

Vigo Africano 13/05/2016
Alla vigilia del II° G.P. FITAV Regionale (Durazzano) non vorrai mica ritirare la tua promessa fatta a tutti noi su questo Sito?

Rosa Rosa Gioacchino 13/05/2016 azforum --....ma che teneri!

D'elia Giandomenico 17/05/2016 Ciao a tutti...sto sparando da poco con un perazzi mx8 matricola 54xxx,sono ancora in fase di setup per quanto riguarda il calcio..ho un dubbio...le canne pesano 1,600...secondo voi è troppo?sono alto 1.87 e peso 84kg.. Per quanto riguarda il fucile dovrei rifare le chiusure a breve...conoscete qualche ARMIERE in puglia che me le può fare?

Rosa Rosa Gioacchino 17/05/2016 azforum --Ciao GIANDOMENICO e benvenuto. Per i miei gusti personali e la tua taglia quel fucile è perfetto. Sull'armiere pugliese in grado di....vai su pagina elica e poni li la domanda. Vi sono pugliesi che la seguono e certamente potranno darti delle dritte, soprattutto Lelio Palazzo che è anche un grande appassionato di armi. In bocca al lupo.

Vigo Africano 17/05/2016
GIANDOMENICO - Copio io direttamente il tuo intervento nella Pagina ELICA di questo FORUM. Sarà tua cura leggere in quest'ultima le risposte che ti daranno. BENVENUTO!

D'elia Giandomenico 17/05/2016 Grazie a tutti per il benvenuto...spero qualcuno mi dia qualche dritta..vorrei rifarle subito senza aspettare 1 mese in perazzi e non poter sparare nelle prossime gare:) Cmq che ne pensate di quest'annata come perazzi?è del 1980 in ottimo stato come brunitura etc. canne acciaio special 2/1...è un map ma sulle canne non c'è scritto manifattura armi perazzi ma perazzi spa...immagino sia uno costruito nel passaggio vero?

ricciardi silvio 17/05/2016 D'ELIA . - Tutti gli armaioli lo sanno bene che le canne dei Perazzi del 1980/90 sono rimaste insuperate nel tempo. Oggi se tu volessi quel livello di affidabilità dovresti solo comprare un fucile di nuova produzione ma con un sopraprezzo per canne speciali. Rimetti a posto la chiusura, è fondamentale la sicurezza, trova un calcio adeguato, il peso delle canne per te è ottimale e non cambiare arma mai !! Quel fucile, nella grande gamma delle armi costruite in Italia, leader della produzione mondiale, offre semplicità nell'utilizzo e la massima affidabilità.

Rosa Rosa Gioacchino 17/05/2016 azforum – NOTIZIE SUI PERAZZI MIRAGE. Antonio Pellegrino, anche lui convinto che io sappia tutto dei fucili Perazzi, mi chiese se conoscessi la storia dei MIRAGE. Siccome so qualche cosa di quelle splendide armi, ma non tutto, gli dissi che avrei provato a chiedere ad un fedelissimo del Forum, amante ed esperto di armi, ma dimenticavo la sviscerata passione di Lelio Palazzo per le doppiette e non altrettanto attratto dai Sovrapposti. Allora ho chiesto stamane lumi a Mauro Perazzi che con, la consueta cortesia mi ha risposto in giornata. Mi dice che il MIRAGE nacque negli anni 68/70 quasi come versione da piccione del celeberrimo MX8. Aveva canne da 70 e/o 72 cm e strozzature da volatile 4-8/10. Bindella piana o mezzo gradino (2 mm), convergente 11x7 mm. Naturalmente si poteva ordinare con tutte le variazioni volute, come si poteva ordinare con la 1a canna sopra. Probabilmente veniva usato per questo fucile l’Acciaio Special (mitico, n.d.r) certamente il più adatto alla migliore penetrazione necessaria per il bersaglio vivo.
E stato in produzione sino a circa 15 anni addietro e ne sono state prodotte alcune migliaia. Al numero preciso non si può risalire in quanto le vendite non avevano la necessità di specificare il modello, ma solo altri dati essenziali.
Poiché credo che la nota possa interessare non solo Antonio, ma anche altri la metto trasversalmente in sito sia su PAGINA ELICA che in SPAZIO APERTO.

Casolari Enrico 18/05/2016 Salve a tutti.
Da molto tempo vi seguo con attenzione,e ora mi sono deciso ad iscrivermi.Complimenti per tutto il pacchetto Tiroavoloforum, ora dopo 30 ho ripreso in mano il fucile e cominciato a rompere il silenzio nell'aria, i piattelli pochi, ma piano piano mi ritorna un po tutto alla mente.Ora vorrei fare questa domanda e vedo che se ne parla poco o quasi nulla. La CARTUCCIA questa ora mi fa un po pensare e vorreic sapere se per rompere un qualche piattello in più possa dire la sua. Ora sparo delle 28gr di seconda canna e delle 24gr di prima canna, il mio fucile è un beretta 680s trap ***/* canne 75 cm penso che sia il nonnetto di tutto il seguito beretta.Cosa mi potete dire in merito?

Vigo Africano 18/05/2016
Intanto dovrei sapere quale Disciplina vuoi riprendere a praticare.
Per quanto riguarda le cartucce, non vedo la necessità di usare cartucce di diversa grammatura tra la prima e la seconda canna. Attualmente per la Fossa Olimpica in gara la Federazione Italiana stabilisce (e sarebbe ora di uniformare tutti a 24 gr, come da Regolamento Internazionale) le seguenti Grammature:
a) 24 gr per le Categorie: Eccellenza. 1°, Lady e Juniores
b) 28 gr per le Categorie: 2°,3°,Veterani e Master
Con il tipo di strozzature che hai indicato ti consiglierei sempre pallini 7,5.
Avendo tu ripreso a sparare dopo parecchi anni, potrebbe essersi modificata la tua corporatura, pertanto devi valutare l'opportunità di un calcio regolabile al Nasello ed eventualmente al tallone.

Casolari Enrico 18/05/2016 Ciao si scusa avevo solo pensado ,ma non scritto.
Fossa olimpica, la mia statura è 187, peso 110kg,tutto di un pezzo.Non ho nessun problema con il rinculo del fucile, lo assorbo bene,pensavo una 24 gr di prima canna andando un 15/25 mts più veloce e avendo un tempo minore di canna,aprendo un po prima la rosata mi aiutasse, il mio tempo di sparo veloce, mentre la seconda essendo più pesa e andando più pinano aprendo un pelo dopo e avendo più pallini fosse meglio,(il tutto tra veirgolette), ma sono certo che per me la cartuccia ha la sua importanza, ma nonntrovo discussione come se non contasse nulla.Per quanto riguada il nasello in effetti ho alzato un pelo,molti tiri li vedevo sotto.ora va meglioda 15/17 sono passato a 20/23 ma non sono ancora costante,ora mi groviglio cercando una cartuccia adeguata tutto qui.

ricciardi silvio 18/05/2016 Enrico . - Se non sei ancora Prima categoria sappi che in una gara a 50 piattelli regali ai tuoi avversari ben 200 grammi di pallini !! Non pensi che alcuni di essi, con un pò di fortuna, anche se fuori rosata, possono darti uno o due bersagli in più ?? Facci un pensierino ed in bocca al lupo.

Casolari Enrico 19/05/2016 Ciao Silvio
Vero quello che dici, ma non ci penso, sicuramente capiata di sbagliare il bersaglio.Io non faccio gare, se non quelle casarecce, es. cesta natalizia ,salumi, scatole cartuccia, ecc ecc,sono tornato in pedana dopo 30 anni per seguire mio figlio.
Grazie Enrico

Rosa Rosa Gioacchino 19/05/2016 azforum -- ENRICO. Hanno entrambi ragione Africano e Silvio. Il primo a consigliarti il piombo 7,5 e il secondo a sparare 28 gr. Africano critica e giustamente la presenza di due grammature diverse per la stessa disciplina, ma dimentica che certi debiti di riconoscenza sono sempre dovuti e i fabbricanti di cartucce preferiscono vendere cartucce con più piombo. Quindi bisogna aiutarli, altrimenti che riconoscenza sarebbe? Vuoi mai vedere che la nostra Federazione pensi a venire incontro ai suoi **TUTELATI**? Giammai! Pensate, fra parentesi, a quando la Federazione assistette impassibile (si fa per dire!) a quando il COSTO ELICA fu portato da €1.50 a €1.80 e ciò senza alcuna motivazione tecnica o commerciale (e col CONI SEMPRE CIECO E SORDO!).
Io ti aggiungo di essere contento e soddisfatto del tuo 680. E' un eccellente fucile. In bocca al lupo.

Casolari Enrico 19/05/2016 Carissimo Gioacchino
La cartuccia è un po come la benzina del fucile, il resto è solo un aggiustamento personale e fisico.
Non ho dubbi sulla correttezza delle risposte che mi sono state scritte,il resto l'hai detto tu, vero pure quello , ho pagato sulla mia pelle la discussione con un sponsor che 30 anni or sono mi troncò sul nascere la possibile carriera da tiratore. Ma acqua passata non macina più.
Un cordiale Saluto Enrico

Rotundo Piero 24/05/2016 Cari… Africano, Gioacchino e Silvio spero che l’età e la prostata vi lascino ancora un po’ di spazio per godere delle meraviglie dei “Social network” e non solo delle inevitabili infezioni da virus che a quanto ho capito vi tengono lontani, o.. no?
Capisco bene che seguire i giovincelli e le loro mode con l’artrosi, le perdite di memoria e l’inevitabile incontinenza sia un sforzo sovrumano, ma Voi che di sovrumano avete sempre avuto la passione e la facoltà di discernere il grano dalla pula, o se volete il piombo nero dall’antimoniato, non potete e non dovete mancare, altrimenti che ne sarà di noi?
Questo solo per affievolire i miei sensi di colpa per avervi citati in un post su face book nel gruppo “la Fitav che vorresti..”non essendo voi presenti! Un abbraccio circolare d’immutato affetto nonostante la prolungata lontananza per una mia forma di idiosincrasia verso tutto il mondo del… “tiro a volo”

Rosa Rosa Gioacchino 25/05/2016 azforum --PIERO. Francamente vorrei dirti, sia per me che per i miei FRATELLI DI TIRO che incontinenza, perdita di memoria, artrosi ecc. ecc.sono certamente naturali evoluzioni dell'età ed è un privilegio per chi ci è arrivato all'età giusta per.....sono comunque fatti personali e non trovo elegante il volerli usare come introduzione ad un invito. Su un fatto ti posso dare le più ampie assicurazioni: LA LUCIDITA' NON E' ANCORA VENUTA MENO A NESSUNO DI NOI TRE! E siamo ancora tanto lucidi da comprendere che GLI INVITI si FANNO PRIMA DI OGNI EVENTO E NON A COSE FATTE. Io francamente non ricordo nessuno DEGLI INNOVATORI e NEMMENO QUELLI EX TIROAVOLOFORUM COME TE che abbia detto: NOI STIAMO PENSANDO A QUALCOSA DI INNOVATVO NELLA COMUNICAZIONE DEGLI APPASSIONATI DEL TIRO. SE VENISTE CON NOI NE SAREMMO FELICI CONSIDERANDO IL VOSTRO PIONERISMO. Forse così ci avremmo fatto più di un pensiero al riguardo. Ora siamo lieti di rimanere arretrati e antiquati come siamo, ma ANCORA CON QUALCHE VALORE CONQUISTATO CON LA SERIETA' COMPORTAMENTALE!

Rotundo Piero 25/05/2016 Caro Ino, permettimi ancora di chiamarti così, anche perché sia nei Tuoi confronti che in quelli di Africano e Silvio nutro la più profonda stima e vi considero come le persone più preparate,serie, affabili ed oneste che io abbia mai conosciuto nel tiro a volo e non solo! Ti prego di perdonarmi se mi sono espresso male, ma ti assicuro che il mio era solo un modo di dimostrarvi affetto e gli acciacchi dell’età li considero anch’io -come Tu hai giustamente detto- un AUTENTICO PRIVILEGIO. Il mio voleva essere solo un piacere personale di avervi come amici su Fb, dove si sta discutendo della Fitav, considerata la vostra grande esperienza e memoria storica! Se ho sbagliato me ne scuso ancora..
Questo è quanto accaduto nel gruppo dopo che mi avevano iscritto, ed il mio commento con la vostra citazione…

Piero Rotundo
23 maggio alle ore 11:26
Intanto grazie per avermi inserito nel gruppo e grazie anche per la bella domanda insita nel nome dello stesso e alla quale credo ci sia una sola risposta: “Vorrei che la FITAV fosse la FITAV; Una federazione sportiva e non il feudo di “commercianti federati” più con il portafoglio che con lo Sport!” Ma.. ho idea che questa sia solo una bella utopia, null’altro che una bella utopia!!
il Dio Denaro ci governa e governa il mondo. Bisogna arrendersi.
Il “nostro”egregio Presidente, nonché Senatore, nonché illuminato imprenditore è un Campione di lungi-miranza, l’ha capito prima e meglio di chiunque altro.
E visto che i piattelli non riusciva a romperli, ha deciso di costruirli. -Tanto poi ci penseranno i poveri fessi a romperli per una medaglietta di latta.- E.. più ne romperanno, più il “lungi-mirante potrà mirare in alto, in alto tanto in alto.. sino allo scranno di Montecitorio. Che mira ragazzi!!! Orsù… Facciamocene una ragione e diamogli sta maledetta Medaglia d’oro che da ragazzo tirando ai cocci non è mai riuscito a vincere!
Grazie ancora e in bocca al lupo..a noi tutti!
Francesco Passante Condivido tutto ciò che ha detto Piero Rotundo. Io sono entrato da poco nella Fitav e non vi nascondo che quando mi hanno illuminato sul Presidente Nazionale, su come vengono nominati i Presidenti Regionali e i fiduciari provinciali, beh sono rimasto allibito e sconcertato e quasi quasi mi trovo pentito di essermi tesserato in una Federazione sportiva dove regna un monarca che si nomina i suoi fedelissimi. Io spero che un giorno le cose cambieranno perchè dobbiamo essere noi tesserati a votare i nostri rappresentanti sia a livello Provinciale che (soprattutto) per quello Regionale. Ma forse resterà un sogno.
Non mi piace più • Rispondi • 1 • Ieri alle 0:35 • Modificato

Piero Rotundo Grazie della condivisione Francesco Passante, purtroppo il nostro statuto nel ventennio di reggenza del lungi-mirante “Monarca” è stato depauperato e violentato con continui colpi di mano. Da prima togliendo il voto ai tiratori e lasciando questo sacrosanto diritto in mano solo ai Presidenti di società- più facile governare -e ricattare- 455 “società” piuttosto che i 20.000 tiratori aventi diritto. Che D..ritto il nostro ehhh!!
(Ovviamente società per modo di dire, visto che in maggior parte trattasi in effetti di ditte individuali, i cui Presidenti non vengono legittimamente, ma.. solo formalmente eletti dai soci)
E subito dopo, eliminando i comitati regionali, togliendo di fatto anche ai Presidenti il diritto di scegliere i propri rappresentanti Regionali e Provinciali. (Ora nominati e ratificati dal consiglio Nazionale)
Tutto questo caro Francesco con il beneplacito del Coni che ha approvato lo statuto, l’indolenza di noi tiratori che sappiamo solo lamentarci senza mai reagire, e con buona pace anche di quanti hanno dato l’anima con passione per il Tiro e mi riferisco agli amici: Africano Vigo, Gioacchino Rosa Rosa, Silvio Ricciardi e tanti,tanti altri..di tiroavoloforum.it che da anni si battono – inutilmente, ma caparbiamente-contro i soprusi di questa dirigenza!
Un abbraccio.
Mi piace • Rispondi • 1 • 23 h • Modificato

Rosa Rosa Gioacchino 25/05/2016 azforum --PIERO. Anche a nome di Silvio ed Africano ti ringrazio per gli apprezzamenti nei nostri confronti e per la citazione da te fatta sul nostro lavoro per un Tiro migliore. Nessun problema, ma devi convenire che ricevere un invito preceduto dal riferimento alla possibile parte peggiore della tua età è quanto meno
molto singolare!!!!!!!
Questione chiusa ed in bocca al lupo per quanto sperate di fare!

Rotundo Piero 25/05/2016 Ne convengo e ti ringrazio per l’augurio, anche se non ho speranze e tantomeno intenzioni. Mi sono allontanato da Tiroavoloforum non certo per colpa vostra, anzi... Combattere contro i mulini a vento più che “Cervantes” è.. snervante e mortificante. Se a questo poi aggiungi l’indolenza di Sancho e di tutti gli scudieri baldanzosi in privato e restìì ad affrontare il campo aperto il quadro è completo! Ma Voi queste cose le sapete da prima, meglio e più di me.
Un abbraccio e …ok, caso chiuso. Grazie.

Rosa Rosa Gioacchino 26/05/2016 azforum – Nel recente, forse per pura coincidenza, si è saputo di due nuove iniziative volte all’auspicio di una Organizzazione Tiro (leggi Federazione) migliore ed equilibrata. La prima ritengo faccia capo ad imprenditori coinvolti nella produzione o solo distribuzione (esattamente non so) di piattelli e quindi tende ad instaurare un mercato con le dovute garanzie di libertà operativa. L’iniziativa se ben impostata e supportata da valide documentazioni dimostrative, oltre che l’attenzione del CONI e della MAGISTRATURA, dovrebbe trovare anche l’appoggio di almeno quella parte avveduta e non cieca dei Gestori che dovrebbero pur chiedersi finalmente perché i piattelli costano in Italia molto più che nel resto d’ Europa e perché il costo elica fu portato inopinatamente da € 1,50 a € 1,80 senza la minima opposizione della Fitav, APPLAUSI ANZI!!!!! Dovrebbero chiedersi, ma avrebbero dovuto farlo già da tempo, in che misura e di quale natura è il prezzo che pagano per assegnazioni, contributi e sovvenzioni. La Società Incidentale di Fatto fra Mister Piattello e Mister Lanciapiattelli, (vedi mio intervento del 05/05/2016) fece una programmazione di lungo periodo, perfetta a modo loro, non per il benessere dello SPORT DEL TIRO, ma per motivi di vera cassa garantita e controllata. Meglio, come è stato già detto, mettere sotto cortocircuito qualche centinaio di Gestori, gran parte gente semplice e dalle idee semplici, che qualche decina di migliaia di vocianti sempre pronti al lamento, ma mai all’azione. Un neo però vi era e vi è! Le vacche. E si perché quando son grasse fanno in modo che qualsiasi squilibrio diventa comunque un tollerabile equilibrio momentaneo. Ma quando diventano magre, allora son problemi e non bastano più contributi, sovvenzioni, assegnazioni a chiudere in maniera proficua il circuito perverso su cui si basa il tutto. Ed io credo che alla estrema magrezza delle vacche ci siamo già, eccome se ci siamo!
L’altra iniziativa, quella sospinta dai NUOVI SOCIAL è più convenzionale. Dovrà tuttavia misurarsi con la riconosciuta duplicità comportamentale di tanti di noi Tiratori: io mi lamento, tu ti lamenti, essi si lamentano, tutti si lamentano ed allora facciamo un esposto con tante, tante firme da non poter essere cestinato e ignorato. Ed allora pronti, partiamo? Ma dove sono finiti i TANTI? Purtroppo i tanti si son nascosti per paura di RITORSIONI! Questa è realtà, dura realtà!
Mi risulta poi che i SOCIAL hanno nelle loro file anche persone di peso che sono palesemente filo Rossi. Se lo sono per concreta ammirazione o per speranze di incarichi qualificanti e gratificanti, non mi è dato di sapere, ma ci sono e ciò è un deterrente mica da poco,
Ad ambo le iniziative i miei auguri, i nostri auguri. Penso di poterli fare anche a nome di quanti, come me, hanno sempre sognato di poter avere, almeno nello SPORT distanze siderali da politica, politicanti, mestieranti, traffichini di bassa lega e conflitti di interesse!

Rosa Rosa Gioacchino 30/05/2016 azforum -- Da un annuncio partito da Luigi Mele sui SOCIAL apprendo che FALCO/CAPUA ha ricevuto l'autorizzazione a riprendere l'attività. Ho chiamato Ennio Falco, ma al momento non è raggiungibile. Volevo fargli gli auguri miei e del Forum'
P.S. Vedo che i Falchetti, mi hanno preceduto approfittando della lentezza della mia tarda età!

Vigo Africano 30/05/2016
Sono veramente felice della riapertura dello Stand FALCO, il più Antico e Glorioso della Campania. Alla Famiglia FALCO i miei più sinceri AUGURI.

Rosa Rosa Gioacchino 31/05/2016 Azforum --IERI 30 MAGGIO 2016. In MONDO TIRO sono avvenuti ieri accadimenti di segno completamente opposto, Prima di tutto la riapertura del Campo FALCO.CAPUA cosa che fa piacere a tanti e ad alcuni, me compreso, in modo particolare per lunga amicizia con la famiglia Falco.
Poi in serata un ennesimo scivolone Federativo che più scivolone di così non si può.
PREMESSA. Nel compilare le NORME per il Campionato Elica 2016, la nostra Fitav, con la collaborazione di 4 ESPERTI, nostri colleghi e quasi tutti naviganti di lungo corso, ha anche stabilito e legiferato a Pag 9 (le pagine bisogna contarle in quanto non numerate e non datate) del Regolamento 2016 le NORME per la formazione delle squadre Nazionali per il 2016.
Per una manifestazione sul territorio nazionale, come è il caso del prossimo Europeo Fitasc a Roma, la squadra **deve essere così composta, come dettano le tavole della legge! **
**I SENIOR, primi 3 classificati del C.I. 2015: Leandro Prado, Bruno Tallarico e Franco Tassinari. (3)
**I Campioni in carica per le 4 Qualifiche: Paola Tattini, Luca Benedetti, Serra Giancarlo e Alberto Olivieri. (4)
**I vincitori di Campionati minori: Francesco Baldi (28gr), Paolo Golfari (doppietto), Marco Rodenghi e Giovanni Barbieri (tripletto).(4)
**Il Campione mondiale in carica (Italiano) per circuito Fitasc: Mattia Pavan (1)
**Il Campione Europeo in carica (italiano) per circuito Fitasc: N.B. Confesso di non ricordare se lo abbiamo o meno per la confusione dei due circuiti, ma mettiamoci pure: Mario Rossi, Se non c’è, Mario Rossi supplisce alla grave dimenticanza degli estensori di non aver incluso nei convocati di diritto anche l’eventuale vincitore (italiano) della prestigiosa Coppa del Mondo (1)
**Non è scritto da nessuna parte, ma di solito il C.T. veste la maglia della sua Nazionale, Quindi: Giuseppe Rodenghi (1)
**Due Tiratori di riserva nominati a discrezione del C.T.: X e Y (2)
Se non sbaglio siamo a 16 e così si dovrebbe chiudere. Ma come mai ne sono stati convocati 25 o 26 o forse più? E Come ciò può essere avvenuto AUMM AUMM? Nessun comunicato e suppongo, nessuna decisione in Consiglio Federale ed allora come? Alla solita italica maniera adottata pienamente in Fitav: i regolamenti si fanno, ma li rispettiamo quando ci pare e quando ci fanno comodo. Mi spiace, ma è la triste realtà di quanto ci meritiamo!
Di contro sarebbe stato così semplice far apparire un Comunicato Federativo attestante: Su proposta del Consigliere **Gennaro Esposito**, vista la NORMA xyz vigente, non adeguata alla partecipazione della nostra Federazione alle competizioni internazionali su territorio nazionale, si apporta la seguente variante: vengono convocati anche i secondi e terzi qualificati del Campionato Italiano 2015 e di tanto si dà comunicazione ufficiale attraverso il notiziario federale.
E col pensiero semplice di un Gennaro Esposito si sarebbero corretti marchiani errori di partenza, si sarebbe adeguata la squadra alle esigenze di partecipazione e di scena e si sarebbero stroncate le critiche almeno quelle sulla procedura (non certamente sulle convocazioni discrezionali supercriticabili per numero e per talune scelte, magari di origine africana!!!!). E invece tenetevele, cari responsabili, ve le meritate tutte nel merito e nella procedura.

Riporto il testo anche su Spazio Aperto per evidente interesse trasversale.

Falco Tiro a Volo 01/06/2016 Il Tiro a volo Falco, partecipa al dolore che ha colpito la famiglia dell'amico Massimo Riccardi

Falco Tiro a Volo 02/06/2016 Il Tiro a volo Falco, partecipa al dolore dell'amico Giovanni Alois per la dipartita della moglie Rosa

Falco Tiro a Volo 03/06/2016 Il Tiro a volo Falco, partecipa al dolore che ha colpito l'amico Salvatore Rivetti per la dipartita del fratello Antonio

Marinangeli Marco 03/06/2016 Buona sera a tutti, sono Marco Marinangeli il creatore del gruppo in facebook la FITAV che TU vorresti, mi scuso per il ritardo con il quale ho scritto nel vostro forum, non è stato per scarsa considerazione o maleducazione, trà l’altro più di un amico mi ha esortato a farlo, ma gestire questo gruppo è diventato quasi un lavoro, molta gente mi scrive in privato per paura di ritorsione ed io trovo giusto rispondere a tutti. Un po di tempo fa, con i fondatori del Forum, abbiamo avuto uno scambio di email e apprezzo la schiettezza con la quale sono state dette le cose, giustamente vengo accostato ad una famiglia intrigata nel commercio dei piattelli, anche se non è così, in quanto sono separato dalla figlia e dalla cognata dei proprietari della New Trap, ora rivenditori Laporte.
Io purtroppo a causa della vicinanza a quella famiglia, ho dovuto subire un forte attacco del Presidente Rossi sulla mia persona, in quanto voleva dimostrare la sua potenza sulla famiglia della mia ex moglie, non riuscendo ad avere con loro un accordo commerciale.
Ad oggi ringrazio Dio, ma devo dire che non è ancora riuscito a compiere la sua opera su di me, ma non so quanto resisterò, però posso dire che fin quì stà vincendo l’onestà e la voglia di lavorare, per questo ho voluto fare il gruppo, ed il mio intento è quello di fare una denuncia al garante del codice sportivo e la faccio non come semplice persona, ma bensì come Presidente di una polisportiva, affiliata al CONI ed alla FITAV e ovviamente anche come tesserato FITAV, presentando una serie di documenti pubblici che mostrato almeno tre vertici della FITAV, Presidente compreso, incompatibilissimi rispetto le cariche che ricoprono.
A seguito di questa denuncia ero contento di riuscire a mettere insieme degli sportivi, ovviamente ambiziosi per non lasciare comunque in mani di commissari questo meraviglioso movimento, specificando che io non ho mire di candidature ma voglio solo servire a metterli insieme e posso dirvi di aver già rifiutato proposte di alcuni commercianti interessati, i quali addirittura, promettevano macchine lancia piattelli o piattelli in omaggio in cambio di una delega per le votazioni.
Il gruppo si stà creando, abbiamo fatto già alcuni incontri, sono tutte persone molto competenti tecnicamente , fatti fuori dal sistema clientelare voluto da Rossi che negli 25 anni è stato in essere in FITAV.
Avendo lui, passatemi il termine un po scurrile, la faccia come il culo, in questi giorni li sta contattando, o meglio stà facendo la conta di chi ha trattato male negli anni prendendo in considerazione chi è dovuto scappare all’estero ed ha fatto risultati, li chiama promettendo, ma quello che mi rimane difficile è come spiegherà a quelli già in essere, di dover lasciare, essendo consapevole del sapere e della documentazione in mano a quest’ultimi.
Purtroppo però, forse a causa del dominio di De Rosa e Avveduto, dalle vostre parti nessuno trova il coraggio.
Se ci fosse qualcuno competente ed ambizioso al punto giusto o anche interessato ad alimentare la discussione, scrivetemi alla mia mail marco.marinangeli1975@gmail.com o chiamatemi al 331.3745585, vi dico che se non mi uccidono prima questa volta siamo molto vicini al cambiamento.
Marco Marinangeli

Rosa Rosa Gioacchino 04/06/2016 azforum --MARCO. Sai che i proverbi sono la saggezza dei popoli. Io, ovviamente, amo quelli della mia terra. Uno, certamente adatto al caso, dice: chiacchiere e tabbacchere e' lignamm o' Banco 'e Napule nun ne 'mpegna! Era la amara constatazione del popolino a non poter avere aiuto quando non aveva delle valide contropartite da dare. Quindi diciamo e ripetiamo, fatti concreti e ampiamente documentati. Portati con decisione e senza timori a chi ha il vero potere di intervenire. Il resto è inutile. Di proteste, chiacchiere, sussurri, lettere c'è ne sono state e ci saranno, ma non servono a niente e non sono mai servite contro chi sa difendersi e sa come farlo al meglio, anche sacrificando per sempre e totalmente la propria faccia frontale!

Vigo Africano 04/06/2016
Lettere,Interventi,Reclami ce ne sono stati tanti, ma il problema non è che si sappia difendere, è lo strapotere che gli permette di CESTINARE tutte le azioni avverse, trovando nel C.O.N.I. un Controllore a dir poco AGNOSTICO, NON VEDENTE E SORDO.

PANDICO VINCENZO 04/06/2016 Sentite condoglianze all'amico dr.Franco Schiano per la perdita della cara madre .

Falco Tiro a Volo 04/06/2016 Il Tiro a volo Falco, partecipa al dolore che ha colpito la famiglia dell'amico Franco Schiano per la perdita della mamma.

Vigo Africano 04/06/2016
Franco ti sono fraternamente vicino in questo triste momento. Un forte abbraccio.

ricciardi silvio 04/06/2016 FRANCO SCHIANO . - Non ci sono parole che possano lenire simile dolore, ma almeno voglio che ti raggiunga il mio affetto sincero.

Schiano Franco 06/06/2016 Ringrazio con affetto gli amici Enzo,Africano,Silvio e il Tiro a volo Falco per le parole di conforto.Grazie

Raimondo Tommaso 12/06/2016 Il Tav Raimondo si associa al dolore dell'amico Franco Schiano per la perdita della cara mamma.

sorvillo giovanni 13/06/2016 Mi associo al dolore della famiglia Mainenti di Pattano per la scomparsa di Massimo Mainenti, storico armiere della zona.

Rosa Rosa Gioacchino 13/06/2016 azforum --EZIO RICCI, UN MONUMENTO DEL BEL TIRO CHE FÙ. Ieri ero alla Lazio per assistere all' Europeo di Elica. Mi giro indietro e lo vedo intento ad osservare le cassette. Mi dico: ma è lui? Mi sembrava ancora come lo avevo visto tanti anni addietro. Dritto come un fuso, distinto ed elegante come sempre, certamente appare più giovane degli 86 anni che porta benissimo. Anche lui mi ha riconosciuto subito. Ci siamo abbracciati con affetto ed abbiamo ricordato alcune delle tante vicende che abbiamo vissute insieme ed anche i tanti amici comuni. Per chi non sà, Ezio è stato oltre che bravo tiratore, un Arbitro di grande capacità e serietà, impegni sempre condotti con la sua innata signorilità. Ce vorrebbero ancora tanti come lui. Grazie ancora Ezio!

Vigo Africano 17/06/2016
ELICA - CAMPIONATO EUROPEO 2016
Questa la Classifica a Squadre rilevata:
Classifica
Mentre in Inghilterra si vota per uscire dall'Europa, ecco che la FITASC invita e realizza UNIONI PIU'AMPIE.

Rosa Rosa Gioacchino 18/06/2016 azforum --.....ma la cosa non si è fermata qui. Se vi interessa sapere a che livello sono le nostre Federazioni (quella nazionale e quella internazionale) andate a leggere il resto sulla pagina ELICA!

Falco Tiro a Volo 18/06/2016 Il tiro a volo Falco tutto, partecipa al dolore della famiglia Panagrosso per la dipartita del caro amico Roberto

Raimondo Tommaso 18/06/2016 Il TAV RAIMONDO, partecipa al dolore della famiglia Panagrosso per la dipartita del caro amico Roberto

Vigo Africano 18/06/2016
Le mie più sentite Condoglanze al figlio Tommaso ed a tutta la Famiglia Panagrosso.

D'esposito francesco 18/06/2016 Tommaso Panagrosso. Viivssime condoglianze unitamente alla Famiglia tutta.

Frongillo giuseppe 18/06/2016 sentito condoglianze alla famiglia Panagrosso per la perdita del carissimo Roberto

Giugliano Tiro a volo 18/06/2016 IL TAV GIUGLIANO è vicino a Tommaso Panagrosso per la perdita del caro padre Roberto.

Salzano Giuseppe 18/06/2016 Costernato, esprimo sentite condoglianze alla famiglia Panagrosso per la dipartita di Roberto. Un abbraccio forte Tommaso.

Falco Tiro a Volo 23/06/2016 Il tiro a volo Falco, partecipa al dolore della famiglia Carannante per la dipartita del caro amico Mario

ricciardi silvio 23/06/2016 PROVA DI CAMPIONATO DEL 19.06.16 . -
Ho cercato di documentarmi sui risultati della prova che si è svolta sul riaperto Campo Falco - impossibile pensare ad una chiusura del campo più importante dell'Italia del sud - e mi sono imbattuto in due notizie tanto negative da dover essere messe subito nella giusta luce.
La prima riguarda il numero dei tiratori talmente esiguo da essere addirittura mortificante per una Regione che si fa apprezzare per il numero dei tesserati.Che succede ?? Disamore o cattiva informazione ??
La seconda, mille volte più sorprendente, è rappresentata dall'ultimo posto della classifica generale, con un punteggio vergognoso, del più forte,più esperto,più sportivo tiratore che abbiamo in Campania - uomo, amico e maestro di tutti noi degno del rispetto dovuto alla sua persona ed ai sui trascorsi - che sono sicuro che mai avrebbe potuto presentarsi in pedana in preda ai fumi del vino o in condizioni fisiche precarie.
Ma che ci sia stato uno scambio di persona o il risultato è relativo alla gara del suo primo nipote che inizia ora a sparare ??
Vorrei che fosse pubblicata la soluzione di questo piccolo rebus, tenuto conto che la rigidità della Fitav locale per il rispetto delle regole MAI avrebbe autorizzato , sicuramente all'insaputa dello stesso tiratore, considerare iscritto, per far numero, un proprio tesserato.
Chi è stato indifesa vittima di imposte irregolarità regolamentari ad usum delphini chiede chiarezza !!

Raimondo Tommaso 23/06/2016 Il TAV RAIMONDO, partecipa al dolore della famiglia Carannante per la dipartita del caro amico Mario.

Vigo Africano 23/06/2016
Porgo le mie più sentite Condoglianze alla Famiglia Carannante per la perdita del caro Amico Mario, di cui conserveremo sempre un suo vivo ricordo con le tante fotografie che ci ha scattato.
Mario, Riposa in Pace.

Salzano Giuseppe 23/06/2016 -Mario Carannante-Sembra incredibile immaginare che una Persona tanto brillante quanto simpatica e gioviale, un destino crudele lo abbia rapito in giovane età alla vita terrena.Il Signore illumini la Sua esistenza nella vita eterna.Alla Famiglia giungano sentite condoglianze.

ricciardi silvio 24/06/2016 MARIO . - Impossibile sarà dimenticarlo.Ogni qual volta vorremo rivedere immagini del nostro passato sportivo Lui rivivrà con tutti noi. Ho con me, in auto, da anni un Suo regalo, un cd con una serie di canzoni da Mario incise, con lo pseudonimo di Mario Martin, che mi ha sempre accompagnato in viaggio e che mi farà rivivere i migliori momenti della nostra vita.

Rosa Rosa Gioacchino 25/06/2016 Mi spiace molto sentire di Mario Carannante. Le mie sentitissime condoglianze alla sua famiglia.

buono antonio 26/06/2016 La triste notizia della perdita del caro amico Mario Carannante, addolora e rattrista noi tutti tiratori Ischitani.
Ciao Mario, ci mancherai tanto...e grazie per i tanti scatti che ci hai lasciato.

ricciardi silvio 27/06/2016 UTILE INFORMAZIONE . - Dato che la mia età da verde è diventata marrone, mi sono informato sulle eventuali sanzioni nelle quali potrei incorrere lasciando una competizione ufficiale, senza completarla, per motivi fisici. Non avendo le società - sic !!! - obbligo di presenza di un medico per le eventuali emergenze, basta recarsi ad un pronto soccorso o , ANCHE DAL PROPRIO MEDICO CURANTE, che rilascerà un certificato con data, ora e giustificante patologia che andrà poi inoltrato alla società e quindi alla Fitav
PER QUANTO OVVIO LA GARA NON SARA' VALIDA COME PARTECIPAZIONE !!!
A buon intenditor.......niente minacce !!

D'esposito francesco 30/06/2016 Dalla Penisola Sorrentina vivissime condoglianze alla Famiglia Carannante. Il ricordo di Mario resterà indelebile in noi tutti....R.I.P.

D'Aloja Gianfranco 08/07/2016 FIGLI E FIGLIASTRI. Una circolare ministeriale del maggio scorso definisce la questione della validità del porto d'armi per uso caccia. Invito Africano Vigo a linkarla col commento del giudice Edoardo Mori.- Articolo di Earmi

buono antonio 09/07/2016 Il motivo di tanta ambiguità sulla faccenda del porto d'armi, a mio parere, è uno soltanto: continuare all'infinito a colpire ai fianchi il nemico!
Si, perchè noi possessori di armi (in special modo quelle da caccia) siamo nemici odiati da abbattere ad ogni costo.
Pagamenti di balzelli vari, domande on line, ambiti territoriali, tesserini sempre più complicati e microscopici da far impazzire chiunque.
Creare confusione ed incertezze varie tra porto d'armi uso caccia e tiro a volo, è soltanto uno dei tanti modi per far si che un numero sempre maggiore di noi...
appenda il fucile al chiodo.

Russo Gaetano 09/07/2016 Solo ora ho appreso, attraverso la lettura sul sito, la triste notizia della scomparsa del caro amico mario carannante. alla famiglia rivolgo le mie e qualli della mia famiglia le più sentite condoglianze.Ciao Mario.

buono antonio 14/07/2016 Mi sorge un dubbio...secondo voi, Gest Gare è un sito dove si pubblicizzano le gare in corso, o si tratta di un sistema per vedere in tempo reale i risultati di ognuno?

Vigo Africano 15/07/2016
E' un ottimo Sistema che dovrebbe essere utilizzato a dovere:
1) Dalle Segreterie dei Gestori degli Stand, in Tempo Reale per rendere visibile l'andamento della Gara. Ma per la NOSTRA (tiratori) ANTISPORTIVITA', molto spesso i Gestori inviano i Risultati a FINE GARA per evitare che i Tiratori, leggendo i Risultati (troppo buoni), decidano di non partecipare.
2) Dalla FITAV, per raccogliere i Risultati di ciascun Tiratore per l'APPLICAZIONE del Regolamento dei Passaggi e Retrocessioni di Categoria ed inoltre PER IL CONTROLLo DELLA CORRETTEZZA delle Proposte di Passaggio di Categoria, avanzate dagli Organi Periferici.

PURTROPPO NESSUNO DEI SUDDETTI ATTORI FANNO IL PROPRIO DOVERE! (Vedi esempio eclatante: Promozione in I° Categoria del Consigliere Federale Rappresentante dei Tiratori!!)

Rosa Rosa Gioacchino 18/07/2016 azforum --Amici, veramente amici mi consigliarono a Capua di andare a dare un occhiata al foglio FB intitolato °°La FITAV CHE TU VORRESTI** o giù di lì. Ci sono andato un paio di volte o più. Non ho capito bene il funzionamento del sito e come si possono leggere tutti gli interventi. Per quello che ho potuto leggere mi sembra più un sito sgarrupativo -distruttivo- che costruttivo nel senso di frontale avversione allo attuale Staff Fitav -e chi non lo è fra le persone di SPORT e CORRETTEZZA-, ma non leggo nessuna proposta per uno STAFF MIGLIORE. Mi sembrano anche poco attenti a certi avvenimenti che, evidenziandoli, starebbe nel loro solco sgarrupativo.
Io ho da oltre 20 anni una mia idea su come dovrebbe essere formato lo STAFF FITAV e non ho cambiato di una virgola la mia convinzione. Io sono affinché Presidente e Consiglieri vengano eletti con una interazione fra Tesserati e Società nel senso che i tesserati esprimono preferenze sui Candidati e le Società li scelgono fra quelli che hanno quorum da X in su! Più giusto e democratico di così si muore. poi i Consiglieri dovrebbero essere anche i Presidenti delle singole Regioni per ben rappresentare al vertice i problemi della periferia. Se tutti partecipassero a tutti i Consigli, questi sarebbero troppo numerosi. Si ovvierebbe poi, per la normale amministrazione, con un Comitato Direttivo di 6 membri (2 Nord, 2 Centro e 2 Sud e Isole, scelti dal Presidente! Semplice e democratico, sempre che queste voci in ambiente Tiro a Volo Italia abbiano ancora un qualche significato. Non so se qualcuno obbietterà che la mia idea sarebbe in contrasto coi dettami del CONI. Ed io obbietto: se il CONI ha permesso a ROSSI infinite rielezioni -e quasi certamente ne permetterà ancora una con vergognosa negazione delle proprie regole- perchè non dovrebbe permetter uno statuto ben adatto alle esigenze di una sua Federazione?

Vigo Africano 18/07/2016
Per quanto riguarda la scelta dal basso dei Candidati, non saremmo in contrasto con l'attuale Statuto, anzi contribuiremmo alla sua VERA applicazione. Infatti i Candidati dovrebbero essere espressi dai Tesserati e Soci delle SINGOLE SOCIETA' attraverso QUELLA FAMOSA RIUNIONE ANNUALE (indetta questa volta in corrispondenza delle date utili per le Elezioni del Nuovo Quadriennio) che la SOCIETA' dovrebbe indire ALMENO una volta all'anno con i propri Soci e Tesserai, come da Statuto delle Società, stilato dal C.O.N.I., e obbligatorio per tutte le Società, che avrebbero dovuto approvarlo, registrarlo e farlo archiviare anche presso la FEDERAZIONE ITALIANA TIRO A VOLO. In questa Assemblea dovrebbero essere votati ed indicati al Presidente della Società (o a chi lo rappresenterà in Sede Elettorale) i Nominativi dei Candidati da proporre e votare in Sede Federale.

Salzano Giuseppe 18/07/2016 azforum - N O T I Z I A - Dopo domani mercoledi 20,
la proprietà del POLICAMPO VALLE ANIENE,Lungezza-ROMA,passerà di mano.

Rosa Rosa Gioacchino 19/07/2016 azforum --Di chi è la nuova mano? È mano nuda e sincera o protetta da un guanto protettore? Facci sapere! Grazie.

ricciardi silvio 19/07/2016 VALLE ANIENE . - Ino, Salzano non ha il coraggio di dire che è Lui uno dei nuovi padroni !!! Peppi sconto sulle serie piattelli per tutti i Campani, mi raccomando !!

Salzano Giuseppe 19/07/2016 azforum - GIOACCHINO-Da fonti non precisate-non sarebbe una nuova mano,non sarebbe nuda e non avrebbe bisogno di guanti.....protettori.
SILVIO - Sai che il coraggio non mi è mai manato.
So che scherzi....e poi i Tiratori Campani e Tutte le Società Affiliate alla NOSTRA FEDERAZIONE e, che ESERCITANO la ATTIVITA',
non meriterebbero ** uno sconto** ma particolare attenzione,affinché non si ripetano ......VALLE ANIENE!!!

Salzano Giuseppe 19/07/2016 azforum -Proprietà Valle Aniene - Da frammenti di parole da fonti non ben precisate, dicono che c'è motivo di ritenere che l'operazione sarebbe riconducibile al Presidente Luciano Rossi.

Rosa Rosa Gioacchino 20/07/2016 azforum --PEPPINO. Le voci sulla cessione di Vallelunga con interessamento di SKL -Rossi- si succedono da qualche tempo. Molti le ritengono **inattendibili** e molti altri, me compreso, no. Perché no? Perché un campo multiplo a Roma può essere di grande importanza per chi può convogliare su esso mega manifestazioni di discipline NON OLIMPICHE. L’interessante fenomeno delle competizioni tipo PERCORSO DI CACCIA, ha spostato dalle DISCIPLINE OLIMPICHE i primari interessi economici dlle FEDERAZIONI e delle PERSONE COINVOLTE!!!
Ora il poter destinare a Roma, sempre una delle Città turisticamente fra le più appetite al mondo, certe manifestazioni ti assicura un QUID DI INCREMENTO DI PARTECIPAZIONI MICA DA RIDERE -una volta tanto ELICA DOCET!- Si dirà: ma i campi hanno delle difficoltà operative. Si è vero, ma spari a Roma!!!
Quindi l’interesse c’è e potrebbe essere anche una joint-venture italo-franco-russa -questa è una mia supposizione maliziosa, non essendovi rumors al riguardo-.
Dubito però che possa essere messa in atto ora, almeno in chiaro. SKL deve affrontare il nuovo ciclo elettorale subito dopo le Olimpiadi e lo deve fare con 2 ostacoli. La crescente ondata critica nei suoi confronti, più o meno efficace, più o meno pungente e la dichiarata volontà del Presidente CONI Malagò a mettere un duro stop alle RIELEZIONI A GOGO’ NELLE FEDERAZIONI – e la Fitav credo sia primatista in materia!-
In Umbria si dice che Malagò abbia già capitolato dando la benedizione per un altro record di durata. Io non mi meraviglierei più di tanto se così fosse!
E se così fosse l’operazione potrebbe avvenire anche ora ed anche in chiaro alla faccia dei conflitti di interesse, ma cosa sono per SKL questi conflitti di interesse? Nulla, in confronto a i tanti che ha e nessuno ha mai voluto vedere!!!

Salzano Giuseppe 20/07/2016 azforum - GIOACCHINO.L'impegno imprenditoriale non lascia margini di critica,E' giusto anche dire che un imprenditore,operatore economico che fa impresa per professione,e faccia il suo percorso nei fissati canoni di etica, nulla vi è da obiettare.Se poniamo ad esempio, l'intestatario-proprietario di una ASD che vuole ampliare la propria attività comprando o gestendo più campi ti tiro,alcuna obiezione anche in questo caso.Per quanto attiene Valle Aniene non è dato sapere se trattasi di cessione o di gestione che passa di mano o vi dell'altro.

Rosa Rosa Gioacchino 27/07/2016 azforum --MONDIALE ELICA FITASC 9-11 OTTOBRE 2016 IN EGITTO. Metto anche qui un quesito essendo ovviamente trasversale e non solo limitato alla Nazionale di Elica. Il quesito è: può una Federazione mandare una sua rappresentanza per una manifestazione sportiva in un Paese dove il governo nazionale consiglia ai cittadini di non recarsi?
Ci sono precedenti per casi simili e quali?
Penso che buonsenso sconsigli la partecipazione. Il contrario porrebbe non pochi problemi di assunzione di responsabilità!!!

Papararo Giuseppe 28/07/2016
- ADDIO ALBERTO CARNEROLI - Solo ora ho appreso con molta tristezza che è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari e al variegato mondo del Tiro a Volo Alberto Carneroli (quarto da Sn nella foto), grande amico, grande atleta e illustre professionista. Ricordo con nostalgia le numerose trasferte internazionali vissute insieme con la maglia azzurra. Addio Alberto, che il Signore ti abbia in gloria. Ti voglio ricordare con una foto scattata insieme all’aeroporto di Fiumicino con le squadre nazionali di Trap e Skeet in occasione del Gran Premio d’Europa di Brno del lontano 1973.

buono antonio 28/07/2016 Da alcuni giorni, la RAI trasmette su tutte le sue reti uno spot come un tormentone...si tratta di una pubblicità inerente molte delle discipline sportive dei tanti atleti Italiani che gareggeranno in Brasile.
Beh,che dire...bello; però, mi sono accorto che chi ha fatto quel collage dei vari sport partecipanti, nella fretta, ha dimenticato di inserire un se pur breve passaggio che riguardi il tiro!
Fa niente,sono certo che i nostri ragazzi sapranno rispondere a suon di medaglie e dai colori più brillanti.
Poi...staremo a vedere se qualche spot...ino ce lo faranno vedere. Saluti.

GISSI SIMONE 01/08/2016 VALLE ANIENE.
Ringrazio tutti per essere così tanto affezionati a Valle Aniene da renderla Regina del Gossip, e soprattutto ringrazio il Sig. Salzano per avere così a cuore il mio impianto tanto da diffondere con Tutti gli amici Campani le sue informazioni.
Purtroppo però il 20 Luglio è passato e nessuna nuova gestione è entrata....perché? vi chiederete ora tutti voi, la risposta è semplice! Perché non esiste nessuna nuova gestione.
Il fatto poi che si dica che il Presidente si stia occupando della faccenda è straordinariamente incredibile...Sig. Salzano glielo ha detto il Presidente in persona che non se ne occuperà...comunque Valle Aniene è nata grazie a mio suocero il Gen Riccardo Tonini, ed è da sempre legata indissolubilmente alla famiglia Tonini, questo significa che senza la famiglia Tonini Valle Aniene non esisterebbe e non esisterà.
Certo ci sono poi gli affari e qualunque azienda se pur in piedi per una questione affettiva, potrebbe avere un prezzo... tutto sta nel capire, chiarirsi, offrire e soprattutto assicurare, ma bisogna parlare con le persone giuste sennò si tratta di fare solo un buco nell’acqua. Ci voleva presentare la sua offerta Sig. Salzano? Sa dove trovarci.
Quello che non capisco è perché se avete dei dubbi o delle domande alle quali non sapete dare risposta non lo chiedete direttamente a me invece di fare delle ipotesi azzardate. Un ultima cosa Sig. Salzano dia un saluto a Pino da parte mia.
Un abbraccio a Tutti
Simone Gissi

Salzano Giuseppe 02/08/2016 VALLE ANIENE - Signor Gissi.
Intervento opportuno il Suo.Ma in virtù della visione generale che ho del Presidente nella Qualità delle Sue Funzioni.
Mi è sembrato più un intervento a difesa....che una alzata di scudi per la posizione familiare e delle nobili doti che si devono tuttora riconoscere al compianto GEN.RICCARDO TONINI,cui ebbi il piacere e l'onore di fare la Sua conoscenza.Ci sono state delle **notizie dette e non dette poco controllabili** e con la mia esposizione credo, di non aver leso meriti ed onori ad alcuno!
Avrei gradito che avesse prestato maggiore attenzione a quanto riportato nel mio del 20 luglio u.s. e negli altri due.Ma,ripeto, erano e rimangono **NOTIZIE DETTE E NON DETTE** Infatti scrivevo
**non è dato sapere se trattasi di cessione,di gestione che passa di mano o vi è dell'altro**.Le Sue precisazioni e conferme,inerentemente VALLE ANIENE,non possono che far immensamente piacere e non soltanto al sottoscritto.Credo ,forse,di essere stato abbastanza chiaro sulle iniziative imprenditoriali in generale e per le ASD in particolare.Il **particolare** consisterebbe nelle ipotesi che, se si dovesse verificare una posizione di **POTERE DOMINANTE** potrebbe scatenarsi una sequenza di acquisizioni di cui i Presidenti delle ASD dovrebbero debitamente tener conto!Quali potrebbero essere i motivi scatenanti?
Non sono Titolare di ASD Tiravolistica,ma si sente e si respira un clima pesante ** posizione propria della mancanza di libero mercato e libero scambio** ed innanzitutto di libera concorrenza.
Signor Gissi,circa il Suo invito alla manifestazione di interesse, Le significo che da circa otto lustri,mi interesso di azienda manifatturiera,di prodotti di alto pregio del settore legno e di produzione di energia elettrica a mezzo impianto a vapore,da circa otto anni.Comunque La ringrazio dell'invito.
Signor Gissi, non crede che sia stata non molto elegante la Sua affermazione ***dia un saluto a Pino da parte mia ? ***
Non so a chi possa riferirsi e supponendo che Lei sappia,chiami e saluti il Pino cui fa riferimento.
Con immutata stima.
Cordialità Giuseppe Salzano

GISSI SIMONE 02/08/2016 Le frasi in politichese non mi fanno capire cosa vuole dire veramente ma mi fanno solo capire che genere di persona è chi le posta. Non dicono nulla ma vogliono dire tutto.
I detti popolari invece sono sempre azzeccati...ha la coda di paglia Sig. Salzano? Perché scaldarsi tanto??
In ogni caso nessuno qui voleva alzare degli scudi o tanto meno fare della politica a favore del Presidente ma piuttosto sottolineare che invece di riportare cose dette e non dette da terze persone potevate semplicemente alzare il telefono fare lo 062261251 e chiedere a me direttamente quello che voleva sapere.
Le ASD chiuderanno (Valle Aniene compresa) perché noi gestori siamo letteralmente stufi di combattere ( e mi creda manca veramente poco a questo perchè ormai siamo al limite!!), stufi di combattere continuamente con lo Stato, con le nuove leggi, con gli incassi che non ci sono, con i dipendenti, con i clienti, con i fornitori, con le Autorità, con le ingiustizie e con le chiacchiere. Quindi vi chiedo nuovamente: se avete delle informazioni vaghe per cose dette e ma soprattutto mai dette dal preciso interessato alzate il telefono e chiedete al diretto interessato prima di diffonderle rischiando solo di infastidire e recare danno.
Sicuro che Lei non mancherà di farlo la saluto

Simone Gissi

Salzano Giuseppe 03/08/2016 VALLE ANIENE E NON SOLO.
Signr Gissi,mi dispiace di aver dato l'impressione di essermi espresso con enfasi...ma forse risponde al vero,ma solo nella misura in cui è necessario, trattandosi di posizioni che potrebbero essere comuni,nella gestione delle ATTIVITA' DI TIRO A VOLO,ELICA COMPRESA.
Ho cercato di dare riscontro in linea con quanto intendevo,riferendomi a ciò che accade non solo ora ,nel TIRO A VOLO e che certamente ha dei riferimenti di RESPONSABILITA'. La *NOTIZIA* è stata riportata da me con lo stesso intento di cui Lei ne elenca la realtà delle difficoltà, forse in cui versano le ASD da tempo.E le ragioni e lo stato in cui ci troviamo Lei ne ha elencato soltanto una parte.
Telefonare sarebbe stato poco opportuno e sarebbe stato un **impicciarsi** di fatti altrui.Ma data l'aria pesante che si respira da tempo,era portare a conoscenza di una posizione vesosimilmente comune ad altre realtà.E Lei della elencazione delle problematiche del Settore non ne fa mistero e questo Le fa onore.E' giusto quindi,RENDERE PUBBLICHE LE DIFFICOLTA' COMUNI alle ASD e far comprendere,nel caso ce ne fosse ancora bisogno,a CHI DI DOVERE, che gli assistenzialismi deleteri non servono. Credo invece che occorra una terapia d'urto e non la coltivazione di orticelli personali.Saluti Cordiali.

Rosa Rosa Gioacchino 04/08/2016 azforum --RIO & TRAP. Oggi il quotidiano La Stampa di Torino ha stranamente dedicato una mezza pagina ai nostri tiratori di trap alle prossimissime Olimpiadi. In evidenza Jessica Rossi ed Albano Pera. Pare che abbiano avuto parecchie difficoltà a potersi allenare per limitata disponibilità degli impianti e solo l'intervento duro di Pera ha fatto migliorare le cose con gran riconoscimento al nostro C.T. da parte di tutti i team. Lamentano anche l'uso iniziale in prova di piattelli diversi da quelli previsti per gli ultimi allenamenti e la gara (????). Jessica ha detto poi che le difficoltà logistiche di cui si parla sono state da subito superate per loro per il fattivo intervento del nostro Coni. Pera ha anche motivato alcune sue scelte (Rossi e Pellielo), forse oggetto di qualche critica. Vada comunque a loro il nostro in bocca al lupo. Che siano bravi e fortunati. Con i regolamenti attuali anche il più bravo non vince senza fortuna!

D'Aloja Gianfranco 05/08/2016 Nello scorso settembre sembrava che Albano Pera dovesse escludere Jessica Rossi dalla partecipazione alle Olimpiadi anche perché non sopportava la presenza di gente estranea attorno ai tiratori e in particolare la presenza di tale Roberto Re, mental coach della Rossi (vadansi a vedere i racconti di come vinse Angelo Scalzone le Olimpiadi del '72, 199/200 senza tante preoccupazioni psicologiche). Dopo qualche mese il Pera cambiava idea e, nonostante che la carta olimpica fosse stata conquistata da Silvana Stanco, sceglieva la Rossi al posto di quella per le imminenti Olimpiadi. Sorge spontaneo il sospetto che la scelta sia stata dettata da ragioni pubblicitarie o d'immagine, come si suol dire: la Rossi compare decquà e dellà come la portabandiera del tiro a volo italiano, compreso il neosito della neofitav, quello che vuole attrarre giovani leve a questo sport, dimenticandosi naturalmente delle specialità non olimpiche. Vorrei consigliare, sempre per motivi d'immagine, al Presidente Rossi di non esporsi troppo ad interviste televisive, per il semplice fatto che quel suo affannoso articolare parole, quasi che la lingua o le mucose enfiate cercassero di impedirglielo, potrebbe avere effetti negativi sulla gradevolezza del nostro sport.

Rosa Rosa Gioacchino 05/08/2016 azforum --LO STRANO CASO DI SILVANA STANCO. Oltre a quanto scritto da D'Aloja qui sopra, leggetevi il lungo articolo qui linkato:

http://www.ilgiornale.it/news/sport/colpo-e-centra-rio-suo-pass-olimpico-va-campionessa-1292218.html?utm_source=Facebook&utm_medium=Link&utm_content=Un%2Bcolpo%2Be%2Bcentra%2BRio%2BMa%2Bil%2Bsuo%2Bpass%2Bolimpico%2Bva%2Balla%2Bcampionessa%2B-%2BIlGiornale.it&utm_campaign=Facebook+Interna

Intanto vi è da apprezzare la reazione signorile e composta di Silvana, segno di autocontrollo non da poco. Certo è difficile giudicare l'operato di un C.T., ma da quanto racconta Il Giornale, Silvana è stata l'unica italiana a conquistare il pass olimpico e lo ha dovuto cedere alla Rossi. Il quotidiano riporta anche che Silvana nel recente europeo ha conquistato l'argento, segno di buon stato di forma!!! Ed allora le scelte incominciano a divenire difficilmente comprensibili a rigor di logica. Ma la logica entra nelle decisioni Fitav ben di rado. Anche le scelte per Olimpia non sempre si comprendono!!! Ma in regime di dittatura le cose van così. Io auguro alla Rossi di fare bene perchè è italiana, simpatica e brava. A Silvana auguro ancora 1000 pass olimpici senza scippi. A papà Donato i complimenti ed un abbraccio.

Rosa Rosa Gioacchino 05/08/2016 Ripeto trasferimento link. Sperando che questa volta sia corretto

http://www.ilgiornale.it/news/sport/colpo-e-centra-rio-suo-pass-olimpico-va-campionessa-1292218.html

Rosa Rosa Gioacchino 05/08/2016 Se come link non funziona, fare copia e incolla sul browser.

ricciardi silvio 05/08/2016 SILVANA . - Non esiste nessuna giustificazione al mondo che possa privare ad uno sportivo - CHE HA VINTO IL PASS - la partecipazione alla gara alla quale tutti sognano un giorno di meritare e che è quasi impossibile ripetere nei risultati.
Solo Pera, che si veste delle penne di pavone perchè i tiratori che ha disponibili sono i più forti del mondo - e sicuramente non per i suoi sistemi di allenamento - poteva fare simile scelta, ma se essa gli è stata imposta dall'alto si doveva dimettere immediatamente.
Avrei voluto vedere lui stesso, che ha fatto sano agonismo con ottimi risultati, soffrire se fosse stato egli stesso bruciato da tale arrogante, ingiustificata decisione.
Ma l'errore è ancora più grave in quanto pur colpendo Silvana ha posto Jessica, che non ha espresso in questo periodo una straordinaria forma, nella condizione di sparare con un eccesso di tensione dovuta alla immeritata preferenza.
Vadano alla Rossi tutti i nostri auguri per confermare a Rio il suo stupendo talento, ed Silvana un invito affettuoso a tenere duro come sanno fare solo le Grandi Donne che per grinta e volontà non si arrendono mai !!

Rosa Rosa Gioacchino 06/08/2016 azforum --SILVIO. Il compito di un Commissario è quello di selezionare gli atleti che hanno maggiori possibilità di successo. E già ciò è difficile. Con la presenza dei pass la faccenda si complica e può divenire incresciosa. Tuttavia, con lo stato reale dei fatti riguardanti Jessica e Silvana, nessun C.T. avrebbe fatto la scelta assurda di Pera. Ergo io penso che non sia stato lui anche se, confesso, a pelle non mi è stato mai simpatico. Quindi è molto probabile che abbia subito decisioni altrui! Ed allora avrebbe dovuto dimettersi! Si, è vero. Nel mondo che apprezziamo si fa così! In Fitav non credo. In Fitav: PISCIS A CAPITE FETIT. E da che mondo è mondo, i **VERI CAPI** DANNO L'ESEMPIO!!! O no?
P.S. Credo di Silvana si sia formata in Campania e forse è stata anche tesserata in Campania. E nessuno campano oltre noi due ha nulla da dire? È facile dichiarsi in privato stanchi e oppressi da Rossi e De Rosa, ma se non si ha il coraggio di esprimere un parere in certi casi, di protestare quando è giusto, certi personaggi se li meritano e se li tengano a vita con la ossequiosa testa bassa di sempre!

Rosa Rosa Gioacchino 06/08/2016 azforum --ANCORA SU CASO STANCO. Un nostro amico-lettore, molto più attento ed informato di me, mi faceva notare che Silvana Stanco ha commesso l'errore di conseguire il Pass Olimpico col Perazzi mentre la Rossi è notoriamente a libro paga Beretta-Fiocchi e con costi salati. Allora si può di certo ipotizzare che il messaggio a Pera è partito dal Nord via Foligno ed ecco fatto lo scippo alla Silvana. Certo il Nord vanta anche remoti crediti di riconoscenza che vanno pur pagati prima o poi! Come diceva il Maestro Giulio: a sospettare si fa peccato,ma spesso........

Salzano Giuseppe 06/08/2016 BERETTA-PERAZZI: JESSICA-SILVANA.
Jessica Rossi vinse con Berezza il Campionato del Mondo 2007 e Record del Mondo 2008.
Nel 2010 passò alla Perazzi e con un MX8 costruì,forse,quell'irripetibile CAPOLAVORO,vincendo l'ORO OLIMPICO a LONDRA 2012.Fu tutta una musica per orecchi sopraffini.Compostezza,passaggi di pedana,convinzione e concentrazione ed innanzitutto una imbracciata perfetta.Agli inizi dell'anno 2013 Jessica Rossi riapprodò in Beretta.Non si conoscono le condizioni ma si può solo dare spazio alle immaginazioni.Silvana Stanco,tira con attrezzo Perazzi ,ha conquistato podi in Coppa del Mondo e Campionato Europeo,ma l'amaro in bocca è lasciato dal fatto che l'unica Carta Olimpica vinta è stata la Sua e non è stata convocata. Il C.T. Pera,in una intervista di qualche mese addietro,precisò che la Carta Olimpica è un PASS a disposizione della FITAV e che ad insindacabile giudizio sarà attribuita all'Atleta che la Federazione riterrà più opportuno.Premesso che tutti auguriamo a JESSICA si ripeta nel Vincere un ulteriore ORO e che faccia bene come ha dimostrato di saper fare.
Sulla mancata convocazione della Stanco è da ritenersi un comportamento poco elegante e di basso profilo istituzionale.Sarebbe stato doveroso però che, il C.T. Pera,avesse dato la sua lettura ai risultati delle Atlete secondo la forma degli ultimi periodi.
Non lo ha fatto,non ha potuto farlo per i motivi che sono stati chiaramente e bene espressi prima di me.
Inerentemente le dimissioni,non lo reputo capace di gesti che appartengono ad altro modo di essere e ad altri tempi.Non lo reputo capace di decisioni tanto importanti a cospetto del volere del Presidente Rossi. Ripeto, per ora i migliori AUGURI a Jessica ed a Tutti i Rappresentanti dei Colori Italiani alle Olimpiadi di RIO.

Salzano Giuseppe 07/08/2016 Olimpiadi,TRAP DONNE.
Sarebbe ora troppo riduttivo a risultati proclamati, ripeterci della Carta Olimpica disponibile, la assegnazione a Jessica Rossi e lo spiacevolissimo risultato ottenuto.Forse se vogliamo esporre delle nostre opinioni sul deludente risultato,dovremmo lasciare congelata, per il momento,la discussione sulla assegnazione a Jessica e del perché non a Silvana Stanco che la aveva conquistato.Sarei del parere di aprire un confronto di opinioni su quali le cause che abbiano potuto influire maggiormente sulla mancata conquista delle carte disponibili da parte delle nostre Atlete nelle fasi di disputa delle varie PROVE.Cosa pensate?

Rosa Rosa Gioacchino 07/08/2016
azforum --JESSICA. Io non mi sento di darle addosso. Lei ha fatto una gara onesta per una tiratrice media, deludente per una fuoriclasse chiaramente non in forma e non tanto per gli zeri fatti quanto per come e quando li ha fatti. Palese segno di mancanza della concentrazione e della serenità necessarie, come previsto da Silvio. Le responsabilità dirette o indirette son tutte di Pera che stanotte pregherà in ginocchio perchè Fabrizi e Pellielo gli salvino il culo!!! Persino il Corsera ha dedicato oggi mezza pagina allo scippo ai danni della Stanco. Meditare Pera, meditare!!!

Rosa Rosa Gioacchino 07/08/2016
azforum --JESSICA. Io non mi sento di darle addosso. Lei ha fatto una gara onesta per una tiratrice media, deludente per una fuoriclasse chiaramente non in forma e non tanto per gli zeri fatti quanto per come e quando li ha fatti. Palese segno di mancanza della concentrazione e della serenità necessarie, come previsto da Silvio. Le responsabilità dirette o indirette son tutte di Pera che stanotte pregherà in ginocchio perchè Fabrizi e Pellielo gli salvino il culo!!! Persino il Corsera ha dedicato oggi mezza pagina allo scippo ai danni della Stanco. Meditare Pera, meditare!!!

Rosa Rosa Gioacchino 07/08/2016 Scusate la ripetizione. Operare dagli schermi piccoli èsempre un problema, almeno per me.

Rosa Rosa Gioacchino 07/08/2016 azforum --PENSIERO NOTTURNO. Di questa questione ROSSI-STANCO cosa ne pensano i ROSSILISCIANTI SOCIAL FACE BOOK? Chi ha la fortuna di seguirli sarà così cortese da darcene notizie? Grazie in anticipo.

buono antonio 07/08/2016 Le riflessioni da poter fare sulla disfatta di Jessica, (perchè di una disfatta si tratta) potrebbero essere tante.
La faccenda della Card di Silvana, avrebbe condizionato non poco chiunque avesse preso il suo posto...si fa presto a parlare di concentrazione in questi casi.
Però, perdere cosi tanti piattelli, significa una cosa soltanto: Jessica Rossi in pedana, non c'era...posso capire uno, due, tre piattelli su quindici ma, cinque, alle olimpiadi?... è assurdo; e se fossero stati 25?
Che Jessica Rossi non fosse in condizione olimpionica lo sapevamo tutti...pure Pera.
Che dire: speriamo in Fabbrizi e Pellielo...e che speri pure l'Albano, al contrario, chieda scusa in fretta e...si faccia da parte!

luongo giacomo 07/08/2016 dopo aver visto in pedana la Rossi mi sorge un dubbio,anzi due.
Il primo squadra vincente non si cambia,perche eliminare lo psicologo
Secondo visita da oculista per......dopo aver visto la trasformazione Londra-Rio trsformazione voluta da chi o non vista

Rosa Rosa Gioacchino 08/08/2016 azforum --ANTONIO & GIACOMO. Innanzitutto grazie per non aver lasciato SILVIO, PEPPINO e me ad essere i soli a sottolineare certi episodi *de*qualificanti della nostra Federazione. In questo mondo di castrati o di nati senza….non è poco.
Oggi il Corriere della Sera, massimo quotidiano nazionale e che ieri ha criticato con addirittura una mezza pagina, lo scippo Stanco, ha pubblicato una intera pagina pagata Fiocchi e Beretta di ringraziamento e vicinanza morale a Jessica. Bene se avevamo bisogno di una conferma per sapere da chi era partito l’ordine di scippare Silvana Stanco, ora la abbiamo. Una pagina del Corriere non si compra dalla sera alla mattina anche se ti chiami Beretta. Si compra per tempo in previsione di…., come si erano comprati il pass per Jessica. Mica per amore dello SPORT! L’amore vero di questi personaggi è quello delle PALANCHE.
Hanno mandato allo sbaraglio una FUORICLASSE in naturalissimo periodo di crisi ed ora la hanno definitivamente distrutta, lo temo purtroppo. Ed ora le sono vicini. Falsi, ipocriti e sciacalli. Mi consola il fatto che dovranno continuare a pagarla e gli sta bene, molto bene!
Comunque è inutile arzigogolare su come sarebbe andata se Silvana avesse sparato al posto che meritava. Alla sua prima Olimpiade poteva fare qualsiasi risultato. Possibilmente, buona regola sarebbe mandare alle gare TOP un veterano ed un principiante che si faccia il callo per la prossima occasione. In Fitav, anche se possono, non fanno così!
Jessica non poteva fare male, era obbligata dagli eventi a fare bene e ne ha sentito il peso. La collocazione dei suoi zeri importanti alla seconda serie ed alla **assurda** semifinale parlano chiaro. La classe c’è sempre perché due 24 in selezione olimpica non sono da tutte, ma chiaramente la condizione non c’era e Pera non poteva non saperlo.
Sarebbe giusto che si scusasse e dimettesse per aver subito ed avallato una scelta sbagliata, ma…..in Fitav queste cose non sono previste. C’è chi non si dimette per cose ancor più gravi, figuriamoci se un qualunque C.T si può dimettere per così poco!!! Andate a leggere cosa scriveranno gli scribacchini della CASTA e vedrete quante lodi sperticate e quante giustificazioni leggeremo……
Ed in tutto questo i SOCIAL F.B. che massicciamente contendono a noi il ruolo di VOCE DEI TIRATORI, CHE FANNO? Quei personaggi di vertice che **DEVONO** intervenire TACCIONO ed alla prima occasione CONTINUERANNO A FARE I LISCIAROSSI NELLA SPERANZA DI ARRAMPICARSI NELLE STANZE DELLA CASTA. ED ALCUNI I NUMERI NEGATIVI PER L’INGRESSO LI HANNO, ECCOME SE LI HANNO!!!!

Rosa Rosa Gioacchino 08/08/2016 azforum --Mi correggo. La pagina Fiocchi-Beretta è sulla Gazzetta dello Sport. Il resto è immutato.

Salzano Giuseppe 08/08/2016 GIOACCHINO,per ora hai detto l'indispensabile meritatamente.Abbiamo ancora tanto da dire.Sono in viaggio,continuerò entro stasera o al più domattina.
Cordialità.

Rosa Rosa Gioacchino 08/08/2016 azforum --Male Fabrizi con 21 e 22 oggi. A 118 rischia di non qualificarsi. Bene l'eterno Pellielo primo ai 100 con 97. Fra poco chiude. In bocca al lupo!

Rosa Rosa Gioacchino 08/08/2016 azforum --Qualificati sia Pellielo -mitico e solitario a 122, 24+25 oggi - che Fabrizi -male a 118 - 21+ 22 oggi-. Con Fabrizi a 118 è entrato un ceco. tale Kostelecky, cliente da non sottovalutare. Ma ora cambiano disciplina ed il povero Pellielo a 46 anni e forse alla sua ultima Olimpiade riparte da ZERO ed il suo meritato vantaggio se lo mette in saccoccia. E' una autentica vergogna.
Sento dire che tutti gli sport hanno avuto ed hanno delle evoluzioni. Si e vero, ma comunque si pratica sempre la stessa disciplina. Nel Tiro si fanno due discipline diverse fra qualificazioni e finali. Non sta bene per niente!!!

Salzano Giuseppe 08/08/2016 PER QUANTO DICI DELLE finali GIOACCHì,non ci fu alcun intervento del C.T. PERA alla Assemblea ISSF in Germania quando si discusse questo nuovo ed inaudito modo di disputare le FINALI TRAP.
V E R G O G N A ! ! !

Rosa Rosa Gioacchino 08/08/2016 azforum --Giù il cappello per PELLIELO. Una sua prestazione come quella di oggi rimarrà fra le grandi gesta di Mondo Tiro. È un ARGENTO CHE VALE PIÙ DELL'ORO!
Io confesso che non credevo ad una prestazione di vertice ed avrei considerato l'ingresso nei 6 semifinalisti un gran successo. Confesso ancora che pensavo alla partecipazione come un dovuto premio alla carriera; mi sbagliavo e sono lieto di essermi sbagliato. Bravo Jhonny. Ti faccio i miei più vivi complimenti!

Rosa Rosa Gioacchino 09/08/2016 azforum --Per chi vuole meglio valutare uomini, fatti e cose, segnalo le dichiarazioni di Pera contenute nelle ultime 4 righe della recensione Fitav alla gara di Pellielo. Io posso solo notare: troppo tardi cantasti il miserere! E aggiungo:per l'Italia che si autoloda sempre non basta **ora** essere soddisfatti per aver portato tutti i Tiratori in semifinale. O mi sbaglio?

Rosa Rosa Gioacchino 09/08/2016 azforum --E i ROSSILISCIANTI Social Forum come commentano le vicende del Trap Olimpico? Ditemi! Immagino che almeno i complimenti a Johnny Pellielo li facciano e già che si trovano faranno anche una lisciatina a chi ha permesso tanto lustro (che invece è solo merito del Tiratore)! Alimentare le proprie aspettative di carriera non guasta mai!

Rosa Rosa Gioacchino 09/08/2016 azforum --PIERLUIGI GALLINA. Non ho qui in Emilia i suoi recapiti e non lo incrocio da tempo. Se qualcuno sa come contattarlo può pregarlo di chiamarmi? Grazie.

D'Aloja Gianfranco 09/08/2016 *No target* è meglio di *no bird*, come *piattello* è meglio di *piccione d'argilla*. Non si deve neanche lontanamente sospettare, come storicamente è, che il tiro al piattello è una derivazione del tiro al volatile. Quanto ai Social Forum, su una cosa hanno perfettamente ragione: non si vedeva un cavolo. E tutto il casino dietro la pedana? E quello speaker, che cacchio gridava all'altoparlante ogni due per tre? Mi sembrava una di quelle *gare* che si disputano sul campo di Fasano in Puglia.

Salzano Giuseppe 09/08/2016 Olimpiadi 2016
Azforum- Tap Donne- Terminata la competizione, rimangono tutti gli interrogativi, i dubbi e le responsabilità relativamente gli eventi accaduti. E ciò dovrà servire a costruire il futuro e, dovrebbe essere propedeutico prevedere posizioni che potrebbero pregiudicare la conquista di medaglie per errate valutazioni e posizioni e, per non lasciare **spazi di manovra a poteri dominanti**. Non è giusto,non è corretto per l’ ETICA nello SPORT . Si guardi più all’impegno nello SPORT,si guardino nella giusta misura i
** particolari interessi** senza far danni manifesti e SI PORTINO AVANTI POLITICHE DI CONVOCAZIONI degli ATLETI ,per le QUALITA’ E POTENZIALITA’ INTRINSECHE , che sono i veri valori che dovrebbero dominare!
Non si sciupi danaro per apparenze che non servono alla causa di cui ci occupiamo. Si usi denaro per meglio preparare i GIOVANI ATLETI al di là della appartenenza di casacca e particolarmente del SETTORE GIOVANILE che, rappresenta il vivaio dal quale provengono Jessica e Silvana e di tutti i Giovani che hanno conquistato Medaglie nei Campionati Europei e Mondiali. Un elenco di JUNIORES lungo e nutrito, Ragazzi di ottimo livello e ottime aspettative.Questo dovrebbe essere il ****FARE**** ma con tanta passione .....VERA....PER FARE!!!

Rosa Rosa Gioacchino 10/08/2016 azforum --Oggi è disponibile sul sito Fitav, la consueta rivista elettronica di inizio settimana. Ovviamente e giustamente è dedicata in massima parte alle vicende Trap delle Olimpiadi ed alla giustissima celebrazione dello straordinario gesto di Johnny Pellielo.
Ovviamente nessun accenno ad una valutazione critica delle note vicende. Non si usa fare ciò in Fitav ed, obbiettivamente, è anche troppo presto. Di contro mi ha vivamente sorpreso una osservazione dell’Autore che descrivendo le fasi della gara di Pellielo osserva che questi…..NON DOSA STRATEGICAMENTE LE ENERGIE, MA SI SPENDE GENEROSAMENTE IN OGNI FASE DELLE GARE! Cacchio, ma che insospettabile competenza e profondità di pensiero. Credo che abbia voluto dire che IN QUALIFICAZIONE POTEVA RILASSARSI FACENDO QUALCHE ZERO IN PIU’! Aricacchio. Con oltre 50 anni di frequentazione del tiro non avevo mai compreso che il tiro fosse alla pari del nuoto o della corsa laddove per qualificarti puoi anche arrivare secondo o terzo in batteria e sorvegliando gli avversari puoi risparmiare energie per la finale. Aricacchio ancora. Ma dove cazzo vivono questi giornalisti che scrivono di tiro in Fitav? Hanno mai presenziato ad una gara? E se lo hanno fatto non hanno capito un beneamato cazzo!
Aveva ragione mio nonno Ciro a dire: quando non è arte vostra andate……e coinvolgeva le povere sorelle degli INCAPACI.
Fate tutti gli inciuci di cui siete capaci, pensate a realizzare tutte le cose che vi stanno bene, ma almeno evitateci l’offesa della vostra incompetenza. Cacchio!

Rosa Rosa Gioacchino 10/08/2016 azforum --PERA & PERATE. Ha già detto che l’aver portato tutti quelli del Trap in finale è un successo. Forse è cosi o forse no, ma non mi sembra il punto focale, ma diciamole tutte le verità: finire ultimi nelle semifinali per Tiratori di quel livello dimostra che qualche cosa non funziona, che non ha funzionato! E non mascheriamoci e facciamo raffronti col risultato di Pellielo. Questi è un personaggio di tanta lunga carriera che non so se ha bisogno di un C.T. o è lui stesso un C.T. Sicuramente lo è di sé stesso.
I regolamenti di oggi son quelli che sono e sento con piacere che si cambia e si torna a formule più consone alla disciplina di base, ma è affrontando queste difficoltà che bisogna emergere oppure, almeno, difendersi. Il raggiungere problematicamente la qualificazione e poi crollare è evidente segno che, ripeto, qualcosa non ha funzionato. Difetti o errori di preparazione? Tensioni improprie? Giornata no? Non potremo mai sapere. Per Fabrizi, sicuramente uno dei più forti piattellisti del mondo, è stata una giornata no e nel tiro queste giornate ci sono. Per Jessica non escludo tensioni improprie dovute alla querelle della sua convocazione scippando la sua amica Stanco.

D'Aloja Gianfranco 10/08/2016 Sempre dalla suddetta rivista elettronica: *Sono arrivata pronta e serena, sicura di avere le carte in regola per fare una buona gara* (Jessica Rossi). Le carte in regola.

Salzano Giuseppe 10/08/2016 azforum - DON GIOACCHì BUONGIORNO ASSIGNORì.
La semplicistica e confusa affermazione del redattore del Notiziario ufficiale della FITAV,ha avuto un tale effetto scatenante, da far perdere anche a Te,il riconosciutoti self control.
E' giusto che dobbiamo essere soddisfatti dell'ARGENTO,perché abbiamo avuto poco anche dalle qualificazioni....E qui il nuovo modo di disputare la competizione non c'entra,in quanto vi ha approdato solo Giovanni Pellielo.Quindi dobbiamo essere fieri e soddisfatti del risultato. Bene, Benissimo la Medaglia d'ARGENTO.
Abbiamo anche il dovere di riconoscenza sportiva all'ATLETA PELLIELO che ha vinto più di Tutti nella Sua lunga carriera di TIRATORE, cui vanta un PALMARES che forse non sarà mai uguagliato a livello planetario.E poi sentirgli dire a 46 anni, che ** già pensa a TOKIO 2020**, sta a significare che si sente le energie giuste e la maturità che non gli manca! Quanto accaduto nella disputa della finale con il risultato del doppio 13, la ho notata e la si deve dire, anche se a bassa voce.GIOACCHINO, PELLIELO ha sotto mano JOSIP GLASNOVIC che manca il bersaglio,Pellielo **non regge allo zero** e fa una bici!!!
I due non sono paragonabili in nulla. Innanzitutto PALMARES...poi: approccio di pedana,impostazione,imbracciata,altezza di attrezzo alla spalla ed altro ancora. Ciò era tutto a vantaggio del NOSTRO GRANDISSIMO.Forse mi sbaglierò.Mi sento però di osservare,che la MEDAGLIA d'ORO OLIMPICA NON LA HA VINTO GLASNOVIC ma la ha perso il GRANDISSIMO GIONNY...E' questo il più grande dispiacere che io sento per Lui!!!Pensi che sia condivisibile il mio pensiero?

Rosa Rosa Gioacchino 10/08/2016 azforum --PENSIERO. E se le finali si tornasse a farle con le due sacrosante canne del VERO TRAP, ma a calibro ridotto? Il .410 sarebbe perfetto e potrebbe anche incontrare l' interesse ed il supporto di alcuni settori interessati, intendo Armieri e Caricatori.

Papararo Giuseppe 10/08/2016 - OLIMPIADI 2016 - VALUTAZIONI PERSONALI - Ho dato una lettura molto veloce ai post precedenti e la prima considerazione del tutto personale che mi viene da fare è che le critiche rivolte ad Albano Pera sono alquanto ingenerose. Conosco Albano da oltre trent'anni e sono convinto di conoscerlo molto bene. Insieme abbiamo vissuto ansie e grandi soddisfazioni con la squadra azzurra di Fossa Olimpica per un lungo periodo di tempo. Albano è stato ed è un eccellente tiratore ed oggi, vi posso assicurare, è un eccellente tecnico. Conosce molto bene il suo lavoro e sa trasmettere con efficacia le sue idee e la sua esperienza ai ragazzi giovani e meno giovani che ha a disposizione, sia dal punto di vista tecnico che psicologico. Nessun Commissario Tecnico della squadra nazionale in passato ha vinto quanto lui a livello internazionale. Gli manca l'oro olimpico, è vero, ma solo per sfortuna e per le regole astruse oggi in vigore. Quanto poi alla sua moralità, io sono convinto che è rimasta integra, come quando io l'ho conosciuto la prima volta. Anzi aggiungo che se avesse avuto pressioni o peggio ancora imposizioni da parte di chicchessia nella scelta degli atleti olimpici, in quel caso sicuramente avrebbe dato le dimissioni. Sembra burbero, a prima vista forse anche un po' antipatico ma, frequentandolo appena un po', vi posso assicurare che è di ottima compagnia, sempre scherzoso e gioviale con tutti. Se le regole dal prossimo anno cambieranno un po' in meglio, lo dobbiamo solo e soltanto a lui, essendo riuscito a convincere gli altri membri della commissione tecnica ISSF della bontà delle sue proposte migliorative. A questo proposito, se vorrete, ne potremo discutere ampiamente in seguito. Quanto poi alla scelta di Jessica Rossi, io l'ho condivisa e ancora oggi, a gara conclusa, la condivido. La gara olimpica è tutta un'altra musica. Richiede esperienza, maturità, nervi saldi e Jessica aveva in partenza tutti questi requisiti. E' entrata in finale col secondo migliore punteggio per poi smarrirsi un po' alla fine. Ma questo può succedere ed è successo un po' a tutti in una finale con regole astruse. Per finire, anche se avrei tante altre cose da dire, voglio fare un encomio solenne all'inossidabile Giovanni Pellielo, grande atleta, grande persona, grandissimo campione, il più grande di tutti i tempi. Non finirà mai di stupirci, neanche a Tokio 2020!!!
Forse sono stato una voce un po' fuori dal coro, ma sentivo forte in me la necessità di esprimere con sincerità il mio pensiero, condivisibile o meno che sia. Io intanto continuo a lavorare e resto purtroppo ancora lontano dai campi di tiro. Saluti. Peppino Papararo.

Rosa Rosa Gioacchino 11/08/2016 azforum --PEPPINO. No, non condivido le tue osservazioni sulla gara di Pellielo. Per me non c'è nessuna ombra. Sentire a 46 anni-e non puoi non pensare che sei all'ultima occasione-che sei per l'ultima volta vicino al sogno della vita,avrebbe schiantato la psiche di chiunque. Invece Pellielo ha avuto solo uno un piccolo sbandamento forse anche facilitato dal piattello mancato per il vento -non dimentichiamo che sparano un solo colpo- e poi ha chiuso alla pari. Il resto è culo. Culo voluto dagli INCAPACI, incluso Pera se è vero quanto tu sostieni sul suo atteggiamento agnostico in sede ISSF. Quanto alle valutazioni tecniche che tu fai, non mi arrischio a valutazioni in quanto non posseggo le tue capacità valutative e non ci pongo una grande attenzione in quanto ci sono tantissimi SOMMI che lo sono o lo sono stati con impostazioni non da manuale.
PEPPE. Forse fra i C.T. vittoriosi ti èsfuggito Mattarelli. Io sapevo che tu soffrivi nel sentirci criticare Pera e mi dispiace per te. Io non conosco bene il personaggio come lo conosci tu anzi lo conosco poco ed ho sempre confessato che a pelle non mi è stato mai molto simpatico. Capisco che con la stima e la fiducia che tu hai in lui le sue decisioni ti sembrano giuste ed azzeccate, ma, per me, non sono esattamente così. Io sono convinto che molte scelte sono influenzate dalla marca del fucile e delle cartucce che spari e quindi imposte. Poi dipende dalla spina dorsale di chi le subisce se sbattere la porta oppure costruirci su favole, avendo famiglia. Mi spiace, ma è così!

Vigo Africano 11/08/2016 Peppe condivido in pieno il tuo intervento. Ricorderò questa Olimpiade del TRAP come l'esempio peggiore di correttezza e professionalità. Il nostro Sport è una disciplina di concentrazione e di correttezza verso gli Avversari. Non si può assistere ad una intemperanza continua del Pubblico senza alcuna ripresa da parte di una Giuria di Gara che dovrebbe ben conoscere le Regole del nostro Sport. Così anche il non riprendere il principe Kuwaitiano che va in esultazioni e sceneggiate ancor prima del completamento dellà batteria da parte degli altri concorrenti. Questo non solo nella semifinale ma anche nella Finale per la Medaglia Olimpica. Oggi abbiamo assistito al decadimento totale della nostra Disciplina in termini di un Regolamento insulso e di Comportamento professionale ed etico della Giuria e di un tiratore.

ricciardi silvio 11/08/2016 OLIMPIADI TRAP . - Qualsiasi azione di rivendicazione o sciacallaggio, dopo l'accaduto, sarebbe assolutamente degno di mezzi uomini.
Jessica è stata sottoposta ad una pressione psicologica che era impossibile da superare anche con le sue eccezionali qualità tecniche.Amen
*L'enorme* Pellielo è stato solo vittima di un colpo di vento e della sua religiosità: prima della finale qualcuno gli ha ricordato che non bisognava fare ad altri quelli che altri avrebbero fatto a lui.....e si è sacrificato !! Dopo lo zero del pur valido croato Luciano Giovannetti avrebbe vinto la terza olimpiade !!!
PEPPE PAPARARO . - La tua lunga onorata carriera di tiratore non può averti fatto dimenticare i momenti dell'alza bandiera tricolore quando ogni atleta si sente pronto a difendere con il proprio onore quello della propria NAZIONE. Se poi si tratta delle Olimpiadi tutto è mille volte più importante perchè con una medaglia si entra negli annuari dello sport in eterno.
Privare chi sul campo ha lottato e meritato quell'onore non troverà MAI NESSUNA GIUSTIFICAZIONE !!
Peppe, molti anni fa un mio amico carissimo, subì dalla Fitav un affronto per l'esclusione da una selezione nazionale, che aveva ampiamente strameritata, e ....lasciò definitivamente il tiro, privando l'Italia di un validissimo difensore!!! Hai dimenticato ??? Se fossi Silvana oggi che faresti ??? Ti abbraccio. Silvio

Rosa Rosa Gioacchino 11/08/2016 azforum --AFRI. Il campo a cielo aperto, gli Arbitri da gerontocomio e la Direzione a farfalle meritano le più dure critiche possibili! Ma non esiste una sorta di collaudo internazionale e preventivo degli impianti olimpici? Ed è mai possibile che nessuno abbia detto ai brasiliani: così non va, io qui i miei tiratori non li mando!
PEPPE. Mi fa piacere se Pera è l'artefice di modifiche migliorative agli attuali orrori, ma se è vero quanto sostiene Salzano circa il silenzo col quale egli, da delegato Fitav, accettò appunto gli attuali orrori, sarebbe una riconversione. Molto tardiva riconversione, ma sempre apprezzabile. Io nei suoi panni e con la sua esperienza avrei ribaltato i tavoli. Comunque, nel caso, una qualche spiegazione pubblica del perchè e del per come non sarebbe male.
Comunque sia, speriamo che gli orrori muoiano a Rio e si ponga fine a questa catena di stupidi e incongruenti regolamenti contrari allo spirito del Trap. Per la verità gli errori iniziarono già con la Presidenza Armani e incredibilmente la dominante Italia si fece imporre dai minori variazioni alla formula 200 piattelli e tutto ciò contro i propri interessi. Ed i risultati si vedono.
Non so se le nuove norme sono allo studio o già approvate. Nel primo caso adoperiamoci per dei suggerimenti.
Io ieri ne ho fatto uno per un Trap tradizionale, ma bicalibro. Nessuno di voi lo ha commentato. Vi è sfuggito o devo ritenere che il silenzio significa dissenso?

Bacco Giuseppe 11/08/2016 Anche a me le critiche appaiono piuttosto ingenerose. Ho provato a immedesimarmi in CT e la scelta di Jessica, molto probabilmente sarebbe stata anche la mia. La Stanco avrebbe meritato, per via della conquista del pass ed anche per la miglior condizione, mentre Jessica era la Campionessa uscente ed ha già dimostrato di saper reggere l’enorme tensione di eventi di alto livello. Credo sia stata una scelta molto sofferta e non posso pensare influenzata da fattori extrasportivi. Siamo tutti consapevoli che questo mondo ruota attorno al business ed agli interessi, siamo tutti sottoposti a pressioni. Credo però che le persone intellettualmente oneste, com’è certamente il ns. CT, siano in grado di operare scelte difficili ed autorevoli in totale autonomia. Con le attuali regole soltanto le qualificazioni mantengono i valori dello sport del tiro a volo. Dalla semifinale in avanti si assiste ad un gioco al massacro inventato da emeriti incompetenti – mi spiace usare certi termini ma non ne trovo altri – che devono dare un segno di vita per incollarsi una poltrona che non meritano. Tutti hanno raggiunto la semifinale, merito di atleti e CT. Di lì in avanti è una roulette …..

Rosa Rosa Gioacchino 11/08/2016 azforum -Ben riletto Beppe! Se c'è una cosa inutile e stucchevole è l'appiattimento su un pensiero unico. Sempre benvenute le diverse opinioni se sono in buona fede, come lo sono le nostre! L'appiattimento lo abbiamo ed è giusto: siam tutti concordi sulla schifezza che segue le qualificazioni!!!

Bacco Giuseppe 11/08/2016 azforum Gioacchino, ho avuto un piacevole, lungo colloquio con Pier Luigi Gallina al quale ho tardivamente comunicato che gli avresti volentieri parlato. Abbiamo riscontrato molte opinioni concordanti sulla nostra Fed.: non ne abbiamo gioito!

Rosa Rosa Gioacchino 11/08/2016 azforum --BEPPE. Fra le persone di buonsenso io credo che ben pochi sono quelli che possono gioire della situazione attuale. Il pensare sempre e solo all'uovo oggi e mai alla gallina domani, prima o poi si paga. Oggi l'uovo, anche con l'aiuto della crisi globale, è ormai fracico (per dirlo alla romana!) e la gallina non può venire più alla luce! Pier Luigi è una bella persona ed è un vero peccato che la sua esperienza e le sue capacità organizzative non siano state pienamente utilizzate per stupide prevenzioni sull'appartenenza a un gruppo invece che un altro. Tanti mi hanno sempre detto che quando c'era lui in Federazione ogni problema si risolveva e bene con un semplice colpo di telefono. Peccato che ora sia vecchietto quasi quanto me, ma è sempre un piacere intrattenersi con lui!

luongo giacomo 11/08/2016 Non ricordo probabilmente causa le primavere che scappana,forve vogliate aiutarmi,quale articolo del regolamento fitav stabilisce che sui campi di tiro vige il silenzio.Non vedo come un professionista,per giunta con cuffie per attenuare il rumore si debba far influenzare da voci esterne,altri professionisti non lo fanno quanto giocano in un campo di calcio,dove si cerca di disturbare l'atletasia direttamente che indirettamente,fischi,laser.
Dimenticavo forse perche sono super pagati.

Papararo Giuseppe 11/08/2016 - X GIOACCHINO ROSA ROSA - Caro Gioacchino, sicuramente mi sono espresso male e chiarisco il mio pensiero. Quando ho fatto riferimento alle vittorie conseguite dai vari Commissari Tecnici delle squadre nazionali che si sono succeduti nel tempo, non intendevo riferirmi alla loro attività di tiratori, ma bensì al loro ruolo appunto di Commissari tecnici. Per cui, tanto di cappello al fuoriclasse Ennio Mattarelli, ma Albano Pera in qualità di C.T. della squadra nazionale ha incrementato il medagliere della nostra Federazione di oltre trecento medaglie tra Coppa del Mondo, Europei, Mondiali e Olimpiadi, di cui oltre cento di oro. Nessuno mai in precedenza ha fatto meglio di lui. Il merito è sicuramente degli atleti azzurri, ma penso che ci abbia messo anche qualcosa di suo. Aggiungo inoltre che non ho mai detto che Albano Pera è stato agnostico in occasione del cambiamento delle regole per l'attuale ciclo olimpico, ma che si è battuto fino all'ultimo, purtroppo senza riuscirvi, affinché queste non fossero applicate. Confermo che dal 1 gennaio 2017 il regolamento internazionale dell'ISSF subirà delle modifiche già approvate dall'apposita commissione tecnica. Non aspettiamoci grandi cambiamenti, poiché molti soloni non capiscono un fico secco della Fossa Olimpica, ma alcuni elementi innovativi porteranno dei piccoli benefici ai tiratori più forti. Quando vorrete cercheremo di approfondire meglio le novità. La tua proposta del bicalibro potrebbe essere interessante, ma purtroppo tardiva.
X SILVIO RICCIARDI - Caro Silvio, al fine di rendere edotti anche gli altri lettori incominciamo col dire che quel tuo carissimo amico cui ti riferisci sono io. Ricordo bene l'episodio da te raccontato. Era l'anno 1987. Le squadre nazionali venivano composte a completa discrezione del Commissario Tecnico e del Consiglio Federale, ma tenendo anche conto dei risultati conseguiti nei tre G.P.FITAV di cat. Extra e della finale del Campionato Italiano. Nella classifica complessiva ero arrivato nei primi tre posti e fino a quell'anno avevo fatto parte ininterrottamente della squadra nazionale. A gennaio dell'anno successivo viene pubblicato l'elenco dei tiratori azzurri e, con mia somma sorpresa, vengo fatto fuori. A quel punto ho pensato che tutti i miei sacrifici per cercare di stare sempre su alti livelli, il tempo sottratto al mio lavoro e alla mia famiglia non valessero assolutamente nulla e ho deciso di abbandonare definitivamente il tiro. Era l'epoca della gestione Armani-Panunzio e non quella di Rossi-De Rosa, tanto per essere precisi. La mia decisione era sbagliata ed ho sbagliato, fino a quando il mio Fratello Maggiore Gioacchino Rosa Rosa mi convinse nel 1994 a calcare di nuovo le pedane, con i risultati lusinghieri che noi tutti meno giovani conosciamo. Avevo ascoltato i consigli di Gioacchino, ma soprattutto avevo fatto una scommessa con me stesso: volevo verificare se dopo sei anni di completa inattività avevo ancora la capacità di rompere qualche piattello. Quella scommessa l'avevo vinta e ormai pago dei risultati ottenuti nel 1995 abbandonai ancora una volta le pedane di tiro, per calcarle di nuovo nel 2013, dopo diciannove anni di completa inattività. Sbagliavo e ho sbagliato ancora una volta. Questa, in sintesi, la mia storia. Caro Silvio, tu mi chiedi: *Se fossi Silvana oggi che faresti?*. Alla luce della mia esperienza e soprattutto dei miei errori direi a Silvana di accettare serenamente la decisione assunta, poiché era un rischio che si poteva correre. Non deve considerarla una bocciatura, ma semplicemente un rinvio alla maturità, che può facilmente conseguire dimenticando l'episodio e riprendendo l'attività agonistica con rinnovata grinta, caparbietà e fiducia nelle sue capacità tecniche, che certamente non le mancano. Ti abbraccio. Peppino Papararo.

Salzano Giuseppe 12/08/2016 azforum-SILVIO,come al solito sei stato incisivo nel rappresentare quel passaggio OLIMPICO degli anni '80 e,nel ricordare al *Tuo-nostro Amico carissimo, quell'affronto subìto e conseguente abbandono che certamente non dimenticherà MAI! E come potrà! Significativi i tre punti di domanda.Forse il Tuo-nostro Amico sentirà il dovere di riscontrare!
GIOACCHINO,più andremo avanti, più botte prenderemo.
Vogliamo essere troppo buoni ed indulgenti,pensare che qualcuno avesse detto ai brasiliani **Così non va,qui i miei tiratori non li mando**causa quell'improprio tifo da stadio.E' appena il caso di ricordare ancora una volta,il GRAN SILENZIO che si ebbe in Commissione Tecnica ISSF a Monaco. Quindi poco vi era da sperare.Se ci fosse stato allora, il ribaltamento dei tavoli da parte del CT PERA -si fa per dire-oppure serie minacce di non partecipazione a LONDRA 2012,avremmo avuto ragione di ritenere il nostro**SACRIFICARCI**,un SUCCESSO,lasciando agli altri Paesi lo scorno continuo ed il malcontento generale e l'ITALIA si sarebbe messa sul piedistallo da sola.Si vocifera di proposte di modifiche migliorative.Rimarrebbero le finali ad un colpo.Quindi il danno peggiore rimane. Qualificazioni a due piedi calzati e Finali sempre ad una sola scarpetta! Si aumenterebbero le sofferenze ed una agonia più lunga:DUE SERIE DA 25 PIATTELLI AD UN SOLO COLPO. Non la ritenete ulteriormente una proposta irrazionale,illogica e peggiorativa? Si dovrà proporre con decisione e fermezza il ritorno a due colpi.Di fronte ad ostinate resistenze da parte ISSF,la FITAV dovrà avere coraggio e pensare agli interessi totali del MADE IN ITALY e, minacciare la non partecipazione alle OLIMPIADI 2020.
GIOACCHINO,la Tua proposta del doppio calibro è intricante e potrebbe incontrare il favore delle altre Federazioni e l'avallo ISSF. Nel caso di posizioni ancora illogiche da parte dell'ISSF,e con l'accettazione di ROMA,la FITAV potrebbe organizzare Tornei nei Paesi più interessanti per il nostro MADE in ITALY,con a seguito la partecipazione delle Aziende dei Settori interessati, con i Tiratori di interesse nazionale di tutte le Specialità, con gare in tre giorni 75+75 piattelli cal. 12 e terzo giorno 50 piattelli cal.410 Magnum.
Questa è una falsa riga,ma al tempo stesso è una Azione dimostrativa di interesse nazionale da mettere in Campo e sarebbe **SALUTARE PER TUTTO IL MONDO TIRO!

Salzano Giuseppe 12/08/2016 azforum-PEPPE,SILVIO,GIOACCHINO.E' appena arrivato il giorno 12.E'passato qualche minuto.il mio è in lieve ritardo.Un abbraccio a tutti.Cordialità.

Bacco Giuseppe 12/08/2016 LUONGO - Non so e non credo che i regolamenti possano intervenire direttamente sui comportamenti del pubblico. Ci sono però USI e CONSUETUDINI che determinano tali comportamenti, anche in funzione del tipo di sport al quale si assiste. Più volte ho sentito l'arbitro di sedia del tennis invitare al silenzio spettatori rumorosi, peraltro redarguiti anche dagli stessi vicini di poltrona. Ci sono momenti in cui si fa il tifo, altri in cui si applaude o si fischia ma ci sono anche quelli durante i quali è opportuno stare il silenzio : la maturità di un pubblico si misura nei suoi comportamenti. Ogni praticante di tiro sa che un disturbo sonoro o visivo, nel momento in cui si è pronti alla chiamata, produce quasi sempre un errore. Nel caso specifico il pubblico ha dimostrato di avere poca dimestichezza con lo sport del tiro a volo e l'arbitro con il microfono di non avere apertura mentale per farglielo perlomeno presente.

Rosa Rosa Gioacchino 12/08/2016 azforum --In attesa di trovare le energie per commentare le vostre lenzuolate della sera e della notte, vi invito tutti ad andare a leggere su internet la pagina *la Fitav che tu vorresti...* cordinata da quel Marco Marinangeli che ha fatto degli interventi anche su questa pagina. Oggi annuncia che in una cena di ieri sera ad Arezzo Laterina hanno identificato la persona da indicare come loro canditato alla Presidenza Fitav nonchè il gruppo da affiancargli in Consiglio. Bene e spero vivamente che possano avere successo. Ma io ho delle perplessità in merito. Intanto non basta avere l'appoggio di un gruppo di Società, ma ce ne vogliono tante e libere da condizionamenti, mentre *quelli* in scadenza sono bravissimi a condizionare e blindare.
A mio giudizio per avere una Fitav diversa da quella attuale vi è una sola strada possibile: IL COMMISSARIAMENTO! Bisogna azzerare tutto e ricominciare daccapo come fece il Gen. Castellani a fine anni 60!
Curiosità. Laterina significa presso il campo di Basagni e Benelli? Mi sembra strano, li immaginavo legati alla conservazione, ma sarei lietissimo di essermi sbagliato!

Vigo Africano 12/08/2016 Oltre a quanto puntualizzato da Beppe Bacco, ricordo che ogni tiratore ha solo 12 secondi per tirare dopo il tiro del precedente. Poi ancora più deprecabile il comportamento della Giuria che non ha redarguito il tiratore Kuwaitiano durante la semifinale a sei del Double Trap, che ha esultato in maniera assurda quando ancora cinque tiratori dovevano completare la serie dei doppietti. E così si è ripetuto nella finale per la Medaglia d'oro, quando Innocenti doveva ancora tirare il suo ultimo doppietto.









Rosa Rosa Gioacchino 12/08/2016 azforum --Non ho parole sulle incapacità degli arbitri di Rio.
SKEET. Bene le 2 ragazze italiane, entrambe qualificate alla finale di stasera. Io tifo Bacosi! Male Lodde sin dalla prima serie e praticamente fuori con 7 zeri a 75. Benino Rossetti 13° con 71. Anche per lui in dubbio la qualifica. Dovrà sparare domani ad alto livello e sperare che non facciano altrettanto i tanti che oggi lo precedono.
Ancora una volta sembra che il Tiro italiano alla fino è difeso sempre dalle vecchie corazzate prima del disarmo! Che sia un segnale?

Rosa Rosa Gioacchino 12/08/2016 Brave, brave, brave! E bravo anche Benelli!

Rosa Rosa Gioacchino 13/08/2016 azforum --NOTA. Questa mattina, essendo trascorsi 30 giorni dal primo invio e senza aver ricevuto alcun riscontro, ho re inviato al Presidente Rossi la mia lettera di protesta a lui inviata il 13 luglio c.a. in riferimento alla finale del Campionato Italiano Elica.
Chi è interessato può leggere la lettera sul foglio Elica di questo sito ed appunto in data 13 luglio.

D'Aloja Gianfranco 13/08/2016 Questo è invece il testo del messaggio telematico che inviai al Senatore Eccellenza Dott. Luciano Rossi lo scorso febbraio senza ottenere risposta. Non rispose alla giornalista Rimini esponendosi a quella bella figura di fronte a milioni d'italiani, figuriamoci se abbia voglia di rispondere a me o a te. *Gentilissimo Senatore Rossi, Le scrivo in merito alla recente proposta di legge sul porto d'armi da Lei presentata in Parlamento assieme al Senatore D'Ascola. Desidero farLe notare un'incongruenza nel testo dell'art.2, laddove si dice che *tale licenza (quella di porto d'armi per uso sportivo) abilita al trasporto delle armi comuni da sparo dal luogo di detenzione ai luoghi di esercitazione e al porto delle medesime nei campi di tiro ove è consentita o autorizzata l’attività sportiva o di esercitazione con armi*. Ora, a meno di non interpretare l'espressione *luoghi di esercitazione* nel senso più lato, considerando per es. le armerie come luoghi di esercitazione dell'arte armiera e gli alberghi posti nelle vicinanze di campi di tiro come luoghi di esercitazione dell'arte alberghiera, con quella licenza non posso trasportare armi da casa a luoghi di destinazione diverse dai campi di tiro. Cosa che posso benissimo fare con le altre licenze di porto d'armi. Certo di una Sua nota chiarificatrice, Le porgo cordiali saluti. Gianfranco D'Aloja*

Rosa Rosa Gioacchino 13/08/2016 azforum -- GIANFRANCO. Io non perdo la speranza di avere una qualche risposta e non perchè mi senta migliore di te. Lo spero perchè le condizioni mi sembrano diverse e riguardano un episodio vivo di inefficienza federativa che non si può cancellare col silenzio. Soltanto il Gruppo guidato da Antonio Angelini e quello di Virginia Lancellotti preferiscono disconoscere la evidenza ignorando i fatti ed in tal modo negando il loro dichiarato principio di difesa della Disciplina e di Mondo Tiro. Tutto pur di non turbare lo idillio con la Sommità. Poveretti, ma averli costretti a venire allo scoperto è già un fatto chiarificatore e positivo. Annoto poi che non credo esista un obbligo statutario che obblighi il PRESIDENTE a rispondere ad un TESSERATO, ma ETICA E SENSO CIVICO SI. CAVOLO SE SI! E quindi io non demordo ed ogni 13 del mese......
Ciò che invece non farò più è lo scommettere risposta si, risposta no. Con chi lo conosce molto meno di me, ma forse lo ha pesato subito meglio di me, scommisi una costosissima bottiglia di Franciacotta Anna Maria Clementi che stasera mi tocca pagare!

Rosa Rosa Gioacchino 13/08/2016 azforum -- Strepitoso Rossetti.50 e vinto barrage a 5 per 2 posti in semifinale. Bravissimo.

Rosa Rosa Gioacchino 13/08/2016 azforum -- Superlativo Rossetti che annulla la scivolata in ultima serie di ieri con una folgorante rimonta piena ed un seguito immune da errori. Se non sbaglio oggi ha fatto 94 su 94 e scusate se è poco. Ma un grandissimo plauso va a C.T. Benelli che porta a casa 2 ori ed 1 argento. E, anche qui, scusate se è poco! Bravi, veramente bravi!

Salzano Giuseppe 14/08/2016 OLIMPIADI RIO 2016. SKEET-
MERAVIGLIOSAMENTE STUPENDI.
Dopo la CICLOPICA affermazione delle ATLETE, con l'ORO di DIANA BACOSI e l'ARGENTO di CHIARA CAINERO,è sopraggiunta la splendida affermazione,con l'ORO del giovanissimo GABRIELE ROSSETTI.I migliori complimenti al Papà BRUNO ed al C.T. BENELLI.
Una personale modesta riflessione.
CURIOSITA'.
TRAP e SKEET - IL rapporto numerico dei tesserati e praticanti le due Discipline potrebbe,forse, essere 100 a 30,rapporto 3 a 1, circa. Rapporto inverso invece,1 a 3,si è verificato nella conquista delle MEDAGLIE di Questa OLIMPIADE, con 2 ORI ed 1 ARGENTO.
Questo potrebbe avere un suo peso in certe...scelte. COMPLIMENTI A TUTTI.Cordialità.

Rosa Rosa Gioacchino 14/08/2016 azforum -- Son meno, ma son meglio in tutto -e tutti meglio-! Le percentuali non c'entrano.

Rosa Rosa Gioacchino 14/08/2016 azforum -- FINALMENTE! Oggi sia Corsera che La Stampa danno larghissimo spazio ai Rossetti, allo skeet italiano ed al nostro Tiro a Volo. La Stampa titola *MINIERA D'ORO* ed in sottotitolo *L'Italia del Tiro a Volo non sbaglia un colpo*. Ancora meglio l'autocritica di Marco Imarisio, uno degli inviati del Corriere della Sera, che in un occhiello dice *dobbiamo restituire qualcosa di quello che ci regalano ogni quattro anni*. Prosegue poi riconoscendo l' oblio che la grande stampa riserva al nostro sport nella quotidianeità.
Non ho comprato oggi la Gazzetta dello Sport che non apprezzo più da quando vuole essere un quotidiano generalista e non solo sportivo. Spero che abbiano fatto un'autocritica ancora più profonda per due diverse ragioni: sono il maggior foglio sportivo italiano e poi negli anni 60 e 70 seguivano da presso il Tiro anche a livello di prove dei Campionati Italiani per poi mettere il tutto nel dimenticatoio e senza volerne dare una qualsiasi spiegazione. Non ora, ma sul velo che maschera il Tiro fra una Olimpiade ed un'altra un qualche pensiero bisognerà farlo!

Salzano Giuseppe 14/08/2016 Se tra due Istituti scolastici si devono scegliere 35 elaborati di un dato tema,di cui uno ha frequenza 1000 studenti e l'altro 300,credo sia innegabile che avrà maggiore possibilità di scelta e di riuscita l'Istituto che dispone di un numero maggiore di studenti.
Mentre diverso è dire , per come Tu affermi,la percentuale non c'entra.Forse potremmo dire, indipendentemente dalle percentuali,si.Concordi GIOACCHì?

Rosa Rosa Gioacchino 14/08/2016 Concordo!

Rosa Rosa Gioacchino 15/08/2016 azforum -- RIO, BENE E MALE. Io credo che qualche personaggio di Mondo Tiro nel partire per Rio si augurasse molto bene ed anche un pò di male. Il bene anche per spillare ancora un pò di soldi al Coni, ma, soprattutto, dare a Malagò tutte le basi giustificative per la sospirata deroga alla ennesima rielezione. Deroga che forse è già stata data da tempo in via ufficiosa, ma ora ha il supporto dei risultati di Olimpia. Basta leggere le dichiarazioni a caldo di Malagò che non vuol fare un monumento ai nostri Tiratori ed ai loro Coach, ma a Rossi! Quindi monumento a Rossi e, magari, un supplemento di soldini per comprare tanti piattelli, naturalmente solo ed esclusivamente quelli Made in Italy.
E forse c'era anche una speranziella: che vi fosse la opportunità di continuare a denigrare certi piattelli francesi, notoriamente i migliori del mondo se da sempre sono scelti per le Olimpiadi e costano anche molto meno del Made in Italy. Ma questo a Malagò nessuno lo dice oppure.....
Ma questa speranziella credo che sia da dimenticare visti i risultati ed i Record Olimpici. Ma non sorprendiamoci se ci sentiremo dire che......l'improntitudine per farlo non manca!

Rosa Rosa Gioacchino 15/08/2016 azforum -- RIO, BENE E MALE. Io credo che qualche personaggio di Mondo Tiro nel partire per Rio si augurasse molto bene ed anche un pò di male. Il bene anche per spillare ancora un pò di soldi al Coni, ma, soprattutto, dare a Malagò tutte le basi giustificative per la sospirata deroga alla ennesima rielezione. Deroga che forse è già stata data da tempo in via ufficiosa, ma ora ha il supporto dei risultati di Olimpia. Basta leggere le dichiarazioni a caldo di Malagò che non vuol fare un monumento ai nostri Tiratori ed ai loro Coach, ma a Rossi! Quindi monumento a Rossi e, magari, un supplemento di soldini per comprare tanti piattelli, naturalmente solo ed esclusivamente quelli Made in Italy.
E forse c'era anche una speranziella: che vi fosse la opportunità di continuare a denigrare certi piattelli francesi, notoriamente i migliori del mondo se da sempre sono scelti per le Olimpiadi e costano anche molto meno del Made in Italy. Ma questo a Malagò nessuno lo dice oppure.....
Ma questa speranziella credo che sia da dimenticare visti i risultati ed i Record Olimpici. Ma non sorprendiamoci se ci sentiremo dire che......l'improntitudine per farlo non manca!

Rosa Rosa Gioacchino 15/08/2016 Scusate la mia ennesima duplicazione! Spero che AFRI possa correggere anche se sta in vacanza.

Salzano Giuseppe 15/08/2016 GIOACCHINO,essendo stato un **PRIMACANNISTA** Ti è rimasta ancora viva la prontezza del dito a contatto del grilletto!Poco male!

Vigo Africano 15/08/2016 Da qui non posso fare nulla. Anche il mio intervento andrebbe corretto per gli spazi lasciati alla fine. Buon Ferragosto fatto a Tutti.

Vigo Africano 15/08/2016 Da qui non posso fare nulla. Anche il mio intervento andrebbe corretto per gli spazi lasciati alla fine. Buon Ferragosto fatto a Tutti.

Rosa Rosa Gioacchino 15/08/2016 azforum -- AFRI. Non preoccuparti. Tanto è solo una questione di forma e poi talvolta il ripetere giova! Una volta mi succedeva quando dimenticavo di cancellare un messaggio. Adesso succede quando lo smart o il tablet tardano a dare conferma di registrazione avvenuta e quindi ti viene spontaneo ripetere. Vedo che è successo anche a te.
Domani riscontro in ritardo dei messaggi di Peppe e Peppino, ma vi erano cose più importanti da commentare prima. Bnotte.

ricciardi silvio 16/08/2016 OLIMPIADI . - il trionfo italiano è la dimostrazione che la nostra nazione è la indiscutibile leader di questo sport e di tutte le sue discipline. Sicuramente se oggi si potessero decidere le nuove norme che regolamenteranno le gare del prossimo quadriennio, avremmo, come meritiamo, maggiori possibilità di vedere accettate le nostre proposte.....ma ormai i giochi sono fatti. Vedremo presto questa volta cosa hanno combinato.
BACCO - Giudicare, con freddezza, a posteriori l'operato del selezionatore vivendo la sua sicuramente tribolata decisione - sempre che sia realmente autonoma - induce a legittima comprensione, ma bisogna non vestire i panni di Pera ma quelli di Silvana, che ha lottato per quattro anni nella speranza di meritare il massimo che una atleta possa chiedere nella vita sacrificata allo sport e che da oggi sa di non godere della totale fiducia del responsabile della nazionale.
Io sono Silvana Stanco |||

Rosa Rosa Gioacchino 16/08/2016 azforum -- * La FITAV CHE TU VORRESTI....* Parlo dello schema editoriale di questo foglio che si definisce in testata *GRUPPO PUBBLICO, tutti possono vedere il gruppo,i suoi membri e i loro post*. Chiarisco subito che non potrei commentare e non commento certo i contenuti che sono a loro insindacabile scelta e discrezione, ma parlo del sistema.
Questo mi piace perchè intanto è palese e aperto a chiunque voglia informarsi in Internet anche se non iscritto -come è nel nostro vecchio Forum-, contrariamente a quanto fanno, sbagliando alla grande, i Gruppi CHIUSI di Antonio Angelini e Virginia Lancellotti. Stando chiusi negano se stessi!
Poi il gestore lascia in prima pagina la parte significativa degli interventi base -- quasi come un indice- e poi mette in sottopagina -spero sia corretto dir così- il resto e gli interventi corrispondenti. Proprio niente male. Complimenti.
Faccio una unica critica per l'aver inteso, da un commento sull'Avv Torchia, che un iscritto può cancellare un suo intervento e ciò non mi sembra corretto. Chi interviene deve rimanere responsabile del suo dire e solo il Gestore deve poter decidere se cancellare un intervento non coerente con la linea politica ed etica del foglio! Mi sbaglio?

Salzano Giuseppe 16/08/2016 SILVIO:sai benissimo che quando si vuole tutto si può.Come ben scrivi.....oggi ancora di più,,,tempo ne è! SILVANA-Questo prossimo quadriennio sarà la cartina tornasole.Nulla più da recriminare.
GIOACCHINO - Riletto e con attenzione,concordo.IL Soggetto Postante NON dovrebbe avere la possibilità di intervenire cancellando o ritrattare l'argomento.

Rosa Rosa Gioacchino 16/08/2016 azforum -- Riscontro in ritardo i messaggio dell’11 agosto. Mi giustifico in quanto vi erano argomenti che pretendevano la precedenza!
PEPPE. Ora ho capito e ti do ragione. Concordo anche sul beneficio di poter amministrare Atleti comunque fra i migliori del mondo. Se fosse D.T. Mercedes anche Arrivabene vincerebbe i G.P. di F1!!! Circa la ISSF ed i presunti comportamenti di Pera, intanto bisognerebbe sapere come sono andate effettivamente le cose e quali erano le deleghe date al delegato Pera. E forse è comunque un errore personalizzare in quanto la responsabilità vera è dei vertici ed i nostri vertici negli ultimi decenni hanno sempre mostrato una incredibile debolezza nelle decisive sessioni internazionali. Debolezza che non si addice alla Nazione Leader. Nella critica includo per correttezza anche Armani che anzi fu il primo ad accettare condizioni per noi svantaggiose, leggi 125 piattelli ecc. ecc!
E certo che Jessica deve continuare. Tu sai bene come la penso in merito! Chi ha delle qualità di alto livello non deve mai abbandonare per effetto di un qualsiasi imprevisto intoppo. Il mio solo timore è che sia rimasta segnata per come sono andate le cose. So che è una ragazza sensibile e legata alle amicizie.
PEPPINO. Mamma mia come voli alto tu. Francamente io avevo pensato al BICALIBRO 12/.410 solo come soluzione per le GARE INTERNAZIONALI ormai frequentate da Tiratori Professionisti che non hanno problemi di costo attrezzi e munizioni. Quelle gare sono quelle che necessitano ANCHE PER PRESUNTE NECESSITA’ TELEVISIVE di tempi limitati, ma non meritano neanche lo sconcio del colpo singolo.
Nelle gare nazionali, si torni pure ai sani, sacrosanti, lunghissimi spareggi a due canne ed a serie piena!!! Sono formativi! Fanno indurire il callo del Tiro!
Quanto poi a manifestazioni promozionali sul BICALIBRO, sarebbe una bella cosa, ma attuabile solo sotto la spinta delle INDUSTRIE INTERESSATE. E queste ultime farebbero comunque bene ad avere nei programmi di sviluppo e gestione del Tiro una partecipazione più attiva, aperta e trasparente.

Salzano Giuseppe 16/08/2016 GIOACCHINO - DOPPIO CALIBRO 12/410.
La Tua idea stuzzicò tanto la mia immaginazione,
al punto che sintetizzai quanto riportato in quel del 12 u.s.- Sarebbe interessante conoscere qualche pensiero, innanzitutto tecnico balistico, in tal senso ed in particolare di GIANFRANCO,LELIO e PASQUALE.Intanto entro fine ottobre disporrò di un... 410 camera 3 inc .Sto approntando la scheda tecnica:L.Canne;Forature;Anima;Strozzature;Bindella e Bindelline;Peso e rapporto.
Sono convinto si potranno aprire nuovi interessanti orizzonti tecnico-economici.Saranno sinceramente graditi,ripeto, suggerimenti ed opinioni.Cordialità

Salzano Giuseppe 16/08/2016 GIOACCHINO - DOPPIO CALIBRO 12/410.
La Tua idea stuzzicò tanto la mia immaginazione,
al punto che sintetizzai quanto riportato in quel del 12 u.s.- Sarebbe interessante conoscere qualche pensiero, innanzitutto tecnico balistico, in tal senso ed in particolare di GIANFRANCO,LELIO e PASQUALE.Intanto entro fine ottobre disporrò di un... 410 camera 3 inc .Sto approntando la scheda tecnica:L.Canne;Forature;Anima;Strozzature;Bindella e Bindelline;Peso e rapporto.
Sono convinto si potranno aprire nuovi interessanti orizzonti tecnico-economici.Saranno sinceramente graditi,ripeto, suggerimenti ed opinioni.Cordialità

Salzano Giuseppe 16/08/2016 GIOACCHINO - DOPPIO CALIBRO 12/410.
La Tua idea stuzzicò tanto la mia immaginazione,
al punto che sintetizzai quanto riportato in quel del 12 u.s.- Sarebbe interessante conoscere qualche pensiero, innanzitutto tecnico balistico, in tal senso ed in particolare di GIANFRANCO,LELIO e PASQUALE.Intanto entro fine ottobre disporrò di un... 410 camera 3 inc .Sto approntando la scheda tecnica:L.Canne;Forature;Anima;Strozzature;Bindella e Bindelline;Peso e rapporto.
Sono convinto si potranno aprire nuovi interessanti orizzonti tecnico-economici.Saranno sinceramente graditi,ripeto, suggerimenti ed opinioni.Cordialità

Salzano Giuseppe 16/08/2016 GIOACCHINO - DOPPIO CALIBRO 12/410.
La Tua idea stuzzicò tanto la mia immaginazione,
al punto che sintetizzai quanto riportato in quel del 12 u.s.- Sarebbe interessante conoscere qualche pensiero, innanzitutto tecnico balistico, in tal senso ed in particolare di GIANFRANCO,LELIO e PASQUALE.Intanto entro fine ottobre disporrò di un... 410 camera 3in .Sto approntando la scheda tecnica:L.Canne;Forature;Anima;Strozzature;Bindella e Bindelline;Peso e rapporto.
Sono convinto si potranno aprire nuovi interessanti orizzonti tecnico-economici.Saranno sinceramente graditi,ripeto, suggerimenti ed opinioni.Cordialità

Salzano Giuseppe 16/08/2016 Afri. La quadruplicazione è venuta fuori dal fatto che avevo scritto**camera 3 inc** e non lo aveva accettato(carattere non consentito).Sostituito inc con 3 e **virgolette**(carattere non consentito).Volevo scrivere **pollici** ma era troppo tardi ed è venuta fuori la quadruplicazione. Mi scuso.

Bacco Giuseppe 17/08/2016 SILVIO-Comprendo e condivido la delusione della Stanco ma non credo sia stata dettata dalla mancanza di fiducia. La ragazza è giovanissima e avrà tante altre occasioni, deve semplicemente continuare il suo percorso con rinnovata energia. Non è stata una bocciatura è stata semplicemente una scelta, difficile e, credo, sofferta. Jessica è Campionessa Olimpica e detentrice del record, Albano ha scelto di onorare tali titoli nella speranza che la sua dimostrata forza d'animo potesse sopperire al momento di forma non eccelsa. In effetti ha raggiunto la semifinale. Penso che la fiducia nella Stanco sia rimasta intatta !

Rosa Rosa Gioacchino 18/08/2016 azforum -- PEPPINO. Bene per l'arrivo del .410. Ci dirai come andrà anche sui cocci, ma risparmiaci l'analisi logica che per molti di noi è arabo! Anche nella certezza di assoluta indifferenza da parte di chi dovrebbe invece interessarsi -certe provenienze e certi personaggi vanno ignorati in principo-, voglio precisare che la mia idea di usare un calibro minore per le fasi successive ai PRIMI SEI voleva da un lato recuperare la mortificata filosofia del TRAP ritornando alle 2 canne per tutta la gara e dall'altro accorciare i tempi di finale aumentando le difficoltà a frantumare il bersaglio. In conseguenza di ciò sia chiaro che pensavo ovviamente al minimo di carico piombo e magari ad un piombo di diametro prefissato e fisso. È chiaro che un .410 a 24 grammi sarebbe quasi un 12 e quindi soluzione inutile.
Con questo pensiero in mente mi chiedo e chiedo a tutti voi, Beppe Bacco incluso: se in finale si usasse il 12, ma con carica da 14-15 grammi o meno, magari con un determinato piombo, le difficoltà sarebbero uguali ad un .410 con lo stesso piombo? Se si, si eviterebbe il cambio di fucile anche se il BICALIBRO rimane idea intrigante, come tu dici! Nel caso del MEZZO DODICI le cartucce dovrebbero essere controllatissime o magari uguali per tutti e prodotte per conto dell' ISSF.

Salzano Giuseppe 18/08/2016 azforum.....Invocare l'ETICA nello SPORT? Riscontri SCORAGGIANTI E VERGOGNOSI!!!!
RIO DE JANEIRO.
Da IL MATTINO -Scandalo ai Giochi di RIO 2016.Traffico di tagliandi venduti al mercato nero.Mille biglietti venduti,il giro di affari tocca il milione di euro.Duro colpo per il Comitato Olimpico Internazionale.Il CIO vuole fare pulizia,combatte il doping,tiene fuori la Russia e scivola a malo modo con il membro dell'Esecutivo,l'Irlandese Patrick Hickey 71 anni, arrestato.E'il Presidente dei Comitati Olimpici Europei e numero uno del suo Comitato Olimpico.E' accusato di traffico illecito di biglietti dei Giochi di Rio.....POCO,POCO DA DIRE,NON TROVO LE
PAROLE.......NULLA DA AGGIUNGERE!!!!!!
Un solo augurio, che possa dimostrare di essere estraneo ai fatti.

Salzano Giuseppe 18/08/2016 Errata corrige. Non ho dato lo stacco all'articolo, che termina con RIO.
....POCO,POCO etc. è stato aggiunto da me.
Cordialità

Bacco Giuseppe 18/08/2016 INO Non riesco ad accettare la teoria della RIDUZIONE. Ma perché, nelle semifinali e nelle finali, si devono cambiare le regole di gara? Per quale motivo si devono ridurre il numero dei colpi o la carica delle cartucce?. Per lo spettacolo? Ma lo spettacolo del tiro è la rottura del piattello, non lo zero! Se si vuole rendere la fase finale più difficile, al massimo si può studiare un lancio più impegnativo. Portare da mt. 76 a mt. 78/80 il lancio, aumenterebbe di gran lunga la difficoltà non snaturando le regole. L'immagine delle pedane Olimpiche mi suggeriscono anche la possibilità di arretrare la linea di tiro. Senza la copertura non è difficile spostare indietro i fonopull. Voglio dire, cerchiamo soluzioni che consentano di far emergere il migliore, non il più fortunato!

Bacco Giuseppe 18/08/2016 AZFORUM Scusa Ino. Ripubblico per dimenticanza. INO Non riesco ad accettare la teoria della RIDUZIONE. Ma perché, nelle semifinali e nelle finali, si devono cambiare le regole di gara? Per quale motivo si devono ridurre il numero dei colpi o la carica delle cartucce?. Per lo spettacolo? Ma lo spettacolo del tiro è la rottura del piattello, non lo zero! Se si vuole rendere la fase finale più difficile, al massimo si può studiare un lancio più impegnativo. Portare da mt. 76 a mt. 78/80 il lancio, aumenterebbe di gran lunga la difficoltà non snaturando le regole. L'immagine delle pedane Olimpiche mi suggeriscono anche la possibilità di arretrare la linea di tiro. Senza la copertura non è difficile spostare indietro i fonopull. Voglio dire, cerchiamo soluzioni che consentano di far emergere il migliore, non il più fortunato!

Rosa Rosa Gioacchino 18/08/2016 azforum -- BEPPE. Io sono d'accordo con te e niente mi farà demordere dal rimpiangere i 200 piattelli in 3 giorni e realativi spareggi da Tiratori veri. Solo è che sono più realista di te e temo che da certe posizioni -voglio dire 125+XX- non torneremo mai indietro. Sbagliò la gestione Armani -ed io la ho sempre criticata- a cedere una condizione allora a noi favorevole e credi che oggi le tante Federazioni che riescono a fare risultati contro gli italiani siano disposti a ricederci un vantaggio? Detto questo ben venga una qualsiasi soluzione possa contemperare il ritorno al VERO TRAP A 2 COLPI ed anche la riduzione dei tempi di finale, qualora ciò SIA UNA VERA ESIGENZA ORGANIZZATIVA. quanto alle tue possibili soluzioni io penso che quella di allungare, ma nettamente direi, le gittate, sia fattibile. Laporte e tutti gli altri produttori di macchine non credo che avrebbero difficoltà a prevedere un congegno elettro-meccanico per la bisogna. L'allungamento della pedana no! Far sparare sotto la possibile pioggia non è oggigiorno ammissibile.
Comunque fra BICALIBRO, MENO PIOMBO, PIOMBO SPECIALE, GITTATE ALLUNGATE E QUANTO ALTRO, trovino una soluzione. Per l'insulso DoubleTrap e per lo Skeet hanno trovato soluzioni perchè, malgrado la loro ottusità, hanno persino capito che una canna non potevano eliminarla! Per la disciplina principe hanno deciso di trasformarla in tombola!!! Ma che ciuoti!

Rosa Rosa Gioacchino 18/08/2016 azforum --PEPPINO. Ricordati che 'o pesce fete d' a capa. Traduzione, se necessaria: Il pesce puzza dalla testa. Le Federazioni fanno capo al CONI. E se questo consente ad alcune Federazioni irregolarità di ogni genere anzi grida *Bravi, Bravi, Bravi* ed addirittura vuole fare un monumento a certi *irreprensibili* Presidenti, perchè meravigliarsi? Il CONI è parte del CIO e siamo arrivati alla testa del pesce!

ricciardi silvio 18/08/2016 NUOVE FINALI . - Vorrei che qualcuno mi spiegasse, ma con argomenti convincenti, perchè un giocatore di tennis che affronta una finale deve giocare l'ultima partita, sullo stesso campo, con una racchetta da pingpong, e perchè nei m.1500 di nuoto le ultime due vasche vanno nuotate a rana.
Ma se il risultato è acquisito tirando due colpi la regola va - andrebbe - rispettato senza simile variante fino alla fine.
Più che nuovi Soloni veri cog.....ni !!

Rosa Rosa Gioacchino 18/08/2016 azforum --PRECISAZIONE TRASVERSALE. Oggi ricevo la chiamata di un amico elicista lombardo il quale mi dice: tu spesso assumi delle posizioni come se tu fossi il solo Gestore di TiroavoloForum, mentre io credo che siete in tre. Ma su certe cose vi sentite? Vi concordate? Intanto Silvio, Africano ed io non siamo Gestori, ma fondatori del sito. Questo è autogestito da un bel pò. Ci siamo grossolanamente divisi i settori di maggiore competenza, ma siamo anche trasversali senza problemi. Africano è molto più impegnato di noi dovendo curare i rapporti col provider, la regolarità grafica delle pagine ed anche qualche cancellatura quando necessario. Certo che ci sentiamo quando lo riteniamo opportuno, ma non ne abbiamo un gran bisogno. Noi siamo come i 3 Moschettieri, tutti per uno, uno per tutti. Quello che scrivono Silvio e Africano è come se lo avessi scritto io e viceversa. Forse una tirata di orecchi potrebbe arrivare se uno di noi impazzendo facesse una lisciata fuori luogo......Tranquilli!

Rosa Rosa Gioacchino 19/08/2016 azforum -- SILVIO. Sono in grado di suggerirti i nomi delle persone più qualificate a dare una risposta ai tuoi *bizzarri, molto bizzarri* quesiti. Rossi Luciano e Pera Albano. Fai una interpellanza e vedrai che ti rispondono a giro di fulmine *morto*. Certe cose hanno davvero dell'incredibile e sembrano quasi quasi nostre faccende governative! Che ci sia un nesso? Che sia una sorta di emulazione? Grande Cambronne!

Chianese Michele 19/08/2016 Ho appena saputo del grave lutto che ha colpito Franco Cassandro,la perdita della mamma. Il funerale e'previsto Sabato 20 alle ore 12 a Villa Literno. Esprimo il cordoglio della famiglia Chianese

Rosa Rosa Gioacchino 19/08/2016 Franco, sentite condoglianze cun un abbraccio.

D'Aloja Gianfranco 19/08/2016 Da *earmi.it*, di Edoardi Mori: Ma che minchia di giudici abbiamo?

Una volta avrei scritto *il Consiglio di Stato non finisce mai di stupirmi*. Ora devo scrivere che esso ha finito di stupirmi! Dopo aver visto il parere con cui si sosteneva che l'UITS era competente a rilasciare il certificato maneggio armi, dopo aver visto il parere con cui si diceva che chi ha commesso un reato non può essere riabilitato in eterno ai fini del porto d'armi, dopo aver visto condannare lo Stato italiano a pagare dei soldi nostri a chi sosteneva che un vaccino aveva provocato autismo a suo figlio (i giudici italiani si ritengono molto più competenti in materia alla organizzazione mondiale della sanità!), dopo aver visto che i giudici amministrativi italiani ordinano agli asili di fornire cibo vegano ai bambini, non ci si può più meravigliare di nulla.
Ormai pare che vi sia una lotta a coltello con la cassazione per dimostrare chi riesce a sparare fesserie più grosse.
Il caso esaminato dalla sentenza che riporto qui sotto è esemplare.
Un tizio è possessore di porto d'armi e di armi, è incensurato, vive in un condominio e ha degli attriti con un vicino. Non si sa chi abbia torto o ragione, non si sa chi sia rompiballe, per quanto risulta dagli atti potrebbe benissimo essere il vicino che tormenta tizio con la musica alta, o sporcandogli l'ingresso, od occupandogli il parcheggio. È pacifico comunque che fra i due non vi è mai stato più di qualche diverbio. Cosa del tutto normale perché chi subisce un torto a tutto il diritto di protestare, di sgridare chi lo torteggia, di mandare a quel paese chi gli fa perdere tempo.
Avviene che un giorno il figlio di tizio, che abita altrove, si reca a trovare il padre. Nel cortile ha un incontro con tutta la famiglia del vicino, si prendono a male parole e il figlio va persino a fare un esposto alla polizia. Non si sa chi avesse torto o ragione, ma quando uno viene preso a male parole da più persone assieme, indubbiamente c'è da ritenere che vi sia una implicita minaccia di aggressione.
Dopo qualche giorno tizio si vede ritirare le armi e licenze. Fa ricorso al Tar che gli dà ampiamente ragione, tanto, cosa alquanto rara, che condanna il questore a pagargli le spese. Il ministero fa ricorso al Consiglio di Stato e questi capovolge il risultato, assolve questore e, cosa rarissima, condanna tizio a pagare le spese.
Ciò significa che per il Consiglio di Stato un cittadino se non vuol essere sospettato di essere un pericoloso psicopatico pronto a esplodere, deve:
- mai protestare con un vicino anche se questo si comporta male;
- mai rispondere ad un vicino se questo insulta;
- sempre porgere l'altra guancia chiedendo scusa in anticipo;
- mai difendersi né con la voce, né con le mani, né con le armi, neppure in caso di necessità.

Raimondo Tommaso 19/08/2016 Sentite condoglianze alla famiglia Cassandro per la perdita della cara Mamma.

D'esposito francesco 20/08/2016 Vivissime condoglianze alla Famiglia Cassandro

Cembalo Francesco 20/08/2016 Tutta la struttura federale campana e tutti i tiratori si associano al dolore che ha colpito l'amico Franco CASSANDRO per la perdita della cara mamma

Salzano Giuseppe 20/08/2016 Vive e sentite condoglianze alle Famiglie Cassandro e Falco.

Vigo Africano 22/08/2016 Franco ho difficoltà ad intervenire nel sito essendo ancora fuori. Ti rinnovo comunque le mie più sentite condoglianze da estendere a tutta la Famiglia. Un forte abbraccio.

ricciardi silvio 22/08/2016 TIROAVOLOFORUM . - La domanda di informazioni, più che pertinente sulla gestione del nostro sito, ed alla quale hai già provveduto esaurientemente a rispondere,Ino merita un completamento:

Africano, Gioacchino ed io siamo tre persone totalmente differenti sia per discendenza che per preparazione culturale: e questo e lo sappiamo è stato un ottimo collante.
Ognuno di noi ha una preparazione tiravolistica nata negli anni '50; non soltanto agonistica ma anche avendo ricoperto per anni ruoli di responsabilità federale.Conosciamo a fondo la gestione Fitav e la Fitav lo sa.
A Gioacchino è affidata, come esperto e professante, la sezione Elica e dobbiamo solo a lui se siamo riusciti a sollevare dei tappeti che coprivano notevole * polvere *.
Quando abbiamo iniziato questa esperienza decidemmo che la linea editoriale stabilita non sarebbe stata mai tradita da uno di noi, nonostante caratteri ereditari, gusti e difetti ci vedano molte volte contrapposti. Potremmo, e non è detto che non lo facciamo, trovarci per il tiro con opinioni totalmente diverse e contrapposte ma decisa la linea mai oseremo trasgredirla.
Siamo tre ma siamo UNO. Tutto chiaro ??

Rosa Rosa Gioacchino 25/08/2016 azforum --Circa alle 12 di oggi ho ricevuto una chiamata dal Presidente Rossi. Abbiamo parlato abbastanza a lungo, ma non credo che ciò sia servito a farci reciprocamente cambiare opinioni tanto da riprometterci una più lunga chiacchierata alla prima occasione di incontro personale.

Rosa Rosa Gioacchino 27/08/2016 azforum --Leggo e sento di varie iniziative più o meno cospique Pro Terremotati attivate da alcune Società di Mondo Tiro. Complimenti a loro!

Rosa Rosa Gioacchino 31/08/2016 azforum --NOTE:
1. Oggi per la prima volta mi sono imbattuto in **PASSIONETIRO.COM**. La impostazione mi ricordano piacevolmente qualche cosa di già visto! Mi sembra abbiano dei supporti e degli Sponsor, Associazioni e Aziende, di alto livello e ciò mi fa ben sperare per loro.
Anche il programma editoriale mi sembra ben articolato fra caccia e tiro. Non mi son piaciuti i caratteri poco visibili in rosso sbiadito ed il non aver trovato, almeno al primo impatto, nessun nome di chi conduce e dirige la baracca.I responsabili insomma! Sono in incognito? Voglio proprio sperare di no! A leggere un Titolo, NEOFITAV, questo prefigurerebbe una nuova FITAV -magari, dico io- invece sembra sia una iniziativa promozionale addirittura in collaborazione con la Fitav stessa. Bene per la promozione, ma l'anonimato resta?
2. In Internet circolano foto di Consiglieri e Delegati Regionali Fitav piemontesi e campani, vestiti elegantemente, come si conviene a chi partecipa ad una cena di tono. Vengono un poco criticati per la partecipazione e a me non sembra giusto. Io criticherei piuttosto la marcata, sbagliata e pacchiana OSTENTAZIONE.
Fra i Delegati ostentanti vi è anche un certo Dott. Cembalo, visto spalla a spalla con un certo Consigliere De Rosa. Chi sono costoro? con la tarda età la mia memoria si è fatta labile. Chiedo allora aiuto al Presidente Rossi innanzitutto, poi al Clan Falco al completo, poi ai responsabili della gestione della Finale Campionato Italiano Elica ed infine a chiunque mi possa aiutare: ma sono per caso quelli che avrebbero dovuto presenziare appunto a Capua? Almeno loro avrebbero dovuto essere presenti ad una FINALE DI CAMPIONATO ITALIANO IN RAPPRESENTANZA DELLA FITAV! E non venitemi a raccontare di persone delegate a rappresentare. Certe presenze sono indispensabili e quindi NON DELEGABILI, Pres. Rossi!

Bacco Giuseppe 01/09/2016 azforum Ino, non credo siano state criticate le Riunioni di Consiglieri e Delegati. Sono certamente opportune e necessarie per avvicinare la periferia al centro decisionale. Non sembra altrettanto indovinato il momento. Quando la Nazione vive un evento tragico e catastrofico, quando migliaia di persone vivono un costante stato ansioso, costretti a dormire nelle macchine o nelle tende, mangiando in sistemazioni di fortuna piatti improvvisati da generosi volontari, appare inopportuno proporre immagini di persone sedute al tavolo di ristoranti di grido, imbanditi con tovaglie di pizzo e posate d'argento. Se poi vogliamo dibattere sull'opportunità di farlo in altri momenti a me personalmente pare che la FITAV non faccia eccezione rispetto alla gestione dei soldi pubblici in generale. L' imprenditoria media italiana, quando sceglie un ristorante, valuta costi e benefici. Quando lo fa il Pubblico, la parte dei COSTI non viene valutata: non sono soldi loro!

D'Aloja Gianfranco 01/09/2016 Il fatto è che la FITAV è un'associazione privata, ma non fa nessuna differenza: neanche i soldi degli associati sono soldi loro.

Rosa Rosa Gioacchino 01/09/2016 azforum --BEPPE. Quello che tu dici è sacrosanto e posso anche capire che certe liturgie possano talvolta raggiungere livelli superiori al lecito per presenze importanti e per motivazioni che certo non conosciamo. Magari in imprevisto controtempo, ma......
Ma *prego compiacetevi e ammiratemi*, proprio no!

Bacco Giuseppe 02/09/2016 AZFORUM Gianfranco, più privata di così la FITAV non potrebbe essere. Mi pare quasi una ditta individuale. Alludevo alle modalità di gestione delle risorse.
INO, il mio pensiero è il tuo.

Rosa Rosa Gioacchino 02/09/2016 azforum --BEPPE. Mai definizione fu più centrata. Grazie per la condivione, ma, mi chiedo inutilmente, a che serve? A chi giova? Giova solo a farci inutili inimicizie! Pensa che disgrazia abbiamo: un Renzi per tutto ed un Renzi per gli hobby! Pensa che disgraziati siamo!

ricciardi silvio 02/09/2016 INO . - Mi fai pensare che forse preferivi Berlusconi e Monti ??? Se esamini l'attuale panorama politico non esiste uno degno di sostituirlo senza fare ulteriori guasti.
Non mi occupo , ormai da anni, di problemi di governo e personaggi - si finisce per perdere le migliori amicizie - ma il paragone se voleva essere una offesa, è stata mille volte peggiore.

Rosa Rosa Gioacchino 03/09/2016 azforum --SILVIO. Da un bel poco di anni le mie ***simpatie politiche???*** sono assolutamente trasversali. Non so tu, ma io mi sento come un debilitato nel deserto che si guarda intorno per trovare un Angelo che lo sostenga ed invece vede una compatta cerchia di Diavoli che lo vogliono finire! Chiaro!

Vigo Africano 03/09/2016
Condivido ampiamente con Silvio l'aver trovato almeno una Persona che, tra mille difficoltà e ostacoli interni, sta operando e tentando di dare una svolta all'Italia. Il paragone di Ino non mi sembra indovinato, magari doveva essere fatto con qualche predecessore.
In ogni caso mi auguro di non aver acceso un Tema politico che deve essere sempre estraneo al nostro Sito che si occupa di questioni Sportive.

Rosa Rosa Gioacchino 03/09/2016 azforum --Per far felici i nostri detrattori invidiosi abbiamo filalmente trovato una faccenda che noi tre non condividiamo! Mi prendo comunque il giusto rimprovero di AFRICANO per aver sbordato dai nostri confini, ma il raffronto mi sembrava esempio ghiotto. Chiedo scusa.

Rosa Rosa Gioacchino 04/09/2016 azforum --Sto sbirciando da giorni la pagina *PASSIONETIRO* e confermo alcune positive valutazioni. Mi sembra sempre più chiaro essere un braccio Fitav sostenuto da Aziende e Associazioni. Tuttavia ancora non riesco a capire chi conduce questa iniziativa, chi è il responsabile. Non credo che in internet si possa pubblicare qualcosa senza sapere chi lo fa! Solo su alcune pagine leggo, appena visibile, *Marco C.* e non credo che basti.
Qualcuno di buona volontà mi sa dare lumi? Grazie.

Falco Tiro a Volo 05/09/2016 Complimenti alla squadra de La Torretta per la conquista del tricolore.

Bacco Giuseppe 06/09/2016 azforum SILVIO,AFRICANO- non ho percepito nel commento di Gioacchino alcuna preferenza per altri personaggi politici. Vedo anch'io molti avvoltoi, di diversi colori, volteggiare sulle nostre teste. Non mi piace l'uomo solo al comando: si trovi in una Federazione o al Governo e si chiami come si vuole ! Se poi si trova lì per mancanza di alternative: ancora peggio!
INO- il prezzo che si paga nell'esprimere opinioni può anche essere quello di farsi dei nemici. Credo che tutti abbiano compreso che noi amiamo questa Federazione ed il suo Presidente. Vorremo solo vedere un maggior apprezzamento per i suoi tesserati.

Rosa Rosa Gioacchino 06/09/2016 azforum --Oggi sul Corsera il celebre politologo Ernesto Galli della Loggia fa una interessantissima disamina di certi gruppi politici. Un passo mi sembra uno straordinario parallelo con le cose di casa nostra: *....Ed è per questo che egli non ha avuto bisogno intorno a sé che di persone le quali alla fine facessero una cosa sola: obbedissero.....*

ricciardi silvio 06/09/2016 BACCO . - Sarà anche una frase fatta, lo ammatto, ma al momento, valutando senza alcun senso di proselitismo: * molto meglio da solo che male accompagnato * !!

Bacco Giuseppe 06/09/2016 azforum Silvio, se si tratta di andare al cinema è meglio soli che male accompagnati, ma se si deve governare un Paese.....A proposito di compagnie: MPS , Banca Etruria...ecc. non mi sembrano ineccepibili! Su una cosa sono d'accordo: non saprei chi altri scegliere!

D'Aloja Gianfranco 07/09/2016 IL SOLITO, STUCCHEVOLE MIX DI TRIONFALISMO E VITTIMISMO. ---------------------------------------------------------------------------------- Si è svolto oggi a Roma il 247° Consiglio Nazionale del CONI, primo incontro ufficiale dopo il rientro dai Giochi Olimpici di Rio 2016. Proprio il risultato dell’Olimpiade è stato uno dei punti all’Ordine del Giorno che si è aperto con le comunicazione del Presidente Giovanni Malagò, che si è complimentato con i Presidenti delle Federazioni Medagliate. Su tutte la Fitav, che grazie alle due medaglie d’oro ed alle tre d’argento conquistate dai nostri tiratori occupa il primo posto nei risultati azzurri in Brasile, con il 100% di medaglie sul totale delle gare. *E’ per noi un immenso piacere – ha commentato il Presidente Federale Luciano Rossi – Il merito di questo risultato è, in primis, quello dei tiratori, ma con loro vanno ringraziati anche i tecnici e tutti i rappresentanti della famiglia federale che, ognuno a suo modo, ha contribuito all’impresa. Il mio grazie va anche al Presidente del Coni Giovanni Malagò, al Segretario Generale Roberto Fabbricini ed al Vice Segretario Generale e Capo Delegazione a Rio Carlo Mornati, che hanno sempre garantito alla nostra Federazione il massimo sostegno. Gli sport di tiro hanno contribuito in maniera determinante al successo della spedizione italiano, portando nel forziere ben 4 ori e tre argenti, migliore risultato di sempre!* *Purtroppo – ha proseguito Rossi, lanciando un grido d’allarme ai Colleghi del Consiglio Nazionale – Malgrado questi ottimi risultati agonistici ed il fatto che la nostra sia una delle pratiche sportive più sicure, il nostro mondo è fatto oggetto di una aggressione quotidiana nei confronti delle associazioni sportive che garantiscono la pratica in tutto il territorio nazionale. Una vera e propria azione persecutoria che affronteremo con la massima determinazione e con la ferma intenzione di far valere i nostri diritti” “Faccio il mio in bocca al lupo alla delegazione che da domani sarà impegnata nei Giochi Paralimpici – ha concluso il Presidente Fitav – Sperando che il prossimo futuro ci regali la possibilità di contribuire anche a questa meravigliosa avventura sportiva*.

Rosa Rosa Gioacchino 07/09/2016 azforum --Prendendo spunto da una citazione apparsa su uno dei fogli FB, sono andato a leggermi sulla Enciclopedia Treccani la storia del Tiro a Volo italiano e della sua Federazione. Devo dire che gli eventi succedutosi dal 1963 in poi mi sono sembrati inseriti con correttezza storica.
Mi ha molto sorpreso apprendere che la Federazione è stata più volte commissariata e non soltanto nel 1969 col Generale Castellani. Ricordo bene questa fase e le valide azioni del Gen. Castellani, azzeramento totale e valida riorganizzazione!
Oggi, a mio avviso, l'inestricabile groviglio che impera nelle faccende del Tiro non può essere dipanato da UN ILLUSORIO NUOVO CONSIGLIO ANCHE SE AMPIAMENTE RINNOVATO! I normali poteri non possono bastare anche nella non facile ipotesi di un Consiglio a nuova guida.
E allora mi sono detto: MA CHE SIA IL MOMENTO GIUSTO PER UN NUOVO COMMISSARIAMENTO? Un Commissario con i baffi è l'UNICA POSSIBILE SOLUZIONE PER RIPORTARE LA FITAV NELL'ALVEO DI FEDERAZIONI A GESTIONE DEMOCRATICA E SPORTIVA?
Ci pensi chi deve!

Riporto qui sotto l'indirizzo della Treccani da usare col copia-incolla.

http://www.treccani.it/enciclopedia/tiro-a-volo_(Enciclopedia-dello-Sport)/

ricciardi silvio 11/09/2016 MONDIALI DI FOSSA UNIVERSALE 2016 . - Ho avuto, pochi minuti fa notizia di due risultati che danno lustro alla nostra Nazione - e non è un bisticcio verbale, non appartengono alla italica Nazionale - e non riesco a spiegarmi il motivo di tali perdenti, insulse discriminazioni.
MARIO DEDONATO :solo pochi giorni fa Bronzo agli Europei della specialità, stravince i Mondiali Veterani di Marocco con 198-200 e la relativa Coppa del Mondo !!! ma NON fa parte della Nazionale !!
LUIGI VISCOVO : argento Senior agli stessi Europei, tiratore che ha già vinto lo stesso titolo a Roma alcuni anni fa, vince la Coppa del Mondo...ma non fa parte della Nazionale !!
Ma come si possono non considerare degni fucili che avrebbero dato lustro ed apporto anche alle gare a squadre ed alla nostra rappresentanza Federale ???
Eppure i soliti cronisti sulle patinate riviste scrivono sempre di successi Fitav, declassando volutamente autentici campioni che non riescono ad ottenere la fiducia dei selezionatori.
Non riesco a capacitarmi di come possano essere prese tali decisioni - pressioni dall'alto come al solito ?? - se è così smettiamola di scrivere che sono successi Fitav ed inneggiamo almeno una volta alla * scuola regionale * della Campania, conservando negli armadi a Roma le giacche azzurre che, SOLO per inspiegabili motivi,la federazione non considera degne siano indossate da * fucili mondiali *!!!

scalzone roberto 12/09/2016 Complimenti a Mario per il Grandissimo risultato 197/200 vincitore in solitario del Campionato del Mondo veterani e anche a viscovo per il suo 196/200 sempre di grandissimo valore, Silvio ci sono motivi per la non presenza in Nazionale di questi due Campioni Mario per divergenze con il ct preferisce andare da solo e pagarsi lui tutte le spese per Viscovo il motivo e diverso,il motivo lo trovo assurdo che e quello che lui tira con un fucile che non fa parte degli sponsor federali e per questo motivo assurdo si privano di un tiratore che nella fossa universale e uno dei fortissimi.

Rosa Rosa Gioacchino 12/09/2016 azforum --I miei più vivi ed affettuosi complimenti a Mario e Gigino. Ad entrambi mi legano piacevoli ricordi.
Quanto al resto, SILVIO, nessuna meraviglia! Niente di niente! E se pensi che il Controllore, che sa certamente tutto di tutto, vuole fare un monumento a chi dovrebbe cacciare a calci invece che a Tiratori e Tecnici, hai il quadro del vero squallore in cui siamo!

Vigo Africano 12/09/2016
Mario De Donato, COMPLIMENTI VIVISSIMI! Quello che è accaduto a Luigi Viscovo è una VERGOGNOSA PRASSI, che penalizza l'Atleta ed i Risultati di una Disciplina, per difendere gli Sponsor interni alla Federazione Italiana Tiro a Volo. La Ditta Sponsor dell'Atleta dovrebbe denunziare il fatto all'ANTITRUST, oltre che al C.O.N.I., avendone pieno DIRITTO.
Ma è questa la Gestione Sportiva della nostra Federazione che dobbiamo sopportare?
Il Signor Malagò essendo impegnato al giusto tentativo di portare in Italia le Olimpiadi del 2024, DELEGHI un suo COLLABORATORE a ricoprire la FUNZIONE a cui è demandato il C.O.N.I.: CONTROLLARE L'OPERATO DELLE FEDERAZIONI AFFILIATE.
INO: Ripeto ancora una volta che il tuo riferimento al Governo Italiano non lo condivido e lo ritengo INOPPORTUNO su questo SITO.

Rosa Rosa Gioacchino 12/09/2016 AFRI. Mi scuso nuovamente e ti prego di cancellare subito il mio intervento. Grazie. Se malauguratamente mi dovesse succedere di nuovo, mi auto concellerò io dal sito.

ricciardi silvio 12/09/2016 INO . - Siamo sempre stati più che d'accordo che le esternazioni sulla politica e le religioni - argomenti per i quali noi tutti abbiamo sempre avuto il massimo rispetto reciproco - non avrebbero mai dovuto comparire sul sito che ha come unico riferimento lo sport.
Ci siamo accorti che hai avuto un attimo di distrazione che non aveva però bisogno sicuramente del tuo ultimo radicale intervento.
Abbiamo altri argomenti su cui dibattere nel tentativo di evidenziare pecche sportive e consigliare come porvi riparo.

ricciardi silvio 12/09/2016 ROBERTO SCALZONE . - Ora ho capito che esiste un pregresso disaccordo tra DeDonato e la Fitav, e il dicrimine per Viscovo è imposto dalla federazione per non usare un' arma degli sponsor.
Ed allora mi domando: ma che genere di viscidi, asserviti dirigenti locali e centrali abbiamo in Campania??
Perchè il Presidente del Comitato regionale ed ancor più il Consigliere Nazionale - difensore assente dei diritti dei tiratori - non hanno almeno tentata una conciliazione ed una eccezione per due tiratori indiscutibili assi portanti della specialità, per porre rimedio allo scempio ??
In qualsiasi parte del mondo, uomini con onore, si sarebbero già dimessi dall'incarico senza la ricomposizione delle vertenze !!
Si ricordino questi signori che se la Fitav li dovesse buttar fuori non potranno mai più presentarsi su di un campo di tiro, non avendo speso la loro carica per la difesa dei tiratori campani.

Rosa Rosa Gioacchino 12/09/2016 SILVIO. Reminder giusto e opportuno, ma non vedo niente di radicale nel reiterare le scuse e nel chiedere una fattibile ed opportuna cancellazione. Io gradirei tanto che Africano la faccia non certo per cancellare il mio riconosciuto errore, che certo rimane, quanto per limitarne gli effetti sui ricordati canoni del sito!

Salzano Giuseppe 12/09/2016 Gli Auguri ed i Complimenti a Mario ed a Luigi sono doverosi e glieli ripeto :AUGURISSIMi!
Conosciamo il modo di agire del Delegato Regionale Campano e del campano Consigliere Nazionale.
(Gioacchino:ricordi quel mio nulla da dire?)Aveva un senso!
Non sono a conoscenza di eventuali interventi nel senso dei **desiderata**di cui agli interventi prima di questo mio, inerentemente i due brillanti risultati al Campionato del Mondo F.U.a MARRAKECH di DE DONATO E VISCOVO. NON ABBIAMO NEANCHE PERO',MAI SENTITO DI RIMOSTRANZE O AZIONI CONTRO, DA PARTE DEI DUE INTERESSATI.

Vigo Africano 12/09/2016
Ho dei problemi con il collegamento in FTP che non mi permette di cancellare l'ultima parte del tuo intervento. Fra l'altro ho comprato un nuovo PC ed in questo momento sto lavorando con il portatile in attesa di rimettere tutto a punto sul nuovo PC fisso. E come al solito PIOVE SUL BAGNATO, mentre operavo in tal senso il nostro Provider sta operando qualche modifica per cui non riesco a collegarmi in FTP per operare sul Data Base e verificare le operazioni di messa a punto che sto operando su quello nuovo.
Avrò qualche giorno di difficoltà fino a quando non completerò l'operazione.
Ovviamente non devi assolutamente scusarti, specialmente con me. Come sempre un forte abbraccio

Rosa Rosa Gioacchino 12/09/2016 azforum --AFRI. Nessun problema, cancella come puoi e quando puoi.

Salzano Giuseppe 13/09/2016 AFRICANO - Esporsi quale Zita Contignosa,mortificandone gli effetti,apportando un rimedio che è stato peggiore del male, non mi è parso elegante per i riferimenti lasciati, che ancora si leggono e quindi non andava fatto.
Questo mio non ha lo scopo di essere una difesa, perché alcuuna offesa è stata messa in atto,ma è stato esposto un pensiero personale e come tale andava letto, con le dovute assunzioni di responsabilità, come normale prassi. Allo stato però,mi sento in dovere di esporre il mio pensiero,perché potrei inciampare anche io,come chiunque,ma vanno ricordate le assunzioni di responsabilità.
Se non era possibile cancellare soltanto il rigo,per Te indigesto,andava lasciato siccome postato. PERCHE'? - Perché sono stati lasciati tutti i riferimenti che al nuovo lettore fanno porre,a se stesso,domande e poi domande e domande ancora!!!
Che senso ha avuto la cancellazione dell'intervento e lasciare tutti i riferimenti, anche nei Tuoi post ed in particolare quello che desta,ora,maggiore intrico : ***INO: Ripeto ancora una volta che il tuo ...etc. etc? Cosa pensi?

Salzano Giuseppe 13/09/2016 Per distrazione ho mancato di evidenziare anche SILVIO.Leggasi all'indirizzo :AFRICANO e SILVIO,

ricciardi silvio 13/09/2016 SALZANO . - Peppe, diventa sempre più difficile, per me, decriptare i tuoi post. Se avrai la bontà di esporre il tuo pensiero, in futuro, con la dovuta chiarezza, ne saremmo tutti lietissimi.
Cosa significa: zita contignosa ?? E come puoi sentirsi in dissenso se un nostro sacrosanto accordo non prevede alcun riferimento per determinati argomenti?? Se proprio noi non evitiamo gli accostamenti come possiamo chiedere ai nostri lettori di attenersi all'etica prescritta??
Evitare che altri possano, leggendo l'articolo, considerare tali delicati argomenti di possibile trattazione sul nostro sito, è nostro preciso dovere e va fatto.
Voglio anche rassicurarti che l'accaduto non avrà alcuna ripercussione personale: tra uomini che hanno vissuto una vita insieme ogni chiarimento rafforza reciproca stima ed amicizia.

Vigo Africano 13/09/2016
Peppe, credo tu abbia ragione che l'aver cancellato solo il rigo dell'intervento di Ino, non è stata la cosa migliore. Dovrei cancellare tutti i riferimenti degli altri interventi, il che diventa complicato, specialmente dopo la giornata di ieri che ho passato interamente ad aggiornare il nuovo P.C. fisso e non ho ancora terminato, senza tenere conto che devo ancora abituarmi all'uso del nuovo Windows 10.
Mi scuso con i Lettori e spero che abbiano la pazienza di non soffermarsi sulle incongruenze che possono nascere.
Cortesemente concedetemi una deroga alla correzione.

Salzano Giuseppe 13/09/2016 SILVIO.-Riconosco il limite del paragone-Ma leggendo fino in fondo si comprendeva bene che non era stato fatto il giusto......ed AFRICANO è stato giustamente, conseguenziale. Ora,SI!
AFRI.Solo e soltanto questo volevo leggere! Scusami Tu per la insistenza. Non devo aggiungere altro.L'AMICIZIA SI DIMOSTRA CON I FATTI E TU CHE STAI OPERANDO IN TAL SENSO ED IN DIFFICOLTA' PER LE NOVITA' DI AGGIORNAMENTO, PRENDI TUTTO IL TEMPO CHE VUOI!!! CON IMMUTATA STIMA,PEPPINO.

Rosa Rosa Gioacchino 18/09/2016 azforum --ARMI DI SPONSOR E DIVIETI. Io trovo i divieti tipo quello applicato a Luigi Viscovo assurdi ed anacronistici. Con un briciolo di buon senso, io credo che si potrebbero salvare le Capre ed i Cavoli! Mi piacerebbe sentire il parere di alcuni di voi, Beppe Bacco incluso. Grazie.

Vigo Africano 19/09/2016
Ormai gli Atleti di quasi Tutti gl Sport sono Sponsorizzati. La nostra Federazione pretende invece che solo lei può essere sponsorizzata, anzi pretende che gli Atleti Azzurri utilizzino gli Attrezzi delle Ditte che la sponsorizzano.
Quest'ultima pretesa dovrebbe essere denunziata all'Antitrust dalle Ditte che non sponsorizzano la Federazione e che vedono esclusi i propri Tiratori.
Non vedo perchè questi Tiratori, che non fanno parte delle Squadre delle Forze Armate e dell'Ordine Pubblico, etc., e non ricevendo alcun appannaggio come questi ultimi, che ad essere onesti non prestano alcun servizio ai suddetti Organi di Stato, non possano accettare sponsorizzazioni dirette e inoltre essere snobbati dalla Federazione.

ricciardi silvio 19/09/2016 SPONSOR . - Ma la Fitav non lo ha mai ammesso. Si difendono - sporcandosi ancora di più - adducendo a * scelta tecnica * del selezionatore la mancata convocazione. Quando si parla di antitrust e conflitto di interessi siamo in ottime mani ma il vero inadempiente è il Coni che non ha - o non vuol farlo funzionare - un ufficio controllo delle federazioni ed anche per un sol voto in consiglio darebbe......anche l'anima.

Rosa Rosa Gioacchino 20/09/2016 azforum --CONI. Ma certo che il vero colpevole è il Coni. È un Ente che dovrebbe agire da garante della regolarità sportiva e non mi sembra proprio che lo faccia!
E ben si avverte la assoluta assenza di una Associazione Tiratori che possa livellare le innumerevoli ed insopportabili camurrie della beneamata Fitav (insuperabile esempio di longevità presidenziale e di norme a solo *usum Castini*).
Ed è tanto grande il potere soverchiante, mai visto dal Coni, che non ci si applica neanche a trovare delle soluzioni praticabili, possibili!
Una ad esempio: a chi merita la Nazionale e non utilizza attrezzi di Sponsor, gli dici: io ti pago la sola partecipazione alla gara. I costi di trasferta te li paghi tu perchè io non posso utilizzare per te i fondi degli Sponsor!
Troppo semplice? Simbolo di grave debolezza verso i Dominanti Sponsor? Ditemi!
Quella su è una soluzione di cui mi parlò negli anni 90 lo scomparso Maestro Buonsenso, rimasto purtroppo senza eredi in Fitav! Invece da oltre 20 lunghi anni, troppo lunghi, in Consiglio è proibito CONSIGLIARE. Basta solo dire SIGNOR SI e sei il migliore dei consiglieri!!! E le stelle del Coni stanno sempre a guardare!

Bacco Giuseppe 21/09/2016 In un mondo in cui prevalga il MAESTRO BUONSENSO non sarebbe accettabile che un tiratore possa essere escluso dalla nazionale per questioni di sponsorizzazione. In questo mondo vige invece l’impero del DIO DENARO e quindi non solo è possibile, è la REGOLA.
A proposito di sponsorizzazioni, abbiamo già assistito al dedalo di norme, usi e consuetudini che le regolano e che presenta come normali evidenti distorsioni del messaggio promozionale. Il tiratore che va in pedana con giubbino e pantalone con un marchio ben evidente, fa presumere allo spettatore che abbia il complesso dell’attrezzatura dello stesso marchio. Come sappiamo non sempre è così ! E’ corretto da parte della Fitav farsi sponsorizzare in questo modo ? Qualche organo di controllo si è già espresso ? Ho provato a cercare risposta chiedendolo al MAESTRO BUONSENSO , non l'ho trovato.
Si racconta che una missione di STARS WARS lo stia cercando in una galassia sconosciuta, qualcuno dice di avergli sentito dire che non vuole più tornare: non riconosce più il suo mondo !

Salzano Giuseppe 22/09/2016 La Giunta Capitolina -S.P.Q.R.-ha detto NO alle Oimpiadi 2024.
-AFRI ed il ***TRIUMVIRATO***(si fa per dire,scherzo ovviamente) ritengono possile che su questa pagina si apra un dibattito su tale decisione?
E' stata una mancata opportunità di crescita e di sviluppo oppure,una saggia decisione per evitare l'ulteriore indebitamento Pubblico?
A Voi la Parola.Cordialità

Rosa Rosa Gioacchino 22/09/2016 azforum --PEPPINO. Da tempo questa pagina è a schema libero ed i TRIUMVIRI FONDATORI si limitano ad intervenire come chiunque altro lettore attivo e, mediante la paziente abnegazione di Africano *spesso disconosciuta*, a controllare che non vi siano esondazioni dall'alveo delle regole, della buona educazione e così via dicendo. E ne hai avuto recenti esempi.
Tutto ciò per dire che tu come chiunque altro e come in effetti hai appena fatto, può proporre un tema coerente e lecito,
In proposito io penso che per l'Italia, per lo Sport italiano e per Roma una Olimpiade sia una occasione globalmente golosa, ma non praticabile assolutamente allo stato attuale delle cose. Ma faccio un duplice pollice verso sul livello della comunicazione delle proprie posizioni.

ricciardi silvio 22/09/2016 OLIMPIADI .- Impossibile, per come è stata impostata la questione, non entrare nell'aspetto politico della decisione e, per le prossime scadenze, non vale la pena esporsi.
Per me, che ho premiato la mia vita con la pratica di più sport, l'Italia meritava un simile riconoscimento ma......leggendo del deficit statale che continua a salire, nonostante rassicuranti comunicati, sarà sicuramente meglio vederle alla televisione.

Rosa Rosa Gioacchino 24/09/2016 azforum --BEPPE. Purtroppo tutto mi lascia pensare che MAESTRO BUONSENSO sia disperso per sempre in Fitav. Sai che è impossibile avere la botte piena e la moglie ubriaca! E certe organizzazioni escludono del tutto, per loro stessa natura, la convivenza col BUONSENSO POSITIVO! E allora dobbiamo rassegnarci al MALSENSO A VITA? Forse si, anche se dei rumors dicono che ci sarebbe una seria intenzione di mitigare, ma solo mitigare, il MALSENSO avendo ormai contezza che la contestazione monta e prima o poi potrebbe divenire in Parlamento o in Aula PERICOLOSAMENTE INCISIVA! Conoscendo la scaltrezza dei personaggi io credo agli intenti innovativi e credo pure che ci saranno anche dei veri tentativi con la prossima immissione di alcuni VERI CONSIGLIERI, ma non credo alla riuscita della NUOVA FACCIATA. Le perfette organizzazioni di MALSENSO non consentono neanche convivenze parziali col BUONSENSO. Finirà come sempre da oltre 20 anni e cioè con la fuga precipitosa dei CONSIGLIERI DI BUONSENSO quando si troveranno a dover necessariamente condividere procedure fuori dai loro sani principi. Mi sono spiegato bene? E allora quando finirà questa baldraccata? Finirà solo quando PAPÀ CONI riaprirà gli occhi, si sturerà le orecchie e sarà costretto a ricordarsi di quali sono i suoi veri compiti nominando un COMMISSARIO che cassi tutto e ricominci da zero. E sarebbe ora che oltre 20.000 tesserati tornino a poter dire la loro in giusto equilibrio con gli altri aventi diritto!
A mio parere una Nuova Fitav passa solo dal suo COMMISSARIAMENTO. Tutto il resto sono inutili chiacchiere, roboanti e vuoti proclami e stucchevoli logoree!

Bacco Giuseppe 27/09/2016 Azforum INO- Sono totalmente d’accordo. Non credo comunque che si possa giungere ad un COMMISSARIAMENTO, non ci sono le condizioni e non credo dipenda dal fatto che il tiro a volo con Rossi ha portato a casa 5 medaglie olimpiche. Oggi in Italia i POTERI hanno creato una tal connessione tra di loro da rendersi completamente immuni da attacchi esterni. Le varie CASTE si reggono su rapporti interpersonali consolidati che costituiscono una fitta rete impenetrabile. In ogni caso non vedo Luciano Rossi come il peggiore dei Presidenti, in un modo o nell’altro gli interessi personali intervengono in ogni manifestazione dell’attività umana. Non dimentichiamoci che i Consiglieri dovrebbero essere scelti dalle Società costituite dai tesserati. A me pare che il problema nasca da lì. Per ottenere risultati la democrazia si deve esprimere. Se non chiediamo ai Presidenti delle Società di convocare Assemblee per le nomine, se lasciamo fare, se le scelte vengono fatte con le lagnanze dei soliti quattro gatti mentre la maggioranza è silenziosa, non possiamo lamentarci dopo. Sono anche convinto che i CONSIGLIERI VERI potrebbero addirittura dare sviluppo al business del tiro, a vantaggio anche delle attività economiche connesse. Potrebbero convincere il Presidente a mettere in primo piano il tiratore che è colui che porta il fieno in cascina. Magari provando a rovesciare il paradigma maggior prezzo - più utili, in minor prezzo- più giro d’affari.

Vigo Africano 27/09/2016
Condivido le vostre perplessità e credo che Beppe Bacco ha centrato il Problema delle cause della mancata democrazia. I Consiglieri devono essere scelti dalla Base delle singole Società aventi Diritto di Voto. La Base dei Tesserati della SINGOLA SOCIETA' è l'unica autorizzzata a dare CHIARO E UNIVOCO MANDATO ELETTORALE al Presidente della propria Società. A tale scopo ciascun Presidente ( o Delegato) all'Atto dell'Iscrizione in Sede Elettorale, può essere ISCRITTO AL VOTO, solo se ha presentato il VERBALE DELL'ASSEMBLEA dei SOCI TESSERATI ed il relativo MANDATO (sigillato). A fine scrutinio, la Controprova Elettorale è costituito dallo Scrutinio dei SINGOLI MANDATI.

Rosa Rosa Gioacchino 28/09/2016 azforum --BEPPE. Di motivi validi al commissariamento ce ne sarebbero parecchi e già da tempo se il Controllore avesse controllato! Forse col passare del tempo i motivi sembrano meno validi, ma gli stessi hanno generato delle esasperazioni che, in un certo senso, li rendono molto più pesanti. E non dimentichiamo che la contestazione palesemente monta, leggi Report,interpellanze, cordate antagoniste, magari queste ultime in maniera sgangherata e disarticolata, ma nulla garantisce che essa non abbia mai effetto. Prima o poi potrebbe pungere! Quindi occhio! Tanto per dire, trovi che sia nel lecito ed ammissibile il farci avere PESO ZERO NELLE VICENDE FEDERATIVE? Io da sempre sostengo la necessità che I DIRIGENTI, PRESIDENTE e CONSIGLIERI, VENGANO ELETTI DA TIRATORI E GESTORI CON UNA EQUILIBRATA FORMULA EQUIDISTANTE, ma mi contenterei già di quella IN ATTO E DISCONOSCIUTA e CHE AFRI DESCRIVE COSI' BENE!

Bacco Giuseppe 29/09/2016 Azforum- INO - Ciò che tu denunci sarebbe già stato oggetto di attenzione, da parte degli organi di controllo, in un Paese diverso dall’Italia. Sostengo che qui non può avvenire per le connessioni esistenti tra controllori e controllati. Dopo un’interpellanza parlamentare, dopo un reportage come quello di Report, in qualsiasi paese civile ci sarebbe stata una verifica della posizione Presidenziale. Non si è mosso nulla ! Questo volevo dire quando affermo che non ci sono le condizioni. Per quel che riguarda la composizione del Consiglio Federale credo che gran parte di colpa sia da ascrivere a noi tiratori tesserati. Le normative prevedono procedure democratiche che sistematicamente sono disattese. Da tesserato io e ne sono sempre altamente fregato. Come me si è comportata la totalità dei tesserati. Così facendo si lascia strada libera alle nomine pilotate ed nel C.F. entrano i Signorsì. Arrivo a dire che a me questo Presidente piace, mi piacerebbe di più se arrivasse nella determinazione di dare il giusto valore al quoziente tesserati magari inserendo in CF qualche personaggio che li rappresenti veramente.

Rosa Rosa Gioacchino 29/09/2016 azforum --BEPPE. Come si conviene a persone di buonsenso trovo, ovviamente, tutto giusto e calibrato quello che dici. Quanto alla valutazione su Rossi Presidente, penso di averti anticipato di molto *scrivendogli* oltre 20 anni fa più o meno: ***se volgessi in positivo tutte le tue qualità saresti il migliore dei Presidenti***. E se ritornassimo indietro a quell'epoca e con le valutazioni di allora ripeterei con convinzione le stesse parole. Oggi invece devo azionare il diaframma e fare dei distinguo di un certo peso fra i pro e i contro.
Il problema è che Rossi ha messo in piedi una struttura che calpesta alcuni diritti incalpestabili per l'etica e per lo Sport e per farlo doveva necessariamente servirsi dei Signor-si!
Ora però dei rumors riportano che col prossimo Consiglio egli vorrebbe inaugurare una nuova linea. Siccome è tuttaltro che stupido e sa guardarsi intorno io credo alla volontà di cambiare nella direzione anche da te auspicata. Non credo purtroppo alla riuscita. Certi innesti e certe convivenze difficilmente riescono. Molto spesso generano precipitose fughe da rigetto o da incompatibilità, come ne abbiamo già viste alcune nelle varie consiliature.
Altro non saprei aggiungere.

Bacco Giuseppe 29/09/2016 azforum INO - Concordo praticamente su tutto e ne sono contento. Che sia persona intelligente e capace è cosa appurata. Il mio prudente ottimismo nasce proprio da questa considerazione. La percezione del momento delicato, della corda troppo tesa, potrebbe avergli fatto pensare ad una variazione strategica. Il dubbio invece permane sulla difficoltà dei re di rinunciare allo JUS PRIMAE NOCTIS. Non vorrei si pensasse di far rientrare la vergine dalla stanza accanto. Allora l'incompatibilità ed il rigetto che tu paventi sarebbero assicurati.

Salzano Giuseppe 30/09/2016 azforum-IL **ciacca e medica dei benpensanti**,alla lunga non ha dato mai buoni risultati.

Bacco Giuseppe 01/10/2016 azforum- SALZANO - Non sempre è tutto bianco o tutto nero ! Se ti va di chiamarlo ciacca e medica fa pure ! Per quanto mi riguarda: non sono alla ricerca di risultati ! Semplici considerazioni !

Salzano Giuseppe 01/10/2016 azforum-BACCO.Concordo che non sempre è tutto bianco o tutto nero. La mia è stata una considerazione forse, della stessa valenza cui ritieni la Tua, volendo però segnatamente significare che il perdurare del *ciacca e medica*
*del medico pietoso fa divenire la piaga purulenta*!

ricciardi silvio 03/10/2016 SISTEMA . - L'Italia, forse non sarà l'inventrice, ma è sempre vissuta di inattacabili sistemi di gestione con solo vantaggi per chi li coordina.

Viviamo con presidenti notoriamente soci o associati della azienda che produce i bersagli, un suo consigliere titolare di una azienda che produce macchine per il lancio di essi, con esposti molteplici a chi regge le federazioni ed il risultato è che nulla viene considerato.
E' pensate che si potrebbe riuscire , con l'attuale sistema-statuto, a dar voce ai tesserati ??
Contavo - vecchio stupido credulone !! - che il nuovo presidente del Coni, uomo che era riuscito a far fuori la casta che lo reggeva da anni, avesse le palle di rimettere in regolarità ed onorabilità le federazioni.
Pia illusione che non ci stancherà, comunque, di rimestare nei soprusi che da sempre subiamo.

Salzano Giuseppe 03/10/2016 -SILVIO - Nel rigo e mezzo iniziale del Tuo che precede,hai significato tutto del BEL PAESE!!!
Nelle 21 parole sei stato succinto ed hai rappresentato la STORIA!!!

riccardi massimiliano 03/10/2016 Buonasera a tutti volevo solo far sapere a chi non segue questa disciplina che ancora una volta lo skeet Campano si è distinto al trofeo delle regioni al tav Cascata delle marmore è salito sul gradino più alto del podio questa volta con una squadra composta bensì da quattro ragazzi che hanno lottato fino all'ultimo piattello dopo uno spareggio con il Lazio per far si che questo titolo andasse alla Campania. Grazie a tutti Voi

Bacco Giuseppe 04/10/2016 azforum- SALZANO- La piaga più che purulenta mi sembra vera e propria cancrena. Preso atto che non troviamo un nuovo medico che passi a cure diverse e più efficaci, ci auguriamo, magari illusoriamente, che il vecchio cambi metodi di cura.

Vigo Africano 04/10/2016
Mi scuso con i Giovani Skeettisti Campani per non aver evidenziato la loro Vittoria che rinnova la validità della Scuola Skeettistica Campana ed il Lavoro fatto negli Anni passati dal compianto GIAMPIERO MALASOMMA.
Complimenti Ragazzi, AD MAIORA!

Salzano Giuseppe 04/10/2016 -azforum- BACCO. Sei stato puntuale e condivido che è vera cancrena. Inerentemente la ricerca del medico di cui esponi,dobbiamo soltanto prendere atto che le **RIFORME** apportate allo STATUTO FEDERALE ed approvate all'unanimità,consentono di proporre un nuovo **MEDICO**.Ma sai benissimo che ogni elezione di qualsiasi *natura* è preceduta da intense campagne elettorali.E,non ho dubbio alcuno che ** Nostra Madre Matrigna** non sappia intrattenere ottimi rapporti con il Riservato e Particolare Elettorato.Non so se condividi,BEPPE-
Sono sempre stato contro i **COMMISSARIAMENTI** ed in molti casi ho lottato, riuscendo a far prevalere le regioni ed, il BUONSENSO ha prevalso! Concordo che dobbiamo augurarci il meglio di cui disponiamo.Ma sono troppi gli anni che il Presidente ROSSI AVREBBE DOVUTO TENER CONTO DI TANTE VOCI **DI FUORI** possedenti valenze dimostrate...Ma EGLI SENTE,VEDE MA NON ASCOLTA!
E sono convinto che il vero cambiamento per ripristinare e dare VOCE a chi ne ha il DIRITTO, non lo attuerà il Presidente ROSSI, se nuovamente eletto,il Commissariamento, di cui ha ragione di ritenere GIOACCHINO, potrebbe avvenire in**corso d'opera e sarebbe una brutta cosa.

Salzano Giuseppe 04/10/2016 azforum- BEPPE BACCO. Errata corrige-
Riprendo l'ultimo periodo.
**Sono convinto che vero cambiamento sarà e, ce lo auguriamo tutti,se si darà voce a chi ne ha diritto. E se il Presidente Rossi sarà nuovamente eletto e non dovesse attuare quanto da anni si parla,il commissariamento di cui ha ragione di ritenere GIOACCHINO,potrebbe avvenire in corso d'opera e sarebbe una brutta cosa **.

ricciardi silvio 05/10/2016 ONORE AL MERITO . - POCHI DI NUMERO,ma con una volontà ferrea SILENZIOSI,per loro urlano i risultati,MAI AVVERSARI, veri amici sempre legati da un unico amore per la disciplina,NON VENALI,si vince solo qualche medaglina,POCHI CAMPI DISPONIBILI AD ACCOGLIERLI,GRANDI ADDESTRATORI,ricordando il grande Giampiero Malasomma,a volte, dimentichiamo i Falco con l'enorme Ennio a cui, per primo, il padre Geppino trasferì la sua passione sfrenata, - queste,un coagulo di qualità che rendono i tiratori dello skeet campano un fenomeno agonistico degno di ogni ammirazione. Voi rappresentate, in effetti,l'esempio, dimenticato nella sua essenza, di quello che dovrebbe essere lo sport. GRAZIE !!

Bacco Giuseppe 05/10/2016 azforum- Salzano, sono certamente d'accordo sul fatto che il ns. Presidente ha avuto molto tempo a disposizione per ascoltare, valutare e correggere i suoi comportamenti. Non l'ha fatto prima in quanto ha valutato altri interessi. Così come dice Gioacchino, pare si stia rendendo conto che la pressione su di lui si sta facendo più forte anche in forza delle interpellanze e dei reportage. Visto che all'orizzonte non vediamo un competitor alternativo, ci auguriamo tutti che la nuova linea dimostri un maggior interesse verso i valori etici e sportivi: vale a dire mettere in primo piano i tiratori, che sono i veri attori della commedia.

Rosa Rosa Gioacchino 05/10/2016 Azforum --FALCO SKEET. I più vivi complimenti ai ragazzi e naturalmente al Clan Falco, ma anche a me piace ricordare la passione e l'impegno di Giampiero Malasomma. Ce ne vorrebbero tanti di Giampiero in Mondo Tiro!

Rosa Rosa Gioacchino 06/10/2016 Azforum --F & F: Sta per Fitav e Futuro. Da indiscrezioni di origine seria e da note Internet pubbliche, pare che oggi, 6 ottobre, potrebbe partire ufficialmente l'azione di un Gruppo che si propone un, augurabilissimo, rinnovamento federale. Oggi si dovrebbero conoscere nomi, programmi e, soprattutto, le vie scelte per la competizione alla Casta in sella da troppi anni.
A loro il mio personale in bocca al lupo, ma, visto quanto si ripropongono, credo di poterlo fare anche a nome di tutto il Tiro a Volo Forum.
P.S. Sempre da fonte seria apprendo che questa volta le elezioni Fitav si terranno in ritardo e cioè ad inizio del nuovo anno contrariamente al solito fine anno Olimpiadi. Perchè? Difficile dirlo, ma di solito si ritarda per recuperare o arginare. Che sia finalmente un segno di debolezza? Spero di si! E non mi meraviglierei viste le tante contestazioni sempre più montanti!

Vigo Africano 07/10/2016
MAGARI! Ino appena vieni a conoscenza dell'invio di questa o altra LIsta, ti sarei grato se volessi subito pubblicarla nel Sito.

Rosa Rosa Gioacchino 07/10/2016 Certo AFRI, sul foglio FB di Marinangeli lui ieri sera ha annunciato che hanno pronta una lista di 20 candidati, Presidente incluso. Sembrerebbero essere in prevalenza Tiratori di notevole peso sportivo. Ha anche annunciato il suo silenzio su quella pagina e questo non capisco cosa voglia significare. Aspettiamo!

ricciardi silvio 08/10/2016 ELEZIONI . - Il sistema elettivo che prevede come presenza valida solo quella dei presidenti delle società, rende impossibile, ancora oggi, la elezione di una qualsiasi persona degna e competente.
Si sente dire che si voterà a Gennaio, ma io credo, more solito, che a breve inizieranno gli incontri tra le società e i messi federali per la promessa - leggi acquisizione - degli indennizzi.
Solo se il nuovo gruppo sarà economicamente tanto potente da superare le offerte in beni e danari, riuscirà ad ottenere il placet delle società, ma ,francamente, non credo che nessuno, pur di elevatissimo spessore sportivo sociale, abbia la possibilità di *attirare* la simpatia di chi ha sempre goduto di tali benefici.
Il presidente Rossi, al centro delle contestazioni,potrebbe anche fare un passo indietro - proteggendosi tra le quinte del palcoscenico - l'eletto non potrebbe che essere, sicuramente persona a lui da anni vicina che ,indirettamente, gli confermerà i benefici fin ora goduti.
Solo il Coni potrebbe e dovrebbe metter mano alla faccenda, ma, tra non molto anche lì si voterà e anche un voto ha il suo peso !!!!
Pessimismo leopardiano il mio ???? Come vorrei essere smentito !!!.

Rosa Rosa Gioacchino 08/10/2016 azforum --SILVIO. Pessimismo raziocinante e considerazioni fondate. Credo che nessuno possa smentirti, purtroppo!

Salzano Giuseppe 09/10/2016 azforum- RICCIARDI- ELEZIONI.
SILVIO. Con il mio del 4 u.s.,nel riscontrare BACCO,affermavo che è possibile e lo è,proporre un nuovo **MEDICO**,come sembra che faranno presentando qualche Lista.Le difficoltà della Elezione risiedono tutte nel rapporto instaurato tra **Madre Matrigna**ed il*Riservato Particolare Elettorato*rappresentato dai Presidenti delle Società,cui le **RIFORME**,nel tempo,hanno riservato il DIRITTO DI VOTO.. unici POSSESSORI DEL VERBO!
E poi faccio una chiara e dura considerazione
che dovrebbe essere condivisibile,altrimenti si andrebbero a sollecitare,cambi e sostiruzioni che sarebbero un prosieguo peggiorativo che è esattamente l'opposto di quanto si è malamente esposto a severe critiche.Allora teniamoci quanto abbiamo e sollecitiamone il miglioramento:perché?
Innanzitutto non posso credere,altrimenti che ne sarebbe della propria dignità se i nuovi Candidati si esponessero ad un volgarissimo mercato delle vacche che, si configurerebbe in uno scambio di voto? Significherebbe cominciare male e proseguire peggio!!! NO!! Non siamo fuori rotta. Saremmo in rotta di collisione!!! E ciò non è né credibile né ipotizzabile! Cambiare deve segnatamente significare: Amministrare e Gestire lo SPORT con ETICA e RESPONSABILITA' ma,a mezzo di Uomini Responsabili!!!....Altrimenti? La favola di BERTOLDO.... docet.

Cantalupo Giovanni 09/10/2016 CAMPIONATO DEL MONDO ELICA ANTONIO ANGELINI 1°ASSOLUTO DEL TAV FALCO.

Bacco Giuseppe 10/10/2016 azforum- Forse mi sono perso qualcosa ma non mi risulta che i Presidenti possano votare senza aver prima convocato l'assemblea dei soci della propria società. Ricordo che tale assemblea aveva il compito di scegliere, tra i candidati, il nominativo che il Presidente avrebbe a sua volta dovuto votare. Il Presidente, nell'assemblea elettiva, funge semplicemente da delegato ed è tenuto a rispettare la scelta espressa dai soci dell'assemblea di società. Teniamo presente che sono le società a votare e non i Presidenti e le società siamo noi. Se è ancora così, chiedo lumi a Vigo che è più aggiornato di me, per provare a cambiare le cose, ognuno di noi deve attivarsi per imporre ai Presidenti di società di convocare l'assemblea in modo che siano i tesserati a scegliere chi votare.

Vigo Africano 10/10/2016
A Norma di Statuto Societario (modello C.O.N.I.), ciascuna Società dovrebbe almeno una volta all'anno convocare l'Assemblea dei Soci per presentare e far approvare il Bilancio Consuntivo e Preventivo, nonchè per le Elezioni del Presidente e del Consiglio dei Soci. Normalmente nell'Anno del Quadriennio, tale Assemblea o una Specifica dovrebbe essere dedicata alla Delega dei Soci per la Elezione del Presidente e del Consiglio Federale.
Ma da quando il C.O.N.I. ha fatto obbligo alle Federazioni ed alle sue Società Affiliate di notificarle per ciascuna di queste lo Statuto secondo il Modello C.O.N.I., mai è stata effettuata, almeno per le Società Campane: la suddetta Assemblea Annuale, la Presentazione del proprio Statuto, la Nomina del Presidente della Società e del suo Consiglio Direttivo, l'Approvazione del Bilancio annuale e tantomeno una Richiesta di Delega dei Soci al Presidente o Delegato per la Elezione del Consiglio Federale.
Sarei curioso di conoscere se nelle altre Regioni avviene lo stesso o diversamente e vorrei sapere dal C.O.N.I. se ha ricevuto dalle Società Affiliate la Copia Ufficiale dello Statuto di ciascuna Società.

Rosa Rosa Gioacchino 10/10/2016 azforum --Salvo ulteriore verifica, a me sembra che anche qui al Nord le norme CONI-FITAV vengono felicemente disattese!

ricciardi silvio 10/10/2016 ELEZIONI . - Le regole per la scelta del candidato presidente Fitav, all'interno delle associazioni - mai parlare di società anche se lo sono a delinquere nella compilazione dei bilanci senza scopo di lucro - sarebbero perfette, ma ai voti dei presenti alla convocazione ufficiale vanno aggiunti quelli che per delega ha il presidente della ass.ne. E non credo che ne esista limite.
Qualche anno fa noi del Torricello votammo compatti, per eleggere il responsabile degli atleti, Roberto Scalzone, ed eravamo più che certi che il risultato ci avrebbe premiati.
All'apertura delle urne Roberto risultò votato solo da meno del 20% degli aventi diritto !!!
Allora solo la presenza ad ogni votazione di un Ufficiale Giudiziario, che ne certifichi la correttezza legale e numerica, rispecchierebbe la volontà degli iscritti.
Mai assuefarsi alle irregolarità, ma l'unica arma che abbiamo è la denuncia e ....non ci resta che piangere.

Bacco Giuseppe 11/10/2016 azforum- Silvio, la tua precisazione è ineccepibile. Sono rimasto nostalgicamente legato alle Società. Cambia la denominazione, peggiora la situazione: molto più di allora, oggi abbiamo - Associazioni senza fini di lucro - gestite da un titolare, da un proprietario o chiamalo come vuoi. Non mi pare che le cose siano migliorate !

ricciardi silvio 11/10/2016 MALAFFARE . - Beppe, nel tempo la regressione della onorabilità personale,ai fini di lucro, non si è mai fermata.
Le vecchie,pulite Società, vere nelle loro strutture, con partecipazione di più persone e statuti da rispettare, sono state rinominate Associazioni trovando così il sistema di ridurre l'esborso fiscale e rendendo i gestori-proprietari dei veri e propri tiranni nei confronti dei sudditi-tiratori, cui è stata negata ogni voce.
Aldilà dei conflitti di interesse è li che si annida il vero marcio, ed e li che si dovrebbe porre mano per ricostituire l'ordine ormai perduto.
Liste elettorali, cordate di persone integerrime e preparate a nulla servono se la base dei tiratori è imbavagliata ed oggi ha solo il diritto - pardon il dovere - di foraggiare Fitav e gestori.

Rosa Rosa Gioacchino 11/10/2016 azforum -- CREDITO SPORTIVO. Si raccontano brutte storie su un possibile affossamento di questa possibilità di finanziamento impianti da parte delle Società a favore di altre soluzioni molto più vincolanti in fatto di fedeltà. Mi piacerebbe che qualcuno che sa ci raccontasse la storia con dettagli. E il CONI sta sempre a guardare.....

Rosa Rosa Gioacchino 11/10/2016 azforum --F & F. In riferimento alla mia nota del 6 u.s., oggi pomeriggio sulla pagina FB del gruppo Marinangeli è apparso un primo ducumento programmatico a firma di Maurizio Carrara,loro candidato Presidente. È un imprenditore toscano, credo, ed Eccellenza di skeet. Gli auguri a lui ed al suo gruppo!

Bacco Giuseppe 12/10/2016 AZFORUM- Ho provato a dare uno scorcio alle norme per l'elezione del Presidente. Non trovo alcun riferimento alle Assemblee delle A.S.. Leggo solamente che ogni A.S. può esprimere un voto: non ci sono riferimenti alle modalità di espressione di tale voto. Deve derivare da una Assemblea oppure è una scelta del Presidente? Neppure sul Regolamento Organico ho trovato indicazioni. Vigo, mi sai dire qualcosa di più preciso ?

Vigo Africano 12/10/2016
Lo Statuto delle Società deve essere conforme al Modello dato dal C.O.N.I.
In questo è stabilito che la Società deve indire ogni anno almeno una Assemblea dei Soci, per l'Approvazione dei Bilanci e poi per le Cariche Sociali.

Vigo Africano 13/10/2016
allego la Lettera ufficiale di presentazione di
Maurizio Carrara, candidato Presidente FITAV, per le prossime elezioni dei vertici della Federazione.

UFFICIO STAMPA - *Centra il futuro*
Maurizio Carrara per una nuova FITAV

Nel fare i miei migliori Auguri di successo, atteso ormai da tanti Quadrienni, spero che presto vorrà inviare anche la Lista dei Candidati Consiglieri, cortesemente con relativo succinto e singolo Curriculum.
IN BOCCA AL LUPO


ricciardi silvio 13/10/2016 NEW ENTRY . - Finalmente abbiamo una visione reale sulle prossime elezioni presidenziali e la persona che * scende in pedana * ha tutte le caratteristiche che sono indispensabili per sperare in un futuro migliore.
E' anche possibile, dato che ci sono i tempi tecnici, che ci saranno altri candidati che si proporranno per la carica, e questo non potrebbe che danneggiare un fronte unico come alternativa.
Faccio mia una previsione che non chiede condivisioni: il presidente Rossi è uomo di grande intelligenza e di suprema conoscenza di chi sono gli elettori, se avverte la ipotetica evenienza di perdere le elezioni ritirerà per tempo la propria vetusta candidatura, ma se sapremo che decide di rimanere in sella nessuno potrà mai batterlo alla conta dei voti.
Porgo a Carrara la mia ammirazione per il tentativo posto ormai ufficialmente in atto e nell'augurarmi che il suo coraggio sia foriero di una difficilissima vittoria, gli ricordo che il Sud ha bisogno urgente di un repulisti totale della organizzazione federale attualmente in carica.

Bacco Giuseppe 13/10/2016 Azforum- Non avendo la possibilità ed il piacere di conoscere il candidato che si opporrà a Rossi, non possiamo esprimere alcun giudizio. Il mio caratteriale ottimismo trova oggi il grande contrasto delle negative esperienze. I programmi elettorali sono sempre improntati su roboanti dichiarazioni tendenti a presentare una futura rosea realtà. Lo abbiamo visto anche in occasione della destituzione di Armani. Avremmo dovuto assistere all’innovazione tecnica e strutturale di una Fitav moderna, guidata da un Presidente ispirato in grado di coniugare le ambizioni sportive dei professionisti, con le esigenze degli appassionati. Siamo oggi a subire una Fed blindata, arroccata su principi di puro business, democraticamente inattaccabile. Tanto impenetrabile da non consentirci neppure di valutare la scelta dei candidati. Le Società- Silvio mi permetterà che continuare a chiamarle così- nella maggior parte dei casi, non esistono più. Sono state sostituite dai titolari e dai gestori. Oggi votano loro ! Spero di essere smentito ma non credo che saremo coinvolti in questa scelta ! Un grande IN BOCCA AL LUPO non lo faccio quindi ai candidati ma lo faccio a noi tiratori. Affinchè una mano illuminata faccia uscire dall’urna il soggetto che abbia a cuore anche la sorte di tutti noi.

Rosa Rosa Gioacchino 14/10/2016 azforum --LISTA CARRARA. Naturalmente faccio anche io, e questa volta con nome e cognome, gli auguri a Maurizio Carrara e spero di poterlo conoscere presto. Sarebbe magnifico se lui ed i suoi riuscissero a portare un poco di aria nuova in Fitav. Anche volendo dimenticare i buchi neri della attuale gestione, e non è per niente facile, è fatale che una gestione troppo longeva finisca per appiattirsi su se stessa! Ciò è nell'arco naturale delle cose!
Auguro di cuore il successo, ma non sono molto fiducioso nel risultato stando alle attuali norme ufficiali ed alle COPERTURE E BLINDATURE COSTRUITE AD ARTE. È infatti ben difficile raggiungere percentuali da rinnovamento. Noi di Tiro a Volo Forum, Silvio Ricciardi in primis, DICIAMO DA TEMPO che per spuntarla contro votazioni controllate e garantite e con un CONI sempre sordo e cieco, ci vuole un colpo di ariete in appoggio ai voti.
Intanto mi sorge un dubbio che richiede un parere di Africano: se Rossi non dovesse raggiungere la percentuale di voti che gli consenta un ennesimo scippo rielettivo -credo il 60%-, cosa succede con i Consiglieri? Diventano Consiglieri i più votati anche se sono della lista Rossi? Penso di si! E mamma mia!

Vigo Africano 14/10/2016
Ino, l'Art.15 dello Statuto, comma 10 recita:
*In caso di dimissioni del Presidente si avrà la decadenza immediata dello stesso e del C.F.*
Il caso da te indicato non è previsto, ma si potrebbe estendere il comma 10 a questa tua ipotesi, anche perchè mi sembra che in genere si vota una Lista dei 7 Consiglieri che è abbinata al nominativo del Presidente da eleggere.
Gli altri 3 Consiglieri (Rappresentanti degli Atleti e dei Tecnici) verranno eletti precedentemente da tutti i Tesserati (Bulgaria permettendo!) e questi credo che resterebbero comunque in carica.
Ovviamente questa è una mia libera interpretazione.

Rosa Rosa Gioacchino 14/10/2016 azforum --Beh le dimissioni sono una cosa diversa da una non elezione. Certo la somiglianza è palese e la regola potrebbe essere applicata anche nel secondo caso, ma spero che si faccia chiarezza a tempo debito!

scalzone roberto 18/10/2016

Le nuove finali approvate dall'ISSF, 2017/2020 Shotgun Finals. Skeet, Trap and Double Trap Finals will also change from the current semifinal-medal match format to a progressive elimination Final. Shotgun finalists will shoot in qualification rank order, with the qualification ranking deciding ties for 6th, 5th, 4th and 3rd places. All Trap finalists will shoot 25 targets with eliminations or medal decisions occurring after 25, 30, 35, 40 and 50 targets. Double Trap finalists will shoot 15 doubles with eliminations taking place after 15, 20, 25, 30 and 40 doubles. The new Skeet Final will be based on 10-target sequences that include regular and reverse doubles on station 3, a regular or reverse double on station 4 and regular and reverse doubles on station 5. Station 4 doubles will alternate between regular and reverse doubles for each 10-target sequence. Skeet eliminations or medal decisions will occur after 20, 30, 40, 50 and 60 targets

Rosa Rosa Gioacchino 18/10/2016 Ciao ROB. Traduci in linguaggio comprensibile a noi ignoranti. Mi sembra che non dicano se a 1 o a 2 canne!

scalzone roberto 18/10/2016 Sempre con un colpo si parte sempre tutti da zero ma dopo i 25 piattelli fi finale si elimina il sesto dopo ancora 5 piattelli si elimina il quinto ma qui i piattelli si sommano a quelli predecenti e cosi via

Vigo Africano 19/10/2016
Roberto, in questa maniera sembra che vengano eliminati quattro dei sei finalisti. Cosa fanno gli ultimi due? Continuano sempre a 5 piattelli per volta?
Poi faccio una osservazione, il tipo di finale precedente non aveva lo scopo di ridurre i tempi evitando i lunghi barrage? In questo caso possono durare una eternità. Comunque mi sembra una soluzione migliore della precedente se non fosse per il perdurare della finale ad un solo colpo che mortifica la nostra Disciplina.

Bacco Giuseppe 19/10/2016 azforum - Roberto, ma se dopo i 25 piattelli di finale, per eliminare il sesto, il quinto , il quarto ed il terzo, ci sono pari merito, come si procede?
Gli spareggi mi sembrano complicati da effettuare, quindi si può supporre che si continui 5 piattelli per volta. A meno che non si pensi di evitarli eliminando il tiratore che ha fatto lo zero un attimo prima, oppure quello che ha il colore degli occhi più chiaro. Fortuna che lo spirito della norma doveva essere quello di ridurre i tempi!

scalzone roberto 19/10/2016 Bella domanda ancora non e chiaro questo e quello che era sul sito della ISSF ora cerco di informarmi e vi faccio sapere

Papararo Giuseppe 19/10/2016 Una delle novità più importanti è proprio questa: a parità di punteggio vale la posizione occupata nella classifica finale delle qualificazioni, che in questo caso non viene azzerata. Saluti. Peppino Papararo.

Rosa Rosa Gioacchino 20/10/2016 azforum --Ho girato ad Africano la classifica di una gara fatta in Rep. CECA e nella quale sono state utilizzate le nuove norme. Me la ha mandata Roberto via WhatsApp. Spero che Afri riesca a pubblicarla o ad analizzarla per il Sito. La nuova norma sembra un piccolo passo avanti per avere risultati più aderenti ai valori in quel momento in pedana e un gran passo indietro per quanti, nostri Dirigenti inclusi e primi in disonore, hanno distrutto discipline per inseguire uno spettacolo televisivo che anche chi non aveva mai sparato un colpo capiva che non sarebbe mai stato interessante!
P.S. Ma guarda su certi argomenti chi spunta fuori dalla sua tabaccosa tana!

Bacco Giuseppe 20/10/2016 azforum - Mi pare di capire che la finale a due si farà a 25 pt. e poi ad oltranza 5 pt. per volta. D'accordo con Vigo con un piccolo dettaglio, non mi sembra migliore, mi sembra meno peggio : la finale ad un colpo è una aberrazione!

scalzone roberto 20/10/2016 Giuseppe tutti sparano 25 piattelli dopo l'ultimo esce poi ancora 5 piattelli poi esce il quinto e cosi via poi quando rimangono in due sparano 10 piattelli e credo a parita di piattelli vale il punteggio di qualificazione che a questo punto diventa importante come prima.

Rosa Rosa Gioacchino 20/10/2016 azforum --FINALI TRAP. Beppe, finchè faranno spare una sola canna sarà tutto *meno.....* e mai sanato l'obbrobrio e lo stupro! E vista la durata di questa nuova formula, non hanno neanche la giustificazione dei tempi brevi! Guarda, se non fosse possibile tornare alle vecchie e sane serie di spareggio, io arriverei anche ad accettare la eliminazione dei finalisti dopo 2 o 3 zeri, magari per differenza sugli altri, ma su serie da 25 a DUE CANNE DUE! Ma è inutile parlarne, tanto LORO leggono, controllano, monitorizzano, ma non prendono mai una decisione che non sia partorita dai loro cervelli! Vedi i casini che hanno creato in Elica per fare di testa loro!
P.S. Con Africano stiamo brigando con formati maneggiabili per pubblicare qui la classifica

ricciardi silvio 20/10/2016 NUOVA FINALE

ricciardi silvio 20/10/2016 NUOVA FINALE , - Che sia sempre uno sconcio far sparare ad un sol colpo è ormai acclarato, ma considero questo adattamento sicuramente migliore rispetto al precedente.
Non penso che si volesse, per lo passato, accorciare i tempi della gara, l'intento avrebbe dovuto essere quello di creare attenzione ed emozione a chi televisivamente era disposto a seguirla. Questo nuovo meccanismo mi sembra che risponda a questa esigenza: vedere i primi sei che ad armi pari spareggiano vedendo eliminato progressivamente chi ha ottenuto il punteggio più basso - dello spareggio - ed offrendo, se sono a pari merito gli ultimi due, la vittoria a chi aveva un punteggio migliore, ricorda, anche se vagamente, il famoso detto * chi ne rompe uno di più vince *

Vigo Africano 20/10/2016
ESEMPIO DI CLASSIFICA
Allego quì di seguito un Esempio di nuova Classifica, inviataci da Roberto Scalzone e redatta secondo le Nuove Regole ISSF dal 2017.

Salzano Giuseppe 20/10/2016 azforum-ROBERTONE,grazie dell'anticipazione.
AFRI,grazie della pubblicazione della classifica.
Tutto negativo.Innanzitutto per la perdurante concezione di continuare ad un solo colpo,quindi continueremo ad affermare che viene ad essere snaturata la DISCPLINA TRAP!Parliamo di altro.
Tempi ancora più lunghi e come si enice da questo primo **assaggio** dei due 123,Uno vince, l'Altro esce mal **conciato** brutalmente penalizzato da questa VERGOGNOSA RICONFERMA!
GIOACCHINO,HAI,COME AL SOLITO,BEN EVIDENZIATO ULTERIORMENTE QUANTO SOSTENIAMO DALL'INIZIO!
Nulla è cambiato,ma sarebbe intricante venire a conoscenza di come si è giunti a questa nuova mortificazione per i MIGLIORI!
Farò il possibile di saperne DI PIU'.

Salzano Giuseppe 20/10/2016 Errata corrige.Vince un 120; dei due 123,Uno è secondo, l'Altro esce mal **conciato**.

Rosa Rosa Gioacchino 20/10/2016 azforum --Sulla pagina FB di Marinangeli questa sera è comparsa la foto di un gruppo. Dalla presentazione un poco striminzita -forse Marinangeli ha imparato ad essere ermetico da una delle prime firme del suo sito!- si intuisce che si tratta del gruppo che con Carrara si canditerà alle prossime elezioni Fitav. Sono da troppo tempo lontano dai Campi delle discipline preminenti per riconoscere i personaggi fotografati. Salvo errore, mi sembra di riconoscere solo Venturini e Aliprandi. Auguri a loro ed a tutti gli altri.

Bacco Giuseppe 21/10/2016 azforum- La nuova regola della finale appare migliore rispetto alla precedente. Per me resta assurdo l'annullamento del risultato ottenuto nelle serie di gara: deve vincere chi ha il maggior numero di bersagli rotti ! Glisso sulla finale ad un colpo !

Vigo Africano 21/10/2016
Ho ricevuto questa mail da Pasquale Valente e ritengo opportuno pubblicarla per voi tutti. Purtroppo non sono riuscito a copiare per il momento anche la foto, ma spero alla fine di riuscirci.
*Tanto per fare chiarezza, evitando qualsiasi strumentalizzazione in merito al nuovo candidato Presidente alla FITAV, vi invito a leggere l'articolo del *LA NAZIONE* datato 24 Giugno 2015, trovato in internet e qui sotto pubblicato. In questo articolo si può vedere uno dei grandi valori che ha quest'uomo. La sua Famiglia (nella foto Lui ed il fratello), ha donato l'anno scorso, la bellezza di 2,5 milioni di euro, per la creazione di una delle strutture più imponenti della Toscana per i DISABILI e per le TERAPIE DEDICATE. Credo che ci sia una bella differenza con chi si crea un centro per i paraolimpici, assegnandosi i soldi della federazione. Ovviamente pubblico questo articolo per dirvi ancora con più forza che veramente dopo 25 anni c'è di nuovo una persona giusta, una persona disinteressata ai commerci che sono dietro al nostro sport con i giusti valori PULITI che contraddistinguono lo SPORT ed il SOCIALE. Per ultimo voglio rivolgermi ai Presidenti dei campi da tiro, vi supplico di aspettare a consegnare le deleghe per le votazioni, in mano alla vecchia dirigenza, fidandovi di chi passa o vi telefona, dicendovi di scordare il passato perchè nel futuro si cambierà. Il passato che vogliono farvi scordare è quel *passato* che per avere una misera gara regionale, bisognava essere vincolati nel comperare i piattelli, è quel *passato* dove per avere un pagamento dilazionato bisognava mettere le date a matita ed essere ricattati in qualsiasi momento senza rispetto della dignità umana nell'essere in difficoltà, è quel *passato* che per avere una lecita ambizione di crescita commerciale o sportiva anche per i propri figli o associati meritevoli, ci si doveva legare con contratti di forniture, per anni ed anni e questo, è quel *passato* che dura oramai da 25 anni. Io vi prego di non scordarvi assolutamente di questo passato, ma di iniziare a pensare che con questo nuovo PRESIDENTE potrete ritornare ad essere liberi, riavere i vostri diritti nella vita della FITAV e ridare VOI, la giusta sacrosanta importanza ai tiratori, per tutto questo, vi chiedo di aspettare a dare la deleghe, per lo meno finchè il nuovo candidato non vi abbia illustrato il suo programma e con quali persone abbia intenzione di attuarlo.
Il Nostro Presidente è l'ultimo a destra.

I disabili del Maic hanno la loro nuova Casa - La Nazione:
Grande festa per il Centro Fratelli Carrara di Michela Monti.*

Rosa Rosa Gioacchino 21/10/2016 azforum --ASSEMBLEA 2016. È stata convocata per il 17 dicembre c.a. Erano quindi infondate le indiscrezioni che la volevano differita ad inizio anno nuovo.
Mi piacerebbe che chi ne ha le possibilità facesse Regione x Regione il conteggio di quante delle Società aventi diritto di voto sono realmente esistenti ed attive. Io ho qualche perplessità in merito e non solo per Feudi Campani, ma anche altrove.

ricciardi silvio 21/10/2016 VOTAZIONI . - Se la data prevista per le votazioni è il 16 di dicembre p.v., la lettera pubblicata - un assoluto numero di verità che nessuno potrà negare - e gli incontri con le regioni di Carrara sono, purtroppo, in ritardo.
La serietà e le capacità manageriali sono indiscutibili, ma solo il contatto con i gestori, per farli ravvedere, è assolutamente indispensabile.Io non conosco chi siano i possibili consiglieri candidati, ma, se come credo, sono provenienti da più regioni, questi dovrebbero già aver riunito i gestori anticipando il programma.
Credo che il nuovo gruppo sappia che in molte zone vecchie associazioni sono state tenute in vita direttamente dalla Fitav, o da persone a lei vicine, per avere in sede di elezioni una maggiore tranquillità in occasione della conta finale.
Sono tanti anni che noi di Tiroavoloforum abbiamo denunciato la cattiva gestione del potere e sarà pure venuto il momento di valutare, speriamo in modo positivo, una new entry che sancisca una nuova corretta conduzione federale nel RISPETTO DEI TIRATORI.

Rosa Rosa Gioacchino 22/10/2016 azforum --SILVIO. La tua osservazione circa i tempi ristretti è assolutamente centrata. Non sappiamo se e come i Consiglieri in pectore ed i Promotori, hanno lavorato in anticipo e a tappeto rispetto alla scelta di Carrara, ma il tono di certi appelli accorati lasciano qualche dubbio sullo stato dei lavori. Anche il riserbo sulla lista completa dei Candidati lascia pensare che ci sono ancora caselle da sistemare in casa Carrara.
Vista la serietà della fonte era da ritenere come possibile il differimento della data, ma la convocazione al 17 dicembre smentisce l'ipotesi. Allora delle due l'una: era infondata la ipotesi ritardo o vi è stato un improvviso *indietro tutta* per non dare tempo a Carrara & Co. di organizzarsi?
Sarà difficile togliersi questa curiosità.

Rosa Rosa Gioacchino 22/10/2016 azforum --SILVIO. Qualcuno più esperto e malizioso di me, mi fa notare che non è detto che una cosa escluda l'altra. Nel senso che il possibile differimento dell'assemblea era stato fatto trapelare ad arte per far credere alla cordata Carrara di avere più tempo ed invece......
Considerando le attitudini di certi personaggi, la ipotesi non mi sembra affatto da scartare!
Ed io penso di sapere come i coraggiosi Candidati Carrara saranno trattati in Assemblea. Gli daranno 5 minuti ciascuno per presentarsi, poi qualche Presidente verrà incaricato di attaccarli, ma a loro non sarà consentito rispondere causa tempo esaurito! È copione ormai collaudato e conosciuto e magari, ancora una volta, in Assemblea saranno state sprecate alcune ore per vedere i filmati delle glorie federative. Maggior tempo per le discussioni no, proprio no! Le cofecchie si fanno sempre in tempi veloci senza che la gente possa riflettere, cavolo!

D'Aloja Gianfranco 22/10/2016 Qualcuno di voi si è recentemente sottoposto all'esame psichiatrico per il rinnovo del porto d'armi? Il mio è stato una burletta: in sostanza, con una quarantina di domande scritte, mi hanno chiesto se fossi pazzo. Ho risposto a tutte le domande di no, tranne ad alcune alle quali ho risposto:*un poco*, perché mi sembrava esagerato passare per un santo. Ora, chi è pazzo difficilmente ammette di esserlo, perché una cosa è essere pazzi e un'altra è essere fessi. Il trionfalistico articolo giornalistico che la Gazzetta dello Sport dedica al Tiro a Volo italiano ed alle recenti conquiste olimpiche si chiude con queste parole di Rossetti: * La gente ha capito che (il fucile) è solo un attrezzo sportivo, come una racchetta da tennis*. Forse ha ragione lui, se la pensa così anche lo psichiatra che mi ha fatto il test.

ricciardi silvio 22/10/2016 ELEZIONI . - A mio avviso - avendo attentamente seguito, sempre dall'esterno, - gli esiti di ben 12 elezioni presidenziali, se Luciano non ritira la candidatura - oggi è in grande auge in forza dei risultati olimpici - nessun oppositore, seppur persona di primo livello e con ottime intenzioni, riuscirà a scalzarlo.
In forza del mio credo posso solo sperare in un miracolo, ma quel presidente ne sa una più del diavolo.

Vigo Africano 23/10/2016
Mostrare tanto pessimismo, finisce per rafforzare la posizione del Presidente Rossi a cui, almeno noi Tesserati, non possiamo certo essere grati per la sua quasi ventennale Gestione molto lontana dal nostro Sport, coadiuvato dalla sua Corte di SignorSi.
Dobbiamo invece CREDERCI e coadiuvare in questa difficile impresa. NON CI SONO ALTERNATIVE.

Rosa Rosa Gioacchino 23/10/2016 azforum --GIANFRANCO. Io ormai a caccia non vado più e non credo che avrò ripensamenti. Ho circa ancora un anno di copertura dell'attuale porto d'armi. Quindi avrò tempo di verificare se il tagliando agli occhi mi darà nuovamente le possibilità di fare tiro con i risultati compatibili con l'età. In caso negativo mi dedicherò al golf o alla pesca di lago, fiumi e canali! In caso positivo, invece, mi sottoporrò alla mortificazioni delle nuove bellissime norme!

Rea Carmine 23/10/2016 ESTERNAZIONI
Anche quest'anno si è tenuto il Campionato Italiano Struttura Federale 2016 al TAV Valle Aniene.
Nell'ordinario è una manifestazione eccezionale su un campo da tiro eccezionale.
Quest'anno però si respirava un'aria diversa.
Sarà stato perché coincideva con il 90º della FITAV ?
Sarà stato perché coincideva con il rinnovo dei pilastri federali?
Ma, mai prima d'allora, ho avuto l'opportunità di ascoltare per così tante volte, la voce del Presidente e Senatore Luciano Rossi.
Ed è proprio in questo che voglio raccontarmi, nel grande spirito di cambiamenti all'interno della Federazione, preannunciati dal nostro Presidente.
Di certo non mi sono sfuggite, tra tante belle facce di persone che stimo e ammiro tantissimo, le solite facce strane, prive di sorriso, vitalità e sentimento, che continuano a caratterizzare negativamente la Federazione con modalità indicibili, indecorose e mortificanti.
Questo a dispetto di tante professionalità ed a prescindere da altre che non mi permetto di giudicare.
Discorsi, quelli del Presidente, nonostante tutto quanto poi accade nella realtà, veramente entusiasmanti.
Di fatto però, come si può ipotecare, con le parole, un cambiamento, se di nuovo all'orizzonte non si intravede un bel niente di nuovo?
Come si può ipotecare un cambiamento, con queste stesse risorse e queste stesse particolari persone disinnamorate del nostro sport!!!
Forse, avrò capito male ed il nostro Presidente non intendeva dire o non ha mai parlato di cambiamento?!
Forse quando parlava di certi federali più o meno impegnati lo faceva perché non sapeva come funzionano realmente le cose dalle nostre parti ?!
Forse il nostro Presidente non sa, non deve sapere, non vuole o non può intervenire perché, come accade in politica, oramai:
- Anche nella Federazione, contano certi strani numeri?!
- Anche nella Federazione, quasi sempre, questi strani numeri, ci hanno abituati allo strapotere e non tornano mai a vantaggio di quel grande esercito di appassionati sconosciuti che comunque mantengono la Federazione.....?!

ricciardi silvio 23/10/2016 REALISMO O PESSIMISMO . - Potrò anche essere giudicato dalla cordata Carrara come un menagramo,- ma nessuno di loro saprà mai valutare con quanta ansia ed eventuale goduria attendo il turn over sognato da anni - ma la mia valutazione di quanto accade è solamente, purtroppo puro realismo.

Da cosa nascono le mie negative previsioni:
1 - le medaglie meritatamente vinte alle Olimpiadi hanno dato lustro alla Fitav, ma hanno di pari passo posto il Coni nella condizione di dover lodare ampiamente,pubblicamente l'operato della nostra federazione. Pensate che Malagò possa sconfessare l'organizzazione data da Rossi al tiro ?? Giammai !!Quindi dal Coni nessun intervento per il rinnovamento.
2 - Oggi, 23 0ttobre - in Campania non si conoscono i nomi degli eventuali candidati consiglieri e sopratutto se è stato scelto, tra gli altri, uno dei nostri corregionali di alto profilo tecnico sportivo.
Sarebbe stato opportuno in una Regione simbolo del tiro a volo - scusateci ma abbiamo il retaggio *soltanto * di due grandi medaglie d'oro olimpiche - scegliere una persona cui avremmo dato tutti il meritato appoggio nei contatti con i principali attori delle elezioni: i gestori e proprietari dei campi e dei tesserati per far udire la loro voce a chi dovrà votare. Niente di questo è stato fatto.
Non conosco chi organizza la campagna elettorale di Carrara, ma ,a mio avviso, le buone intenzioni sono state sopraffatte da ritardi ingiustificati e pregiudizievoli.
Alla luce di questa reale attuale situazione un tesserato da 50 anni, che ha avuto responsabilità federali di presidente Regionale per otto anni ai tempi di Lambertenghi e Miracoli,- fortunatamente,- e che conosce dall'interno la Fitav, può mai discostarsi dalla realtà ed essere considerato un pessimista ??
Rimango solo nella speranza di essere aspramente offeso, dopo le elezioni, per essere stato un vecchio rincoglionito visionario smentito dai fatti.

Vigo Africano 24/10/2016
Dopo tanti Quadrienni in cui non si sono trovati avversari ed abbiamo assistito ad altrettante Elezioni Bulgare, è fin troppo facile evidenziare le grosse difficoltà di questa Chance che ci vuole dare il Dott. Maurizio Carrara.
INCORAGGIAMOLO, se vogliamo sperare nel DOVUTO cambiamento ed auguriamoci che presto soddisfi le nostre attese e le giuste espresse curiosità.

Vigo Africano 24/10/2016
Forse sarebbe ancora meglio, mettergli in evidenza ciò che ci aspettiamo da una FITAV RINNOVATA.
Da parte mia, anche se in parte obsoleta, gli ho inviato il mio scritto *UN IPOTESI ORGANIZZATIVA* pubblicato su questo FORUM nel 2003.

Rea Carmine 24/10/2016 Buongiorno Vigo
Come suggerivi, per rinfrescare la memoria, ho riletto la tua LETTERA APERTA - AL DOTT. LUCIANO ROSSI PRESIDENTE F.I.T.A.V. ED AL SUO STAFF del 13/01/2003.
Non avevo dubbi in merito al tuo inascoltato e disatteso impegno per cercare di rimuovere queste cattive e consolidate forme di autocrazia che fanno veramente male alla stessa Federazione.
Credimi !!!
E convengo sul fatto che a questo strapotere, poi, nella sostanza, conseguono decisioni, scelte, iniziative altrettanto assolutistiche e proprie, finalizzate ad interessi specifici e non dei tesserati tutti .......

Rosa Rosa Gioacchino 24/10/2016 azforum --SILVIO,CARMINE & AFRI. Del primo sottoscrivo al 101 per cento il pensiero anche in forza di tante nostre analogie di età ed esperienze. Gli dico pure che ieri a Casalecchio ho appurato che il supposto differimento dell'Assemblea ad inizio 2017 non era affatto una fanfaluca, ma una maliziosa anticipazione per dare alla cordata Carrara l'illusione di lunghi tempi a disposizione mentre sappiamo ora come sono stati giocati in merito! Le vecchie volpi son sempre attente!
A CARMINE dico. Io non conosco quali promesse abbia fatto il Presidente Rossi, ma conosco bene le sue qualità di oratoria persuasiva! E credo che questa volta non sono solo le rituali, scontate promesse di chiunque aspiri ad una rielezione. Penso che ci sia di più e ci sono in merito abbastanza segnali di giusta, fondata preoccupazione sulle crescenti contestazioni di varia origine. Ne sia prova, fra le tante, il paginone inneggiante della Gazzetta dello Sport. Rossi non è personaggio da sottovalutare, mai. Quindi non può non capire che qualcuna delle contestazioni, vecchie o nuove che siano, potrebbe degenerare in peggio e quindi occorre predisporre tempestive *????* contromisure. Considerando ciò non mi meraviglio che possa aver fatto cenno a misure innovative per la prossima nuova gestione federativa. Ciò trova riscontro anche in indiscrezioni a me pervenute da mesi. Esse dicono che Rossi intenda cambiare abbastanza drasticamente la composizione del prossimo Consiglio per poi tentare di dare una NUOVA LIVREA alla politica federativa e, magari, CONSERVARE E SALVAGUARDARE LA SOSTANZA! Lo stato dei fatti fa pensare che un tentativo di ricambio parziale sia realmente in pectore. Su questo non avrei dubbi. I dubbi li avrei sulla riuscita con convivenza sicuramente difficile fra vecchio e nuovo. Certe organizzazioni difficilmente tollerano delle varianti interne con modi di pensare divergenti dalla tradizione. Allora vanno subite, come da troppi anni facciamo, oppure SMANTELLATE SINO ALLA RADICE.
AFRI. Hai fatto benissimo a mandare la tua nota a Carrara. Essere dubbiosi non significa non fare gli auguri, non dare consigli, suggerimenti e avvertimenti. Io non ho contatti e indirizzi di Carrara, ma spero di incontrarlo a breve in qualche suo giro qui in Emilia ed insieme al rinnovargli auguri ed incoraggiamenti, non mancherò di dargli i consigli ed i suggerimenti anche in funzione della mia analoga dura esperienza fatta nel '93.

Rosa Rosa Gioacchino 24/10/2016 azforum --SILVIO. Non preoccuparti sei in buona compagnia. Pensa che UN PERSONAGGIO ORGANICO ALLA FEDERAZIONE mi definisce VECCHIO TROMBONE. Finirà per accumunarti a me nella sua definizione. Saremo PARI ANCHE IN TROMBONAGGINE! E pensa che il personaggio sarebbe un perfetto Consigliere Organico alla Federazione di ieri e di oggi. Un super perfetto signosì!!! In quella di domani non so, ma spero proprio di no!

ricciardi silvio 25/10/2016 MUSICA PER LE MIE ORECCHIE . - Ino, non esiste al mondo grande orchestra che non abbia, tra gli strumenti di accompagnamento, un grande suonatore di trombone. Certo non suona il live-motiv, ma senza di loro la musica sarebbe solo uno scarno rumore.
Fondamentale è attenersi allo spartito con la massima FEDELTA' e tentare di non * steccare *.
Sono nato in una famiglia di musicisti - mia Madre ha suonato concerti da primo pianoforte in tutto il mondo - e tutto quanto attiene la musica mi onora ! Chiunque lui sia digli che lo consideriamo solo una PERNACCHIA !! E ,forse, è anche troppo !!

Bacco Giuseppe 25/10/2016 Azforum- Non percepisco in Piemonte alcun vento di cambiamento, neppure una flebile brezza, un refolo lieve ! Ho fatto cenno ad un Presidente di ASD della possibilità di un nuovo corso : faccia sorpresa ed ignoranza assoluta – nel senso di non conoscenza - . L’astuzia e la dimestichezza nei meccanismi elettorali la faranno ancora da padroni ! Il tempo trascorre inesorabile ed al gruppo Carrara i vecchi volponi hanno fatto in modo di concederne pochissimo !

Rosa Rosa Gioacchino 25/10/2016 azforum --BEPPE. Per quanto riguarda Casalecchio a me ha dato la stessa sensazione da te percepita in Piemonte. Sul sito La Fitav che vorresti, che seguo abbastanza frequentemente, non sono stati ancora fatti i nomi dei candidati Consiglieri e ciò mi sembra un deprecabile ritardo. Solo oggi pomeriggio ho letto un qualche intervento diretto di Carrara in un contesto abbastanza turbolento. Staremo a vedere!

Rosa Rosa Gioacchino 25/10/2016 azforum --SILVIO. Pernacchia no! Basta dargli il peso che ha: superpiuma!!!

Vigo Africano 26/10/2016
ELEZIONI CONSIGLIO FEDERALE 17 DICEMBRE 2016 ROMA - SEDI REGONALI PER ELEZIONI DEI RAPPRESENTANTI DEI TIRATORI E DEI TECNICI DEL 12 NOVEMBRE 2016
Ricevo per pubblicarli dall'Amico Carmine Rea i seguenti Documenti:

Convocazione Assemblea Nazionale del 17 Dicembre 2016
Seggi Elettorali Regionali per Elezione Rappresentanti dei Tiratori e dei Tecnici - 12 Novembre 2016
12 Novembre Seggio Elettorale CAMPANIA
Intervento su Facebook di Marco Venturini
Appello su Facebook di Marinangeli

Grazie Carmine.

ricciardi silvio 26/10/2016 ORA X . - La conferma della data delle elezioni e gli interventi pubblicati - seppure in extremis - non hanno bisogno di commenti.
Tutti coloro che ci leggono, ed ai quali siamo grati indipendentemente dal loro indice di gradimento, sanno che siamo per un opportuno rinnovamento.
La gestione Fitav-Rossi ha mostrato negli ultimi anni, sopratutto nelle subalterne cariatidi, un logorio disastroso che ha lasciato un solo uomo a fare da capitano, equipaggio e vela strappata.
Vorrei che, al di la dei vantaggi economici gestionali di cui già godono, i presidenti di associazioni - leggi gestori e proprietari dei campi - dicessero a se stessi: perchè non provare ?? Se siamo capaci di dare alla Fitav un nuovo gruppo dirigente nel 2016 ancor più saremo in condizione di fare nel 2020, se non saremo convinti del miglioramento richiesto ma non ottenuto.
Credo, da anni che i rapporti Fitav associazioni non si basano più sulla onorata personale fedeltà ma,ormai, esclusivamente sui benefici voto contro compenso: aspetto di essere smentito !! Coraggio !!

Rosa Rosa Gioacchino 26/10/2016 azforum --APERTURA. Apprendo oggi pomeriggio che Antonio Angelini ha deciso di trasformare il sito Facebook da lui ideato e che attualmente conduce con un gruppetto di Admins. La traformazione consisterebbe nel rendere il sito OPEN e non LOCKED come era sino ad oggi. Se sia una apertura totale per chiunque navigi su Internet o limitata agli iscritti Facebook non so ancora. Io ho provato ad accedervi come utente Web, ma non ci sono riuscito. Devo quindi temere per la scelta PER solo Facebook e mi spiace non poco.
Comunque faccio i miei complimenti ad Angelini ed ai suoi per la scelta OPEN sperando che divenga poi OPEN OPEN.

Rosa Rosa Gioacchino 26/10/2016 azforum --SCINTILLE OPEN. Sempre oggi pomeriggio vi è stata un poco di agitazione sui Siti FB. Se la cosa sia stata puramente casuale oppure accesa dall'evento open, francamente non so. Sul sito *Quelli delle Eliche* è stata riportata quella lettera di Maurizio Carrara del 10 ottobre e qui sopra linkata da Africano. Io non so chi sia l'autore dell'inserimento. Apparentemente sembra lo stesso che la riportò sul sito del gruppo Carrara sin dall'11 ottobre.
Certo riportarla su un sito notoriamente filo Rossi non è il massimo. Sembra quasi un inelegante guanto di sfida. La risposta, altrettanto inelegante, è arrivata prestissimo con la pubblicazione sul primo sito di una lettera di viscerali complimenti al Rossi. Complimenti che fatti da un membro del suo staff non entusiasmano certo. Io concordo con chi si augura un chiaro dibattito pubblico in cui ciascuno dei Candidati indichi le sue soluzioni per i maggiori nodi federativi.
Il resto sono passi di bassa levatura!

Vigo Africano 27/10/2016
SITO F.I.T.A.V. - MENU HOME PAGE: OSCURATI I DATA BASE RELATIVI ALLE SOCIETA' ED AI TESSERATI.
Siamo alle solite furbizie preelettorali per evitare che si possa verificare:
L'affiliazione delle Società ed il numero minimo richiesto di suoi Tesserati nell'anno in corso.
Ricordo inoltre che una Società con Diritto di Voto, oltre a Gestire uno Stand di Tiro, deve aver svolto nell'anno in corso sia Attività Organizzativa e sia Partecipativa con i propri Atleti e con la propria Squadra.

ricciardi silvio 27/10/2016 SOCIETA' e TESSERATI . - La cancellazione era prevista ma i dati COMPLETI erano già in nostro possesso da Settembre dei quest'anno,
Potranno esserci delle variazioni , minime, per eventuali affiliazioni tra Settembre e Dicembre c.a.
ma nuovo campi e relative attività agonistiche non penso che possano variare in meglio la situazione.
Tranquilli, controlleremo le variazioni appena ufficializzate.

Rosa Rosa Gioacchino 28/10/2016 azforum --AFRI. Sul sito di supporto a Carrara credo che abbiano annunciato che i dati sono ricomparsi. Se così fosse, sarebbe una implicita ammissione di.......Certo che si ostenta tanta sicurezza, ma si percepisce più di una preoccupazione: la paginona della gazzetta, la lettera di Ghelfi, i dati oscurati, blandizie di ogni genere agli elettori......Sperem!

Vigo Africano 28/10/2016
Questo il Sito degli Sfidanti: CENTRA IL FUTURO.
IN BOCCA AL LUPO!

Salzano Giuseppe 28/10/2016 azforum- Campagne Elettorali ed Elezioni.
Le varie sollecitazioni,comunque esternate, rappresentano i momenti critici di tutte le tornate elettorali.
I vari interventi su questa pagina,rappresentano riflessioni,o almeno dovrebbero esserlo,sia per il Presidente uscente Rossi che per il candidato presidente, Carrara.
Il **vecchio**a confronto con il**nuovo**,oppure il **Nuovo** al confronto del **Veccio**? Cosi riportato sembra foneticamente più corretto.Ma solo per questa ragione.
Della gestione uscente sappiamo molto,non tutto,in quanto non viviamo le realtà quotidiane ma sappiamo abbastanza **in azioni et opere**.Quanto fatto è Storia ed è tutto riportato e scritto.Della Nuova Compagine formatasi,si sa poco,molto poco!Dalle prime Loro esternazioni e da qualche passaggio letto sui Social,sembrano più degli Spot *sparpagliati* che esternazioni convincenti per affrontare la Competizione Elettorale e proporsi concretamente alla Gestione della -FEDERAZIONE ITALIANA TIRO A VOLO-
Dalla lettura attenta di singole affermazioni,si notano frammentarie e poco incisive risultanze,senza alcun profondo e concreto documento politico-programmatico di rilievo e meritevole di attenzione!
Il tutto ha inizio con la lettera riportata su questa pagina dal Signor MARINANGELI,con una iniziativa poggiata su argomentazioni di interessi cui cammin facendo trovano sbocco in datate collaborazioni nella medesima attività di cui si fa colpa al Presidente ROSSI.Notiamo quindi,solo una differente posizione della esposizione dei fatti siccome storicamente riportati dalle parti.
Se nella realta accaduti a noi non è dato sapere con certezza.
Il Signor MARINANGELI accenna ad esternazioni poco rilevanti.Il Presidente ROSSI si discolpa perchè non ritiene di trovarsi nelle condizioni di cui alle accuse.
Qui la matassa si aggroviglia un pò.
Da voci non facili da controllare,sembra che si sia fatto cenno e,questo dispiacerebbe se confermato,a posizioni di Marinangeli,per dire a Rossi,come dice una nota canzone ....**FATTI ..PIU' LA'**
Ciò che invece si nota di più,la assenza di un documento politico-programmatico che avrebbe dovuto fare la differenza di cui ci si è resi inermi ritardatari.Sono soltanto impressioni o si configura la realtà ? Cordialità

Salzano Giuseppe 28/10/2016 Queste mie rflessioni sono state postatoe quasi contemporaneamente a quanto postato da AFRI,inerentemente la Nuova Compagine **CENTRA IL FUTURO**
Il mio pensiero siccome espresso, lo ritengo comunque un modesto costruttivo contributo per le parti. Cordialità.

Salzano Giuseppe 28/10/2016 azforum-Credo sarebbe opportuno conoscere le REGIONI DI RESIDENZA DEGLI UNDICI CANDIDATI degli ultimi cinque anni,almeno.Grazie.Cordialità.

Vigo Africano 28/10/2016
Sul Notiziario settimanale on line della nostra Federazione è riportato in seconda pagina un trafiletto con relative foto, indicante che nella KERMESSE della Struttura Federale di fine Anno Agonistico, è stato fatto omaggio a tutti partecipanti (più di 500!) del Libro per il 90° Anniversario della nascita FITAV e dell'Orologio personalizzato sul quadrante con le 5 Medaglie d'Oro conquistate a Rio. Se a questo si aggiungono le Spese per la Gara con partecipazione gratuita, ci accorgiamo, come ogni anno, venga SPERPERATA un ingente SOMMA DI DANARO, che potrebbe essere spesa in maniera più efficiente.
Mi auguro che nel FUTURO, se si opererà alla RIDUZIONE DEGLI SPRECHI, questa insulsa KERMESSE, che è affine alle Riunioni che normalmente SOLO LE DITTE PRODUTTRICI DI BENI operano verso i propri AGENTI COMMERCIALI, venga definitivamente abolita.

Rosa Rosa Gioacchino 29/10/2016 azforum --MAURIZIO CARRARA & Co. Ho visitato il suo sito ieri sera e stamane. Dalle cose che sappiamo, devo dire che l'azione promozionale inizia tardi, troppo tardi, mentre le contromisure sono già in atto sin dalle prime avvisaglie di concorrenza! Nel merito. Mi aspettavo di leggere ad inizio programma più del gesto economico del Carrara, comunque apprezzabile:
1. Costituzione di una Commissione Nazionale per la immediata riforma dello Statuto Fitav.
Chi pratica uno sport decisamente costoso non credo che si sconvolga nel risparmiare € 30 sulla tessera. Sarà certo più interessato a contare di nuovo qualcosa nella Sua Federazione.
Io personalmente sarei molto deluso se il nuovo si concretizzi solo in una gestione razionale,limpida ed oculata e nella liberalizazzione del mercato dei bersagli, comunque questo è un sacrosanto e importante passo, ma non concordo sulla possibile abolizione della omologazione dei bersagli. Spero che questo passaggio sia figlio della fretta. I bersagli vanno omologati e controllati nella componente fisica ed in quella chimica e credo che sia facile comprenderne la importanza anche ai fini della stessa sopravvivenza del Tiro a Volo. Anche le macchine di lancio vanno omologate e liberalizzate da inqualificabili vincoli.
Infine lamento la attuale assenza dei curricula dei candidati Consiglieri. Confesso, certamente per mia colpa, di conoscerne solo uno: Bruno Aliprandi che è ben difficile non conoscere data la pluridecennale militanza tiravolistica. Comunque auguri Maurizio a te ed ai tuoi. Credo che il semplificante TU mi sia consentito per le consuetudini dell'ambiente e per l'età quasi doppia della tua!

Rosa Rosa Gioacchino 29/10/2016 azforum --PASQUALE VALENTE. Gli devo delle scuse avendo detto sopra che conosco solo il vecchio Aliprandi. Quanto a lui non ricordo se ci siamo conosciuti o meno di persona, ma so da Africano che è del Sudde e frequenta i campi campani. Auguri anche a te Pasquale. Se puoi passa a Maurizio il mio intervento di sopra. Spero gli possa essere utile il parere di un vecchio anche se esterno! Grazie.

ricciardi silvio 29/10/2016 COLPO SINGOLO . - Mi rivolgo a Roberto Scalzone,- che fa ancora parte della elite del tiro a volo mondiale - per tentare di avere una risposta di carattere tecnico.
E' chiaro, però, che chiunque abbia certificate notizie in merito,mi farà cosa grata.
E' vero siamo in pieno clima elettorale, ma abbiamo anche il dovere di ricordare che ci leggono molti tiratori di categoria Eccellenza, e questa mia richiesta di informazioni potrebbe essere utile.
ROB, premesso che tutti sappiamo che la finale ad un sol colpo ha prostituito la fossa olimpica, sappiamo ormai anche, purtroppo, che le finali per il prossimo quadriennio cosi si tireranno.
Ma i tiratori, ai vertici delle classifiche mondiali, sono in possesso di una ulteriore coppia di canne per le finali - stessa lunghezza, stesso peso, stesso baricentro - oltre a quelle con cui sparano i piattelli di qualificazione, con una prima canna con strozzatura ben diversa ??
Pensavo che tuo Padre per la velocità con cui sparava - a volte eccessiva ma giustificata dalla lunghezza della canne che erano sempre cm.71 - oggi potrebbe usare per le finali una canna molto meno stretta - cilindrica rettificata ?? - in modo da avere una rosata relativamente maggiore di diametro e quindi con minore possibilità di sbagliare.
Non vorrei aver scoperto solo l'acqua calda, ma questa curiosità mi è nata pensando che le finali potrebbero, ed a mio avviso dovrebbero, essere affrontate con un arma diversa in relazione al singolo colpo disponibile.

Vigo Africano 29/10/2016
Sono andato a Consultare il sito ufficiale FITAV CAMPANIA. Ad oggi non è stato pubblicato alcun AVVISO della tornata Elettorale del 12 Novembre prossimo.
Già è difficile che i Tesserati si rechino in massa ad adempere al proprio dovere ed interesse, ovviamente salvo quelli COMANDATI, che forse sono quelli a cui non frega assolutamente niente, ma NON AVVERTIRLI da parte degli Organi Periferici, mi sembra una cosa inconcepibile (se non AD ARTE).

Papararo Giuseppe 29/10/2016 - X SILVIO RICCIARDI - In attesa di Roberto ti dico la mia. Non mi risulta che tiratori di livello internazionale usino canne diverse nelle finali ad un colpo rispetto a quelle utilizzate nella fase di qualificazione. Spesso, inconsciamente, quando si spara un solo colpo al piattello, si tende ad allungare impercettibilmente il tempo di fuoco, per cui, a mio avviso, è sconsigliabile utilizzare canne con strozzature larghe. Oltretutto con la carica di 24 grammi di pallini vi è la necessità di rendere meno squarnita la rosata e allungare leggermente il suo cono, cosa che si ottiene utilizzando strozzature strette. E' anche vero che una buona rosata dipende anche da altri fattori, quali ad esempio la lunghezza e la forma dei coni di raccordo camera-anima e anima-strozzatura,la foratura ecc., ma ti posso assicurare che la maggior parte dei cannonieri di prestigio raccomandano di non scendere mai sotto i sette decimi di strozzatura della prima canna, quando si utilizzano cartucce con la carica di 24 grammi. Una cartuccia caricata con 24 grammi di piombo n.7.5 contiene circa 300 pallini, mentre quella con 36 grammi di pallini n.7.5, utilizzata ai tempi delle Olimpiadi di Monaco del 1972, ne conteneva circa 450. In conclusione, a mio modesto parere, a quei tempi aveva un senso utilizzare fucili con strozzature larghe, mentre oggi ritengo che sia del tutto anacronistico. Ti abbraccio. Peppino Papararo.

Salzano Giuseppe 29/10/2016 Carissimi: canne,cannonieri e tirator;tra fantascienza e fantasticherie....
Mi permetto dire: la storia non è codesta,quello che crediamo e diciamo è vero solo in parte.
Cordialità.Peppino.

Rosa Rosa Gioacchino 29/10/2016 azforum --Salvo errori od omissioni, nel '72 si &sparava già con le stupende e perfette 32. Per il resto mi taccio come si conviene in presenza di cotanti Maestri!

Papararo Giuseppe 29/10/2016 - No Gioacchino, non ricordi bene. Nel 1972 si utilizzavano ancora cartucce con 36 grammi di piombo. Ricordo ancora le mitiche MB Superstar con borra di feltro, che si usavano sia per il piccione che per il piattello, nonché le stupende Flash con borra contenitore in plastica. Ti abbraccio. Peppino Papararo.

Marinangeli Marco 30/10/2016 Egregio Sig. Gioacchino, sono Marinangeli Marco, il fondatore del gruppo in Facebook, *** la fitav che tu vorresti***, volevo commentare il suo post rivolto al Dott. Carrara e nello specifico su cosa penso dell’omologazione del piattello, lasciando stare il ritardo o quello che giustamente si aspettava Lei dal programma anche se mi permetto di dire che se pur in ritardo dopo 25 anni si rifarà una elezione con 2 candidati a presidente.
Lei nel suo post riferito all’omologazione scrive --- ma non concordo sulla possibile abolizione della omologazione dei bersagli. Spero che questo passaggio sia figlio della fretta. I bersagli vanno omologati e controllati nella componente fisica ed in quella chimica e credo che sia facile comprenderne la importanza anche ai fini della stessa sopravvivenza del Tiro a Volo ---.
Per primo devo spiegarle come si fa un piattello, il piattello non è nient’altro che del carbonato di calcio (sassi schiacciati a polvere) ed un legante, il migliore è la pece di carbone (ma molto inquinante tantoché è stata bandita), quindi ora si usano resine naturali, questo miscuglio di polvere e legante, viene messo all’interno di un recipiente, si miscela ad alte temperature, poi a mezzo di un iniettore, viene spruzzato in degli stampi i quali avendo un maschio e femmina che si accoppiano fanno si che esca il piattello e generalmente nel maschio, colui che schiaccia, vi è disegnato lo stampo riportante il nome del piattello.
Per questo se nello stampo, inietta una miscela con un legate inquinante o una miscela con un legante naturale il piattello esce sempre con lo stesso nome, perché come le dicevo sopra, il nome è scritto sullo stampo, se poi è proprio bravo che trova un legate naturale che ha lo stesso colore del legante inquinante (ovviamente molto meno costoso di quello naturale), può tranquillamente vendere un piattello inquinante per uno naturale.
Ad oggi l’omologazione del piattello in FITAV, voluta da un produttore e smaltitore di piattelli che è presidente e redatta dal coordinatore del collegio tecnico giuridico, che nella sua vita privata ha un laboratorio di analisi il quale lavora per il presidente produttore, funziona in questa maniera:
1. Inviare 30 scatole del prodotto da omologare alla Fitav
2. Il prodotto inviato deve essere accompagnato da una scheda di sicurezza fatta in base di analisi di un laboratorio accreditato
3. Versare €. 3000 per la sponsorizzazione.
Ora, se Lei ripensa a quello che le ho descritto sopra, se le 30 scatole da inviare alla federazione le fà con una resina naturale nera molto costosa, poi ai campi vende il legante inquinante che costa molto di meno, ma il piattello ha stampato sempre lo stesso nome perché il nome lo da lo stampo, chi lo tutela il CAMPO DI TIRO, che per la legge è lui il produttore del rifiuto piattello e quindi è lui che lo deve smaltire e non l’azienda produttrice ?
Riallacciandomi alla sua frase dove parla di componenti chimiche e fisiche la metto a conoscenza che ci sono Autorità preposte a tali controlli, che se ne sbattono dell’omologazione della FITAV, loro richiedono le analisi fatte da laboratori accreditati, per capirci ARPA e vogliono vedere che i piattelli siano smaltiti con i giusti codici.
Per questo la miglior tutela per i campi e per il futuro del TIRO A VOLO è mettere in condizione i campi di essere IN REGOLA CON LE LEGGI ED I REGOLAMENTI AMBIENTALI, quindi condivido le convenzioni di cui parla Carrara ed il mettere a disposizioni consulenze legali, perché la FITAV non è Autorità ma è consulenza e aiuto.
Tornando ai piattelli la FITAV deve indicare il peso, le forme e controllare i voli o lanci, cosa che ovviamente fanno i giudici.
Oggi un campo, pensando di togliersi un problema smaltisce i piattelli a quasi 160 euro a tonnellata, cosa che nella propria regione rispettando la legge come propone Carrara rischierebbe di meno e pagherebbe circa 30/40 euro a tonnellata.
Le lascio a Lei la risposta alla domanda, ma perché non lo fanno oggi ?
Spero di essere stato chiaro, ma capisco che è un argomento un po complesso non tanto facile da spiegare in poche righe.
La saluto cordialmente
Marco Marinangeli

ricciardi silvio 30/10/2016 MARINANGELI . - Non me ne voglia se chiedo lumi sul contenuto del post che ha come argomento centrale * come ti costruisco un piattello *.
Piccola dovuta premessa pre elettorale: Se il Dott.Carrara ha avuto finalmente il coraggio ammirevole di candidarsi alla presidenza Fitav nel 2016 Noi siamo gli UNICI che da 25 anni definiamo le elezioni dei vertici del tiro come *bulgare*, ossia il massimo della irregolarità democratica.
Va aggiunto che la nostra unica intenzione è quella di ridare ai TIRATORI TESSERATI la dignità che hanno perso con il nuovo statuto.
Non abbiamo, e Lei lo sa, alcun interesse personale ne di cariche ne come fornitori di alcunchè.
Chiarita la posizione Le chiedo:
ma se esiste la possibilità - mi sembra attualmente più che possibile - che la elementare sistema di costruzione consenta a disonesti di usare materiali economici e proibiti come inquinanti e il Suo gruppo sponsorizza uno dei marchi più sicuri al mondo perchè non PRETENDERE una omologazione redatta da ben altri qualificati non di parte laboratori di analisi?? Non pensa che i gestori dei campi si sentirebbero cento volte più tranquilli nello smaltimento ??
Ma veramente credeva fosse utile darci ragguagli sulla costruzione - ripeto più che elementare - del piattello e non spiegarci perchè chiunque, con modesto investimento, può costruire, vendere ed inquinare piattelli senza alcun controllo ??
Ci rifletta solo un'istante.

Rosa Rosa Gioacchino 30/10/2016 azforum --MARCO. Essendo oggi in viaggio di rientro in Emilia da Napoli ed essendo domattina impegnato in faccende mediche -cataratta- dovrai pazientare almeno sino a domani pomeriggio affinchè io possa rileggere con attenzione il tuo post qui sopra e darti il mio commento. Abbi pazienza!
Intanto ti ringrazio di aver aperto -una volta lo facesti con troppo anticipo ed ora un tantino tardi- un ponte col nostro Forum. Ti ricordo che noi non siamo mai stati dei Rossi-liscianti, ma sempre su valutazioni oggettive e mai per volontà preconcetta. Come tali non possiamo che plaudire a qualsiasi iniziativa, supportata da mezzi ed uomini giusti, lucidi e validi, che punti ad una innovazione federativa. Ovviamente non saremmo quelli che orgogliosamente siamo, se tacessimo le difficoltà esistenti a scalzare un MALA PIANTA con fortissimi puntelli e profonde radici in ogni dove. Le difficoltà non le OSCURIAMO ed altrettanto sentiamo il diritto ed il dovere di dire il nostro LIBERO PENSIERO, inclusi plausi, riserve, suggerimenti ed, ovviamente, critiche e rilievi. Di tanto si facciano convinti tutti, dentro e fuori le cordate. A domani, spero.

Vigo Africano 30/10/2016
La ringrazio per la chiara spiegazione di cui non tutti sono a conoscenza e condivido la valutazione di Carrara per l'omologazione del prodotto da lasciare solo agli Organi Governativi Nazionali Competenti, mentre ovviamente saranno della ISSF e conseguentemente della FITAV le individuazioni e omologazioni relative alle caratteristiche fisiche (peso) e geometriche.
A mio avviso, sarebbe anche compito del Gestore della Discarica Autorizzata (responsabile per accettazione) prelevare dal carico un Campione random (a cui allegare copia della Certificazione originale) per la Tracciabilità dello stesso, ma questa procedura, se non esiste già, deve essere definita dagli Organi Nazionali Competenti.
Approfitto per allegare in chiaro LA LISTA CARRARA DEI CONSIGLIERI, contenente la Regione di ciascun Consigliere e l'indicazione dei nominativi dei tre Consiglieri che parteciperanno il 12 Novembre prossimo per le cariche di Rappresentanti dei Tiratori e dei Tecnici.

D'Aloja Gianfranco 30/10/2016 Scusate se mi intrometto, ma nelle Federazioni tipo calcio o tennis o rugby esiste l'omologazione dei palloni e delle palline? A me pare di no.

Rosa Rosa Gioacchino 30/10/2016 azforum --Io penso che la omologazoone ci sia anche per le palle! Per fortuna quelle non inquinano e se inquinano non penso sia un grosso problema!

D'Aloja Gianfranco 30/10/2016 Sì, solo ora mi avvedo che le palline da tennis sono omologate dalla Federazione Italiana Tennis.

scalzone roberto 30/10/2016 Silvio non ho mai visto cambiare nessuna canna per la finale.

ricciardi silvio 30/10/2016 PALLE E PALLONI - . Tutte le palle ed i palloni devono essere omologati dalle Federazioni. Oggi le aziende più importanti - Adidas , Nike ecc. - presentano alla federazione europea ogni anno nuovi tipo di palloni che una volta omologati possono essere usati soltanto quelli. E questo ogni anno.
Se guardate attentamente in tv una partita di calcio noterete che il pallone del campionato italiano, sempre e solo per quest'anno, è diverso da quello con cui si giocano gare europee o sud americane e mondiali. Tutto è frutto di omologhe contro benefit alle federazioni.
Oggi anche i grandi tornei di tennis hanno obbligo di usare solo e soltanto palline omologate ed .....idem come sopra.
Noi del tiro ne sappiamo qualcosa per le nazionali chi sa perchè !!

Vigo Africano 30/10/2016
OMOLOGAZIONI
Le omologazioni di palle e palloni sono sempre relativi a fattori fisici (peso, elasticità, etc) e geometrici, come nel mio intervento precedente assegnavo alla ISSF e conseguentemente alla FITAV.
Almeno credo che non appartengano alla Categoria di Materiali da sversare in discariche speciali.

Marinangeli Marco 30/10/2016 Mi scuso immediatamente con il Sig. Ricciardi, se ho offeso il suo saper tutto, ma non era mia intenzione, volevo fare un ragionamento cercando di spiegare l'atto pratico di come si costruisce un piattello per arrivare a far capire o meglio ad esporre la mia opinione, su quando il Sig. Gioacchino parlava dell'importanza dell'omologazione riguardo ad aspetti chimici o fisici, dicendo che per questo l'omologazione così comè è un puro buttar fumo negli occhi ai campi, dove gli si dice... stai tranquillo campo, spara quel piattello perchè è omologato dalla fitav e non hai problemi... invece bisognerebbe spiegare ai campi la vera normativa, e gli si dovrebbe dire... caro campo, io fitav, ho omologato quel piattello, ma la mia omologazione si riferisce alla sua forma e peso in modo da garantire il giusto volo del bersaglio, riguardo al materiale, io fitav posso metterti a disposizione dei laboratori dove potrai accertare la vera miscela e nomi di aziende a te vicine le quali ti porteranno via il materiale, facendoti delle convenzioni per risparmiare, perchè essendo tu campo, il responsabile del rifiuto piattello dovrai te rispondere all'autorità competenti nel caso di controllo e se sarai stato truffato dall'azienda produttrice, perchè ti ha venduto un prodotto per un altro, io fitav, ti darò la giusta assistenza legale..... confermo comunque che i palloni da calcio e le palline da tennis ed aggiungo anche le bocce, sono omologati dalle stesse federazioni ma senza fare riferimento ad eventuali inquinamenti, si parla solo di forme, rimbalzi e aziende sponsor, per questo mi trovo d'accordo con Carrara. Poi ovviamente potrebbe essere mantenuta un'omologazione per tutelare un'azienda sponsor ma sicuramente non per problemi chimici o fisici. Sempre riferito al Sig. Ricciardi , non mene voglia, ma chiamandolo ***il mio gruppo*** mi da troppa considerazione, per questo la ringrazio, ma la metto a conoscenza che io, anche contro il vostro parere iniziale, ho solo cercato e grazie a Dio ci sono riuscito, di far sedere intorno ad un tavolo persone amanti di questo sport e disinteressate, cercando di capire se si poteva fare qualcosa, tantè che in questo gruppo ci sono persone che messi insieme i loro fatturati aziendali arrivano al miliardo di euro, vuole che queste facciano quello che voglio io?? le ripeto grazie per la considerazione ma me ne da troppa, le ripeto, veramente troppa, io sono sempre il police man (sua definizione sig. Ricciardi in tempi non sospetti)al quale non interessa vendere piattelli, tantè che non ha mai pensato nemmeno ad una candidatura, ma essendo stato toccato personalmente, proprio per la spartizione di quel commercio,solo per la dimostrazione di potenza, ho deciso di ribellarmi. Per ultimo, credo che sopra le ho risposto anche alla sua domanda, non deve essere interesse della fitav se chiunque si metta a fare i piattelli, perchè ci sono organi preposti, anzi le dirò di più, un azienda, un po di tempo fà, aveva iniziato a costruire una macchina, la quale poteva essere acquistata dai campi, ad un prezzo anche non troppo alto, nella quale, potevano ributtarci il rifiuto piattello, rifonderlo e farcene dei nuovi, evitando così anche il problema di smaltimento e risparmiando sui costi, non le nascondo che all'inizio era un po rudimentale, però l'idea era buona e la federazione poteva anche studiarci ed aiutare quell'azienda, essendo oggi il recupero dei rifiuti, punto essenziale della vita comune, ed invece....... infine per il Sig. Gioacchino, aspetto con piacere la sua risposta per continuare un dialogo costruttivo e di confronto, su ovviamente argomenti dei quali sono competente, mi riferisco ai problemi delle società di tiro a volo, avendone una, per i tempi di partecipazione al forum, ho peccato, come i tempi di presentazione di Carrara, evidentemente i suoi sono diversi, ma le preciso che i miei di partecipazione al forum, sono state dettati soprattutto dalle vostre idee, si ricorderà in quello scambio di email con il Sig. Vigo ed il Sig. Ricciardi, non avete mai dimostrato molto entusiasmo su quello che stavo tentando di fare, in quanto la vostra idea era quella di un commissariamento e basta. Forse avrete ragione, forse i vostri anni vogliono dire molta esperienza mentre i miei pochi, sono ingenuità, si da il fatto però che quest'anno ci saranno volti nuovi, se vinceranno non lo so, la parola passa alle società votanti e lo potranno fare in modo segreto, mettendo delle x in dei posti dove non li vede nessuno e se sceglieranno di tenersi rossi, tanto di cappello e sarò il primo a stringerli la mano, ma per lo meno questa volta ha vinto scontrandosi con una persona fisica e non con un gruppo in facebook o nella rete... augurando a tutti buona serata vi saluto cordialmente
Marco Marinangeli

Salzano Giuseppe 30/10/2016 azforum - Innanzitutto ringazio il novello Candidato a Presidente FITAV CARRARA per l'invio dell'Elenco dei Nominativi dei Candidati al Consiglio Federale,con le relative Regioni di provenienza,siccome richiesto.
AFRI.Smaltimento rifiuti speciali pericolosi e rifiuti speciali non pericolosi.
Il dlg 152/2006 e successivi aggiornamenti,stabilisce che per il coferimento dei rifiuti di cui sopra,il detentore è obbligato ad attribuire il Codice CER (Codice Europeo dei Rifiuti) accompagnati dalle Analisi Preventive del dello stesso.
Alcuna Responsabilità è in capo al responsabile della discarica o di chi riceve il rifiuto (piattelli)per il recupero,quindi riutilizzo.
Data l'ora tarda,rimando a domani qualche mia ulteriore e doverosa riflessione.Cordialità

ricciardi silvio 30/10/2016 MARINANGELI . - Due emittenti radio che tentano di porre in onda, contemporaneamente, la stessa importante trasmissione, anche utilizzando particolari tecnologie, rendono il programma inutile ed incomprensibile.

Salzano Giuseppe 31/10/2016 Premesso che al Signor Marinangeli riscontrerà il Signor Gioacchino, alla sua dissertazione per quanto attiene i piattelli.
E più in generale ,credo sia opportuno far presente che, non dobbiamo farci coinvolgere e distrarre da disquisizioni più o meno precise per quanto attiene la produzione e la vendita dei piattelli.invece circa l'omologazione SI.A dire il vero il Sig.Marinangeli ha modificato alcune affermazioni data la fretta.
La materia del contendere non sono le produzioni di piattelli, ma il particolare clima elettorale che, in sintesi dovrebbe rappresentare il momento di riflessione per i fatti,tutti,siccome svoltisi ed accaduti durante il quadriennio Olimpico! Ed è e dovrebbe rimanere momento di riflessione razionale, pacato e convincente,prima della ASSEMBLEA NAZIONALE ORDINARIA , per la elezione del Consiglio Federale e del Presidente. Ma ciò indipendentemente da chi riterranno opportuno eleggere i Rappresentanti Legali delle Associazioni aventi diritto al voto, per la conferma del Presidente uscente o altri Candidati. E valga il vero ! Le aspettative legittime sono di una giusta attenzione verso coloro che praticano il Tiro a Volo,che sono presenti nelle attività inerente il nostroSport. Produttori di attrezzi Tutti, macchine lan.piat. , le munizioni, i Coordinatori , i Direttori di Tiro, gli Atleti, i Tiratori che sono la Linfa vitale per questa Attività,dei QUALI si dovrà tenere debitamente CONTO, tenendo presente CHE ESSI RAPPRESENTANO I **CLIENTI** per tutte le attività Federali messe in campo,senza i Quali dovrebbero chiudere TUTTI CASA E BOTTEGA!!! Perché chi ne ha il dovere e la Responsabilità non amplia lo sguardo, AL PARI di quanto avviene in aziende commerciali e di produzione cui se venisse a mancare la clientela ,non ci sarebbe che la inesorabile chiusura delle attività,con le conseguenze che tutti conosciamo! Si tengano presenti i fatti salienti all’esterno del nostro mondo e si tengano ad esempio !!! TIRATORI ed ASD a cui la FITAV ha il dovere di dedicare maggiore cura ed attenzione , verso cui non è elegante tenere atteggiamenti da Figli e Figliastri.
Da non dimenticare poi, i Tecnici Istruttori Federali che gravitano a pieno titolo nel Tiro a Volo a contatto con il vero futuro dello Sport di cui ci occupiamo : il SETTORE GIOVANILE.
Ma è anche bene dire ed, esser più espliciti . In molti casi i rapporti con i Vertici divengono poco eleganti e si deteriorano perché il Delegato Regionale di turno , di nomina Centrale e non elettiva , non ha la personalità ed il giusto equilibrio e spesso confonde l’Autoritarismo con l’AUTOREVOLEZZA, determinando poi eventi spiacevoli -molto spiacevoli!
….Ed il Potere Centrale? Val Bene Una Messa !….E, Non nella Cattedrale di Parigi … . MA IN QUEL DI ROMA ….Val Bene Due Messe!!!
Abbiamo il dovere quindi, di NON farci distrarre da fatti che esulano da ciò che vorremmo fosse il TIRO a VOLO , ovvero ** C’ERA UNA VOLTA IL TIRO A VOLO** .
Tutti Coloro che scrivono, su Social, o altre pagine,dovrebbero sentire il dovere di seguire con attenzione parimenti il Candidato Carrara ed il Presidente Rossi.
E, ciò che affermo ha un filo logico di continuità e di coerenza con il passato.
Ecco che ritorna alla mente,il compito che si era prefissato sin dalla nascita Tiroavoloforum.
Se si analizzassero razionalmente tutte le critiche ,rivolte da troppo tempo,ma sempre con FARE propositivo ,non sarebbe in qualche caso* montata la protesta *!
Le Campagne Elettorali sono caratterizzate per l'impegno che va preso verso gli Amministrati. Esse sono il momento di coagulo-di protesta ma anche di proclami fondati sul nulla .
Ma più importante di tutte le parole è stato sempre l’imprescindibile *documento politico-programmatico* .Le idee ed i progetti !Strumento che Rappresenta l’impegno morale di chi si candida al Governo di qualsiasi iniziativa,senza alcuna distinzione.
Poi vi è il momento della GESTIONE ,che può essere di Maggioranza e di opposizione.
L’opposizione … ** il Sale per Qualificare le Maggioranze **. Ma il nostro Statuto non è forse chiaro in tal senso.
Ma ora, allo stato,credo sia giunto il momento di prendere doverosi impegni con SE STESSI !
Questa è la democrazia, come va normalmente intesa e, dovrebbero intenderla TUTTI GLI UOMINI DI BUONA VOLONTA E DI BUON SENSO !!!
Prendere a cuore quanto da molto tempo sottolineato da più parti , inerentemente la **RIVISITAZIONE**dello Statuto Federale vigente, approvato con Delibera del Presidente del CONI n.206/106 del 22 dicembre 2014. Farne proprio il RIESAME e la discussione,ognuno secondo il proprio ruolo, la propria coscienza e la propria dignità. Relativamente ALLA CONTINUITA', sarebbe opportuno modificare gli atteggiamenti, o ad intraprendere la GESTIONE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA TIRO A VOLO (Cosa Pubblica e non privata) SECONDO I CANONI DELLA RAGIONEVOLEZZA E DEL BUON PADRE DI FAMIGLIA !!!!
Questi dovrebbero essere i principii fondanti di più di una scuola di pensiero per amministrare con garbo istituzionale la COSA PUBBLICA.
Questa preghiera, mi permetto di affermare, dovrebbe essere condivisibile,ed è rivolta a TUTTI Coloro che si candideranno per la Prossima Tornata Elettorale. E sarà forse il caso ,che vi fossero dei riscontri oggettivi, con un programma chiaro e puntuale,delle le Parti in Campo,altrimenti in mancanza starebbe a significare …..CHE IL BUONSENSO E’ ANDATO A PASSEGGIO IN FONDO AL MARE.
Seguirà una modesta idea di proposta di programma

Bacco Giuseppe 31/10/2016 Azforum- Non voglio addentrarmi sulla disquisizione omologazione-si, omologazione-no. Non mi pare sostanziale! Oggi abbiamo un Presidente che, in 24 anni, ha ottenuto qualche risultato sull’eliminazione del differenziale in acustica, cosa che peraltro non ha evitato la chiusura di moltissime società, ed oggi, quasi al termine del mandato, propone qualche altra piccola modifica, non so quanto favorevole ai titolari della licenza di porto di fucile. Mi pare pochino ! Nel contempo ha rivolto il suo interesse, in modo molto più concreto, efficace e continuo, alla realizzazione di un progetto industriale e commerciale di produzione e vendita di bersagli ed attrezzature connesse allo sport che presiede. Sotto la sua Presidenza è stato elaborato on Protocollo d’intesa con il Ministero dell’ambiente e del territorio che ha contribuito in modo sostanziale a regole stringenti ed oppressive nello svolgimento dell’attività sportiva. Tutto senza alcuna richiesta di contropartita. Non mi dilungo sulle innumerevoli concessioni da noi fatte senza battere ciglio, mi rivolgo soltanto all’impegno ed all’obbligo di raccolta dei residui. Lo abbiamo accettato ben consapevoli che una gran parte dei ns. impianti sorgeva in corrispondenza delle rive dei fiumi. Con questa norma se è decretata la fine di questi siti. Non si è neppure cercato di ottenere una ricollocazione attraverso l’utilizzo di aree, magari demaniali, a disposizione di Enti pubblici. Ci siamo calati i pantaloni ! E’ sotto gli occhi di tutti poi, ciò che il Presidente Rossi ha modificato a livello normativo per ridurre, se non eliminare, l’incidenza dei tesserati nella gestione federale. Oggi il Presidente nazionale viene eletto dai Presidenti di ASD. Lo fanno in totale autonomia senza chiedere nulla ai tesserati. Scelgono altresì 7 Consiglieri, a noi rimangono 2 atleti ed 1 tecnico. Neppure i Delegati regionali possiamo votare: sono nominati dal Consiglio. Sarebbe interessante un referendum tra i tiratori con il quesito : con questo bel curriculum volete voi rieleggere il Presidente Rossi ? Ben venga il candidato Carrara !
Dei programmi parleremo più avanti.
Rimane il fatto che i Presidenti di ASD sono convinti che Rossi abbia costruito un sistema che consente loro un buon profitto. Falso anche questo ! L'elevato costo delle serie di gara produce un doppio effetto. Da un lato aumenta l'utile lordo unitario e dall'altro riduce l'utile lordo globale per effetto della riduzione del numero di partecipanti. A pensarci bene non è certamente questa la strategia vincente !

Vigo Africano 31/10/2016
Ieri su molti Quotidiani Nazionali è apparsa la notizia della Candidatura del Dott. Maurizio Carrara in occasione della prossima Tornata Elettorale del 16 Dicembre per il Rinnovo del Consiglio Federale e del Presidente dello stesso.
In alcuni di questi Articoli è evidenziato che in caso di sua Elezione a Presidente della F.I.T.A.V. il Dott. Carrara adotterà la Riduzione del 50% dell'Emolumento spettantegli e la Revisione delle Spese a Bilancio con la Lotta agli Sprechi.
A mio avviso, oltre alla doverosa Lotta agli Sprechi, il Dott. Carrara dovrebbe innanzi tutto riportare la nostra Federazione ad una Gestione da VERA FEDERAZIONE SPORTIVA, per il massimo Rispetto e Controllo dei REGOLAMENTI in atto (Nazionali ed Internazionali) e fondamentalmente per il ripristino del Ruolo dovuto ai Tesserati, ascoltando le loro voci tramite i propri Organi Territoriali, che avranno il dovere di CONTROLLARE che le Società Sportive affiliate si attengano allo STATUTO SOCIETARIO (Modello C.O.N.I. con copia notificata in Federazione), convochino palesemente ALMENO una RIUNIONE ASSEMBLEARE all'anno con i propri SOCI, preferibilmente con la PRESENZA di un Membro dell'Organo Territoriale, e REDIGANO il relativo VERBALE da inviare anche all'attenzione del Consiglio Federale. Ovviamente anche l'Organo Territoriale, dovrebbe programmare almeno una Riunione all'anno (es: al termine dell’Anno agonistico) con i Tesserati della Regione, alla presenza dei Presidenti delle Società.
Da non dimenticare l’ANNULLAMENTO di quegli Articoli dello Statuto Federale e del Regolamento Organico che privano il Diritto di Voto ai Gruppi Associativi (Club) che non sono proprietari o non gestiscono uno Stand di Tiro. Solo abolendo tale limitazione e costituendo Club di Appassionati, si possono bilanciare i VOTI delle Associazioni Sportive attuali.

Rosa Rosa Gioacchino 01/11/2016 azforum --MARCO. La possibile difformità che tu ipotizzi fra i 30 cartoni della omologazione e quelli della realtà è truffa, reato penale! Secondo il mio pensiero una Federazione dopo aver BEN OMOLOGATO deve BEN CONTROLLARE O FAR CONTROLLARE ***LA CONFORMITÀ*** CON GLI STRUMENTI ED I TEMPI TECNICI NECESSARI e per chi sbaglia da un lato lo si mette in LISTA NERA CON UN CALCIO IN CULO e dall’altro lo si DENUNCIA ALLA MAGISTRATURA!
Con questi personali convincimenti in testa capirai che sentir parlare di INUTILITÀ DELLA OMOLOGAZIONE INVECE CHE DI ***OMOLOGAZIONI PIÙ ACCURATE E CONTROLLATE***, MI FA RIZZARE I CAPELLI BIANCHI IN TESTA. Se poi la frase di Carrara voleva dire altro, confesso di non aver capito.
Di solito la esecuzione di una idea, di un programma, è compito degli addetti ai lavori. Agli esterni può capitare di dare degli input. Spero che il Dott. Maurizio Carrara -in seguito solo Maurizio, secondo la cameratesca consuetudine del Tiro a Volo- mi consenta una eccezione. Ho letto con interesse della idea di costituire una Commissione per la verifica di nuovi impianti e di eventuali ristrutturazioni. Eccellente programma, ma io darei molto più peso alle ristrutturazioni che ai nuovi impianti che dubito possano essere numerosi, considerando le condizioni economiche attuali. La condizione MEDIA dei nostri impianti impone dure selezioni e ristrutturazioni. Quando anni addietro si formò la deleteria SOCIETA’ INCIDENTALE DI FATTO fra Luciano Rossi e Michele De Rosa, questi fecero prima fuori in malo modo l’ingenuo Armani e poi delinearono la loro LINEA OPERATIVA che non fu verso Centri Federali e qualificati impianti privati, ma verso uno strumentale ed utilitaristico ***SPARATE OVUNQUE E COMUNQUE PURCHE’ COMPRIATE PIATTELLI E MACCHINE***. Il risultato è che oggi ci troviamo tanti impianti dequalificati e dequalificanti che non onorano la Nazione leader del Tiro a Volo. Ed io non credo assolutamente che il NUOVO voglia proseguire su quella deprecabile linea -sarebbe una terribile delusione- e quindi ben venga questa Commissione o Ispettorato, che dir si voglia, che ripulisca e selezioni IL VECCHIO ed alla quale io affiderei anche la supervisione per il CONTROLLO DI CONFORMITA’.
Quanto alla NECESSITA’ DI COMMISSARIAMENTO te lo dicemmo a suo tempo e te lo confermo. Ma tu veramente credi che UN NUOVO CONSIGLIO POSSA COI SUOI POTERI ORDINARI DIPANARE ***LECITAMENTE E IN TEMPI RAPIDI*** GLI STRUMENTALI GROVIGLI DELLA GESTIONE ROSSI? IO CREDO CHE SIA BEN DIFFICILE!
UN COMMISSARIO CONI -CHE COMUNQUE NON LO NOMINERA’ MAI!!!- O GIUDIZIALE PUO’ CORREGGERE E SANARE MOLTO PIU’ RAPIDAMENTE DI UN CONSIGLIO NUOVO SI, MA CON POTERI ORDINARI.
Ciò non mi esime dal rinnovare comunque gli auguri a Maurizio di riuscire ad essere eletto in primis e di poter dipanare presto e bene dopo.
Chiudo con una annotazione personale. Il gradire la collaborazione presuppone la necessità delle 2 parti in causa di ascoltare e valutare il parere della controparte per poi decidere se accettare in toto o in parte o per niente i suggerimenti ricevuti. Rigettare in principio quanto si riceve non è collaborazione. E’ ben altra cosa!
E consentimi di dirti che tu hai questa tendenza a considerare le tue posizioni inscalfibili -alla Rossi!- mentre, di contro, plaudi alla collaborazione. E’ una contraddizione, forse dettata da eccesso di grinta ed entusiasmo!

Rosa Rosa Gioacchino 02/11/2016 azforum --BEPPE. Essendo un poco impegnato nei giorni scorsi soprattutto per un tagliando oculare, ho mancato di farti i complimenti per il tuo ultimo lucido e solido intervento. Valido, pulito pensiero come al solito! Bravo.
Il tuo intervento è stato trasferito, con apprezzamento, da Marco Marinangeli sul suo sito FB *La Fitav che vorresti*. Vi sono stati altri apprezzamenti, primo fra tutti ed il più qualificante, quello di Pierluigi Gallina, a mio giudizio, il massimo esperto di cose federative, stupidamente giubilato da Rossi solo perchè aveva lavorato, e bene, col tradito Armani.
Naturalmente qualcuno ha espresso dubbi sulla originalità del tuo intervento e anche quando gli hanno spiegato che qui scrivono solo tesserati Fitav ha pensato che comunque il tuo intervento fosse una *sola* ordita dalla cordata Carrara. Evidentemente confonde Tiro a Volo Forum col defunto *Il Tiro.com* dove impazzavano e saltavano come grilli pseudonimi e contro-pseudonimi di sporco comodo.
Poi sempre lo stesso, credo, forse per non molta simpatia verso qualche novello candidato, accusa la Cordata di aver imbarcato personaggi cacciati via dalla attuale Fitav. Io faccio notare che con la attuale Fitav si annoverano anche fra i cacciati alcuni per reale inconcludente efficienza, ma anche altri perchè pretendevano di vedere chiaro nelle faccende operative interne -leggi, ad esempio, Avv. Torchia-. E poi vi sono quelli *LETTERALMENTE FUGGITI* per evidente intolleranza al sistema. Quindi benissimo la giusta critica per qualche incomprensibile riciclaggio, ma è errore pensare in negativo al riciclaggio stesso. Sarebbe una fortuna se, ad esempio, Massimo Tarducci, Benedetto Barberini, il veneto Costa Cateno e Pierluigi Gallina fossero disponibili ad essere ricliclati da Carrara!!!!!!
P.S. Penso che una tua *ironica* risposta a Bruno Aliprandi, che non sembra proprio simpatico a tutti, non sia stata presa come tale!

Rosa Rosa Gioacchino 02/11/2016 azforum --......nell'auspicato spirito di collaborazione segnalo al gruppo Carrara & Co. un episodio significativo di un certo modus operandi. Pare che le possibilità offerte anche alle Società di Tiro dal CREDITO SPORTIVO sono state sempre accuratamente appannate ed osteggiate per creare una ulteriore forma di soggezione nelle Società stesse. Fra i simpatizzanti della candidatura Carrara vi è chi può ben raccontarvi qualche dettaglio.......

Rea Carmine 02/11/2016 A proposito delle Elezioni Fitav 2016

In considerazione anche della tanta disinformazione, che non favorisce affatto la necessaria partecipazione di tutti gli aventi diritto, tantomeno dei tanti che rincorrono il cambiamento, mi sono permesso di chiedere al Dottore Cembalo - Delegato Regionale Campania:

Se, il numero dei rappresentati degli atleti, così come previsto dallo Statuto Art. 14, comma 8 lett. b, visto che in Campania risultano esserci 2.304 tesserati, non dovrebbe essere di 3 ?

La domanda consegue il seguente avviso apparso sul sito FITAV Campania:

*ELEZIONI FITAV 2016
Data: 2016-11-12T00:00:00
Luogo: Palazzo Giordano Bruno Hotel - Nola*

*In ottemperanza a quanto disposto dallo statuto, il Consiglio federale della FITAV, nella seduta dell'11 ottobre 2016, ha stabilito di indire per il giorno 12 novembre 2016, in ogni regione, le votazioni di categoria per la scelta di: - 2 *due* Atleti *uno maschio ed una femmina* e di 1 *uno* tecnico-a quali componenti del Consiglio Federale della FITAV; - 2 *due* rappresentati del atleti e 1 *uno* rappresentanti dei tecnici che parteciperanno all'assemblea nazionale ordinaria del 17 dicembre 2016*

Per chi non lo sapesse, infatti, il 12 Novembre in tutte le regioni siamo chiamati a votare:
N. 2 Atleti di cui uno maschio e l'altro femmina, quali componenti del Consiglio Federale;
N. 1 Tecnico quale componente del Consiglio Federale.
Ma anche:
I rappresentanti degli atleti e dei tecnici *3+1* da nominare sempre nel seggio regionale e che andranno poi a votare il Presidente della Federazione nel seggio nazionale.

Credo che i tanti *interessati* protagonisti abbiamo già provveduto ad ogni formalità, anche in considerazione di eventuali assenteisti votanti o non votanti....

Rea Carmine 02/11/2016 Fortunatamente in pari data nella sede del seggio elettorale regionale campano *Palazzo Giordano Bruno Hotel - Nola* si insedierà una *Commissione Verifica Poteri*, appositamente nominata dal Delegato Regionale, al fine di verificare la regolarità di tutte le operazioni.

Rea Carmine 02/11/2016 Come sempre, il Dott. Cembalo è stato attento e repentino nel riscontro.
Mi ha fatto notare che il numero dei tesserati campani da me indicato era sbagliato.
Di fatto, non avevo filtrato dal sito FITAV, i tesserati al solo anno 2016.
Per cui i tesserati campani al 2016 sono solo 1.141
Ne consegue che dalla lettura dell'art.14 comma 8 lett. b
dello Statuto il numero dei rappresentanti atleti da eleggere è giustamente di solo 2 *anime*
Ringrazio il Dott. Cembalo per il riscontro e per il chiarimento.

Bacco Giuseppe 02/11/2016 Azforum- Ino, innanzitutto auguri per la tua vista, è molto più importante dei nostri voli pindarici tiravolistici. Sei sempre troppo buono nei miei confronti ! Non posso che essere lusingato anche dall’apprezzamento di Pierluigi, persona competente e schietta. Ho letto gli scritti su FB ma la mia poca dimestichezza me lo fa star bene per scherzare con gli amici su Milan, Napoli, Inter, Juve e altre facezie. Per rispondere credo sia necessario essere iscritti a - la Fitav che tu vorresti- ma al momento non ho intenzione di farlo. Preferisco trattare sul vostro encomiabile forum gli argomenti che necessitano approfondimento. Se vorrà il signor Luca Lugliolini può dissertare con noi. Si iscrive, nome cognome, n. di tessera e via al contradditorio. Mi pare piuttosto complicato però, se devo spiegare che non è mia intenzione indire alcun referendum. Volevo semplicemente osservare che ho l’impressione che il Presidente Rossi goda maggior popolarità fra gli addetti ai lavori piuttosto che fra i tesserati. Stesso discorso per il signor Giovanni Onorati al quale preciso che, nella mia del 3.01.2013 riportata, non ho espresso lamentele ma semplici considerazioni, peraltro facili da estrapolare da un articolo che esalta tutte le componenti ad eccezione dei tesserati. Speravo di essere riuscito a far trapelare l’ironica esaltazione dell’elevata considerazione che la ns. Federazione ci riserva. Come ho già detto e tu lo sai bene, non ho alcun risentimento nei confronti di Rossi. Lo ritengo una persona intelligente e capace. Non si può negare però che durante la sua lunga gestione i tesserati hanno perso anche quel poco di potere che avevano e che gli impianti si sono parecchio ridotti di numero. E’ certamente un processo fisiologico ma rimane un mio convincimento che con quel Protocollo d’ Intesa avremmo potuto ottenere molto di più.

Rea Carmine 02/11/2016 Comunque da quanto mi ha riferito il Dottor Cembalo: i tesserati sono quelli aventi diritto al voto, *e non 1.141*, perché vanno esclusi i minorenni, i presidenti di società e coloro che hanno incarichi federali. Essi sono in totale 1.016

Rosa Rosa Gioacchino 02/11/2016 azforum --BEPPE. Grazie per l'interessamento alla mia vista. Pare che, sia la prima che la seconda cataratta fatta lunedì siano andate bene. Vedo già molto bene e spero di ritornare in pedana in dicembre. Sai, con gli occhi rifatti potrebbe darsi che possa dare ancora qualche dispiacere ai miei colleghi over 80!
Nei tuoi confronti la mia non è benevolenza, ma semplice, sincera obbiettività.
Molti anni fa mi entusiasmai a FaceBook, ma poi mi ibernai perchè trovavo e trovo il sistema troppo invasivo. Ora sembra che dovrò necessariamente riaccendere la miccia, ma lo farò solo se, come sembra, si possa limitare la invadenza!!! Comunque anche io, se lo farò, sarà solo per leggere e tenermi informato sui vari siti. Per il resto ci basta il nostro vecchio Forum che spesso viene scperto e riscoperto e poi sempre valutato per quello che è. E di ciò non possiamo che essere lieti e orgogliosi.

Vigo Africano 02/11/2016
Per Carmine Rea
Non ho capito bene il tuo intervento relativamente NON alla Elezione dei tre Consiglieri Rappresentanti dei Tiratori (n° 1 uomo e n° 1 donna) e n° 1 Rappresentante dei Tecnici, ma alla Elezione dei Rappresentanti della Campania che si recheranno a Roma il 16 Dicembre per presenziare all'Assemblea Nazionale.
Infatti questi ultimi avranno solo il Diritto di INTERVENIRE nel DIBATTITO durante l'Assemblea, ma NON AVRANNO ALCUN DIRITTO DI VOTO per l'Elezione del Consiglio Federale e del Presidente dello stesso.
Io credo che forse tu non abbia interpretato bene le informazioni ricevute dal Dott. Cembalo o quest'ultimo è disinformato

Salzano Giuseppe 02/11/2016 azforum-Ciao Gioacchino.Mi compiaccio dell'ottimo andamento del decorso post intervento,ma sono dispiaciuto di non aver capito **che eri impegnato in faccende mediche**si riferisse all'intervento ma ad un controllo.
Comunque il necessario che è andato tutto a dovere e che presto sarai pronto a fare,come sempre,la Tua parte.Augurissimi,complimenti ed un Abbraccio.

Rosa Rosa Gioacchino 02/11/2016 PEPPINO. Grazie per interessamento. Ho fatto lunedì la cataratta all'occhio sinistro mentre a quello destro la ho fatta il 27 settembre. Sembra che siano andate bene entrambe!

Rea Carmine 02/11/2016 Per Vigo Africano
Elezioni Fitav 2016

Come da Statuto Fitav *Aggiornato al 13-01-2015*

Art. 15, comma 3 Il Presidente è eletto in sede di assemblea nazionale dagli aventi diritto al voto, di cui all'Art. 11, comma 2, con la metà più uno dei voti presenti o rappresentati in assemblea.
Art. 11, comma 2 Partecipano all'assemblea con diritto ad 1 voto: a- l'A.S. affiliata; b- i rappresentanti degli atleti e dei tecnici, di cui all'art. 14, comma 8.
Art. 14, comma 8 In occasione dello svolgimento delle votazioni di categoria, di cui al comma 6, si procederà anche alla votazione per la scelta dei rappresentanti di atleti e tecnici che parteciperanno all'assemblea nazionale elettiva e ad eventuali assemblee straordinarie, .....

E' chiaro allora cosa andremo a votare il 12 Dicembre a Nola ?
I N. 2 Atleti *uno maschio ed una femmina* quali componenti del Consiglio federale *scelti da una lista nazionale*;
Il N. 1 Tecnico quale componenti del Consiglio federale *scelti da una lista nazionale*;

ed inoltre:

I N. 2 Rappresentanti degli atleti *Regionali Campani*;
Il N. 1 Rappresentante dei Tecnici *Regionali Campani*

Tutti i *Rappresentanti* degli atleti *di tutte le Regioni* andranno a votare assieme a tutti gli altri *Rappresentanti* dei Tecnici *di tutte le Regioni* assieme alle A.S. il Presidente della Federazione.

Bacco Giuseppe 02/11/2016 Forum-vorrei fare alcune precisazioni per evitare possibili strumentalizzazioni.Preciso innanzitutto che non parteggio per nessuno.Vorrei semplicemente che la nuova Fitav avesse l'ago della bilancia rivolto un po' di più verso i tesserati.Che sia l'uno o l'altro a farlo mi sta bene. Le mie considerazioni sulla gesrione Rossi sono del tutto personali anche se desunte dalle notizie che provengono dell'universo tiro.Non hanno la presunzione di essere verità rivelate.Mi conforta il fatto che siano condivise da persone che stimo.Spero di aver chiarito la mia posizione a scanso di equivoci.

Salzano Giuseppe 02/11/2016 azforum- Gioacchino,ma che grazie ci mancherebbe...
Evvaiii che è fatta a presto! Pronto..ELCHE al primo colpo ..... e questo sempre grazie alla imbracciata!!!!
Poi dico: sono fiducioso circa le osservazioni esposte sulla Pagina ELICA,rivolte ai Responsabili della Disciplina, che qualcosa è probabile si
muoverà, meglio dire... si farà !

ricciardi silvio 02/11/2016 BEPPE BACCO . - Il tuo chiarimento sarebbe stato dovuto per mettere nella giusta luce, una tua posizione che Forum ben conosce.
Ho sempre creduto in un atteggiamento che non esprima solidarietà a nessuno dei due contendenti, ma che si presenti come semplice richiesta di giuste,irrimandabili disposizioni federali che ridiano ai TIRATORI TESSERATI la dovuta dignità.
Se Luciano Rossi si ravvedesse: ripristinando il vecchio statuto che vedeva tutta la massa che gareggia ritornare ad aver voce nella scelta del Presidente, dei consiglieri e delegati, otterrebbe un vero e proprio plebiscito.
E' un figlio d'arte - il Padre Nando è stato un grande, ma grande vice presidente - è uomo di estrema intelligenza e conoscenza del nostro sport,è politicamente Senatore della nostra Repubblica, quindi degno della massima fiducia, ma è stato proprio lui il promotore di una riforma - non votata dagli atleti - che ci ha relegati a divenire solo i finanziatori del tiro ed il sostentamento dei gestori, come potremmo, oggi più che mai, non auspicare l'avvento dell'uomo del cambiamento.
Ho aspettato per anni una persona integerrima ed amante del tiro che avesse il coraggio di tentare di cambiare le cose, ne conosco le intenzioni, non posso che augurarmi/gli una vittoria.

Rosa Rosa Gioacchino 02/11/2016 azforum --ROSSI & DE ROSA -FIORENZO-. Poco dopo le 22, Marinangeli lancia la notizia non confermata, ma che sembrerebbe pervenuta da ambienti ben introdotti in Fitav, che Rossi non sarebbe candidato alla presidenza Fitav per il nuovo quadriennio, ma appoggerebbe la candidatura a presidente di Fiorenzo De Rosa!!!!! Aggiunge che non crede alla notizia, ma rinnova l'inutile e, per loro, sminuente invito agli aventi diritto al voto a non dare deleghe senza prima sapere come stanno realmente le cose. Cita infine poi una espressione del tipo: se scende una goccia, da qualche parte piove forte......
Capisco che la cosa possa sembrare del tutto incredibile, ma conoscendo a fondo i personaggi come io li conosco, ci potrebbe essere un fondamento in presenza di certe condizioni. Voglio dire che se Rossi per necessità -spero- od opportunismo dovesse mettersi in ombra chi potrebbe eseguire i suoi ordini meglio del De Rosa? Con l'arrivo della notte c'è da ben riflettere!

Rosa Rosa Gioacchino 02/11/2016 Pochi minuti fa, Pasquale Valente dice che il candidato potrebbe essere Paolo Fiori. Lo conosco meno, molto meno, ma per quello che so, il mio ragionamento di prima rimane immutato.

Rosa Rosa Gioacchino 03/11/2016 azforum --IL PUNTO. Dopo le note di Marinangeli e Valente, ieri sera vi è stato solo un enigmatico ungarettiano AZZ.... del neo candidato consigliere Bruno Aliprandi. Immagino cosa volesse dire ed immagino il suo sacrificio ad essere così ermetico lui che normalmente scrive, bene, in maniera decisamente articolata e precisa! Poi stamane Sergio Violanti paventa il salto dalla padella alla brace!!!
Non so a voi, ma a me la notte mi ha portato uno strano sogno: ho sognato di un potentissimo Presidente onorario o emerito che tutto può e tutto governa, ma sempre dalle protettive ombre. Intanto un piccolo, ma efficiente esercito di scudieri, esegue i suoi imperativi ordini......ma che strani sogni che vado facendo......

Vigo Africano 03/11/2016
Quanto Rosarosa dice di aver sognato è molto vicino alla possibile REALTA' futura.
Siccome, personalmente, non condivido l'operato del Consiglio Federale degli ultimi Quadrienni, spero che questa NUOVA CORDATA possa rompere questa STANTIA EGEMONIA e sarò poi sempre PRONTO, secondo abitudine consolidata, ad evidenziare comportamenti NON CONDIVISI, di questo NUOVO CONSIGLIO.
Suggerirei comunque allo Staff della Lista CARRARA di approntare e pubblicare quanto prima un BREVE CURRICULUM dei singoli Candidati.
Per quanto riguarda il far ritornare a votare i singoli Tesserati, NON E' POSSIBILE, perchè bisognerebbe modificare prima lo Statuto del C.O.N.I.. L'unica strada, per far tornare la VOCE dei TESSERATI, è l'eliminazione (questa possibile e legale) nello Statuto e nel Regolamento Organico della FITAV, del Veto al Diritto di Voto (non conforme allo Statuto C.O.N.I.) per i Gruppi Aderenti o Club NON PROPRIETARI O NON GESTORI DI STAND. Altra strada è quella di pretendere, una volta conosciuti i Candidati (anticipatamente), le Consultazioni Primarie, in Sede delle singole Società Affiliate, con i Voti dei Soci Tesserati.

Vigo Africano 03/11/2016
Continuando il mio intervento prcedente:
E' ovvio che i Club o i Gruppi Aderenti (attuali) dovranno avere un proprio Statuto di Associazione Sportiva Dilettantistica senza Scopo di Lucro conforme ai dettami del C.O.N.I. e affiliarsi alla FITAV.
Esempio: Il mio Club Velico, per affiliarsi alla FIV e non modificare il proprio Statuto Sociale, ha dovuto affiancare una ulteriore Società Sportiva con la denominazione del Club e con lo Statuto conforme ai dettami del C.O.N.I.

ricciardi silvio 03/11/2016 ASSOCIAZIONI SENZA SCOPO DI LUCRO . - Oggi queste sono quelle che hanno sostituito le vecchie società - solo per motivi fiscali - e, in effetti, non dovrebbe essere obbligatorio che il presidente sia il gestore/proprietario del campo.
Chi vota alle elezioni presidenziali Fitav dovrebbe essere solo il portatore delle preferenze dei tiratori aderenti a quel gruppo, ma, con lo stratagemma bulgaro, che le associazioni affiliate CON DIRITTO DI VOTO possono essere solo tali se posseggono/gestiscono un campo di tiro, noi finanziatori di questo nostro sport siamo finiti nel cestino delle immondizie !!
Il SOGNO della base è questo che chiederà di avverarsi, se cambia, come auspicabile, il vertice federale:
LA POSSIBILITA' DI CREARE GRUPPI ADERENTI LEGALMENTE RICONOSCIUTI CON PARI DIRITTI DI VOTO A QUELLI CHE HANNO DATO LORO IN REGOLARE USO UN CAMPO DI TIRO.
Niente di più per offrirci la possibilità di sentirci parte integrante di una federazione e non di un campo di concentramento: pagare e tacere !!



Rosa Rosa Gioacchino 03/11/2016 azforum --In un mondo dove devono convivere praticanti e Club -chiamiamoli così per semplicità-, è normale e giusto che gli uni non escludano gli altri nella scelta dei loro Dirigenti. Da quando esiste questa norma CONI che esclude la scelta solo ad opera dei Tesserati, io sono per una soluzione di compromesso che mi sembra abbastanza condivisa. Io penso che i candidati, dal Presidente agli Organi regionali, si debbano sottopore alle primarie dei Tesserati e poi i Club sceglieranno fra i primi X votati -comunque con un qualificante minimo di quorum raggiunto-.
Quanto alle correnti illazioni bilaterali su presunte canditature diverse dal previsto, sarebbe opportuno che si facesse chiarezza subito. Questo clima di supposizioni incrociate non aiuta chi di dovere ad essere sereno nella valutazione delle scelte da fare.

Valente Pasquale 03/11/2016 Buon giorno Africano, eccomi. Anch'io sono a conoscenza, per averlo visto di persona e per averlo sentito direm ai precedenti rappresentanti degli atleti, che durante l'assemble del 2012 hanno votato per il candidato presidente nonchè per i candidati consiglieri (che gli erano stati segnalati). Poi se nelle pieghe dello statuto e dei regolamenti FITAV esiste questà norma, io personalmente non ne sono a conoscenza.
I nominativi dei candidati consiglieri atleti in seno al Consiglio sono i seguenti:
Sabrina Panzeri (Lombardia) e Gabriele Soldani (Toscana).
Il canditato tecnico è il sig. Giuseppe Pagnotta (Sicilia).
I nominativi degli altri candidati al consiglio federale si possono leggere sul sito www.centrailfuturo.it. Prossimamente, appena completati, kliccando sul singolo nominativo è possibile leggere un brevo curriculum.

Valente Pasquale 03/11/2016 ALCUNI PUNTI DEL PROGRAMMA DEL CANDIDATO DOTT. MAURIZIO CARRARA:
PER LE sOCIETA':
La nuova Federazione sarà organizzata in modo da analizzare dettagliatamente le entrate economiche e quindi eliminare gli enormi sprechi generati dalla precedente gestione. Tutte le risorse recuperate, saranno utilizzate per costituire un fondo a disposizione delle società che vorranno investire per modernizzarsi e/o mettersi in regola con le norme vigenti.
Tutti i progetti delle società, verranno analizzati dalla Federazione e, in seguito, finanziati in percentuale. Verranno dati tempi e modalità di attuazione dei lavori, dopodiché una commissione tecnica, attraverso sopralluoghi, vigilerà sul corretto utilizzo del finanziamento.
Acquisto e smaltimento piattelli: la nostra Federazione vorrà avere un ruolo di consulenza e non di imposizione. Cardine della nostra politica sarà la libera concorrenza, permettendo alle società di utilizzare i piattelli di qualsiasi marca anche nelle gare federali, eliminando di fatto l’omologazione del piattello.
Per quanto riguarda lo smaltimento del piattello, la Federazione affiancherà le società istituendo convenzioni in ogni regione con 3 o 4 laboratori di analisi accreditati ed altrettante aziende di smaltimento. Sarà il laboratorio a fornire il codice (CER) con quale il rifiuto dovrà essere smaltito e la società si occuperà dello smaltimento. Questo significherà un importante risparmio sui costi di smaltimento e permetterà ai presidenti di essere sempre in regola per ogni eventuale controllo.

Valente Pasquale 03/11/2016 SECONDO PUNTO MOLTO IMPORTANTE:
UFFICIO LEGALE E DI CONSULENZA
Uno dei punti cardine della riorganizzazione della nuova Federazione è quella di istituire un ufficio legale di supporto alle società sportive, che spesso si trovano a doversi difendere da soli in contenziosi di natura gestionale, ambientale, amministrativa.

Valente Pasquale 03/11/2016 PER I TESSERATI:
La tessera FITAV, nella filosofia della nuova Federazione, non sarà soltanto il documento necessario per partecipare alle gare ufficiali. Vogliamo che i tesserati, tramite la presentazione della tessera, possano accedere a un circuito di vantaggi economici. Abbiamo già intercettato l’interesse di numerose aziende di categorie merceologiche differenti al mondo del tiro a volo, pronte a sponsorizzare la Federazione. In questo modo, i tesserati potranno avere reali e diretti privilegi negli acquisti all’interno degli esercizi commerciali convenzionati.
la tessera FITAV costerà 20 euro (anziché 50 euro) per tutti i tesserati fino alla categoria Junior. Il tesserato che vorrà sottoscrivere la tessera anche per il figlio, avrà la possibilità di farlo a titolo gratuito, fino al compimento del diciottesimo anno di età. Saranno stipulate anche convenzioni con le strutture ricettive alberghiere, vicine ai campi di tiro, per favorire il soggiorno degli atleti nei giorni delle gare a prezzi vantaggiosi.
Per tutti i tesserati, sarà costituito un ufficio informazioni che sarà sempre a disposizione per rispondere a qualsiasi richiesta o dubbio sull’attività della Federazione.
Provvederemo a cambiare i montepremi dei campionati italiani, dei Gran Premi Fitav e di tutte le gare regionali, aumentandoli in maniera significativa e distribuendo in modo più equo la ripartizione dei premi per ogni categoria in ogni disciplina.

Valente Pasquale 03/11/2016 TIRO A VOLO PER TUTTI:
Verrà istituito un fondo apposito per finanziare progetti, attività ed organizzazione di eventi riservati ai portatori di handicap al fine di promuovere e facilitare il loro ingresso al mondo del tiro a volo.
PER LA CLASSE ARBITRALE:
La nostra politica punterà su una riorganizzazione della classe arbitrale, in modo che ci sia una crescita quantitativa e qualitativa degli arbitri. Punteremo sulla formazione tecnica, garantendo la migliore preparazione possibile premiando la meritocrazia. Lavoreremo a fondo per adeguare e aumentare la retribuzione degli arbitri nelle gare Fitav. Calcoleremo adeguati compensi per tutte le gare nazionali e regionali.

Rosa Rosa Gioacchino 03/11/2016 azforum --PROGRAMMI. Bruno Aliprandi ha scritto oggi un interessante intervento con dati e precisazioni sulla iniziativa Carrara. Di particolare interesse alcuni passi sul programma. Pregherei Valente di riportarlo qui sul nostro Forum. Grazie in anticipo.

Vigo Africano 03/11/2016
Per Carmine Rea
*Delegati Regionali eletti per partecipare all'Assemblea Nazionale.*
Carmine, il DISINFORMATO sono IO, mi hanno confermato che gli Eletti avranno Diritto al Voto per la nomina del Presidente e dei Consiglieri.
Evidentemente la Vecchiaia incombe e mi ha fatto interpretare male i Comunicati!

Vigo Africano 03/11/2016
Per Pasquale Valente,
Sono le Ditte Produttrici dei Piattelli che devono avere e consegnare alla Società acquirente (TAV) il CER, oltre ad una propria Certificazione per ogni consegna effettuata che conferma la omogeneità del Lotto consegnato al Prodotto Certificato. I Dirigenti della TAV saranno solo Responsabili, qualora vengano rilevati piattelli o residui degli stessi non rispondenti ai Prodotti Certificati acquistati.
La rispondenza del Prodotto (Bersaglio) alle caratteristiche (Dimensioni, peso, etc.) richieste dalle Norme Tecniche Internazionali della Disciplina deve essere validata dalla Federazione Sportiva che dovrà operare anche come Controllo sia presso i Produttori sia presso le TAV.

Rosa Rosa Gioacchino 03/11/2016 azforum --DE ROSA. Credo che le illazioni su lui circolate ieri sera derivino dal non essere più nella lista dei Candidati Consiglieri Atleti. Escludendo tassativamente che possa essere escluso dal clan Rossi, scalerà certamente in Consiglio. Se scali fino al massimo livello non so dire, ma lo ritengo possibile. Potrebbe accadere per un disegno complessivo mirante anche al futuro e da non sottovalutare!

Vigo Africano 03/11/2016
Allego il Documento FITAV riportante i Nominativi dei Candidati per la Tornata Elettorale del 12 Novembre.

Rea Carmine 03/11/2016 Per Vigo Africano
Ti ringrazio per la restituzione di quella credibilità della quale incominciavo a sentirne la mancanza.
Ciò nonostante mi permetto di dissentire dalle informazioni da te raccolte altrove.....
Sono ancora impregnate di disinformazione.
Perché, mi ripeto:
Tutti i *Rappresentanti* degli atleti *di tutte le Regioni* andranno a votare assieme a tutti gli altri *Rappresentanti* dei Tecnici *di tutte le Regioni* ed assieme alle A.S. solo il Presidente della Federazione e non anche i Consiglieri !!!
Infatti:
7 Consiglieri saranno votati in sede Nazionale il 17 Dicembre, solo dalle A.S.
3 Consiglieri saranno invece votati in sede regionale il 12 Dicembre.
N. 2 Atleti *uno maschio ed una femmina* *scelti da una lista nazionale*;
N. 1 Tecnico *scelto da una lista nazionale*.
A tal proposito ti ho inviato la lista nazionale relativa a tali candidature a Consigliere pubblicata oggi sul sito FITAV.
Ti prego di pubblicarla.

Rea Carmine 03/11/2016 Errata Corrige
Elezioni Regionali del 12 Novembre

Salzano Giuseppe 03/11/2016 azforum-PIATTELLI. PRODUTTORE: operatore economico che produce un oggetto,una sostanza,una materia.
Utilizzatore dell'oggetto,della sostanza o materia è
produddore e detentore di un rifiuto.
Uno dei primi provvedimenti legislativi,fu la legge 203 del 1988 sulle emissioni in atmosfera.
Una prima regolamentazione razionle sui rifiuri si ebbe con il Dlg n.22 del 5/2/1997 al quale fece seguito il DM del 5/2/1998(Decreto Ronchi).Ma data la difficoltà della materia e le già superate esigenze fu emanato il Dlg 152/2006,che nella specie interessa il PRODUTTORE e l'utilizzatore quale produttore e detentore del rifiuto.Ad iniziare dall'art.178 al 188 c'è tutto quello che interessa entrambe le Figure.
Ma il mio scopo è un altro.
Nella specie,per l'interesse che io vedo e che potrebbe avvantaggiare Produttori di piattelli e Gestori delle A.S. è che facendo una analisi del problema,l'iniziale quadro normativo nazionale potrebbe essere stao superato da alcuni punti fermi stabiliti dalla Corte di giustizia dellUnione Europea nella materia dei rifiuti.
Innanzitutto essa ha delimitato i confini della nozione di rifiuto,riconoscendo che alla stessa non appartengono **le sostanze suscettibili di utilizzazione economica ,nel caso in cui non si tratta di prodotti di cui il detentore si disfa*nonché*i sottoprodotti,intesi come beni,materiali o materie prime ...etc etc**
Ovvero,visto che i piattelli raccolti(ora rifiuto)vengono recuperati ed avviati alla produzione a mezzo riciclo e, tra le condizioni vi debba essere che la utilizzazione sia certa e non eventuale, ed è la verità,incamminarsi verso un percorso in tal senso,si farebbe il piacere e la convenienza economica di tutti etc**
Gli interessati avrebbero già dovuto avere contezza,dato l'increscioso problema che si è verificato per anni sui Campi di Tiro,dal lontano anno 2008. Se non erro,sulla scorta di una consolidata giurisprudenza fu codificata la nozione di sottoprodotto già cntenuta nel Codice dell'ambiente. il resto poi....


Maglione Biagio 04/11/2016 ELEZIONI.
Riassumendo, salvo auspicabili precisazioni, ogni tiratore (alias atleta) il 12.11.2016 nella sede regionale di competenza potrà esprimere il proprio unico voto per l’elezione degli atleti e del tecnico nel Consiglio Federale della FITAV e dei rappresentanti degli atleti e dei tecnici nell’Assemblea Nazionale Ordinaria della FITAV.
Sarebbe opportuno che si spiegasse con semplicità e dettagliatamente:
1 - se il voto è unico per tutte le liste; per esempio: Consiglio Federale - un voto unico per tutte le categorie insieme (atleti maschi/femmine e tecnici) o un voto unico per ogni categoria.
2 - se questo voto varrà anche per i rappresentanti dell’Assemblea Nazionale Ordinaria o bisognerà esprimere un’altra preferenza.

Rosa Rosa Gioacchino 04/11/2016 azforum --ELEZIONI. Il 12 vorrei andare a votare per i Consiglieri Atleti e Tecnico. Spero che qui in Emilia il clima non sia quello schifosamente bulgaro di altre regioni essendo qui la Bulgaria, in linea d'aria, più distante rispetto a Campania o Puglia -regioni menzionate giusto a titolo di esempio e senza allusioni......-. Ho però un problema: se voglio votare le persone senza tener conto delle cordate di appartenenza, ma solo per le loro qualità, dove trovo i loro curriculum?
Chi ne sa più di me mi aiuti. Grazie.

Vigo Africano 04/11/2016
Per Carmine Rea,
hai ragione nella fretta di scrivere ho aggiunto Consiglieri.
Per Biagio,
Il 12 Novembre dovrai votare per i Consiglieri Nazionali Rappresentanti degli Atleti (1 uomo + 1 donna) e per il Consigliere Nazionale dei Tecnici. I nominativi dei Candidati (Documento FITAV, da cui scegliere sono quelli che ho linkato nel mio intervento precedente.
Poi dovrai votare per i Rappresentanti Regionali (Campani) degli Atleti e dei Tecnici e quelli eletti, si recheranno a Roma per l'Assemblea Nazionale ed avranno il Diritto di votare, come da intervento ultimo di Carmine Rea.

Rosa Rosa Gioacchino 04/11/2016 azforum --ELEZIONI. E se qualcuno lo sà mi piacerebbe sapere quale è stato il criterio di immissione dei nomi in lista? Un criterio oggettivo o quello di *come più mi conviene*. E non si poteva indicare almeno la lista di appartenenza?
Mi spiace che Pasquale Valente non abbia accolto il mio invito a traslare qui l'interessante intervento di ieri di Bruno Aliprandi. Fra le tante cose Aliprandi conferma quanto si era supposto circa il differimento delle elezioni a marzo. La voce era stata messa in giro ad arte per mandare fuori tempo la iniziativa Carrara.
Nota: vedasi mio intervento del 24 ottobre c.a.

Vigo Africano 04/11/2016
Informo i Tesserati Campani, che in data odierna ho inviato al Delegaro Regione Campania la mia Richiesta di Candidatura per concorrere all'Elezione del Rappresentante della Regione Campania - Categoria Atleti, che parteciperà all'Assemblea Nazionale Ordinaria a Roma il 17 Dicembre c.a.

D'Aloja Gianfranco 04/11/2016 Caro Marco, ribadiamo fermamente , in questo periodo di fermento, per noi tutti tiratori FITAV in vista delle elezioni, che non vi sono nel gruppo Carrara, cambiamenti o altre cose che non siano quelle concertate e pubblicate. Noi siamo coesi e legati al nostro Leader. Vi sono molti che leggono di noi in altri siti o in altri....FORUM. Giusto ribadire con semplicità e chiarezza che il nostro percorso è questo. Certo nel programma non è elencato tutto il lavoro che ci si propone di svolgere...a partire dai cambiamenti di vari punti dello statuto, per riportare a giusta e doverosa importanza la figura del tiratore , fino ad arrivare a ristrutturare le discipline amatoriali con attenzione ed ascolto dei tiratori specialisti, delle varie discipline. Ad esempio, serve riportare la F.U. sui vecchi binari, e non su strampalate versioni spappagallate dal compak sporting, che non hanno nessun senso per la nostra disciplina e ne snaturano l'identità sportiva e storica, oltre al fatto che a nessuno piace quella sciocca formula, che magari per altra disciplina è perfetta. Altro esempio è l'elica, disciplina anche lei con vari problemi....ergo , si ha intenzione di chiudere una certa pagina, per ricominciare a dar ascolto a chi vive con questa passione e ne ha antica esperienza. Non dimentichiamoci , che questa cordata giovane ( per formazione ) vuole però ricostruire lo spirito di un 'epoca, in cui lo sport era lo sport, il tiro a volo era il tiro a volo e non esistevano interessi privati che tarpavano le ali a tutto l'ambiente. Per far questo, bisogna ripartire saltando un certo periodo,periodo in cui vi sono state fatte anche cose encomiabili e buonissime, ma il tutto però, sempre castrato e condizionato da certi interessi, che con il tiratore avevano solo il fine, poco sportivo, di considerarlo come portatore d'acqua e non valido protagonista e motore di tutto il movimento sportivo-industriale del tiro. E' determinante tornare ad ascoltare chi di esperienza sportiva gestionale ne ha molta, è importante ascoltare chi , anche in tempi lontani già aveva una certa lungimiranza nel prospettare una certa evoluzione della federazione. Questo ci si propone e questo è il sentiero su cui Carrara ed il suo gruppo camminerà . Noi certo siamo stati penalizzati nel proporre il nostro progetto e nel presentarci a società e tiratori, dato che era stato annunciato ad arte ( per qualcuno, nel suo stile e nel suo lessico, arte vuol anche dire barare ) , che le elezioni sarebbero state fatte a marzo. Questo ha provocato un tormentone sempre crescente per sapere chi era il candidato e conoscere il suo programma. Oggi vi è programma , candidato e candidati....ma stranamente nulla vi è da chi pensava che non vi fosse alternativa. Non vi è ufficialmente ancora pubblicata una lista con nomi e non vi è ancora il candidato presidente...dato che ultimamente si sentono voci di cambiamenti ecc.. , ma queste son voci, voci come quelle che girano attorno al gruppo di Carrara. Elezioni epocali queste, elezioni che possono cambiare un periodo di 24 anni e dare un futuro diverso, con nuove speranze ed entusiasmi per tutti nel tiro a volo italiano e non un futuro déjà vu , masticato e rimasticato come una minestra oramai insipida e senza gusto. (Bruno Aliprandi)

ricciardi silvio 04/11/2016 FITAV IN CAMPANIA . - Un post di due righe ci ha informati che AFRICANO VIGO, sciogliendo ogni personale riserva, ha deciso di candidarsi,alle elezioni che si terranno il 12.11. p.v., come capo fila dei tiratori in Campania.
Non credo che esista tra noi uno sportivo più appassionato e, sopratutto, preparato per la nostra disciplina, e per la sua integerrima correttezza potrebbe dare a tutti noi la protezione che il regolamento impone.
Sarebbe molto confortante vederlo eletto con il suffragio dei corregionali, aldilà delle indicazioni che possono venire dalle società, perchè per la prima volta - dopo 20 anni - avremmo un uomo, libero da ogni vincolo economico, che possa fare da portavoce in Fitav dei diritti e del rispetto dovuto ai tesserati.

Rea Carmine 04/11/2016
Questa è la mia Dichiarazione di candidatura per concorrere all'elezione dei rappresentanti regionali degli atleti che parteciperanno all'Assemblea Nazionale Ordinaria - Roma 17 Dicembre 2016
ai fini della elezione del Presidente Fitav
Conto sugli amici che mi conoscono e che intendono farsi rappresentare per un comune obiettivo.
Si vota a Nola il 12 Novembre dalle ore 10,00 alle ore 16,00, nei locali del Palazzo Giordano Bruno Hotel (Strada Statale 7 Bis N. 321)
Ogni tesserato avente diritto, per la categoria atleti, oltre al proprio voto, può essere in possesso di altre 3 deleghe di atleti appartenenti alla stessa A.S.

Salzano Giuseppe 04/11/2016 azforum - Candidature ed Elezione periferica.
Ed è la PRIMA VOLTA non solo ma, è poco criticabile la Formula se saranno azionati i dovuti controlli.
E' da sottolineare e, questo è il mio pensiero,è forse un primo segnale importante verso una perduta democrazia partecipativa,di Coloro che sono da sempre la ESSENZA del TIRO a VOLO,Come ripetevo qualche giono fa.
SILVIO - I due Tesserati più votati nelle singole Regioni,uno in rappresentanza dei Tecnici ed uno in rappresentanza degli Atleti, saranno presenti alla ASSEMBLEA NAZIONALE ORDINARIA,il 17 dicembre con diritto ad 1(uno) Voto,soltanto per la Elezione del Presidente della Federazione Italiana Tiro A VOLO.Il pensiero da Te espresso sulla Candidatura di AFRI,è relativo ad altro genere di candidatura,al Quale vanno i miei auguri.Cordialità.
FORMULA - Noi su questo **Vecchio Sito** abbiamo da sempre spinto affinché si ritornasse a dar Voce ai Tesserati nelle proprie Sedi,oggi,A.S.,inerentemente la **lontananza** venutasi a creare tra il Centro regionale con le A.S.,i Tesserati e Questi con il Potere Centrale - Credo che questa stessa Formula si potrebbe estendere anche alla Elezione del(ora) Delegato Regionale, che diverrebbe Presidente Regionale Fitav.
Forse sarebbe stato **poco trasparente** in linea generale,la nomina degli Stessi Due(nelle funzioni) che si eleggeranno prossimamente, con il vecchio sistema,in Quanto alla fine della celebrazione di tutte le Assemblee delle singole A.S.,si serebbe aperta **una qualche cosa** che non sono in grado di definire ora!!!

ricciardi silvio 04/11/2016 SALZANO . - Non sono riuscito a comprendere il senso dell'intervento, e me ne scuso, ma trascrivo quanto a me è parso volesse significare:
* hai inteso rilevare che Africano e Rea si sono candidati per due posizioni elettorali diverse ??
* hai voluto mettere in luce la rottura completa con il regionale per il suo atteggiamento nei confronti di chi, come te, ha curato la preparazione dei giovani tiratori,per poi appropriarsi di tutti i meriti ??
* è tuo auspicio che ci siano in futuro elezioni regionali per la nomina del delegato locale ??

Se è cosi, non ho bisogno di alcuna conferma, ma solo la tua promessa di farmi decriptare le tue idee scrivendo in maniera più chiara.
Pane al pane, vino al vino !!

Salzano Giuseppe 04/11/2016 RICCIARDI.Stai un pò nervoso? Se così dovesse essere,neanche io ho bisogno di conferma.Se invece non sei nervoso, confermo che al tuo primo punto di domanda è proprio così che si intende!!!
Degli altri punti,se ci sono obiszioni,scrivi e ti riscontro! Normalmente ad eventuali domande si risponde,non si pongono altre domande.......e poi vengo da una scuola di pensiero.....NON BISOGNA MAI INNAMORARSI DEL PROPRIO OPERATO.E mi riferisco a tanti,ma tanti anni fa.

ricciardi silvio 04/11/2016 SALZANO . - Non ero nervoso anzi divertito, tu mi sembri,invece, un pò su di giri. Mi sono anche scusato per non essere riuscito a capire il senso compiuto di quanto hai scritto - per la verità credo che pochi lo avrebbero capito - non ho fatto domande ed ho chiesto solo delle conferme, che mi hai dato solo in parte.
Il tuo errore è che pur conoscendo perfettamente la lingua italiana continui a trovare perifrasi poco chiare per situazioni lampanti ed elementari che per te, dovrebbero essere facilissimo esporle.
Anche nell'ultimo capoverso non hai tradito la tua abitudine di tentare di far capire e non capire a cosa ti riferisci.
Forse essendo di estrazione campana come lei hai in animo di incarnare una novella Sibilla Cumana: * Ibis et redibis......ecc.ecc.*!!

Rea Carmine 04/11/2016 Vorrei ribadire all'amico Salzano che alla Regione Campania, *1050* tesserati atleti aventi diritto al voto, spettano 2 *due* Rappresentanti degli Atleti ed 1 *un* Rappresentante Tecnico.
Ma, ad ogni modo, come dicevo all'amico Africano con il quale condivido la linea di pensiero, se avessi saputo della sua candidatura, e non ne lamento alcuna reciproca pretesa a saperlo, io personalmente non mi sarei mai avventurato in questo sentiero al buio!!!
Perché, in questo modo, abbiamo solo fatto un grande piacere a chi è più organizzato e continua a tirare a testa bassa per la sua strada.

Vigo Africano 04/11/2016
Carmine, solo questa mattina abbiamo scoperto di aver presentato entrambi le domande di partecipazione e personalmente non so quali siano gli altri candidati e ancor più quelli che stanno lavorando a testa bassa che potrebbero giovarsi della nostra contemporanea partecipazione.
Poichè abbiamo le stesse idee, incontriamoci per valutare la situazione e, se del caso, farò tranquillamente un passo indietro per evitare la dispersione dei voti.

Rea Carmine 05/11/2016 Africano la mia e la tua candidatura nascono entrambe da una esigenza comune di partecipazione ravvicinata.
Dopo averne ampiamente discusso in questi giorni nel tuo salotto virtuale abbiamo avuto tutti l'opportunità di capire benissimo il ruolo dei rappresentanti regionali.
Sono convinto che entrambi ci siamo candidati, pur ignorando inconsapevolmente l'uno dell'altro, dando seguito ad un istinto comune.
Quello di voler far sentire la nostra legittima presenza, se pur comunque di limitato peso decisionale in un contesto nel quale, a nostro parere, tutto non funziona come dovrebbe.
Siamo entrambi convinti dei limitati consensi che possiamo raccogliere.
Ma non è questo che deve preoccuparci.
Come dicevo e ripeto: al momento, non importa essere eletto ma essere candidato e far sentire il proprio respiro.
Non eravamo e non siamo organizzati per crederci.
Africano restiamo insieme al nostro posto, sarà più piacevole trascorrere del tempo comunque ben speso.

Vigo Africano 05/11/2016
Modificato il Documento FITAV relativo all'Elenco Nominatico dei Candidati Consiglieri Rappresentanti Atleti e Tecnici, per la Tornata Elettorale del 12 Novembre 2016.

Rosa Rosa Gioacchino 05/11/2016 azforum --CANDIDATURE. Voglio sentitamente complimentarmi con Africano e Carmine per le loro coraggiose iniziative e per le leali dichiarazioni che sono scaturite dalla loro azione.
La candidatura di cotanti personaggi ci dirà se, finalmente, i nostri colleghi di pedana decidono valutando le persone o si genuflettono ancora una volta ai suggerimenti ai quali, erroneamente, credono di non poter disattendere!
I risultati dei nostri due, singolarmente o sommati, ci daranno indicazioni ed anticipazioni interessanti sul clima che ci sarà a Roma il 17 dicembre!
Eviterei qualsiasi altra considerazione che, al momento, non giova!

Rosa Rosa Gioacchino 05/11/2016 azforum --FACEBOOK. Ieri ho, dopo anni, riattivato le connessione al sistema. Intendo usare la connessione unicamente per poter accedere IN SOLA LETTURA ai siti operativi sulle FACCENDE DEL TIRO. Quindi cercherò di impostare le regole per rifiutare le richieste di amicizia -graditi suggerimenti in merito- e respingerò eventuali richieste che dovessero comunque arrivare.
Mi scuso di tanto, ma non sopporto l'aggressione degli amici degli amici.
La vecchiaia fa diventare intolleranti! Sopportatemi così!

ricciardi silvio 05/11/2016 CANDIDATURE . - Africano e Carmine: nessun passo indietro !! All'infuori di Voi non esistono competitori per preparazione, serietà, conoscenze delle regole sportive e sopratutto ONESTA'di intenti.
Sarebbe solo cosa buona fare insieme una visita ai campi *votanti* per promuovere i tiratori ad utilizzare il loro diritto di avere voci nuove e combattive a livello federale.
Quando sapremo se altri nostri colleghi hanno presentato eguale candidatura ??

Salzano Giuseppe 05/11/2016 azforum - RICCIARDI. Le Candidatute presentate a questa mattina sono sei, due in rappresentanza dei Tecnici e quattro in rappresentanza degli Atleti.

Rappresentanti Tecnici: BELVISO Giusppe e GRIMALDI
Giancarlo.

Rappresentanti Atleti :MARCOCCIO Agostino ;MELLONE Antonio; REA Carmine ;VIGO Africano.
Li ho riportato in ordine alfabetico,sulle schede elettorali saranno riportati secondo l'ordine di presentazione ad Delegato Regionale FITAV.

Vigo Africano 05/11/2016
Silvio, tu poni troppe aspettative dall'effetto ritorno di una nostra eventuale elezione, che al più ci permetterà di interloquire in Assemblea Nazionale e dare il nostro voto ad uno dei Candidati alla Presidenza, poi ritorneremo nell'anonimato. Per tentare di proporre le nostre idee ed arginare la prosecuzione dell'andazzo di questi Quadrienni a livello di Consiglio Federale, dovremmo candidarci come Consiglieri Federali alle Elezioni del 17 Dicembre 2016.

Rosa Rosa Gioacchino 06/11/2016 azforum --ALIPRANDI. Grazie a Gianfraco D'Aloja per aver traslato qui da *La Fitav che vorresti* un lungo intervento di Bruno Aliprandi relativo alla iniziativa Carrara. Aliprandi è personaggio di lunga esperienza federativa e, pare, sia fra i Candidati il più vicino a Carrara nelle azioni programmatiche ed organizzative. Vi sono molti passi interessanti. Intanto dice che la riforma dello statuto è certamente nei loro programmi. Me ne compiaccio anche se continuo a non capire perchè il punto non sia stato nei titoli di testa come merita. Io non penso che sia questione meno sentita della gestione economica, che invece sembra il fulcro del del loro programma. Quasi in chiusura, Aliprandi conferma la mia supposizione circa il disagio scaturito dalla volutamente falsa notizia del differimento delle elezioni a marzo 2017!
A lui ed a tutti loro auguri, buon lavoro ed in bocca al lupo!

Rosa Rosa Gioacchino 06/11/2016 azforum --ROSSI, MARINANGELI e LORITTO. Sempre su LFCTV il promotore della pagina, Marco Marinangeli, ripubblica copia di una lettera da lui scritta lo scorso maggio a LUCIANO ROSSI. La lettera è un preciso e puntuale elenco delle negatività gestionali che comunemente si attribuiscono al Rossi, ma non credo che gli abbiano procurato molto più di un modesto solletico. Chi aspetta un MONUMENTO da un ***CONI STRUMENTALMENTE CIECO E SORDO*** e che è passato indenne dal giudizio della opinione pubblica, leggi servizio Report, e da una interpellanza parlamentare, leggi Di Battista, non credo che si sia impaurito molto da una lettera di un tesserato!
Al riguardo mi è molto piaciuto il commento alla lettera ed alla linea globale del foglio da parte di Gaetano Loritto. Purtroppo non lo conosco - vecchiaia e la lunga lontananza dalle discipline maggiori hanno il loro peso negativo-, ma mi sembra persona lucida, capace e tosta! Complimenti a lui!

D'Aloja Gianfranco 07/11/2016 Avviso a tutte le *** TIRATRICI*** ed i *** TIRATORI ***, Sabato 12 Novembre dalle ore 10,00 alle ore 16,00 in ogni regione è possibile votare i propri rappresentanti sia Nazionali che Regionali, e se non potete andare avete la possibilità di dare la delega ad un vostro amico tesserato nella stessa società, la delega in bianco ve la può dare il vostro Presidente di società o scaricarlo direttamente dal sito della FITAV. La sede delle votazioni per la Puglia è a Brindisi presso gli uffici del CONI, in via Dalmazia 21, 3° piano.

Rosa Rosa Gioacchino 07/11/2016 azforum --ELEZIONI DEL 12. Mi chiedono e, non sapendo, giro a chi sa: chi presiede alla regolarità della votazione nei singoli seggi?

Rea Carmine 07/11/2016 È UFFICIALE
FEDERAZIONE ITALIANA TIRO A VOLO DELEGAZIONE REGIONE CAMPANIA
Votazioni di categoria in regione 12 novembre 2016
Elenco candidati Atleti e Tecnici che hanno presentato la propria candidatura per concorrere all’elezione dei delegati che rappresenteranno gli Atleti ed i Tecnici nell’Assemblea Nazionale Ordinaria del 17/12/2016:

CATEGORIA ATLETI
1. Mellone Antonio 16/06/1971
2. D’Agostino Antonio 15/05/1950
3. Rea Carmine 05/08/1951
4. Vigo Africano 19/01/1937

CATEGORIA TECNICI
1. Grimaldi Giancarlo 12/04/1990
1. Belviso Giuseppe 01/01/1955

N.B.:
la sedi di svolgimento delle votazioni di categoria in regione Campania: Hotel Palazzo Giordano Bruno Strada Statale 7 bis n.321 80035 NOLA tel. 081/19752216

Salzano Giuseppe 07/11/2016 azforum - GIOACCHINO.Innanzitutto dopo il*tagliando*
come va? Sono convinto che tutto procede secondo le velocità prestabilite!
Elezioni periferiche - L'unica notizia certa di cui sono venuto a conoscenza è che si procederà con lo stesso pricipio che si adotterà per le votazioni all'Assemblea Nazionale.Ovvero, la Commissione Verifica Poteri, in quel di Roma sarà nominata dal C.F., nelle Sedi periferiche dal Delegato Regionale.spero di essere stato esaustivo.Cordialità.

Rosa Rosa Gioacchino 08/11/2016 azforum --PEPPINO. Il tagliando pare riuscito. Posso riprendere a sparare da subito, ma lo farò domenica 20!
Insomma, da quello che dici, il controllo regolarità sarà un fatto interno! Si salvi chi può!

Rosa Rosa Gioacchino 08/11/2016 azforum --AFRI. Tu conosci il mio vecchio pensiero che i nostri Dirigenti vengano eletti dai Gestori, ma solo scegliendo loro fra i primi classificati coi migliori quorum -con un limite minimo da superare- fra quelli votati IN PRIMARIE FRA NOI TIRATORI TESSERATI.
La mia linea prevede che IL COSIGLIO GENERALE sia composto DAI PRESIDENTI REGIONALI e si riunisca alcune volte all'anno. La gestione ordinaria verrebbe condotta da un COMITATO ESECUTIVO composto da alcuni Consiglieri scelti dal Presidente, preferibilmente con ripartizione geografica -Nord, Centro, Sud e Isole. A me sembra una soluzione efficace, razionale ed efficiente. Assicurerebbe, tra l'altro, un concreto e indispensabile rapporto CENTRO-PERIFERIA. Alla utilità di questo rapporto ha fatto recentemente cenno anche il Candidato Presidente Maurizio Carrara.
Prima ancora di sentire il parere dei nostri lettori attivi, mi preme conoscere da te se una soluzione come questa da me ipotizzata è compatibile con le norme quadro del CONI.

Salzano Giuseppe 08/11/2016 azforum - GIOACCHINO.Sono contentissimo che hai risolto.Augurissimi.
In bocca al lupo per la ripresa di domenica 20 e..vaiiii,l'ARTE non si dimentica.Cordialità.

**Seggi Elettorali**.Per quanto attiene le votazioni sono fiducioso.
Il controllo spetta alla Commissione Verifica Poteri circa la regolarità degli aventi diritto al Voto. Non è dato sapere della Commissione di scrutinio,che deve avere un suo presidente.Insomma è un vero Seggio Elettorale. Ci auguriamo che tutto ed in tutte le Regioni si svolga con rispetto delle Parti in Campo e con Etica dello Sport,con il rispetto della Persona e con Alto Senso Civico.

ricciardi silvio 08/11/2016 PRESIDENTI DI SEGGIO . - ** I sogni son desideri.....chiusi in fondo al cuor ** da Cenerentola di Disney.

Vigo Africano 08/11/2016
In questi giorni, dopo alcuni precedenti colloqui telefonici, ho ricevuto il seguente invito dal Dott. MAURIZIO CARRARA, Candidato alla Presidenza della F.I.T.A.V. il prossimo 17 Dicembre:
Egr. Sig Vigo,
in questi giorni, seguendo il forum da lei gestito, ho letto della sua candidatura e di quella del suo amico Carmine Rea, come rappresentanti regionali degli atleti.
Come ci siamo ben detti, nei nostri colloqui telefonici di alcune settimane fa, questo sport ha bisogno di persone come lei, come Rosarosa, Ricciardi, come il signor Rea. Ha
bisogno di persone libere, pensanti, persone disinteressate commercialmente, molto competenti e che non hanno mai smesso di far presente il proprio pensiero.
Per questo, visto il comune intento e vista la vostra doppia candidatura in Campania alle Regionali, le chiedo di ripensare alla mia offerta e di candidarsi al Consiglio Federale Nazionale in quota società come rappresentante della Campania.
In attesa di una sua risposta, saluto cordialmente Lei e tutto
il Tiro a Volo Forum.
Maurizio Carrara
07/11/16

Per quanto sopra, dopo un ultimo colloquio telefonico, HO RIVISTO la mia precedente decisione ed HO ACCETTATO la proposta del Dott. Carrara.
Questa mattina ho comunicato al Delegato Regionale Campania il mio RITIRO dalla Competizione del 12 Novembre e contemporaneamente ho inviato in F.I.T.A.V., con Raccomandata A/R, la mia Presentazione di Candidatura all'Elezione dei CONSIGLIERI FEDERALI IN QUOTA A.S. del 17 Dicembre a Roma.

Rosa Rosa Gioacchino 08/11/2016 azforum --......ed hai fatto bene AFRI. Se gli uomini venissero scelti sempre per passione,capacità e dedizione tu dovresti essere là da un bel pò di tempo. Auguri ed in bocca al lupo a te ed a tutta la cordata!

ricciardi silvio 08/11/2016 ELEZIONI . - Graditissima e meritata la investitura offerta dal Dott.Carrara, logica la tua decisione che premia un pò tutti noi che siamo da anni sulle barricate.
Per te possiamo solo sperare che a Roma riconoscano di avere di fronte un vero esperto, onesto e costruttivo innamorato del nostro sport, ma dobbiamo,ora, fare il massimo sforzo per la elezione di Rea, che rappresenterebbe un vero, solido punto di riferimento in Campania.
Siamo nell'anno 20.....16 !! Meriteremmo anche noi un piccolo colpo di.....fortuna !!

Valente Pasquale 08/11/2016 Benvenuto Afri (così ti chiamano gli amici) la tua libertà di pensiero unita alla tua competenza tecnica nonché il tuo bagaglio culturale porteranno un valido contributo al gruppo Carrara per una Federazione Democratica e libera da interessi personalistici.

Rosa Rosa Gioacchino 08/11/2016 Due ore fa Bruno Aliprandi ha annunciato con grandissimo entusiasmo la candidatura di Africano sul foglio La Fitav che.... -sigla abbreviata, LFCTV-. Il primo commento, altrettanto entusiastico, è stato quello di Pier Luigi Gallina!

ALIPRANDI BRUNO 09/11/2016 E' con grande soddisfazione ed emozione che colgo la disponibilità di Vigo Africano a rimettersi in gioco per la nostra federazione. Esperienza , lungimiranza , passione , competenza e attaccamento ai valori ed alle tradizioni sportive della nostra federazione ,sono un bagaglio inestimabile che si racchiudono in una persona come Vigo. Con Vigo, il gruppo si arricchisce notevolmente e con lui, sappiamo che avremo vicino un altro tesoro a disposizione, quello di Silvio e Gioacchino, persone da sempre inossidabili saggi , amanti del tiro a volo ed appassionati sportivi . Avere vicino chi sa , nei momenti difficili, darti aiuto con un consiglio, fatto dalle loro enormi esperienze, ritengo sia avere una marcia in più. Bruno

Vigo Africano 09/11/2016
Ringrazio tutti per l'incoraggiamento che mi state dando ed in particolare Bruno che ancora una volta ha centrato il Bersaglio, individuando nelle mie caratteristiche anche il vantaggio che io ho, avendo AMICI DA SEMPRE, come Gioacchino e Silvio, che all'occorrenza potrò consultare e approfittare della loro grande esperienza e maturità. Da parte mia, come sempre, ci sarà la mia TENACIA e l'AMORE DELLO SPORT con le sue REGOLE.

Rosa Rosa Gioacchino 09/11/2016 azforum --Bentornato Bruno e grazie per gli apprezzamenti a noi e, giustamente, ad Africano in primis.
Spero anche di rileggere presto i saggi commenti di un vecchio Gallinaccio!

ricciardi silvio 09/11/2016 ELEZIONI . - La vittoria di Trump non mi fa affatto gioire, ma ha rovesciato ogni previsione Clintoniana. E allora.....se fosse la vota buona ???
Leggo, commosso - che ci volete fare è l'età - il post di Bruno, mio amico per la passione del tiro e della musica, a cui confesso che a tutti voi , ormai, posso solo consigliare dove......mangiare un ottimo piatto di spaghetti alle vongole ravvivato da un buon bicchiere di Falanghina.
Per quanto posso: sono quì.

Rosa Rosa Gioacchino 09/11/2016 azforum -- FUSSE CHE FUSSE LA VORTA BBONA!....ripeteva un irresistibile Nino Manfredi nelle panni di un intrigante barista ciociaro. E lo ripeto anche io come forte, sentito augurio. Sapete il Rossi questa volta non si trova a fronteggiare i candidi candidati del '93. Quelli erano degli illusi idealisti che, non conoscendolo e da illusi appunto, pensavano addirittura di fare Consiglio con lui come Presidente. Questi invece lo conoscono fin troppo bene e, di contro, hanno peso, qualità e misura e sanno come si fanno le vongole -Silvio spiega-.
Visto che siamo in argomento, io con gli spaghetti alle vongole preferisco il Fiano del Cilento, il Pietra Incatenata in particolare. E per un brindisi euforico La Matta, spumante naturale sempre di Fiano cilentano.

Bacco Giuseppe 09/11/2016 azforum- Prendo atto con piacere della candidatura di Afri in CF. Condivido la speranza che possa ottenere il risultato che merita. Mi fa altrettanto piacere che la sua onestà intellettuale e la sua competenza siano percepite in modo così lusinghiero dal nuovo candidato. Questo sport potrebbe avere soltanto vantaggi anche dal contributo di persone integerrime quali Ino e Silvio. In bocca al lupo !

D'Aloja Gianfranco 10/11/2016 BUONE NOTIZIE - Alla vigilia delle elezioni la rivista on line della FITAV fa sapere che la cena svoltasi a coronamento dell'assemblea regionale delle società toscane è stata offerta dal *facoltoso* Luciano Innocenti.

D'Aloja Gianfranco 10/11/2016 ROSSI DOUBLE FACE - Io questo Rossi proprio non lo capisco: in un video pubblicato su Youtube il 17 ottobre u.s., intitolato *Luciano Rossi - Presidente FITAV - discorso su fase 3*, ironizza su *certi tipi strani*, che siedono in Parlamento con lui, i quali vorrebbero rendere obbligatorio ogni anno il certificato del maneggio delle armi, quando Rossi stesso, col disegno di legge presentato da lui e dal Senatore D'Ascola, vorrebbe rendere obbligatoria per chi voglia rinnovare il porto d'armi sportivo una certificazione da parte dell’interessato di essersi
esercitato al tiro almeno una volta l’anno nel periodo di precedente rilascio.

ricciardi silvio 10/11/2016 ELEZIONI . - Sabato 12.11 p.v. si VOTA !! E' solo la prima tornata che , anche se meno importante rispetto a quella per la presidenza Fitav, darà una eloquente indicazione su una eventuale direzione del cambio del vento.
E' mio auspicio che un controllo della regolarità dello svolgimento sia gestito da persone assolutamente di provata onestà e non appartenenti a nessuna delle due cordate.
Mi permetto ricordare che la nomina degli eletti dovrà essere sancita esclusivamente dal numero dei voti degli aventi diritto presenti alle urne e non da interpretazioni di volontà espresse non di persona ma......talvolta immaginate !!
Ma, quanto precede, è soltanto una inutile indicazione di come dovrebbero essere fatte le cose in regola. Il responsabile del seggio, già precedentemente valutato, non dovrà tenere in alcun conto il mio accorato appello.


ricciardi silvio 10/11/2016 Cortese attenzione DOTT.CARRARA . - Nei giorni scorsi la Federazione di Atletica Leggera, ha rinnovata la fiducia al presidente uscente Dott.Giomi.
Potrebbe sembrare una notizia di cronaca sportiva priva di interesse, Dott.Carrara, ma non è così.
La Fidal, di cui parlo, ha 1700 società affiliate con diritto di voto, e soltanto poche decine di campi polifunzionali utili alle discipline di corse e salti.
Solo la Fitav fa votare SOLTANTO le società che sono proprietarie di una campo di tiro o ne hanno la UNICA gestione.
E' lì il marcio del sistema, e lì che la attuale Fitav si continua a garantire i voti per le rielezioni scontate, e lì che il manchevole Coni non crea la giusta pulizia rendendo inutile ed impossibile la nascita di nuovi gruppi di imprenditori appassionati che non avrebbero mai voce in una corazzata tirannide.
Lei sa, Dott.Carrara, che noi facciamo il tifo per Lei - continuando ad alienarci simpatie che mai ci hanno gratificati - ma Le chiediamo di mettere in calendario l'eliminazione di questa regola nata solo per procurarsi inamovibili posizioni di vertice.
Ci contiamo !!

ricciardi silvio 11/11/2016 DIRITTO AL VOTO . - Il mio post, di ieri, mi ha visto oggetto di una serie di offensive telefonate da parte di *amici* e conosciuti proprietari e.o gestori di campi di tiro, di mezza Italia.
Il livello dell'attacco, anche se pur di infimo livello, merita, però, le mie scuse per una omissione che pensavo potesse non essere presa in considerazione in quella sede.
E chiarisco:
il concedere il diritto al voto a piccole società o gruppi aderenti - che effettueranno la loro attività agonistica presso una struttura esistente ma non di loro proprietà - non implica che il loro unico voto abbia lo stesso valore numerico di quello di un quadricampo.
E' più che evidente che il numero dei voti assegnati devono favorire gli investimenti in strutture ed attività agonistica e vanno opportunamente differenziati con una omogenea scala che vede progressivamente dotare di un maggior numero di voti associazioni proprietarie in relazione ai campi ed alle strutture ad esse collegate.
Per meglio chiarire dirò che per pareggiare i voti di Lonato dovranno votare un diverso candidato sei gruppi aggregati - ma le entità e le differenze dovrebbero essere definite con la dovuta calma.
Alle persone che mi hanno, giustamente ,apostrofato,porgo le mie scuse, dovute alla esigenza di porre in risalto una situazione che ritengo insostenibile prima del fatidico giorno di Dicembre 2016.

Vigo Africano 11/11/2016
Silvio, quanto tu hai scritto è giusto, ma va ben specificato facendo l'esempio che in parte ricordo:
a) Gli Sci Club, sono Associazioni Sportive senza scopo di lucro affiliate alla F.I.S.I. (Federazione Italiana Sport Invernali) che, ai fini del numero di Voti assegnati per le Votazioni, sono valutate per il Numero di Tesserati, ma anche in funzione dell'Attività Organizzativa e partecipativa alle Gare svolta nel Quadriennio.
Ovviamente non conosco i parametri utilizzati. Eventuali Utili sono reinvestiti per l'Attività Sportiva dello Sci Club.
b) Le Società che gestiscono Impianti di risalita e vogliono fondare uno Sci Club devono avere due DISTINTE Società, UNA per l'Attività gestionale lucrativa il cui Presidente è eletto dagli Azionisti, ed UNA Associazione Sportiva senza Scopo di Lucro con i suoi Tesserati Atleti e non. Solo quest'ultima Società è affiliata alla F.I.S.I. Federazione del C.O.N.I. ed il suo Presidente,eletto dai Soci come il Consiglio Direttivo, riceve il mandato da questi ultimi per esprimere il Diritto di Voto della Società che presiede.

D'Aloja Gianfranco 11/11/2016 Ad adiuvandum e sempre temendo di disturbare riporto qui l'art. 14 dello statuto della F.I.T. : *La partecipazione con diritto di voto è riconosciuta agli affiliati che abbiano un'anzianità di affiliazione di almeno dodici mesi precedenti la data di effettuazione
dell'Assemblea stessa e che abbiano, nel frattempo, svolto attività sportiva federale regolarmente conclusasi, intendendosi per tale la partecipazione a qualsivoglia
campionato o gara iscritti nei calendari ufficiali della Federazione ed a condizione che alla data di convocazione dell’Assemblea partecipino all’attività sportiva ufficiale
della Federazione.*

Rosa Rosa Gioacchino 11/11/2016 azforum -- SILVIO. Le telefonate da te ricevute, anche quelle in toni pacati, dimostrano una poca lucidità e altrettanto poca obbiettività nella valutazione delle cose. D'altra parte capisco che chi è stato guidato strumentalmente dall'alto ad avere un potere che da solo non avrebbe mai ottenuto, non vuole mollarlo anche se gli costa un degradante prezzo che molti di essi non valutano abbastanza.
Il numero di voti differenziato in base a certi parametri, credo sia stato abbandonato da tempo. Non ne conosco le motivazioni, ma immagino che quella soluzione poteva essere veicolo di golpe con la associazione di un gruppo di Società maggiori, mentre un solo voto per Società è più controllabile e, soprattutto, condizionabile.
Persone avvedute e determinate a perseguire i propri interessi, come lo sono Rossi & Co., non potevano certo commettere l'errore di lasciare poteri ai Tesserati. Le Associazioni o i Club senza impianti potevano col tempo creare disagi e concreta opposizione; quindi non bisognava dar loro alcun potere! Ovvio!
E come aspettarsi un controllo del Coni? Il Coni amicone e opportunista -le medaglie fanno comodo a tutti- non vede i vergognosi conflitti, e vorreste che veda cose di minore importanza?
Ma sulla cecità del Coni abbiamo colpe anche noi Tiratori col nostro menefreghismo ed il tirare a campare. E nenche l'esempio e le esortazioni di noi del Tiro a Volo Forum è stato mai seguito. Viceversa se il Coni veniva inondato di tante, tantissime lettere sulla falsariga di quelle da noi fatte, francamente non sò se poteva fingersi sempre cieco e sordo.

Vigo Africano 11/11/2016
Caro Gioacchino, su questo Argomento tu ricorderai negli anni 2004 - 2005 (se non ricordo male, ma non ho voglia di scovare tutta la relativa Documentazione archiviata)che io ho fatto un Esposto prima alla FITAV e e successivamente al C,O.N.I. che, dopo sei mesi di varie Raccomandate A/R, arrivò alla Conclusione che dovevo sottoporlo al Giudizio di un Arbitrato con la modica spesa, se ricordo bene, di circa €. 5000,00 + le Spese del mio avvocato.
Ovviamente lasciai decadere la cosa e dopo qualche mese in un Assemblea Straordinaria FITAV, l'Articolo in questione circa il Diritto di Voto alle sole TAV Proprietarie, che era riportato nel solo Regolamento Organico FITAV, fu inserito anche nello STATUTO FITAV.

Non sono al corrente, ma non credo che il Voto differenziato per una serie di parametri, sia stato eliminato, almeno per la F.I.S.I.

Rosa Rosa Gioacchino 11/11/2016 azforum --Africano, ricordo bene l'episodio e, per decenza, non lo commento.
Circa i voti delle A.S., io ricordo, se non mi sbaglio, che un tempo avevano numero di voti variabili7 secondo alcuni parametri - forse il numero di buche attive-. Ora hanno tutte 1 voto. Mi sbaglio?
Gianfranco. Mi sembra che qui mai nessuno ti abbia accusato di dare fastidio. Quindi intervieni ogni volta che hai da riportare cose interessanti. In periodo di ZUCCHE VUOTE abbiamo bisogno del supporto di tutte le TESTE PIENE!

Vigo Africano 11/11/2016
Ino, ogni A.S. accreditata per il Voto, ha un solo voto per la nomina del Presidente e sette voti per la scelta dei Consiglieri che potrebbero essere anche scelti disgiunti dalle Liste dei Candidati Presidenti.
Gli altri tre Consiglieri verranno votati domani in tutta Italia, dai Tiratori per i due Consiglieri Rappresentanti degli Atleti e dai Tecnici per il Consigliere Rappresentante dei Tecnici.

D'Aloja Gianfranco 11/11/2016 Gioacchino, so di passare per quello dalle inutili e sterili polemiche, ma qui una cosa la devo dire e mi dispiace dirla: ad un giorno dalle elezioni di categoria qui in Puglia sembra che in pochi siano a conoscenza delle stesse. La società per la quale sono tesserato non ha pubblicizzato l'evento, il delegato regionale non ha risposto alla mia richiesta di sapere i nomi dei candidati (spero perché non gli sia pervenuta), ma, quel che è peggio, lo stesso candidato consigliere pugliese in quota Carrara non mi ha più fatto sapere niente al riguardo, come promessomi.

Salzano Giuseppe 11/11/2016 Afri- La Tua disponibilità contribuirà a dare ulteriore smalto ai Candidati che già si sono presentati ed, anche a coloro i cui nominativi conosceremo tra qualche giorno.
Sono anni che a mezzo di questa pagina parlando,proponendo, esponendo critiche costruttive,tutti leggono e nessuno ha mai riscontrato. Noi siamo presenti innanzitutto con i nostri principii, che sono da sempre stati il nostro modo di vivere quotidiano,nel pubblico e nel privato
e,che dovranno contribuire a far riflettere, al fine di far dare dignità e prestigio a quanti ritengono di esserne creditori.
Chi siamo? ...il nostro presente lo abbiamo costruito nel passato....il nostro futuro è rappresentato dalla nostra disponibilità presente.
Africano,in bocca al lupo.

ricciardi silvio 11/11/2016 GIANFRANCO . - Da quando partecipi ai nostri quesiti abbiamo potuto solo notare la tua preparazione, cultura e correttezza che ci ha resi fieri di avere la tua colta collaborazione.
Se l'ultimo post era solo una mascherata richiesta di sentirti dire che abbiamo bisogno di interlocutori come te, anche a nome dei miei cofondatori, ebbene SI: persone del tuo livello ed esperienza - oltre il tiro ovviamente - rendono ancora più credibile e frequentabile il nostro sito.
Grazie di esserci.

Rosa Rosa Gioacchino 11/11/2016 azforum --Afri. Non importa quanti voti hanno. Importa se li hanno tutti uguali o differenziati fra le A.S. Quindi tutti uguali come ricordavo e supponevo. Vi auguro la buona notte di una importante vigilia facendo i complimenti a Silvio, Peppino e Gianfranco per i loro ultimi interventi.

Salzano Giuseppe 12/11/2016 azforum-GIANFRANCO - ELEZIONI e dovute INFORMAZIONI.
E ritorniamo sempre ai mancati riscontri per mancanza del Rispetto delle Regole ed assenza dell'ETICA nello SPORT.
Qui in Campania invece,vi è stata disponibilità di informazioni esposte sul Sito Fitav Campania e,riscontri oggettivi a richieste specifiche.
E' bene però essere conseguenziali, parlando di **ETICA nello SPORT**.
IL Delegato Campano dott.Cembalo,solo relativamente a questo particalare evento, ha avuto un atteggiamento irreprensibile, relativamente ai riscontri, contrariamente al solito.....come avrebbe dovuto sempre essere!

Rea Carmine 12/11/2016 Così ha votato la Campania

Candidati Consiglieri quota Atleti
Pelosi Roberta 158
Panzeri Sabrina 42
Manno Roberto 151
Soldani Gabriele 45

Candidati Consiglieri quota Tecnici
Innocenti 10
Pagnotta Giuseppe 2

Candidati Rappresentanti Regionali Tecnici
Grimaldi Giancarlo 8
Belviso Giuseppe 4

Candidati Rappresentanti Regionali Atleti
Rea Carmine 60
Mellone Antonio 140
D'Agostino Antonio 148

Vigo Africano 12/11/2016
Il conservatorismo atavico in CAMPANIA continua a imperversare!

ricciardi silvio 12/11/2016 VOTAZIONE . - Grande Andreotti: * Il potere logora chi......non lo ha.*

Salzano Giuseppe 12/11/2016 azforum - AFRI.Non ci sono le ragioni per parlare di conservatorismo.C'è ALTRO!
SILVIO.Quella era politica di alto tono.
Era la Cultura dell'Arte della politica.

Salzano Giuseppe 13/11/2016 ELEZIONI:FIDUCIA e GARANZIE ISTITUZIONALI!!!
Nelle celebrazioni delle Elezioni Politiche del Paese,certe **disattenzioni**,SONO REATO PENALE,senza scampo!
Nel caso di cui ci occupiamo, se DISATTESE,bocciatura perpetua!!!
Fatto: nel mio di ieri,in riscontro a quanto esposto da GIANFRANCO,dissi di*un comportamento irreprensibile del Delegato Regionale dott.CEMBALO*.
Quel mio convincimento, per i fatti fino a quel momento a mia conoscenza era corretto ma, NON ero a conoscenza dell'insediamento del Seggio Elettorale,avendo deciso di votare nel pomeriggio.
Quel mio convincimento va modificato e ne ho il dovere. Non si contesta il risultato elettorale,perchè non vanno confuse le ragioni del mio disappunto.Contesto fermamente, la parte attuativa del compito attribuitoGli,inerentemente la nomina della Commissione Verifica Poteri.
IL Suo criticabile operato va censurato ...e non si è smentito neanche questa volta,né potrebbero esserGli concessi i*termini a difesa*,....a giudizio ...subito!!!
Gentile dott.Cembalo,nella Qualità,potrbbe essere così gentile da pubblicare, stesso mezzo, i Nominativi e le rispettive Funzioni Federali dei tre Componenti la Commissione Verifica Poteri?
Con immutata stima, per il Dottor Cembalo medico e non nella Qualità. Lei conosce bene il mio pensiero, circa la delega attribuitaLe ** non ne ha la autorevolezza**.Cordialità.

Vigo Africano 13/11/2016
Un PASSO AVANTI comunque c'è stato rispetto alle PRECEDENTI ELEZIONI.
Quando era Candidato, l'attuale Consigliere Rappresentante degli Atleti (INESISTENTE per la CARICA in tutti i suoi molteplici Quadrienni di presenza), abbiamo sempre rilevato un NUMERO DI VOTANTI (Presenti + Deleghe) notevolmente superiore al numero di Tesserati in Attività Agonistica dell'Area. Questa volta, che non c'era il suo interesse diretto, si può rilevare un Numero di Votanti abbastanza omogeneo con il numero di Tesserati Campani che frequentano con assiduità il Mondo del Tiro a Volo Campano.
Sarebbe interessante conoscere il NUMERO DI VOTANTI REALMENTE PRESENTI ed il NUMERO DI DELEGHE, visto che nella HALL dell'Albergo che ospitava la Sede Elettorale, si distribuivano quantitativi non indifferenti di DELEGHE agli IGNARI ELETTORI IN ARRIVO.

Vigo Africano 13/11/2016
AGGIUNGO PER MIA IGNORANZA: La COMMISSIONE VERIFICA POTERI, come verificava la VALIDITA' DELLE DELEGHE presentate? Solo dal Numero di Tessera FITAV e da una FIRMA (autentica o posticcia)?

Rosa Rosa Gioacchino 13/11/2016 azforum --Io ritengo poco rilevanti ai fini previsionali i risultati di ieri. La atavica disinformazione di noi Tiratori non può certo indicare una tendenza. Anche perchè molti, a quel livello, pensano forse che questo o quello per me pari sono. Ed a questo punto la conservazione, anche se fosse scevra da condizionamenti -pensate che non ci siano stati? io penso proprio di si!- non può che prevalere.
Chi ha ha maggiori interessi, anche di natura economica, sarà certamente più informato ed interessato. Avrà certo condizionamenti anche più pesanti che in periferia, ma questo è super scontato!

ricciardi silvio 13/11/2016 ELEZIONI . - Un vero riscontro poteva essere fatto solamente CONTROLLANDO il numero dei presenti che hanno realmente votato, moltiplicando per quattro.Infatti ogni tiratore poteva avere un massimo di tre deleghe di tesserati presso la stessa società.
Ma non sarebbe stato possibile farlo se non si fosse avuta persona diversa nella commissione di controllo dei votanti.
Ma veramente qualcuno poteva immaginare risultato diverso ?? Tutto era già scontato !!
La Campania è sotto scacco, da troppo tempo ormai, dell'asse Salerno Caserta. Il responsabile Fitav Campania, con l'ovvio appoggio del consigliere nazionale, e il team Falco di Capua erano imbattibile nella contesa e solo una vera alleanza di tutti gli altri poteva competere in maniera degna seppur perdendo.
Faccio sempre salve le persone che non hanno avuto il coraggio di reagire, ma capisco che sarebbe stato veramente difficile perdere benefit in piattelli ed assistenza tecnica alle macchine che li lanciano, che saranno elargiti per la loro acquiescenza.
Tutto come previsto, ma il mio sogno rimane sempre quello di vedere la compatta organizzazione Fitav in Campania governata, stavolta, da un consigliere nazionale di altra sponda. Sarebbe finalmente la fine di una egemonia che ha mortificato tutti i tiratori considerando gli interessi economici più importanti della dignità degli appassionati del tiro.

Rea Carmine 13/11/2016 Una voce fuori dal coro

Può stonare o essere un brillante assolo.
Sono convinto che il consenso ricevuto *60 preferenze* di cui 55 esclusive e 5 combinate, pari a più del 40% di quelle espresse sulla *coppia* di candidati portati dal coro al completo, nessuno escluso, abbia dato una prova tangibile di gradimento da parte di tutti quei tesserati atleti che hanno apprezzato di più l'assolo, al solito coro.
E, non hanno avuto alcuna preoccupazione a esprimere il proprio consenso.

La mia è stata una candidatura quale umile rappresentante degli atleti campani per votare liberamente il 17 Dicembre il Presidente FITAV.
Essa è nata da una sentita, condivisa ed inascoltata incapacità di sopportazione, che ho sempre liberamente manifestato, nei confronti di atteggiamenti ed azioni tendenti a reprimere con energia o addirittura con arrogante brutalità, manifestazioni di libero pensiero, ritenute gravemente dannose ad interessi specifici di parte.
A questi atteggiamenti ed a queste azioni, consegue spesso da parte di quasi tutte le componenti di questo bellissimo sport una sterile accettazione, sopportazione, rassegnazione ed adattamento che sta snaturando anche lo sport del tiro a volo.
Ne vengo fuori soddisfatto ed onorato per i risultati conseguiti grazie al sostegno di tutti quegli atleti campani che non hanno esitato un solo momento nella scelta.

Ho presenziato all'insediamento del seggio elettorale sin dalle ore 8,00 e fino alle 17,00.
La composizione della *Commissione Verifica Poteri* di esclusiva nomina del Delegato Regionale la conoscete.
Ne ho dato da subito immediata informazione a tanti amici.
Presidente:
Sig. Piro Girolamo
Commissari:
Sig.ri Langellotti Gennaro e Cassandro Francesco.
Di fatto, però, per quello che ho potuto constatare dal primo momento, in considerazione delle sue notorie competenze e valide attitudini al comando, chi sovrintendeva al tutto era, come sempre, il Sig. Cassandro.
Sinceramente mi sarei aspettato dal Delegato Regionale che orientasse le sue scelte in merito alla Commissione su altre, altrettanto valide persone, lasciando a qualcuno che ha *deciso di nominare* più libertà di continuare a fare la campagna elettorale ai propri candidati.
Magari, anche fuori dal seggio elettorale assieme al Consigliere Federale Campano Uscente.
Per il resto, a mio parere, ogni altro incidente, è scaturito proprio dalla *anomala* composizione di questa commissione che avrebbe dovuto possedere i requisiti indispensabili di conoscenza dello Statuto, di indipendenza e di garanzia per tutti, indistintamente !!!
Non contesto i risultati, come dicevo sono stati eccezionali !!!!
Questi risultati dovrebbero preoccupare seriamente la dirigenza regionale e nazionale, attuale e futura !!!
Contesto quello che ho sempre contestato, i modi di dare, l'arroganza e la mortificazione dei diritti sacrosanti che ancora una volta hanno caratterizzato un momento di democrazia.

Salzano Giuseppe 14/11/2016 AFRICANO-Buongiorno tutto il giorno,esteso a Tutti Coloro che ci leggono.
Hai giustamente e meritevolmente avuto l'investitura a Rappresentarci alla prossima Assemblea Generale Nazionale,Quale Candidato Campano al Consiglio Federale,che abbiamo appreso con immenso piacere e Ti rinnovo i miei comlimenti.
Abbiamo Eletto,il 12 u.s., i tre Consiglieri Federali in Quata Rappresentanti Tecnici ed Atleti, che occuperanno i tre Seggi disponibili in CONSIGLIO FEDERALE,siccome previsto dallo Satuto Federale e fin qui tutto secondo REGOLE STATUTARIE!
La domanda che pongo,per come si sono svolte le elezioni,sembra superflua,ma non sono convinto.
--In forza di quale NORMA STATUTARIA sono state espresse Candidature e concesso Loro il Diritto, in Rappresentanza **TECNICI ed ATLETI**, PER VOTARE I CANDIDATI PRESIDENTI?

Salzano Giuseppe 14/11/2016 continua:mi dai gentilmente riscontro se è relativamente a quanto previsto al comma b) Art 11
dello S.F.?

Salzano Giuseppe 14/11/2016 errata corrige: comma b) secondo punto?

Rea Carmine 14/11/2016 Statuto Fitav

Art. 15, comma 3 Il Presidente è eletto in sede di assemblea nazionale dagli aventi diritto al voto, di cui all'Art. 11, comma 2, con la metà più uno dei voti presenti o rappresentati in assemblea.

Art. 11, comma 2
Partecipano all'assemblea con diritto ad 1 voto:
a- l'A.S. affiliata;
b- i rappresentanti degli atleti e dei tecnici, di cui all'art. 14, comma 8.

E basta !!!

I N. 2 Atleti *uno maschio ed una femmina* componenti del Consiglio federale scelti da una lista nazionale*;
Il N. 1 Tecnico quale componenti del Consiglio federale *scelti da una lista nazionale*
Votati e risultati eletti il 12 Novembre non voteranno un bel niente !!!
Tantomeno i candidati Consiglieri in quota A.S. che saranno votati il 17 Dicembre !!!
Compreso l'amico ing. Vigo Africano .....

Rea Carmine 14/11/2016 Per la Campania
Andranno a votare il Presidente FITAV quali:
- Rappresentanti Regionali Tecnici
Grimaldi Giancarlo
- Rappresentanti Regionali Atleti
Mellone Antonio
D'Agostino Antonio
Assieme alle A.S. Campane

Vigo Africano 14/11/2016
Mi sembrano esaustive le risposte date da Carmine Rea.
Ricordo a tutti i PRESIDENTI delle A.S., che io sono Candidato, per una delle sette posizioni di Consigliere Federale in Quota A.S. nella Lista di Maurizio Carrara Presidente, alle prossime Elezioni che si terranno a Roma durante l'Assemblea Nazionale Ordinaria del 17 Dicembre p.v.
Mi auguro che dopo 20 anni di INCONTRASTATA GESTIONE, finalmente venga premiata la PRESENZA DI UNA ALTERNATIVA, MIRANTE AD UNA INNOVAZIONE EFFICIENTE.

Salzano Giuseppe 14/11/2016 Mi riferivo allArt 11, comma 2,lettea b).
CARMINE - Chiarito Grazie.

Rosa Rosa Gioacchino 14/11/2016 azforum --CARMINE. Mi è molto piaciuto il tuo *Fuori dal Coro* del 13 u.s.,soprattutto quella tua osservazione sulla attenzione che i Dirigenti dovranno porre da ora in poi a certi eventi e certi dati che non si possono ignorare senza adeguatamente valutarli. Io sono convinto che se si pone determinazione e perseveranza nel perseguire valori sani, corretti e giusti, prima o poi il risultato si ottiene. Noi del Forum ci abbiamo creduto e provato, ma forse nella nostra azione è mancato lo scendere fisicamente in piazza -leggere *andar per campi*-. Forse ci sarebbero voluti un pò di anni in meno! Questa qualità a voi non manca, la determinazione e la persevaranza neanche. Quindi alcuni dovranno ben guardarsi intorno, come tu osservi. E da vecchio osservatore ti assicuro che già la vostra discesa in campo ha creato un bel poco di pensieri, condizionamenti e preoccupazioni. Tanti segnali, apparentemente impercettibili, confermano che hanno ben capito che qualche cosa di nuovo è partito e, col livello degli uomini coinvolti, non sarà facile bloccarlo come sempre. Gli stessi commenti ai risultati di ieri e certi untuosi e incommentabili inviti al ritiro -e perchè mai gente?- tradiscono la tensione. E se non ve ne fosse, come mai IL VECCHIO che si sente già acclamato, trionfante e vittorioso non pubblica ancora, a 24 ore dalla scadenza, la lista dei suoi Candidati? Ve lo siete chiesto?

Vigo Africano 14/11/2016
IL CONSIGLIO FEDERALE USCENTE FA SONDAGGI E SI LODA DA SOLO
Questo l'articolo pubblicato sul Sito della Federazione: Ieri le Assemblee Elettive Regionali.
Sembra, a me compreso, che non ci siano stati entusiasmi sull'Organizzazione e Controllo nella Sede Elettorale Campana.

Rea Carmine 14/11/2016 Gioacchino grazie
Un riscontro così autorevole mi entusiasma ancora di più a continuare sulla mia strada.
Credimi, quella di sempre !!!
Quella dell'etica professionale e dell'etica morale.
Sentiamo tutti il bisogno di serietà, onestà, trasparenza, rispetto delle regole, lealtà e pulizia !!!
Siamo stanchi di tutto quanto ci propinano con arroganza e violenza !!!
Specialmente a livello regionale....!!!
Condivido quando dici che:
*Noi del Forum ci abbiamo creduto e provato, ma forse nella nostra azione è mancato lo scendere fisicamente in piazza -leggere - andar per campi*
Credimi, il contributo che avremmo potuto dare a questa sentita esigenza di cambiamento è mancato !!!
È se ne è sentita la mancanza !!!
A volte basta poco ed uno sforzo in più !!!
I risultati, relativamente ai quali ho fatto una analisi dettagliata che in parte vi ho poi postato, si sono concretizzati con 223 voti tra elettori diretti e deleghe, rappresentativi di 211 atleti e 12 tecnici *nel rapporto più o meno inequivocabile di 1 + 3*.
Due i comitati elettorali realmente presenti sul campo di gara:
1º - Quello composto dal:
Delegato Regionale, Consigliere Federale Campano Uscente, Commissario Verifica Poteri *Comandante in Capo* ed il resto della compagnia;
2º - Quello composto solo da Carmine Rea
Mi sono sentito solo ed un diverso in mezzo a tanta disattenzione ed indicibile arroganza.
Ma non ho mai temuto questa solitudine, mi stimola ancora di più, e resto sempre orgoglioso di questa diversità !!!
Sono soddisfatto ed onorato di questi risultati.
Essi sono rappresentativi di voci fuori dal coro che esprimono un assolo che ha l'essenza di un concerto.
Ma potevamo fare di più !!!
Ne avevamo e ne abbiamo le potenzialità !!!
Ma, avverto seriamente l'assenza totale e preoccupante dei presupposti di democrazia.
Le persone libere, in tutte le democrazie, ascoltano senza paura alcuna di ritorsioni e senza pregiudizio, tutti i candidati, a qualsiasi schieramento essi appartengano.
L'educazione ed il rispetto di tutti contraddistingue l'uomo libero dallo schiavo e dal suo sfruttatore .....

Vigo Africano 14/11/2016
Caro Carmine,
Non è facile scardinare questo scaltrissimo Sistema, l'Andamento ed il Risultato delle Elezioni in Campania del 12 Novembre, ne sono una testimonianza.
Lo scopo del Sito, nella sua prima veste, era quello di fare SINERGIA con i TIRATORI amanti del Nostro Sport e attenti alla Gestione di chi dovrebbe Organizzarci e Gestirci in maniera confacente alle CARATTERISTICHE DELLO SPORT.
Purtroppo questa SINERGIA non si è verificata per l'abulia degli Iscritti, quasi 1500, ma i partecipanti apertamente alle discussioni e ad eventuali MOZIONI non sono stati più di una cinquantina.
LETTORI TANTI, anche NON ISCRITTI! DIFFIDE PERSONALI ANCHE! ESPOSTI TANTI, risultati pochi per scarso appoggio anche di chi avrebbe dovuto affiancarsi.

Rosa Rosa Gioacchino 14/11/2016 azforum --Sarò strano, ma a me sembra molto curioso che un Gruppo, una Cordata, una *chiamatela come volete* che quasi quasi ritiene di aver già vinto ancora una volta, a 24 ore dalla scadenza dei termini, non annuncia ancora la propria lista dei Candidati?
Sono strano io oppure è strana la faccenda? Che ci siano ancora in atto riflessioni e turbolenze interne?

Vigo Africano 15/11/2016
Sul Sito del C.O.N.I è pubblicato questo video IL TIRO A VOLO

Rosa Rosa Gioacchino 15/11/2016 Tutto fa brodo!

Salzano Giuseppe 15/11/2016 azforum - Giuseppe Salzano : Candidato alla Presidenza della Federazione Italiana Tiro a Volo
La Terza Via
Vecchia Scuola,Innovative Idee
** C’ERA UNA VOLTA IL TIRO A VOLO**
Gentile Presidente ON Luciano Rossi.
Gentile Candidato alla Presidenza Dott. Maurizio Carrara.
Gentili Presidenti e Delegati delle Associazioni Sportive.
Gentili Candidati al Consiglio Federale.
Per i Tre Rappresentanti Atleti e Tecnici, in attesa della proclamazione ufficiale che avverrà in Assemblea Generale Nazionale, sono doverosi i complimenti e gli auguri.
La Candidatura testè esposta, è stata pensata e meditata e, senza alcuna contrapposizione con le due Parti in Campo:Gruppo di Candidati della *Gestione uscente* e Gruppo di Candidati *Centra il Futuro*, riferimento del dott. Carrara.
Affermo innanzitutto,di nutrire grande stima per i Candidati dei Due Schieramenti, ma qualche riflessione sottovoce va esposta. Alcuna contrapposizione dicevo,altrimenti sarebbe stata presentata una Lista. E’ una competizione elettorale per la Presidenza ed, in quanto tale,non deve sfuggire il rispetto delle Regole e dell’ETICA dello SPORT, a cospetto di eventuali critiche. E se esposte con garbo istituzionale, i Candidati dovrebbero occuparsene in modo leale e lungimirante.
La decisione alla Candidatura, è stata coltivata con crescente volontà, in quanto ci sono state, fino ad oggi, proposte di gestione futura NON sufficientemente persuasive.
E ciò, nonostante dall’esterno ci siano stati suggerimenti e spinte per promuovere un Cambio di Direzione della Gestione Federale, affinchè si ponesse fine a** Critiche Posizioni ** e, rimedio al continuo mancato rispetto delle Regole!
Dobbiamo sentire il Dovere di dare attuazione a questo fondamentale Principio Democratico. Non deve essere disatteso!
I Silenzi e le disattese aspettative della pluriennale Gestione Uscente, hanno contribuito a far maturare l’idea di un mio coinvolgimento EQUIDISTANTE, attraverso una serena partecipazione da non intendersi COMPETIZIONE ma, pura disponibilità nell'Interesse del Bene Comune.
Un Diverso Avvenire è possibile, ma solo attraverso un severo Progetto, proposto in modo realizzabile ed autorevole, in Nome di un Documento Politico-Programmatico e Tecnico-Sportivo Puntuale, i cui Punti Programmatici spettano al Candidato Presidente.
Punti ben definiti che soddisfino le aspettative, cui deve divenire poi,**Suo Strumento di Guida**!
AL Consiglio Federale spetta poi,**il compito della verifica della corretta esecuzione del Programma-Tecnico Sportivo e la vigilanza sul buon andamento della Gestione Federale**
Si inizierebbe così a delineare una condivisibile Gestione ,come è nelle aspettative di Tutti.
E questo è il maggior Onere del Candidato alla Presidenza! Di poi l’Onore! Mettere in campo una decisa ed equidistante posizione che debba fare la differenza! E ciò perché è prevedibile la Elezione di un Consiglio Federale **Composito**.
Cordialià.

Valente Pasquale 15/11/2016 Caro sig. Giuseppe Salzano, ho letto con interesse e curiosità il suo scritto dai contenuti condivisibili ed apprezzabile. Come può vedere sono gli stessi del Nostro candidato presidente Maurizio Carrara, pertanto le formulo i miei migliori auguri per il suo progetto di rinnovamento.

Rosa Rosa Gioacchino 15/11/2016 azforum --I PRO E I CONTRO. Innanzitutto gli auguri ed i complimenti a Peppino Salzano per la sua coraggiosissima iniziativa.
I PRO. La presenza di 3 o più Candidati Presidenti agevola le procedure elettorali nel caso che il Presidente uscente e nuovamente candidato non raggiunga il 55% dei voti, cosa che anche io mi auguro vivamente, molto vivamente. Tale percentuale è il minimo previsto dalle norme transitorie del CONI per i Presidenti con casi di pluri-rielezione, come è il caso di Luciano Rossi. In questo caso la norma prevede che si rifà contestualmente la votazione fra i nuovi Candidati escludendo il non rieletto che non può più candidarsi.
I CONTRO. E di tutta evidenza che più scelt a disposizione degli elettori possa far drenare dei voti pesanti. Speriamo che il caso in questione ce li faccia togliere da dove noi speriamo e ci fa comodo!

Salzano Giuseppe 16/11/2016 azforum - Signor Valente,La ringrazio degli auguri che ricambio con stima ed affetto.
Credo che alcuna delle Parti in causa, che voglia l'Interesse del Bene Comune,possa allontanarsi dalla mia condivisa Progettualità,che rimarrà tale e sarà suscettibile solo di Rafforzamenti,ma non di Elisioni!

Salzano Giuseppe 16/11/2016 azforum - GIOACCHINO.Conosco i sentimenti dei Tuoi auguri ed i complimenti e Ti ringazio cordialmente.
La mia non è stata una iniziativa coraggiosa ma,doverosa nei confronti di Quella Grandissima Parte- me compreso, per quanto atteneva il mio ruolo di Istruttore, senza onere di spesa, che Parla con serietà e Dovizia di Particolari,solo e Soltanto per il Bene e l'Avvenire delle Nostre Discipline-TUTTE- e sempre puntualmente inascoltate!

Rosa Rosa Gioacchino 16/11/2016 azforum --PEPPINO. La tua iniziativa sarà pure doverosa, ma è certamente anche coraggiosa, considerando tempi e supporti disponibili.
Se volevi essere ascoltato dovevi ARRUOLARTI! So bene che non lo hai fatto e non lo avresti mai fatto. Fuori ESERCITO -oggi sono buono e non do altra definizione più realistica- si pesa ZERO, come il 2 alla briscola -se non ricordo male-.
Comunque in bocca al lupo!

Rosa Rosa Gioacchino 16/11/2016 ......e dimenticavo di precisare che in certi eserciti si arruolano solo quelli che:....pronto Capo....ho capito.....eseguo....signor si!

Rea Carmine 16/11/2016 Quante belle cose sono accadute e stanno accadendo quest'anno nella nostra federazione.
Cose belle con riferimento alla pura attività agonistica ed in occasione specialmente delle Olimpiadi e dei Campionati Nazionali di Categoria e non solo, i cui meriti vanno soprattutto agli atleti e poi ai loro istruttori federali, che hanno dato lustro alla Federazione Italiana Tiro a Volo ed all'intera Nazione.
Cose belle conseguenti il tentativo spontaneo di una costruttiva ed insolita partecipazione, priva di artificiosi pre confezionamenti, alle sospirare elezioni degli organismi federali elettivi nazionali e regionali.
Un partecipazione esercitata da tanti appassionati ed amanti del nostro sport con una costante, condivisa ed apprezzata dialettica.
Una partecipazione che se pur da sempre legittimata dalle previsioni statutarie, non ha fatto mai riscontrare tante *insolite* e straordinarie adesioni, principalmente nelle candidature.
Credo e ne sono fermamente convinto che sia stata proprio questa attenta partecipazione a momenti di costruttivo dialogo, continuato anche nei salotti virtuali del web, che abbia poi prodotto tali adesioni.
Conoscendo, per tutto quanto ci è dato di conoscere di tutti questi insoliti candidati, esterni ai soliti pre confezionamenti operati dall'attuale dirigenza, personalmente mi sento di dire che essi, indistintamente non siano animati da alcun interesse od ambizione, tantomeno da esigenze di protagonismo.
Sono convinto che essi siano animati da una condivisibile idea di un cambiamento dell'attuale politica della nostra Federazione.
E, come tra l'altro faceva notare l'amico Gioacchino a proposito della terza *insolita* candidatura a Presidente della Federazione, mi riferisco a quella presentata dall'amico comune Peppino Salzano, che ci sono i *Pro e i Contro*.
Ben vengano, entrambi !!!
Ma non ci cambiano di certo la nostra vita !!!
Perché sono certo, allo stesso modo che ho espresso per le stesse altre insolite candidature, che, conoscendo l'amico Salzano, posso poter dire che: sa bene quello che ha deciso autonomamente di fare e cosa può aspettarsi.
Sono convinto che anche lui, in una posizione di equidistanza, sia parimenti animato da una condivisibile idea di un cambiamento dell'attuale politica di una Federazione, chissà per quali motivi, non attenta ai dissapori conseguenti anche della gestione regionale.

Rea Carmine 16/11/2016 Sono sicuro che, in considerazione delle tante naturali convergenze, non ci si potrà aspettare un cambiamento di nessuna delle componenti delle attuali dirigenze.
Credo che ne siano convinti tutti quelli che hanno accettato questa sfida.
La qual cosa non potrà che danneggiare ulteriormente certi equilibri.
Ma il masso che abbiamo tutti assieme spinto, fino a farlo rotolare e cadere in questo (lago) apparentemente calmo, non può non aver rimosso certi preconcetti e non può non aver prodotto una onda anomala che, se non arginata in tempo, potrà produrre più danni di quelli che ci si potrà aspettare, nell'immediato e in futuro.

Vigo Africano 16/11/2016 Caro Carmine,
leggendo i primi quattro capoversi pensavo ad un tuo IRONICO intervento, poi andando avanti ho capio invece la SERIETA' dello stesso, e me ne scuso.
Forse un pò troppo pessimista il tuo successivo intervento. Dobbiamo crederci.

Rosa Rosa Gioacchino 16/11/2016 Alle 14.30 di oggi ancora nessun elenco candidati viene esposto nel sito Fitav e ne sono vivamente sorpreso. Nella finestra dedicata si nota solo un aggiornamento ad oggi, ma non so a quale sottovoce si riferisca.
Stamani leggevo che la scadenza termini sarebbe questa sera -io sapevo il 15- e quindi al massimo domani, ad orario apertura uffici, dovremmo conoscere i candidati della lista Rossi -dire cordata, che non è affatto offensivo, ma rende meglio l'idea, pare che turbi alcuni-. Gli altri candidati sono ormai noti e dichiarati. Sono carte scoperte, facce note e scoperte, per fortuna.

ricciardi silvio 16/11/2016 CANDIDATURA SALZANO . - Ho letto più volte i post che precedono questa mia riflessione:
non si legge in essi se la candidatura abbia il compiacimento di tutti o se la circostanza ha creato apprensione. Certo la presentazione, a tempo quasi scaduto, può essere stata prodotta solo da due momenti psicologici sopravvenuti in exstremis - sicuramente la conoscenza dei segreti del palazzo romano a Salzano non gli consentono di sperare in una impossibile elezione - e cioè: o è nato in lui il bisogno di porre in atto un gesto di ribellione nei confronti di una egemonia inattaccabile, o un tentativo estremo di porsi all'attenzione dei due candidati papabili dimostrando, oltre alla esperienza, grande coraggio ed entusiasmo.
Entrambe le mie inutili ipotesi , però, non combaciano con la conoscenza della persona, che ,nella vita, è stato sempre un attentissimo, più che sagace programmatore a lungo termine e questa decisione mi sembrerà ogni giorno più immotivata ed irragionevole.

Marinangeli Marco 16/11/2016 Mi volevo complimentare con il Sig. Salzano Giuseppe per la sua candidatura e gli volevo dire che se avesse bisogno del gruppo in Facebook del quale sono amministratore, LA FITAV CHE TU VORRESTI, per poter divulgare le sue idee a chi non legge il forum, sono completamente a sua disposizione, se non ha facebook e vuole inviarmi del materiale per email, la mia è marco.marinangeli1975@gmail.com

Rea Carmine 16/11/2016 Carissimo Africano
Hai ragione ! È proprio come dici tu !
Rileggendo quel secondo intervento mi sono accorto anch'io di avere sicuramente evidenziato una sorta di pessimismo che di fatto non mi appartiene e non può appartenere a nessuno di noi!
Proprio per quello che abbiamo fatto, si sta facendo e continuiamo a fare, perché ci crediamo fermamente !!!
Per quello che siamo stati capaci di fare, e per quello che abbiamo messo in atto siamo già a pieno titolo accreditati !!!
E questo ci fa onore !!!
Mi censuro da solo bollando il mio secondo intervento di politichese, perché, credimi, l'ho confezionato apposta per difendere il nostro operato e quello di tanti amici.

Salzano Giuseppe 16/11/2016 azforum - Signor MARINANGELI.La ringrazio dell'attenzione e della cortese disponibilità,significandoLe che se cammin facendo dovessi avere necessità, approfitterò.Cordialità

Vigo Africano 17/11/2016
Ore 14.10 Sito F.I.T.A.V. - Ancora inaccessibili i File specifici relativi alla Elezioni del 17 Dicembre, o meglio riportanti un file di una Classifica fra l'altro illeggibile.
Quindi ancora mistero sull'Elenco dei Candidati alla Presidenza ed al Consiglio Federale.
Forse sono tanti i Candidati e non essendo il Sistema più abituato, dopo che per ben 25 anni non c'è stata mai un alternativa al voto, è andato in TILT.

Rosa Rosa Gioacchino 18/11/2016 test

Vigo Africano 18/11/2016
Sembra che abbiamo ricevuto l'attacco di un Hacker, o io ho svegliato la malasorte avendo ipotizzato malignamente che il Sito FITAV era andato in TILT ed invece ci siamo andati noi.

Vigo Africano 18/11/2016
Questa la Lista Ufficiale dei Candidati alla Presidenza ed al Consiglio Federale.
I primi nove della Lista Consiglieri sono facenti parte del Presidente uscente Luciano Rossi, gli altri 10 sono quelli che appoggiano il Candidato Presidente Maurizio Carrara.
In tale Lista e così nella Scheda Elettorale, a Norma di Statuto, i Candidati vanno elencati secondo la Data di spedizione della Richiesta di Candidatura. Sembra molto strano che nessuno dei dieci Candidati che appoggiano il Carrara, abbiano presentato la loro Candidatura in anticipo rispetto ai primi nove Nominativi!!!

Rosa Rosa Gioacchino 18/11/2016 azforum --Finalmente il tormentone è finito e nessuno ci svelerà mai le tante curiosità che ci sono venute. A causa del nostro black-out, ieri sera non ho potuto commentare la bufala apparsa in rete con una lista Rossi accreditata di ben 4 Vice e con almeno due nomi nuovi di trinca.
Ed invece è conservazione ad oltranza, magari non preventivata, ma indotta dagli eventi. Del gruppo uscente manca solo Walter Gattavilla che, secondo alcuni rumors, pare sia stato l'unico ad accettare disciplinatamente l'invito ad un passo indietro in vista di una indispensabile, abortita sterzata!
Quindi conservazione ad oltranza, ma i due nomi chiamati a sostituire il Gattavilla sono considerati elemente validi e qualificati. Conosco da molto tempo Giacomo Piazza e ne ho sempre apprezzato le qualità dirigenziali ed i modi signorili e pacati. Non conosco Gianluigi Gualini, ma mi dicono molto bene di lui. Quindi da quelle parti si propone un mini, mini rimpasto, ma con persone di buon livello! Meglio che niente!
Il serrare le fila con le vecchie guardie, è un classico della politica di Rossi, ma questa volta si troverà difronte ossi duri e determinati!

Bacco Giuseppe 19/11/2016 Azforum-Non avendo potuto partecipare, ho chiesto informazioni sullo svolgimento delle votazioni del 12 nov. scorso.
In modo paradossalmente scherzoso, me l’hanno raccontato più o meno così.
NOI IN PIEMONTE SIAMO MOLTO PIU’ AVANTI.
Si sono tenute, guarda te la combinazione, in occasione della Gara della Struttura Federale Piemontese.
E poi dicono che per votare bisogna fare chilometri e perdere tempo. Più comodi di così. Fai la gara e voti senza un minimo di disagio e soprattutto senza i costi della trasferta. Certo alla gara potevano partecipare solo gli addetti ai lavori federali che svolgano od abbiano svolto in passato incarichi nella organizzazione territoriale Piemontese: non si può sempre fare bene per tutti ! Il cospicuo numero di semplici comuni tesserati, attestatosi intorno ad uno, qualcuno asserisce addirittura due, che hanno dovuto recarsi sul posto, ha potuto comunque usufruire di un servizio veramente eccellente. Pensate che si è addirittura attivato il voto a -comando vocale-. Ve l’avevo anticipato che noi siamo più avanti ! Avete presente il comando vocale che utilizzate quando colloquiate con il call center, una voce vi propone la domanda: - vuoi accedere al servizio recall ? – basta dire sì ed è fatto. Nel nostro caso, alla domanda: - vuoi tu votare Tizio, Caio, Sempronio? - ti bastava rispondere SI’ ed il sistema provvedeva a terminare l’operazione di voto. Pensa la facilità, eviti di perdere tempo a sederti, ti risparmi la difficoltà di informarti sulle candidature, sui programmi, di fare le scelte, di apporre le crocette, di chiudere la scheda. Fa tutto il sistema, un servizio completo e gratuito, messo a disposizione senza chiedere nulla in cambio. I detrattori ed i criticoni obietteranno senz’altro che la privacy non è garantita ma questi trovano da dire sempre ed in ogni caso e poi la comodità si paga ! I refrattari alla modernità potevano invece usufruire del servizio – guardaspalla - . Bastava accomodarsi nella cabina, no scusate, le cabine non sono state allestite per mancanza di spazio – il TAV Carisio dispone solamente di un enorme salone e due ampie stanze che fungono da uffici - , dicevo, bastava accomodarsi al tavolo opportunamente predisposto per usufruire di una assistenza totale ed impeccabile. Un competente e solerte addetto ti assisteva, da dietro, nell’operazione, ti sistemava il foglio davanti e ti indicava il quadratino da crocettare, volendo lo faceva lui per te. A prova di errore, non si sa mai! Il servizio si è dimostrato così gradito, efficiente, impeccabile e rispettoso delle regole che tutti i partecipanti ed i presenti, candidati e non, hanno manifestato, a posteriori, il loro apprezzamento alcuni anche con lusinghieri commenti sui social. Ci auguriamo che anche le altre regioni prendano esempio, modernizzino i loro sistemi ed estendano il servizio ai loro tesserati. NOI PIEMONTESI SIAMO SI’ PIU’ AVANTI MA NON SIAMO GELOSI DELLE NOSTRE ECCELLENZE.

Salzano Giuseppe 19/11/2016 azforum-ASSEMBLEA FEDERALE ROMA 17 dicembre 2016 – 28 giorni alle Votazioni – Campagna Elettorale
Giuseppe Salzano – Candidato Presidente FITAV – La Terza Via – C’era Una Volta il Tiro a Volo
Curricula

Vigo Africano 19/11/2016
Per Beppe Bacco
In Campania massimo RIGORE FORMALE, ma la realtà era ben diversa!

Rosa Rosa Gioacchino 19/11/2016 azforum   --GATTAVILLA e GLI ALTRI. Io rimango convinto che il Presidente uscente Rossi, aveva, sotto la spinta di tante, concrete e varie motivazioni, intenzione di rinnovare nomi, politica e faccia del suo possibile prossimo Consiglio Fitav. Il proporre Roberto Manno alla sostituzione di Fiorenzo De Rosa quale Consigliere in quota Atleti sembrava un primo passo nel senso sopra indicato. Non conosco Manno, ma sono certo che non può che fare meglio di De Rosa che non lascia alcun rimpianto per aver fatto ZERO  O ANCHE MENO DI ZERO per la mansione a cui era delegato anche perché dedicatosi anima e corpo a servizi comandati, pubblici e riservati, anzi riservatissimi, di corriere e messaggero di fiducia. E forse anche in questi non previsti incarichi  pare che non lasci un grande rimpianto visto che qualche mese addietro Vigo ed io raccoglievamo *non richiesti* lamenti di un Gestore di gran peso che si augurava, in privatissimo naturalmente, di potersi presto liberare di Luciano e Fiorenzo -testuale il tono confidenziale!-
Quindi destituzione di De Rosa, tanto per cominciare. Poi, sembra, che il programma si sia inceppato col rifiuto netto e duro, incredibilmente non preventivato, di alcuni di staccarsi dalla sedia ad eccezione di Walter Gattavilla.
La errata previsione di forti resistenze mi sorprende in uomini che sanno prevedere tutto  e di tutto. Se utilizzi persone per anni ed in funzioni ben delicate, non puoi certo pensare che vadano via senza una sorta di buona uscita. E se li forzi ad uscire ti puoi aspettare anche qualche spiacevole e sgradevole colpo di coda!
E quindi siamo arrivati alla proposta di continuità e conservazione. Amen!

Vigo Africano 19/11/2016
Ricordo perfettamente quel colloquio che immediatamente e realisticamente denominammo *Sceneggiata*. Conferma che abbiamo avuto nelle ultime Elezioni Regionali del 12 Novembre c.a.

Rosa Rosa Gioacchino 19/11/2016 azforum --AFRI. Ricorderai che durante quel colloquio fummo quasi accusati di non fare niente per depurare il Consiglio Fitav, quasi come se noi disponessimo di centinaia di deleghe da usare come le tre carte! Alla fine son convinto che quello sarà sicuramente un voto garantito a Rossi!
SALZANO E CURRICULUM. Bene la pubblicazione qui del suo curriculum, poi doppiato da Rea sui siti FB. È bene che chi ha un voto disponibile sappia a chi darlo e perchè. Quindi ben vengano tutti i curriculum di quanti riterranno di usare anche il nostro foglio. Dovresti farlo anche tu in aggiunta a quanto faranno sul sito Carrara. Melius abundare....
NOTA RISERVATA. Le cene o i pranzi che ho in credito da Peppino Salzano passano a 2. L'ultimo me lo deve per diritti d'autore in * C'era una volta.....*. Anzi dovrebbero passare a 3! Il perché glielo dirò a voce per non passare qui da presuntuoso!

Vigo Africano 19/11/2016
Seguo il tuo consglio: *Melius abundare quam deficere*.
ELEZIONI DEL COSIGLIO FEDERALE DEL 17 DICEMBRE 2016 - ROMA
Essendo Candidato a CONSIGLIERE IN QUOTA A.S., allego un mio breve CURRICULUM

Vigo Africano 19/11/2016
La mia foto (di qualche anno fa!) con i miei cari e vecchi AMICI, potete vederla scorrendo la pagina NEWS di questo sito, in ultimo alla data del 22/01/01.

Salzano Giuseppe 20/11/2016 azforum-ASSEMBLEA GENERALE, ROMA 17 dicembre 2016 -27 giorni alle Votazioni. Campagna Elettorale.
-Gentili Elettori.Gentilissime Elettrici.
Gentili **Interventisti e Lettori**.
Con il cappello introduttivo,che sarà stanard,per significare a me stesso, che sono interventi nella Qualità di Candidato,ovvero, Soggetto Giuridicamente Rilevante e ciò vale per Tutti i Candidati.Quando manca,sono da intendersi mie considerazioni di semplice iscritto al TaVF.
-DELEGHE-RIFLESSIONI. La libera espressione del Voto, è una delle manifestazioni di conquista delle libertà dell'uomo più significativa. E proprio in virtù di tale considerazione, il Legislatore ha sancito che, la DELEGA E' liberamente REVOCABILE!
Ciò in quanto la richiesta di rilascio di delega,vicino o lontano nel tempo,inerente la manifestazione di interesse alla espressione del Voto,potrebbe far nascere nel Delegante dei dubbi,dei ripensamenti.
Lasciando spazio alla immaginazione,sono possibili svariate ipotesi.
- E'possibile che il Delegante al momento della richiesta di rilascio di delega, si sia trovato in condizione di: sudditanza economica momentanea; di uno stato coercitivo dovuto a timidezza ad esprimere il proprio dissenso, circa eventi prima concessi, poi negati e, che abbiano leso il diritto o l'uguagliaza ad esercitare l'Attività all'A.S.;che non abbia avuto la giusta determinazione ad esprimere il dissenso per altre cause; si sia trovato nello stato di preteso rispetto, per posizioni di arroganza ingiustificata,(accaduto, ingiustificatamente, fuori ogni ratio!). Per onore della verità, fu posto riparo, con dovute scuse non richieste. Ed ancora, per rispetto reverenziale a richieste di diritto delle A.S.che vengono scambiate**per grazia ricevuta**, le quali per **quietovivere**, lasciano passare.
Si potrebbe continuare, ma basta ed avanza per rendere l'IDEA.
Quindi ,il DELEGANTE avendo, per legge, il Diritto alla riflessione, se dovesse ricorrere anche solo una delle ipotesi innanzi esposte,ma ce ne saranno tante altre di ragioni,REVOCASSE la rilasciata DELEGA,si presentasse in ASSEMBLEA il 17 dicebre a ROMA per esercitare liberamente il SUO DITITTO AL VOTO! Votando chi vuole,ma lo FACESSE di PERSONA!
E poi sarà entusiasmante! Per la prima volta partecipare e sentire in VIVA VOCE le RAGIONI che plaudono il CAMBIAMENTO E RITORNARE A QUELLO CHE ERA IL LIBERO esercizio dell'attività del TIRO A VOLO….MA UNA VOLTA C'ERA. E l'ATTIVITA', le SOCIETA' LA SVOLGEVANO SERENAMENTE!!!
Io lo ho vissuto pienamente e VERAMENTE,quel periodo.Cordialità

Rea Carmine 20/11/2016 Riporto le risultanze dall'archivio del CONI
La Storia della FITAV
Nota personale: Il Presidente Luciano Rossi che si è insediato a soli 40 anni, è oramai in carica da circa 24 anni. Superando così ogni predecessore e le stesse previsioni dello Statuto Federale Art. 15 comma 4 che prevedono massimo due mandati consecutivi.
Tutto questo, ha portato, proprio come da attentissima e precisa analisi, che mi permetto di condividere e riportare, fatta da un autorevole critico come Gioacchino Rosa Rosa, il Presidente Luciano Rossi, a *la proposta di continuità e conservazione*.
In quanto, *Se utilizzi persone per anni ed in funzioni ben delicate, non puoi certo pensare che vadano via senza una sorta di buona uscita. E se li forzi ad uscire ti puoi aspettare anche qualche spiacevole e sgradevole colpo di coda!*
Aggiungo come considerazione personale che: a questa particolare politica, non può mai conseguire nulla di veramente propositivo e positivo per nessuno, con il fondato rischio di legittimare ulteriormente tanti abusi che sono stati riscontrati anche nella gestione degli organismi regionali !!!
È per questo che il 17 Dicembre, tutte le A.S., devono andare ad esercitare direttamente e libere da condizionamenti il proprio diritto al voto, assieme a tutti i Rappresentanti Regionali degli Atleti e dei Tecnici, nell'interesse incondizionato della Federazione Italiana Tiro a Volo.

Vigo Africano 21/11/2016
IL CANDIDATO PRESIDENTE F.I.T.A.V. MAURIZIO CARRARA INCONTRERA’ I PRESIDENTI DELLE A.S.D.T.A.V. DELLA CAMPANIA, PRESSO L’HOTEL NOVOTEL CASERTA SUD , VENERDI’ 25 NOVEMBRE 2016 ALLE ORE 18.00.
Il Dott. Maurizio Carrara illustrerà il suo Programma e lo discuterà apertamente con i Presidenti delle Associazioni Sportive della Campania.
Al termine della discussione il Dott. Carrara risponderà anche alle domande che gli vorranno porre i Tesserati FITAV presenti, che sono invitati calorosamente a partecipare alla Riunione.

Indirizzo:
HOTEL NOVOTEL CASERTA SUD
S.S. 87 Sannitica Km 22600
81020 Capodrise Caserta (presso Uscita Casello Caserta Sud)
Tel. 0823 826553

Salzano Giuseppe 22/11/2016 azforum - GIOACCHINO.Prometto che entro questa sera farò mente locale per ricordarmi de'**PranCen**.Ma due sono certe,la terza è a 3/4.Va bene ugualmente!

Salzano Giuseppe 22/11/2016 ASSEMBLEA FEDERALE ROMA 17 dicembre 2016 – 25 giorni alle Votazioni – Campagna Elettorale
Giuseppe Salzano – Candidato Presidente FITAV – La Terza Via – C’era Una Volta il Tiro a Volo
Richiesta INTEGRAZIONE ORDINE DEL GIORNO --- ASSEMBLEA . NAZIONALE . Del 17 dicembre 2016

Rosa Rosa Gioacchino 22/11/2016 azforum --PEPPINO. Stai certo che sei a -3! Quando ti dirò il perchè mi darai soddisfazione! Adesso non è il momento di scherzare: maiora premunt! Per tua conoscenza io sono stato Socio Aeromodellista dell'Aero Club Napoli dal '49 al '60. Ricordo fra gli altri De Cristofaro e Poli.

Salzano Giuseppe 22/11/2016 azforum1.3-GIOACCHINO. Nel Tuo del 19 u.s.,come solito,tocchi a largo spettro e pertanto, mi sono preso più tempo.Sono momenti di attenzione e la mia storia politica,portata avanti per decenni, con mio stile,non cambierà! Puntualità,serietà e rigore.Senza dare fastidio,senza chiedere di essere votato....e perchè poi? Nei giorni a seguire spiegherò a me stesso,i motivi.
Per quanto attiene il Gestore di peso,concordo, in quanto i risultati del 12 novembre,del nostro Seggio Elettorale, danno ragione a Te e ad AFRI. Forse avrebbe fatto meglio a scegliere il silenzio!
NOTA RISERVATA.Per quanto attiene pranzo o cena,tocca a Te scegliere,sei il vincitore di una scommessa,che non avrei MAI immaginato di poter perdere! Perché? Lasciamo stare,pago e basta. E' poco dignitoso parlarne!....poi siamo in periodo elettorale,si potrebbe rischiare di scendere troppo in basso! A noi spetta la responsabilità di mantenere alto il tono della discussione. In Famiglia ci hanno inseganato il peso ed il costo della Età...Essa fa Grado!
Per quanto attiene i diritti di Autore, Ti sono dovuti,in quanto è scritto nella *Galleria dei Ricordi*.
Senza offesa di tempi sopraggiunti,**C'era veramente, una volta il tiro a volo**.
IL terzo credito non ti è dovuto e Ti ricordo perché. A giugno scorso decisi di partecipare alla Gara ELICA, che si tenne alla Società Lazio-Roma. Arrivai fuori tempo e decisi di tirare a qualche Elica.Nella occasione ebbi l'onore ed il piacere di fare la conoscenza della Signora Gloria Lombardi,che era in pedana e tiravamo alternandoci..So che in un baleno venisti a conoscenza di qualche elica abbattuta e venne fuori:l'Allievo ed il Maestro e viceversa.
Ma di ciò, ancora dopo circa mezzo secolo non ne faccio mistero.Anzi. Gioacchino.Saluti Cordiali e Buona notte.

Salzano Giuseppe 22/11/2016 GIOACCHINO - Adesso che ho inserito il mio, ho notato il Tuo.Credevo ti riferissi alle Eliche ed al Maestro.

Rosa Rosa Gioacchino 22/11/2016 azforum --PEPPINO. È vero che è un momento di tensione soprattutto per chi come te è coinvolto direttamente, ma, forse, un attimo di alleggerimento scherzoso non fa male. Volevo, infatti, stuzzicarti maliziosamente dicendoti che i Docenti quando stendono il loto curricolo dicono dove hanno insegnato, ma anche dove hanno studiato. Ridi e pensa ad altro ora!

Vigo Africano 24/11/2016
I BUONI PROPOSITI DELLA F.I.T.A.V.
Si avvicinano le Elezioni ed ecco le solite PROMESSE PRE ELETTORALI!!!

Salzano Giuseppe 25/11/2016 azforum-Ho inviato alla Segreteria FITAV la nota che segue.

Rea Carmine 26/11/2016 Pubblico quanto mi sono sentito di rispondere, ad un intervento su facebook, a proposito della seconda lettera inviata alla segreteria FITAV dall'amico Salzano:
All' Esimio Candidato Consigliere Nazionale Bruno Aliprandi

Vigo Africano 26/11/2016
Carmine e Peppe, e vale anche per gli altri, vi ho scritto via e-mail invitandovi a mettere i vostri interventi in maniera breve e inviandomi il resto del testo (molto lungo) via e-mail in formato pdf,doc o jpg, ed io provvederò ad allegarlo, così come mi avete costretto a fare nei vostri due ultimi interventi.
Carmine, in questo modo mi puoi inviare nel documento anche quanto ha scritto la persona alla quale tu hai risposto. Altrimenti non si riescono a comprendere le tue rimostranze.

Rea Carmine 26/11/2016 Africano Buongiorno
Ho sempre operato come dici tu.
Ti chiedo scusa per il frainteso e ti prometto che per il futuro non capiterà più.
Grazie per aver provveduto da solo al recupero del file.
Ti saluto cordialmente

Salzano Giuseppe 26/11/2016 azforum-AFRI,faccio ammenda e mi prenoto.Non è giusto approfittare della Tua pazienza e del Tuo tempo.Vedrai i miei prossimi scritti saranno un pò più lunghi, perchè saranno accompagnati da esplicitazioni traduttive provenienti dall'Ente Spaziale americano - NASA. Mi hanno assicurato che saranno comprensibili a tutti. Saranno in pdf o doc.Grazie.Cordialità

Salzano Giuseppe 27/11/2016 AFRI-Abbiamo sempre parlato di Regole disattese in senso generale,ma nello specfico lo Statuto Federale non veniva consultato. Io nella Qualità, nel progetto del mio programma, ho inserito
**RIFORMARE**lo Statuto e sistema Elettorale,che sarà pubblicato a bresve. Vedi richiesta Integrazione all'O.d.G.della Convocazione Assemblea del 17/12 p.v.-
All'art.5 comma,1;Soggetti della Federazione.
Leggo quanto segue:
La FITAV è costituita da associazioni e da A.S.D....(omissis)
IL comma 3), dello stesso art 5,recita: **Possono far parte della FITAV,in qualità di aderenti,le organizzazioni sportive degli enti pubblici che esplicano un’attività promozionale e propedeutica nel settore del tiro a volo**.
IL comma 4),dello stesso art.5, precisa: **all’aderente si applicano le disposizioni relative all’affiliato,in quanto compatibili, CON L’ESCLUSIONE DEL DIRITTO A VOTO IN SENO A QUALSIASI ASSEMBLEA NAZIONALE FEDERALE**.
IL comma 5),riporta:**I gruppi sportivi delle forze armate,delle forze di polizia e del corpo nazionale dei vigili fuoco,firmatari di apposite convenzionicon il CONI e rappresentati nel comitato sportivo militare,ai fini:seguono lettere a,b,c.
-Forse, mi dovrò rivolgere alla NASA,ammesso che ci riuscirà, per farmi inviare una giusta interpretazione, dell’art.5,commi 3), 4) e 5),come osserva Bruno Aliprandi, o mi darai Tu conforto,per la giusta lettura ?!?!?!!Cordialità.

Salzano Giuseppe 27/11/2016 errata corrige - convenzioni -CON- il CONI,

Vigo Africano 27/11/2016
Sono ormai 16 anni che mettiamo in evidenza le incongruenze e abbiamo fatto i dovuti ricorsi al C.O.N.I. in tal senso. Non mi sembra questo il momento di parlarne. Se quanto speriamo si avvererà ci saranno tante cose da ripigliare.

Vigo Africano 27/11/2016
Quando ho accettato la Candidatura a Consigliere Federale in Quota A.S., la Brochure di Maurizio Carrara: IL NOSTRO PRESIDENTE era già stata data alle Stampe e quindi nella pagina CANDIDATI non appariva il mio Nominativo.
Ho ritenuto opportuno in qualche maniera sopperire a questo inconveniente ed a pubblicare con il Link di cui sopra, la Brochure AGGIORNATA.

ALIPRANDI BRUNO 27/11/2016 Carissimo Salzano, certo, manco la Nasa che forse ha codici extraterrestri, ti potrà dare la giusta interpretazione dei regolamenti Fitav. Pol del resto, uno statuto manipolato , modificato e giostrato ad usum delphini, puoi pensare sia chiaro? In questo quarto di secolo, tutto è stato forgiato in modo tale, che nessuno possa metterci il becco e cercare quindi di avere un diritto, che sia almeno alla pari di chi se la scrive e se la canta. Detto questo, vedo e credo che anche tu, cercandovi chiarezza, hai le tue difficoltà . Credo , passando ad altro argomento, che va chiarito il fatto del perché , non compaia nella lista dei programmi, il nome di Vigo Africano. Purtroppo, il tutto era già in stampa e quindi l'inghippo così si spiega. Con l'entrata di Vigo nel gruppo, abbiamo tutti avuto un'ondata di soddisfazione e di piacere. L'esperienza di tanti anni di trincea è cosa che porterà competenza ed esperienza. Vigo si sa, è noto per la sua esasperata conoscenza degli articoli dei regolamenti, anche nelle loro più velate sfumature. In più, con Vigo , che fa parte del celeberrimo Trio Meraviglie , vi sono altre due grandi figure del tiro, Silvio e Gioacchino, i quali, credo, ci daranno più di una mano a rimettere in sesto gli scempi fatti sullo statuto, riportando la figura del tiratore ad essere nuovamente elettore e protagonista del suo mondo e della sua federazione. Contiamo molto sul loro contributo e sui loro consigli. Esperienza, storia , tradizioni, sono un tesoro che va sempre valorizzato, per poter accumulare ed aspirare a nuove preziose mete vincenti. Tempo fa , scrissi nel sito La Fitav che tu vorresti, un inserto, nel quale era , leggendo bene tra le righe, più che un invito ai nostri tre saggi a partecipare. Parlavo di statuto...di Elica ( forte passione di qualcuno qui dentro ) , di ritorno a valorizzare le nostre tradizioni e i nostri campioni del passato.... e oggi credo che , con grande soddisfazione mia e di tutto il gruppo, il messaggio arrivato è stato più che onorato, da costoro, che con rinnovato vigore ci stanno sostenendo. Speriamo per tutto il tiro italiano, che si possa creare un nuovo stile , basato e rinato sulle antiche tradizioni , di una federazione di tutti e non di un solo e narcisista protagonista , recitante un falso copione , che ha fini tutt'altro che sportivi , per non dire chiaramente fini personali ( non mi azzardo a dire economici) . Cosa c'è di più stimolante per i tiratori, di riessere richiamati ad essere vivi partecipi nella vita della propria federazione? Cosa vi è di più coinvolgente per il tiratore di essere richiamato a votare per le cose più importanti che lo riguardano, senza passare da filtri....(chiamiamoli così semplicemente ) che non sono mai la sua espressione? Cosa c'è di più bello , se non avere alla testa della federazione, un uomo giovane , competente, appassionato e non interessato agli aspetti economici , con il quale vi è alle spalle la voce di chi con esperienza, da consigli ed opinioni derivanti da una vita vissuta per lunghi anni nei campi di tiro? Spero solo che si possa tagliare il traguardo con soddisfazione e portare quel vento nuovo nel tiro , quel nuovo che rinasce dalle ceneri di certi valori persi e scomparsi, ma che tutti auspichiamo . Bruno

Salzano Giuseppe 28/11/2016 azforum-Gentile Aliprandi,siamo in Campagna Elettorale ed ognuno la conduce a proprio modo.E cammin facendo avremo modo di chiarire meglio e bene le nostre distinte posizioni.Innanzitutto un brevissimo passaggio.Forse,è stato chiaro a pochi la mia candidatura alla Presidenza senza alcun cenno.E senza Lista. Penso che in politica,di quella che **c'era una volta**,e quella di cui ci stiamo occupando,la sostanza non cambia oggi, gli esempi a paragone hanno una loro valenza sostanziale.Al Presidente,come al Sindaco,è motivo qualificante il Programma Politico-Amministrativo del periodo stabilito.Per esperienze vissute ,il programma va pensato,redatto e presentato, secondo la conoscenza dell'Avversario,le sue politiche sul territorio,con i punti di forza ed i punti di debolezza.Riconoscendo per stile politico, i meriti e viceversa. IL passaggio che segue, mi deve essere da TE perdonato.Ma Vi è sembrato logico **affrontare** un Presidente con una Gestione, durata 24 anni,e proporre la riduzione di mezza cassa di cartucce all'anno al Tesserato,oltretutto facendo venir meno circa 400.000.00 (quattrocentomila) euro,ad un Bilacio Federale che già langue? Con pochi altri punti di forza? Ed inoltre, facendo troppo spesso cenno** al fatti Più Là **!? Da qui la mia decisione. Ma solo e soltanto perchè statutariamente la Elezione del Presidente non è vincolata al Gruppo Consiliare. Avviene con elezione disgiunda e separata.
Con la mia discesa in Campo, ho voluto dimostrare a me stesso, il contributo di cui, forse, ha bisogo la FITAV in questo momento, con la Collaborazione di un Consiglio Federale Volitivo e Capace e con un Progetto di Programma :Attuabile e Credibile di cui il Conshlio Federale se accettato dovrà FARSENE CARICO.
P.S.-Entro 48 ore sarà inviato in Federazione il Progetto e dopo sarà postato qui.

Salzano Giuseppe 28/11/2016 azforum-ALIPRANDI,in riferimento al Tuo rifermento NASA,inerentemente lo Statuto,dissento con quanto ririeni, circa la chiarezza.
Lo Statuto è ben **formato** per contributo tratto da chi se ne è ben servito.
Esso è chiaro e ben definito ed alcuna difficoltà ho avuto,né avrò, a cercare ed interpretare quello che serve.Solo,devo dire, che quello che serviva ai Candidati ed alla REgolarità dello svolgimento della Assemlea, nessuno se ne è curato ed ho presentato le DOVEROSE ECCEZIONI,alla Segreteria Federale.
Quindi ho scritto nel Programma **lo statuto và riformato**.
Due passaggi fatti da Te, sul Vostro sito, sono stati poco eleganti ed hai avuto da Carmine il giusto riscontro, non Tu,ma il significato che hai voluto dare, con un pò di leggerezza! Acqua passata. Da me nessuno mai, potrà aspettarsi, stilettate fuori luogo e mancanza di rispetto per la PERSONA.
Se nella Qualità,oppure nell'Esercizio delle Sue Funzioni, il Soggetto ha dimostrato incapacità ,con *danni* che poi sono diventati insostenibili, sempre con il doppio DISTINGUO, ho pedissequamente reagito.Come si sa,il mio pensiero lo faccio leggere.Come farò leggere prima del Voto, quanto accadde a Cieli Aperti il 5/6 settembre 2015. cui tutti dovranno sapere.Si parla di Tiro ed è giusto che si sappia ed io nella Qualità di istruttore! Cordialità, Peppino.

Rosa Rosa Gioacchino 28/11/2016 azforum --NASA, BRUNO e PEPPINO. Per fortuna le navicelle sono atterrate da sole e per reciproco volere dei piloti. Ed è bene così. In caso contrario, da vecchio aeromodellista, vi avrei tolto i comandi e vi avrei costretti all'atterraggio sul suolo del garbato dialogo abbandonando l'aria inquinata delle polemiche inter nos!
Paraustielli a parte, credo che dobbiate convenire entrambi che ora più che mai non è ora di contrapposizioni fra fronti diversi, ma con un comune obbiettivo.
Ognuno dica pure liberamente la sua. Purtroppo chi dovrebbe rispondere non risponderà mai finchè gli sarà permesso, dalla incorregibile apatia di noi Tiratori in primis.

ALIPRANDI BRUNO 28/11/2016 Egregio Sig Salzano : Omne trinum est perfectum....

Salzano Giuseppe 29/11/2016 ASSEMBLEA FEDERALE ROMA 17 dicembre 2016 – 18 giorni alle Votazioni – Campagna Elettorale
Giuseppe Salzano – Candidato Presidente FITAV – La Terza Via – C’era Una Volta il Tiro a Volo
PROGRAMMA QUADRIENNIO OLIMPICO 2017 - 2020

Salzano Giuseppe 30/11/2016 azforum - Per doverosa informazione.
Ieri l'altro,giorno 27,mi fu recapitata dalla Segreteria Federale,la Raccmandata della Convocazione alla Assemblea Nazionale del 17 dicebre p.v.,siccome si richiedeva nella Integrazione all'Ordine del Giorno, per la partecipazione ed il diritto alla facoltà d'intervento dei CANDIDATI al C.F.ed alla Presidenza,non menzionato nella Convocazione precedente.
Regola Rispettata. Procediamo,così va bene!
Chi ben comincia è alla metà dell'Opera.
Grazie.Cordialità

Vigo Africano 30/11/2016
Puoi scannerizzarla ed inviarmela, perchè nella mia Raccomandata quella modifica non c'era.

Rosa Rosa Gioacchino 30/11/2016 azforum -- Si PEPPINO, bisogna evidenziarla sottolineando le variazioni. È un passo importante. Io tuttavia sul sito Fitav mi sembra di non aver rilevato variazione alcuna.

ALIPRANDI BRUNO 30/11/2016 Ciao Afri, hai ricevuto la mia email?

Salzano Giuseppe 30/11/2016 azforum-GIOACCHINO,non vorrei si alzasse un polverone per niente,perchè,forse si pensano cose diverse dall'accaduto.
FATTO:la mia richiesta,spiegando a me stesso, i motivi della Integrazione,verteva sul fatto che nel documento di CONVOCAZIONE,**all'Indirizzo** non vi era riportat i **CANDIDATI** siccome sottolineai su questa pagina indirazzata al PRESIDENTE ROSSI,in data 22 u.s.,** Nella lettera di CONVOCAZIONE NON SI fA CENNO AI CANDIDATI,circa la facoltà d'intervenire**.
Invece la Convocazione pervenutami in data 27 u.s.,gentilmente inviatami dalla Segreteria FITAV e firmata dal Presidente,è correttamente indirazzata **- Ai Signori CANDIDATI - LORO INDIRIZZI-**.
Questo è quanto mancava ed era gravemente pregiudizievole **della facoltà di prendere la parola in Assemblea**.
Credo sia stato colmato un errore sostanziale.Cordialità

Vigo Africano 30/11/2016
Era ovvio che la prima convocazione non poteva portare in Indirizzo i Candidati. Infatti quando è stata emessa, ancora non erano state chiuse le Richieste di Candidatura e quindi non erano ancora noti i singoli indirizzi. Una volta chiuse le possibilità di invio delle Richieste di Candidatura e pubblicati i Relativi Elenchi, è stata inviata la STESSA Convocazione precedente ai SOLI Candidati.
Quindi non c'è stata alcuna modifica e nessun errore da parte della FITAV.

Vigo Africano 30/11/2016
Bruno,
Tutto OK, perchè il tuo indirizzo è ancora quello che hai inserito in fase di Iscrizione al Sito.

Vigo Africano 30/11/2016
ARTICOLO PUBBLICATO OGGI SUL SITO FITAV:

Tiro a Volo e Università Politecnica delle Marche

Management Sportivo tra Passione e Professionalità
A San Benedetto del Tronto il 9, il 12 ed il 19 dicembre

30/11/16 - La Fitav e L'università Politecnica delle Marche presentano il corso dal titolo Il Nuovo Management Sportivo tra Passione e Professionalità, in programma a San Benedetto del Tronto nei giorno 6, 12 e 19 dicembre 2016. il corso verrà aperto ufficialmente dall'introduzione del Presidente della Fitav Luciano Rossi e dal Prof Daniele Mantucci. Il primo incontro, quello del 6 dicembre dalle ore 15.00 alle 19.00, avrà come oggetto gli aspetti giuridici, gestionali e fiscali delle Società e delle Associazioni Sportive Dilettantistiche; il secondo, in programma il giorno 12 dicembre dalle 15.00 alle 19.00 si focalizzerà sui profili gestionali e sulle responsabilità legate all'organizzazione di un evento sportivo; il terzo ed ultimo, in calendario il 19 dicembre dalle ore 15.00 alle ore 19.00, sarà incentrato sulla risoluzione delle controversie sportive. Cliccando sul link in basso si potrà consultare il Programma completo.
Qualcuno delle Marche, cortesemente vada a sentire che cosa dirà il Sen. Luciano Rossi il giorno 09 Dicembre alle ore 16.15 ed alle ore 17.30 su:
Le Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche: Aspetti Giuridici, Gestionali e Fiscali.
Poi cortesemente ci relazioni!

Rosa Rosa Gioacchino 30/11/2016 azforum --Ok PEPPINO. Hai fatto bene a chiarire. Almeno io avevo preso fischi per fiaschi.'mmoccà 'o lupo!

Salzano Giuseppe 30/11/2016 GIOACCHINO- Crepi,il lupo.

Rosa Rosa Gioacchino 01/12/2016 I puristi mi hanno tirato le orecchie: l'accento di 'mmòcca va sulla O! Gli ignoranti come me non dovrebbero mai avventurarsi nei dialetti!!!!

Rosa Rosa Gioacchino 03/12/2016 azforum --VIGO AFRICANO, Candidato al Consiglio Federale Fitav per la Lista Carrara.
Per una questione di tempi non coincidenti il nome di Africano non è stato incluso nell'elenco dei Consiglieri nel depliant della Lista Carrara distribuito a Tiratori e Dirigenti di Società. L'involontario inconveniente a me spiace, ma esso ha più un aspetto formale che sostanziale. Son convinto, infatti, che coloro che vorranno votare per la Lista Carrara, CIOÈ PER INNOVARE, sanno bene quali sono i nomi della Lista e faranno le loro autonome scelte.
Tuttavia per scrupolo scrivo questo REMINDER e lo ripeterò qualche volta ancora sino al 17 (per i napoletani il 17 è un numero che porta male, ma ai FORTI E NON AI DEBOLI. Quindi chi deve capire, capisca e faccia pure i suoi inefficaci scongiuri!).
Per mia inderogabile scelta io in FaceBook leggo soltanto. Prego quindi Marco Marinangeli o, meglio, Carmine Rea,al momento meno pressato di Marco, di fare analogo REMINDER su *La Fitav che tu vorresti*
Sul sito Carrara credo che la faccenda Vigo sia comunque ben in vista.

Vigo Africano 03/12/2016
ELEZIONI DEL COSIGLIO FEDERALE DEL 17 DICEMBRE 2016 - ROMA
Essendo Candidato a CONSIGLIERE IN QUOTA A.S., allego un mio breve CURRICULUM

Rosa Rosa Gioacchino 03/12/2016 azforum --CARMINE, grazie per il traghettamento e complimenti per gli aguri di rinnovamento alla Fitav. Rinnovamento più che necessario anzi irrinunciabile. Condivido con te, e come non potrei farlo, il pensiero che Africano potrà essere una grossa pedina sulla via della innovazione. Le sue qualità, la sua esperienza e la sua abnegazione alla causa sono fuori discussione.

Rea Carmine 03/12/2016 Gioacchino era un intervento dovuto e sentito che ho avuto il piacere di poter condividere.
Ma, sento il dovere di precisare che quanto ho ritenuto esprimere per Africano Vigo, Candidato Consigliere, per altrettanto indiscutibili valori, ritengo esprimere per Peppino Salzano, Candidato Presidente.
Sono convinto che, quale **Nuovo Presidente**, possa essere anche lui una componente preziosissima all'interno della FITAV che vorrei.

Rosa Rosa Gioacchino 04/12/2016 azforum --CARMINE. E fai benissimo ad essere fiducioso anche in Salzano. Io penso di poter dire che tutti quelli che hanno vissuto e goduto di un periodo federativo caratterizzato da VERO SPORT E DA UNA CLASSE DIRIGENTE CHE DAVA SOLTANTO (IN TUTTI I SENSI!) ALLA FEDERAZIONE, non possono che dare spunti positivi alla attuale causa comune. E Salzano è uno di quelli! Quindi.....

Salzano Giuseppe 04/12/2016 ASSEMBLEA FEDERALE 17,dicembre 2016-ROMA-13 giorni
alle Votazioni - Campagna Elettorale.
Giuseppe Salzano - Candidato alla Presidenza FITAV - LA TERZA VIA - C'era una Volta il Tiro a Volo.
RIFLESSIONI.
La nostra FEDERAZIONE,in questi Primi 90 Anni,ha raggiunto lusinghieri risultai.
Ci vengono riconosciuti meriti ,per le attività connesse alle varie discipline dello Sport di cui ci occupiamo ed è innegabile che siamo al primo posto nell'universo del Tiro a Volo mondiale.
E ciò vale per il Settore dell'Attrezzo Sportivo; per le Munizioni, l'Abbigliamento etc.
E non da meno,sono gli ATLETI Portacolori delle varie manifestazioni Nazionali ed Inrwnazionali, ovviamente anche per le Discipline Olimpiche. E senza MAI dimenticare il Lavoro che si profonde alle spalle dei vari Atleti, per i quali è supporto indispensabile. Non si vede. Ma c'è.
Il riferimento,ovviamente è agli Istruttori, ai Docenti delle varie branche per i vari supporti scentifici, di cui la nostra scuola ha dato grandi dimostrazioni.
Per molti dei Cicli Olimpici però si è avuta l'impressione che per quanto era stato fatto potevamo essere contenti e ci magnificavamo ogni volta.
E' necessario avere l'idea di porre l'asticella sempre più in alto,centimetro dopo centimetro e, si deve!
Affinchè tutto ciò sia possibile, c'è bisogno dell'interessamento Oggettivo e Soggettivo che, coinvolga TUTTE LE PARTI IN CAMPO.
Sono iniziative di linee programmatiche che abbiamo ritenuto d'obbligo presentare.
In questi anni qualche distrazione di troppo c'è stata e si poteva evitare.
E' fisiologico, che i Dirigenti di una qualsiasi Azienda, con il tempo, possano perdere qualche obiettivo primario e, possono così determinarsi **critiche posizioni**.
Ed è proprio prendendo ad **IDEA** possibile questa RIFLESSIONE,è stato esposto il Progetto di PROGRAMMA per il QUADRIENNIO OLIMPICO 2017 - 2020 pubblicato su questa pagina il giono 29 novembre u.s.,coinvolendo tutte le parti in Campo,PER UN NUOVO IMPEGNO ed un RINNOVATO ENTUSIASMO !!!
Lo Meritano le Associazioni Sportive; lo Meritano gli ATLETI TUTTI ; sono Soggetti di MERITO i RAGAZZI del SETTORE GIOVANILE.
La pubblicazione del Programma e l'invio in Federazione è stato ritenuto un obbligo, nel caso vi fosse il gesto di un invito pubblico, per un sereno e leale scambio di Idee
Cordialità.

Salzano Giuseppe 04/12/2016 GIOACCHINO - Ho postato in questo momento e Ti ho letto.
Innanzitutto grazie della Tua testinionaza. Ed è ciò che andiamo dicendo cammin facendo!
Era solo e soltanto CAUSA ed OBIETTIVI COMUNI! Oggi è più significativo dire per **IL BENE COMUNE**
Ma nel mio di cui sopra qualcosa c'è...solo qualche distrazione ha determinato qualche caso di **CRITICA POSIZIONE**.
Ma credo di poter essere fiducioso...qualcosa,per il bene di TUTTI, dico....TUTT - TUTTI potrebbe cambiare e dare una spinta ad un Rinnovato Entusiasmo.
Cordialità.

Salzano Giuseppe 04/12/2016 Errata corrige. uno scambio di idee **con il PRESIDENTE ROSSI**.

Rea Carmine 05/12/2016 Riporto quanto mi ha segnalato su facebook Pasquale Valente, Candidato Consigliere nella lista *Centra il Futuro*:

**Caro Carmine, gira voce sui campi che Salzano sia stato candidato da Rossi come suo papabile sostituto.....**

E questa è stata la mia risposta che gli ho inviato sempre su facebook:

**Caro Pasquale
Che tra Salzano e Rossi ci sia stato un accordo simile e così diabolico, non mi risulta assolutamente.
La sua è stata e rimane una candidatura inaspettata ed insolita che personalmente ho giustificato allo stesso modo con il quale ho giustificato la mia candidatura e quella di Vigo.
Noi tutti condividiamo la necessità di un cambiamento al vertice ed alla base di questo sistema che ha prodotto solo danni.
Siamo una voce fuori dal coro ma non temiamo di rimare tali.
Tutto ciò che potrà accadere ai fini del cambiamento, ben venga!
Di certo ci auguriamo, in prima analisi, che l'attuale dirigenza vada a casa, a prescindere dall'alternativa che potrebbe venir fuori, dal consenso libero degli aventi diritto al voto.
Capirai che non posso non essere di parte nell'augurarmi che venga eletto Presidente Salzano !!!
Fermo restando la convinzione dell'inesistenza di queste aspettative concrete.
Ma, personalmente, non disapprovo una diversa ma NUOVA PRESIDENZA !!!
Assieme però ad un rinnovato Consiglio Federale ed a una rinnovata Dirigenza Regionale che sappiano dare finalmente garanzie e fatti concreti alla Federazione.**

Rosa Rosa Gioacchino 06/12/2016 azforum --GIOVANNI MARCHETTI, UN VERO SIGNORE!
Sul foglio di *La Fitav che...* è apparso stamane questo intervento di Nino Marchetti, figlio di Giovanni. Lui ha rilevato il contrasto fra le dichiarazioni di allora di Rossi e l'abbarbicamento attuale. Io sottolineo che l'approccio alla Presidenza fra Armani e Rossi è stato diametralmente opposto, quindi nessuna meraviglia...... Avendo poi conosciuto, apprezzato e incontrato più volte Giovanni Marchetti rilevo che Rossi non poteva aveva scelto persona più inadatta ad aiutarlo nel progettato golpe (in perfetta sintonia di intenti -leggi monopolio piattelli!- col socio De Rosa padre) contro Armani! Riporto la nota qui di seguito.

Inizia*
Mi ricordo ancora quando Rossi venne a Montecatini nel 1993 allo studio di mio padre, Avv. Giovanni Marchetti, Vice Presidente Fitav con Giampiero Armani. Chiese l'appoggio del campo di Montecatini (a quei tempi uno dei più belli d'Europa e per cui mio padre aveva dato tutto sè stesso) per candidarsi a Presidente sostenendo che dopo 12 anni il Comm. Armani (grande persona) aveva dato tutto e che la Fitav aveva bisogno di un naturale ricambio. Quando si dice la coerenza....... Ma si vede che con gli anni avrà cambiato idea. Comunque conosco da tanti anni Maurizio, di cui mi onoro di essergli amico, e sono sicuro che sarebbe un grande Presidente per la passione che nutre per questo sport. In bocca al lupo Mau!
*termina.

Giordano Massimo 07/12/2016 Colgo l'occasione per porgere le mie più sentite condoglianze all'amico Mario Pagnozzi per la dipartita della cara madre

Vigo Africano 08/12/2016
IL CAMPANO CONSIGLIERE FEDERALE RAPPRESENTANTE DEI TIRATORI SI RAVVEDE E SI SMACCHIA IN PROSSIMITA' DELLE PROSSIME ELEZIONI DEL 17 DICEMBRE.
Per la Stagione Agonistica 2015 si fece promuovere in I° Categoria senza averne acquisito i titoli previsti. A seguito di un mio esposto in Federazione fu riportato in 2° Categoria.
Per la Stagione 2016 stesso copione, ma non avendo fatto l'esposto che meritava, perchè ormai disgustato dal comportamento antisportivo di quello che avrebbe dovuto rappresentarci, fu promosso in I° Categoria.
Per la Stagione 2017 ha voluto smacchiarsi da quella iterata scorrettezza e nelle proposte per la prossima Stagione Agonistica si è fatto retrocedere in 2° Categoria.
Questa l'unica CONCRETA AZIONE vista in ben Quattro Quadrienni nella suddetta carica. Ovviamente l'INEFFICIENZA nella posizione viene premiata ed oggi il Presidente uscente ROSSI lo propone ancora nella sua Squadra in Posizione di Consigliere Federale in Quota A.S.

ricciardi silvio 08/12/2016 ELEZIONI . - Il rapporto Rossi De Rosa non è sicuramente legato alla attiva collaborazione nella gestione delle regole sportive.
La retrocessione è solo un folcloristico tentativo per far intendere che ci sarà una nuova era nono- stante nulla sarà realmente cambiato.
La tirannide non è sportiva ma economica, e pur di sembrare diversi sono disposti a sceneggiate di questo tipo.
Pensavo, povero illuso, che un considerato Senatore della nostra Repubblica dopo venti anni di respinti attacchi per il suo - e di altri - conflitto di interessi, proprietario di un campo di tiro tra i più importanti D'Italia, avesse preso la decisione di ritirarsi nelle sue proprietà e godersi l'affetto della sua splendida Famiglia e degli eventuali nipotini.
Ma ogni valida argomentazione è priva di valore di fronte ad un ingranaggio socio-economico a cui non intende dare fine, ma, anzi, troverà modo di lubrificare ulteriormente.
Aspettiamo, indifesi, la recensione del primo saluto ai tiratori il !7 p.v ad elezioni ratificate, con tanti buoni propositi che mai si avvereranno....Fin quando Catilina abuserai della nostra pazienza.....ricordarsi come finì !!

Vigo Africano 09/12/2016
IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO
Vorrei ricordare al Delegato Regionale Campania che il Target da raggiungere per la Promozione in I° Categoria erano i seguenti:
Gara a 100 piattelli - 93/100 - Gara ridotta a 75 piattelli - 71/75.
Verificando le Proposte dei Passagi di Categoria della Campania dalla 2° Categoria alla I° Categoria, ho rilevato, salvo miei errori che spero il Delegato Regionale voglia dissiparmeli, i seguenti risultati max raggiunti dai tiratori proposti:
n° 3 Tiratori con Target max 92/100
n° 1 Target max 90/100
n° 1 con target max 48/50 C. Società, non accettabile.

Vigo Africano 09/12/2016
Nell'intervento di cui sopra non ho POTUTO tener conto della Ranking List elaborata dalla Federazione per Regione, in base ai Risultati delle singole Gare inviate dalle Società, fino ad Ottobre 2016.
Quindi i miei dubbi POTREBBERO essere INGIUSTIFICATI, ma resta il fatto che la RANKING LIST emessa dalla Federazione attualmente non è pubblicata, nè nel Sito Federale nè nel Sito Locale, mentre DEVE essere PUBBLICA, perchè ogni Tiratore HA IL DIRITTO di poter controllare quanto le Società hanno inviato e la Federazione ricevuto! In questo caso, se avessi potuto leggerla, FORSE non avrei fatto il mio precedente intervento.

Vigo Africano 09/12/2016
Questo il REGOLAMENTO PASSAGGI/RETROCESSIONI DI CATEGORIA 2016.
La RANKING LIST REGIONALE DEVE essere pubblicata ogni mese entro i 15 gg successivi, per il dovuto controllo dei singoli Tiratori.

Rosa Rosa Gioacchino 10/12/2016 azforum --UOMINI, MEZZI UOMINI, OMNICCHI E QUAQUARAQUÀ! Il grande Leonardo Sciascia ci ha sempre ricordato come nella bella, ma selettiva terra di Sicilia vengono suddivisi gli uomini. E spesso l'agire ed il comportarsi nella vita evita anche lo sforzo di attribuire una classificazione! Tanta pochezza non merita alcuna considerazione!

Salzano Giuseppe 10/12/2016 azforum-GIOACCHINO, nei giorni scorsi, inviai doverosamente il Progetto di Programma prima in FITAV e fu pubblicato su questa pagina poi. Non so se avrai avuto modo di leggerlo.Mi farebbe piacere qualche Tua riflessione. Cordialità.

Rosa Rosa Gioacchino 11/12/2016 azforum --PEPPINO. Certo che ho visto il tuo programma! Purtroppo lo stato attuale delle cose, con una BLINDATURA sempre più stretta e marcata di MALAGÒ, ROSSI & Co., ti fa considerare ogni rimarchevole novità come un apprezzabile, ma inutile sforzo. Capisci cosa voglio dire? Se è vera, l'ultima raffinatissima blindatura è stata la pubblicazione del Calendario senza le Sedi!!! Caspita che cervelli! I Delegati, nell'ansia di vedersi attribuire i bocconi più prelibati saranno più ubbidienti che mai. Io non sono ancora andato a vedere se la primizia è vera o no, ma da quelle menti ti puoi aspettare tutto il peggio che ci sia!

Rosa Rosa Gioacchino 11/12/2016 azforum --FITAV & CALENDARIO. Sono andato a vedere ed effettivamente mancano le Sedi! Ma non solo, nel calendario MANCANO LE GARE DI ELICA. E qui si può ancora una volta sottolineare il disinteresse per una disciplina! E va bene, è cosa riconosciuta, ma a QUELLI DELLE ELICHE la faccenda non interessa??????
Ma che cavolo ci fanno se non difendono almeno l' ELICA? Io capisco che per usufruire di amicizie altolocate in Federazione devono tacere sulle politiche federali al punto da ignorare strumentalmente anche che ci sono le elezioni fra una settimana, ma che si disinteressino della LORO DISCIPLINA mi sembra troppo......
Angelini e Co. cazzeggiate pure, come vi piace dire, ma l'aver vinto tu un bel mondiale -sempre rinnovati complimenti- non risolve I PROBLEMI ELICA, CREDETEMI.

Salzano Giuseppe 11/12/2016 ASSEMBLEA NAZIONALE ORDINARIA-ROMA-17 DICEMBRE.
Campagna Elettorale- 6 giorni alle Votazioni.
GIOACCHINO ed a Coloro che ci onorano di seguire questa pagina.
Si determinano sempre più frequenti posizioni che si allontanano dall'ETICA dello SPORT,per la distorta ottica del favoritismo per qualcuno e se ne scontentano dieci.
E' la solita cattiva politica che si vuole determinare quale deterrente, poco elegante e che alla fine determinano solo cattiva Gestione.
Sono convinto che sono colpi di coda,comunque vada ...c'è celato malcontento e la Gestione Uscente ne è a conoscenza.
Meglio riflettere oggi, che lasciare cammin facendo!
Questa tornata Elettorale dovrà segnare la Pietra Miliare del Nuovo Cammino della Nostra Gloriosa Federazione Italiana Tiro A Volo.
L'ON LUCIANO ROSSI,Uomo Rappresentante delle Istituzioni,Attento,Immancabile Conoscitore, Rispettoso e Garante delle Istituzioni, nella Qualità, non potrà continuare a disattendere la posizione dello stato di Diritto in cui viviamo,sancito dalla nostra Costituzione.Non è pensabile che possa ipotecare per la quinta volta la Presidenza Federale.Cordialità,Continua...

Rosa Rosa Gioacchino 12/12/2016 azforum --ELICA & CALENDARIO. Uno che è più attento di me mi fa notare che in fondo al Calendario provvisorio ci sono elencate le gare di ELICA che attendono tutto, PERSINO LA DATA! Per il Campionato Italiano 2017 sono indicate ben 5 prove come per il 2016.......Allora, sembra quasi tutto normale, ma invece non è proprio così!
Il quadro dice: l'importante era programmare il calendario per le discipline che ci interessano, voi arrangiatevi ad infilarvi da qualche parte come potete; dovete però fare un CAMPIONATO FOTOCOPIA DEL 2016 perchè sgradito ai più, ma gradito ai nostri primi Supportes; si è vero, vi avevamo detto che avremmo considerato e valutato tutti i suggerimenti che ci pervenivano per migliorare il FLOP UFFICIALMENTE RICONOSCIUTO DEL 2016, ma quando i nostri Supporters ci hanno detto che la fotocopia andava bene a loro -ma a loro soli!-, ci siamo adeguati e non abbiamo perso altro tempo!
Il tutto è in pieno regime rossiniano e niente altro potevamo aspettarci!
Quello che invece potevamo aspettarci era LA VEEMENTE REAZIONE DI *QUELLI* CHE DICONO DI AMARE L'ELICA ANZI LE *ELICHE*. Tutti brontolano, criticano, auspicano modifiche e miglioramenti, ma nessuno ha il coraggio di farlo apertamente con una sola eccezione, quelli di Tiro a Volo Forum. Noi lo facciamo ed il nostro dissenso a vergognose pratiche le esprimiamo in pieno viso ed ad alta voce!

Salzano Giuseppe 14/12/2016 azforum - ASSEMBLEA NAZIONALE ORDINARIA - ROMA 3 giorni alle Votazioni- 17 dicembre 2016
Allego: Curriculum - Programma Quadriennio Olimpico 2017-2020 e Relazione.

Rosa Rosa Gioacchino 15/12/2016 azforum --Sabato si celebrerà la regolare, ciclica Assemblea quadriennale Fitav per il rinnovo del Consiglio federale e della Presidenza federale.
Se non ricordo male è dal lontanissimo 1996 che Luciano Rossi ed il suo Gruppo non ricevono alcuna competizione elettorale. Allora ci fu una cordata organizzata, purtroppo frettolosamente, dal toscano Fernando Fanfani, come me reduce dalle esaltanti esperienze della validissima Commissione Tiratori, purtroppo frettolosamente cancellata durante il primo quadrienno Rossi. È chiaro che la voce dei Tiratori non doveva interferire nei programmi del Gruppo Rossi. Allora, dico ancora per la obbiettività, la Cordata Fanfani puntava solo ad un ricambio dei Consiglieri uscenti con altri senza interessi economici nel Tiro, ma condivideva la candidatura Rossi alla Presidenza, considerandolo personaggio con i numeri giusti!
Sabato viceversa il Gruppo Rossi dovrà per la prima volta confrontarsi con una cordata ben strutturata e guidata da Maurizio Carrara. Alla Presidenza concorreranno anche altri due candidati, Salzano e Berrettini, che certamente contribuiranno a vivacizzare il consesso.
Io non sono in grado di ipotizzare i risultati del prossimo sabato e credo che nessun altro sia in grado di farlo. Di una cosa sono certo. È che da domenica la Fitav, chiunque la guiderà, avrà comunque e necessariamente un volto nuovo, un diverso e più equilibrato occhio anche ai diritti dei Tiratori e non solo ai troppo privilegiati Gestori! E spero di non sbagliarmi!

ricciardi silvio 16/12/2016 ELEZIONI

ricciardi silvio 16/12/2016 La speranza che ci sia una presa di coscienza nell'orientamento dei gestori, per la sostituzione del vertice Unico Fitav, rimane tale sapendo essi che i benefici di cui hanno goduto in questi anni,vengono automaticamente rinnovati.
Quella che potrebbe essere una soluzione di compromesso molto intelligente potrebbe essere rappresentata dalla elezione di un numero di consiglieri della cordata sfidante che rappresenterebbero un gruppo di controllo alle iniziative di Rossi.
Ovvio che il mio auspicio sarebbe vedere il Presidente alle prese con Vigo Africano, conoscitore profondo non solo del regolamento sportivo, ma della gestione regolare e controllata di importanti organismi nazionali.
Mi basterebbe quello e sarei tranquillo per il ritorno al rispetto che è dovuto ai tiratori, sfruttati sostenitori tenuti sottomessi perchè amanti del nostro splendido sport.

Rea Carmine 17/12/2016 FITAV
Assemblea Nazionale Ordinaria
Roma 17 Dicembre 2016
Totale Aventi diritto al voto: 437
Percentuale presenti in prima convocazione: 96,34%
ASD presenti direttamente: 152
ASD presenti per delega: 215
Rappresentanti Atleti e Tecnici: 54
Aventi diritto al voto assenti: 16

Rosa Rosa Gioacchino 17/12/2016 azforum --Complimenti al Presidente Rossi per la riconferma sua personale e del suo Staff alla conduzione Fitav. I numeri ottenuti dalla sua lista non lasciano adito ad alcun dubbio sul gradimento espresso dagli elettori.
Per me rimane tuttavia in campo l'augurio che da domani la Federazione inauguri una nuova linea di maggior equilibrio fra le componenti che gli danno alimento.
Anche se gli attribuisco da tempo alcuni aspetti negativi di conduzione federativa, ho sempre pensato e detto pubblicamente, che l'acume di Luciano Rossi non si mette in discussione. Son quindi convinto che lui è perfettamente conscio che una sterzata ci vuole ed è tempo di farla.

Rea Carmine 17/12/2016 FEDERAZIONE ITALIANA TIRO A VOLO
Risultati Assembla Nazionale Ordinaria
Sabato 17 Dicembre 2016

Questi dovrebbero essere i risultati elettorali:

Presidente Eletto
Luciano Rossi Voti 383
Voti Riportati dagli Altri Candidati a Presidente
Maurizio Carrara 29
Giuseppe Salzano 1

Consiglieri in quota A.S. Eletti - Voti
Croce Bonomi - 270
Fiori Paolo - 258
Dubbini Sergio - 241
Avveduto Rosario - 262
Visconti Aldo - 245
De Rosa Fiorenzo - 264
Forti Fabrizio - 263

Consiglieri in quota A.S. Non Eletti - Voti
Piazza Giacomo - 88
Gualini Gianluigi - 36
Valente Pasquale - 16
Pertile Cesare - 3
Mosca Franco - 21
Gallucci Maurizio - 19
Rossi Riccardo - 31
Verdiani Roberto - 11
Aliprandi Bruno - 23
Marazia Bruno - 11
Pignataro Massimo - 14
Vigo Africano -14

ALIPRANDI BRUNO 18/12/2016 E' notte fonda, me ne sto qui con la mia pipa, il mio tabacco preferito e con un buon bicchierino di passito da sorseggiare. Questo è uno dei modi per coccolarmi , per medicare e consolarmi da una giornata che ho vissuto nel mondo del tiro. Un mondo che ho amato e che continuerò ad amare ma nostalgicamente. Ho rincontrato tanti amici che non vedevo da tempo, ho incontrato persone che mi hanno dato molto piacere per i tanti momenti passati nelle gare, sia da tiratore che da responsabile Fitasc. Ho incontrato i miei amici del gruppo di Carrara, con i quali abbiamo concorso in queste elezioni. Maurizio, uomo di grande valore, si è proposto come nuova alternativa. Luciano, si è riproposto per continuare il suo incarico. Si è avuta anche, la candidatura dell'amico Salzano . Fino a qui tutto bene, ma ora devo dare un sorso al mio dolce vino, per togliermi quell'amaro di bocca che mi sono portato a casa e che credo non riuscirò a togliermi dal cuore. Ho visto , purtroppo,quello che non è e che non dovrebbe regnare in una federazione sportiva. Il presidente uscente, di prassi, solitamente e sportivamente, da il saluto a chi si presenta come antagonista, magari rivolgendogli anche un sorriso ed una stretta di mano, scambiandosi vicendevolmente il più classico e sportivo in bocca al lupo. Questo non è avvenuto, un clima di astio e di nervosa tensione regnava e padroneggiava sul banco del presidente Luciano. Capisco gli interessi in ballo , capisco le tensioni per l'elezione, ma cari signori, ci si è dimenticati che il contesto non era ne politico e ne d'affari , ma bensì era un contesto SPORTIVO. Da chi è alla testa di un movimento sportivo, ci si aspettava l'esempio della messa in campo di certi valori e di un minimo di fair play , tra amanti di una federazione, anche se con vedute differenti. Non si può , prendendo la parola, sbandierare i valori dello sport, osannati nella propria figura e ribadendo decisamente che tali valori di lealtà, sono portati in campo internazionale ponendosi ad esempio, se poi in casa tua, ti mostri altra persona. Mi chiedo quindi : ma del Luciano che ho conosciuto nel 93 che cosa resta? Resta solo quello che vedo, un uomo di ambizione smisurata, di arroganza infinita e con non più un vero senso sportivo nell'animo che lo porti a dare rispetto agli avversari e a tutto il mondo dei tiratori. Lo ha dimostrato il discorso fatto, dove dava appuntamenti futuri , parlando come se già fosse eletto e fregandosene di tutto il contesto, non ponendo così rispetto ai candidati ed agli elettori. Lunghissimo il suo parlare, dandosi meriti e facendosi unica immagine di merito per le medaglie conquistate, Un inciampo lo ha fatto, quando cita, senza ritegno, la sua nomina a vicepresidente ISSF a Monaco. Forse, nella sua passione per il tiro, in quella giornata di conquista della nomina, si è dimenticato che il suo posto ed il suo dovere prioritario, non era a Monaco e verso una federazione di 20 mila tesserati ma doveva essere a Roma, al senato a votare cose ben più gravi e serie , che incidevano gravemente sulla vita di tutto il paese Italia. Ma questo è passato inosservato e non considerato dalla numerosa assemblea del tiro. Questo fatto lo reputo grave... ma tra filmati di medaglie e inni nazionali, per campioni olimpici, nessuno viveva e ragionava sul dialogo profuso con un enfasi e con una teatralità recitativa, che il buon Luciano sa sfoderare nei momenti topici. Segue il discorso di Carrara, ricco di contenuti e di stile, uno stile rispettoso per tutta l'assemblea e per l'antagonista. Un discorso troppo elegante, troppo educato, troppo cerebrale, per quel contesto appena infervorato dal filmato di Rio. Tali parole, venivano apprezzate da molti presenti, con un caloroso applauso. Segue poi il candidato Signor Salzano. Qui si apre un episodio increscioso e che da un Luciano Rossi, non mi sarei mai aspettato. Salzano, tesserato della federazione, credo da più di 45 anni, inizia la sua esposizione con difficoltà, per un microfono mal funzionate . Si è dilungato, forse un po', sulla introduzione degli argomenti, e mentre stava iniziando a toccare il nocciolo della questione sul conflitto d'interessi, viene tacitato dicendo * Signor Salzano, i suoi 10 minuti sono terminati* . Stupore, 10 minuti e basta? Possibile che dopo esserci beccati 45 minuti di sermone e in più un filmato, il presidente Rossi Luciano, non abbia sentito il dovere cavalleresco, verso un suo anziano tesserato di lasciargli terminare il suo pensiero? E non mi si tiri in ballo il regolamento ... Possibile che dopo aver preteso rispetto per l'istituzione federale, le istituzioni federali non hanno saputo concedere 10 minuti in più per terminare il discorso rispettando così un uomo che esprimeva concetti costruttivi per la sua federazione? Possibile che non si è guardato al personaggio, che alla federazione ha dato decenni di tesseramenti ed anche impegno dirigenziale nel suo ambito? Orbene, il Signor Salzano, non ha fatto nessuna rimostranza, ma con stile fermo e deciso, si è tacitato ponendo lo scritto del suo discorso sul tavolo del presidente dicendo * Ecco, legga il termine di quello che dovevo dire* . Gesto di classe , gesto di uomo di principi, gesto di chi rispetta le regole...ma tutto questo, manco è stato capito e apprezzato! La riprova ne è che il brillante Luciano, prende il microfono e replica al discorso di Salzano, difendendosi . Ma è la federazione descritta, di qualche attimo prima e tanto blasonata , decantata e ricca di valori, che pretende rispetto e stima ...o è la federazione di cui il padrone è solo ed unicamente il signor Rossi Luciano? Ma mi chiedo, si doveva arrivare a cotanta maleducazione e a cotanta dimostrazione da Marchese del Grillo ? Gli anni dati alla federazione, il lavoro fatto per lei, contano solo se sono dell'Esimio Signor Rossi o contano anche quelli degli altri? Il rispetto, caro novello Presidente , è un pregio che hanno innato, solo chi è nobile nell'animo, e purtroppo non lo si compra e non lo si fabbrica come stampare piattelli. Questo episodio , mortificante per l'amico Salzano, è l'amaro che mai mi sarei aspettato di portarmi nell'animo, confezionato da un padre padrone di una federazione che ho amato e che oggi amo ancora. Credo che per essere un grande presidente , non servano innumerevoli medaglie per pavoneggiarsi e per esibire , frutto in pratica di un lavoro tra tecnici e tiratori, ma serve ben altro.... servono valori sportivi da onorare, servono dimostrazioni di rispetto e serve il buon senso. Forse oggi , avere tre persone che si presentavano alla presidenza dopo 24 anni, è un segnare che dovrebbe far riflettere! Un segnale uguale a quello che ha dato l'assemblea, dove hanno trionfato le deleghe e non la presenza dei presidenti di società. Purtroppo 24 anni di insediamento hanno creato padronanza , hanno creato un sistema e hanno creato una blindatura! Onore a chi si è presentato con coraggio sportivo e pulito da altri interessi, per tentare e dire di voler cambiare. Ma che cosa si crede? Si crede che chi si è candidato non sapeva di cozzare contro ad un muro di gomma?Non sapeva che il sistema monopolistico padronale era impenetrabile? No signori ,come diceva Totò, * Cà nissciuno è fesso ! * l'esito lo si dava già per scontato, ma però, costoro hanno avuto un coraggio ammirevole ,nel denunciare che le cose vanno cambiate. Inutile poi, il discorso populistico conclusivo del vincitore , di tirare in ballo offese alla federazione, offese personali e offese famigliari... questa è spazzatura teatrale , di un attore consumato, che oramai sa accattivarsi il pubblico con gigionerie e artifici da guitto . Le offese vere , per lo sport ed il suo mondo, sono state per contro, quelle delle deleghe ritirate a settembre, di aver divulgato la data falsa delle elezioni a marzo per poi in ottobre indirle a metà dicembre . Le offese, sono i concreti conflitti di interesse, previsti e citati nello statuto, che vengono taciuti e tollerati da tutti. Interessi che vengono protetti anche da istituzioni...e lo sappiamo tutti, per averlo toccato con mano. Queste sono le vere offese concrete e serie ! Concludo il mio solito sermone , che da molto non imbratta questo forum, dicendo solo una cosa, ai Carrara, ai Salzano, che fieramente e coraggiosamente hanno lanciato il loro grido di insoddisfazione : *I grandi uomini si misurano da ciò che danno e non da ciò che ricevono ! * Voi due, oggi avete onorato veramente lo sport e i suoi significati e a voi va la nostra stima. A Luciano, non dico nulla.... dico solo che vorrei almeno, ritrovare il Luciano degli inizi , il Luciano dei grandi progetti , il Luciano di un'umiltà vera , priva di arroganza e che sapeva rispettare i tiratori...senza interessi! Bruno

Rea Carmine 18/12/2016 Bruno: Non ho parole e non oso aggiungere altro.
Sei un persona incantevole ed eccezionale.
Ti rinnovo un sentito augurio di un sereno Buon Natale.
Con Stima
Carmine Rea

Vigo Africano 18/12/2016
17 Dicembre 2016
UNA OVAZIONE
Il risultato non lascia dubbi sull’INTESA tra il PRESIDENTE e le ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (A.S.D.) accorse o PRECETTATE in massa o per delega con ben il 96,34 % di presenza.
Ma il MONDO DEL TIRO A VOLO è rappresentato da un altro FONDAMENTALE ATTORE, indicato nello Statuto della nostra e di tutte le Altre Federazioni affiliate al C.O.N.I. e mai CITATO o RICORDATO durante tutta l’Assemblea odierna:
IL TESSERATO
Ed allora nessuna verifica è stata fatta, in tutti questi Quadrienni, se questa INTESA è confermata dalla Base, LINFA di questo SPORT, rappresentata da ben oltre 20000 (ventimila) iscritti. E certamente non sono sufficienti i 54 (cinquantaquattro) Delegati Rappresentanti dei Tiratori eletti (si fa per dire e con il solo 30% di affluenza, dei quali principalmente per Delega, nelle Sedi elettorali) in ambito Regionale ed aventi Diritto al voto, guarda caso, per la sola carica alla Presidenza, in Sede Nazionale
Quanti di quei Presidenti di A.S. presenti (156) e votanti per DELEGA (252) hanno interpellato e richiesto la volontà dei propri SOCI? Quante di queste A.S. si è attenuta al suo Statuto Sociale (redatto secondo il Modello richiesto dal C.O.N.I.) di effettuare ogni anno almeno un Assemblea all’anno con i propri SOCI?
Quanto sopra CONFERMA che il SOCIO – TESSERATO è unicamente UN CLIENTE. Eppure qualsiasi RICERCA di MARKETING si occupa innanzi tutto della CUSTOMER SATISFACTION, ovvero della SODDISFAZIONE DEL CLIENTE. Nel nostro caso, ed in questa ASSEMBLEA del 17 Dicembre 2016, questa attenzione è stata riservata al DIALOGO ed ai RAPPORTI tra i soli due ATTORI: PRESIDENTE DI FEDERAZIONE e PRESIDENTE DI SOCIETA’, ovvero DITTA e ADDETTI COMMERCIALI della stessa.
Il Presidente LUCIANO ROSSI, riconfermato per l’ennesima volta, si occupi ANCHE del CONTROLLO E RISPETTO da parte dei suoi ORGANI TERRITORIALI e delle A.S.D. AFFILIATE degli Statuti e dei Regolamenti da lui stesso RATIFICATI, altrimenti continueremo ad evidenziare il DECADIMENTO della VERA ESSENZA SPORTIVA DELLE NOSTRE DISCIPLINE.

luongo giacomo 18/12/2016 Mi associo all'amico Carmine,dispiacendomi ancora che ieri non sono potuto essere presente a Roma.
Lancio un sasso nel lago,visto che l'attuale fitav è blindata non sarebbe possibile una nuova federazione tiro a volo?

de Maria Giovanni 18/12/2016 seguendo l'evolversi della assemblea elettiva 2016 il presidente uscente ci ha dato una lezione di come funziona la MAFIA strafottendosene di tutti i divieti per una legale eleggibilità (vedi i conflitti d'interesse,la non eleggibità per più di 2 mandati consecutivi,ed altro )con oltre 250 deleghe in portafoglio ed uno stuolo di lecchini presenti in assemblea e riuscito con un golpe come successe alla sua prima elezione ai danni del PRESIDENTE GIANPIERO ARMANI a rimanere incollato alla sua poltrona.(guarda caso con solo 66 società che non lo hanno votato,proprio come avvenne con ARMANI).La cosa che mi lascia perplesso è che il CONI non interviene e lascia passare queste irregolarità.Malago svegliati che per troppe permessività potresti avere dei problemi.Il troppo è troppo

Vigo Africano 20/12/2016
Per una vostra valutazione e commento vi allego una Tabella di Sintesi dei Risultati delle Votazioni del 17 Dicembre 2016.
Per una strana, ma emblematica COINCIDENZA, i Voti ottenuti dal Candidato Luciano Rossi (383), corrispondono esattamente al numero delle Società Affiliate con Diritto di Voto.
In questi ultimi Quadrienni ho battezzato queste Elezioni con l'aggettivo BULGARE, quest'ultima andrebbe identificata come ELEZIONE VOLUTAMENTE PILOTATA!
I TIRATORI dovrebbero sentirsi totalmente OFFESI da questa assoluta INCURANZA alla loro REALE RAPPRESENTATIVITA'.
Per la Regione Campania le Elezioni del 12 Novembre, hanno palesemente evidenziato lo scorretto utilizzo delle Deleghe ed il preambolo alle Elezioni del 17 Dicembre del dovuto Controllo di validità delle stesse.
Nella Hall dell'Albergo, in cui al piano sottostante era situata la Sede Elettorale, l'uscente Consigliere Federale in Quota ATLETI, in possesso di un consistente malloppo di Deleghe, le distribuiva oculatamente agli Elettori Fidati o Agnostici. Lo stesso Consigliere ha collezionato ben 264 (secondo eletto)nell'Elezione di Roma del 17 Dicembre per la nomina di CONSIGLIERE FEDERALE IN QUOTA A.S.
Se tanto mi da tanto, nel 2018 questa volta si farà promuovere in Categoria ECCELLENZA per meriti ELETTORALI.

Piti' Nicola 21/12/2016 Buongiorno ho fatto una domanda sull'altro forum scritto in rosso che trattava argomenti tecnici ma non ho ricevuto risposta, infatti ho visto che l'ultima domanda l'ho fatta io nel mese di Novembre 2015 chiedo quel forum è chiuso.
Cordiali saluti

Vigo Africano 21/12/2016
Il Tema *Angolo per l'approfondimento .........* non è assolutamente chiuso e tantomeno questo FORUM, che resta sempre uno SPAZIO a disposizione di tutti gli Iscritti.
Mi spiace che sia Vincenzo Pandico e sia io non abbiamo risposto in toto alla tua domanda dell'Agosto 2015. Provo a rileggerla ed a completare con quanto è nelle mie competenze.

ricciardi silvio 22/12/2016 NATALE 2016 . - A tutti i nostri lettori insieme agli auguri più fervidi per il Natale e le prossime feste, un segno della mia gratitudine agli amici che ci hanno sollecitato risposte su argomenti tecnici e regolamentari.
Nonostante molti di Voi non compaiano nell'elenco dei nostri iscritti, saremo comunque onorati di sentirci furtivamente contattati, anche se preferiremmo conoscere le vostre intelligenti opinioni.
Voglio anche porre in chiaro che il nostro impegno di controllo e denuncia, per le eventuali negazioni dei diritti dei tiratori, saranno costantemente poste in rilievo, nella speranza che si ritrovi il giusto rispetto a cui hanno diritto tutti gli innamorati - e finanziatori - del tiro.
Ed ora affilate le armi per le gare del 2017......ci vedremo sui campi !!

Salzano Giuseppe 22/12/2016 azforum-ALIPRANDI.Gentile BRUNO,a breve riscontrerò il Tuo del 18 u.s.rimasto inevaso per miei impegni.
Esporrò qualche riflessione dovuta, per varie interpretazioni date alla **supremazia dei numeri** mostrata dal Presidente Rossi, rieletto per il Settimo Quadriennio Olimpico, senza soluzione di continuità, e questo potrebbe non essere un demerito!
Scherzando,si può esporre una simpatica assonananza. Noi abbiamo avuto per Sette volte il Presidente Rossi, a ROMA.Una leggenda....
Altra leggenda; ROMA fu fondata da 7 RE ...lo stesso numero 7 ed ebbe inizio circa 7 secoli A.C.prima della fondazione della Repubblica S.P.Q.R.-
Presidente in tanta Tragedia un pò di scherzo è d'obbligo,visto che Lei parlò,a sproposito, molto fuori posto, di attacco alla FEDERAZIONE.
Ma pian piano, con razionalità e con il Suo contributo, va chiarito questo torbido concetto espresso, che ha fatto male.Molto male,solo a chi ne ha colto il significato!!!!!!
IL Presidente Renzi,e non solo,di tanto in tanto dava l'Onore di dare risposte sui Social.
Qui da noi, non si possono commettere abusi per la garanzia che si ha, con pass.etc.
Ci dia l'Onore di farsi una **passeggiatina**credo che possiamo riceverlo.Ne possediamo le qualità.Cordialità

Rosa Rosa Gioacchino 22/12/2016 azforum --GIACOMO. 2 FEDERAZIONI ci sono già, la Fitav e la Fidasc, entrambe affiliate al CONI. Credo tuttavia che la concorrenza fra le due possa effettuarsi solo per DISCIPLINE NON OLIMPICHE. E anche in quelle non Olimpiche le discipline devono comunque differenziarsi in qualche cosa. Forse Africano potrà essere più esaustivo e preciso di me. Io ti faccio un esempio che mi è più congeniale. La Fidasc può sicuramente gestire in Italia attività nazionale ed internazionale di Elica nella variante FAN 32 normata dalla loro Federazione internazionale, la FEDECAT. Credo però che non possa utilizzare bersagli e impianti legati a Fitav-Fitasc e credo anche che non lo voglia!

D'Aloja Gianfranco 23/12/2016 Gioacchino Rosa Rosa su SPAZIOAPERTO pone la questione della concorrenza tra le due Federazioni che governano gli sport praticati con fucili da caccia e da tiro, in particolare relativamente alla disciplina denominata da una di esse *Elica* e dall'altra *Fan 32*. Fermo restando che le due discipline, seppure sostanzialmente identiche salvo qualche piccola differenza nei regolamenti e nella struttura del bersaglio, sono due cose distinte legittimamente governate da Federazioni nazionali ed internazionali distinte fra loro, si pone il problema se una società di tiro, affiliata ad entrambe le Federazioni nazionali di cui sopra, possa usare gli stessi impianti per organizzare gare appartenenti sia all'una che all'altra sfera di competenza. A lume di naso mi sento di poter affermare che non possa farlo, se non altro per una questione di correttezza nei riguardi di una delle due federazioni che contribuisca anche finanziariamente alla realizzazione ed al mantenimento degli impianti delle singole società. Forse Vigo può dire una parola definitiva al riguardo, ma si desidera un parere anche da chi ogni tanto voglia evadere dal cazzeggio.

Rosa Rosa Gioacchino 23/12/2016 azforum --GIANFRANCO. Le tue considerazione circa le limitazioni mi sembrano sensate anche se è giusto verificarle. A me sembra di maggior peso un altro aspetto: PUÒ UN TIRATORE TESSERATO FITAV E FIDASC FARE GARE ELICA E-O FAN 32 INCROCIATE SENZA INCORRERE IN SANSIONI DA PARTE DELLE FEDERAZIONI CONTRAPPOSTE? Io penso di si, a rigor di logica, essendo le 2 Federazioni affiliate allo stesso Organo Nazionale Superiore, il CONI. Comunque credo che il quesito si possa e si debba porre appunto al CONI. Per Elica-Fan 32, come sai, il problema CAMPI non esiste. Basta avere una CLUB HOUSE con abbastanza spazio disponibile che anche un quadricampo lo metti su senza tante opere. Figurati un efficiente bicampo. Le macchine si poggiano a terra -ed oggi di nuove ed usate ne trovi a vagoni-, per la rete bastano dei paletti di sostegno ben infissi in terra e poi poco altro.
E, francamente, io penso che tanti italiani sarebbero ben felici di gareggiare su un bersaglio più o meno nuovo, ma tornando a regolamenti, programmi e metodi collaudati da tempo!

Vigo Africano 23/12/2016
Non sono preparato momentaneamente a rispondere alle vostre richieste, lo farò ad ANNO NUOVO, perchè adesso sono impegnato con tutta la Famiglia che in questi giorni si riunisce a casa mia per le Festività. Voglio godermi i nipotini che sono venuti da Milano e che non vedo da quattro mesi.

Rosa Rosa Gioacchino 23/12/2016 .....e ci mancherebbe!

D'Aloja Gianfranco 23/12/2016 Ricordo a Gioacchino che nel recente passato i tiratori tesserati FITAV che hanno partecipato a campionati di Fan 32 non sono stati sanzionati dalla nostra Federazione, nonostante i moniti della FITASC, né mi risulta che Statuto e Circolari FITAV vietino ai propri tiratori di partecipare a gare di Tiro a Volo (ché tale si può definire, oltre al Fan 32, il Training Sporting, già in funzione in Italia) organizzate da FEDECAT o da società regolarmente affiliate alla FIDASC. Io penso che se ci dovessero essere reazioni da Parte della FITAV queste riguarderanno i rapporti tra detta Federazione e le società ad essa affiliate che adottassero il Fan 32.

Rea Carmine 23/12/2016 Auguro a Tutti un Sereno Natale ed un Felice Anno Nuovo

Rosa Rosa Gioacchino 23/12/2016 360 gradi di AUGURI!

Vigo Africano 24/12/2016
BUON NATALE E FELICISSIMO ANNO NUOVO A TUTTI.

D'Aloja Gianfranco 24/12/2016 Buon Natale a tutti quanti.

Salzano Giuseppe 24/12/2016 Grazie Altrettanto, Ricambiando ed Estendendo gli AUGURI a Tutti, come i Loro Cuori Desiderano.

D'esposito francesco 24/12/2016 AUGURI OTTIME FESTE A TUTTI...arrivederci sul CAMPO

Vigo Africano 27/12/2016
Purtroppo per un certo tempo Gioacchino Rosarosa avrà difficoltà a patecipare interattivamente al Sito.
Ieri pomeriggio a Napoli, dove era venuto per trascorrere il Natale, è stato investito sulle strisce pedonali da una motocicletta, riportando alcune fratture. Attualmente è ricoverato in ospedale e venerdi dovrebbero intervenire chirurgicamente.
Appena in posseso di altre notizie, vi aggiornerò.

Bacco Giuseppe 28/12/2016 Sono vicino a INO in questo momento di difficoltà. Lo risentiremo presto più agguerrito che mai ! Forza amico mio !

Papararo Giuseppe 28/12/2016 - Caro Gioacchino, facciamo tutti il tifo per te. Come sempre ti sono vicino. Auguri di una pronta e completa guarigione al mio GRANDE VECCHIO SAGGIO. Peppino Papararo.

Rea Carmine 28/12/2016 Caro Gioacchino: Purtroppo sulle nostre strade accade di tutto e sono molto frequenti questi episodi poco piacevoli.
Sono sicuro che saprai superare anche questo momento di difficoltà.
Auguri di una pronta guarigione.
Carmine Rea

Salzano Giuseppe 28/12/2016 Ma vedi un pò.Attraversa sulle strisce pedonali e vedi che cosa ti accade!!! Fuori Mai!Forza Gioaccino,ci vedremo presto! In bocca al lupo.Un abbraccio.

Vigo Africano 30/12/2016
La Redazione di Tiroavoloforum si associa al dolore di Marco Venturini per la perdita del padre Sig. Piero.

Maglione Biagio 31/12/2016 A TUTTI un augurio di BUON ANNO 2017 .
A tutti coloro che con il loro coraggio hanno aperto nuove prospettive per il futuro della gestione della FITAV; ai Tiratori che hanno dato possibilità al nostro Forum di avere ancora qualcosa da raccontare; ai tiratori che leggono ma per timore di esprimere il proprio parere su quanto si discute sul Forum si affannano a sollecitare altri a fare interventi.

Ancora AUGURI con simpatia a Gioacchino per la sua caparbietà nell'inseguire le regole del gioco ma principalmente perché si rimetta quanto prima; ai Fondatori Vigo e Silvio che aimè per colpa mia quest'anno ho potuto incontrare poco.

AUGURI ancora di un anno sereno e ricco di soddisfazioni sportive ma principalmente di vita vissuta pienamente.

Salzano Giuseppe 01/01/2017 .....Ed Augurissimi e Complimenti a Biagio Maglione che ha illuminato con un CHIARO PENSIERO quanto è nei fatti accaduto.
Sperando poi,che da parte di**Mamma-Matrigna** Qualcosa di quanto si è scritto e detto,rimarrà nelle menti di Quanti hanno letto,affinchè si abbia la percezione che vi sia una soluzione di continuità ed a non ripetere le identiche poco costruttive idee e proponimenti.Ma ad iniziare un percorso di una via a Conduzioni più Sapienti.

LEONARDO MATTERA 03/01/2017 I tiratori isolani tutti, in occasione del prossimo campionato regionale,nel voler considerare i disagi che comprende tale impegno sportivo,sarebbero fin d'ora grati verso i gestori dei campi da tiro nel qual caso volessero applicare uno sconto come da consuetudine all'atto dell'iscrizione.saluti

Vigo Africano 06/01/2017
IL 2017 PER LA CAMPANIA NON NASCE CON i MIGLIORI AUSPICI PER IL RISPETTO DEI REGOLAMENTI EMESSI
Il Regolamento del Campionato Regionale Invernale 2017, emesso dal Delegato Regionale Campania, riporta all'Art.1 che ciascuna Prova deve essere programmata INDEROGABILMENTE al massimo in DUE GIORNI, così come da RICHIESTA della Federazione CENTRALE.
La I° Prova, organizzata dal TAV LA TORRETTA, ospite sullo STAND RAIMONDO di Pastorano, come riportato nel Sito GESTGARE e nei relativi Avvisi ricevuti via sms, si svolgerà nei giorni 06, 07 e 08 Gennaio cioè in TRE GIORNI.
Mi chiedo: ma non era meglio per decenza non modificare una consuetudine ormai invalsa da anni e poi dover far finta di non vedere minacciando di prendere i provvedimenti per il 2018, come da Regolamento, che nessuno ricorderà più?
Facccio notare che anche quest'anno la Ripartizione dei Premi di ciascuna Gara verrà articolata secondo lo Schema degli abituali Programmi di Organizzazione Societaria e non quella DOVUTA per un PROGRAMMA DI ORGANIZZAZIONE FEDERALE.
Una conferma che NULLA E' CAMBIATO E CAMBIERA' nel 2017 !

Salzano Giuseppe 06/01/2017 Afri .....e siamo agli inizi! Il Delegado Regionale,ritenendosi un vittorioso,forse riferendosi alle elezioni Ferderali,ha testualmente scritto, ** IL vincitore trova sempre una strada,il perdente trova sempre una scusa**.
Sarà questa una prima attinenza?

ricciardi silvio 07/01/2017 REGOLE SCRITTE . - Non ho letto, perchè non più interessato alla partecipazione agonistica, l'articolo 1 che regola il campionato 2017, ma se è come dice Africano - e ci sono pochissimi dubbi - i *vincitori* - che trovano sempre un soluzione - anche questo volta l'hanno trovata........una figura veramente da ridicoli sprovveduti !!

Vigo Africano 07/01/2017
Questa notte il nostro carissimo Amico GIOACCHINO ROSAROSA, ci ha lasciati.
Non ho parole per esprimere il mio dolore per un destino così crudele: Essere investiti sulle strisce pedonali per essere tornato a Napoli a festeggiare il Natale con la figlia Ilaria ed i suoi nipoti. Ad Ilaria e Mara le mie Condoglianze con un abbraccio infinito.

Vigo Africano 07/01/2017
TIROAVOLOFORUM ha perso non solo il suo IDEATORE e FONDATORE, ma la VOCE CARISMATICA di uno SPORTIVO DI RAZZA, dotato di Esperienza, Equilibrio e Combattività.

ALIPRANDI BRUNO 07/01/2017 Con sconcerto e dolore, ho appreso in questo istante la triste notizia della perdita del caro Gioacchino. Non ho mai avuto il piacere di incontrarlo personalmente, ma da anni ci conoscevamo per i nostri scritti in forum e per email. Gioacchino, grande sportivo , amante di uno sport disinteressato e pulito, è stato sempre vicino con forza e dedizione, a chi ha tentato di portare un rinnovamento al tiro e alla sua amata specialità : l'elica. Mai dimenticherò la passione, lo stile , la competenza e la sua enorme esperienza. Una grande perdita per il nostro mondo del tiro. E' veramente sconvolgente questa notizia ... per Lui una preghiera e tutto il mio cordoglio Bruno

Rea Carmine 07/01/2017 Il nostro sport perde una espressione autorevole.
È un dolore che ci tocca e scuote nel profondo.
Gioacchino la tua improvvisa dipartita ci lascia senza parole.

Falco Tiro a Volo 07/01/2017 Il tiro a volo falco, si associa al dolore della famiglia Rosa Rosa per la dipartita dell' amico Gioacchino

maloni rinaldo 07/01/2017 Le più sentite condoglianze alla famiglia, e a tutti quelli che lo conoscevano......buon viaggio Gioacchino.

Papararo Giuseppe 07/01/2017 - Non ci posso credere!!!!! Il mio FRATELLO MAGGIORE ci ha lasciato. E' una notizia che mi sconvolge il cuore e la mente. Il mio GRANDE VECCHIO SAGGIO non c'è più!!!!!Un Signore di altri tempi, grande tiratore dal volto umano, sempre disponibile ad aiutare gli altri, appassionato del tiro a volo come se fosse sempre la prima volta.
Addio caro Gioacchino, continuerai a vivere nei nostri pensieri. Resterai sempre nel mio cuore. Non ti dimenticherò mai. Piango e non ho più parole. Peppino Papararo.

ricciardi silvio 07/01/2017 Napoli, 7 gennaio 2017 – lettera ad un mio amico.

Signurì,


nelle migliaia di ora trascorse insieme – che oggi mi sembrano soltanto pochi attimi – ci siamo raccontati le nostre vite.
Tanti momenti di gioia familiari e sportive ed anche dolorosi racconti di episodi di traversie personali e familiari.
Fu in una di queste ultime occasioni che, in un mio momento di grande abbattimento, mi dicesti:Silvio, fa come me: NON ARRENDERTI, NON ARRENDERTI MAI !
Quel Tuo incoraggiamento diventò la mai parola d'ordine ed è oggi anche quella dei miei figli.

Allora, io so, che Tu non ti sei arreso in questa dura occasione!!
Hai deciso di rinunciare all'affetto,alla serenità, alle attenzioni che ti offriva Mara,all'amore di di Ilaria ed alla dolcezza delle Tue nipoti, alla nostra Amicizia mai interrotta, valutando un futuro di immobilità nel gesso, sulla sedia a rotelle ,ad anni di riabilitazione senza più neanche la possibilità di imbracciare il tuo adorato fucile ,ed hai scelto di Andare.

Domani è domenica,il Tuo viaggio è stato veloce e tranquillo.
Sul più bel campo di tiro dell'universo, illuminato dalla luce del Signore,senza un alito di vento, troverai ad aspettarti quelli che ti furono più cari tra i Tuoi amici : Peppe Scalzone, Mario e Gigino Manna, Alessandro Sibilio, Nino Pisapia, Mario Borghese ed il Maestro Liano Rossini, nonché un grande direttore di tiro Gigi Rossi. Sparerete una serie sorridendo per le solite prese in giro ma non so se riuscirai a vincere: sei un po' fuori allenamento, ma non ti arrenderai !!

Non vengo a salutarTi, scusami, ci siamo visti pochi giorni fa, - il mio cuore non reggerebbe – ma voglio ringraziarTi per avermi onorato della Tua Vera, grande, impareggiabile amicizia che porterò nel profondo del mio animo fino a quando, anche io, deciderò di raggiungerTi.

Silvio

Salzano Giuseppe 07/01/2017 E' certamente da rimanere increduli a cospetto della improvvisa scomparsa di Gioacchino,a causa dell'incidente occorsogli. Amico di oltre mezzo secolo,di carattere deciso e,raffinato osservatore,
esempio di onestà e di saggezza, io peppino, consapevole, commosso partecipo al dolore della Famiglia Rosa Rosa.

Di Maio Ludovico 07/01/2017 Che dire...un galantuomo del tiro a volo nonche uno dei pochi autentici conoscitore di questo sport...

Rusciano Luca 07/01/2017 Sono davvero rimasto sconvolto dalla notizia, un grandissimo uomo ed un grandissimo esperto di tiro a volo, era un incanto ascoltarlo parlare.
Porgo le mie più sentite condoglianze alla famiglia.

Raimondo Tommaso 08/01/2017 Il Tav Raimondo, soci e amici
si associano al dolore della famiglia Rosa Rosa per la dipartita dell' amico Gioacchino.

Zaino Tonie 08/01/2017 Una Gravissima perdita anche per il mondo del Tiro a Volo.
Sentitissime Condoglianze alla Famiglia Rosa Rosa da tutta l'Asd TAV Zaino.

Cembalo Francesco 08/01/2017 Il Delegato Regionale FITAV Campania e tutti i tiratori campani sono addolorati per la scomparsa del Mitico Gioacchino Rosa Rosa, sentite condoglianze alla famiglia.

Bacco Giuseppe 08/01/2017 Sorpresa,sgomento,dolore! Non so far altro che fissare il vuoto ....in silenzio !

Maglione Biagio 10/01/2017 Un uomo tutto di un pezzo, quasi di 'altri tempi' ma sempre presente nella realtà attuale.
Abbiamo perso la vicinanza di un amico ma abbiamo ricevuto la testimonianza che non bisogna mai arrendersi davanti alle difficoltà.
Ciao Gioacchino.

Vigo Africano 11/01/2017
A nome di MARA e della Famiglia ROSAROSA, RINGRAZIO tutti coloro che hanno voluto ricordare Gioacchino con tanto affetto.

de Maria Giovanni 11/01/2017 dell'amico Gioacchino è già da tutti coloro che hanno avuto il piacere di conoscerlo stato detto tutto,ma non è mai abbastanza,la perdita di Gioacchino è troppo grande per descriverla con delle semplici parole.Ci mancherà.Addolorati Gianni de Maria e Simone Perone Si uniscono a quanti hanno espresso il loro cordoglio per il lutto che ha colpito la sua famiglia e quella del tiro a volo.

Vigo Africano 13/01/2017
Solo ieri, volendo rileggere nella Galleria dei Ricordi le tante belle Note scritte da Gioacchino Rosarosa, mi sono accorto che con il cambianto del P.C. e del relativo nuovo Sw Windows 10, il Sistema non faceva più leggere tutti i Links nel formato doc.
Con un lavoro estenuante (circa 8 ore) ho riattivato la funzionalità totale dei Links della Pagina del FORUM Galleria dei Ricordi. Con un po’ di tempo e pazienza cercherò di recuparare anche i Link delle altre pagine.
Approfitto per dirvi che Silvio Ricciardi ha pubblicato, sempre nella Galleria dei Ricordi, un breve RICORDO del nostro carissimo ed indimenticabile INO.

Vigo Africano 13/01/2017
La Cerimonia Funebre di Gioacchino Rosarosa sarà celebrata Lunedi 16 Gennaio alle ore 10.30 nella Chiesa di Via Alessandro Manzoni 225 Napoli 80123

Vigo Africano 14/01/2017
La tristezza e la vecchiaia incombente fanno commettere questi errori: la data su riportata è ora quella giusta 16 Gennaio ore 10.30

Vigo Africano 14/01/2017
Lettera aperta di Mirco Cenci, C.T. Double Trap
Si sta andando verso la cancellazione del DOUBLE TRAP tra le Discipline Olimpiche:questa la Lettera di dissenso di Mirco Cenci

Vigo Africano 16/01/2017
A nome di Mara e della Signora Ilaria Rosa Rosa, ringrazio tutti coloro che hanno partecipato all'Ultimo Saluto di Gioacchino.

Vigo Africano 24/01/2017
Faccio seguito al mio intervento del 06/01/17 per far notare che anche la 2° e 3° Prova di Fossa Olimpica del Campionato Invernale Regione Campania sono state effettuate in TRE GIORNI, contrariamente a quanto riportato nel REGOLAMENTO EMESSO DAL DELEGATO REGIONALE ed allegato al primo mio intervento di cui sopra.
Anche la 4° Prova avrà la stessa programmazione in TRE giorni, così come da avvisi ricevuti via sms.
Sarebbe opportuno, almeno per decenza, che il Delegato Regionale MODIFICASSE il REGOLAMENTO.

Salzano Giuseppe 25/01/2017 Gentilissimo BRUNO ALIPRANDI.
Non ho dimenticato che sei creditore di un riscontro al Tuo pregiato del dopo Elezioni 2016. Forse saranno necessarie ulteriori e più incisive posizioni da assumere, per il mancato e subito disatteso rispetto dei contenuti del discorso elettorale del Presidente.
IL Calendario Agonistico 2017,mi da il *LA* per ricordare a me stesso, la non persa abitudine di atavici conclamati,non Etici comportamenti,che sono esattamente l'opposto di contenuti propositivi,del lungo discorso tenuto dal Presidente Rossi e che alla prima occasione ha incassato un plateale autogol.
Fatto.
Ho letto ieri su fb,qualche appropriata composta affermazione di dissenso della A.S. Zaino, inerentemente le assegnazioni Gare calendarizzate.
Oggi, da questa pagina aggiungo: la A.S.Zaino è stata oltremodo riverente nel riscontrare chi si comporta con smodata irriverenza verso chi, per modi e stile, merita rispetto a dismisura,data la educazione e l'ETICA nello SPORT.
Se la mancata assegnazione, anche di una sola Gara in meno all'Esacampo(Zaino),di cui mi onoro essere tesserato,è voluto essere un messaggio punitivo al mio Diritto-Dovere, alla libera democratica candidatura alla Presidenza Federale e, rispondere alla prima occasione utile,con una azione di forza nel colpire l'attività tiravolistica della Società,é e, lo ritengo un atto incredibile e non degno della carica di cui è stato onorato il Presidente.
Una ritorsione per il dichiarato e leggibile voto a mio favore. O,in altra lettura il dichiarato Voto contro il Presidente.
Sono,quindi,oltremodo offeso ed indignato.
La mia è stata e,lo ripeto a me stesso,una aperta e doverosa partecipazione per TUTTO QUANTO ACCADE, NON SOLO IN CAMPANIA. E' stata una VOCE, il cui riscontro va letto siccome il comportamento tenuto nei confronti della A.S.Zaino. Ovvero una azione di forza nel colpire l'attività partecipativa di merito e di diritto, di eguaglianza e di doveroso comportamento da parte della Federazione che, nella specie non ha da essere orgogliosa, in quanto ha voluto dimostrare di colpire chi vota contro. Ed in una FITAV della Quale faccio parte da oltre mezzo secolo,con tali comportamenti non posso identificarmi. Quindi?
Purtroppo il discorso si amplia ad ulteriori considerazioni.
Considerazioni che devono far riflettere le A.S.!
IL Presidente, con l'evidente intento che si concretizza dalla lettura del Calendario Gare assegnate,ha tenuto un indirizzo di scelte esterno al garbo istituzionale,lontano da qualsiasi ratio,lontanissimo dallo SPORT,esterna agli interessi di una qualsiasi attivita anche non sportiva!!! I Soggetti della FITAV sono: le A.S.,i Tesserati e Tutte le altre Sigle riportate dallo Statuto!!!!!
Gentile Presidente Rossi.
E' stata una brutta caduta di stile,Sua e dell'intero C.F.
Cortialità.

Vigo Africano 26/01/2017
Aggiumgo e forse è la RAGIONE principale di quanto accaduto:
l'A.S.D.T.A.V. ZAINO, NON ACQUISTA i piattelli della Ditta Sponsor Federale (solo per non dire della Famiglia e degli Accoliti del Grande Capo) ed inoltre un membro della stessa Famiglia ZAINO è il Rappresentante Concessionario dell'Azienda Concorrente, che ovviamente non Sponsorizza la F.I.T.A.V.
Ricordo che in tutti i Programmi delle Gare FEDERALI emessi dalla F.I.T.A.V. è trascritta l'obbligatorietà dell'USO DEI PIATTELLI DELLA DITTA SPONSOR FEDERALE!!!

ricciardi silvio 26/01/2017 VENDETTA E SOLIDARIETA'. - Che gli Zaino si aspettassero una ritorsione è cosa scontata. Al conclamato ras queste iniziative concorrenziali non sfuggono, e bisognava essere preparati.
La cosa che genera solo rabbia è l'atteggiamento strisciante e sottomesso degli altri gestori della Campania, che, se avessero un minimo di dignità, da oggi dovrebbero comperare SOLO i piattelli dalla Zaino per reagire insieme al più che evidente torto subito dalla tav. di Durazzano.
Ma così non sarà; anzi qualcuno già dà segni di godimento !! Solidarietà Mai, vergognosa settomissione SEMPRE !!

ALIPRANDI BRUNO 27/01/2017 Scrivo, dopo molto tempo nel forum , e scrivo delle personalissime considerazioni, a seguito degli interventi fatti da amici a riguardo del periodo concluso sulle elezioni Fitav. Questa volta però ,ho nel cuore della tristezza ed uno strano disagio, quel disagio che si prova quando cerchi un amico di cui hai bisogno e non lo trovi. Non troverò il commento di Gioacchino, che con abitudine dissertava sui miei scritti. I francesi dicono: * C’est la vie! *...ma quanto duro è accettare il destino. Se penso che lo sport e le sue discipline, hanno sacre regole scritte, che oltre ad un valore gestionale dovrebbero essere l’emblema di un certo spirito e di un certo mondo, fatto di valori superiori ad intrallazzi meschini...bhe, allora lo sport di oggi e le discipline che amo, non sono più per me e per il mio modo di viverli. Tutte le regole etiche e di lealtà paritetica , sono state calpestate nelle ultime elezioni per la scelta dei dirigenti FITAV. Si incominciava nel cercare di conoscere la data delle elezioni, onde dar modo ad eventuali nuovi candidati di poter preparare per tempo, la possibilità di propagandare e far conoscere il loro programma. Venne detto e fatto passare dal Presidente , che le votazioni si sarebbero svolte a marzo 2017, ma guarda caso poi, improvvisamente, si deliberò a metà ottobre, di effettuarle a metà dicembre. In un barrage di tiro, in pedana, , si danno regole imparziali, si è tutelati dai direttori di tiro per far si che il risultato sia onesto, imparziale e giusto. Mi chiedo, ma chi è alla testa di un movimento sportivo, non è come un direttore di tiro o almeno deve usare gli stessi parametri e garanzie anche per gli avversari? Forse la politica fa confondere i comportamenti a certi personaggi e quindi, l’operare in senato non è come operare nelle pedane dove si fa sport. Passata questa GABOLA ( mi piace usare termini milanesi dialettali... rendono bene l’idea ) , dove il padrone del vapore ha avuto tempi e modi strategici di raccogliere le deleghe, dei presidenti dei campi ( porcheria per lo sport e per il tiratore che conta come il nulla impastato col niente ) , qualcuno se ne usciva elegantemente con un messaggio chiaro, arrogante, meschino e minaccioso dicendo * Ho tutte le deleghe , li asfaltiamo ! * Fulgido esempio di grande ed illuminato politicante, frasario sportivo!!! A seguito di questo epico e sportivo operare, a Roma , un candidato alla presidenza, venne fatto tacere con la scusa della scadenza dei dieci minuti di tempo, quando costui , stava iniziando il discorso del conflitto di interessi, che secondo regolamento statutario Fitav, rendeva impresentabile il presidente uscente. Orbene, tutti conoscono il problema e gli articoli, che chiaramente contemplano l’ineleggibilità di un candidato alla presidenza secondo statuto, ma i presidenti dei campi, i consiglieri uscenti e i rappresentanti della giustizia sportiva , sia federali che del CONI, hanno fatto gli struzzi ( diciamo struzzi ma potremmo dire parola quasi uguale ma che si potrebbe usare benissimo per questo caso ) ! Solitamente un cambiamento porta innovazione e qualche faccia nuova, ma qui niente di niente! La scheda elettorale , preparata ad hoc dagli agenti del KGR , prevedeva 7 nomi iniziali e nemanco in ordine alfabetico, ma in ordine di come doveva andare la preferenza, ovvero chi doveva avere il voto per essere eletto. Qui si è toccato il fondo delle porcherie e di un certo vergognoso modo di agire! Che schifezza! Ed io che ho rifatto ancora la tessera FITAV... per essere diretto da questi nobili, cavallereschi, etici e sportivissimi modi di agire, per conto di una dittatura peggiore del periodo bulgaro , sudamericano o africano. Va bene, stendiamo anche qui un velo pietoso e passiamo ad altro. Resto comunque solo a parlare di cose marginali e non di fatti, per cui andrebbe usata una certa mano ed un certo agire.... Dopo le elezioni , chissà come mai, si sono verificate le schede votanti e guarda caso il regime , insediato da anni, ha redarguito ( sempre con stile e sportività ) le società dissidenti che ad esso non hanno dato il voto. Ma se il voto è l’unica cosa ancora che ha parvenza democratica e ha la segretezza dell’urna, che tutela il libero pensiero e la libera espressione, come hanno fatto costoro a conoscere i dissidenti? Mistero da far chiarire a Piero Angela e al commissario Maigret ! Mi chiedo allora , tornando ad una frase di Don Camillo * Nella cabina elettorale Dio ti vede e Stalin no ! *, che applicata alle nostre elezioni, la cosa non sia vera? C’è chi in certe federazioni , spia nelle cabine elettorali? Ciò che mi da fastidio però, è avere le cose vergognosamente fuori posto! Di fuori posto vi è che un CT , di disciplina amatoriale, telefonando appositamente al presidente della mia società, si è rammaricato ed incazzato per non aver avuto il loro voto, dato che in una gara ad Umbriaverde, si erano date medaglie e riconoscimenti a tale club. Ma Dio santo, si può arrivare a tanto ( fa anche rima ) ? Ma un CT , fa il tecnico dei tiratori meritevoli o fa il galoppino cazziante del padrone? Questa cosa è di una gravità estrema! Fortunatamente di ben altra levatura e spessore sono i veri Tecnici, che abbiamo in discipline superiori. Se si mira alla poltrona ok, le porcherie ci stanno, ma da un selezionatore certe cose sono da condannare al rogo. Come si potrà quindi, giustificare , con i tiratori, se non verranno convocati certi atleti, magari meritevoli ma appartenenti a certe società? Lo sport è sport , la politica è politica...due binari diversi paralleli, ma che non devono mai sovrapporsi! Leggo poi, del codardo ricatto fatto alle società che non si son viste assegnare gare federali , sempre per voto contrario o magari non clienti di una certa marca piattello. Questa è cosa da vergogna! Vergogna vera e arroganza barbara! Mi chiedo se in parlamento si usa anche li un tale operato! Se così è ...ora mi spiego tutto! Dove si può ancora trovare un operare sportivo vero? Da nessuna parte credo, dato che lo sport e certe federazioni , oramai sono passate a cosa privata. Deluso ma con fede , spero che un giorno o l’altro, nasca in nuovo Messia, che scacci dal tempio ( CONI , FITAV e federazioni simili ) mercanti, intrallazzatori, politici opportunisti e LECCHINI vari! Vogliamo e speriamo in uno sport pulito , vero e credibile....e qui Gioacchino, sono certo , sarebbe stato della stessa mia opinione. Un caro saluto a tutti e soprattutto a Salzano e a Carmine Rea, che certe cose le hanno viste anche loro. Bruno

D'Aloja Gianfranco 27/01/2017 L'impressione che si ha leggendo le parole di Aliprandi e da quel poco che un estraneo ai maneggi può vedere, magari in occasione delle famigerate votazioni per atleti e tecnici o dalla lettura degli immondi editoriali del Presidente, è che la FITAV sia paragonabile ad una fogna. Il Presidente ha avuto la faccia tosta di elevare al rango di manifestazioni di grande partecipazione democratica le elezioni di novembre, quando, anche per una mirata volontà di non pubblicizzare troppo l'evento, sarà andato fisicamente alle urne sì e no l'1 per cento degli aventi diritto e quei pochi che ci sono andati avranno avuto modo di vedere come sono state gestite le deleghe. Di cabine elettorali io nella sede della mia Regione non ne ho viste: tutto si svolgeva, nonostante il basso numero di votanti, nel più gran disordine e con inviti plateali a rifare in fretta e furia quelle deleghe che non potevano essere accettate perché firmate da persone che non avevano diritto al voto. Una domanda però vorrei fare ad Aliprandi: se non ho capito male il ricorso per l'ineleggibilità dell'ineleggibile Rossi è stato rigettato perché presentato ad un Tribunale non competente; c'è stata quindi troppa superficialità da parte di Marinangeli nell'affrontare la questione? Come mai nel gruppo pro-Carrara non hanno pensato di affidarsi ad un buon avvocato?

ALIPRANDI BRUNO 27/01/2017 Gentile Sig. D'Aloia, sono state interpellate le autorità della giustizia Fitav, ma la risposta ricevuta è peggio di una barzelletta del mitico Pierino.Il Coni ...lasciamo perdere. Marinangeli ha personalmente preso posizione e fatto lettere alle autorità , fino arrivare al ministro dello sport. Pare che lo sport non abbia capacità di dare responsi e far applicare le regole degli statuti. Questo vuoi per non avere conflitti politici o guai derivanti dalle poltrone di potere. Stiamo a vedere....Sappia che Carrara ha fatto quello che le leggi consentono...poi la legge è uguale per tutti.... ma chissà se al pratico è veramente così.

Rea Carmine 28/01/2017 Di certo e lo dico con tutto il cuore, la inaspettata dipartita del nostro carissimo amico Gioacchino è stato un duro colpo per tutti noi.
E, senza ombra di dubbio, sono convinto che mancherà a tutti noi !!!
Lo dico con la stessa tristezza e lo stesso strano disagio che esprimeva Bruno.
A proposito poi di quanto accade nelle federazione vorrei precisare che non mi piace essere ripetitivo e per questo che mi limito a condividere e confermare quanto Bruno ha descritto brillantemente, proprio da dove avevamo lasciato, senza risparmiarsi nei particolari e nella fedele rappresentazione di tutto quanto qualcuno di noi ha avuto modo di constatare anche personalmente.
Sono mesi e mesi che parliamo delle previsioni dello **Statuto della FITAV** a proposito: delle A.S., della facoltà di rilasciare deleghe, del Presidente, di Altre cariche federali, del limite dei mandati e di conflitti di interessi.
Si è detto di tutto e di più !!!
Si è parlato di esposti, di denunce, di segnalazioni ed indagini !!!
Ma, come al solito, questi signori intervengono e rispondono solo su ciò che gli fa più comodo.
E ne continuano a combinare di cotte e di crude con tracotanza, strafottendosene spudoratamente.
Convinti come sono di avere le spalle coperte da un sistema che fa acqua da tutte le parti.
Come vado sempre dicendo, di certo questi comportamenti non appartengono allo SPORT ed ai suoi Grandi Valori !!!
Essi provano che anche il nostro sport oramai si è snaturato sotto la spinta di interessi soprattutto economici, oggi sempre più evidenti. 
Dai principali e diretti protagonisti a chi ne controlla le attività è snaturato.
La FITAV è prova eviente che la politica ha messo le mani anche sullo sport facendo venir meno le necessarie garanzie istituzionali.
Si tratta della stessa politica che sta governando il nostro paese, che opera con le modalità che tutti noi conosciamo, caratterizzata dai suoi particolari interessi e che ci ha regalato tante belle sorprese ed un futuro sempre più incerto.
Posso dare atto che quanto è accaduto il 17 Dicembre 2016 è l'esatta riproduzione di quanto era già accaduto il 12 Novembre 2016.
Dopo ventiquattro anni di strapotere, ad iniziare dalla particolare gestione regionale, per finire poi a quella nazionale, un momento di dovuta e libera partecipazione democratica è stato tradotto in un tentativo di colpo di stato.
Descrivendo, vergognosamente, scenari apocalittici di aggressioni familiari, allo sport ed alla federazione !!!
Mancando così di rispetto a persone perbene ed intensamente innamorate del nostro sport.
La Federazione è del Presidente e di tutti quelli che parimenti continuano a gestirla come cosa propria personale, continuando ad ignorare segnalazioni, ricorsi e denunce.
In questo sistema, non poteva non conseguire un inasprimento di una condotta oramai ai limiti della decenza.
Pertanto puoi avere una bellissima ed efficiente struttura con 100 tesserati, se non accetti le loro condizioni e se non sei allineato e coperto, resti fuori.
A loro, da sempre, interessano e servono persone e società di comodo, indipendentemente, dalle loro qualità e meriti e dalle loro efficienze e caratteristiche. E non aggiungo altro ........ !!!
Come vedete da vincenti che si ritengono di essere trovano sempre la strada e le scuse, e possono così ignorare, promuovere, condizionare, fare e disfare, creare e distruggere, nel rispetto di regole che non ci appartengono.
Per nostra fortuna, nonostante tutto, la nostra strada rimane quella di sempre e si rafforza in noi sempre di più la convinzione che essa sia l’unica percorribile, senza accettare alcun compromesso.
Le scuse le abbiamo trovate e le dobbiamo solo a noi stessi: sono quelle di non essere riusciti a sconfiggere tanta tracotanza.
Ma considerate le forze e le regole in campo, non era assolutamente possibile !!!
Non ci rammarichaimo di niente perchè noi abbiamo altri modi di fare e percorriamo altre strade, quelle della coerenza, della pulizia morale e della passione che non ci permettono di arretrare di un passo di fronte a nessuno.

ALIPRANDI BRUNO 28/01/2017 Oggi, lo sport ha un ministro anche in Italia! Certo il fatto, dovrebbe essere un evento positivo per lo sport, come lo è in altre nazioni, vedi per esempio la Francia. Dovrebbe essere come in altre nazioni ...ma non lo è ! Purtroppo la realtà italiana, è ben altra cosa di un ministero e di un ministro che mettono le loro le competenze a disposizione, per tutelare dal marcio politico, un settore educativo- formativo e quindi un condensato di valori e moralità da coltivare , da difendere e da insegnare ai giovani, instillandone così, nel loro animo, i principi di onestà, correttezza , lealtà rispetto e stima per uno stile che nella vita sono i cardini per una sana società. Ricordo che l’allora ministro francese dello sport, si mise in gioco personalmente per debellare il doping, partendo dal ciclismo e toccando tutte le discipline in ogni sua categoria. Dal doping, poi fece una campagna di moralità gestionale in tutte le federazioni, ottenendo e risanando così, un settore importante per una nazione ( 1991- 1992 - io ad un europeo di F.U. , come responsabile della manifestazione, assistetti e collaborai al serio operato degli ispettori ministeriali francesi nelle verifiche da loro svolte) . Per noi italiani , le cose sono distanti e impossibile è, il distaccare sport e relativo ministro dai giochi politici. Al ministro e agli enti superiori sportivi , è stato inviato tramite uno studio legale , la denuncia fatta dal Sig. Marinangeli a riguardo del conflitto di interessi relativa poi alla ineleggibilità a presidente di chi sappiamo. Credo che il tutto non era correlato solo da parole, ma era accompagnato da misure camerali ecc. . Tralasciando il Presidente Malagò, ed enti dello stesso livello con stesso andazzo e stessi interessi, ci si aspettava dal NUOVO MINISTRO, almeno uno straccio di risposta! Non faccio considerazioni, ma credo che forse, un ministero con il suo eletto, stiano prima di tutto asservendo discorsi politici anche in questo caso. Elezioni, poltrone, amicizie politiche, intrallazzi elettorali, tutta roba tipica di un mondo italiano chiuso a casta.... e che sicuramente ha voluto un ministero dello sport, solo per fini ed interessi di partito e forse anche per dare contentini e privilegi ad amici degli amici. Ho personalmente perso speranze e fiducia anche a questo livello e dico : MA DOVE VOGLIAMO ANDARE CON UN SISTEMA DI QUESTO LIVELLO , RADICATO DI CASTA? Vogliamo ancora parlare di valori sportivi? Se davanti a fatti concreti, documentazioni,statuti e balle simili ( perché a questo livello si è ridotto lo statuto ), niente si applica a riportare ordine e precisione, pensiamo di credere in un ministero ed ad un ministro per lo sport? Lo sport , oggi più di ieri, è inquadrato ed in mano alla politica quindi....nessuna speranza! La speranza, vede l’invisibile, tocca l’intangibile e raggiunge l’impossibile..... ma a noi tiratori anche la speranza, come del resto a tutto il mondo dello sport, questa ci viene tolta. Il bello della questione è che il tiratore pur conoscendo le questioni, pensa a sparare, pensa alle gare, dove sempre si reca a portare l’abituale obolo per riempire le tasche di chi ha affari con questo mondo. La cosa peggiore non è cadere, bensì non rialzarsi e giacere nella polvere... e questo è oggi e più di ieri il destino del tiro, del tiratore e dello sport! Bruno

Vigo Africano 28/01/2017
Purtroppo l'iter burocratico che abbiamo percorso non ha trovato e non troverà mai disponibili i PREPOSTI INTERLOCUTORI.
L'unica strada, ma ormai sono anni che cerchiamo di evidenziarla, è quella della partecipazione ATTIVA e PROPOSITIVA dei TESSERATI. Ma questi, come ha anche evidenziato Bruno, continuano a versare il loro obolo e non sentono minimamente la VERA PASSIONE ALLO SPORT.
Se ciascuno di noi IMPONESSE alla propria Società di tenere, come da Statuto Societario, l'Assemblea Annuale dei Soci ed in particolare CHIEDESSE che in occasione delle Elezioni (Federali, Regionali e Provinciali) il Presidente della Società (o suo Delegato) DEBBA ottenere il MANDATO dai propri SOCI E TESSERATI F.I.T.A.V. sui CANDIDATI DA VOTARE, forse si potrebbe OSTACOLARE la mercimonia Attività della Raccolta delle Deleghe.
Purtroppo la RISPOSTA che in questi ANNI abbiamo avuto su questo SITO, che pure HA RAPPRESENTATO E RAPPRESENTA UN MEZZO per evidenziare Suggerimenti,Dissensi, etc, ha trovato un notevole numero di Iscritti, di cui solo una MINIMA PARTE si sente COINVOLTA nella RICHIESTA di avere una FEDERAZIONE che si attenga alle REGOLE DELLO SPORT.
Credo che la F.I.T.A.V. sia l'unica FEDERAZIONE, perfettamente consenziente e richiedente questo andazzo, i cui PRESIDENTI di SOCIETA' AFFILIATE si rechino alle ASSEMBLEE senza minimamente sentire l'OBBLIGO di RAPPRESENTARE E PATROCINARE gli INTERESSI DEI PROPRI ATLETI,SOCI E TESSERATI.

ALIPRANDI BRUNO 29/01/2017 Il ministro dello Sport Luca Lotti commenta l'approvazione del Ddl sull'adesione dell'Italia alla Convenezione sulla manipolazione delle competizioni sportive.
*Tre giorni fa, presentando le linee programmatiche del Ministero dello Sport ho preso vari impegni. Tra questi c’era l’approvazione di un disegno di legge per l’adesione dell’Italia alla Convenzione del Consiglio d’Europa sulla manipolazione di competizioni sportive, il cosiddetto match fixing. Stamattina (27 gennaio Ndr) in Consiglio dei Ministri questo impegno lo abbiamo mantenuto*. Lo afferma sulla sua pagina Facebook il ministro dello Sport, Luca Lotti, che aggiunge: *Cosa significa concretamente? Che faremo un’attività serrata di prevenzione dei conflitti di interesse tra società sportive e organizzatori. Che sosterremo la lotta delle autorità di controllo contro le frodi e contro ogni forma di illegalità, anche sospendendo la possibilità di fare scommesse, se fosse necessario. Anche consentendo di bloccare i flussi finanziari tra gli operatori scorretti e i consumatori. Significa, infine, che le organizzazioni sportive e gli organizzatori delle competizioni si dovranno dotare di regole e sanzioni più rigide contro la corruzione. In poche parole, significa mettere in atto strumenti chiari ed efficaci che garantiscano la correttezza e l’integrità degli interessi che ruotano intorno al mondo sportivo. Del resto, il rispetto delle regole è il senso primo dello sport, è nostro dovere fare in modo che non si deroghi mai a questo principio*.

D'Aloja Gianfranco 29/01/2017 Segnalo che sul sito earmi.it , è pubblicato il seguente commento del giudice Mori al disegno di legge 2216 ( Rossi - D'Ascola ), commento che si aggiunge ad uno precedente dello stesso magistrato sullo stesso DDL , reso pubblico l''anno scorso e riportato a suo tempo da me su questo sito.

Vigo Africano 30/01/2017
Bruno,
Forse sarebbe il caso che *Centra il Futuro* con i suoi Fondatori, inviassero una LETTERA APERTA al Ministro Lotti, evidenziando quanto fino ad oggi denunziato sia risultato VANO per la voluta insensibilità degli Organi Giuridici Sportivi Preposti

ALIPRANDI BRUNO 04/02/2017 Caro Afri, sono state inviate varie lettere con le argomentazioni e documenti a comprova delle situazioni denunciate da Marinangeli, tramite suo legale, a tutti gli organi legislativi sportivi, compreso il ministro Lotti. Orbene, credo che a nulla sia servito tale documento dell’avvocato, nel denunciare le varie irregolarità. Se vuoi, puoi chiedere a Marinangeli di pubblicare tale lettere, per dimostrare che tutte le strade sono state percorse. Ora se tutto tace , io non so il perché! Gli organi di giustizia sportivi, o sono muti di loro o vi è una palese violazione nel non dare risposte ad accuse. Vi è anche una omissione di atti d’ufficio nel non prendere atto. Poi se anche il ministro nicchia, allora vuol dire che non c’è più speranza e che il sistema della giustizia sportiva, è in mano a chi col potere politico la gestisce e fa dello sport un movimento di pecore sprovvedute e silenziose, che seguono i dettami del potere e del soldo. Pensare che un ministro dello sport taccia..... è uguale a pensare che siamo caduti dalla padella alla brace. Se Marinangeli non vuole pubblicare gli scritti...non so che pensare..... sta di fatto che non rendendo pubbliche certe cose....è come dire che tutto quello che si è fatto è stato fatto da sprovveduti senza capacità. Ma è veramente questa la conclusione a cui arrivare?

Vigo Africano 05/02/2017 Bruno,
Purtroppo la situazione è quella che tu hai messo in evidenza. Tuttavia, facendo riferimento all'ultima dichiarazione del Ministro Lotti, gli si potrebbe ricordare quanto speditogli in precedenza e rimasto senza RISCONTRO.
Ovviamente, stando a quanto mi hai scritto, non può che essere fatto da Marinangeli, che spero ci legga.

ricciardi silvio 06/02/2017 SPORT ITALIA . - Ogni giorno aumenta in me la convinzione che gli organismi che gestiscono lo sport non avranno mai l'intenzione di scoperchiare la pentola puteolenta della Fitav.
Incomincio proprio a pensare che sicuramente mettendo mano al tiro al volo si troverebbero di fronte a ben altri volumi di illeciti di federazioni ben più potenti.
Sembra proprio chiaro che Fitav non abbia fatto altro che imparare e seguire le sorelle maggiori, con la unica differenza che un tifoso di calcio e di basket mai sentirà il bisogno di mettere il naso negli affari più o meno sporchi per gli acquisti dei palloni o falsi investimenti pubblicitari federali,mentre noi del tiro abbiamo sentito il bisogno di denunciare il malaffare.
Siamo *piccoli* non protetti e non facciamo testo a livello nazionale, ma nessuno MAIIII ci farà tacere sulle porcherie che ci propinano ogni anno con interessate masturbazioni dei regolamenti e preferenze per gli uni o per gli altri.

Salzano Giuseppe 07/02/2017 QUANDO LO SPORT PERDE LA SUA VALENZA ETICA !!!
Per le varie posizioni critiche esposte negli ultimi interventi,vi sono fondati motivi del dolersi.E credo che alcune assurde e criticabili posizioni,non solo del Presidente,vadano analizzate in punto di fatto.
Ci sono posizioni di responsabilità censurabili per quanto attiene le **disattenzioni** a quanto regolato dallo Statuto Federale e nulla si è mosso,come ampiamente articolato da BRUNO ALIPRANDI.
Ma vuoi vedere che quelle che noi insistentemente definiamo atteggiamenti assurdi ed in qualche caso **vergognosi** il PROCURATORE FEDERALE,che svolge le funzioni di inquirente,non abbia ravvisato gli estremi di *reato* della sfera sportiva, ma ben altro e quindi si ritiene incompetente?

Salzano Giuseppe 10/02/2017 Errata corrige: Ma vuoi vedere che quelli.... e non quelle che noi......post del 7 u.s.
Cordialità

Salzano Giuseppe 07/03/2017 SILVIO - E' trascorso esattamente un mese dal mio precedente ed un giorno in più dal Tuo del 6 febbraio u.s.- Da allora nulla si è più letto!
Come se l'ennesima elezione del Presidente ROSSI,avesse improvvisamente **imbalsamato**..forse meglio dire,**congelato** posizioni ed atteggiamenti ad elezioni concluse.
Invece mi aspettavo,dopo quanto brillantemente esposto da BRUNO e da noi,interventi almeno per discutere i risultati elettorali ottenuti dai singoli ed il modo con il quale essi sono stati espressi.
Ogni Tornata Elettore,ad ELEZIONI concluse, dà adito a letture ed il nostro caso ne dà molte e con molte sfaccettature.Non Ti pare?

ricciardi silvio 08/03/2017 SALZANO . - Peppe, sono talmente dolosamente evidenti io risultati delle elezioni che sarebbe, per me, mortificante doverli ancora commentare.
Una cosa mi risulta ogni giorno più chiara: la Fitav non fa altro che seguire le orme della altre Federazioni, che avranno TUTTE i propri scheletri negli armadi con livelli di fatturato ed interessi, però, ben più elevati.
Se l'avvento di Malagò - che ha scalzato senza preavviso tutti i suoi predecessori - non ha modificato niente, non esiste più la possibilità, dall'esterno, di ottenere il risultato di un ritorno ad una sana gestione.
La posizione che i tiratori sono relegati solo alla funzione di finanziatori federali e dei gestori è IRREVOCABILE; e la cultura media degli stessi è talmente modesta che è impossibile pensare ad una vera rivoluzione.

Salzano Giuseppe 11/03/2017 SILVIO - Sono stato impegnato con più di un **ciocco di legno** qui da me,nella ricerca di calcio ed astina contigui longitudinalmente.
Ricerca finemente riuscita.Ti farò vedere!
Ed ora eccomi.
Concordo appieno che i risultati delle elezioni sono dolosamente evidenti.tanto che esposi il mio pensiero, cui essi si prestano a letture evidentemente contrastanti con una **NORMALE ESPRESSIONE VOLONTARIA DI UN VOTO DI TALE CARATURA**. Ed il depistaggio tanto poco elegante del Presidente ROSSI,diede adito ad una lettura in tal senso,come brillantemente espose l'ottmo BRUNO ALIPRANDI
Senza FORSE, dopo i risultati ed il numero di Voti espressi dal possesso delle deleghe per la Elezione del C.F.si ebbe la certezza della compilazione delle schede a **tavolino**dato l'ordine dei nomi riportati verificati durante lo spoglio.
Ma tutto ciò non bastò al Presidente Rossi,nonostante la certezza della ennesima rielezione ad Egli già nota. In Asseblea assunse una posizione di tracotanza e di dubbia eleganza, al punto da non farmi concludere l'intervento in Assemblea,per qualche minuto ancora. Continua.

Salzano Giuseppe 11/03/2017 Ma la mia posizione va oltre il risultato cui alla lettura dei numeri.
IL dolermi dei comportamenti del Presidente Rossi e degli eventi siccome accaduti,data la posizione mia e di Carrara nella qualità di candidati alla Presidenza Federale,posizione giuridicamente rilevante,non è stata in alcun modo tenuta nel giusto garbo istituzionale dal Presidente in scadenza.Quindi almeno per quanto mi riguarda,non potevo e non posso limitarmi alla presa d'atto dei risultati. Continua.

Salzano Giuseppe 11/03/2017 Da alcuni lustri la FITAV rappresentata dalla presidenza ROSSI,man mano con il passar degli anni,ciclo dopo Ciclo Olimpico,si è data uno Statuto Federale e Regolamento di attuazione, modificandoli a proprio **uso e costume**,annientando e **silenziando** totalmente Tesserati e Società,togliendo agli Uni ed alle Altre **voce,prestigio e personalità**,incamerando allo stesso momento posizioni dominanti e di confitto di interessi.
Le anomalie, rappresentate anche su queste pagine,non hanno dato alcun risultato!!!
La storia e l'esperienza di caccia ci insegna di non costringere l'elegante ed astuta volpe a reagire.
Ripeterò fino alla noia che,il Presidente ROSSI ha scambiato la istituzione Federazione Italiana Tiro a Volo, per una Società di dominii ed interessi personali,insieme forse,ai Consiglieri Federali,gestendola a proprio piacimento.
E da qualche anno,lo segue con la stesso intento o quantomeno con il proprio consenso il delegato Campano Dott.CEMBALO. Continua

Salzano Giuseppe 11/03/2017 La mia candidatura,siccome presentata avrebbe dovuto far riflettere l'intera istituzione Federale in quanto presentata luori dai **normali canoni elettivi**,avendo essa invece solo la Veste Istituzionale,ovvero solo i requisiti per essere ammessa alla competizione elettorale. E quella posizione non solo non fu **letta come tale**,ma ancor più scomposto è stato il comportamento avuto nei confronti della A.S. ZAINO, della quale mi onoro essere Tesserato e sempre continuerò ad esserlo anche nella qualità di istruttore Federale, non a titolo oneroso. Questo sarà oggetto di discussione a parte. E sarà propizia l'occasione per pubblicare la lettera a cui il Presidente ROSSI,durante l'Assemblea, sostenne di aver dato riscontro.Nulla di più falso. Continua.

Salzano Giuseppe 11/03/2017 Intanto va rappresentato ulteriormente che il Presidente ha mal visto le democratiche esposizioni delle candidature alla Presidenza Federale. Lo ha mal digerito!!! Come a voler dire....e come vi permettete di voler intralciare il passo al mio cammino?...Questa è una COSA solo e soltanto NOSTRA ed a nessuno è consentito interporsi! Tale fu la mia lettura allora, con l'ascolto degli interventi del Presidente in Assemblea Nazionale e più convinto di aver pensato giusto, lo sono oggi. Tanto che nel mio del 25 gennaio u.s.di questa pagina, parlo di ritorsioni verso chi ha votato contro!!! E per ciò esprimevo il mio dichiarato dissenso ed ero oltremodo offeso ed indignato.Egli sa ed è consapevole di quanto accade in ogni dove e particolarmente in Campania, dimostrando di colpire chi ha votato contro!!!
CONSIDERAZIONI CHE DEVONO FAR RIFLETTERE I PRESIDENTI DELLE A.S., in quanto è da ritenere inaudito che nelle nostre AA.SS.costruite e mantenute con sacrificio dalle nostre intere famiglie, viene a mancare la libertà perfino del libero VOTO per UNA SCELTA LIBERA E DEMOCRATICA, SANCITA DALLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA!! ED AGGIUNGO:tutti Coloro che si adoperano al fine di far mancare o limitare questo Sacro e Santo Diritto per reconditi fini, se ne devono solo VERGOGNARE!!!
Cordialità

ricciardi silvio 11/03/2017 SALZANO

ricciardi silvio 11/03/2017 Non dolerti Peppino !! Le giuste argomentazioni dei tuoi interventi non troveranno mai l'attenzione di chi dovrebbe difendere i giusti diritti dei tiratori.Gli innamorati del nostro sport per la loro inconsulta passione e l'intenzione di mai esporsi che da sempre sono la loro debolezza , rafforza ogni giorno di più la tirannia della federazione, che ormai tiene tutti come schiavi di Babilonia.
* Pecunia non olet * urlano i gestori legati a doppio filo con Roma, che sono gli unici che potrebbero reagire avendone il diritto, Il Coni finge di non sapere, frattanto i tiratori corrono ai campi sorridendo !! Ci rimane solo lo sconforto di assistere allo scempio.

Vigo Africano 22/03/2017
Nella pagina del FORUM,Galleria dei Ricordi, Peppino Papararo ha pubblicato un episodio del 1994 per ricordare e mettere in evidenza quanto il MONDO DEL TIRO A VOLO, abbia perso con la scomparsa del nostro carissimo AMICO: GIOACCHINO ROSA ROSA
Anche noi di TIROAVOLOFORUM risentiamo della perdita della sua attiva e fattiva partecipazione.
Non passa giorno che la mia mente non torni su di LUI ed avverta una MANCANZA incolmabile.

Bacco Giuseppe 24/03/2017 Grazie a Papararo per il bellissimo scritto. Ho conosciuto INO solo su questo Forum ma l'empatia è stata così forte ed immediata che manca tanto, tanto, tanto, anche a me!

Vigo Africano 04/04/2017
Il Delegato Regionale Campania, Dott. Francesco Cembalo, prosegue con il mortificare le Qualifiche dei Veterani, Master e Disabili, relegando le stesse per le prime due prove di Qualificazione Regionale in due Stand con situazioni particolari con il solo scopo di effettuare la solita SPARTIZIONE DEI PESCI, quale RINGRAZIAMENTO ELETTORALE nei confronti delle Società Organizzatrici ed a SCAPITO degli Atleti Tesserati che non hanno diritto ad alcun trattamento corretto:
I° Prova del 02 Aprile - TAV SACCONARA - Sessa Aurunca (CE).
Campo inattivo da anni e fino a pochi giorni fà. Conseguenza che, malgrado l'ottima ospitalità e la profusa volontà a rendere gli impianti efficienti da parte dei NUOVI GESTORI subentrati da pochi giorni, i piattelli (vecchi perchè immagazzinati da anni) si frantumavano spessissimo all'atto dei lanci facendo durare le batterie dai 35 ai 45 minuti.
II° Prova del 28 Maggio - TAV IL CAMPIONE - Eboli (SA)
Campo arcinoto per le difficotà di recepire l'uscita del piattello per il sole frontale in buona parte della giornata. La gara è a 100 piattelli in un solo giorno.

Vigo Africano 04/04/2017
A tutto oggi i Risultati della suddetta Gara del 02 Aprile, non sono riportati ne in Gestgare, ne nel Sito FITAV Campania e tantomeno nel Sito Federale.

Cembalo Francesco 04/04/2017 Sig. Vigo i risultati sono stati pubblicati ieri sul sito FitavCampania, non può dire che non ci sono, vada a controllare

Vigo Africano 04/04/2017
Mi spiace contraddirla, ma assolutamente in Gare ed Eventi del Sito Fitav Campania, ancora ora non trovo le Classifiche della Gara di Sacconara, mentre in Gestgare ci sono solo le Classifiche della Prova de Le Dune e Raimondo.
Comunque mi segnali la sequenza per trovare la Classifica del TAV Sacconara sul Sito Fitav Campania.

Cembalo Francesco 04/04/2017 Perchè non controlla nei campionati regionali estivi, che è il posto naturale dove mettere i risultati

Vigo Africano 05/04/2017
Grazie! Trovate!

De Filippo Ciro 05/04/2017
Confermo totalmente quanto denunciato da Africano, il direttivo della regione campana ha dimostrato che non ha nessun rispetto per i tiratori, vittime ancora una volta della loro stessa passione! Mancavo dai campi di tiro da circa cinque anni pur rinnovando regolarmente la tessera FITAV annuale, da metà gennaio di quest’anno avevo ricominciato a frequentare i campi di tiro allenandomi tre giorni alla settimana presso i campi di Giugliano e Falco, partecipando anche all’ultima prova del campionato invernale e gare varie. Non vedevo l’ora che iniziassero le prove del campionato estivo, ma dopo i tiri di allenamento del giovedì precedente la prova ufficiale al TAV SACCONARA sono rimasto disgustato per i motivi esposti da Afri. Credo che volendo aiutare i nuovi gestori del campo menzionato bastava dargli un altro mese, assegnandogli la seconda prova e non la prima per sistemare gli impianti, essendo Federico competente del mestiere, invece no! Le decisioni si prendono senza tener conto che i clienti tiratori vanno rispettati e cautelati da simili situazioni!
Sono più che certo che quanto accaduto non porterà a nessun provvedimento ne presente e ne futuro ma sappiate che non ci fate una bella figura tanto siete più che abituati a simili comportamenti, ma il regolamento non prevedeva l’uso di GESTGARE?
Ma che ve ne frega tanto il vostro è un regime!!

Papararo Giuseppe 11/04/2017 Fitav: Lettera aperta di Luciano Rossi.
11/04/2017 - Il Presidente della Fitav, Luciano Rossi, si rivolge ai vertici della ISSF (International Shooting Sports Foundation) per illustrare la sua visione del futuro del Tiro a Volo che non può prescindere dall'equità di genere. 
*Luciano Rossi, presidente FITAV
Cari amici e colleghi,
dopo le riunioni di New Delhi dello scorso febbraio ho il dovere di comunicarvi che il mio lungo sostegno alla Presidenza Vazquez Raña è terminato.
Ormai da alcuni anni constato una deriva involutiva nella gestione della ISSF, caratterizzata da un mancato coinvolgimento di alcuni dirigenti, delle Confederazioni Continentali e delle Federazioni Sportive Nazionali, che nessun concreto sostegno hanno ricevuto in questi ultimi anni e che molto avrebbero apprezzato una maggiore informazione riguardo l’Agenda CIO 2020, che, secondo me, deve rappresentare per il futuro delle discipline del tiro una grande opportunità, visto l’alto significato etico e culturale.
In accordo con le indicazioni del CIO dobbiamo sostenere con convinzione un reale incremento delle attività femminili nelle nostre discipline sportive e tale incremento a mio avviso andrebbe anche esteso a livello dirigenziale.
L’equità di genere deve rappresentare un impegno che non possiamo disattendere, più volte negli anni mi sono rivolto in tal senso alla ISSF, ed ho recentemente formalizzato una lettera al Presidente ed al Segretario Generale ISSF in data 14/11/2016 nella quale formulo la proposta di chiedere al CIO di organizzare le 3 competizioni, Rifle 50mt prone, Pistol 50mt e Double Trap anche femminili. In subordine suggerivo di organizzare un evento misto per le suddette 3 discipline, e questa rappresenta a tutt’oggi a mio avviso la proposta più logica.
Da anni nelle riunioni della ISSF chiedo l’inserimento delle competizioni con le armi da fuoco negli Youth Olympic Games, evento dal quale risultano ad oggi in maniera discriminatoria escluse. Sono finalmente emerse, infine, notizie di incontri al CIO tra il Vice Presidente Anderson ed il Segretario Schreiber, nel corso dei quali è stata trattata la possibilità del tiro laser.
Vista la non inclusione delle armi da fuoco negli Youth Olympic Games e la proposta formulata a New Delhi da inviare al CIO riguardo la soppressione delle gare 50 mt rifle prone, 50mt pistol e double trap., mi sono reso conto che tutto ciò conferma una ulteriore marginalizzazione dell’uso sportivo delle armi da fuoco.
Penso sia tempo di cambiare!
Luciano Rossi
Presidente FITAV *

Da all4shooters.com

Vigo Africano 12/04/2017
Tardivo pentimento!
Giusto preoccuparsi dell'estromissione delle Lady da alcune Competizioni Olimpiche, ma era ancora più giusto opporsi, a suo tempo, alle tante INSULSE e MORTIFICANTI innovazioni per le nostre Discipline (es. Finale ad un colpo; Azzeramento del Risultato ottenuto in Qualificazione; etc.)

Salzano Giuseppe 14/04/2017 Interessamento di Giuseppe Papararo,circa la pubblicazione della lettera aperta del Presidente Rossi ai vertici ISSF.
Mi risulta difficile e strano comprendere la pubblicazione su questa pagina ad opera di Papararo, circa l'intervento del Presidente. E ciò perchè dall'anno 2012, con i molteplici interventi, inerentemente le **INSULSE E MORTIFICANTI INNOVAZIONI per le nostre discipline **di cui ci rammenta AFRICANO,non ricordo di interventi in tal senso del nostro Peppino Papararo,ma soltanto grandi silenzi, ed in qualche caso anche strane acquiescenze
su posizioni di **addetti ai lavori**!!

Papararo Giuseppe 14/04/2017 - X PEPPINO SALZANO - Per quanto io ti voglia bene, e tu dovresti saperlo, mi sorprende il senso del tuo scritto. Ciò che sfugge a molti, e forse anche a te, è che oggi si sta combattendo una battaglia all'ultimo sangue per la sopravvivenza stessa del Tiro a Volo, così come lo conosciamo. Il maldestro e subdolo tentativo, tuttora in corso, da parte di alti dirigenti dell'ISSF dell'introduzione del tiro laser in sostituzione del tiro con armi comuni da sparo nei giochi olimpici e nelle gare internazionali è una iniziativa che va denunciata e resa pubblica a tutti i livelli. Che lo abbia fatto il Presidente Luciano Rossi nella sua veste di Presidente FITAV e Vice Presidente dell'ISSF è per me motivo di grande soddisfazione per il ruolo istituzionale che egli riveste. Io credo che tutti dovremmo supportare questa battaglia, aldilà di critiche più o meno condivisibili, che io ho sempre rispettato. Penso che la funzione di questo sito sia anche quella di dare voce a tutti, a prescindere da pregiudizi o valutazioni di carattere personale. Quanto poi ai miei silenzi o peggio ancora alle mie acquiescenze, tu dovresti conoscere il mio senso dell'equilibrio. Dalla Fitav, come ben sai. io non ho mai ricevuto favori e mai li chiederò. Anzi, come dovresti sapere, in passato ho ricevuto solo calci nel sedere. Continuerò a volerti bene. Colgo anche l'occasione per augurare a te e a tutti coloro che ci leggono i miei più affettuosi auguri di Buona Pasqua. Peppino Papararo.

ricciardi silvio 14/04/2017 Santa Pasqua. - L'occasione mi sembra irripetibile!! Auguri con tutto l'affetto possibile per Voi e che regni sempre la PACE nei cuori di noi pochi supestiti del nostro sito!
Chiunque, avvezzo ad atteggiamenti dispotici e dittatoriali, abusando della irremovibile posizione, commette irrevocabili errori, può avere una apprezzabile iniziativa, che non può che essere condivisa.
Dovremo essere pronti ad affrontare ulteriori angherie - non abbiamo modo di contrapporci - ma non possiamo abituarci a pensare che il nostro tiro, per come lo abbiamo praticato, diventi uno sport da palestra senza più il profumo delle polveri da sparo
Con quella iniziativa Rossi mette a repentaglio la sua posizione di vertice nella federazione internazionale, Va quindi meritatamente appoggiato e ringraziato dalla base dei tiratori *vintage*!!
un abbraccio a tutti.

Papararo Giuseppe 14/04/2017
Allego L'ultima Notizia ANSA.

Vigo Africano 14/04/2017
Appoggiare SI, ma non mi sento di plaudire alla posizione tardivamente assunta dal Presidente Rossi che, da persona intelligente, avrebbe dovuto avvertire già da tempo l'ARIA INVOLUTIVA che soffiava in ISSF relativamente alle nostre Discipline. Ne lui, ne i suoi Delegati nelle Commissioni si sono preoccupati di ostacolare le idee balsane che da anni hanno imbastardito le nostre Discipline, sotto la falsa giustificazione di NECESSITA' INNOVATIVE.

Salzano Giuseppe 14/04/2017 PEPPINO PAPARARO. Plaudo e condivido la giusta posizione assunta da Afri.Non vanno viste posizioni di riguardo oggi.
Per i lustri trascorsi non si è mai dato segno di dissenso da parte di chi ne avrebbe dovuto avere l'obbligo e il dovere.Nè sono state portate a conoscenza dei TESSERATI nefaste iniziative ed acquiscenze, cui ne stiamo subendo le conseguenze ed avremo da leccarci le ferite ancora,forse,per un pò.
Caro Peppino, non confondo il bene che possiamo volerci,con posizioni che ci distinguono per chiarezza,regole,regolamenti e conflitti di interesse nel nostro Sport. IL mio riferimento non è il luogo comune ... **PIATTELLI**. Ma tanto altro!!! UNO PER TUTTI? IL VERGOGNOSO STRAVOLGIMENTO DELLO STATUTO FEDERALE!!!
Veri colpi di mano!!!
SILVIO. Commenta, a Te stesso,quei chiari e splendidi Tuoi due righi e mezzo del secondo periodo del Tuo di quest'oggi!!!
Se poi sarai convinto,postane il Tuo pensiero.
So che sei leale e *sanguigno*,mi piacerebbe condividerne con Te le risultanze.
Campania:forse non stai seguendo che qui da noi le nefandezze della Gestione Federale, con il benestare della **Suprema Corte dei Miracoli**,continua imperterrita e vergognosamente ad avere atteggiamenti peggiorativi rispetto al ciclo precedente. Non bisogna dimenticare!!!!!
PEPPE.Non puoi stare silenzioso e tranquillo e poi all'improvviso ....per una iniziativa per come Voi la vedete, dimenticare i continui tradimenti e le continue pugnalate alle spalle a TUTTI Coloro che avevano ed hanno il diritto di SAPERE,ai Quali fu tolto ogni diritto partecipativo. E Vi prego di non parlare della favola della Elezione**Rappresentanti etc.etc.**
Quando si esternano posizioni,vanno assunte responsabilmente SEMPRE.
IL nostro Sport non va visto come il disco dipinto a spicchi con i colori dell'Arcobaleno,che facendolo ruotate intorno al proprio asse , anche a dicreto numero di giri,l'occhio vede un disco totalmente biaco.Cordialòità.

Vigo Africano 14/04/2017
Per quanto riguarda la CAMPANIA, al di là del mio intervento specifico sulle Sedi scelte per le prove dei Veterani, Master e Diversamente Abili, che ha avuto poco eco, salvo la risposta di Ciro De Filippo ed una precisazione del Delegato Regionale ad una problematica di SECONDO ORDINE (intervento a parte), faccio notare come la POSIZIONE ASSUNTA dalla A.S.D. ZAINO, relativamente alle ELEZIONI FEDERALI, abbia portato alla ESCLUSIONE della stessa come sede di almeno una delle Prove di Qualificazione.
A mio avviso, il Delegato Regionale, su suggerimento di qualcuno, ha adottato questo vergognoso provvedimento ANCHE perchè la A.S.D. ZAINO usa e rappresenta una Ditta costruttrice di Piattelli NON DELLA CASA MADRE!!

ricciardi silvio 14/04/2017 SECONDO CAPOVERSO . - Credo fermamente in quello che ho scritto e riletto!!!! Gli aggettivi usati, senza mistificazioni, chiariscono la mia posizione nei confronti di chi ha negato il dovuto rispetto cui avevano diritto i tiratori, creando di una federazione un suo feudo personale.
Ma tra questa posizione di impossibile rovesciamento della realtà,- al solo pensiero che le nostre discipline vengano prostituite per favorire aziende elettroniche a scapito dei migliori costruttori al mondo di armi,- accetto ogni intervento di opposizione a questo programma, da chiunque provenga e qualsiasi siano i suoi precedenti e la sua posizione - mi sento partecipe della meritoria alzata di scudi.
Ci hanno tolto la dignità e non abbiamo più la voce per fare udire le nostre intenzioni e se qualcuno, seppur in enorme ritardo, urla quello che noi vorremmo urlare, ci schieriamo contro la persona e neghiamo il valore dell'azione ???
Ma dove è finita la vostra riconosciuta, apprezzata coerenza ??

Salzano Giuseppe 15/04/2017 La mia posizione estremamente critica è per ribadire con forza che, un ATTO DOVUTO,lo si vuole far passare quale ATTO STRAORDINARIO,EROICO. E ci mancava pure che si aggiungesse un altro silenzio,dopo quello del 2012!!! Subiamo di continuo assurde posizioni di gestione e ci sono soltanto assordanti silenzi . Da nessuna parte,traspare la negazione dell'azione. Quindi non credo si possa parlare di incoesrenza.

luongo giacomo 15/04/2017 Mi associo condividendo tutto asserito da Silvio
Colgo l'occasione per augurare a Tutti Una buona Pasqua

Vigo Africano 15/04/2017
Silvio, poichè nell'ultimo capoverso tu usi l'aggettivo *vostro*, ripeto che certamente il SOGGETTO, anche per suoi interessi personali (rischio fabbricazione piattelli), non poteva restare in silenzio e quindi purtroppo E' DOVEROSO appoggiarlo, non fosse per altro per nutrire qualche speranza che ancora una volta non vengano minate le nostre Discipline o ridotte a quei vecchi giochi da Luna Park degli anni 60/70.
Quanto alla tua valutazione di *RISCHIO DELLA POSIZIONE IN ISSF*, non ti sorge il dubbio che sotto sotto ci sia il TENTATIVO/SPERANZA di poter SCALARE la sua POSIZIONE nell'ambito della Federazione Internazionale???
In ogni caso sarebbe opportuno che, ovemai il passaggio all'elettronica avvenisse, cominciasse/cominciassimo a pensare/minacciare il passaggio/creazione ad altra Federazione.

ricciardi silvio 18/04/2017 TIRO LASER . - Non mi è stato possibile collegarmi nei giorni festivi.
Africano: rifuggo sempre dalla personalizzazione delle risposte, che crea una specie di scontro verbale diretto, che non è mai nelle mie intenzioni.
Il mio era un invito a tutti i lettori che sposano lo stesso concetto espresso da Peppe Salzano, ma che - come al solito - leggono e si nascondono.
Piena la mia condivisione al contenuto del tuo post che prevede scenari possibili, ma l'intervento di Rossi - dopo anni di acquiescenza che ha collaborato a ridurre il nostro sport ad un baraccone di circo - l'ho doverosamente trovato più che giusto.
Se facciamo un elenco delle umiliazioni che abbiamo subito, delle decisioni a beneficio personale che hanno accompagnato la sua gestione,le farse elettorali delle quali siamo stati vittime, potremmo redigere una enciclopedia, ma nei post scriptum non potremmo non far presente che - convenienze, ambizioni, programmi sommersi ecc.- UNA VOLTA la sua voce è quella di tutti i veri appassionati del tiro a cui ha tolto arbitrariamente la possibilità di urlare all'incombente ulteriore scandalo ad uso speculativo.

Salzano Giuseppe 18/04/2017 Conseguentemente alla lettera aperta del PRESIDENTE ROSSI, vi è stata una ferma e dura posizione da parte dell'ISSF, accusandolo di una pubblicazione falsa.
-**ISSF reject false allegations of vicepresident Luciano Rossi**-
Presse release 16-2017 del 14/04/2017.
-**In introduzione l'ISSF puntualizza che in una lettera aperta distribuita ai media, il vicepresidente dell'ISSF, Luciano Rossi, ha attaccato le raccomandazioni del programma olimpico di Tokyo 2020, organismo che ritiene che il vicepresidente Rossi ha dato false informazioni**.
-Vorrei anch'io Salzano,comprendere - **Quella VOCE silente in Qualità di membro,sia del CIO che dell'ISSF**-... e se**La SUA VOCE cui non urlò nel 2012,nè lo ha fatto a febbraio 2017!!!
****Se LA Sua VOCE,è quella di tutti i veri appassionati a cui ha tolto, arbitrariamente, la possibilità di urlare all'incombente ulteriore scandalo ad uso speculativo****-???
Comunicato Stampa 16/2017
- **La lettera del Sig. Rossi ha suggerito che il Segretario Generale Franz Schreiber e il Vice Presidente Gary Anderson ha discusso l’uso di pistole laser con il CIO **possibile futuro degli sport di tiro**.In ulteriori attacchi pubblicati in Italia ha falsamente riferito ad un **relazione segreta e negoziati in corso per introdurre il laser**.
Non c'è assolutamente niente di vero in tutto questo.Naturalmente,ISSF Segretario Generale Schreiber e Vice Presidente Gary Anderson si sono incontrati con il dipartimento sport del CIO per discutere la presentazione di raccomandazioni parità ISSF di genere, e il CIO hanno chiesto su tiro a laser, perché sono ben consapevoli del fatto che questo è ora fatto in Pentathlon Moderno.
Autorità ISSF ha spiegato che non ci sono sistemi laser che potrebbero essere utilizzati per la ripresa ISSF e che l’ISSF non avrebbe sostenuto questo. Questa è stata la fine della discussione. Non ci sono accordi segreti o negoziati in corso su laser, e ogni suggerimento in senso contrario è una menzogna.
Ulteriori accuse di questa campagna suggeriscono che ci possano essere stati accordi tra CIO e ISSF o pressione per eliminare le armi da fuoco per gli eventi del programma olimpico. Non c’è mai stata alcuna discussione con il CIO per quanto riguarda la cancellazione di eventi armi da fuoco.
Le raccomandazioni ISSF del programma olimpico di Tokyo 2020, che sono state sviluppate da un Comitato ad hoc ed unanimemente approvate sia dal Comitato Esecutivo ISSF e Consiglio d’amministrazione di Nuova Delhi (ha)volutamente evitato ogni considerazione di armi da fuoco, contro eventi di non armi da fuoco, ma invece coscientemente cercato di valutare i 15 eventi di tiro olimpico e potenziali nuovi eventi basati esclusivamente sui loro meriti, il loro potenziale sulla crescita futura, ed i risultati delle analisi in base 2016 evento CIO.
I membri di questi due corpi – tra cui il Signor Luciano Rossi, che è un membro di entrambi - sono stati in grado di studiare i risultati dettagliati di queste attente valutazioni e il fatto che entrambi i corpi hanno votato all’unanimità per sostenere le raccomandazioni ISSF dovrebbe confermare quanto convincenti sono state.
Un comunicato sulla riunione del comitato amministrativo ISSF esecutiva del consiglio a New Delhi è stato pubblicato il 23 febbraio, a
http://www.issf-sports.org/news.ashx?newsid=2731
L’ISSF continuerà a lavorare nel beneficio dello sport, sostenere l’attuazione del CIO Agenda 2020 e del principio di parità del genere, e attacchi basati su informazioni false non dovrebbe compromettere questo processo.
ISSF comunicato stampa 16/2017 (FINE)

Salzano Giuseppe 18/04/2017 Ora a chi la Parola?

ricciardi silvio 18/04/2017 LASER . - Solamente un momento di pura follia potrebbe porre un presidente di federazione, vice presidente di un organismo mondiale del tiro, nella condizione di pubblicare una lettera aperta per affermare che è sua intenzione togliere il proprio appoggio al vertice, se non ci fosse in preparazione un provvedimento di ulteriore mortificazione per le armi ed i bersagli tradizionali.
Reputo la persona in questione ancora munito di superiore intelligenza e conoscenza delle parti in causa e, se scrive e pubblica, motivo certo c'è.
Da adesso non ci resta che attendere.

Papararo Giuseppe 18/04/2017 - Condivido totalmente l'intervento di Silvio. Saluti. Peppino Papararo.

Salzano Giuseppe 18/04/2017 -ISSF: discusso l'uso di pitole Laser con CIO.
Nella mia del 15 c.m.,parlavo di ATTO DOVUTO,non essendo a conoscenza della espressione di voto del Vice Presidente ISSF Luciano Rossi,nel Comitato Esecutivo ISSF e nel Consiglio di Amministrazione di nuova Delhi.
Non ero a conoscenza della Sua partecipazione alla discussione,nonchè della manifestazione del proprio voto espresso alla UNANIMITA' nelle due votazioni.
Nella Sua lettera aperta, nulla traspare, alcun rilievo viene mosso o riportato della discussione-cosa grave-, data la rapresentatività della maggiore e forse, più qualificata delle Federazioni delle discipline di cui ci occupiamo!!! Mentre in Casa poi Egli muove critiche senza alcun peso,dato il voto espresso in Sede Istituzionale. Mi fermo quì...per ora!
Mi riesce difficile immaginare una posizione tanto indifendibile quanto insostenibile,possa trovare sostegno con pollice SU!

Vigo Africano 19/04/2017
In questi anni la FALSITA' delle DICHIARAZIONI di molti Leader che ci rappresentano sono all'Ordine del Giorno.
Spero che il nostro Presidente possa fare al più presto una smentita ufficiale sulle NOTE, poco ragguardevoli nei suoi confronti, emesse dalla ISSF.

Bacco Giuseppe 20/04/2017 Condivido totalmente l'intervento di Silvio.

Vigo Africano 20/04/2017
Vi invito ad andare nella Pagina ELICA del FORUM, dove potrete leggere due interventi di Lelio Palazzo sull'argomento TIRO LASER.

Maglione Biagio 26/04/2017 SILENZI FRAGOROSI.
Potrebbe essere il titolo di un intrigante romanzo ma . . . è solo la realtà che stiamo vivendo.
Molti sono i pensieri che salgono alla mente.

1 – ELEZIONI DICEMBRE 2016 - Silenzio post votazioni dicembre (speriamo che gli ‘antagonisti’ non si defilino ma che lavorino in modo costruttivo per il futuro senza risvegli fuori tempo dell’ultimo momento).

2 - TIRO LASER – Silenzio istituzionale che diviene colpevole in quanto ci fa chiedere dov’era il vice presidente dell’ISSF nelle riunioni preliminari dove si è cominciato a parlare dello stravolgimento del Tiro a Volo.

Sul secondo punto perché non considerare quello che stanno partorendo come se fosse un nuovo sport, lasciando il Tiro a Volo come riferimento della realtà sportiva attuale.
Il Presidente della FITAV potrebbe e dovrebbe essere il punto di riferimento dell’eredità storica del Tiro a Volo accentrando accanto alla nostra Federazione tutte quelle che vogliono restare nella realtà attuale.
Non serve minacciare o mettere in atto dimissioni ma serve agire per non far scomparire il vero Tiro a Volo.
Credo che occorra mettere insieme le forze della Federazione, dei produttori del settore (armi, munizioni, ecc.) dei gestori dei campi (investimenti che andranno in fumo) e dei tiratori (espropriati del loro sport, delle loro armi, della propria passione, dei propri sacrifici) per far si che si possa fermare questo scempio e/o fondare un alternativa all’ISSF.
Auspico che questa mia esternazione non resti solo un grido nel deserto ma divenga un momento di riflessione.

Vigo Africano 26/04/2017 Caro Biagio,
Ti ringrazio per questo tuo intervento che condivido totalmente.
Sembra veramente strano che il nostro Presidente FITAV e Vice Presidente ISSF, non smentisca quanto pubblicato dalla stessa ISSF in maniera così in contrasto con quanto pubblicato dal suo Vice Presidente!
O quest'ultimo ha la CODA DI PAGLIA?

Salzano Giuseppe 27/04/2017 Gentilissimi. Mi rivolgo a Tutti,Coloro che leggono,osservano e riscontrano e Coloro che leggono e stanno perennemente in silenzio!
Sono anche convinto che molte volte il silenzio è d'Oro,ma sono altrettanto convinto che fare silenzio,anzi strare zitti in certe circostanze che ci toccano da vicino, è deleterio per il nostro essere Sportivi e per le Discipline del Tiro a Volo stesso.
La Federazione Italiana Tiro a Volo,ha una conduzione appiattita su se stessa! Viene schiacciata per presunti o palesi interessi del Presidente Rossi o di Componenti del Consiglio Federale,la **Nota** non cambia affatto.Per il solo fatto che se ne è parlato tanto ed in ogni dove, era ed è ancora motivo di discussione.
Non sono fatti accaduti e passati inosservati! Questa sera ho avuto modo di leggere qualcosa sulla pagina **La FITAV che Tu vorresti**. Si espongono punti di vista,come è logico che sia.Si riscontra e ci si confronta.....E Noi?

Salzano Giuseppe 27/04/2017 Lo scorso 11 aprile il Presidente Rossi,faceva pubblicare da Peppino Papararo la ** Lettera Apreta** con la Sua verità. Dall'ISSF sono pervenute smentite e posizioni umilianti per contenuto,all'indirizzo del Vice Presidente ISSF, ON Luciano Rossi e, nonostante invitato, attraverso questa pagina, a smentire tali DELETERIE E POCO EDIFICANTI ACCUSE,il Presidente Rossi continua a rimanere in silenzio.
Sostengo da sempre,che la chiarezza e la verità,****tempo ci vuole per farle digerire a chi non è aduso a ciò****,ma non *traballeranno* MAI!
Quella **Lettera Aperta**del Presidente Rossi, che Il mio Amico Peppino Papararo pubblicò e che mi diede riscontro un po’ risentito,trattò l'argomento **Tiro Laser** come fosse stato alle porte.
Abbiamo avuto modo di leggere, invece un'altra verità.
Ma da allora il Presidente nulla avrà riferito,forse al buon Peppino Papararo,su eventuali sviluppi.
Forse,o senza forse?.... Ma perché tanto allarmismo e senza smentita alcuna,dopo il riscontro ISSF?
Sono anche convinto,che quando gli allarmismi sono insostenibili,portano irrimediabilmente alla mancanza di credibilità !!!

Papararo Giuseppe 28/04/2017 - X GIUSEPPE SALZANO - Caro Peppe, avevo promesso a me stesso di non commentare più i tuoi interventi relativi alla Federazione e al Presidente Rossi, che naturalmente rispetto e in gran parte non condivido. Ma non posso tacere di fronte alla tua nuova provocazione.
Devo innanzitutto contestare il tuo scritto:*Lo scorso 11 aprile il Presidente Rossi,faceva pubblicare da Peppino Papararo la ** Lettera Aperta** con la Sua verità.* Quell'invito o peggio ancora quell'ordine alla pubblicazione io non l'ho mai ricevuto dal Presidente Luciano Rossi, ma è stato semplicemente frutto di una mia spontanea iniziativa personale, nella convinzione che l'argomento potesse essere interessante per l'intera platea del Tiro a Volo. Se tu mi conoscessi bene, dovresti facilmente dedurre che nell'intero arco della mia vita non sono mai stato agli ordini di nessuno, pagandone spesso le conseguenze.
Aggiungo infine che quel documento del Presidente Luciano Rossi è stato sottoscritto da ben 57 Federazioni Sportive Internazionali, ben oltre il numero minimo di 25 previsto dallo statuto dell'ISSF, ed ha provocato di conseguenza la convocazione dell'assemblea straordinaria dell'ISSF per il prossimo 25 giugno, con all'ordine del giorno l'esclusione dai prossimi giochi olimpici del Double Trap e altri argomenti di notevole importanza.
Con questo mio intervento, per quanto mi riguarda, intendo chiuso definitivamente l'argomento da te sollecitato, senza nessuna possibilità di replica da parte mia. No comment. Saluti. Peppino Papararo.

Vigo Africano 28/04/2017
Caro Peppe Salzano, effettivamente la tua frase nei riguardi di Peppino Papararo è stata alquanto maldestra.
Noi di Tiroavoloforum teniamo moltissimo alla partecipazione al nostro FORUM dell'amico Papararo, non solo per la sua competenza, ma anche per la pssibilità di informazione che riesce ad avere per i suoi trascorsi a Livello Nazionale, quindi ci auguriamo che questa schermaglia innanzi tutto non alteri i vostri rapporti di Amicizia, ma che Peppino Papararo ci aiuti sempre a rendere tempestivo ed attuale questo nostro FORUM.

Bacco Giuseppe 29/04/2017 Gli interventi di Palazzo, sempre precisi, competenti, lucidi, ci presentano il futuro del tiro a volo. Non si può fermare il progresso ! Siamo di fronte alla possibilità di eliminare i prodotti della combustione delle cartucce, di eliminare il rumore, di azzerare i rifiuti di piattelli, borre, bossoli, piombo. E' solo questione di tempo, il laser nel tiro è inevitabile, possiamo fin d'ora rassegnarci e magari cominciare a prepararci cercando di cogliere il buono che ci apporterà questa rivoluzione !

Salzano Giuseppe 29/04/2017 Caro Afri. Ho la presunzione di affermare di conoscere Peppino Papararo abbastanza. La Sua risposta era un atto dovuto - **politicamente corretto**- e lo ha fatto.
Quanto ho finora affermato,è stato già scritto e lo confermo.
L’Amicizia ed il Bene di cui Peppino parla, sono VALORI da circa mezzo secolo condivisi.
E’ giusto che certe scelte possano non essere condivise,ma quando si agisce per amore dello Sport, certe posizioni andrebbero analizzate con serenità, in particolar modo quando non vi è chiarezza. Ed il contenuto della**Lettera Aperta** del Presidente Rossi, non è stata di chiara e doviziosa informazione per noi Tutti. E prova ne è, la ferma e dura reazione esplicitata dall’ISSF e, fino ad eventuale smentita del Presidente, credo di essere nel giusto! Aggiungo poi, più in generale,che per azioni in spregio a comportamenti di Etica dello Sport e di Regole scritte e non scritte, non sia necessaria la cartina di tornasole per interpretarle,figurarsi quando sono di elementare lettura.- Ma questo appartiene ad altra sfera!-
Afri, certi VALORI ,o ci sono o non ci sono. Forse ti è sfuggito che Peppino,***aveva promesso a se stesso di non commentare più i miei interventi relativi alla Federazione e al Presidente Rossi.***
Ritieni quindi , ** la mia frase alquanto maldestra nei confronti di Peppino Papararo ? ** La ritengo abbastanza equilibrata!
Cordialità -
P.S. Ove mai Peppino Papararo volesse,l'eventuale riscontro non sarà gradito. Continua.

Vigo Africano 29/04/2017
Peppe Salzano.
Questo tuo intervento non lo condivido, io mi riferivo alla tua frase messa in evidenza da Peppino Papararo nel suo intervento, che conoscendo quanto te Peppino, non ritengo possa essere tacciato di servilismo.
Anche per me l'argomento è chiuso.

Vigo Africano 29/04/2017
Per Peppino Papararo,
Ti risulta che nell'Assemblea del 25 Giugno, verrà discusso anche l'argomento *Tiro Laser*?

ricciardi silvio 29/04/2017 CERTEZZA E SPERANZA . - La lettura dei post, e sopratutto l'attenta e non semplice comprensione dei contenuti, suscitano in me, due sentimenti:
il primo, approfondendo la conoscenza delle nuove tecnologie elettroniche, che ogni giorno raggiungono impensabili risultati, è quella certezza matematica che, nel giro di pochi anni, i nostri fucili saranno esposti nel musei, come oggi si fa per le alabarde e le corazze;
Il secondo nasce dal bisogno di constatare, nel più breve tempo possibile, che si è tornati a considerare la tradizionale, mai tradita, amicizia la base di sostegno anche in naturali opposizioni di opinioni. Ci siamo espressi quasi tutti sugli eventi e gli interventi del Presidente Rossi, cui nessuno di noi può porre rimedio, e solo il tempo ci consentirà di conoscere la verità e le ripercussioni. Nessuno di noi godrà mai di vantaggi per essersi espresso pro o contro, l'editto, ma che questo , accertato quanto affermo, crei palesi dissapori per imporre ad altri le proprie idee e sensazioni,è veramente deplorevole.
* Siamo rimasti in 3 * canta una vecchia canzone, ed invece di considerare ognuno di noi,sopportabile ed indispensabile, andiamo allo scontro autodistruttivo.

Salzano Giuseppe 29/04/2017 Di tanto in tanto è accettabile ed opportuno he ci siano interventi da parte dei Fondatori, per riportare in alveo appropriato agli scopi prefissati, eventuali esposizioni fuori tema.
Appaiono quindi eccessivi ed inopportuni gli interventi di AFRI: per manifesta inappropriata presa di posizione.
SILVIO invece,per quel poco elegane **veramente deplorevole**-
E' mancanza di facoltà di critica,pur rimanendo strettamente in linea con gli argomenti inerentemente gli accaduti della disciplina,oppure c'è dell'altro?!?!
Potete anche da subito bloccarmi l'accesso,ovvero posso chiedervi la cancellazione dal VOSTRO FORUM !
Attendo riscontro.-Cordialità.

ricciardi silvio 30/04/2017 SALZANO . - Peppe, mi dai l'occasione per ribadire che l'unico pilastro su cui è nato il nostro sito è quello di dar voce a tutti, chiunque sia e qualsiasi opinione abbia.
Abbiamo avuto ed abbiamo il dovere di smussare gli angoli sopratutto quando i contenuti dei post sfiorano le offese personali - conoscendo i rapporti di amicizia e stima reciproca dei contendenti - ed è cosa che faremo sempre.
Nessuno di noi vieterà mai a chiunque il diritto di esporre le proprie ragioni sulle nostre pagine, salvo che non si trattino argomenti contrari alle leggi vigenti, per cui il tuo tentativo di renderti *vittima sacrificale* per le opinioni esposte senza possibilità di esprimere il tuo dissenso, cade nel vuoto.
Tengo per me il tuo *poco elegante* aggettivo per la mia definizione di deplorevole situazione che si stava creando per motivi il cui livello non merita scontri diretti, e ti invito a riflettere: a mente fredda lo considererai un complimento !!

Vigo Africano 30/04/2017
L'intervento di Silvio è più che esaustivo. Spero che non si alterino antiche amicizie e si cerchi maggiore serenità, visto che l'argomento LASER è la cosa più importante, anche se a mio avviso ci vorranno anni per introdurre questa tecnologia e non potrà mai sostituire le nostre Discipline, che mi auguro non vengano proibite da insane Leggi, che di conseguenza toccherebbero anche il comparto venatorio.

Salzano Giuseppe 30/04/2017 Silvio. Con il mio di ieri anticipai che erano accettabili ed opportuni eventuali interventi da parte dei Fondatori e ne spiegai le ragioni. Osservai anche che Afri agì in maniera inappropriata ed inopportuna . Una inaccettabile ed inaudita posizione di parte. Credo che si poteva evitare.
Il Fontatore avrebbe dovuto notare l’imperativa posizione di Papararo** Egli non avrebbe più commentato miei interventi relativi alla Federazioine ed al Presidente Rossi**.
Su questo significativo,puntuale e delicato passaggio c’è silenzio! Peppe non è un interventista come altri. Egli è stato nominato Collaboratore di Questa Pagina! O mi sbaglio! Allora?
Al di là di tutte le posizioni assunte, non entro puntualmente nel merito di quanto esposto da Silvio, se è o non è esaustivo. VA BENE COSI’.

Vigo Africano 01/05/2017
Sarebbe opportuno che ciascun iscritto, ed in particolare quei pochi che ancora intervengono in questo FORUM, rileggesse attentamente nella Pagina NEWS, la notizia del 18/03/09 edita dalla Redazione.
Questo SITO, e da allora nulla ad oggi è stato cambiato, è lasciato come SPAZIO OPEN per gli Iscritti, che sono gli ARBITRI di questo SPAZIO.
Il mio intervento organizzativo consiste solo nel collaborare con questi ultimi: per l'inserimento di eventuali ALLEGATI, aggiornare (eliminando gli AVVISI obsoleti) la Pagina AVVISI PROSSIME GARE e per eventualmente censurare INTERVENTI non consoni con le FINALITA' del SITO.

D'Aloja Gianfranco 01/05/2017 Questa cosa dell'eliminazione del double trap sta facendo andare fuori di testa parecchie persone. Addirittura sul sito Facebook *Firearms United* si suppone l'esistenza di un complotto a livello internazionale al fine di eliminare gli sport con armi da fuoco dalle Olimpiadi a cominciare dal double trap; quando l'eliminazione di questo sarà invece compensata dall'inserimento di una nuova disciplina praticata sempre con armi da fuoco: il trap misto. Il Presidente Affarista, con la sua lettera aperta nella quale agitava lo spauracchio delle armi laser, è stato abile nel portare dalla sua parte ben 57 federazioni, laddove inizialmente ad opporsi alla determinazione dell'ISSF di rimuovere il double trap dalle Olimpiadi era solo lui. Persino i suoi *nemici* della FIDASC ci sono cascati. Quanto alle ipotesi fantascientifiche di Lelio Palazzo. mi sembrano alquanto premature. Quanto verrebbe a costare il tiro al piattello con i bersagli muniti di un sensore elettronico per la validazione del risultato?

Vigo Africano 01/05/2017
Caro Gianfranco,
al di là delle giuste considerazioni che hai fatto sull'abilità del nostro Presidente, sempre sul futuro del TIRO LASER, mi chiedo:
1) L'elettronica gioca spesso brutti scherzi, come si renderà CERTO che il bersaglio sia stato colpito o altrettanto invece mancato?
2) Quale SPETTACOLARITA' VISIVA resterà per gli Spettatori e per i Media?
Ricordo che hanno stravolto le nostre Discipline (vedi finale ad un colpo, etc) per rendere questa FASE fruibile da parte dei Media.
Io mi auguro solo che, se l'introduzione dovesse avvenire, ci sia immediatamente una Federazione che ci assorba o ne venga costituita una Nuova. Non avremo più accesso ai Titoli Olimpici, ma resteranno sempre i Titoli Mondiali ed Europei.

D'Aloja Gianfranco 02/05/2017 Caro Africano, le tue interessanti osservazioni vanno riportate anche sulla pagina dedicata all'elica, in quanto Lelio, non si capisce bene perché, risponde solo su quella pagina. Da notare, nell'intervento di Lelio, un interessante paragone tra Rossi e De Gasperi, accomunati dalla virtù della lungimiranza. Con la differenza che, nel primo caso, si tratta di una virtù sfociante in quella, più fruttuosa, della paraculanza.

Bacco Giuseppe 02/05/2017 Il modo più sicuro di perdere una guerra è quello di litigare tra alleati.
Nessuno di noi tifa per il laser ! Alcuni, me compreso, temono e paventano una inevitabile rivoluzione alla quale saremo costretti ad adattarci. Altri esternano la speranza che la tecnologia incontri ostacoli ostruttivi alla sua realizzazione. Tutti inorridiamo all’idea di sostituire i nostri amati MX8, SO4, DT11 con una anonima e inespressiva barra di plastica grigio scura che proietta un fascio di luce magari invisibile.
Personalmente confido nella competente previsione di Palazzo: almeno un ventennio per la messa a punto e continuo a cullare, accarezzare e strofinare il mio Perazzi. Stavolta poi, Degasperiano a no, sto con Rossi che tende a difendere una posizione che è anche la mia.

D'Aloja Gianfranco 02/05/2017 Quindi sarebbe giusto ostacolare il progresso? Non potrebbero convivere le diverse forme di tiro a volo? E poi, non è detto che i nostri vecchi ferri non possano essere adattati per la bisogna, ipotesi che ieri, in un colloquio intercorso tra noi due, prospettava lo stesso Lelio Palazzo.

ricciardi silvio 02/05/2017 LASER . - Gli organi che gestiscono le Olimpiadi hanno da sempre dimostrato incompetenza mista a enorme paraculanza, tentando di distruggere discipline che, a loro dire, avevano pochi adepti e davano, sempre solo a loro, scarsi utili.
Il passaggio alla Olimpica doveva prevedere la sparizione della Universale ma il tempo ha dimostrato che non è così. Le cinque macchine sono sempre vivissime ed attraggono ancora centinaia di tiratori nonostante la gestione sia assolutamente poco soddisfacente.
Africano auspica - tra molti anni - una nuova federazione, nel caso si sperimenti positivamente l'uso di armi laser, ma veramente crede che chi ha oggi in mano le federazioni molli l'osso ??
Chi più ha più vuole, e lo dimostrano ogni giorno sempre con maggiore evidenza.
Ma nulla, fortunatamente, può frenare il progresso. La sola speranza che ci rimane è che gli eventuali costi di utilizzo siano talmente alti da scoraggiarne la omologazione.

Bacco Giuseppe 02/05/2017 Certamente il progresso non va contrastato ma non sempre il cambiamento si accompagna al miglioramento. Mi auguro che la rivoluzione che ci attende possa elargirci le stesse emozioni che ci ha regalato il nostro amato sport. Ad oggi mi risulta ancora difficile comprenderne gli sviluppi e non mi pare intelligente contrastarli aprioristicamente, ciononostante nutro qualche umano timore.

palazzo lelio 02/05/2017 La sostenibile leggerezza del futuro:
saremo in un certo modo obbligati a passare,a nuovi strumenti, magari utilizzando gli attuali ma infileremo nelle canne, al posto delle cartucce degli impulsori laser, che percossi emettono l'impulso verso il bersaglio.
Il futuro si prospetta di utensili sempre più miniaturizzati e leggeri.
Pensate che nel mondo automobilistico si progetta la vettura airbag, dotata di motori elettrici leggerissimi sulle ruote e fatta in materiali leggerissimi che in caso d'urto non solo si disintegrano ma non offendono la fisicità degli occupanti, incapsulandoli in una nuvola di airbags interni.
Ricordate i primi televisori o le radio degli anni 60, confrontateli in peso e dimensioni con quelli di oggi.
I costi: quando ero ragazzino (all'epoca in cui c'erano 2.500.000 cacciatori) c'erano 40 polveri in commercio e tutte molto convenienti se non economiche. Gli elettrodomestici elettronici tv radio erano costosissimi.
Oggi ci sono 10 polveri che le fanno pagare salatissime (per non parlare della scandalosa speculazione del piombo, per il quale -al pari della benzina- c'è sempre una ridicola e cretina scusa per giustificarne l'aumento), mentre la componentistica elettronica è a prezzi molto competitivi e popolari -e non inquina-.
Per come ci salassano e prendono in giro, dovremmo fare la rivoluzione per adeguare a livello internazionale i nostri sistemi di tiro all'innovazione elettronica.
Per le anime belle...il paragone Presidente - De Gasperi, segue il detto latino ^laudando castigat ridendo mores^
Un saluto

Salzano Giuseppe 02/05/2017 IL Vice Presidente ISSF Gary Anderson,ha indetto una Assemblea per il 25 maggio prossimo a Monaco, c/o l'Hotel Hilton Park, con un solo O.d.G.:
- Soluzione per prevenire la cancellazione del programma olimpico delle tre specialità - Double Trap - Pistola libera e Carabina libera a terra, in accordo con gli standard del CIO e la Carta Olimpica.

Riflessione: verificato che nulla riuscimmo a sapere su eventuali Mozioni presentate dai Rappresentanti FITAV,durante i lavori del Comitato Tecnico che si tenne a Monaco,inerente le innovazioni che portarono alla disputa delle Finali ad un colpo,per la specialità Trap, alle Olimpiadi 2012. E,visto che il Presidente Rossi non ci ha informato su quanto accaduto a New Delhi lo scorso febbraio ed approvato dal Comitato Esecutivo ISSF e Consiglio,di cui Egli è Membro di entrambi e per ciò gli fanno addebito di un comportamento silente e di aver votato unanimemente.
Siamo soltanto a conoscenza delle reazioni del Segretario Generale e del Vice Presidente ISSF,i quali accusano di informazioni false il Presidente Fitav per il contenuto della nota*Lettera Aperta*.
Ci auguriamo che, quanto puntualmente riportato nella contestata *Lettera*,si riesca a fare chiarezza in Assemblea ed a farci comprendere il Fine ed il Vero Significato di quel Contenuto.
Cordialità

Vigo Africano 11/05/2017
Un'altra Icona del Tiro a Volo di Monaco 72 ci ha lasciati.
Ieri è scomparso SILVANO BASAGNI, Medaglia di Bronzo nella Fossa Olimpica ai Giochi Olimpici del 1972.
Alla Famiglia invio le mie più sentite Condoglianze.

palazzo lelio 11/05/2017 Mi associo alle parole di Africano, per la scomparsa di Silvano Basagni.
Era con Scalzone, uno degli idoli della mia gioventù (età nella quale ancora e

palazzo lelio 11/05/2017 Ancora possibile sognare le grandi imprese sportive.
Lo conobbi di persona tempo fa a Bologna, ed ripensavo alle descrizioni che mi faceva Gioacchino, sulla forte e naturale rivalità che -direi sana- rispetto alla insulsa ipocrisia odierna, con Peppino Scalzone.
Il ns. è uno sport minore -di nicchia- e su Silvano, non si spenderanno tante parole.
Credo che tuttavia sia doveroso ricordarlo per quella sua medaglia valorosamente strappata tra due giganti in una olimpiade che passerà alla storia purtroppo, non solo per i meriti sportivi.
Voglio segnalare che su you tube c e una rarissima intervista di un giovanissimo Gianni Mina all aeroporto do Fiumicino all arrivo del duo Scalzone Basagni.
Sono le uniche immagini che esistono di quello evento.
Un saluto

Papararo Giuseppe 11/05/2017 - SILVANO BASAGNI - Addio *Lillo*. Ti ricordi? Così ti chiamavamo io e altri tiratori del profondo sud quando ci incontravamo sui campi di tiro, per il tuo stile e la tua signorilità. Molti ricordano soltanto la tua medaglia di bronzo alle olimpiadi di Monaco del 1972 ma io, che ho vissuto insieme a te tante trasferte internazionali con la squadra azzurra di F.O., posso testimoniare la tua grande classe e il tuo immenso valore in occasione della conquista di innumerevoli campionati italiani assoluti, Gran Premi Fitav di cat. Extra, gare internazionali, campionati europei e mondiali. Il mondo del Tiro a Volo nazionale e internazionale perde sicuramente un grande campione. R.I.P.

Vigo Africano 16/05/2017
GINO TECCHIO, Amico di infanzia, se ne è improvvvisamente andato.
Alla Famiglia esprimo le mie più sincere e sentite Condoglianze. A te Gino un ultimo abbraccio con l'Affetto e l'Amicizia di sempre.

Falco Tiro a Volo 16/05/2017 Il tiro a volo falco si associa al dolore della famiglia Tecchio per la perdita del caro Gino

ricciardi silvio 17/05/2017 GINO . - 50 ANNI di amicizia personale e familiare, e mai trovato Uomo più innamorato della vita e del nostro sport.
Molti di noi sono stati fedeli al tiro perchè i risultati erano appaganti e si desiderava lasciare il proprio nome nell'elenco delle competizioni di prestigio vinte.
Ma Gino Tecchio no !! Aveva nel sangue il bisogno di competere al di là dei risultati, ma era sopratutto spinto dal bisogno di vivere l'ambiente del tiro e dei suoi frequentatori che considerava come una ricchezza inestimabile.
Due settimane fa ci siamo fortuitamente incontrati, le nostre mogli sono carissime amiche, avevamo deciso di cenare una sera insieme per fare un tuffo nella nostra gioventù.....
Riposa in pace Gino e grazie dell'amicizia fraterna con cui mi hai onorato per una vita intera.

Salzano Giuseppe 17/05/2017 L'improvvisa dipartita di GINO TECCHIO lascia sgomenti ed increduli.Alla Famiglia esprimo sentite codoglianze.

palazzo lelio 20/05/2017 uno spunto di riflessione:
-voglio segnalare agli amici di questa pagina, un articoli comparso sul ^Fatto quotidiano^ dal titolo (da immettere nella stringa di ricerca di Google) ^De Bortoli retroscena su Renzi e Agnese: imbarazzo totale a cena, cosa è successo in albergo^.
L'articolo pur lontano dal thema di questo forum, offre spunti interessanti di riflessione.
Buona lettura.

D'Aloja Gianfranco 22/05/2017 Ciò che c'è di più interessante in questi articoli sono i commenti a piè di pagina dei lettori, col solito dividersi tra sostenitori e contrari, tra chi considera De Bortoli un giornalista con la schiena dritta e chi lo considera uno spargitore di fango per interessi personali. L' eterna Italia dei Guelfi e dei Ghibellini. Anche Berlusconi fu ed è sottoposto allo stesso trattamento settario: quando era al potere chi è di destra e va a caccia lo difendeva a spada tratta, ora che ha fondato un nuovo partito ambientalista tutti addosso, anche col rievocare i suoi vecchi misfatti sui quali prima si preferiva tacere. Detto questo, l'episodio in questione sembra essere frutto di un equivoco, dovuto forse ad un esagerato senso di sacralità della famiglia dimostrato da Renzi. Le urla e le minacce però il ragazzo se le poteva risparmiare.

D'Aloja Gianfranco 22/05/2017 Errata corrige: *ora che ha fondato un nuovo partito animalista*

Vigo Africano 22/05/2017
Lelio e Gianfranco, siete quelli che oggi mantengono più in vita il nostro Sito riguardante le Discipline del Tiro a Volo.
Vi sarei grato se voleste mantenere anche in vita il TONO APOLITICO di questo Sito.

D'Aloja Gianfranco 22/05/2017 Da parte mia ho voluto solo evidenziare certi costumi italici: la boria del potere e la partigianeria di certuni.

palazzo lelio 22/05/2017 @ l'articolo da me richiamato, aveva un espresso riferimento, che Gianfranco ha in parte colto.
Tempo fa in maniera sorniona, paragonai il presidente Rossi a DeGasperi.
Quando ho letto l'articolo che ho segnalato, mi devo rimangiare il tono sornione.
Devo sottolineare -per quanto possa non piacere- che Rossi in confronto ha una vera caratura di politico.
Uno che di uomini e di personalità politiche se ne intendeva, tale Marco Tullio Cicerone raccomandava ^minime decet horator irasci^ = un politico NON deve mai alterarsi.
et de hoc satis

Vigo Africano 23/05/2017
Gianfranco e Lelio,
io sarò a Capua al TAV FALCO dal 01 Giugno al 04 Giugno, con esclusione del 02 Giugno avendo un impegno familiare.
Spero di incontrarvi e conoscervi di persona, così spero che anche altri utenti del Sito vogliano scambiare con me argomenti e impressioni sul Sito.

ricciardi silvio 23/05/2017 DEBORTOLI . - Afri, nei post di Lelio non c'è niente di politica, ma solo un giusto rilievo ad un interessante fatto di cronaca e di costume. Ben altri sono gli argomenti che potrebbero essere non pertinenti al nostro sito.
Stamani leggo con dolore e preoccupazione la strage al concerto di Londra, che ha coinvolto anche bambini, ed il mio non è un incitamento al dispregio che merita l' ISIS, ma solo il rilievo di quanto sia diventata pericolosa vivere una vita normale.

D'Aloja Gianfranco 23/05/2017 Africano, non escludo che possa venire e se ritrovo quel ritaglio di un vecchio articolo di giornale su una vittoria al tiro al piccione di tuo padre, di cui ti scrissi, con tanto di foto a corredo, te lo voglio consegnare personalmente.

Vigo Africano 23/05/2017
Te ne sarei infinitamente grato. Eventualmente non venissi, ma spero tanto di poterti incontrare, potresti scannerizzarlo ed inviarmelo via e-mail.
Grazie ed a presto.

Salzano Giuseppe 25/05/2017 AFRI e GIANFRANCO. Bellissima l'idea dell'incontro. Sarebbe una ottima occasione. Se poi anche LELIO desse la propria disponibilità a stare insieme qualche giorno, sarebbe un piacere immenso!....E se così sarà,tirerò qualche Elica di prova e parteciperò alla Manifestazione.

Salzano Giuseppe 25/05/2017 ....Mi sono distratto !!!!!! SILVIOOOOOO !
Ti sto chiamando a Gran Voce! Sono certo che non mancherai!!

D'Aloja Gianfranco 25/05/2017 PEPPINO, se motivi famigliari non me lo impediranno sarò a Capua. Forse non sparerò in gara, perché contrario alla formula di partecipazione (stando al regolamento chi prende il premio di consolazione di 370 euro deve reintegrare fino a 500 euro, lasciando quindi alla Società 130 euro). Purtroppo, nonostante vari tentativi e una leggera sudata, non sono riuscito a trovare l'articolo sul padre di Africano (mi pare si trattasse delle gare di Reggio Calabria) e insieme a quello non trovo più una bella foto, scattata al Ristorante *Meo Patacca* di Roma la sera della grande nevicata del 1970 o '71, che ritraeva mio padre, Angelo Scalzone, Mimmo Romano e Armando Pavan; il ritorno in albergo fu un'avventura di cui si rese protagonista Scalzone con grande spasso per la compagnia. Eppure stavano là, nella libreria. Mah!

palazzo lelio 25/05/2017 mi scuso, ma ho letto solo ora i vostri post.
Spero di venire ma molto dipende da situazioni familiari e lavorative che solitamente si sviluppano Sempre a ridosso delle 12 ore precedenti, e sempre senza preavviso. A tanto si aggiunge una fatica fisica che ultimamente un po per i km che faccio, un po per il caldo improvviso, ...ed un po per le statine che assumo ininterrottamente da decenni.
Comunque c'è ancora tempo.

Vigo Africano 29/05/2017
2° G.P. FITAV JUNIORES - TAV UMBRIA VERDE, TODI
Ottimi risultati per gli Juniores Campani:
Medaglia d'Oro per ERICA SESSA ed Argento per NINO CUOMO. Quest'ultimo per un solo piattello (117/125) non conquista l'accesso nella Categoria Eccellenza.
Nino sarà per la prossima volta. Complimenti ad entrambi.

Salzano Giuseppe 30/05/2017 Campionato Regionale Campania - Seconda Prova.
Nella nostra quotidianità sarebbe sempre auspicabile poter dire bene e complimentarsi per le molteplici attività professionali e di svago, con **impegni** *Retribuiti*di cui ci si occupa con dovizia e competenza. E ciò è gratificante per chi riceve il complimento e, per chi lo esprime è comunque una soddisfazione.
La Prima Prova, al pari della seconda,fu tenuta sui vari campi con un frazionamento che lasciò a desiderare.Non è stata diversamente per la seconda.
Qualche anno fa, dopo molte insistenze,riuscii a convincere chi di dovere, che dato il numero di Tiratori delle varie Cat. e Qualifiche, sarebbe stato opportuno riunire le II Cat. le III Cat.,VET e MASTER e far disputare la prova tutti insieme,con il risultato di un congruo risparmio di uomini e mezzi.
Poi si è ritornati indietro,ma senza alcuna giustificazione né tecnica,né economica.
Nella Prova di domenica scorsa,le presenze sono state: VET e MASTER,circa 20 - Terze Cat.circa 50-
Seconde Cat. circa 40.
Sarebbe auspicabile comprenderne la ratio e la persistenza di tali scelte.

Vigo Africano 31/05/2017
Sono ormai anni che abbiamo richiesto di effettuare i tre G.P. FITAV di 2°, 3°, Vet e Mast sui soli Quadricampi tutti insieme ed in date diverse da quelle dei G.P. FITAV delle Categorie superiori, per evitare, oltre alla eventuale contemporanea esigenza di un Quadricampo per il G.P. di I° Categoria, ma anche per scongiurare la Carenza di Coordinatori e Direttori di Tiro necessariamente esperti. Ma siamo sempre stati inascoltati, perchè questo cozza con gli interessi ELETTORALI dei Funzionari FITAV e gli interessi dei Gestori degli Stand Campani minori.

Salzano Giuseppe 31/05/2017 Seconda Prova Fitav Campinato Regionale Campania.
Ieri esposi delle osservazioni unitamente ad alcune considerazioni che per i responsabili federali campani passeranno inosservate perchè ritengono che lo SPORT e Politica debba stare a braccetto.
Io invece ho una opinione distinta e diversa.
Secondo il mio modesto parere, i paragoni possibili vanno esposti per poter mettere varie opinioni a confronto. I Partiti e le norme Statutarie che ne regolano l'attività, sono incensurabili e non vi è Tribunale che possa inervenire. Quando poi i Partiti espongono Candidati,si **materializza** la Politica ed iniziano i percorsi del **dar conto del proprio operato**...e non solo ai Partiti. Nella Fitav si sono materializzati altri concetti. Ed in Campania in particolare.*Faccio e disfo a mio piacimento*.
Ciò accade quando le persone preposte sono incapaci o quanto meno credono di essere nel giusto in buona fede. Cosa a cui non si può dare alcuna credibilità.

Salzano Giuseppe 31/05/2017 Ho maturato questa convinzione,mettendo a confronto quanto è stato messo in atto in altre Regioni. Le ASD che seguono, hanno fatto gareggiare insieme II-III-Vet e Master,come abbiamo da sempre proposto. a) ASD La Cicogna-Foggia, 70 Partec.
b) ASD La Silva -Cosenza, 83 Partec.
c) ASD Po Polesine , 55 Partec.
d) ASD Castellana-Macer. , 97 Partec.
e) ASD Rimini , 69 Partec.
E' giunto il momento di vedere obiettivamente come concentrare le Prove e dare il maggior sostegno,per raggiungere i migliori e condivisili risultati con il minimo sforzo.

Salzano Giuseppe 31/05/2017 Non sono a conoscenza di come si siano svolti i fatti e quindi gli accordi a Casalecchio di Reno.Ma la prova di domenica è da prendere,secondo il mio parere, in seria considerazione.
In quel di Bologna hanno fatto gareggiare tutti insieme E,1,2,3,SG,Vet e Master,220 Partec.50 Piatt.
Si apra la discussione,potrebbe avere interessanti sviluppi,se si pensasse a prove Regionali siffatte a 75 piattelli o anche 100 in due gioni, ma negli ambiti regionali ed una Prova Finale distinta,di vecchia memoria per le Cat superiori.
I Maggiorenti Campani potranno fare ammenda.
Fine

Vigo Africano 05/06/2017
Dal Sito FITAV:
Petroliere e grande appassionato di sport
E' morto Gianpiero Armani
Presidente della Fitav dal 1980 al 1993


05/06/17 - Gianpiero Armani si è spento questa mattina all’età di ottantaquattro anni a Trecate di Novara. Nato a Bettola (Piacenza) il 15 settembre del 1932, ma ormai da lungo tempo piemontese di adozione, Armani è stato presidente della Federazione italiana tiro a volo dal 1980 al 1993 e ha ricoperto negli anni successivi anche il ruolo di massimo dirigente della Confederazione europea di tiro. Gianpiero Armani è stato uomo di sport nel suo significato più ampio: dopo l’approdo al tiro a volo da appassionato praticante e poi da dirigente ai massimi livelli, nel 1994 è stato presidente del Novara Calcio e ha contribuito a rendere letteralmente esaltanti alcune stagioni della storica Società calcistica piemontese. Per quanto attiene in maniera specifica al nostro sport, l’arrivo di Gianpiero Armani alla presidenza della Fitav coincide con un’epoca di grandi trasformazioni per il tiro a volo italiano. Gli anni Ottanta sono quelli delle grandi imprese agonistiche dei campioni azzurri (in primo luogo il secondo successo olimpico consecutivo di Luciano Giovannetti a Los Angeles 1984), ma è in quello stesso decennio che si trasforma anche la geografia impiantistica nazionale con la nascita e lo sviluppo di alcuni dei maggiori club. Con Gianpiero Armani - ha ricordato il presidente Luciano Rossi – c’è stato a suo tempo un confronto anche acceso su molti temi, ma non possono essere certamente trascurati l’impegno sincero, la dedizione e la passione che egli ha profuso a favore del nostro sport.

Vigo Africano 05/06/2017
Gianpiero Armani, Presidente di Grande Lungimiranza,la cui Gestione Federale è ancora oggi rimpianta da moltissimi.
Pur non avendolo conosciuto personalmente, porgo alla Famiglia le mie più sentite Condoglianze.

Giordano Massimo 05/06/2017 Carissimi, vorrei un parere sul regolamento della prova che si è svolta domenica scorsa a Durazzano Qualificazione delle società; secondo quanto ho letto nel regolamento la gara era a 50 piattelli e vi erano sia premi in denaro che premi d'onore, ebbene, cita sempre il regolamento, che per l'assegnazione dei premi d'onore alle cat. ecc. prima ladies ecc, si doveva procedere a far sparare un'ulteriore serie a 25 che si sarebbe sommata ai 50 di gara per determinare il relativo podio. Orbene, mi sapete dire in quale parte del regolamento è previsto che i premi in denaro venivano anch'essi assegnati ai finalisti a 75 piattelli? Io proprio non lo trovo. Si è quindi verificato che un tiratore di prima o di ecc. nella classifica a 50 piattelli era a premio, segnalato , peraltro anche dal tabellone e dopo essere uscito dalla finale per shoot in oppure per non aver fatto bene in finale si vedeva fuori dai premi in denaro. Ripeto leggendo il regolamento si capisce chiaramente che le finali assegnano solo i premi d'onore e non quelli in denaro, fatemi sapere le vostre conclusioni. grazie.

Vigo Africano 06/06/2017
Purtroppo i Programmi sono quasi sempre poco chiari, ma in questo caso la tua interpretazione è corretta: Per i Premi in Danaro la Classifica della Gara è a 50 Piattelli.
Regolamento del Campionato Estivo delle Società 2017

Giordano Massimo 06/06/2017 e allora come si dovrebbe fare per tutelarsi e a chi reclamare nel caso di specie

Vigo Africano 06/06/2017
Scrivi una lettera (se vuoi aperta) al Delegato Regionale che ha firmato il Regolamento e per conoscenza alla F.I.T.A.V.

Maglione Biagio 19/06/2017
Sarebbe interessante venire a conoscenza degli sviluppi scaturiti dall'evidenziato del Sig. Giordano,in modo da non incorrere o ricorrere nuovamente nel contendere per il futuro.

ricciardi silvio 19/06/2017 CAMPIONATO EUROPEO FOSSA UNIVERSALE . - Si è conclusa, ieri, con la finale, la prova di campionato europeo di specialità a Lonato.
Volevo solo segnalare che - come ad un appuntamento fisso - Mario de Donato ha vinto la medaglia d'argento - qualifica Veterani - battuto solo da un fortissimo britannico e relegando al bronzo uno dei nazionali top italiani: Polsinelli.

Vale chiarire che l'argento di Lonato rende Mario vincitore assoluto della Coppa Europa, che rappresenta il compendio dell'attività di un intero anno, quindi un risultato ben più prestigioso.

Salzano Giuseppe 19/06/2017 Campionato d'EUROPA F.U.
Mario - Complimenti Vivissimi per l'Ottimo risultato.
E ritengo doveroso complimentarmi anche con l'Ottimo Sandro Polsinelli che, soventemente campeggia nelle parti Alte della Classifica della Specialità.
Cordialità

Vigo Africano 20/06/2017
MARIO, Complimenti!
Vedi se riesci a scuotere Silvio, ora che il clima è buono, e farlo venire a trovarci ed a sparare qualce serie con noi.
Un forte abbraccio.

ricciardi silvio 20/06/2017 AFRICANO . - Il tempo conferma e rafforza ogni vera amicizia, per il tiro il mio tempo.....è scaduto.!!

Vigo Africano 26/06/2017
Dal Sito FITAV - 25 Giugno 2017 Monaco: L'ORA DELLA VERIFICA. FINALMENTE SI DISCUTE E CI SI CONFRONTA
Ci vuole un bel Coraggio a scrivere certe cose, quando alle Proprie Assemblee Nazionali ci si comporta anche PEGGIO!

Salzano Giuseppe 26/06/2017
Tiro: Assemblea Issf, confermati cambiamenti per Tokyo 2020

Pubblicato il 25 giugno 2017 da ansa

(ANSA) – MONACO DI BAVIERA, 25 GIU – L’Assemblea Straordinaria dell’Issf chiesta da 49 federazioni, ne sarebbero bastate 25 per statuto, faticosamente ottenuta per riammettere le tre discipline (carabina a terra 50 metri, la pistola 50 metri e double trap) cancellate da Issf e Cio dal programma olimpico, termina con un nulla di fatto. ANSA - Ultima ora. Assemblea ISSF Monaco. 25/6/2017 - Per i Giochi di Tokyo 2020 nulla da fare, se ne riparlerà forse per il 2024. Una petizione di voto segreto per riammetterle, senza specificare i tempi, non è stata accolta. Lo statuto prevedeva questa possibilità se il 20% dei voti presenti lo avesse richiesto. 294 voti, 147 paesi, 160 federazioni questi i numeri in campo: la Romania chiede il voto segreto tramite il suo presidente, Sorin Babii, oro pistola libera a Seul ’88, presentando un documento firmato da 50 nazioni, il 30%, ben oltre quanto richiesto dallo statuto. Ma non si è votato perché nessuno lo ha imposto. Una commissione ad hoc per la riammissione delle tre discipline cancellate? Per ora è una promessa del presidente Olegario Vasquez Rana.

Salzano Giuseppe 27/06/2017 aordinaria Issf
*Siamo parzialmente contenti. Ci sarà un seguito*
Il presidente Rossi commenta il risultato di Monaco di Baviera
25giugno2017 - Monaco di Baviera – Per le tre discipline (carabina a terra 50 metri, la pistola 50 metri e double trap) cancellate dal programma olimpico a partire già da Tokyo 2020 forse ci saranno dei risvolti positivi in futuro. L’Assemblea Straordinaria di oggi è stata un avvenimento perché 49 nazioni l’hanno chiesta e alla fine ottenuta, faticosamente perché è la prima volta che è avvenuta nei 37 anni della presidenza del messicano Olegario Vaquez Rana. Addirittura 50 nazioni hanno firmato e presentato una petizione per la riammissione delle discipline cancellate e a votazione segreta come previsto dallo statuto. Per la prima volta c’è una opposizione compatta e numerosa in una federazione come la Issf abituata a decidere senza sentire la base. Uno spiraglio ma non certo una apertura di democrazia totale perché di fatto è stato impedito di votare. Alla fine c’è solo la promessa del presidentete Vasquez di affrontare il problema delle tre cancellate prossimamente con una commissione ad hoc e una convention appropriata di politici e tecnici. Sicuramente ci saranno degli sviluppi. Non è finita qui. *Abbiamo ottenuto con grande sforzo, grande impegno questa assemblea straordinaria – è il commento di Luciano Rossi, presidente della Fitav e vicepresidente della Issf-. Una grande partecipazione seppur con idee contrastanti, per discutere delle discipline proposte per la cancellazione dal programma olimpico. Ci siamo impegnati a fondo, confrontandoci con tutti i delegati delle federazioni nazionali, per trovare una soluzione a questa ingiustizia, in questa sede che era l’unico terreno possibile per invertire questa scelta fatale. Il mio intervento durante l’assemblea è stato molto duro, al punto da innescare una discussione che ha portato la ISSF a osteggiare la votazione, impedendo così una espressione democratica di tutti i delegati presenti. La nostra proposta era una mozione che a votazione segreta il cui esito avrebbe potuto cambiare il destino degli sport del tiro. Va detto che la mozione è stata largamente condivisa, anche da alcuni dei paesi più importanti del nostro mondo sportivo, come gli Stati Uniti. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno, c’è una base importante su cui lavorare. Ci sarà un seguito*.

Stampa notizia

Salzano Giuseppe 27/06/2017 Salzano Giuseppe 27/06/2017 Assemblea Straordinaria ISSF,convocata su iniziativa del Presidente Luciano Rossi anche nella Qualità di Vice Presidente ISSF,con l'adesione di altre 49 Federazioni,per protestare circa la avvenuta cancellazione dal programma olimpico delle tre note Discipline, a partire da Tokyo 2020.
Cancellazione,SPIACEVOLMENTE per quanto mi riguarda,confermata dalla Assemblea Straordinaria,ma già proposta ed approvata alla unanimità lo scorso febbraio in presenza dello stesso Vice Presidente ISSF Luciano Rossi e quindi con il proprio voto favorevole. Ciò è quanto è dato sapere dai fatti esposti in precedenza,con dovizia di particolari, dallo stesso Organismo Internazionale ISSF.

Salzano Giuseppe 27/06/2017 Dal commento del Presidente Rossi, circa il **risultato di Monaco di Baviera**,possono essere tratti importanti spunti di confronto con quanto accade in FITAV, che Appello da anni MADRE MATRIGNA. Possono essere di aiuto ad un modo consono di Gestione, secondo principii che i SOGGETTI della FITAV, Art 5 dello Statuto, AUSPICANO da anni.

Vigo Africano 10/07/2017
BRAVISSIMO NINO - COMPLIMENTI!
Il 3° G.P. FITAV - QUALIFICA JUNIORES MASCHILE di Fossa Olimpica, disputatosi alla A.S.D. ACCADEMIA LOMBARDA, ha visto primeggiare il giovane tiratore Campano NINO CUOMO con un magnifico 121/125, seguito da 43/50 totale nei Match diretti finali.
Un forte abbraccio e Complimenti anche al Papà Francesco che lo segue con tanto affetto e perizia.

Vigo Africano 10/07/2017
Programma FITAV 2017 – sostegno economico per il miglioramento degli impianti di tiro a volo finalizzati alla Preparazione Olimpica e di Alto Livello.
scritto da fitav alle 00:00 0 Comments

La nostra Federazione, con l’obiettivo di sostenere direttamente le progettualità finalizzate al miglioramento della Preparazione Olimpica e di Alto Livello, ha deciso di stanziare dalle nostre risorse la somma complessiva di un milione di euro, promuovendo uno specifico programma per l’anno 2017, destinato alle ASD affiliate che vorranno aderirvi.

Per aderire al programma le ASD potranno scaricare la relativa modulistica accedendo al sito www.fitav.it al link:

http://www.fitav.it/RicercaDocumentiAction.do?servizio=documenti&metodo=visualizzaPaginaPubblica&idClassificazione=3000

In alternativa il tutto può essere richiesto al Delegato Regionale.

Con questa nuova iniziativa la FITAV intende supportare gli interventi di miglioramento degli impianti di tiro, in continuità con la politica di promozione dello sport del tiro a volo e con le molteplici attività già in atto. Sono certo che questa iniziativa, come e meglio delle altre che l’hanno preceduta, contribuirà sicuramente a migliorare la qualità dei nostri impianti di tiro che la storia sportiva della nostra Federazione merita e alla quale tutti noi dobbiamo tendere.

COMMENTO- Avvenuta l'Elezione ecco il PREMIO A PIOGGIA che nulla ha a che vedere con la preprazione Olimpica.
Questi emolumenti vanno OCULATAMENTE DISTRIBUITI solo a quelle SOCIETA' che effettivamente svolgano innanzi tutto ATTIVITA' AGONISTICA UFFICIALE ed inoltre abbiano quei requisiti principali che, determinati nuovi investimenti specifici possano renderle IDONEE e RISPONDENTI alle Normative Esistenti in termini di rispetto Ambientale e di Sicurezza Prefettizia.

Vigo Africano 19/07/2017
In queste ultime Gare Societarie della Regione Campania è invalsa la consuetudine (anche se non scritto chiaramente nel relativo Programma Gare: N° X Premi Riservati alle Categorie e Qualifiche,in proporzione al numero degli Iscritti, in cui il Tiratore già in fase di Iscrizione DEVE dichiarare dove intende essere Classificato in Categoria o in Qualifica) che le Qualifiche (Veterani, Master, Lady e Settore Giovanile) gareggiano solo per i Premi di Programma e per i Premi specifici Riservati alla propria Qualifica, mentre non possono accedere ai Premi specifici Riservati alle Categorie.
Io ho sempre saputo che nelle Gare Societarie (a meno che non venga riportata la Nota di cui sopra) le Qualifiche, secondo il Risultato acquisito in Gara possono accedere:
Prima nei Premi Liberi di Programma, poi in seconda istanza nei Premi Riservati alla propria Categoria ed in fine, se non è entrato nelle precedenti due Classifiche, nei Premi Riservati alla propria Qualifica.
Ho chiesto lumi a chi di dovere è mi è stato risposto che il mio criterio di redigere la Classifica è solo una Consuetudine (sbagliata) adottata in Campania, ma non prevista dal Regolamento Federale.
Vorrei che Qualcuno più attento di me, voglia indicarmi cortesemente dove posso trovare questo Articolo del Regolamento Federale, che si riferisca specificamente alle GARE DI ORGANIZZAZIONE SOCIETARIA che permetta di ritenere ERRATA la consuetudine adottata fino a qualche settimana fa in Campania.
Contemporaneamente se Qualcuno di altre Regioni possa erudirmi sulle Modalità di Compilazione delle Classifiche nella propria Regione, relativamente all'argomento di cui sopra.

Vigo Africano 19/07/2017
Per la precisione io mi riferisco ad un Programma Gara così composto:
N° X Premi di Programma liberi (Classifica Assoluta)
N° Y Premi Riservati alla 2° e 3° Categoria, da suddividere in proporzione agli Iscritti.
N° 1 Premio Riservato alla Qualifica Veterano
N° 1 Premio Riservato alla Qualifica Master
N° 1 Premio Riservato alla Qualifica Lady
N° 1 Premio Riservato alla Qualifica Junior (SG)

Bacco Giuseppe 21/07/2017 Africano, secondo un concetto in vigore da sempre mi pare che le classifiche si debbano stilare in base alle categorie. Pertanto il tiratore partecipa ai premi, anche riservati, della propria Categoria, indipendentemente dalla sua Qualifica. Nel caso in cui un tiratore con Qualifica non entri nei premi della sua Categoria partecipa al premio riservato alla sua Qualifica. A me pare sia stato sempre così.
Se non vado errato le Classifiche on-line del Concaverde di Lonato rispettano questo principio. Si vedono Veterani e Master inseriti nei premi riservati alle Categorie 2° e 3°. Spero di non aver visto male, guarda anche tu.

Salzano Giuseppe 22/07/2017 E' come affermano entrambi,Afri e Giuseppe Bacco,che la ripartizione Premi e la stesura della Classifica avviene secondo il criterio da Essi esposto e come si è fatto da sempre!!! E non solo in Campania.
Soltanto nelle Prove di Campionato Italiano per Cat.e Qualifiche, bisogna dichiarare all'atto della iscrizione, se si vuole partecipare alla Classifica delle Cat. ,oppure Qualifica di appartenenza. E ciò perchè mancando la dichiarazione di gradimento non sarebbe possibile l'attribuzione della eventuale promozione alla Cat.superiore.
AFRI.Non so a chi ti sei rivolto. Ma credo sarebbe opportuno chiedere, cosa prevede il Regolamento,al fine di dare la giusta interpretazione a qualcosa che Egli non dice!!!

ricciardi silvio 24/07/2017 CAMPIONATO ITALIANO FOSSA UNIVERSALE 2017 . -Si è chiusa, ieri, la prova unica del campionato sul quadricampo di Todi.
Nonostante le condizioni di tempo fossero torride i risultati, per la regolarità dei lanci, sono stati di altissimo livello.
Ha vinto Valerio Grassini con un fenomenale 200/200, che mai si era verificato nella disciplina e che conferma le doti di fuori classe,dimostrate fin da juniores.
Ma chi ha doti superiori nelle competizioni importanti eccelle sempre, infatti, Mario DeDonato, napoletano doc prestato ai veneti, ha vinto il titolo assoluto Veterani con 195/200 scardinando previsioni e speranze di altri fortissimi pretendenti.
Nonostante transfuga al Nord, Tiroavoloforum ti omaggia per aver portato, ancora una volta, la nostra regione nella elite nazionale.

D'Aloja Gianfranco 25/07/2017 Grazzini, Ricciardi, Grazzini! Approfitto dell'occasione per ricordare che Mario De Donato è l'ultimo di una dinastia di grandi tiratori, a cominciare dal nonno omonimo e passando per il padre Lello. Buon sangue con quel che segue.

Russo Gaetano 26/07/2017 caro vigo,non so se le cose oggi siano cambiate ma a mio modesto ricordo, credo che il problema della ripartizione premi si possa risolvere leggendo e interpretando la circolare n. 2 fitav. all'epoca quando facevo parte del consiglio regionale campano ho, per conto di diverse società, redatto i programmi gare societarie, in diverse occasioni mi sono scontrato con i gestori o proprietari delle società quando facevo loro rilevare che come da circolare fitav i premi riservati a categorie o qualifiche, dovevano essere aggiunti al montepremio di programma, come sorta di agevolazione a categorie basse o qualifiche,altrimenti,potevano mettere delle agevolazioni sulle iscrizioni. tutto
questo purtroppo non fu possibile,grazie a forti insistenze faderali ,anche spiegando loro che le cat. ecc. e prima in pratica partecipavano ad un ridotto montepremio pur pagando la stessa quota di iscrizione alla gara.

Vigo Africano 30/07/2017 Vi risponderò quando torno dalle Vacanze.

D'Aloja Gianfranco 30/07/2017 Mi sono sbagliato pur'io. Si scrive *Grazini*, con una zeta sola, già campione di elica e demolitore della stessa disciplina con queste parole: *L'elica è morta*.

Vigo Africano 20/08/2017 Oggi abbiamo toccato il traguardo di 1500 iscritti al nostro Sito. È veramente un peccato dover constatare che solo uno sparuto gruppetto prende ancora parte interattivamente contribuendo a mantenere in vita le discussioni e gli argomenti che riguardano la Vita del nostro Sport e delle nostre Discipline.
Per continuare è necessario una ripresa della partecipazione, specialmente che in questi ultimi giorni sembra ci siano dei segnali di indebolimento, anche a Livello Internazionale, dell ormai stantio ed inamovibile Gruppo Dirigenziale della nostra Federazione con in testa il suo Presidente.

Vigo Africano 20/08/2017 Oggi abbiamo toccato il traguardo di 1500 iscritti al nostro Sito. È veramente un peccato dover constatare che solo uno sparuto gruppetto prende ancora parte interattivamente contribuendo a mantenere in vita le discussioni e gli argomenti che riguardano la Vita del nostro Sport e delle nostre Discipline.
Per continuare è necessario una ripresa della partecipazione, specialmente che in questi ultimi giorni sembra ci siano dei segnali di indebolimento, anche a Livello Internazionale, dell ormai stantio ed inamovibile Gruppo Dirigenziale della nostra Federazione con in testa il suo Presidente.

Salzano Giuseppe 21/08/2017 Caro Afri,hai perfettamente ragione.
Ma c'è ben poco da sperare quando notiamo che Coloro che hanno la Vera Forza e Capacità Istituzionale,quindi Statutaria, di dare segnali FORTI, FANNO SILENZIO non solo. Abbiamo anche notato che in virtù di un esiguo traballante e vergognoso modo di **ricompensare le DELEGHE**,non hanno reagito a quella **CIRCOLARE**nel dovuto modo,che Tu definisti contributo a pioggia e nessauno fa caso!
Riflessione.
Abbiamo il picere di leggere GIANFRANCO D'ALOJA che ci onora delle Sue Gradite esternazioni e LELIO PALAZZO che da esperto conoscitore di Armi di alta Classe ci onora delle Sue conoscenze.
Circa,invece la attività di Federazione, è sempre accorto e misurato,come Egli stesso ci dice,data la Sua lunga **appartenenza ed esperienza maturata in BALENA BIANCA**.
Complimenti ad entrambi per il notevole contributo.Cordialità.

D'esposito francesco 28/08/2017 NINO CUOMO....complimenti per il meritato trionfo ad Umbriaverde. Bravo Nino

Maglione Biagio 06/09/2017 CACCIA e TIRO
Sfogliando la rivista federale di questo mese la mia attenzione è stata stimolata dalla rubrica REGOLAMENTI e in particolare dall’articolo “Questioni di differenze” (Pag.42).

L’articolo evidenzia solo alcune delle differenze tra il Regolamento Internazionale del Tiro a Volo e quello vigente in Italia ma in alcuni passaggi sottolinea in modo particolare le differenze della lunghezza del bossolo (70 mm) delle cartucce e maggiormente l’uso di cartucce di 28 gr. per alcune categorie.
Nulla di veramente nuovo all’orizzonte ma se la rivista federale comincia a soffermarsi su questi aspetti, che sul forum si è dibattuto negli scorsi anni, è plausibile credere che forse c’è una certa riflessione sull’argomento grammatura delle cartucce.

Al di là dell’aspetto ecologico e di uniformità regolamentare potrebbe considerarsi anche una fatua revisione economica dei costi del munizionamento.

Niente di nuovo sul fronte occidentale ma resta pur sempre la speranza che qualcosa si (s)muova.

Vigo Africano 06/09/2017
Sarebbe ora, come per tutte le Discipline delle altre Federazioni Italiane, che il Regolamento Tecnico Nazionale FITAV si uniformi a quello Internazionale, quantomeno per le basi tecniche: Grammatura del piombo(24 gr per tutti), Schemi e Lanci dei bersagli (F.O. distanza di caduta unica a 76 mt), Skeet (unico schema di lanci ISSF ed eliminazione dalle competizioni Nazionali e Regionali dello Schema semplificato FITAV, etc.

Vigo Africano 19/09/2017
Lettera Aperta al:
DELEGATO F.I.T.A.V. REGIONE CAMPANIA

p.c.
F.I.T.A.V. - Egr. Sig. STEFANO BUSSONE
Allego:
a) Programma della Gara del 15, 16 e 17 Settembre 2017
b) F.I.T.A.V. - 2017 Circolare n°2
Da questi due allegati mi sembra si possano rilevare nel Programma di Gara Societaria, da lei approvato, due mancate Applicazioni della Circolare n°2.
1) Non è riportata la Modalità di ripartizione dei Premi Riservati di Categoria, relativamente alle Qualifiche. Vedi Art. 2 della Circolare di cui sopra.
2) Viene concessa la reiscrizione alla sola 3° Categoria con il Cal.20, che non può essere così limitata (Art.3). In ogni caso la stessa Circolare, sempre all'Art.3, vieta la reiscrizione con lo stesso calibro alla 3° Categoria per gare con Montepremi superiore a €. 1000,00.
Quindi la Reiscrizione, se prevista, doveva essere aperta a tutti i partecipanti.
Per quanto riguarda la ripartizione dei Premi, è consuetudine che le Qualifiche possono rientrare:
1)Prima nei Premi liberi di Programma
2)Poi nei Premi riservati alla propria Categoria
3)Infine nei Premi della propria Qualifica, se non già classificati nei punti 1) e 2).
Le Società (A.S.) che organizzano una Gara hanno il diritto di programmare la Gara come vogliono, ma devono attenersi alla Circolare N° 2 ed a quanto riportato chiaramente nel Programma esposto.
Non mi sembra che nella Gara del 15, 16 e 17 di cui sopra sia stata redatta la Classifica in tal senso.
Resto in attesa di un suo cortese riscontro a chiarimento.
Cordiali saluti
Africano Vigo - CP 19431

Raimondo Tommaso 23/09/2017 L'improvvisa dipartita di GENNARO MUSTO lascia un grande vuoto nel mondo del Tiro, Socio del Tav Raimondo e Direttore di Tiro Nazionale. Alla Famiglia esprimo sentite condoglianze.

Vigo Africano 23/09/2017
Porgo alla Famiglia Musto le mie più sentite Condoglianze.

Vigo Africano 03/10/2017
Lettera Aperta al Delegato Regione Campania
Allego le sole mail conclusive intercorse con il Sig. Stefano Bussone della F.I.T.A.V. a seguito della mia Lettera Aperta.

Vigo Africano 03/10/2017
Attenzione le mail nel Link sono riportate in senso contrario rispetto alla data di invio, pertanto vanno lette dall'ultima verso la prima.

ricciardi silvio 03/10/2017 REGOLE ED INTERPRETAZIONI . - Vi espongo in vernacolo napoletano cosa penso dopo aver letto e riletto le mail con la Fitav - more solito -: (nulla di personale ) ma:

A LAVA' A CAP O CIUCC S' PERDE ACQUA, TIEMP E SAPONE !!

Bacco Giuseppe 06/10/2017 REGOLE ED INTERPRETAZIONI.
Molto difficile ammettere errori da parte di chi occupa posizioni in sistemi costruiti per essere inattaccabili !

Vigo Africano 06/10/2017
La FITASC ha modificato dal Gennaio 2018 il Numero ed i Limiti di età delle QUALIFICHE dei Tiratori per la FOSSA UNIVERSALE:
JUNIOR (M e F): dall'anno in cui si compie il 13° anno fino al termine del 20° anno di età.
DAME: dall'anno in cui si compie il 13° anno di età.
HOMME: dall'anno in cui si compie il 21° anno fino al termine del 55° anno di età.
SENIOR: dall'anno in cui si compie il 56° anno fino al termine del 65° anno di età.
VETERANI: dall'anno in cui si compie il 66° anno fino al termine del 72° anno di età.
MASTER: dall'anno in cui si compie il 73° anno di età.
Non sarebbe il caso che anche la ISSF e la FITAV adottassero questa nuova SUDDIVISIONE per la FOSSA OLIMPICA?

Maglione Biagio 07/10/2017 Sarebbe auspicabile; anche per evitare differenze palesi di confronti agonistici in discipline di fatto paritetiche.

Vigo Africano 11/10/2017
Lettera aperta al Delegato Regionale Campania Egr. Dott. Francesco Cembalo
p.c.
F.I.T.A.V. Egr. Sig. Stefano Bussone

Allegato: Programma della A.S.D.T.A.V. LE DUNE

Ho acquisito il Programma di cui sopra dal Sito FITAV Campania e gradirei una sua chiarificazione ai seguenti quesiti:
1) Un tiratore di Qualifica e di 3° Categoria può fare la Reiscrizione?
2) In tal caso la Reiscrizione vale come 3° Categoria o come Qualifica?
3) Se vale solo come 3° Categoria, il Tiratore di Qualifica deve integrare la tassa di I° Iscrizione fino all’Importo di 3° Categoria e poi pagare l’importo della Reiscrizione?
4) Quale è l’Importo per la Reiscrizione?
5) Essendo la Gara programmata su tre giorni, l’effettuazione della Reiscrizione deve essere eseguita (tirata) nello stesso giorno in cui si è tirata la I° Iscrizione o può essere tirata in uno dei giorni successivi?
6) Quante Reiscrizioni può fare un tiratore di 3° Categoria?
Resto in attesa di sua cortese risposta.
Africano Vigo (CP 19431)

Vigo Africano 11/10/2017
Ecco la solita annuale KERMESSE AZIENDALE F.I.T.A.V.! Quanto spreco!
Comunicato F.I.T.A.V. della Kermesse.

Vigo Africano 12/10/2017
Questa la Risposta del Delegato Regione Campania:

Re: Programma LE DUNE del 12, 13 e 14 Ottobre 2017

In risposta alla sua mail si precisa che:

1. Un Tiratore di Qualifica, può fare la Reiscrizione come 3 catg.;
2. La Reiscrizione, vale unicamente come 3 catg.;
3. Il tiratore di qualifica che effettua la reiscrizione di terza catg. Non è tenuto all’integrazione della quota di iscrizione fatta come qualifica;
4. L’importo per la Reiscrizione è identico a quello della iscrizione per catg.;
5. La Reiscrizione può essere effettuata in qualunque giorno stabiliti per la gara;

6. La Reiscrizione è consentita per una sola  volta

Saluti

Dott. Francesco Cembalo


La ringrazio per la sua risposta che conferma la incompletezza della stesura del Programma da lei approvato.
     

Vigo Africano 13/10/2017
Mi fa piacere condividere con tutti voi un altro ottimo risultato di mio figlio Piero, anche se in un altra Disciplina:
Porto Cervo - Campionato del Mondo J70

Vigo Africano 13/10/2017
L'A.S.D.T.A.V. LE DUNE ha recepito la risposta avuta di cui sopra del Delegato Regione Campania ed ha esposto un Avviso che integra il Programma della Gara con le precisazioni di cui alla risposta pubblicata.
Ho inviato al Delegato Regione Campania un'altra mail che evidenzia ulteriori chiarimenti che pubblicherò quando riceverò la relativa risposta.

Vigo Africano 15/10/2017
UNIVERSIADI 2019 - I CAMPI DEL T.A.V. FALCO SCELTI PER LE NOSTRE DISCIPLINE
Conferenza Stampa

Vigo Africano 18/10/2017
Nessuna risposta dal Delegato Regione Campania alla mia ultima mail del 12/10/17.
Tuttavia, anche se la mia domanda si riferisce ad un caso eccezionale, dal Programma del TAV LE DUNE del 19,20 e 21 Ottobre 2017, si rileva, all'ultimo rigo delle specifiche integrative al Programma una risposta salomonica e indiretta del Delegato Regionale, che non è totalmente esaustiva della mia richiesta (criteri).

Maglione Biagio 19/10/2017
Trasmissione PRESA DIRETTA del 16.10.2017:
Su RAI 3 lunedì scorso è stata presentata un documento/denuncia dal titolo 'LEGITTIMA DIFESA' dove è stata focalizzata l'attenzione sul possesso delle armi da fuoco in Italia.
Non entro nel merito dei dati sciorinati con tanta cura e dovizia di particolari dalla redazione ma sul presentare con enfasi l'estrema facilità di ricevere il porto d'armi per uso sportivo.
Sono fresco dal rinnovo dello stesso e attualmente la normativa non mi sembra come è stata esposta così semplicistica. Anzi.
Al di là del tempo necessario per sottoporsi alle varie visite(tossicologiche, psicologiche, neurologiche, ecc.) il costo della documentazione è lievitata enormemente e col balzello annuale dell'iscrizione alla Federazione (quasi obbligatoria), fa diventare la pratica del nostro sport tra quelle più costose.
La trasmissione a cui mi riferisco ha pittorescamente descritto la categoria di possessori di porto d'armi ad uso sportivo come persone che usano esclusivamente questa licenza come strataggemma per acquistare e detenere armi a go'-go'.
Non nego che probabilmente una percentuale lo richiede solo per tale scopo ma la trasmissione dimentica che la maggioranza dei possessori di tale documento sono quelli che veramente praticano, vivono e seguono lo sport del tiro.
Per chi volesse approfondire l'argomento di seguito riporto il link dove è possibile rivedere i filmati presentati: Link

ricciardi silvio 23/10/2017 DOTTOR CEMBALO . - L'unico modo per valorizzare la onerosa attività della gestione della Fitav regionale è quella di dare simili chiarimenti SUBITO a TUTTI in modo che non possano sorgere incomprensioni tra gestori e tiratori.
Che sia iniziata una dovuta nuova fase di collaborazione.....comunque GRAZIE:

D'Aloja Gianfranco 11/11/2017 A parziale correzione del post di Biagio Maglione: la quota di iscrizione alla FITAV per l'ottenimento del porto d'armi sportivo non è obbligatoria. Il disegno di legge proposto dallo scaltro Presidente FITAV, viceserva, la renderebbe obbligatoria annualmente.

Vigo Africano 11/11/2017
Gianfranco, dove posso trovare la notizia ufficiale (Legge)? A me hanno sempre detto che bisogna portare sempre assieme alla Licenza di Porto di Fucile la Tessera FITAV, quando si trasporta l'arma.

D'Aloja Gianfranco 12/11/2017 Africano, vai sul sito *earmi.it*, clicca su *E. Mori - Sintesi del diritto delle armi*, scorri fino a pagina 49 ed otterrai la conferma di ciò che ho scritto.

D'Aloja Gianfranco 12/11/2017 Diverso il discorso per la *licenza di trasporto di armi sportive* (tipo di licenza ormai in disuso), per la quale è richiesta un'attestazione del TSN o di altra federazione sportiva affiliata al CONI, da cui risulta la partecipazione ad attività sportiva (pagg. 53 - 54).

Vigo Africano 13/11/2017
Grazie Gianfranco. OK!

Salzano Giuseppe 15/11/2017 FIGC - Nazionale - MALAGO': Discorso di facciata!!!

E....che c'entra ?

Vigo Africano 15/11/2017
La FIGC è autonoma e il CONI non può controllarla, ma le altre Fedrazioni affiliate: SI! E cosa fà!
NIENTE!

palazzo lelio 15/11/2017 p.s. Colgo l'occasione per un personale saluto a Giuseppe Salzano, ed per la sua osservazione della globale mala gestio che, non posso che condividere.
Vedrai che con la riforma in atto della struttura federale, aumenteranno sia gli operatori Federali qualificati ma ^volontari^ (gratis et amore deo), come aumenteranno (grazie ai tagli a questi benemeriti....volontari) gli emolumenti ai pochi e prescelti Dirigenti.
Ci sarà di che ridere, ma la lealtà se non è disinteressata che lealtà è? (LOL)

Salzano Giuseppe 15/11/2017 AFRI.Tu ben conosci le Federazioni affiliate e loro pertinenze ,avrai ben sentito che il Presidente CONI MALAGO',ha **invaso, in trasferta,un campo di azioni che non gli appartiene**e non gli compete!
Abbiamo il dovere di domandarci:come mai ai tuoi/nostri,inviti per quanto attiene la FITAV, gli sembra tutto estraneo e va tutto bene? Ci sono state le Medaglie?
Anche quella per Lui :FACCIATA!!! Avremo modo in questo discorso di esaltare le giuste differenze tra le due *DISCIPLINE* e FEDERAZIONI e non soffermarci alla FACCIATA!!!

LELIO PALAZZO.Sarebbe opportuna qualche ulteriore riflessione,circa la riforma in atto.Noi saremo sempre all'oscuro delle **RIFORME CARBONARE**.
Sarebbe giusto rappresentare in Sede Istituzionale,le varie gravose modifiche allo STATUTO FEDERALE apportate nei vari quadrienni, che tanto ledono i diritti dei Tesserati.
IL Ministro lotti ha affermato:il mondo del calcio va riformato...!Forse Egli non sa della nostra Federazione,MALAGO', SI...ed Afri dice: Egli sa e cosa fa? NIENTE.
LELIO.Ti ringrazio e ricambio per il Tuo gentile pensiero.Ti saluto cordialmente.Un abbraccio.

Vigo Africano 16/11/2017
Io ho rinnovato fino ad Ottobre 2018 la Licenza per il Dominio di questo Sito.
Ma ormai questa esperienza, dopo oltre 16 anni di vita,è finita!
Siamo rimasti in tre o quattro a partecipare a questo FORUM e visto che anche quanto denunziato GIUSTAMENTE dalla Rubrica Televisiva REPORT, relativamente alla nostra Federazione ed a chi la Presiede, nonchè alla conseguente Interpellanza Parlamentare dell'On. Di Battista che non hanno SORTITO NIENTE:
Ritengo alla prossima scadenza di NON RINNOVARE la Liceza per il Sito TIROAVOLOFORUM.
Mi spiace, ma alla soglia dei miei 81 anni e all'Esperienza Diretta vissuta con la partecipazione all'ultima Elezione del Consiglio Federale, malgrado la mia NON abitudine ad arrendermi, sento la necessità di fermarmi.
GRAZIE A TUTTI quelli che si sono ISCRITTI e innanzi tutto a coloro che partecipando hanno dato VITA fino ad oggi a questa nostra ESPERIENZA.

palazzo lelio 16/11/2017 Per Giuseppe,
lo scenario da me proiettato della ^Federazione che verrà...^, l'ho dedotta dalla Rivista della federazione che mensilmente arriva per posta.
Infatti vengono accennate nuove riforme organiche per renderla più snella, attiva e bla bla... .
Da persona che vive nelle Amministrazioni Pubbliche, questo è un ritornello (vecchio, come quello di Gabriella Ferri) che dal 2008 governo Monti, si chiama spendig rewiev (riduzione dei costi delle amm.ni), imposta da Bruxelles per gli Stati spendaccioni (o governati da furbi -votati da cogl...-.
La spendig rewirv all'italiana tuttavia non è quella che a Bruxelles vogliono; infatti i nostri governanti che per definizione dovrebbero essere i primi a rispettare le norme, invece si ingegnano ad aggirarle.
Pertanto si aboliscono 5 auto Blu, ma sia acquistano 20 auto grigie (danno meno nell'occhio , si confondono con le comuni, e si possono usare anche come auto per usi privati).
Nelle amministrazioni si bloccano gli stipendi per decenni ai dipendenti a mille euro, ma il risparmio che si ricava non viene ricapitolato in bilancio, piuttosto viene dato e distribuito come premi di produttività, ai pochi dirigenti che già di loro incassano 130 mila euro l'anno. Così finirà anche lì, lo prevede la legge...lo impone l'europa... .
W pertanto i vlontari -che vanno incrementati- e non costano 1 centesimo...
Vigo, Ti ringrazio per la risposta sulla pagina Elica, Ti comprendo per l'inedia che ci circonda, ma coraggio!

Maglione Biagio 17/11/2017 Caro Vigo,
dirti 'coraggio' non mi sembra giusto perché fa trapelare un senso di rassegnazione che non fa parte del tuo DNA.
Ci sono ancora 11 mesi che spero siano sufficienti a farti ritrovare stimoli nuovi per non far scomparire l'unica voce 'indipendente' del nostro sport.
Una voce solitaria, senza echi, senza prosopopee ma pregna di volontà di esprimere una voce fuori dal coro e senza condizionamenti.
La voce dell'orgoglio di coloro che non si arrendono ad esprimere le proprie idee.
Per favore non farla tacere.

Vigo Africano 17/11/2017
Biagio,
Ti ringrazio di cuore per queste tue belle parole. Spero che in questi 11 mesi che ci separano dalla chiusura del Sito, avvengano COSE che mi riportino lo Spirito di continuare. Grazie.

Vigo Africano 21/11/2017
FITAV - FOCUS SULLA SOSTENIBILITA' AMBIENTALE
Dal Sito FITAV
Una dimostrazione di RIFLESSI LENTI ed una INCAPACITA' a fare SINERGIA.
E' dal 2003 che avevo pubblicato sul nostro Sito ed inviato copia alla Federazione di questo Promemoria, in cui, fra l'altro, suggerivo di fare SINERGIA con tutte le Federazioni Internazionali delle nostre Discipline, per affrontare tutte le Problematiche relative all'Impatto ambientale.

Maglione Biagio 21/11/2017 ATTENZIONE AI TIRATORI
una grande soddisfazione deve pervadere tutti noi (tiratori della domenica e non) perché da parte della FITAV sono in atto tante iniziative per rafforzare la posizione internazionale del tiro a volo italiano, per aumentare l’attenzione all’ambiente, per incrementare l’avvicinamento al tiro, per . . . ecc., ecc..

C’è da chiedersi: per chi pratica il tiro a volo da tempo che non ha prospettive di vedere/godere le migliorie ambientali, che il prestigio internazionale della Federazione lo sfiora in modo superficiale, che scarsamente viene invogliato a praticare il tiro con maggior frequenza per assenza di facilitazioni economiche, in concreto che iniziative si stanno preparando da mettere in atto?

Spero non si debba constatare per il prossimo anno che nulla si stia organizzando per mettere in atto iniziative in tal senso ma che si stia nuovamente organizzando un ennesimo aumento dei costi dei piattelli o di confermare il balzello sulle iscrizioni ai campionati regionali per finanziare la partecipazione delle squadre rappresentative regionali ai tornei federali.

Nonostante questo c’è qualcosa che si muove nel bene o nel male per rendersi facilitatore alla pratica del tiro a volo.

Infatti ancora oggi c’è un campo che anche per il 2018 insiste ancora a tenere il costo dei piattelli a 5,00 euro per tutti, che tiene fissa una pedana dedicata alla Fossa Universale, che oltre ai tiratori di Fossa Olimpica accoglie in modo accurato chi pratica lo Skeet, il Percorso caccia e il Double trap mettendo a disposizione una comoda club house riscaldata. Il TAV Zaino.
TAV a cui bisogna dare atto che grazie alle sue iniziative ha dato la possibilità alla Federazione di focalizzare maggiormente l’attenzione sull’uso futuro dei piattelli biologici.

Salzano Giuseppe 21/11/2017 Un PROMEMORIA di ampio spettro,un documento che testimoniava e testimonia più che mai, l'esperienza acquisita per gli anni trascorsi,già allora, da più di dieci lustri,nell'ambiente più adatto a dare suggerimenti e conferme,ammesso che ce ne fosse stato bisogno. ------Ma esigenze di tali fatture gli uomini della nostra FEDERAZIONE non ne sentono il bisogno.Essi sono convinti,come molti, che le cariche **POLITICHE**li rendono grandi! IL sacco vuoto non sta **all'impiedi**!!!!!------ Ritorniamo al PROMEMORIA.
Poi ci furono i circa vent'anni della Gloriosa *Società Partenopea di Tiro a Volo* che era copiosamente frequentata da Tiratori della Specialità Trap e Volatile(i).
Tiratori che già agli inizi degli anni '60,spaziavano in ogni dove in Italia ed all'estero con risutati che la storia scrive, non dimentica.
Già...la Storia. Essa riporta gli Eventi Belli e Narrabili a Testa Alta ed eventi brutti ed irriferibili!!!
Eventi che lasciano strascici e segni indelebili, anche a coloro che li mettono in atto.
Solo che le loro **facce di bronzo non vengono segnate**!!!.
Ma sono convinto da sempre,che nei loro limitati cervelli e nei loro infimi cuori ....i segni vengono lasciati ...:-*eccome* vengono lasciati!
IL PROMEMORIA di AFRI e TUTTO quanto anche il compianto GIOACCHINO ha da sempre scritto e riportato,con le sue osservazioni, impressioni e suggerimenti,sono stati lasciati nella totale *noncuranza*.
Quello di Afri lo abbiamo letto ed è attuale ancora. Ma quanto sarebbe stato attuale,se fosse stato considerato meritevole allora?
In quale rilevante meritevole posizione si sarebbe trovata la FITAV oggi..e possiamo anche immaginare ORA per ALLORA???

Maglione Biagio 01/12/2017 OSSERVATORIO TESSERATI FITAV 2017
Siamo a fine anno e col suo approssimarsi di fatto si tirano le somme sull’anno trascorso.
Da un po' di tempo monitoro le iscrizioni dei tiratori (fonte dati pubblici FITAV) ed anche per quest’anno vi tedio con l’esposizione dei ‘freddi’ numeri che se analizzati possono divenire significativi nel tracciare una tendenza.
Innanzitutto occorre essere contenti che le iscrizioni a livello ITALIA anche per quest’anno sono in aumento di 300 unità (+1,45%) che consolida la tendenza degli ultimi due anni. Il tutto considerando anche le ‘nuove’ tessere FITAV di tiratori mai iscritti che ogni anno fanno la loro parte (fonte FITAV).

Per la Regione Campania invece occorre fare una riflessione sulle 24 iscrizioni mancanti (-2,41%) che rafforza la tendenza in calo degli ultimi anni salvo l’eccezione dell’anno scorso (effetto Neofitav?); minimizzare questo numero non è costruttivo perché le mancate iscrizioni di quest’anno equivalgono a diverse società campane messe insieme (11 TAV su 22 non raggiungono i 20 tesserati).
Quindi occorrerebbe riflettere sulle cause della diminuzione delle tessere Federali e far interrogare chi è preposto (Comitato Regionale, gestori, tiratori , sponsor, ecc.) su cosa porre in atto per cercare di arginare questa tendenza.
Osservatorio ITALIA
Osservatorio CAMPANIA

Vigo Africano 01/12/2017
Caro Biagio,
Certo in CAMPANIA fanno di tutto per farci disamorare al nostro SPORT.
Ultimamente con:
a) Autorizzazioni di Programmi Gare, incompleti e difficilmente interpretabili.
b) Poi, come al solito, con la pubblicazione delle Proposte di Passaggi di Categorie per l'Anno 2018, pur se scorse rapidamente, mi è saltato facilmente agli occhi un'altra irregolarità relativamente alla promozione in I° Categoria di un Tiratore campano. Ho subito fatto un esposto specifico alla FITAV, dimostrando ampiamente l'infondatezza della proposta. Ovviamente spero che il Tiratore in questione CAPISCA che non è un fatto personale nei suoi confronti, ma solo un atto dovuto per evidenziare ancora una volta che le REGOLE IN VIGORE NON VENGONO RISPETTATE dagli stessi DIRIGENTI FEDERALI che alterano le stesse (vedi promozione dell'anno scorso riguardante la promozione in I° Categoria del Consigliere Federale campano) e NON CONTROLLANO
le proposte inviate dal DELEGATO REGIONALE.
Sto aspettando la Risposta Ufficiale della FITAV.

Vigo Africano 05/12/2017
LA GARA DEL 08,09 e 10 DICEMBRE IN PROGRAMMA AL T.A.V. RAIMONDO E' STATA ANNULLATA, PER GRAVI MOTIVI FAMILIARI

Bacco Giuseppe 05/12/2017 Se permettete approfitto di questo sito, che so essere seguito anche in Piemonte, per pubblicare una mia lettera aperta. Grazie ai promotori.
LETTERA APERTA AI TIRATORI PIEMONTESI.
Amici tiratori, come sapete la scorsa estate è nato un nuovo campo di tiro a volo a Cigliano. E’ una struttura che al momento dispone di tre fosse olimpiche e di un percorso in pedana. E’ gestita dalla famiglia Marchini, persone appassionate, gentili, cordiali e disponibili. E’ una struttura che fa presumere grosse potenzialità e grandi prospettive. Può essere pure che i campi, al momento, presentino qualche difficoltà, che ci siano ancora cose da mettere a posto. Vorrei però far presente che la struttura è appena sorta e quindi dobbiamo mettere in conto qualche errore di gioventù. Se noi li facciamo pesare, se non frequentiamo il campo, se facciamo mancare il nostro supporto, le imprecisioni saranno ancora meno correggibili, verrà meno la fiducia dei gestori e le soluzioni si allontaneranno ancora di più. Teniamo presente che una struttura di questo tipo, con possibilità di sviluppo ulteriore, non esiste nei dintorni di Torino. Mi pare sia interesse di tutti che cresca e raggiunga una posizione di preminenza visto che è la più vicina al capoluogo di Regione. Anche noi possiamo contribuire a questa crescita, a questo sviluppo. Cerchiamo di non essere troppo critici e cerchiamo con i nostri comportamenti di essere costruttivi e collaborativi. Non facciamo mancare la nostra presenza ed il nostro supporto. Solo così potremo usufruire in futuro di un campo di eccellenza non troppo lontano da casa e potremo dare il nostro contributo agli sforzi dei Marchini che hanno dimostrato di meritarlo.
Giuseppe Bacco

Bacco Giuseppe 06/12/2017 Mi sono accorto ora che il testo presenta qualche ripetizione. L'ho buttato giù di getto, istintivamente, l'importante che si capisca il senso.

Vigo Africano 06/12/2017
Ancora un Programma Gare NON CHIARO , approvato dal Delegato Regionale Campania.
Infatti:
Il Programma è diviso nei seguenti Premi:
N° 3 Premi per i Primi tre della CLASSIFICA ASSOLUTA
N° 3 Premi di cui:
N° 1 Per Ecc/1° insieme.
N° 1 per la 2° Categoria
N° 1 per la 3° Categoria
N° 8 Premi Riservati alle Categorie e Qualifiche, ripartiti in proporzione agli Iscritti
A mio avviso,
a) Manca l'indicazione che i Premi non sono CUMULABILI.
b) Non è specificato se i Tiratori di Qualifica partecipano anche ai TRE Premi, relativi alla propria Categoria.
Gradirei un chiarimento.

Zaino Tonie 06/12/2017 Buonasera a tutti, purtroppo a volte la troppa sicurezza rischia di renderci superficiali; ci scusiamo chiarendo subito eventuali dubbi in merito al programma gara FO del 8,9,10 c/o il Tav Zaino di Durazzano:
- I premi non sono cumulabili;
- I tiratori appartenenti alle Qualifiche potranno
partecipare ai n.3 PREMI APERTI nonchè al
1°Premio di Categoria sia con Qualifica che con ctg. di apparteneza. Per quanto riguarda I premi da assegnare PROPORZIONALMENTE (n.8), quest'ultimi saranno distribuiti
esclusivamente ai gruppi così come previsto dal programma.

Ringraziamo l'Ing. Vigo per averci permesso questo chiarimento.

Falco Tiro a Volo 10/12/2017 Il Tiro a volo Falco si associa al dolore che ha colpito la Famiglia Raimondo per la dipartita del capostipite Antonio

Vigo Africano 10/12/2017
Prendo fraternamente parte al dolore della Famiglia Raimondo per la dipartita del carissimo Don Antonio.

Salzano Giuseppe 10/12/2017 Don Antonio Raimondo non è piu.
Uomo volitivo e tenace.Alla Famiglia esprimo sentite condoglianze partecipando al loro dolore.

de Maria Giovanni 11/12/2017 la dipartita di Don Antonio ci lascia perplessi ,nel nostro immaginario era un uomo che non poteva mai morire ed invece la natura con le sue regole non risparmia nessuno creando dei vuoti incolmabili sopratutto per la famiglia di cui era il CAPO.Insieme al mio AMICO Nino Perone facciamo alla famiglia le più sentite condoglianze

D'esposito francesco 11/12/2017 RAIMONDO.Esprimo le condoglianze a tutta la Famiglia per la dipartita del carissimo Sig Antonio anche a nome di tutti i tiratori della Penisola Sorrentina. Un fraterno abbraccio a Pasquale e Tommaso

Maglione Biagio 12/12/2017
Una figura sulla quale si è poggiata la storia del Tiro a Volo Campano e Nazionale. Arrivederci Don Antonio.
Un forte abbraccio alla famiglia Raimondo.

Maglione Biagio 13/12/2017
ATTENZIONE AI TIRATORI: Ecco la risposta dell’ambiente federativo.
Oggi sul sito FITAV si può leggere un articolo di cui faccio solo riferimento al titolo che è “Mirare al bersaglio” il quale, affiancato dalla pubblicazione del Regolamento dei Campionati regionali invernali (Lombardia, Campania, ecc.), decisamente fa comprendere che davanti al mirino della federazione ci sono e restano solo i tiratori.
Infatti come cadeau per il nuovo anno il costo dei piattelli per le gare federali sono stati portati a €. 8,00.
Complimenti a tutta la Federazione per la sensibile attenzione dimostrata.

Salzano Giuseppe 13/12/2017 SERIE di PIATTELLI. Portare il prezzo della serie per le Gare Federali,(sono da intendersi tutte) da euro 7,00 ad euro 8,00, rappresenta circa il 15% di aumento. E' prassi consolidata,che gli aumenti di prezzo di qualunque settore merceologico, sono stati da sempre *parametrati*. Forse la Fitav ha qualche esigenza di troppo e,credo sarebbe stato certamente più giusto portare a conoscenza di chi sopporta questo maggiore onere, esporre le ragioni che hanno determinato tale aggravio.
Noi italiani,tiriamo a circa 10.000.000 -(diecimilioni) di serie di piattelli l'anno.
Se il 25% di queste serie sono di appartenenza alle Serie inerente lo svolgimento delle Gare Federali,vi sarà un maggiore introito nelle casse Federali,di euro Ml 2,5 (duevirgolacinquemilioni).
A cospetto di tali cifre si ha il diritto di essere messi a conoscenza.
Se la nostra Madre Matrigna ritiene che vi siano errori,ci dia cenno!

Vigo Africano 14/12/2017
Se non fosse che la nostra PASSIONE per questo SPORT ci impedisce di abbandonarlo, dovremmo proprio farlo.
D'altra parte chi ha partecipato a quella ignobile farsa dell'Assemblea Straordinaria Elettiva del Dicembre 2016, ha potuto facilemente rendersi conto della SINTONIA COMMERCIALE tra coloro che poi sono stati ELETTI (RIELETTI DA PIU' QUADRIENNI)) e la quasi TOTALITA' dei VOTANTI (Presidenti di Società, nonchè gestori di Stand).
I TESSERATI non sono mai stati oggetto di alcun CENNO nella Presentazione e negli Interventi della stessa Manifestazione. Gli UNICI ATTORI sono stati le SOCIETA' ed i TIRATORI NAZIONALI, questi ultimi solo perchè STRUMENTI che portano LUSTRO al loro BUSINESS. Senza dimenticare poi la KERMESSE di fine Anno (Campionato Struttura Federale) che conclude la Stagione delle Vendite con il Premio a ciascuno degli Agenti Concessionari.
NOI TESSERATI, TIRATORI SPORTIVI E APPASSIONATI, siamo solo le VACCHE DA MUNGERE e quale MANDRIA, guidata da Pastori SCORRETTI, siamo costretti a subire anche la MORTIFICAZIONE di vedere le REGOLE DEL NOSTRO SPORT usate da questi ultimi, in malo modo, secondo i propri interessi elettorali, personali e commerciali.
Ed il C.O.N.I. resta sempre solo a GUARDARE! la trasmissione televisiva REPORT, DOCET!

Vigo Africano 14/12/2017
STRALCIO PASSAGGI DI CATEGORIA PER ATTIVITA' AGONISTICA 2018
Con riferimento al mio intervento del 01/12/17, con l'AGIORNAMENTO al 12/12/17 del Documento di cui sopra,la Federazione ha cancellato (non so se definitivamente) il Tiratore da me segnalato. Aspetto comunque il Risultato della Commissione Esaminatrice che sta valutando il mio corretto e giustificato esposto, che tengo a precisare non riguarda la persona segnalata, ma la INEFFICIENZA dei Dirigenti che avrebbero dovuto controllare e quindi non accettare la proposta del Delegato Regionale fatta in dispregio delle REGOLE IN VIGORE.
Spero che questo mio esposto solleciti la Commissione Federale Passaggi di Categoria a verificare alcune delle altre Proposte della stessa Regione Campania, su cui nutro notevoli dubbi.

Cantalupo Giovanni 18/12/2017 IL GIORNO 23/12/1917 PROVA UNICA DI CAMPIONATO REGIONALE ELICA 15 ELICHE SENZA ELIMINAZIONE PREMI N.10 CESTI NATALIZI ELICA DARGENTO AL PRIMO CLASS. PIU ISCRIZZIONE GRATUITA ALLA PROVA DI CAMPIONATO ITALIANO CON REINTEGRO CHE SI SVOLGERA A GIUGNO 2018 PER INFORMAZZIONI G. CANTALUPO 3357859483

Cantalupo Giovanni 18/12/2017 ERRORE DATA ELICA 23/12/2017 SCUSATE.

Scrivi